20-10-2017
Ti trovi qui: Home » Ambiente » AMIANTO: LA STRAGE SILENZIOSA

06/06/2017 -

Ambiente/

AMIANTO: LA STRAGE SILENZIOSA

 

liberidallamiantoE’ questa forse l’immagine che meglio fotografa l’impatto ambientale sulla salute prodotta dalla presenza in tutti i nostri luoghi dell’amianto e del suo manufatto più famoso, l’Eternit. 6786 morti al giorno in Europa per mesotelioma pleurico, il più aggressivo dei tumori, di cui 1.200 in Italia . 15.000  casi di mesotelioma maligno diagnosticati in Italia tra il 1993 e il 2008, 32 milioni di tonnellate di prodotti in amianto ancora presenti in Italia, 75.000 ettari di territorio da bonificare, 230.000 siti censiti con delle coperture in eternit di quasi 12 milioni di mq. Eppure a 25 anni dalla legge che ha proibito produzione e vendita dell’eternit in Italia la situazione rimane molto preoccupante. Il 25% delle regioni non ha ancora approvato il piano regionale amianto, poco meno della metà ha ancora in corso il censimento dei siti contaminati , solo 11 regioni dispongono di impianti di trattamento e smaltimento e,  rappresentano rare eccezioni le campagne di informazione e formazione dei cittadini attraverso sportelli dedicati.   Di tutto ciò , del piano regionale e comunale amianto, dello sportello informativo di Legambiente sull’Eternit e della situazione in provincia di Ragusa si discuterà venerdì 9 giugno alle ore 17.30 al Centro Polifunzionale per Immigrati di via Colaianni a Ragusa in un incontro pubblico su “ Liberi dall’amianto “ : la prevenzione dei rischi e la gestione della sicurezza organizzato dal circolo Legambiente  Il Carrubo  di Ragusa. Parteciperanno Tommaso Castronovo di Legambiete Sicilia, Marcello Dimartino dirigente Protezione Civile del Comune di Ragusa , Lucia Antoci Direttrice ARPA Ragusa, Paolo Ravalli dello S.Pre.S.A.L. di Ragusa, Pippo Gurrieri dell’Associazione Esposti Amianto e Antonio Patella della Protezione Civile Regione Siciliana e coordinatore dell’ ufficio Amianto.

Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica