19-11-2017
Ti trovi qui: Home » Società » Dati e numeri sulla differenziata

11/10/2011 -

Società/

Dati e numeri sulla differenziata

Dati confortanti con una percentuale pari al 46,50% sulla raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta”. I cittadini di Santa Croce sono sensibili ai temi ambientali e in sei mesi di attività, dal primo marzo scorso, la percentuale si è attestata attorno al 46 per cento con 142 mila chilogrammi di rifiuti raccolti con un media, per ogni abitante, pari allo 0,48 per cento. L’obiettivo è estendere il servizio nella fascia costiera, da Casuzze a Punta Secca, e migliorare il centro di raccolta con la pesatura elettronica. Ecco nel dettaglio le percentuali: frigoriferi da smaltire 5%, pneumatici 8%, legno 3%, rifiuti biodegradabili 26%, vetro 11%, imballaggi di carte e cartone 32%, rifiuti di plastica 10%. “I dati sono più che confortanti – dice l’assessore all’ecologia e all’ambiente del Comune, Gioacchino Iozzia – con una percentuale più che positiva al di sopra delle nostre più rosee aspettative. C’è sicuramente qualcosa da migliorare, nel piano della comunicazione (nel sacchetto viola i cittadini spesso depositano qualunque genere di rifiuto) ma le critiche di Fare Ambiente, sollevate in questi giorni, ci sembrano del tutto gratuite”. L’associazione ambientalista ha parlato di una percentuale pari al 40 per cento frutto di un sondaggio telefonico. “Dai dati ufficiali forniti dalla ditta che espleta il servizio i numeri sono decisamente superiori – aggiunge Iozzia -. Vorrei anche ricordare al coordinatorre provinciale che ci sono esponenti di Fare Ambiente, a Santa Croce, che non fanno la raccolta differenziata e sono stati sorpresi, dai nostri operatori, nostro malgrado, a gettare i rifiuti, non differenziati, accanto ad altre abitazioni o in posti non congrui alla raccolta differenziata porta a porta”. Troppo spesso la bilancia elettronica, nell’isola ecologica, è andata fuori uso. “Di questo disservizio ci scusiamo con i nostri concittadini – spiega l’assessore Iozzia -. Tra breve entrerà in funzione una nuova bilancia”. Il servizio dovrà essere esteso nella fascia costiera. “Occorre reperire, in bilancio, altre risorse per implementare il servizio anche nelle borgate a mare – conclude l’assessore – ed educare i tanti villeggianti a fare la differenziata”.

Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica