29-05-2017
Ti trovi qui: Home » Associazioni di Categoria (pagina 4)

Archivio della categoria: Associazioni di Categoria

Solidarietà Confcommercio a Licio Marchese per l’attentato intimidatorio

IMG-20151220-WA0011“Siamo costernati, indignati, preoccupati. Faremo sentire i tutti i modi la nostra vicinanza al presidente della sezione Ascom di Vittoria, Licio Marchese, per l’attentato subito dalla sua azienda “This is” la notte appena trascorsa. A nome mio personale, degli organismi dirigenti, di tutto il sistema provinciale Confcommercio esprimiamo la massima solidarietà al nostro quadro dirigente e lanciamo un appello affinché le forze dell’ordine possano fare da subito luce su un episodio che sembra configurarsi come un atto intimidatorio bello e buono. E noi, a tutto questo, non ci stiamo”. E’ la dichiarazione del presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Sergio Magro, dopo avere appreso che sul piazzale dell’azienda, lungo la provinciale Vittoria-Santa Croce Camerina, sono stati dati alle fiamme alcuni automezzi di proprietà dell’azienda di Marchese. “Purtroppo, l’attuale presidente dell’Ascom di Vittoria – aggiunge Magro – era stato fatto oggetto, nei mesi scorsi, come si ricorderà, di una rapina efferata, subendo anche delle lesioni che lo avevano costretto al ricovero in ospedale. Si tratta di episodi inquietanti che ci devono fare riflettere. Non è possibile che si continui a fare i conti con queste situazioni. Abbiamo la massima fiducia nelle istituzioni e auspichiamo che le forze dell’ordine possano definire al meglio i contorni di tutto l’accaduto”. Alla solidarietà di Magro, espressa a nome di tutti i dirigenti provinciali e sezionali del territorio ibleo, si aggiunge anche quella del presidente della cooperativa di garanzia fidi Commerfidi, Salvatore Guastella. “Un episodio increscioso, inqualificabile – dice quest’ultimo – ho sentito Licio questa mattina al telefono per testimoniargli la vicinanza di tutto il nostro sistema ed era naturalmente molto turbato. Lui, tra l’altro, è l’espressione di una nuova classe dirigente giovane, motivata e determinata, spinta dalla voglia di fare bene per ridare una speranza alle giovani generazioni della nostra terra. Evidentemente, questo modo di fare ha creato fastidio a qualcuno. E vorremmo capire perché. Ci ergiamo a difesa del nostro dirigente e naturalmente speriamo che possa essere chiarito tutto il prima possibile”.

 

SANTO CUTRONE NUOVO PRESIDENTE DI ANCE SICILIA PER I PROSSIMI 3 ANNI

CUTRONE- ANCE SICILIAIl ragusano Santo Cutrone è  il nuovo presidente regionale di Ance Sicilia per i prossimi tre anni. Vicepresidenti sono Rosario Ferrara (Trapani), Vincenzo Pirrone (Enna), Carmelo Salamone (Agrigento), Massimiliano Miconi (Palermo) e Giuseppe Travia (Messina). Tesoriere è Massimo Riili (Siracusa). Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, Sebastiano Caggia (Ragusa). Fra gli obiettivi programmatici del nuovo presidente, un’azione congiunta con Ance nazionale sul governo centrale per trovare soluzioni adeguate al grave ritardo infrastrutturale dell’Isola, cui si legherà un confronto serrato col governo regionale riguardo alla corretta e celere attuazione della nuova programmazione dei fondi europei 2014-2020, alle priorità da inserire nel “Masterplan per il Mezzogiorno” dotato di 95 miliardi di euro entro il 2023, all’immediato utilizzo di tutte le risorse disponibili per lo sviluppo della Sicilia. Santo Cutrone ha anche espresso la volontà di razionalizzare e modernizzare la rete operativa dell’Ance Sicilia, coinvolgendo tutte le associazioni provinciali, per aumentare l’offerta di servizi alle imprese per la loro competitività.

Torna “Vetrine in concorso”, la kermesse sulla creatività

Vetrina in concorso 2014 i premiati con i vertici AscomTorna la manifestazione “Vetrine in concorso” che, come tutti gli anni, si tiene durante il periodo natalizio. L’iniziativa, giunta quest’anno all’edizione numero 42, è promossa dalla Confcommercio provinciale di Ragusa. Al concorso possono partecipare tutte le aziende iscritte alla Camcom che operano in provincia. Le vetrine dovranno restare allestite fino al 6 gennaio 2016. Il tema del concorso è libero e lasciato alla creatività dei concorrenti. Le adesioni dovranno pervenire entro il 20 dicembre 2015 attraverso la compilazione dell’apposita scheda da inviare a [email protected] o al fax 0932.248843. Le vetrine saranno valutate da una esperta giuria tecnica. A differenza degli altri anni, stavolta non sarà necessario inviare le foto della vetrina. Penserà la giuria ad espletare tutti gli adempimenti relativi. I titolari delle aziende le cui vetrine saranno dichiarate le prime tre classificate del concorso riceveranno: 1.500 euro per il primo premio, 1.000 euro per il secondo e 500 per il terzo. A tutti coloro che aderiranno all’iniziativa sarà consegnato un attestato di partecipazione. La premiazione sarà effettuata nel corso della serata di gala che si terrà nel mese di febbraio 2016.

Autoriparazioni: la Cna contro la concorrenza sleale e l’abusivismo

Autoriparazione il tavolo dei relatoriUna campagna a 360 gradi contro la concorrenza sleale e l’abusivismo. Ad annunciarla, durante la visita a Ragusa nella sede provinciale di via Psaumida, è stata la responsabile nazionale della Cna Autoriparazione, Antonella Grasso, che, di fronte ai rappresentanti delle forze dell’ordine e a tutti gli operatori del settore intervenuti, ha parlato della necessità di avviare un percorso sinergico per fermare un circuito vizioso che rischia, e in parte lo già sta facendo, di mettere in ginocchio le imprese in regola, quelle che pagano le tasse e che, a un certo punto, si trovano di fronte a un bivio: chiudere o praticare l’abusivismo per evitare di finire a fondo. L’iniziativa è stata promossa dall’Unione Cna Servizi alla comunità settore autoriparazione, presieduta da Vincenzo Canzonieri che spiega: “Questo appuntamento ci ha consentito di fare il punto su una situazione sempre più complessa, analizzando da vicino tutte le problematiche riguardanti il fenomeno dell’abusivismo nel settore che sembra avere raggiunto livelli allarmanti e rispetto al quale è necessario trovare delle soluzioni univoche. Ecco perché abbiamo chiesto il coinvolgimento del prefetto e dei rappresentanti delle forze dell’ordine. Questo fenomeno è difficile da contrastare. Ma da qualche parte si deve pure cominciare altrimenti la strada delle imprese che oggi sono in regola è segnata”.

VICENDA TAXI AEROPORTO COMISO, TROVATA LA SOLUZIONE

Aeroporto-Comiso-taxiLa delicata problematica concernente la gestione dei servizi Taxi e Ncc all’aeroporto “Pio La Torre” è stata al centro di un incontro tenutosi  al Comune di Comiso tra il sindaco Filippo Spataro e una delegazione della Cna formata dal presidente provinciale, Giuseppe Santocono, e dal segretario Giovanni Brancati, accompagnati dal presidente territoriale dell’associazione, Giovanni Calogero. Il primo cittadino ha reso noto che è stata completata la fase di concertazione, avviata nei mesi scorsi e svoltasi sotto l’egida del prefetto Annunziato Vardé, con il coinvolgimento dei sindaci dei comuni interessati: oltre a Comiso, anche Ragusa, Vittoria e Chiaramonte Gulfi. Si era partiti, in prima battuta, prendendo in considerazione l’ordinanza emanata a luglio dal sindaco Spataro per la regolamentazione dei servizi in questione all’aeroporto, ordinanza che, come si ricorderà, era stata fonte di polemica. La concertazione, infatti, ha portato ad alcune importanti modifiche all’ordinanza stessa. In particolare, l’incontro tra il sindaco Spataro e la Cna ha preso in esame la parte che disciplinerà l’accesso al servizio di tutti i tassisti che sono in possesso della licenza rilasciata dai quattro comuni interessati. Per il servizio Taxi, vale la pena di ricordare che la Cna ha sempre sostenuto una specifica posizione, cioè quella di consentire l’accesso senza limitazione alcuna a tutti i tassisti operanti per conto dei quattro comuni. Nel corso dell’incontro il sindaco Spataro ha comunicato che l’ordine di priorità previsto dalla vecchia ordinanza varrà solo per il primo volo mentre, nel prosieguo della giornata, l’accesso da parte degli operatori dei quattro comuni interessati sarà assolutamente libero seguendo l’ordine di arrivo. I sindaci avevano pensato alla possibilità di introdurre delle limitazioni nel senso di fornire un numero contingentato di autorizzazioni ai tassisti di ciascun comune. Invece, è possibile affermare che, senza alcun tipo di tensione, è stata accolta la proposta della Cna di far accedere gli operatori senza particolari limitazioni una volta che ci sarà stato lo scorrimento del primo gruppo di taxi della giornata che, per quanto riguarda gli undici stalli presenti, saranno prestabiliti. I dirigenti della Cna si sono dichiarati ampiamente soddisfatti della positiva conclusione della vicenda.

SALDI INVERNALI, SI INIZIA IL 2 GENNAIO

Saldi-2016La direzione provinciale Confcommercio Ragusa comunica che, in seguito alla emanazione del decreto dell’assessore regionale alle Attività produttive  pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Regione Sicilia, il periodo dei saldi di fine stagione, per l’anno 2016, è stato fissato a partire dal 2 gennaio e sino al 15 marzo (saldi invernali) e dal 1° luglio al 15 settembre (saldi estivi). “Per ogni informazione di carattere tecnico – afferma il direttore provinciale Emanuele Brugaletta – o per approfondire la tematica è possibile rivolgersi ai nostri uffici di Ragusa, in via Roma 212, telefono 0932.622522”.

Sindacato autonomo insegnanti di religione

IMG_6117Orazio Ruscica è stato eletto per la quarta volta segretario nazionale dello Snadir, il sindacato autonomo degli insegnanti di religione. L’elezione è avvenuta a conclusione del congresso dei delegati tenutosi lo scorso fine settimana a Rimini. Ruscica, di Modica, è stato tra i soci fondatori dell’organizzazione sindacale nata 20 anni fa. Ha ottenuto 132 voti su 133. “E’ una grande soddisfazione – dice il sindacalista – ma anche un impegno ancora più grande per portare a compimento i progetti dello Snadir e, chiaramente, dei suoi iscritti”. Durerà, anche stavolta, un quadriennio, la sua leadership.

Giuseppe Guglielmino nuovo Presidente di Federmanager Sicilia orientale

 

AAEAAQAAAAAAAAM3AAAAJDIwYjkyMTQ0LTY1ZmQtNDc3Yy04NzM3LTY1MTZhYjZjMTgwMgGiuseppe Guglielmino, dirigente da undici anni proveniente dalla delegazione di Ragusa è stato eletto all’unanimità dei voti Presidente di Federmanager Sicilia Orientale. Dirigente in servizio quale direttore della Associazione costruttori di Ragusa ha accettato con entusiasmo la nuova sfida. “Sono stato veramente colpito dalla unanime attestazione di stima nei confronti di un dirigente che per estrazione e cultura incarna lo spirito della Federazione della Sicilia orientale, forse e non a caso il fatto che io provenga da Ragusa è stato percepito come un valore aggiunto. Il mio entusiasmo e la consapevolezza del periodo di profonda ristrutturazione del settore della dirigenza industriale farà si, ne sono certo, che riuscirà a traghettare la federazione verso un coinvolgimento migliore e maggiore dei dirigenti e dei quadri apicali”.

 

Abusivismo nel settore dell’autoriparazione, fenomeno insostenibile

Vincenzo CanzonieriLa Cna sta promuovendo per il 4 dicembre una importante iniziativa con la presenza del responsabile nazionale di settore Antonella Grasso. Il presidente del comparto, Vincenzo Canzonieri, dichiara: “L’abusivismo è un danno per le “imprese vere”, un rischio per i consumatori, un problema per lo Stato e le amministrazioni locali. In provincia, il fenomeno, in poco tempo, ha raggiunto dimensioni importanti e presenta caratteristiche diverse all’interno dei vari territori”. L’incontro di venerdì 4 dicembre alle 19 si terrà presso la sede della Cna provinciale a Ragusa in via Psaumida. Sono stati inoltre invitati a partecipare anche il prefetto e i rappresentati delle forze dell’ordine (carabinieri, polizia stradale, guardia di finanza e polizia provinciale). “Abbiamo la consapevolezza – dice Canzonieri – che il fenomeno sia difficile da contrastare da parte degli organi competenti in ragione della dimensione clandestina all’interno della quale si muove. Pensiamo, ad ogni modo, di elaborare e predisporre proposte che guardino a sistemi di controllo e monitoraggio a monte della filiera”.

PROTOCOLLO PER IL RILANCIO DELL’OCCUPAZIONE

Foto di Gruppo (3)La crisi che a Ragusa e provincia ha colpito, fra gli altri, anche il settore metalmeccanico, causando cali di produzione ed esubero di forza lavoro qualificata, ha spinto Confindustria, Organizzazioni Sindacali di categoria e Servizio Circoscrizionale per l’Impiego di Ragusa a sottoscrivere un “Protocollo per il rilancio dell’occupazione”, che intende sostenere i lavoratori disoccupati favorendone la riqualificazione e il reinserimento presso le imprese, anche di altri settori, che necessitano di figure specializzate. Hanno sottoscritto il Protocollo d’intesa il Presidente di Confindustria Ragusa, Enzo Taverniti, i segretari sindacali di categoria – Fabio Cafiso (Fim Cisl), Carmelo Distefano (Uilm Uil), Francesco Maltese (Fiom Cgil) – e il Direttore del Servizio XVI Centro  per l’Impiego di Ragusa (già Ufficio Prov.le del Lavoro), Giovanni Vindigni. “In particolare – dichiara il Presidente di Confindustria Ragusa, Ing. Enzo Taverniti – Confindustria Ragusa si farà carico di rilevare le esigenze occupazionali (anche temporanee) manifestate dalle Imprese e di sottoporre ad esse gli elenchi dei  lavoratori disoccupati in possesso delle mansioni richieste. I lavoratori così individuati saranno coinvolti in una attività di riqualificazione mediante tirocini formativi e formazione on the job, che tornerà utile alle imprese ed ai lavoratori stessi”. “La promozione dell’inserimento lavorativo nelle Imprese richiedenti – dichiara il direttore del Servizio Circoscrizionale per l’Impiego, Giovanni Vindigni – potrà avvenire anche con il ricorso al contratto di ricollocazione nonché beneficiando delle agevolazioni contributive attualmente vigenti”. Per agevolare l’inserimento, anche temporaneo, dei lavoratori, sulla base di esigenze aziendali specifiche,  il Protocollo prevede che il numero di assunzioni con  contratti a termine potrà superare il limite ordinario del 20% della forza lavoro in essere mediante la stipula di appositi accordi aziendali”. Il direttore di Confindustria Ragusa, Giusi Migliorisi,  comunica: ”Saremo disponibili con la nostra struttura ed in sinergia con le  organizzazioni sindacali  firmatarie,  ad assistere le imprese nella  stipula degli accordi aziendali previsti dal protocollo”. “Consapevoli della crisi che ha investito il settore metalmeccanico della nostra provincia – dichiarano le Organizzazioni Sindacali – ci auguriamo che questo protocollo sia uno strumento utile per la riqualificazione professionale dei lavoratori che hanno perso il lavoro, ed  uno strumento pilota replicabile  anche in altri settori produttivi”.

Federazione degli agenti di affari di Confcommercio

Criscione, Nicolosi, TirritoIl ragusano Ivan Tirrito, agente immobiliare, è stato eletto vicepresidente regionale di Fimaa Sicilia, la federazione degli agenti di affari in mediazione aderente a Confcommercio che opera in rappresentanza delle 500 aziende associate del settore immobiliare, finanziario e dei servizi in Sicilia. Tirrito è stato eletto con unanimità di consensi. Nella stessa seduta erano già stati eletti con voto unanime Nino Nicolosi, agente immobiliare di Catania, alla presidenza e Giovanni Criscione, agente immobiliare di Siracusa, come vicepresidente vicario. Fimaa Sicilia intende operare per smascherare gli abusi di posizione dominante che alcuni istituti bancari spesso esercitano ai danni dei propri soci. L’obiettivo è quello di fare in modo che queste anomalie di mercato siano eliminate per dare al settore regole uguali per tutti. Dopo anni di crisi del mercato immobiliare finalmente arrivano dei timidi segnali di ripresa, ma le agenzie immobiliari, piccole imprese professionali legate al territorio, dovranno competere con i grossi gruppi bancari che hanno deciso di esercitare anche l’attività di mediazione.  A Tirrito arrivano i complimenti e gli auguri di buon lavoro da parte del presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Sergio Magro.

LA CONFAEL A CONGRESSO, ELETTA LA NUOVA SEGRETERIA

unnamedSi è svolto a Ragusa, il primo Congresso provinciale del sindacato Confael, la Confederazione Autonoma Europea dei Lavoratori.  I delegati dei lavoratori hanno eletto la Segreteria Provinciale costituita da cinque componenti Iabichella Giorgio, Paino Giovanni, Antoci Giorgio, Nicastro Marcello e Politino Giovanni. Segretario Generale è stato eletto all’unanimità Giorgio Iabichella, già reggente della federazione del Terziario e commercio.

CONFCOMMERCIO, CORSI PER IL SETTORE ALIMENTARE

Il direttore provinciale Emanuele BrugalettaLa Confcommercio provinciale di Ragusa informa che lunedì 12 ottobre avrà inizio il 3° corso professionale abilitante per il settore alimentare e la somministrazione di alimenti e bevande. Il 28 ottobre, invece, partirà il 1° corso abilitante per agenzie d’affari in mediazione. E, ancora, il 30 ottobre prenderà il via il 2° corso per agenti di commercio. Le lezioni si terranno presso la sede formativa Confcommercio di via Sofocle a Ragusa. Per informazioni e iscrizioni contattare i numeri: 0932.623060, 347.4867031.

IL “RAGUSANO DOP” IN VETRINA ALL’EXPO DI MILANO

 

RagusanodopIl formaggio tipico e storico del territorio degli iblei, il “ragusano dop” , torna all’expo di Milano. Insieme agli altri tre formaggi siciliani a Denominazione di Origine Protetta (Pecorino Siciliano, Piacentinu Ennese e Vastedda del Belice), dal 22 al 25 settembre, sarà protagonista del “Gran Tour dei Formaggi di Sicilia Dop” oltre che della vetrina e delle qualificate e qualificanti iniziative promosse dall’Onaf (Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggi) in diretta collaborazione con i Consorzi di Tutela direttamente interessati. I quattro Consorzi di Tutela, con iniziative singole e comuni, metteranno in evidenza le caratteristiche qualitative ed organolettiche dei rispettivi formaggi e dimostreranno che si tratta di prodotti ottenuti dalla lavorazione esclusivamente di latte siciliano ed illustreranno le fasi di lavorazione, le attrezzature tradizionali e di legno utilizzate e soprattutto il loro stretto legame ai territori di produzione. Il “Consorzio per la Tutela del Formaggio Ragusano dop” sarà presente con il presidente Giuseppe Occhipinti e col direttore Enzo Cavallo che stanno lavorando per inserire il nostro formaggio nel circuito della grande distribuzione organizzata.

CONTANTE SPENDIBILE, UNA MISURA CHE DANNEGGIA I GIOIELLIERI

gioielliDopo che il Governo Monti ha introdotto il limite di 999 euro di contante spendibile e la soglia di 3.600 euro oltre la quale scatta la “tracciabilità”, sono molti i gioiellieri che, per intercettare i clienti che vanno oltre confine, hanno deciso di trasferire la propria attività all’estero. Una situazione che non si è ancora verificata con punte di evidenza anche dalle nostre parti ma che rischia, comunque, di diventare un problema non da poco. “Anche perché – afferma il presidente provinciale del sindacato gioiellieri aderente a Confcommercio, Enzo Buscemi – l’attuale Governo nazionale aveva promesso di rivedere il limite. E poi, in numero sempre crescente, dalle nostre parti, vanno ad acquistare a Malta”. Proprio da uno studio Federpreziosi è emerso che il cinquanta per cento delle persone fa acquisti in contanti e secondo dati della Banca d’Italia di due anni fa viene effettuato in questo modo l’ottanta per cento delle transazioni. Non chiediamo di togliere i limiti, ma di rivederli a livelli europei visto che la nostra soglia è la più bassa del continente e sta facendo perdere al Paese cifre considerevoli in termini di tasse e Iva”.

CONFAGRICOLTURA: SANDRO GAMBUZZA È IL NUOVO PRESIDENTE DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE ORTICOLTURA

 

downloadLa Federazione Nazionale Orticola di Confagricoltura, svoltasi a Milano, ha eletto all’unanimità il suo nuovo presidente. Si tratta di Sandro Gambuzza, di Ragusa, profondo conoscitore del settore che si è più volte distinto per il suo impegno all’interno dell’organizzazione, a cominciare dalla presidenza di Confagricoltura Ragusa. “È con grande piacere ed interesse che accetto questo nuovo ruolo da parte della mia organizzazione – ha commentato il neo presidente -. Siamo in un momento complesso per il Paese e per l’agricoltura in generale. Il comparto che rappresento, che vale almeno un quarto dell’intero valore dell’agroalimentare italiano, si trova ad affrontare numerose difficoltà, prima fra tutte la questione della contraffazione, delle importazioni “irregolari” e dell’embargo russo, per non parlare delle fitopatie che da tempo interessano le nostre coltivazioni e della pressione fiscale che grava sulle imprese agricole”.

Ridefinizione della legge sugli appalti

Ars-tra-gli-applausi-degli-imprenditori-895f733ebe06a426ef8a9636970ccd91Anche la Cna Costruzioni della provincia di Ragusa fornisce il proprio contributo alla ridefinizione del testo riguardante la legge sugli appalti in Sicilia dopo che la stessa è stata impugnata dal Consiglio dei ministri. “E’ l’occasione – scrive la Cna Costruzioni Ragusa in una nota diffusa in queste ultime ore, proprio quando si sta ridefinendo il testo della legge – per cercare di eliminare, oltre ai dubbi di costituzionalità, una serie di anomalie che avrebbero rischiato di penalizzare ulteriormente le piccole e grandi imprese, che sono il nerbo del tessuto produttivo locale, a vantaggio della grande impresa, rischiando di creare ulteriori occasioni di chiusura e di sottosviluppo in un settore già messo a dura prova dalla crisi”. Per la Cna Costruzioni “le nuove disposizioni comunitarie possono rappresentare un’opportunità per dare un assetto organico, snello e innovativo, al sistema sugli appalti, per creare migliori condizioni di mercato per tutte le imprese e per qualificare la spesa pubblica. Infatti, l’attuale contesto normativo favorisce le grandi imprese, privilegia la capacità finanziaria a danno di quella professionale e organizzativa, e confina le piccole imprese nel recinto dei subappalti. Occorre adoperarsi sulla questione dei massimi ribassi, non più consentibili, che producono numerose incompiute che imperversano sul territorio isolano, e generano varianti su varianti che danno vita solo a caos e incertezza e che fanno lievitare i costi dell’opera. Tra l’altro sono aspetti ribaditi più volte da Raffaele Cantone, vertice dell’Autorità nazionale anticorruzione. Per noi è necessario predisporre, finalmente, uno strumento chiaro e accessibile che tuteli la concorrenza e favorisca una maggiore apertura del mercato. Poche e semplici regole che possano tradursi in un più facile approccio alle procedure e, di conseguenza, in minori oneri amministrativi per le imprese devastate dagli effetti di un mercato inquinato dalla concorrenza sleale di imprese opache che risparmiano su tutto grazie alla mancanza di trasparenza e di controlli, alla corruzione, alla pressione della criminalità organizzata sulle procedure di affidamento dei lavori”.

BUONE NOTIZIE DA PALERMO: LA SS514 ALLA FIRMA DI PADOAN

2015-Presidente ANCE Ragusa-Sebastiano Caggia (1)“Che fine ha fatto il progetto di finanza per la realizzazione del raddoppio della camionale Ragusa-Catania?” Esordisce così il Presidente dell’Ance Ragusa, Geom. Sebastiano Caggia, al termine di una intensa attività di ricognizione sullo stato dell’arte dell’importate arteria congiuntamente portata avanti con i Componenti del Comitato ristretto, Gurrieri, Ingallinera e Sica, che da più di un decennio stanno monitorando il lungo iter che dal bando di gara ci ha portato alla stipula della convenzione. “Ci siamo mossi subito dopo la notizia dell’avvenuto incontro a Roma dello scorso 26 Agosto tra il Governatore Crocetta, l’Assessore alle Infrastrutture, Pizzo, il Direttore Generale, Bellomo, ed il Ministro Delrio, in quanto, dall’elenco delle opere stradali, ferroviarie e marittime, per oltre 14 miliardi, non veniva citata la SS514. Eravamo altresì certi che, trattandosi di un progetto di finanza, peraltro con la convezione già siglata, il detto progetto “non potesse” figurare in quell’elenco che rappresenta una sorta di lista di nuove esigenze infrastrutturali. Così, abbiamo interessato i nostri canali palermitani che ci confermano che l’iter della procedura sta proseguendo correttamente e che a giorni il Ministro Padoan firmerà il relativo Decreto dando avvio ad una nuova fase che farà intravedere l’inizio dei lavori”.

I commercianti di Ragusa Ibla per la riapertura del traffico ai veicoli

Salvo Ingallinera presidente Ascom RagusaIl presidente della sezione Ascom di Ragusa, Salvo Ingallinera, ha avuto modo di confrontarsi con il comandante della polizia municipale, Giuseppe Puglisi, circa la necessità di riaprire al traffico veicolare, durante il periodo serale, la Discesa Peschiera. “La richiesta – spiega Ingallinera – scaturisce dalla constatazione dei fatti che vede spesso annullate prenotazioni nei ristoranti per l’impossibilità di accesso dopo le 20,30. Lo scorso anno avevamo chiesto di aprire, in via sperimentale, lo stesso percorso. La proposta era stata accettata e aveva dato buoni risultati. Quindi non capiamo perché, in attesa di più definitive soluzioni rispetto alla creazione di nuovi parcheggi, anche quest’anno non sia stata seguita la stessa linea. Auspichiamo un pronto riscontro e chiederemo subito un incontro all’Amministrazione comunale con l’obiettivo di definire una soluzione definitiva all’altezza delle aspettative di una città che nel turismo vede il suo più grande potenziale di sviluppo”.

MERCATINO DEL SABATO A VITTORIA, IL 15 AGOSTO STOP DALL’EMAIA

confesercentiUno stop al mercatino del sabato il prossimo 15 agosto è stato deciso dall’Emaia “solo che, – sostiene la Confesercenti – ancora una volta, l’ha fatto senza confrontarsi con i diretti interessati. Ancora una volta come Confesercenti restiamo letteralmente basiti rispetto alle modalità con cui l’Emaia, e i suoi nuovi vertici, decidono di adottare scelte per nome e per conto degli esercenti, e di comunicarle con una semplice letterina di due righe. Avranno scambiato l’Emaia come il proprio impero? Crediamo che sarebbe stata molto più funzionale e utile, a tutti, una concertazione considerato che non è possibile modificare l’operato dall’oggi all’indomani”. La Confesercenti, rivolgendosi ai vertici Emaia e al sindaco di Vittoria, ricorda che “il Governo nazionale ha liberalizzato le aperture ed è un dovere per l’azienda municipalizzata fornire i servizi che gli esercenti pagano profumatamente. O forse dobbiamo pensare che c’è qualcuno che preferisce farsi le ferie a mare, il 15 agosto, e dunque decide in base al giorno festivo. Ad ogni modo la Confesercenti invita il direttore dell’Emaia, se questa è la sua scelta commerciale, a rimborsare agli esercenti il costo del suolo pubblico del mercatino del sabato considerato che a loro viene chiesto anticipatamente di versare l’obolo che è di circa 8 euro ad esercente, che moltiplicato per le 300 autorizzazioni, fa ben 2400 euro. Fatto questo, potranno andare poi tutti in ferie”.

Scroll To Top
Descargar musica