27-07-2017
Ti trovi qui: Home » Associazioni di Categoria (pagina 10)

Archivio della categoria: Associazioni di Categoria

Salvatore Rosa nominato Delegato Provinciale Anioc

rosaNel corso del recente Convegno Regionale dell’Associazione Nazionale Insigniti Onoreficenze Cavalleresche, svoltasi ad Agrigento, è stata consegnata ufficialmente la nomina di Delegato Provinciale Anioc di Ragusa al Cav. Salvatore Rosa. Il Delegato Provinciale comunica che il prossimo 7 Febbraio, presso l’auditorium Sala Avis di Ragusa, alle ore 10:00,  si terrà la prima Assemblea di tutti gli Insigniti di Onoroficenze Cavalleresche della Provincia di Ragusa. Gli Insigniti con Decreto di Conferimento dal 2 giugno 1996 al 27 dicembre 2013, riceveranno invito di partecipazione, mentre gli Insigni con Decreto di Conferimento antecedente al 1996, dei quali non si conosce l’indirizzo, sono pregati di contattare il Delegato Provinciale in tempo utile per ricevere l’invito, oppure venire all’assemblea anche senza invito, avendone titolo.

Saldi colabrodo: Vademecum Adiconsum per non farsi raggirare

images (2)“Sono la gran parte dei commercianti, e non solo i consumatori, a richiedere di anticipare significativamente le date dei saldi – dichiara Gianni Cerruto, Presidente di Adiconsum – ormai da circa un mese piovono sms ed e-mail di commercianti che hanno abbondantemente anticipato le date previste dalla legge per i propri clienti”. Adiconsum ha elaborato un Vademecum che aiuta i consumatori a non cadere vittime di tranelli durante lo shopping scontato consigliando di verificare che sull’oggetto in saldo ci sia sempre riportato il prezzo d’origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale; diffidare di quei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati e fare riferimento a negozi già conosciuti per acquistare la merce in saldo; confrontare i prezzi con quelli di altri negozi, magari annotando il prezzo di un capo o della merce a cui si è interessati; controllare che il prodotto offerto in vetrina sia lo stesso che verrà presentato in negozio; diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare provare la merce; nel periodo dei saldi i negozianti che normalmente accettano pagamenti con bancomat o carte di credito ed espongono il relativo logo sono tenuti ad accettare i pagamenti elettronici; chi vuol fare regali faccia attenzione perché si può cambiare solo ed esclusivamente la merce difettosa che deve essere riconsegnata al commerciante entro 2 mesi dalla scoperta del difetto (non si può sostituire la merce se avete cambiato idea sul colore o sul modello; conservare sempre lo scontrino per potere eventualmente cambiare la merce difettosa. Qualora il commerciante si rifiuti di cambiare un articolo difettoso in saldo o non voglia restituirvi i soldi rivolgetevi alla Polizia Municipale e segnalate il caso alle sedi territoriali Adiconsum (indirizzi su www.adiconsum.it) e al gruppo Facebook “SOS SALDI”.

VETRINA 2014

Vetrina in concorso 2014 logo

E’ stato prorogato di qualche giorno il termine ultimo legato all’iniziativa “Vetrine in concorso 2014”. Essendo diventata più social, la stessa, di fatto, ha già registrato un migliaio circa di “like” e questo numero è destinato a crescere ancora di più nei prossimi giorni. Il concorso vetrina promosso dalla Confcommercio provinciale di Ragusa è giunto alla 41esima edizione e si avvale del sostegno della Camera di Commercio, della Banca Agricola Popolare di Ragusa e di Commerfidi. La kermesse, che quest’anno assume la denominazione di “Vetrine in concorso 2014”, è caratterizzata da alcune novità anche perché i commercianti associati ci tengono a partecipare a quello che si può ormai considerare un vero e proprio evento istituzionale per la categoria. Le novità predisposte si sono basate su un’unica parola d’ordine: rendere le vetrine più belle e originali che mai. In questa direzione lo staff si è mosso con grande perizia per garantire le risposte dovute nel contesto di una edizione il cui regolamento risulta essere in parte rinnovato. Infatti, sono in palio premi per i primi quindici classificati. Basta inviare le adesioni. La partecipazione è gratuita. E’ sufficiente trasmettere due oppure tre foto della vetrina in formato jpeg all’indirizzo email: [email protected], l’importante è essere un’azienda iscritta alla Camcom ed operante nell’area iblea. Il tema del concorso è libero e lasciato alla creatività dei concorrenti. Per informazioni è possibile contattare telefonicamente lo 0932.622522. Le vetrine saranno selezionate dai consumatori e da una giuria tecnica che opera a titolo gratuito. I consumatori selezioneranno a proprio gusto la vetrina meglio allestita tramite i “mi piace” alle foto caricate all’interno del gruppo Facebook “Vetrina in concorso”. La giuria tecnica selezionerà le 15 vetrine più belle. Questi i premi: per il primo posto un week end in una città europea con volo dall’aeroporto di Comiso; secondo premio un week end a Torino con volo da Comiso; terzo premio week end a Taormina; dal quarto al sesto premio uno smartphone; dal settimo al quindicesimo un week end al centro benessere di Villa Orchidea. La premiazione sarà effettuata nel corso della serata di gala in programma nel mese di febbraio 2015.

La Cna iblea chiede il reintegro del fondo di rotazione della Crias

Il presidente provinciale Cna Ragusa Giuseppe SantoconoDa circa due settimane Giuseppe Santocono è il nuovo presidente provinciale Cna Ragusa. E, pochi giorni dopo l’elezione, il suo “battesimo del fuoco” è avvenuto proprio con l’iniziativa regionale di protesta finalizzata a chiedere, fra l’altro, il reintegro del fondo di rotazione della Crias, “scippato” di ben 19 milioni di euro per coprire i buchi del bilancio della Regione. Si tratta di una problematica, quella del credito, molto cara alla Cna provinciale di Ragusa e a Santocono in particolare. “Gli effetti devastanti della crisi – sostiene il presidente Cna – hanno inevitabilmente portato le imprese ad aumentare la richiesta di credito, mentre (di converso) le banche hanno ridotto drasticamente i volumi di affidamento alle Pmi, in misura ancora maggiore in Sicilia. Persino la Banca d’Italia ha segnalato che l’aumento dei costi per la valutazione dei rischi di credito delle piccole imprese ha portato e porterà sempre più a limitare l’accesso al credito bancario delle Pmi. E anche ammesso che riescano ad ottenerlo, le imprese devono pagare tassi di interesse molto alti, spesso vicini all’usura. Sebbene abbiano ottenuto aiuti a buon mercato dalla Bce, le banche non riescono a farli defluire verso l’economia reale. A fronte di ciò, la Regione Sicilia avrebbe dovuto impedire l’impoverimento dei fondi di rotazione del credito agevolato regionale per le imprese artigiane. Tutto ciò ha causato e rischia ancora di causare il fallimento di centinaia di imprese e la conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro”. Da sempre in Sicilia i fondi di rotazione per il credito agevolato, come quelli Crias, dotati di risorse per centinaia di milioni di euro, hanno avuto un peso determinante a favore di decine di migliaia di imprenditori dei diversi settori: artigianato, commercio, piccola industria, agricoltura, cooperazione. “Oggi i fondi Crias – aggiunge Santocono – rappresentano, assieme a quelli erogati tramite i consorzi fidi, uno dei pochi strumenti creditizi a disposizione del lavoro produttivo in Sicilia. Per questo la Regione dovrebbe sostenere, aumentandone la dotazione, i fondi di rotazione per far ripartire la produzione e quindi la crescita; invece se ne agevola la “rapina” a discapito dello sviluppo e della sopravvivenza delle stesse Pmi. Come Cna provinciale di Ragusa ci faremo promotori di una serie di iniziative che, coinvolgendo le altre realtà provinciali e tutta la rappresentanza politica del nostro territorio all’Ars, possano sollecitare il Governo regionale ad adottare le soluzioni necessarie per fare invertire questa tendenza”.

Tassa sui rifiuti, nota della Cna  

cna logoDiversi Comuni iblei continuano ad applicare alle imprese la tassa sui rifiuti pure sulle aree in cui si effettuano attività artigianali e di magazzino. La Cna provinciale di Ragusa si adopera da tempo affinché si operi invece secondo quanto previsto dalla legge. Infatti, la tassazione di quelle aree, in palese contrasto con le disposizioni normative, costituisce un doppio onere per le imprese in quanto le stesse, oltre a dover pagare una tassa per un servizio non reso da parte del Comune, sono costrette a sostenere ulteriormente i costi per il corretto smaltimento dei rifiuti speciali prodotti. Il regime di incertezza ha certamente costituito un “alibi” per i Comuni che, pur di far quadrare i conti, non hanno potuto o voluto ascoltare le ragioni che la Cna ha più volte manifestato. I punti salienti della questione, adesso, sono stati evidenziati in una nota del ministero dell’Economia e delle Finanze. Nel testo si ribadisce che: “la normativa va intesa nel senso di consentire una tassazione più equilibrata e più rispondente alla reale fruizione del servizio, evitando l’applicazione della Tari nelle situazioni in cui il presupposto del tributo non sorge, come nel caso delle superfici di lavorazione industriale o artigianale”; e, ancora, “il verificarsi della condizione della produzione in via continuativa e prevalente della produzione di rifiuti speciali determina l’esclusione della Tari dalle superfici produttive di tali rifiuti”. Sulla scorta dei chiarimenti in questione, che non lasciano spazio alcuno alle interpretazioni e che confermano la più volte rappresentata posizione, la Cna provinciale di Ragusa intende continuare a tutelare con fermezza gli interessi ed i legittimi diritti delle imprese del territorio. In tal senso l’associazione di categoria avvierà con tutti i comuni della provincia un serrato confronto allo scopo di verificare la corretta applicazione della tassa e di ridefinire i regolamenti affinché gli stessi tengano conto delle indicazioni che il ministero ha chiaramente espresso.

 

Santa Croce, un Natale diverso    

Il presidente Ascom Santa Croce Vitaliano Pollari

“Sarà sicuramente un Natale diverso, questo del 2014, per tutti i cittadini di Santa Croce, per le famiglie e per i commercianti. Il mio invito è quello di riprendere le normali attività, i quotidiani impegni. Ciascuno di noi ha il compito di distrarre i nostri figli e allontanare il ricordo di queste tristi giornate”. Lo dice il presidente della sezione cittadina dell’Ascom, Vitaliano Pollari. Il quale aggiunge: “Il Natale è dei bambini, anche piccoli pensieri sotto l’albero faranno crescere grandi sorrisi nei loro volti. I commercianti, dal canto loro, proporranno piccoli spettacoli e eventi davanti ai propri esercizi, al fine di creare un’atmosfera natalizia fondamentale per alleviare l’angoscia che ci affligge in questi giorni. Forse, solo col tempo si potrà tornare alla “normalità”, ma tutto sicuramente non sarà mai come prima”.

 

Stand a disposizione degli artigiani a Giarratana  

cna logoUna interessante opportunità per gli artigiani di Giarratana in occasione delle giornate festive che saranno caratterizzate dalla rappresentazione del presepe vivente. E’ quella concretizzata dalla Cna territoriale che aveva richiesto all’Amministrazione comunale di concedere agli associati la possibilità di potere contare su una serie di spazi per l’esposizione e la vendita dei propri prodotti artigianali in occasione di tale evento. In particolare, i prodotti artigianali saranno disponibili all’interno di cinque stand collocati nella stradella adiacente la piazza del Municipio in occasione delle giornate in cui si terrà la rappresentazione, vale a dire il 26 e il 28 dicembre, l’1 e il 6 gennaio. Ma c’è di più. Gli stand avranno l’opportunità di rimanere aperti anche nelle giornate in cui si terrà il pellegrinaggio dei bambini dell’Unitalsi, previsto a Giarratana il 2, 3 e 4 gennaio 2015. “Per i nostri artigiani – spiegano dalla Cna di Giarratana – si tratta di una interessante opportunità visto che, in quei momenti, si prevede un grande afflusso di persone richiamate dalle varie iniziative organizzate durante il periodo di festa”.

CONCORSO VETRINA DI NATALE

Brugaletta, Digiacomo, Magro, Ingallinera, Arangio MazzaPresentato a Ragusa il concorso vetrina 2014 che quest’anno sarà più social. Giunto alla 41esima edizione sarà caratterizzato da alcune novità, così come ha spiegato il presidente provinciale Confcommercio Sergio Magro. “Nonostante il momento di crisi dell’economia locale che non nascondiamo – ha detto il presidente provinciale Magro – i nostri commercianti ci tengono a partecipare a quello che si può ormai considerare un vero e proprio evento istituzionale per la categoria”.  Sono in palio premi per i primi quindici classificati. Basta inviare le adesioni. La partecipazione è gratuita. E’ sufficiente trasmettere due oppure tre foto della vetrina in formato jpeg all’indirizzo email:[email protected], l’importante è essere un’azienda iscritta alla Camcom ed operante nell’area iblea. Il tema del concorso è libero e lasciato alla creatività dei concorrenti. Le adesioni dovranno pervenire entro il 20 dicembre. Per informazioni è possibile contattare telefonicamente lo 0932.622522. Le vetrine saranno selezionate dai consumatori e da una giuria tecnica. I consumatori selezioneranno a proprio gusto la vetrina meglio allestita tramite i “mi piace” alle foto caricate all’interno del gruppo Facebook “Vetrina in concorso”. La giuria tecnica selezionerà le 15 vetrine più belle. Questi i premi: per il primo posto un week end in una città europea con volo dall’aeroporto di Comiso; secondo premio un week end a Torino con volo da Comiso; terzo premio week end a Taormina; dal quarto al sesto premio uno smartphone; dal settimo al quindicesimo un week end al centro benessere di Villa Orchidea. La premiazione sarà effettuata nel corso della serata di gala in programma nel mese di febbraio 2015.

Giuseppe Santocono nuovo presidente provinciale Cna Ragusa

Il presidente provinciale Cna Ragusa Giuseppe SantoconoGiuseppe Santocono, già presidente della Cna territoriale di Vittoria, 57 anni, sposato, due figlie, è il nuovo presidente provinciale Cna Ragusa. L’elezione stamani a conclusione dell’assemblea straordinaria Cna tenutasi nella sede di via Psaumida a Ragusa. Santocono, titolare di una impresa edile individuale e socio di un esercizio commerciale per la vendita di materiali edili, è stato eletto con 40 preferenze su 57 votanti. “Ci attende una grande sfida – ha affermato Santocono subito dopo la proclamazione – pur in un contesto economico che tutti sappiamo qual è, abbiamo il dovere di muoverci, così come la Cna ha sempre fatto e continuerà a fare a livello locale, trattandosi di una grande organizzazione di categoria, per stimolare le adeguate risposte in termini di crescita e di sviluppo economico. E’ una sfida, per certi versi, impari quella da cui siamo attesi perché a fronte di una situazione drammatica, in cui lo Stato continua a non accorgersi che gli artigiani abbassano le saracinesche, è fondamentale invertire la tendenza. Non dobbiamo e non possiamo starcene ancora in trincea ad aspettare che qualcosa succeda. Dobbiamo essere protagonisti attivi di una nuova fase di cambiamento”.

Le attività formative Confcommercio – Servimpresa per il 2015

Il direttore provinciale Emanuele BrugalettaLa Confcommercio – Servimpresa comunica che sono aperte le iscrizioni per i corsi di formazione che si terranno presso la sede di via Sofocle, angolo via Boris Giuliano a Ragusa e presso le varie sezioni comunali. A darne comunicazione è il direttore provinciale Confcommercio, Emanuele Brugaletta. L’elenco delle attività formative per il 2015 è il seguente: corso alimentarista tipologia A, 12 ore; corso alimentarista tipologia B 8 ore; richiamo corsi alimentarista 6 ore; responsabile servizio prevenzione e protezione (corso di 16 ore per datori di lavoro); responsabile dei lavoratori per la sicurezza (corso di 32 ore); addetto primo soccorso categoria A (16 ore); corso richiamo Primo soccorso categoria B, 6 ore; addetto servizio di prevenzione e protezione antincendio (4 ore rischio basso); addetto servizio di prevenzione e protezione antincendio (8 ore rischio medio). Le prenotazioni potranno essere inviate via posta elettronica e via fax alle seguenti coordinate operative:[email protected]; [email protected] oppure telefono0932.623060 / 0932.622522, fax 0932.623060 / 0932.248843. Il funzionario a cui fare riferimento è la signora Maria Rizzone.

PICCOLE IMPRESE CHE BATTONO LA CRISI

unnamed (1)Piccole e medie imprese che battono la crisi, questo mercoledì pomeriggio l’iniziativa di approfondimento promossa dalla Confcommercio provinciale di Ragusa in collaborazione con Commerfidi “Piccole e medie imprese che battono la crisi”. E’ il tema dell’iniziativa di approfondimento promossa dalla Confcommercio provinciale di Ragusa in collaborazione con Commerfidi e Os Management. L’evento, gratuito e riservato agli imprenditori che vogliono migliorare i propri risultati, in particolare manager e titolari d’impresa, è in programma domani, mercoledì 10 dicembre, dalle 15 alle 19, in via Enzo Baldoni 23, a Ragusa, presso la sede di Commerfidi. “In un momento particolare come questo – afferma il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Sergio Magro – è opportuno battere tutte le strade per fare in modo che le Pmi possano contare su quante più risorse, dal punto di vista della crescita, è possibile”.

 

ZONA INDUSTRIALE, TELESORVEGLIANZA PRONTA AI PRIMI DI GENNAIO    

zona-industriale1

La Cna territoriale di Ragusa e il parco commerciale “Isole Iblee” di nuovo a confronto con il dirigente dell’Irsap, Maurizio Catania, per verificare i passi in avanti compiuti rispetto agli impegni assunti nelle scorse settimane, soprattutto con riferimento all’attivazione dell’impianto di telesorveglianza. La Cna era rappresentata dal presidente Giorgio Biazzo, con la responsabile organizzativa Antonella Caldarera, mentre per “Isole Iblee” c’era il presidente Gianni Corallo. “Con riferimento alla videosorveglianza – afferma quest’ultimo – la gara per l’assegnazione è già stata avviata e a giorni sarà proclamata la ditta aggiudicatrice. Ciò significa che entro un mese al massimo (quindi fine dicembre, al più tardi i primi di gennaio) l’impianto sarà finalmente e per la prima volta funzionante”. Sempre su questo stesso argomento, sono state avanzate specifiche richieste in merito all’ampliamento perimetrale dello stesso impianto visto che negli anni l’area industriale di Ragusa si è estesa. L’ing. Catania ha assicurato l’impegno degli uffici al fine di procedere speditamente anche su questo fronte con l’obiettivo di garantire omogeneità di sicurezza a tutte le imprese insediate. Altro aspetto messo in rilievo è stato quello della viabilità. “In particolare – aggiunge il presidente Biazzo – è stato chiarito che rimane ancora non aperta la strada che collega la prima fase (adiacente la Cofarm) verso contrada Piancatella. A giorni il dirigente ci ha assicurato che saranno finalmente rimosse le barriere che ne ostacolano il transito e questa nuova arteria stradale sarà definitivamente consegnata alla fruizione degli automobilisti”. Un problema a parte riveste invece la manutenzione stradale della bretella che collega la terza fase verso contrada Fortugno/Cimillà (vicino Legnami Guastella). Si tratta di un tratto di appena 300 metri il cui manto stradale è pressoché inesistente. Alcuni problemi riguardanti la proprietà ne hanno da sempre ostacolato una soluzione definitiva.

Il Padua nel tempio

Andrea-Ferrara-(ex-Padua)-e-Andrea-Battaglia-in-azione

Domenica riprende il campionato di serie B di rugby e il Padua Ragusa è chiamato ad affrontare l’Amatori Catania in quel tempio del rugby siciliano che è il “Paolone”. Il Padua è reduce da una sconfitta con Benevento che brucia ancora perché i biancazzuri hanno messo in mostra un buon rugby dimostrando di meritare la categoria e di poter giocare alla pari con tutti a condizione di restare disciplinati e concentrati per l’intero arco dell’incontro. Ma se ai ragusani brucia la sconfitta contro Benevento, brucia ancor di più ai biancorossi catanesi il 16 a 15 subito a Messina nel finale, quindi è chiaro che il Padua si troverà di fronte un Amatori Catania arrabbiato e bisognoso di punti. Le due squadre arrivano alla sfida accomunate da una sorte comune per quanto riguarda l’infermeria: “Sembra che quest’anno la fortuna non sia dalla nostra”, dice il coach ibleo Peppe Gurrieri. “La pausa doveva darci la possibilità di lavorare al meglio e invece gli infortuni e le problematiche lavorative dei ragazzi ci hanno falcidiato. Malgrado questo domenica scenderà in campo una formazione che dovrà dimostrare la voglia di lottare per mantenere la categoria”.

via Roma Ragusa: “Weekend’arte – Il riciclo”

Salvo Ingallinera presidente Ascom RagusaI commercianti di via Roma, in collaborazione con l’Anffas di Ragusa e la sezione cittadina dell’Ascom, con il patrocinio del Comune, hanno promosso l’iniziativa “Weekend’arte – Il riciclo”. Si tratta di una mostra d’arte a tema che prevede l’esposizione delle opere di varie discipline, realizzate dagli utenti dell’Anffas di Ragusa, sul tema del riciclo. La mostra, ubicata in via Roma 172/c, resterà aperta sabato 29 e domenica 30 novembre, la mattina dalle 10,30 alle 12,30 ed il pomeriggio dalle 17 alle 20,30. Saranno anche esposte alcune opere, su cavalletto, presso alcuni degli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa. I ragazzi che hanno realizzato le opere frequentano il Centro diurno per persone con disabilità intellettiva e relazionale.

PINO OCCHIPINTI RICONFERMATO PRESIDENTE DELLA LEGACOOP RAGUSA

legacoop 20141122_104457Alla presenza dell’assessore regionale all’agricoltura, Nuccio Caleca, si è svolta a Ragusa presso la sala Conferenze di Progetto Natura la 17’ Assemblea Provinciale della Legacoop Ragusa che ha affrontato i temi del rilancio dell’economia per una risoluzione della crisi che attanaglia anche la Provincia di Ragusa e che può essere arginata e superata facendo leva sulle qualità lavorative e valoriali del mondo cooperativistico. Su questi temi si è soffermato, nella sua relazione introduttiva, Pino Occhipinti, Presidente della Legacoop Ragusa: “Le cooperative ragusane rappresentano, – ha detto Pino Occhipinti – nel tessuto produttivo ed imprenditoriale  della provincia, punti di riferimento avanzato nei vari settori dell’agricoltura, della cooperazione d’abitazione, nella produzione e lavoro, nel consumo e nel  dettaglio e nell’erogazione di servizi sociali alle nostre comunità, con livelli occupazionali di tutto rispetto. Le radici delle cooperazione Ragusana sono profonde, abbiamo un patrimonio sociale, economico e professionale innovativo e qualificato, che mettiamo a disposizione delle future generazioni a cui dobbiamo dare innovazione, sviluppo e a cui dobbiamo affiancare nuova cooperazione e nuova e moderna aggregazione, come risposta alle criticità dimensionali delle nostre imprese e delle nostre famiglie”. Prima del dibattito congressuale sono intervenuti i deputati regionali Giuseppe Digiacomo e Orazio Ragusa e l’assessore regionale all’agricoltura. Presenti anche il presidente della Camera di Commercio di Ragusa, i rappresentanti delle altre centrali cooperative, e di Cgil e Cisl. Dopo le conclusioni di Pietro Piro, Direttore Regionale della Legacoop Sicilia, è stata  eletta la direzione provinciale e i delegati al Congresso Regionale di Palermo del prossimo 3 dicembre. La direzione provinciale, che ha riconfermato alla presidenza della Legacoop Pino Occhipinti, è composta da Giorgio Ragusa, Santo Italia e Alessandro Cappello della Conad Sicilia, Graziana Fortunato e Biagio Fortunato della Caec, Roberto Roccuzzo e Eugenio Gerratana della Medicare, Salvatore Cascone e Emanuele Bracchitta della Progetto Natura, Giuseppe Paglia della cooperativa San Giorgio, Carmelo Arrabito della Ciasam, Giovanni Cascone e Giuseppe Occhipinti della Legacoop,  Marisa Spadaro della Filotea. I delegati al congresso regionale sono Giorgio Ragusa, Sergio Cassisi, Santo Italia, Antonino Baglieri, Maria Grazia Boncoraglio, Daniela Giannone e Alessandro Cappello della Conad Sicilia, Rosaria Gulino della Turi Apara, Giovanni Cascone della Soraya, Daniela Migliorisi della Cooprogetto,  Graziana Fortunato, Sebastiano Caggia e Biagio Fortunato della Caec, Pina Raniolo, Luisa Barone, Nello Aprile, Roberto Roccuzzo, Nella Tomasi e Eugenio Gerratana della Medicare, Salvatore Cascone,  Salvina Iacono, Giovanni Rollo e Emanuele Bracchitta della Progetto Natura, Loredana Migliorisi e Giuseppe Paglia della cooperativa San Giorgio, Carmelo Arrabito e Salvatore Sammito della Ciasam, Giuseppe Occhipinti della Legacoop,  Marisa Spadaro della Filotea, Salvatore Campo della Cooperativa Marina, Giuseppe Alessi della Abiomed e Alfonso D’Aquila dell’Apofruit.

 

 

CODICE COOPERATIVO FARE IMPRESA NEL NUOVO MILLENNIO

lega180 cooperative aderenti, 6500 soci, 11 milioni di Capitale Sociale, 45 milioni di Patrimonio Netto, 280 milioni di fatturato e 1.050 occupati: una realtà viva e produttiva, pur tra le difficoltà della crisi economica, quella del movimento cooperativistico rappresentato dalla Legacoop di Ragusa. Sabato 22 novembre si svolgerà la 17’ Assemblea Provinciale della Legacoop presso la sala Conferenze di Progetto Natura, nella Zona Industriale di Ragusa, III fase, a partire dalle ore 9:30 con la registrazione dei partecipanti e l’elezione delle Commissioni di Lavoro. Alle ore 10:30 è prevista la relazione introduttiva di Pino Occhipinti, Presidente Legacoop Ragusa, quindi gli interventi dei delegati e degli invitati, tra cui il Presidente della Camera di Commercio di Ragusa e i deputati regionali iblei. Dopo il dibattito congressuale, le conclusioni del Direttore Regionale Legacoop Sicilia Pietro Piro, l’elezione della direzione provinciale e di 33 dei 230 delegati al Congresso Regionale di Palermo del prossimo 3 dicembre.

GRIDO DI ALLARME DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI RAGUSA

image (1)In questi giorni si fa un gran parlare delle assunzioni a tempo indeterminato a costo zero previste nel Disegno di legge alla stabilità 2015. E sul quel che si conosce del testo di legge interviene Rosario Cassarino presidente dell’ordine dei consulenti del lavorio di Ragusa che scrive. “, Mentre da un lato la Legge di Stabilità introduce una nuova decontribuzione per i nuovi assunti con contratto a tempo indeterminato, dall’altro sembra cancelli – da una prima lettura -gli incentivi della Legge 407/90 che finora ha concesso a chi assume disoccupati uno sgrav0io contributivo per tre anni, che nella fattispecie si traduce in uno sconto – decontribuzione – del 100% per le imprese del Mezzogiorno e 50% per gli altri datori di lavoro dei contributi Inps e premi Inail. La legge 407/90 – spiega Cassarino – ha carattere strutturale e fino ad oggi contribuisce ad una concreta possibilità di assunzione dei giovani con almeno 24 mesi di iscrizione al Centro per l’Impiego. Le novità quindi sono pesantemente negative , la Legge di Stabilità per il 2015, se approvata, va a sopprimere gli sgravi contributivi della Legge 407/1990, l’incentivo strutturale all’assunzione più utilizzato dai datori di lavoro negli ultimi 24 anni. Dal 2016 nessun sgravio contributivo per assunzioni a tempo indeterminato, ne consegue che se la legge di Stabilità sarà convertita in legge secondo il testo attuale, a partire dal 1 gennaio 2016 non ci saranno sgravi contributi per le assunzioni a tempo indeterminato. Ciò potrebbe rappresentare una vera mazzata e la morte delle nostre imprese. I politici del nostro territorio – chiede l’Ordine dei consulenti del lavoro – che ruolo vogliano assumer E’ mai possibile che la politica non veda e non senta?”.

A Ragusa torna il mercatino dei fiori e delle piante

imagesSecondo appuntamento, sabato 22 novembre, con il mercatino dei fiori e delle piante di via Roma promosso dalla sezione dell’Ascom di Ragusa con la collaborazione dell’associazione culturale e di promozione sociale Genius e il patrocinio del Comune. Anche stavolta l’iniziativa prenderà il via alle 16 e si svilupperà lungo l’arteria principale del centro storico superiore della città con l’obiettivo di richiamare gli appassionati di piante e fiori e con il precipuo intento di rivitalizzare la zona. Tra l’altro, a differenza del primo appuntamento, stavolta, alle 18, al bar Mediterraneo, si terrà un incontro informativo sul tema “Rosso effetto natura: piante rosse in autunno”. Hanno garantito la loro partecipazione le seguenti ditte: Bellina, Mediterranea piante, Metrofloria, Oasi, Palazzolo Giorgio, Pollice Verde, Vivai del Valentino.

Progetto Natale 2014 a Santa Croce Camerina, martedì pomeriggio un incontro al Comune

Il presidente Ascom Santa Croce Vitaliano PollariE’  in programma per  martedì 18 alle 15, nella sede del Comune, la riunione tra i commercianti e l’amministrazione comunale con riferimento al progetto “Natale 2014” nella città di Santa Croce Camerina. E’ prevista la realizzazione di un percorso enogastronomico nelle domeniche di dicembre con la predisposizione di relativi stand e allestimenti oltre ad animazione per le vie cittadine, l’installazione di case di Babbo Natale e altre iniziative tipiche del periodo. A darne comunicazione il presidente della sezione cittadina dell’Ascom, Vitaliano Pollari, il quale sottolinea che l’incontro si terrà alla presenza degli assessori comunali allo Spettacolo e al Bilancio. “Questo appuntamento – chiarisce Pollari – servirà ad esporre il programma nel suo complesso e soprattutto gli operatori commerciali potranno manifestare la propria volontà tesa a sposare le idee e i progetti in itinere. Gli esercizi commerciali, inoltre, sono tenuti a far richiesta di autorizzazione per il montaggio o l’esposizione della merce lungo le vie cittadine. Invitiamo tutti a partecipare”.

Il costo del pane destinato ad aumentare

download“Sicuramente i panettieri, nelle prossime settimane, non potranno mantenere il costo del pane al prezzo attuale”. E’ quanto asserisce Salvatore Normanno, presidente di Assipan Sicilia aderente a Confcommercio. “I panificatori – dice Normanno spiegando le motivazioni di quella che si annuncia una drastica decisione – sono consapevoli che un possibile rincaro danneggerà pesantemente i consumatori ma, purtroppo, non sarà possibile contenere gli aumenti all’interno dei bilanci aziendali, in quanto gli stessi sono determinati dalla congiuntura internazionale. Gli aumenti della forza motrice (energia elettrica e gas) e della tassazione sono stati assorbiti, fino ad oggi, dalle aziende. Infatti, l’impennata dei prezzi all’ingrosso del grano duro registrata, nelle ultime settimane, dalla Borsa merci telematica italiana per i cereali delinea un reale sconvolgimento del mercato all’ingrosso. I rialzi del prezzo sono determinati dai raccolti inferiori allo scorso anno in Canada e nell’Unione Europea”. “Anche il grano – chiarisce ancora Normanno – è soggetto alle fluttuazioni del mercato, come l’oro e il petrolio. Il prezzo della benzina è determinato dal prezzo del petrolio. Il prezzo della farina e di conseguenza del pane è determinato dal prezzo del grano sui mercati mondiali delle borse. I prezzi del grano, affermano gli analisti finanziari, rimarranno alti e suscettibili di aumento, almeno fino al primo semestre del 2015, e ci si dovrà impegnare molto per reperire grano duro su mercato mondiale”.

Scroll To Top
Descargar musica