19-10-2017
Ti trovi qui: Home » Associazioni di Categoria (pagina 3)

Archivio della categoria: Associazioni di Categoria

Cna, bando servizio civile: prorogata all’8 luglio la possibilità di presentare domanda

 

La sede Cna a Ragusa (4)E’ stato prorogato all’8 luglio, alle 14, il termine di presentazione delle domande per la selezione di volontari da impiegare in progetti di servizio civile. Tra questi anche quelli ricercati da Cna Impresasensibile, associazione di promozione sociale nata per coniugare etica e lavoro, economia e crescita sociale, in collaborazione con la Cna provinciale di Ragusa. Al progetto potranno prendere parte i giovani di età compresa fra i 18 ed i 28 anni che supereranno la fase di selezione. I partecipanti saranno impegnati in attività della durata di dodici mesi e percepiranno un assegno mensile. Il termine per inoltrare domanda di partecipazione, inizialmente, era stato fissato al 30 giugno. Ora, la proroga. Sono quattro i volontari che saranno selezionati e che saranno così distribuiti: 1 per la sede di Modica, 1 a Vittoria, 1 a Comiso e 1 a Ispica. “Sicurezza, Lavoro ed Educazione” è la denominazione del progetto. L’intervento è mirato a promuovere la salute e la sicurezza sul lavoro per ridurre al minimo i rischi e al tempo stesso migliorare le condizioni di lavoro e quindi la qualità della vita. I giovani interessati a partecipare ai bandi del servizio civile troveranno tutte le informazioni necessarie sul sito www.impresasensibile.cna.it, in cui sarà possibile visionare il bando nazionale e le scheda dettagliata del progetto. Per ulteriori informazioni è anche possibile rivolgersi alle sedi territoriali Cna interessate.

A MARINA DI RAGUSA I MERCATI AGRICOLI  “CAMPAGNA AMICA” DI COLDIRETTI E DELL’ASSOCIAZIONE  “KILOMETRO ZERO”

 

campagna amica
Con apposita determinazione  sindacale è stato  autorizzato lo svolgimento del mercato “Campagna Amica” di Coldiretti  in Piazza Malta, dal 27 giugno al 5 settembre, che si terrà ogni lunedì dalle ore 16 alle 21.30. Autorizzato anche il mercato agricolo  dell’associazione  “Kilometro Zero” che si terrà ogni lunedì, dall’11 luglio al 5 settembre, presso il parcheggio di via Gallipoli angolo Lungomare Bisani, dalle 15 alle 21. Entrambi i mercati saranno presenti con 10 stand.

PREMIO “CAMBIAMENTI”

La sede Cna a Ragusa (3)Anche la Cna provinciale di Ragusa, per portare alla luce le migliori startup del territorio italiano, promuove il “Premio CAMBIAmenti” che la Confederazione dell’artigianato e della piccola e media impresa sta portando avanti a livello nazionale. Il premio è un’iniziativa dedicata alle nuove imprese di micro-piccole dimensioni con sede in Italia, anche se non iscritte a Cna, che hanno saputo innovare prodotti e processi, attraverso la loro quotidiana attività, con l’ambizione di rappresentare al meglio il nostro Paese. “Il Premio CAMBIAmenti – chiariscono dalla Cna provinciale di Ragusa – è rivolto alle imprese nate dopo il 1° gennaio 2013 che non superino i 50 dipendenti. Tre le categorie che possono accedere: Made in Italy e tradizione, Innovazione e tecnologia, Promozione dell’Italia. Tutte le imprese partecipanti saranno suddivise per territorio di provenienza in relazione alla distribuzione delle sedi Cna territoriali di riferimento: queste ultime svolgeranno la selezione delle tre migliori startup (una per categoria) che parteciperanno ai premi finali nazionali e a quello della startup dell’anno. Le iscrizioni sono aperte fino al 20 luglio ed è necessario iscriversi al sito www.premiocambiamenti.it  Alla migliore nuova impresa nazionale di ogni singola categoria andranno 5mila euro in denaro, 2mila euro in voucher di servizi di consulenza presso la Cna, 2 anni di adesione gratuita alla Cna e altri premi offerti da vari partner di livello internazionale. Alla migliore nuova impresa dell’anno, oltre a quanto prima citato, andrà un premio in denaro di 20mila euro. Ulteriori premi saranno istituiti a livello locale.

ASSOCIAZIONE ALLEVATORI, SERVIZI SOSPESI PER STIPENDI ARRETRATI

images (1)Servizi sospesi. Iniziando dalla marchiatura degli animali, all’anagrafe del bestiame, fino al controllo funzionale sulla qualità del latte. Anche la certificazione degli animali da carne, con i relativi premi Pac, è stata sospesa. Una situazione di stallo che rischia di paralizzare l’intero comparto zootecnico. Gli allevatori, d’ora in poi, senza i controlli funzionali, rischiano di non percepire neppure un centesimo di contributi comunitari. Lo sciopero “in bianco” dei dipendenti dell’associazione allevatori di Ragusa, con 20 lavoratori in regime di contratto di solidarietà, con orari ridotti, ha paralizzato l’intera provincia agricola. I lavoratori, da mesi, attendono il saldo di dieci mensilità pregresse senza alcuna garanzia sul futuro.“Per anni abbiamo espletato il nostro lavoro con estremo rigore in attesa di avere un giusto riconoscimento – spiega Giovanni Belluardo, dipendente dell’associazione allevatori e rappresentante sindacale della Cisl  – tante e troppe le parole spese da dirigenti e assessori al ramo per rimettere in sesto l’associazione allevatori. Il decreto c’è, manca la volontà politica di risolvere una vicenda che si trascina da troppi anni. In tutta questa vicenda ci vanno di mezzo gli amici allevatori i quali, senza i necessari controlli, rischiano la paralisi”. In gioco oltre un milione di euro, per i premi Pac, da suddividere alle aziende che allevano capi da ingrasso. Duecento euro di indennizzo per ogni capo allevato. Una vicenda grave che avrà ripercussioni, da qui a breve, sulla tenuta delle aziende agricole. “La politica deve dare delle risposte – precisa Belluardo – e avere il coraggio di fare delle scelte dolorose ma  necessarie”. Stiamo parlando di tagli del personale per rimettere in sesto l’associazione allevatori. Ad oggi, di fatto, manca la copertura finanziaria, 7 milioni di euro, per assicurare il proseguo dell’attività di tutti i 120 lavoratori sparsi nell’isola. Da qui l’esigenza di effettuare, nel più breve tempo possibile, una ricognizione in tutte le strutture periferiche dell’associazione e vari uffici, Iniziando anche da Ragusa.  Il direttore dell’associazione allevatori, Carmelo Meli, invita gli allevatori ad effettuare i controlli funzionali in maniera fiduciaria. “Al fine di evitare ulteriori danni alle geneologie ed alle lattazioni in corso delle vacche –afferma Meli – c’è la possibilità di aderire al progetto sperimentale dei controlli di tipo C. Tale tipologia di servizio prevede un controllo ogni mese di cui uno fiduciario, eseguito dall’allevatore, ed un uno eseguito dal controllore in modo alternato. Tutte le adesioni devono pervenire, nel più breve tempo possibile alla direzione dell’associazione allevatori di Sicilia  – conclude il direttore dell’associazione allevatori – che coordina gli interventi”.

Accesso a finanziamenti a tasso agevolato per favorire le start up

download (2)I parametri economici, soprattutto nel settore commerciale, non sono ancora dei migliori. Ma siccome la speranza non deve mai venire meno, soprattutto con riferimento alla volontà delle generazioni più recenti di crearsi un futuro, Confcommercio provinciale Ragusa ha avviato un servizio di consulenza dedicato a tutti i giovani imprenditori che vogliono iniziare una nuova attività (start up). In particolare, Confcommercio offrirà una speciale assistenza per garantire l’accesso a finanziamenti a tasso agevolato. Nonostante il momento di grave disagio economico, infatti, l’associazione di categoria vuole concretizzare la propria vicinanza a tutti i giovani in maniera fattiva attraverso la creazione di un progetto imprenditoriale in grado di fornire a ciascuno di loro il supporto e la consulenza necessari a garantire l’acceso a finanziamenti a tasso agevolato. Ad occuparsene sarà l’esperto Gianluca Manenti con cui potranno essere fissati degli appuntamenti personalizzati. Per saperne di più basta contattare la sede di Confcommercio Ragusa, telefono 0932.622522 oppure inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica [email protected]

MARTEDI’ NELLA SEDE CNA DI RAGUSA UN SEMINARIO PER ILLUSTRARE LA NOVITA’ DEL FONDO DI SOLIDARIETA’ BILATERALE PER L’ARTIGIANATO

 

download (2)“Verso un nuovo welfare contrattuale”. E’ il titolo del seminario promosso per martedì 19 aprile, dalle 9, nella sala conferenze Cna “Pippo Tumino”, in via Psaumida a Ragusa, per illustrare i contenuti del fondo di solidarietà bilaterale per l’artigianato, una tutela di sostegno per i lavoratori. L’iniziativa è promossa con il supporto di Cna provinciale Ragusa e dell’Ordine dei Consulenti del lavoro della provincia di Ragusa. Oggi la Bilateralità artigiana costituisce una componente essenziale del nuovo welfare. Il fondo di solidarietà bilaterale alternativo per l’artigianato è  in vigore dallo scorso 1 gennaio e interviene a favore dei lavoratori dipendenti delle imprese artigiane iscritte a Ebna, l’Ente bilaterale nazionale per l’artigianato, con prestazioni integrative di disoccupazione Aspi e con altre prestazioni di sostegno al reddito. Ad aprire i lavori dell’incontro saranno il presidente provinciale Cna Ragusa, Giuseppe Santocono, e il presidente dell’Ordine, Rosario Cassarino. Gli interventi programmati sono quelli di Vittorio Schininà, responsabile provinciale relazioni sindacali Cna Ragusa; Salvatore Belfiore, responsabile regionale relazioni sindacali Cna Sicilia; Mario Filippello, presidente Ebas Ente bilaterale artigianato siciliano; Francesco Maltese, Cgil Ragusa; Saverio Giunta, direttore Inps Ragusa; Giovanni Vindigni, direttore centro provinciale per l’impiego Ragusa. Le conclusioni saranno tratte, intorno alle 13, da Tommaso Campanile, direttore Ebna, Ente bilaterale nazionale artigianato. L’Ebas è formato da Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai, Cgil, Cisl e Uil.

IL VITTORIESE ANTONIO PIRRE’ E’ IL NEO PRESIDENTE PROVINCIALE DI CONFAGRICOLTURA

IMG_2282 (1)Confagricoltura Ragusa ha un nuovo presidente. È Antonio Pirrè vittoriese di 53 anni, commercialista e socio di ‘Spazio Verde’ società agricola che opera nel settore della produzione di piante ornamentali e del verde pubblico e privato. Pirrè, eletto dall’assemblea plenaria, succede a Sandro Gambuzza che ha guidato Confagricoltura per otto anni. L’elezione di Pirrè avviene a pochi giorni dall’importante appuntamento del 19 aprile che vedrà la confederazione generale dell’agricoltura di Ragusa impegnata in prima linea nel convegno dal tema “Dal lavoro vero al distretto agroalimentare del Sud Est. “Certamente lo scenario attuale – dichiara Pirrè – non è dei migliori e quasi tutti i settori risentono della crisi peraltro acuita dalle politiche di apertura a nuovi concorrenti e di chiusura verso mercati di sbocco importanti come la Russia. In quest’ultimo periodo la direzione nazionale di Confagricoltura ha avviato una serie di progetti mirati a fornire servizi alle aziende agricole. Su questa strada intendo muovermi – conclude il neo presidente di Confagricoltura – con l’aiuto prezioso del direttore Scucces e dei funzionari della sede di Ragusa a cui auguro un comune buon lavoro”.

Concorso “Vetrine di Natale”, vince “Criscione & Criscione” di Ragusa

Concorso vetrine di Natale 2015 premiazioneLa vetrina di “Criscione & Criscione”, con un richiamo ai temi ambientali, ha vinto la 42esima edizione del concorso “Vetrine di Natale” promosso da Confcommercio provinciale Ragusa. L’associato di Ragusa, a cui, oltre alla tradizionale targa, è andato anche un assegno di 1.500 euro, è stato premiato dal presidente provinciale dell’associazione di categoria, Sergio Magro, dal presidente della Camcom di Ragusa, Peppino Giannone, e dal presidente della sezione Ascom di Ragusa, Salvo Ingallinera. La cerimonia di premiazione si è tenuta a Comiso, a Villa Orchidea. Il concorso ha visto la partecipazione di ben 54 aziende.

Insegne commerciali a Santa Croce Camerina – Operatori a confronto con il Comune

 

Il presidente Ascom Santa Croce Vitaliano Pollari (2)“I chiarimenti ci sono stati. Ma abbiamo colto l’occasione per lanciare l’idea della costituzione di un tavolo tra Amministrazione comunale da un lato e commercianti dall’altro per pianificare tutte le iniziative, a cominciare dalla prossima stagione estiva, che possano in qualche modo riguardare gli operatori del settore”. E’ quanto afferma il presidente della sezione Ascom di Santa Croce Camerina, Vitaliano Pollari, dopo l’incontro di venerdì pomeriggio tra una delegazione di commercianti,  l’assessore comunale al ramo, Francesco Corallo, e il dirigente del settore, Bruno Busacca, avente a oggetto l’imposta sulle insegne esposte all’esterno degli esercizi commerciali e gli avvisi di accertamento diffusi a tappeto da palazzo di Città. “Abbiamo avuto rassicurazioni sul fatto – aggiunge Pollari – che l’invio delle lettere era, come dire, un pretesto per avviare un monitoraggio sulle insegne presenti e sulle dimensioni delle stesse. E’ stato confermato che chi possiede insegne con una superficie superiore a cinque metri quadrati deve corrispondere l’imposta secondo le previsioni del regolamento nazionale, cosa che invece non accade per i commercianti, ciascuno dei quali dovrà presentare una sorta di autodenuncia agli uffici comunali competenti, che possiedono una insegna di superficie inferiore. Ho anche chiesto se, per caso, poteva essere possibile esonerare dal pagamento anche i commercianti con tabelle di superficie superiore ai cinque metri quadrati. Mi è stato risposto che non è una strada praticabile sebbene l’aliquota del Comune di Santa Croce Camerina sia la più bassa tra quelle dello stesso tipo presenti nell’area iblea”. Il presidente dell’Ascom ha comunque colto l’occasione per sollecitare l’Amministrazione a operare con maggiore sinergia con i commercianti del paese. “Risulta, infatti, inconcepibile – ha aggiunto – che gli operatori del settore non siano coinvolti nelle feste comandate, come è accaduto per San Giuseppe, oppure nei periodi in cui si prevede maggiore afflusso di visitatori, come quello estivo. Ecco perché abbiamo chiesto che, dopo Pasqua, si possa tenere un incontro con l’Amministrazione comunale al completo per esprimere tutte le nostre perplessità al riguardo e avere l’opportunità di portare avanti un percorso comune per il bene del paese da un lato e per favorire la crescita degli operatori commerciali dall’altro”.

NELLA ZONA INDUSTRIALE DI RAGUSA UNA DELLE NUOVE FARMACIE

 

Il nuovo Cda di Isole IbleeIl  parco commerciale Isole Iblee ha recepito con grande soddisfazione la delibera del Comune del 3 marzo scorso riguardante la pianificazione relativa all’apertura di cinque nuove farmacie a Ragusa.  “Prendiamo atto con favore – dice il presidente di Isole Iblee, Gianni Corallo – che il nuovo provvedimento contempla la collocazione di una delle nuove farmacie all’interno del perimetro della zona industriale di Ragusa.  Già il 23 aprile dello scorso anno la nostra comunità lavorativa aveva inoltrato alla presidenza del Consiglio comunale una richiesta per far sì che una delle nuove farmacie potesse trovare allocazione all’interno dell’area. La giunta e il Consiglio hanno dunque dimostrato piena sensibilità verso le esigenze di questa parte della citta a forte vocazione lavorativa. Abbiamo anche apprezzato le argomentazioni esposte dall’assessore Salvatore Martorana e soprattutto quelle dell’ex presidente del consiglio Giovanni Iacono. Ci rincresce, però, sottolineare come durante la lunga seduta del Consiglio comunale siano emerse, da parte di alcuni consiglieri, talune valutazioni che forniscono uno spaccato dell’area non corrispondente alla realtà. Oggi, malgrado la crisi abbia falcidiato parecchie imprese e posti di lavoro, la nostra zona industriale ospita oltre 300 imprese nei settori dell’industria, dell’artigianato, del commercio e dei servizi. Con sacrifici titanici e sforzi inenarrabili le imprese insediate riescono a mantenere una forza occupazionale di quasi quattromila lavoratori. A questi vanno aggiunte oltre duemila persone tra consumatori finali, imprenditori nazionali ed esteri, agenti di commercio, autotrasportatori, ecc., che giornalmente arrivano nella zona industriale di Ragusa per visitare le varie aziende insediate. Ecco perché riteniamo che dotare questa parte della città, tra le più produttive della provincia e tra le più operose, di uno dei nuovi presidi farmaceutici significa rendere un efficace servizio alla comunità insediata”.

Confcommercio Ragusa stipula convenzione con l’istituto di vigilanza La Torre

logo-confcommercioLa Confcommercio provinciale di Ragusa ha stipulato una convenzione con l’istituto di vigilanza La Torre che prevede la possibilità di garantire agli associati ottime condizioni per l’installazione di impianti di allarme e di videosorveglianza, nonché sconti fino al 20% su tutti i servizi messi a disposizione dalla stessa ditta. “Al di là dell’aspetto economico – afferma il direttore provinciale Emanuele Brugaletta che illustra la nuova opportunità offerta ai soci – è da sottolineare la validità dell’iniziativa in quanto questa convenzione propone agli associati la possibilità di proteggere le proprie attività (contro rapine, furti, scassi, etc.) avvalendosi dei servizi altamente professionali di un partner come La Torre ma a costi contenuti, grazie alla sapiente opera di mediazione dei vertici provinciali della nostra associazione”.

CRISI DI MERCATO: SERVONO INTERVENTI STRAORDINARI PER TUTELARE IL REDDITO DEGLI AGRICOLTORI

 

imagesConfagricoltura Ragusa ha accolto positivamente l’annuncio fatto dal ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, nel corso della riunione del Consiglio dei ministri dell’Agricoltura della Ue, della richesta di applicazione della clausola di salvaguardia per i nostri pomodori. Confagricoltura dichiara: “Ugualmente importante anche la preoccupazione espressa dal ministro per la proposta di concedere alla Tunisia un ulteriore contingente agevolato per l’export in UE di olio di oliva, per tutelare i nostri produttori dagli effetti delle concessioni commerciali europee ai  Paesi terzi.  Ma occorre fare di più – sostiene il Presidente Gambuzza ­. Le crisi ormai toccano tutti i settori: l’ortofrutta, con alcune emergenze come pomodori ed olio, e gli agrumi e la zootecnia da latte e da carne. Ma anche i seminativi ed il florovivaismo. Purtroppo – continua Gambuzza ­ occorre evidenziare come l’assenza di una vera politica agricola comune non consenta di gestire adeguatamente simili enormi squilibri di mercato che mettono a rischio i redditi dei produttori e l’avvenire stesso delle imprese agricole. Per non parlare della politica commerciale comunitaria che prevede aperture ai Paesi terzi senza preventive valutazioni di impatto e senza adeguata attenzione alle tematiche fitosanitarie. Speriamo – sostiene il presidente della Confagricoltura ragusana – che quella a cui abbiamo assistito in questi giorni ed alla quale assisteremo nei prossimi non siano le solite ed inutili passerelle fatte di cifre ed annunci eclatanti ma anche e soprattutto, visti i venti di crisi che stanno interessando le principali produzioni ragusane, un momento di approfondimento dello stato attuale del comparto e di come metterlo nelle condizioni di riagganciare la ripresa anche attraverso nuove e piu’ incisive azioni di organizzazione della produzione e della commercializzazione”.

ABBONAMENTI SIAE

download (4)La Cna provinciale di Ragusa comunica che Siae, per venire incontro alle esigenze rappresentate dall’organizzazione di categoria, ha consentito una tolleranza fino al 18 marzo del termine per il rinnovo degli abbonamenti per il diritto d’autore dovuto per musica d’ambiente, senza applicazione di penali e con riconoscimento dei benefici rivolti agli associati. La scadenza prima fissata al 28 febbraio è dunque da ritenersi superata. Per informazioni ci si può rivolgere alla sede Cna provinciale di Ragusa, di via Psaumida 38, telefono 0932.686144 (chiedere della responsabile territoriale di Ragusa Antonella Caldarera).

A Ragusa presentato il progetto della Cna alimentare “Contaminiamo.ci”

La presentazione del progetto Contaminiamo.ciAprire nuovi mercati alle imprese d’eccellenza. Partendo da quelle del Sud che si occupano di prodotti di qualità. Come il Ragusano Dop o il salame Sant’Angelo di Brolo Igp o i vini siciliani Doc e Igp. Ad illustrare i contenuti della nuova iniziativa promossa dall’Unione Cna Alimentare e denominata “Contaminiamo.ci” è stato il responsabile nazionale, Gabriele Rotini, che ha partecipato ad una iniziativa tenutasi a Ragusa nella sede della cooperativa Progetto Natura. E’ intervenuto anche l’assessore regionale dell’Agricoltura, Antonello Cracolici, il quale si è detto favorevolmente colpito dagli obiettivi di un progetto che si prefigge di ampliare i confini commerciali per i prodotti agroalimentari locali. Hanno relazionato Giuseppe Occhipinti, presidente regionale Legacoop Agroalimentare, e Mario Filippello, segretario regionale Cna Sicilia. Ad illustrare altri aspetti del progetto è stato Giovanni Capuzzello, referente di Progetto Natura, che ha messo in risalto le caratteristiche del Ragusano Dop. “E’ di certo – ha detto riferendosi a quest’ultimo prodotto – una delle eccellenze lattiero-casearie che merita un posto in prima fila in ambito nazionale e poi internazionale per le peculiarità intrinseche quali le proprietà organolettiche, sensoriali, aromatiche e nutrizionali. Un progetto del genere andrà a fornire la possibilità di aumentarne la conoscenza nei consumatori finali, ma non solo visto che stiamo cercando di muoverci verso altri settori interconnessi con il nostro come i buyer o la ristorazione. Puntiamo a portare un pezzo di territorio siciliano, compreso quello ibleo, laddove ci sono consumatori pronti ad accogliere questi prodotti d’eccellenza”.

INFORMATICA DI BASE

b1ac6525aebdaa60f704014e4fcd2d53_bigPresso la sede Provinciale di Confartigianato Ragusa di Via Roma, 216, alla presenza dell’Assessore allo Sviluppo Economico di Ragusa Dott. Martorana Salvatore, giovedì 11 Febbraio alle ore 16.00, dopo avere espletato il corso “Informatica di base” per artigiani e pensionati saranno consegnati agli stessi gli attestati di partecipazione al corso tenutosi presso l’Istituto Comprensivo Vann’Antò di Ragusa.

Bando per la ricerca di nove volontari di servizio civile nazionale attuati dalla Cna di Ragusa

 

logo unione europeaLa Cna provinciale di Ragusa ricorda che già da qualche settimana è aperto il bando per la selezione di volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del Pon “Iniziativa Occupazione Giovani”. In particolare l’associazione Cna Impresasensibile ricerca nove volontari da impiegare in provincia di Ragusa nei suoi due progetti approvati e finanziati nel settore dell’educazione e promozione culturale: “Diritti e cittadinanza” e “Serenità e autonomia”. Alle selezioni possono partecipare tutti i giovani, senza distinzione di sesso, che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età. Tutti i requisiti e la documentazione per presentare l’istanza sono consultabili sul sito internet www.impresasensibile.cna.it. Per quanto riguarda il progetto “Diritto e cittadinanza”, Cna Impresasensibile ricerca: 1 volontario per la sede di Ragusa, 1 per Modica, 1 per Pozzallo e 1 per Vittoria. Invece, con riferimento al progetto “Serenità e autonomia”, si ricercano i seguenti volontari: 1 per Ragusa, 1 per Modica, 1 per Comiso, 1 per Ispica e 1 per Scicli. E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale da scegliere tra quelli in questione. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14 del prossimo lunedì 8 febbraio 2016.

Formazione nel settore della caffetteria, della pasticceria e della ristorazione

Buscemi, Allù, TascaUn protocollo d’intesa per esaltare gli aspetti formativi legati al settore della caffetteria, della pasticceria, della ristorazione, facendo sì che la domanda e l’offerta di lavoro si incontrino. E’ stato sottoscritto nella sede provinciale dell’associazione dei commercianti, a Ragusa, tra Maurizio Tasca, presidente provinciale Fipe, e Giansalvo Allù, amministratore unico dell’ente di formazione Jobbing Centre Ragusa, alla presenza del vicepresidente provinciale Confcommercio, Enzo Buscemi. Jobbing Centre si impegnerà a organizzare e a promuovere corsi di formazione nei settori di riferimento, intercettando le esigenze manifestate dagli iscritti dell’associazione di categoria. “L’area iblea – dice Allù – viene sempre più individuata, dai turisti, come un luogo in cui convivono numerose eccellenze soprattutto per quanto concerne l’enogastronomia. Significa che abbiamo i riflettori puntati costantemente addosso. E per mantenere elevati questi standard è opportuno che ciascuno possa svolgere in maniera attenta il proprio ruolo soprattutto se si considera che i flussi turistici sono previsti in costante aumento. Siamo dunque molto motivati a potere fornire il nostro appoggio in questo senso a Confcommercio sapendo, tra l’altro, che si tratta di un’associazione di categoria particolarmente radicata sul territorio”.

Diritti Siae, pagamento in scadenza

Il direttore provinciale Emanuele BrugalettaNel ricordare che entro il 28 febbraio occorre versare i diritti Siae relativi alla diffusione di musica e/o immagini negli esercizi commerciali o artigianali, la Confcommercio provinciale di Ragusa informa gli iscritti che esiste una convenzione che consente agli associati una notevole riduzione sull’importo dei diritti dovuti. I diritti Siae in scadenza si riferiscono agli apparecchi radiofonici e/o televisivi, oltre a qualunque altro mezzo di diffusione audio/video. Per usufruire della convenzione è sufficiente chiedere agli uffici dell’associazione di categoria il rilascio di un certificato, che poi va presentato alla Siae. Per eventuali ulteriori informazioni ci si può rivolgere agli uffici delle sedi locali della Confcommercio e alla sede provinciale di via Roma 212, telefono 0932.622522. A darne comunicazione il direttore provinciale Emanuele Brugaletta.

Convenzione Cna-Siae, pagamenti da effettuare entro il 28 febbraio

 

La sede Cna a Ragusa (1)E’ disponibile, presso la sede provinciale della Cna di Ragusa, in via Psaumida 38, la modulistica per fruire della convenzione Cna-Siae rivolta alle imprese associate relativamente a: musica d’ambiente, concertini, trattenimenti danzanti, centri fitness, autotrasporto persone. Le aziende interessate a tale adempimento sono quelle che fanno uso di musica nello svolgimento della propria attività. Il pagamento, come di consueto, dovrà essere effettuato entro il 28 febbraio allo scopo anche di usufruire degli sconti appositamente previsti. Tutti i dettagli riguardanti la convenzione e le tabelle delle tariffe per il 2016 possono essere richiesti presso la sede provinciale Cna. Si ricorda, inoltre, che, entro lo stesso termine, determinate tipologie di esercizi commerciali e artigianali devono provvedere al pagamento dei diritti Scf. Anche in questo caso, per usufruire degli sconti gli associati possono ritirare la modulistica presso la sede provinciale Cna. Per informazioni è possibile telefonare allo 0932.686144 (rivolgendosi alla responsabile Antonella Caldarera).

Il fenomeno dell’abusivismo nel settore dell’autoriparazione

Vincenzo Canzonieri (1)Prosegue l’impegno dell’Unione Cna Servizi alla comunità nella tutela delle imprese del settore autoriparazione che operano nella legalità. Il presidente Enzo Canzonieri ha incontrato il presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Giannone, per ribadire il concetto che il fenomeno dell’abusivismo rappresenta un vero e proprio danno per le imprese vere oltre a un rischio per i consumatori. Un fenomeno che in provincia si sta allargando a macchia d’olio e che ha investito con forza anche il settore dell’autoriparazione. L’Unione Cna Servizi alla comunità ha sottolineato che la Camera di Commercio vanta importanti competenze in materia, ad esempio può elevare sanzioni quando viene accertata una violazione delle norme che regolano alcune materie alla stessa affidate. Per quanto riguarda il settore dell’autoriparazione, i verbali redatti dalle forze dell’ordine che individuano attività illegali sono trasmessi alla Camcom che può attivarsi per sanzionare la mancata iscrizione, rilevando come nei fatti si tratti di aziende abusive. La Cna ha dunque sollecitato i vertici della Camera di Commercio a muoversi con la massima determinazione in tale direzione. “In una fase di profonda crisi per gli artigiani e le piccole e medie imprese – sottolinea Canzonieri – tutelare l’imprenditore e il professionista che agisce nel pieno rispetto della legalità, è un modo efficace per sostenere tutta l’economia del territorio ma soprattutto per riaffermare il ruolo della rappresentanza”.

Scroll To Top
Descargar musica