22-11-2017
Ti trovi qui: Home » Ambiente (pagina 20)

Archivio della categoria: Ambiente

RAGUSA, DALLA GIUNTA PICCITTO NO ALLO CHALET A RANDELLO

 randello

piccitto 4

Fino alla definitiva approvazione del Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo, il Comune non rilascerà alcuna autorizzazione per interventi edilizi nella fascia demaniale del territorio ibleo. E’ questo, in sintesi, quanto previsto nella delibera adottata, come atto d’indirizzo, dalla Giunta Municipale. Nella delibera la Giunta ha dato mandato al dirigente del Settore IV di adoperarsi per adeguare il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo, portando a conclusione la
procedura per la Valutazione Ambientale Strategica e la Valutazione di Incidenza. “Un atto importante ed urgente – dichiara il Sindaco Federico Piccitto – che consente, in attesa dell’approvazione del Piano la massima tutela della nostra fascia demaniale, con particolare riferimento, alla luce di quanto accaduto nei giorni scorsi, all’area di Randello. Come ho avuto modo di sottolineare durante un incontro, ieri sera, con il Comitato Randello Libera, i cui membri nei giorni scorsi hanno combattuto una lodevole battaglia per la salvaguardia dell’intera area, ritengo che, nonostante le legittime esigenze di sviluppo turistico del nostro territorio, – dice Federico Piccitto – alcune aree debbano essere totalmente preservate, da interventi edilizi invasivi, che possano comprometterne l’equilibrio  e la necessaria tutela. Il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo, già approvato dal Consiglio Comunale nel 2009 ma ancora senza effetti pratici a causa del mancato completamento dell’iter previsto, rappresenta, quindi, con gli opportuni correttivi, lo strumento più idoneo per evitare, anche in futuro, situazioni di questo tipo” – conclude il sindaco di Ragusa.

CHALET IN LEGNO SULLA SPIAGGIA A RANDELLO – SOPRALLUOGO POLIZIA MUNICIPALE DI RAGUSA

randelloSabato mattina è stato effettuato un sopralluogo in contrada  Randello: nella spiaggia, a ridosso delle dune, è stata accertata la messa in opera di una platea in legno delle dimensioni di metri 10 x 9, su cui si trovavano depositati dei pilastri e travi in legno. Al momento dell’accertamento i lavori erano sospesi, non  c’erano operai al lavoro e sul sito non c’era il prescritto cartello indicante gli estremi dei titoli autorizzativi. E’ tuttora in corso l’attività della Polizia Municipale volta ad accertare eventuali violazioni di legge.

STABILIMENTO BALNEARE SULLA SPIAGGIA DI RANDELLO – LEGAMBIENTE CHIEDE CONTROLLI E LO STOP AL PROGETTO

randelloLegambiente Ragusa, ricordando che la spiaggia di Randello è un più unico che raro esempio di spiaggia non antropizzata in provincia di Ragusa, si scaglia contro il progetto della società Donnafugata Resort di realizzazione uno stabilimento balneare privato riservato agli ospiti dell’albergo collegato al campo da golf, in parte sulla spiaggia su una superficie di 2500 mq e in parte all’interno del demanio forestale. Legambiente ha inviato una segnalazione all’Assessore all’Urbanistica ed ai vigili urbani del Comune di Ragusa e al Demanio regionale. Anche la sezione del Partito Comunista dei Lavoratori di Ragusa si batte affinchè la spiaggia rimanga libera.

Legambiente: “No alle trivellazione a mare, i sindaci passino dalle parole ai fatti”

TRivCanale.tif“E’ facile immaginare a quale paese verrebbe mandato un normale mortale se, dopo aver chiesto di realizzare due villette, ne realizzasse solo una e poi, dopo oltre trenta anni si presentasse agli Enti preposti dichiarando di aver dimenticato di realizzare la seconda e di volerla realizzare solo ora”. Così Legambiente racconta l’incredibile  storia che ci sta capitando a noi iblei. Parliamo delle trivellazioni a mare che raddoppiano. Infatti spiega Legambiente si prevede una nuova piattaforma petrolifera, la Vega B della società Edison ossia il raddoppio della già esistente piattaforma Vega A al largo di Pozzallo. “L’area dove dovrà essere ubicata rientra infatti all’interno della fascia di rispetto delle 12 miglia imposta, per i nuovi impianti. Quindi, se la piattaforma Vega B fosse considerata un nuovo progetto non potrebbe essere realizzata. Per la Edison, invece, la Vega B non deve essere considerata un nuovo progetto, perchè fa parte di un programma approvato dal Ministero oltre trent’anni fa. Praticamente, dopo aver realizzato Vega A, hanno per cosi dire dimenticato di realizzare la seconda piattaforma e dopo trent’anni se la sono ricordata”. Legambiente ha scritto ai Sindaci del ragusano chiedendo con forza quali siano le loro reali intenzioni e se, in buona sostanza, oltre alle abbondanti  parole profuse due anni fa contro il progetto Vega B, avranno anche la capacità di far seguire i fatti quali, ad esempio, un ricorso al Tar. L’unico sindaco che in maniera decisa e chiara scrisse al Ministero dell’ambiente e alla Regione siciliana è stata Franca Iurato la sindaco di Santa Croce che nel settembre 2013, quando altre società come la Transunion Petroleum chiesero di effettuare ricerche a mare, si oppose  esprimendo “assoluto dissenso e contrarietà alle trivellazioni nel mare della costa iblea considerandole pericolose per l’ecosistema del Mediterraneo”. Legambiente ricorda che alla fine dell’estate 2012 furono  raccolte oltre 57 mila firme e più di 50 sindaci siciliani, col sostegno del Governo Regionale e delle Associazioni Ambientaliste, appoggiarono la campagna di Greenpeace “U mari nun si spirtusa” contro la petrolizzazione  del Canale di Sicilia, a cominciare dalla Vega B. “Quasi tutti i sindaci iblei furono entusiasti nel sottoscri-vere quell’appello (tranne quello di Pozzallo che, seppur inizialmente lo avesse firmato, dopo qualche settimana fece una clamorosa  marcia indietro). Dopo circa due anni fonti giornalistiche danno per quasi imminente il provvedimento di valutazione impatto ambientale e si nota solo l’assordante silenzio delle amministrazioni. L’ambiente ibleo, – scrive Legambiente – non ha certo bisogno di questa spada di Damocle, né l’economia potrà avere positive ripercussioni da un comparto che, grazie ad una politica collusa e corrotta, paga le royalties più basse al mondo e non paga imposte allo Stato per le prime 50.000 tonnellate estratte. Alla luce di questi fatti è logico -dice Legambiente – mettere a rischio il mare, il turismo e la pesca per estrarre una quantità di petrolio che servirà a fare girare i nostri camion per neanche due mesi?”

Festa per prima edizione di Pedibus

DSC_0555Festa sabato mattina in occasione dell’evento di fine anno per il Pedibus Ragusa, un nuovo modo di andare a scuola che rappresenta un esempio di mobilità alternativa che permette ai bambini di muoversi in sicurezza per strada, socializzare, conoscere il proprio quartiere. In sostanza si tratta di una ‘carovana’ urbana con due o più tutor che accompagnano i bambini nel tragitto da casa a scuola (e ritorno). Sabato scorso gli oltre 170 bambini delle 10 linee Pedibus attive a Ragusa (scuole primarie Palazzello, Mariele Ventre, Paolo Vetri e Cesare Battisti) si sono ritrovati insieme a genitori/tutor, insegnanti e direttori didattici presso l’auditorium della scuola Mariele Ventre di Ragusa. Dopo gli interventi del dirigente della Squadra Mobile, del Sindaco, dell’ arch. Vincenzo Occhipinti e del dr. Ernesto Turlà del Comitato Pedibus Ragusa, dei Dirigenti Scolastici Giuseppe Palazzolo, Beatrice Lauretta e Giovanna Piccitto, della psicologa della Lilt, dell’Associazione Amunì, gli stessi bambini hanno dato vita ad uno spettacolo. E’ stato anche fatto un primo bilancio provvisorio (alcune linee continueranno ad essere attive fino all’ultimo giorno di scuola): i bambini trasportati per 855,35 chilometri sono stati oltre 170 con altrettanti autoveicoli “allontanati” dai circondari scolastici e circa 3298 chili in meno di emissioni di CO2.

MONITORAGGIO DELL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO NEL TERRITORIO DI RAGUSA

INQUINAMENTOUno schema di protocollo d’intesa per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico nel territorio comunale è stato approvato dalla  Giunta Municipale. Il documento, che sarà sottoscritto nei prossimi giorni con l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa), mira a fornire, in attesa della riorganizzazione, su base regionale, della rete esistente, adeguate informazioni sulla qualità dell’aria agli enti coinvolti, al fine di evitare, prevenire e ridurre eventuali effetti dannosi per la salute dei cittadini e l’ambiente nel complesso, attraverso le tre centraline fisse già presenti in città. Il protocollo d’intesa regolamenta in maniera dettagliata le modalità operative della collaborazione tra Comune ed Arpa, tra cui la validazione dei dati raccolti, la manutenzione della rete esistente e le modalità di divulgazione dei dati acquisiti. “Un accordo – afferma il Sindaco, Federico Piccitto – che conferma l’importanza della collaborazione tra gli enti attivi nel territorio su questo fronte, nell’ottica di un miglioramento costante della tutela della salute pubblica e dell’ambiente, principi essenziali per l’attività dell’Amministrazione Comunale a servizio dei cittadini”.

ARCHEOCLUB

archeoclubVisita guidata gratuita  alla chiesa rupestre di Sant’Elia (Santu Liu) e Cava San Leonardo, lunedì 2 giugno alle  ore 10,00.  Riunione partecipanti via Ungaretti, 11 – Ragusa.

 

 

 

ARCHEOCLUB

San-Giacomo1Visita guidata gratuita presso la chiesa rupestre di Sant’Elia (Santu Liu) nel territorio di Ragusa, lunedi 2 giugno alle ore 10. Riunione partecipanti in via Ungaretti 11 a Ragusa.

RAGUSA, PULIAMO IL CENTRO STORICO

salvatore-coralloUn’interessante manifestazione dedicata al miglioramento del decoro urbano di Ragusa Ibla, organizzata dall’associazione Puli-Amo Ragusa, in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale Antica Ibla è in programma questo sabato, alle ore 11, in piazza G.B. Odierna. L’iniziativa prevede la rimozione, nelle vie del quartiere barocco, dei cartelloni e degli annunci abusivi presenti al di fuori degli spazi consentiti. “Il Comune che condivide e sostiene pienamente tale progetto – spiegano gli assessori ai lavori pubblici e Centri storici, rispettivamente Salvatore Corallo e Giuseppe Dimartino – fornirà ai partecipanti il materiale necessario all’espletamento dell’attività che si inserisce pienamente nello spirito della nuova ordinanza firmata recentemente dal Sindaco Federico Piccitto. Intendiamo infatti contrastare – dicono gli amministratori – la distribuzione e l’affissione di volantini e di qualsiasi tipo di materiale pubblicitario al di fuori degli spazi appositamente previsti. L’intervento che verrà effettuato rappresenta il primo tassello di un piano che verrà attuato direttamente dal Comune per ridurre e successivamente eliminare, in tempi ragionevolmente rapidi, la diffusione di tale fenomeno che non rappresenta di certo un biglietto da visita ottimale per la nostra città, ed in particolare per Ragusa Ibla”.

Escursione al Convento di Santa Alessandra

cava d'ispicaL’escursione organizzata da Legambiente si svolgerà domenica 25. Il numero dei partecipanti è di un massimo di 50 persone. È molto importante essere muniti di scarpe da trekking (o simili) per poter affrontare il percorso in maniera adeguata. Il percorso è comunque accessibile a tutti. Appuntamento alle ore 8.30 presso il piazzale Euronics (Modica). Telefonare al 338 – 3667801.

ALL’ULTIMA SPIAGGIA

Anche quest’anno Spiagge e Fondali Puliti in Provincia di Ragusa alegambiente cura di Legambiente. Due giorni di iniziative: questo venerdì 23 a Donnalucata, e il 25 a S. Maria del Focallo. Sempre domenica 25 un’iniziativa di pulizia in una delle perle del territorio costiero ibleo: la Riserva Naturale Macchia Foresta del Fiume Irminio. Un tratto di costa ancora naturale strappato alla speculazione edilizia con anni di battaglie ambientaliste. L’appuntamento è alle 9 presso il parcheggio del casale all’ingresso della riserva. Oltre alla pulizia della spiaggia, grazie alla collaborazione del Centro subacqueo ibleo Blu diving di Ragusa verrà effettuata anche la pulizia dei fondali antistanti la foce (Sito di Importanza Comunitaria). Nel contesto dell’iniziativa, a cui hanno dato collaborazione il settore Riserve Naturali della Provincia ed il Comune di Ragusa, verrà illustrato ai partecipanti il mega progetto promosso dal Comune di Scicli che, prendendo spunto da ipotetici problemi di erosione, rischia di alterare profondamente l’area, ed in particolare i fondali, con ben 23 barriere sommerse ed altri pesanti interventi. Un progetto su cui Legambiente ha fortissimi dubbi e su cui ha in programma di intervenire ufficialmente nelle prossime settimane. Legambiente invita tutti i cittadini a partecipare.

Ragusa, bando di gara per il servizio rifiuti

E’ pubblicato da mercoledì nell’Albo Pretorio Comunale. Tra lecomune di ragusa 2 novità previste dal nuovo bando, della durata di sei mesi, prorogabili per altri sei, il potenziamento del numero di contenitori per la raccolta differenziata, in particolare per la plastica a disposizione dei condomini, con la possibilità, per gli stessi, ove fattibile, di porre i contenitori all’interno dei cortili, evitando conferimenti da parte di terzi. Previsto anche un potenziamento dello spazzamento nel Centro Storico Superiore, da tre a sei volte la settimana, nonché l’introduzione di sistemi moderni per la disinfestazione. Inoltre, all’interno del bando di gara, sono inserite anche le modalità di gestione del cosiddetto “Ecopunto”. I cittadini ragusani avranno la possibilità di conferire direttamente materiale già differenziato all’interno del Centro Comunale di Raccolta di via Paestum per ottenere così in cambio delle agevolazioni varie. Previsto, inoltre, un piano di miglioramento dell’attuale sistema di raccolta, per raggiungere, in tempi relativamente brevi, un livello di almeno il 40% di raccolta differenziata. Il servizio di comunicazione ai cittadini sarà gestito direttamente dal Comune e non più dalla ditta aggiudicataria. “La pubblicazione del nuovo bando – afferma il Sindaco Federico Piccitto – rappresenta un passaggio fondamentale e necessario. Secondo i tempi fissati dall’iter previsto in questi casi, il nuovo servizio dovrebbe partire entro l’autunno; nella fase di transizione, come peraltro avevo già anticipato, provvederemo ad una proroga, seppur limitata, dell’attuale servizio. Ovviamente, l’obiettivo centrale, resta l’avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta su tutta la città, che contiamo di realizzare in tempi rapidi”.

Esplorambiente

Vuoi trascorrere una intera giornata a contatto con la natura? Vuoicava-misericordia-1-290x290 visitare uno dei più importanti siti archeologici degli Iblei? Esplorambiente organizza una escursione domenica 25 a Cava Celone. Raduno alle ore 8:30 in Piazza Italia a Scicli difronte alla Chiesa Madre. La Cava Celone, sita a Nord-Ovest di Ragusa, è lunga circa due chilometri ed in contrada Scassale affluisce alla Cava San Leonardo. È attraversata per intero da un sentiero, in parte scavato nella roccia, che risulta un’antichissima via di comunicazione fra la città e questa parte dell’altopiano. Dallo slargo di fronte a Casa Celone, un breve viottolo porta alla scalazza, via d’accesso alla Cava. Essa custodisce tombe a forno ed a camera, catacombe del periodo paleocristiano e l’importante chiesetta rupestre di Santu Liu. Testimonianza dell’attività contadina sono i terrazzamenti realizzati con muri a secco, per sostenere il terreno vegetale da coltivare e le relative canalizzazioni che sfruttavano, sapientemente, le pendenze naturali per irrigare i terrazzamenti stessi. Dei “bottini” di captazione convogliano le acque sorgive all’acquedotto.

Nuovo reperto al Museo di Storia Naturale di Comiso

Il museo ha acquisito un esemplare di Macrocheira kaempferi, ilGranchio_gigante_Giappone-230x350 Granchio gigante del Giappone. Si tratta di un esemplare maschio del peso di 25 chilogrammi che raggiunge un’apertura massima di metri 2,75. L’esemplare proviene dalla Baia di Suruga, in Giappone, ed è stato pescato il 23 febbraio del 2011 a una profondità di circa 200 metri. “Si tratta del più grande artropode vivente, una specie particolarmente antica di granchio decapode, considerato un vero e proprio fossile vivente – ha commentato il conservatore del Museo di Storia Naturale di Comiso Gianni Insacco -. Era ormai dal 2009 che ero alla ricerca di un esemplare del genere. I Granchi giganti del Giappone sono di per sè rari perchè si trovano solo in quei mari, di solito si trovano più piccoli o, più facilmente, esemplari femmine di dimensioni più contenute rispetto ai maschi. Questo granchio è stato rinvenuto da pescatori di Shizuoka, e tramite contatti personali con Takeshi Ito, responsabile della società Izu Chuo Aqua Trading Co., il quale aveva già fornito un altro grande esemplare al Smithsonian Institution National Museum of Natural History di Washington. Questo particolare granchio – racconta Insacco – vive nelle profondità dell’Oceano Indiano tra i 200 e gli 800 metri e mediamente raggiunge i cento anni di età. Nei musei europei, di tali dimensioni, ne esistono davvero pochissimi”. L’esemplare è già stato collocato in un’apposita vetrina. Il granchio gigante fa parte della collezione privata di Gianni Insacco conservata nel museo stesso.

CUCCE ALATE

Domenica prossima, dalle ore 10 alle 17, il Rifugio Sanitario diaida Ragusa si trasformerà anche in un Presidio Zoo-antropologico, grazie all’installazione di piccole casette, le “cucce alate” che ospiteranno i volatili che già vivono nell’area del Rifugio. L’evento, organizzato dall’Associazione Aida, con il patrocinio dell’assessorato comunale alla tutela degli animali, rappresenterà una nuova occasione di conoscenza per la cittadinanza che potrà assistere dal vivo al lavoro dei volontari e degli operatori che si occupano dei randagi del capoluogo e costatare lo stato di salute degli animali ospiti della struttura, e nello stesso tempo partecipare all’iniziativa che l’Associazione Iblea per i Diritti degli Animali realizza con la collaborazione degli scout. Saranno i volontari e gli scout del Gruppo Ragusa 1 Branca Lupetti, infatti, a dare forma alle cucce per gli uccellini. Ad addolcire la giornata alcune volontarie Aida che prepareranno un banchetto di dolci casalinghi e altre prelibatezze. Il ricavato delle piccole e libere offerte raccolte dalle stesse autrici dei manicaretti sarà destinato alla realizzazione della prossima missione del Rifugio: comprare un carrellino per Luna, una delle amiche a 4 zampe diversamente abile.

NONTISCORDARDIME’ ALLA SCUOLA PALAZZELLO

iniziativaAlla scuola Palazzello piantumate essenze vegetali autoctone dono dell’Azienda Foreste di Ragusa. E’ un piccolo polmone verde da curare da parte degli alunni. Fortemente partecipata Nontiscordardimè, la campagna di Legambiente che promuove le giornate di volontariato dedicate alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici, attraverso la promozione di pratiche di sensibilizzazione ambientale e di attività pratiche rivolte agli studenti. L’obiettivo è di far prendere coscienza delle carenze strutturali e ambientali delle scuole e, dall’altro lato, far presente alle amministrazioni competenti eventuali carenze e necessità di intervento negli edifici. Il circolo di Legambiente il Carrubo ha effettuato un’animazione didattica a cura di Antonino Duchi, che ha coinvolto più di 300 studenti in due giorni sulle problematicità della scuola (tra cui: rifiuti accantonati nelle adiacenze esterne e lo scarso uso dello spazio verde) e sulle principali caratteristiche delle piante mediterranee. Il tutto propedeutico alla successiva piantumazione nelle aiuole del cortile scolastico di essenze forestali autoctone quali leccio, lentisco, bagolaro, ilatro. Ogni albero, la cui piantumazione è stata effettuata in collaborazione col settore tecnico del Comune di Ragusa, è stato adottato da una classe che se ne prenderà cura. Per ogni pianta sono state preparate delle schede illustrative da Andrea Patriarca (direttivo Legambiente). L’iniziativa è anche visionabile sul sito e la pagina facebook di Legambiente Ragusa grazie all’attività documentata da Marianna Triplinetti (direttivo Legambiente) che ritiene essenziale diffondere queste buone pratiche in tutte le scuole provinciali in quanto l’educazione ambientale è la premessa per una cittadinanza attiva.

 

Aspettando Spiagge e Fondali Puliti

Comune_Scicli_spiaggia_SampieriAnche quest’anno si terrà a Ragusa la tradizionale iniziativa Spiagge e Fondali Puliti Clean up the Med a cura di Legambiente. Sarà monitorata la spiaggia della riserva del fiume Irminio. Per partecipare, l’appuntamento è questo sabato alle ore 8,45 presso la sede in via Umberto Giordano 55 oppure alle 9.30 al parcheggio del centro visite della riserva.

 

A MARINA DI RAGUSA ASSEGNATA LA “BANDIERA BLU 2014”

marina-di-ragusaAnche nel 2014, per il sesto anno consecutivo, la Bandiera Blu sventolerà a Marina di Ragusa che ha, ancora una volta, superato i rigidi criteri selettivi di idoneità. La notizia durante la cermonia di premiazione avvenuta a Roma presso la Presidenza del Consiglio della 28esima edizione delle Bandiere Blu nel corso della quale sono state 269 le spiagge dei 140 comuni a cui è stato attribuito il prestigioso riconoscimento. Oltre alla frazione balneare ragusana, tra le spiagge premiate della nostra provincia figurano Ispica e Pozzallo alle quali si aggiungono, per la Sicilia, Lipari e Vulcano, Menfi, Marsala, Signorino (Agrigento). “Non possiamo che ritenerci più che soddisfatti per questa riconferma – afferma il Sindaco Federico Piccitto – che non fa altro che premiare il lavoro svolto dal Comune di Ragusa che continua a prodigarsi per garantire la sicurezza, la qualità delle acque, la pulizia delle spiagge ed un’oculata gestione dei rifiuti. Chi frequenta nella stagione estiva le spiagge di Marina di Ragusa può essere certo di poter trascorre le vacanze in una zona sempre più appetibile al turismo nazionale ed internazionale” – ha dichiarato il sindaco Piccitto.

 

Vittoria, l’opposizione chiede l’apertura del rifugio sanitario per i cani

L’amministrazione Nicosia aveva annunciato, già nel 2011, l’aperturacane9 della struttura. I consiglieri comunali Andrea Nicosia e Giovanni Moscato, dopo diverse interrogazioni e sollecitazioni, tornano sulla questione dell’apertura del rifugio sanitario di Vittoria. ” Incredibile – dichiara Nicosia – come l’amministrazione comunale pare abbia abbandonato il progetto. Il completamento della struttura di Vittoria è condizione necessaria per il proseguimento delle fasi successive del progetto volto a far fronte al randagismo”. “E’ da ritenersi irresponsabile la condotta di questa amministrazione – continua Moscato – che si dimostra, per l’ennesima volta, fanalino di coda tra i comuni dell’area iblea aderenti al progetto regionale messo in piedi dopo la terribile fine del piccolo Brafa”. “Abbiamo già, negli anni passati, depositato diverse interrogazioni per sollecitare l’amministrazione a definire e consegnare alla città la struttura sanitaria in modo tale da riuscire a fronteggiare meglio il fenomeno sul territorio e per capire a cosa sono dovuti i ritardi e per quali motivi non si sia ancora proceduto alla conclusione della struttura”. I due esponenti del centro destra con una mozione in consiglio hanno chiesto che la giunta Nicosia agevoli l’adozione dei cani – così come avviene in altri comuni – attraverso un bonus ai cittadini. Si tratterebbe di una scelta che comunque farebbe risparmiare il comune di Vittoria considerato che il mantenimento dei cani ha un costo a tutt’oggi assai alto.

Il sequestro a Cava dei Modicani

piccitto okIl sindaco di Ragusa Federico Piccitto interviene a proposito del sequestro di un’area ubicata all’interno della discarica di Cava dei Modicani, nell’ambito di un’operazione congiunta tra Polizia e Guardia di Finanza. “Oltre alla massima collaborazione con le forze dell’ordine – dichiara il primo cittadino – il Comune sta già attivando le procedure per garantire, in tempi rapidi, gli interventi di messa in sicurezza dell’area interessata, evitando così qualsiasi possibile rischio per la collettività. Una vicenda sulla quale auspichiamo si faccia piena chiarezza da parte degli organi competenti, ai quali, come detto, – scrive il sindaco Federico Piccitto- ribadiamo, da parte nostra, la piena collaborazione e disponibilità”.

Scroll To Top
Descargar musica