19-11-2017
Ti trovi qui: Home » Enti pubblici » Comune di Ispica, stabilizzati ma ora in mobilità  

05/06/2015 -

Enti pubblici/

Comune di Ispica, stabilizzati ma ora in mobilità  

ispica“No alla mobilità per i 60 lavoratori stabilizzati tempo fa; sia questa la priorità del nuovo sindaco di Ispica; il prezzo da pagare sarebbe troppo alto in termini economici per tante famiglie. Il nuovo corso amministrativo guardi a questi lavoratori che attendono risposte e segni una nuova rotta nei rapporti con i propri impiegati”. L’appello arriva dal segretario generale della FP Cisl Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi, che, in vista del prossimo ballottaggio per la carica di primo cittadino di Ispica, si rivolge all’Amministrazione che verrà, per indicare una delle emergenze della città esplosa, in maniera dirompente, dopo la dichiarazione di dissesto finanziario. Per 60 lavoratori, stabilizzati anni fa dopo una trafila da precari, già pronte le lettere di mobilità. “In questi giorni sono state consegnate le schede da compilare per stilare una graduatoria – ha aggiunto Passanisi – Per questi lavoratori, dichiarati in eccedenza rispetto alla pianta organica, inizia adesso una lunga attesa: se entro due anni non dovessero trovare utile impiego in altri enti locali rischiano il licenziamento. Un autentico dramma sociale”.

Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica