23-04-2017
Ti trovi qui: Home » Arte (pagina 2)

Archivio della categoria: Arte

RAGUSA IBLA, VENERDI’ E SABATO SI PUO’ VISITARE LA MOSTRA FRAMMENTI DI CARTA

carta-immagine002In occasione dell’apertura della stagione teatrale al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla si potranno ammirare le opere di Giampiero Carta e la video proiezione sulla volta a botte di una delle stanze del Foyer. L’ingresso alla mostra è gratuito, anche per chi non assisterà allo spettacolo di Giobbe Covatta “La Divina Commediola”, inserito il 4 e il 5 novembre nel cartellone della stagione curata dalle sorelle Vicky e Costanza Di Quattro. Giampiero Carta, che vive e lavora a Ragusa, è nato a Cagliari nel 1965, ha studiato e si è formato tra la Sicilia e Firenze, dove si è laureato in Architettura nel 1990. Dopo una lunga esperienza professionale come architetto, Carta si è dedicato, dagli anni duemila fino ad oggi, alla produzione di installazioni video, scenografie teatrali, video mapping e alla pittura. Frammenti di Carta è sponsorizzata da Banca Agricola Popolare, ArredoQuadro e coop. RelAzioni (organizzatore della mostra).

RAGUSA, PROROGATA FINO AL 9 NOVEMBRE LA COLLETTIVA “AUTUNNALE” AL CENTRO DI AGGREGAZIONE CULTURALE

amedeo-fusco-1Sarà visitabile ancora fino al 9 novembre la collettiva d’arte “Autunnale”, allestita presso il Centro di Aggregazione Culturale in via Mario Leggio 174 ed inaugurata lo scorso 22 ottobre. La mostra, a cura di Amedeo Fusco e Rosario Sprovieri, vede esposte le opere di artisti provenienti dal territorio ibleo e da tutta Italia, operanti nei campi di pittura, scultura, fotografia e pirografia: Michelangelo Lacagnina, Luisella Ceredi, Rosy Mantovani, Filippo Chiappara, Paola Cabona, Marina Fontana, Paola Ummarino, Donato Ungaro, Sara Ghedin, Barbara Guarini, Maria Mazzotti, Salvatore Licitra, Stefano Cassarino, Andrea Nanì, Beatrice Nicosia, Salvatore Massari, Margaret Carpenzano, Mariagrazia Diquattro, Giuseppe Pizzenti, Enza Cappello, Silvana Occhipinti, Maria Concetta Criscione, Franco Filetti, Sergio Cimbali, Fabiola Santarelli, Paola Abbruzzese, Gjergj Kola, Paolo Pierotti, Lorenzo Mesini, Donata Scucces. Il Centro di Aggregazione Culturale riparte, così, con una programmazione ricca di idee nuove, sempre nuove. Fra queste, il laboratorio di tango condotto da Bruno Arini, ogni mercoledì; la proiezione del film “Goya” di Carlos Saura prevista per l’8 novembre alle ore 18; la conferenza di Arturo Barbante sull’artista “Arturo Di Modica: il sogno italo-americano” che si terrà il 24 novembre alle 18, oltre a nuove mostre ed iniziative culturali.

 

 

 

 

 

L’ARCHEOLOGO DISTEFANO A MALTA PER NUOVI SCAVI NELLE MISTERIOSE “TORRI ROTONDE” DELL’ISOLA DEI CAVALIERI

14-352x400Una equipe italiana, diretta dall’archeologo ibleo Giovanni Distefano, e della quale fa parte anche l’Architetto Domenico Buzzone della Soprintendenza di Ragusa, ritornerà nei prossimi giorni a Malta per continuare gli scavi archeologici nelle misteriose “torri rotonde” dell’Isola dei Cavalieri. Gli scavi della Missione Italiana dell’Università della Calabria diretta da Distefano e in collaborazione degli archeologi maltesi si svolgeranno per il quarto anno consecutivo a TA’ Wilga, in una delle più sontuose e misteriose torri di forma circolare, costruite in tecnica megalitica, forse in età bizantina. “Stiamo studiando vari aspetti di queste torri, quella di TA’ Wilga – dice l’archeologo Distefano – per conoscere meglio assieme ai colleghi maltesi questi eccezionali monumenti del Mediterraneo antico. Quest’anno gli scavi si svolgeranno all’interno di questi straordinari monumenti”.

RAGUSA, LE OPERE DEL MAESTRO EMANUELE CAPPELLO ESPOSTE A PALAZZO GAROFALO

download-2Dal 21 ottobre all’11 novembre, presso Palazzo Garofalo di corso Italia  (Museo della Cattedrale),  si terrà una mostra del Maestro Emanuele Cappello. L’evento culturale, patrocinato dal Comune di Ragusa, prevede l’esposizione di circa trenta opere sul barocco ibleo, ispirate al post terremoto del 1963, periodo che ha caratterizzato dal punto di vista urbanistico ed architettonico la città di Ragusa e il territorio sud orientale della Sicilia.

 

 

L’ARTISTA SALVATORE FRATANTONIO SI RACCONTA NELLA MOSTRA “DUE LUOGHI, UNA VITA” ALLA FONDAZIONE GRIMALDI DI MODICA

in-aprile-a-marina-di-modica-130x100“Due luoghi, una vita” racconta la storia di un uomo, un pittore. E’ la narrazione di due realtà, città e campagna, due luoghi diversi che da fisici diventano espressioni della propria anima. La città, con i suoi freddi colori, i grattacieli e le piazze vuote, e la campagna, col suo calore, profumo di infanzia e spensieratezza, che insieme accolgono e quasi respingono il protagonista. “Due luoghi, una vita” è la storia dell’artista Salvatore Fratantonio che nella città, prima Roma e poi Milano, e nella sua campagna d’origine, quella modicana, perde e poi ritrova se stesso. Un omaggio alla terra natia e a quella di adozione. Ed è il titolo della sua personale, curata dalla scrittrice Marcella Burderi e dalla figlia dell’artista, Lisa, che sarà allestita alla Fondazione Grimaldi di Modica dall’8 ottobre al 4 novembre prossimi (inaugurazione sabato 8 ottobre alle ore 18). All’opening della mostra nella sede della Fondazione in c.so Umberto I, interverranno anche il sindaco di Modica Ignazio Abbate, lo scrittore Nicola Colombo e il critico d’arte Andrea Guastella. La personale sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00, il sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 21.00 e la domenica dalle 16.00 alle 21.00.

 

L’ARTE INCISORIA DI SANDRO BRACCHITTA PROTAGONISTA DELLA BIENNALE DI DOURO IN PORTOGALLO

Sandro Bracchitta.2 Colore (fotografo, Carlo Giunta)Sarà la valle incantata del Douro, in Portogallo, ad ospitare il genio creativo di uno degli artisti siciliani più apprezzati del panorama italiano. Sandro Bracchitta, pittore e uno dei più noti incisori del nostro Paese, sarà protagonista di due eventi di grande rilievo all’Ottava Biennale internazionale di incisione che ospiterà anche una sua personale. Un’occasione che si aggiunge ai già numerosi riconoscimenti e alle tante partecipazioni che hanno visto Bracchitta al centro dell’attenzione della critica italiana e internazionale. Dal 10 agosto al 31 ottobre sarà la splendida regione portoghese che darà spazio ad uno dei più importanti eventi di arte grafica del mondo e che ospiterà anche le opere di Bracchitta. 604 artisti, provenienti da 70 paesi, e 1300 opere sono i numeri di questa ottava edizione che, come sempre, unirà tecniche differenti, dalle tradizionali alle ibride e più innovative. La Biennale dedica anche una personale all’artista ragusano: dal 10 agosto al 31 ottobre al teatro di Vila Real, Bracchitta esporrà più di 15 lavori, incisioni a grande formato.

L’ARCHEOLOGIA IBLEA AL MUSEO DI OXFORD

ElmoCamarina e l’archeologia iblea saranno di scena in una mostra internazionale all’Ashmolean Museum di Oxford dal 21 giugno al 25 settembre. Sarà l’archeologo Giovanni Di Stefano ad accompagnare i reperti del Museo di Camarina e a tenere una conferenza il prossimo 22 giugno nell’auditorium del Museo su “Elmi antichi dal mare di Camarina”. La mostra e il convegno di studi hanno un tema molto affascinante: “I tesori dal mare della Sicilia: guerre, tempeste e relitti”. I musei siciliani hanno concesso in prestito veri capolavori: dalla statuetta fenicia del dio Reshef, ai rostri delle navi della battaglia di Levanzo. Dal Museo di Camarina è stato concesso in prestito il famoso elmo corinzio in bronzo del periodo arcaico. «I nostri capolavori non mancheranno di stupire il pubblico inglese – ha dichiarato il Direttore Di Stefano – e rappresenteranno in maniera adeguata l’archeologia subacquea della costa meridionale della Sicilia». L’archeologo Di Stefano presenterà nel corso della conferenza ad Oxford le problematiche storiche della presenza a bordo degli antichi vascelli commerciarli di elmi corinzi, attici e corinzi-illirici. «Forse questi elmi non erano più utilizzati come armi di difesa – conclude Di Stefano – ma probabilmente erano dei “cimeli” portati sulle navi dai comandanti come degli oggetti esotici».

“La Cognata, un’isola di Luce”, il pittore comisano in mostra al Convento del Carmine a Modica sino al 4 settembre

IMG_9295Resterà aperta sino a domenica  4 settembre nel convento del Carmine a Modica la mostra di Giovanni La Cognata che è visitabile dal lunedì al giovedì dalle 11.00 alle 20.00 e dal venerdì alla domenica dalle ore 11.00 alle 22.00. Settanta oli e quindici disegni illustrano nei fatti il percorso artistico di questo affermato pittore figurativo, ritrattista, scopritore di spazi urbani, comisano di nascita e in quanto tale si è mosso sulle tracce di importanti artisti, suoi conterranei, che hanno dato anche lustro alla storia della pittura in Italia: Fiume, Micieli e Brancato. “La Cognata, un’isola di luce” è il titolo dell’evento che si avvale di un catalogo (Salarchi Editore) con note critiche tra gli altri dello storico dell’arte Paolo Nifosì, del critico d’arte, Sergio Troisi, la critica letteraria, Maria Teresa Giuffrè e dell’attore Luca Zingaretti. L’artista continua a rimanere uno dei protagonisti più abili nella narrazione pittorica del paesaggio ibleo che, oggi, è diventata la metafora del paesaggio siciliano.

A GIUGNO IL MESE CAMBELLOTTIANO ALL’ECCE HOMO DI RAGUSA A SESSANT’ANNI DALL’INAUGURAZIONE DELLE VETRATE ARTISTICHE

Locandina vetrataEra il 2 giugno 1956, il primo sabato del mese, quando con grande concorso di popolo furono inaugurate le tre vetrate artistiche riproducenti la Natività e la Pentecoste, nel transetto, e il Cristo Coronato di spine, in alto nella cantoria della Chiesa dell’Ecce Homo in Ragusa. Il progetto delle vetrate era stato affidato dal parroco Giuseppe Guardiano al professore Duilio Cambellotti e ad eseguire l’opera era stata la vetreria Giuliani di Roma. Il vescovo, monsignor Francesco Pennisi, non solo aveva approvato il progetto per la stima che aveva del Cambellotti, ma si era impegnato a comporre le scritte in latino da inserire a pie’ delle vetrate. Sessant’anni sono passati e la comunità parrocchiale ha pensato di ricordare l’evento ed ha predisposto nel “Mese Cambellottiano” per il prossimo giugno delle visite guidate con l’opportunità di vedere da vicino la vetrata grande del Cristo, salendo la scala a chiocciola fino alla cantoria, corrispondente al lato interno del prospetto della Chiesa. Dei pannelli illustrativi faciliteranno l’approccio a Duilio Cambellotti e al progetto iniziale, che nella sua globalità comprendeva la realizzazione di quindici vetrate illustrando i Misteri del Rosario. Sarà possibile realizzare le visite dal lunedì a venerdì, dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18 e il sabato dalle 10 alle 12,30.

OutisiderArt

-outsidart-_364_800x0Questo giovedì 26 alle ore 19,00 presso la sala AVIS di Ragusa OutsiderArt –viaggio alla scoperta dell’arte clandestina in Sicilia- concluderà il ciclo di incontri “Non solo Venerdì Insieme 2016”. Cinque cortometraggi, cinque personaggi, cinque storie, cinque luoghi, introdotti dalla prof.ssa Eva Di Stefano (Docente di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università di Palermo) ci faranno conoscere altrettanti artisti siciliani che utilizzano materiali di scarto per creare nuovi manufatti, opere d’arte che inventano nuova vita, poesia e cultura per ciò che sarebbe destinato a diventare un ulteriore rifiuto nel nostro ambiente. OutsiderArt sarà viaggio, conferenza, cineforum, dibattito, ma, soprattutto, la scoperta di ciò che nei circuiti non vi verrà mai mostrato: l’utopia al potere! Introduce e modera i lavori Rosario Antoci (Docente presso l’Accademia di Belle Arti di Catania).

 

MODICA, SI PROFILANO LAVORI DI RESTAURO AL DUOMO DI SAN GIORGIO

download (2)Il Duomo di S.Giorgio, per il deputato Nino Minardo, necessita di interventi urgenti di recupero. “Siamo già al lavoro insieme alla Soprintendenza e al Ministero ai Beni culturali.  Hp chiesto un intervento immediato al Soprintendente di Ragusa per una perizia di somma urgenza. I tecnici si sono già attivati ed hanno effettuato un sopralluogo nei giorni scorsi all’interno del monumento per le valutazioni sullo stato di alcune parti della cattedrale”. Della vicenda l’on. Nino Minardo è stato interessato da un comitato cittadino che ha avviato una petizione popolare, che peraltro ha già raggiunto oltre 5 mila firme, con la richiesta di voler disporre urgentemente un piano di salvaguardia e di restauro da effettuare nel Duomo di San Giorgio. Dal sopralluogo, dichiara Minardo, è emersa la precarietà in particolare dei due transetti e della cupola rovinati dall’umidità che ha aggredito gli stucchi. Il problema più grave è stato riscontrato nella cappella che ospita la statua di S.Giorgio dove sono cadute grosse porzioni di stucchi che hanno costretto, già da tempo la chiusura al pubblico di questa parte della cattedrale. L’on. Minardo si è già mosso presso il Ministero dei BB CC per individuare a quale progetto partecipare, tramite bando, per ottenere il finanziamento.

ARCHITETTURA OGGI – REALIZZAZIONI E PROGETTI, PUBBLICATO IL BANDO DELL’INIZIATIVA PROMOSSA DALL’ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI RAGUSA

Architettura Oggi il tavolo dell'architetturaL’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti, conservatori della provincia di Ragusa, la Fondazione Arch e l’Ance Ragusa promuovono la mostra “Architettura Oggi -realizzazioni e progetti”. L’iniziativa punta a riconoscere la capacità di architetti, committenti e imprese a promuovere progetti di architettura capaci di esprimere qualità ed evoluzione culturale. Con questa iniziativa, l’obiettivo che ci si prefigge è valorizzare e promuovere l’architettura di qualità nelle sue svariate espressioni. La mostra si terrà a Ragusa, con un allestimento previsto presso il ponte Nuovo-via Roma, dal 30 giugno al 7 luglio. La partecipazione è aperta a tutti gli iscritti all’Ordine degli architetti della provincia di Ragusa, agli iscritti agli ordini di altre province con opere progettate o realizzate in provincia di Ragusa. Possono partecipare alla mostra sia progetti realizzati che non realizzati, riguardanti tutto il campo della progettazione curato dalla figura dell’architetto: architettura, urbanistica, interni, restauro, riuso, design industrial, allestimenti. I componenti della giuria nominata dal consiglio della Fondazione sono: Vincenzo Latina, architetto di chiara fama; Vincenzo Castellana, architetto dipartimento generale Adi nazionale; Moreno Maggi, fotografo di architettura. Per ulteriori informazioni e per apprendere i riferimenti relativi alle date di scadenza per la consegna degli elaborati basta consultare i contenuti del bando di partecipazione, pubblicato in questi giorni, sul sito www.fondazionearch.it.

LA GRANDE MUSICA NELLA NOTTE DI CAMARINA

notte-museiSarà il giovane tenore Mario Assenza a dare il tono della grande musica ne “La Notte dei Musei” di Camarina il 21 maggio. Intorno alle 20.00 nel cortile del Museo risuoneranno le note di “C’era una volta il west”, dall’interpretazione di Andrea Bocelli, “Caruso” di Lucio Dalla, “Il gladiatore”, “O sole mio” dall’interpretazione de Il Volo, “Il mare calmo della sera” di Zucchero Fornaciari cantata da Bocelli nel 1994, “Grande amore” de Il Volo e per finire “Con te partirò”, sempre di Bocelli. Un vero omaggio per Camarina, molto atteso dagli appassionati, con capolavori musicali che accenderanno la notte in un tripudio di colori generati dai fuochi d’artificio.

LA CASA DELLE FARFALLE DI MODICA OSPITA UN CORSO DI MACROFOTOGRAFIA, APERTE LE ISCRIZIONI

casa farfalle modicaRacchiudere in uno scatto la bellezza di una farfalla. Tutti abbiamo provato a farlo senza sapere che per fotografare gli insetti esistono delle tecniche particolari. “Se sei un appassionato di fotografia o sei affascinato dal mondo delle farfalle e vuoi conoscerle sempre di più impara tutti i segreti della macrofotografia e scopri come fotografare questi bellissimi insetti – spiegano dall’organizzazione – La casa delle farfalle ha pensato di organizzare dei corsi che si terranno il 28 ed il 29 aprile ed il 28 ed il 29 maggio”. Il corso è diviso in due giornate la prima dedicata ai principianti con un corso base la seconda invece in cui si terrà un corso avanzato. Si inizia alle 10 con due ore di teoria, seguite da una pausa pranzo. Poi si riprenderà alle 14 due con due ore di pratica dentro la casa delle farfalle. Alle 16 ci sarà le revisione delle foto scattate e la conclusione del corso. È possibile seguire soltanto il corso base che avrà un costo di 30 euro mentre se si vuole approfittare e proseguire con il corso avanzato il costo è di 50 euro per entrambe le giornate. Ad illustrare le tecniche della macrofotografia il fotografo Diego Reggianti. Per informazioni e prenotazioni contattare il sito www.lacasadellefarfalle.com

IL BAGNO DI MEZZAGNONE

La-cupola-del-Bagno-di-Mezzagnone-vista-dall-internoTutti conosciamo le bellezze architettoniche iblee, frutto dell’arte barocca e liberty, ma in pochi sanno forse che il nostro territorio possiede testimonianze ben più antiche, che solo grazie al lavoro e alla ricerca di archeologi e studiosi possono essere portate alla conoscenza dell’intera collettività. E’ quanto hanno fatto Giovanni Distefano, direttore archeologo del Museo di Santa Croce Camerina, e Giovanni Modica, insegnante e architetto, con il cosiddetto “Bagno di Mezzagnone”, un gioiello raro in Sicilia e un unicum nel territorio ibleo.  Un edificio di origini goto-bizantine, ma che ha conosciuto anche il passaggio degli arabi. Il lungo lavoro di ricerca è stato racchiuso nell’ultima “perla” dei Tesori Iblei della Baglieri Editrice, nel volume dal titolo”L’edificio antico di Mezzagnone. Il gioiello del casale di Sanctae Crucis de Rasacambra” e sarà presentato al pubblico in un duplice appuntamento: il primo, giorno 22 aprile 2016, alle ore 17,30 presso la Biblioteca comunale di Santa Croce Camerina.  Nell’occasione si discuterà dei temi dell’opera insieme agli autori e allo storico prof. Gaetano Cascone. Secondo appuntamento il 29 Aprile 2016 presso Sala E. Giudice di Vittoria durante il Festival dell’Archeologia in programma per la Settimana della Cultura.

LA “COLLETTIVA N°2” E I PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE CULTURALE DI RAGUSA, A CURA DI AMEDEO FUSCO E ROSARIO SPROVIERI

 

Amedeo FuscoUn calendario fitto di interessanti appuntamenti quello del Centro di Aggregazione Culturale di Ragusa. Questo nuovo spazio, sede dell’Associazione di Cultura Europea, sito nella centralissima via Mario Leggio, è aperto a tutte le forme d’arte, inclusi danza, teatro, poesia, letteratura, e a disposizione di tutti coloro che hanno un progetto culturale e il desiderio di condividere le proprie sensazioni con gli altri. Il Centro di Aggregazione Culturale è visitato anche dalle scolaresche. Sabato 9 aprile alle ore 18 verrà inaugurata la “Collettiva n°2” (la seconda, appunto, dall’apertura del Centro) che vedrà esposte le opere di alcuni artisti associati operanti nel campo della pittura, della fotografia e della scultura: Giusi Manenti, Federico Lo Prete, Vesna Cuk, Donato Ungaro, Ottavio Rossi, Elvira Salonia, Dania Minotti, Antonella Rollo, William Casanova, Franco Filetti, Gianluca Castellone, Giuliana Griselli, Marina Fontana, Orlando Tocco, Paola Abbruzzese, Manuela Distefano, Graziano Sozza, Carmen Stan, Silvano Ruffini, Antonio Federico, Filippo Chiappara, Luisella Ceredi, Margareth Carpenzano, Maria Mazzotti. Domenica 10 aprile è prevista a partire dalle 18 un’importante conferenza su “Salvatore Fiume, eclettico ibleo”, a cura di Arturo Barbante. L’incontro sarà presentato da Amedeo Fusco. Per la giornata di mercoledì 13 aprile sono invece previsti ben due eventi: la presentazione del cortometraggio “Cursor” per la regia di Marco Castiglione, e una performance di Paolo Marletta, poeta dialettale.

A SANTA CROCE CAMERINA LA PRIMA EDIZONE DI “COLTURA SEMINA ARTE”

locandina Coltura semina ArteMancano poche ore all’inizio della prima edizione di “Coltura semina Arte”, in programma  venerdì 1 aprile, e sabato 2 alla biblioteca comunale “Verga” di Santa Croce Camerina. Una due giorni durante la quale il piccolo comune del ragusano si animerà di artisti, mostre, concerti e workshop. L’iniziativa è promossa dall’ associazione culturale “Città Futura”. Obiettivo della rassegna è di mettere in evidenza il grande fermento culturale che anima la cittadina, nota soprattutto per il settore agricolo. Il programma è denso di appuntamenti. Si inizia questo enerdì alle 19.30 con una mostra di video arte con le opere di 12 artisti. In serata alle 20.30, i Fratelli La Strada presenteranno in concerto il loro nuovo album pop (Octopus Vulgaris). Sabato 2 aprile alle 15 il musicista Antonio Mainenti terrà il workshop “Piccola Elettronica” sull’utilizzo di nuovi hardware come Arduino e Raspberry pi. Seguirà una performance sonora tenuta da tutti i partecipanti. La due giorni si concluderà con un concerto dedicato alla musica hip hop che vedrà alternarsi sul palco rapper di differenti etnie (Kedy, Dirty D. e Masakra) nel segno dell’integrazione.

“ÈIS PEGAS, VERSO LE SORGENTI”: SI CONCLUDONO LE RIPRESE DEL PRIMO DOCUMENTARIO SU CAVA ISPICA

 

eis pegas, ripreseUn viaggio verso le sorgenti, quelle del torrente Pernamazzoni-Busaitone che ha scavato nei millenni Cava Ispica, che si fa metaforicamente viaggio verso il passato mitologico che qui non ha mai smesso di vivere. “Éis Pegàs” è il documentario su Cava Ispica che il regista modicano Andrea Giannone sta girando in questi giorni, proprio in coincidenza con il momento storico in cui le istituzioni locali stanno preparando la richiesta per l’iscrizione del sito nella World Heritage List dell’Unesco, raccontando la storia e le storie di questo luogo attraverso un intreccio di fiction e di approfondimento scientifico. La coincidenza delle riprese con il periodo pasquale non è casuale. Tutto comincia infatti a Ispica, la nuova città costruita dopo il terremoto del 1693 dalla popolazione in fuga dalla Cava, dove si è trasferito anche il culto della Settimana Santa per il Cristo alla Colonna, la statua lignea che proviene dall’antichissima chiesa di Santa Maria della Cava e oggi è conservata nella Basilica di Santa Maria Maggiore. La storia è essenziale e funzionale allo scopo del documentario. L’assistente di un importante regista – interpretata da Marta Lunetta, già tra i protagonisti della fiction Agrodolce – si sposta da Londra a Modica per effettuare dei sopralluoghi a Cava Ispica, cominciando a muoversi tra grotte, catacombe, antiche iscrizioni dei primi cristiani, affreschi bizantini e la natura rigogliosa della Cava: ogni dettaglio le rivela le sue millenarie stratificazioni, lasciandola lentamente rapita dal mistero senza tempo della Cava. Le interviste agli studiosi – con un capitolo speciale dedicato alle recenti campagne di scavo – accompagnano le immagini, collegando le ricostruzioni storiche alle infinite leggende che si tramandano attorno a questi luoghi. “Éis Pegàs” renderà così accessibile e avvincente il racconto dei diversi aspetti di Cava Ispica, che custodisce intatti i segni del passaggio di diverse civiltà. Il documentario, a cui Andrea Giannone sta lavorando con la collaborazione di Domenico Catano, avrà la durata standard di 52 minuti e sarà girato in 4K. Le parti di fiction saranno in inglese, con sottotitoli in doppia lingua. La distribuzione, a partire dal mese di giugno, punterà sia al mercato televisivo italiano (Sky Arte HD, Rai5, LaEffe, Rai scuola) che a quello internazionale, oltre ai festival di settore. “Éis Pegàs” è reso possibile dalla collaborazione della Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Ragusa, che ha concesso l’autorizzazione alle riprese, e delle parrocchie di Santa Maria Maggiore e della SS. Annunziata di Ispica, per quelle della Settimana Santa.

SARÀ IL CANTAUTORE SIRACUSANO CARLO MURATORI AD APRIRE LE TAPPE SICILIANE DEL TOUR DI FRANCO BATTIATO E ALICE.

franco battiato - carlo muratoriSarà il cantautore siciliano Carlo Muratori ad aprire le date di Catania e di Palermo del tour di Franco Battiato e Alice. Un appuntamento straordinario per per l’artista siracusano che vede in Battiato un maestro anche grazie ad una collaborazione che negli anni è andata via via consolidandosi. Carlo Muratori presenterà alcuni brani del suo ultimo disco “Sale”, titolo che nella sua semplicità riesce a cogliere la complessità della Sicilia. L’album, frutto di un lavoro di oltre un anno, con testi e musiche di Muratori e la produzione artistica di Stefano Melone, contiene brani inediti accanto a delle incursioni nei canti popolari dell’800, con temi che spaziano dallo sbarco di Marsala, ai Fatti di Bronte, dal brigantaggio fino all’emigrazione, alle superstizioni, alle credenze religiose e alla lotta alla mafia. Nell’album anche “Povira Patria”, una delle quattordici tracce contenute in “Sale”, con testo e musica dello stesso Battiato, che ne canta il ritornello, e tradotta liberamente in siciliano da Muratori. E’ il risultato dell’ultima collaborazione tra i due artisti. E’ stato proprio Battiato a volere che fosse il cantautore siracusano ad aprire le quattro date siciliane del tour con Alice, iniziato a febbraio e che ha registrato diversi sold out in tutta Italia, compresi i quattro appuntamenti nell’isola. Il 4 e il 5 aprile Battiato e Alice si esibiranno al Metropolitan di Catania, mentre il 7 e l’8 aprile si sposteranno al Teatro Biondo di Palermo.

ARTE E MUSICA NELLA CITTÀ DELL’AGRICOLTURA: A SANTA CROCE CAMERINA LA RASSEGNA “COLTURA SEMINA ARTE”

 

076674e3-5ab5-4845-9f98-4f0466b4ab70L’agricoltura chiama, la cultura risponde e lo fa nel segno dell’integrazione multietnica con la rassegna “Coltura semina Arte” a Santa Croce Camerina. La manifestazione, in programma l’1 e 2 aprile prossimi, si svolgerà presso la biblioteca comunale “Verga” su iniziativa dell’associazione culturale “Città Futura”. Numerosi gli appuntamenti in programma. Si spazierà dall’arte alla musica, con mostre, concerti e proiezioni video. La due giorni prenderà il via venerdì prossimo 1 aprile alle 19.30 con una mostra di video arte. Ad essere ospitati saranno gli artisti sciclitani Sasha Vinci e Mariagrazia Galesi e gli artisti del collettivo “Arte al Movimento” composto da Sebastiano Mortellaro, Emanuele Di Quattro, Danilo Torre, Alfredo Romano, Salvatore Mauro, Claudio Cavallaro, Sandra Rizza, Mela Salemi, Aldo Taranto, Ramzi Harrabi. Alle 20.30 seguirà il concerto dei Fratelli La Strada che presenteranno il loro nuovo album pop (Octopus Vulgaris). Sabato 2 aprile alle 15 il musicista Antonio Mainenti terrà il workshop “Piccola Elettronica” sull’utilizzo di nuovi hardware come Arduino e Raspberry pi. Alle 19 seguirà una performance sonora tenuta da tutti i partecipanti al seminario. A chiudere questa due giorni sarà un concerto dedicato alla musica hip hop che vedrà alternarsi sul palco rapper di differenti etnie che, nella diversità delle loro origini e delle lingue utilizzate, trovano unione proprio nella musica, nel segno dell’integrazione reale e concreta. L’evento gode del patrocinio del Comune di Santa Croce Camerina.

Scroll To Top
Descargar musica