26-09-2017
Ti trovi qui: Home » Agricoltura » ESPOSTO IN PROCURA DI 37 ALLEVATORI RAGUSANI

24/06/2016 -

Agricoltura/

ESPOSTO IN PROCURA DI 37 ALLEVATORI RAGUSANI

allevamento“I servizi dovranno essere attivati con un termine perentorio di cinque giorni, iniziando dalla marchiatura degli animali, all’anagrafe del bestiame, fino ai controllo funzionali sulla qualità del latte”. Gli allevatori hanno chiesto l’intervento della Procura presentando un esposto querela sui fondi destinati all’associazione allevatori. Sono 37 gli allevatori ragusani, ma il numero è  destinato a crescere, che chiedono conto e ragione suoi servizi  erogati  dall’associazione allevatori ma di fatto sospesi. I dipendenti, senza stipendio da 10 mesi, hanno incrociato le braccia convocando un’assemblea permanente sospendendo di fatto tutte le attività “esterne”. “I danni sono ingenti  – precisa l’avvocato Giorgio Cassarino, legale degli allevatori –  per la mancata attivazione dei controlli funzionali sulla qualità del latte e della carne. Abbiamo già diffidato il Ministero delle politiche agricole, l’assessorato regionale nonché l’associazione italiana allevatori (Aia) e l’associazione regionale allevatori (Aras) affinché vengano riattivati i controlli e scongiurati danni irreversibili alla produzione del latte e alla produzione della carne. Oltre alla diffida  – precisa il legale – è stata presentata, da parte degli allevatori, una denuncia querela per richiedere l’intervento della procura di Palermo per fare chiarezza sulla gestione dei fondi all’interno dell’associazione. Questa situazione si protrae da diversi anni e la politica non ha mai provveduto seriamente al risanamento dell’associazione regionale Allevatori, commissariata da 7 anni”.

Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica