18-10-2017
Ti trovi qui: Home » attualità (pagina 10)

Archivio della categoria: attualità

RAGUSA E’ “CITTA’ CHE LEGGE”. IL CAPOLUOGO IBLEO INSERITO NELL’ELENCO STILATO DA ANCI

Libriditesto-1Ragusa è “Città che legge”. La speciale qualifica arriva direttamente dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che, d’intesa con l’Anci, ha stilato l’elenco dei Comuni italiani a cui assegnare questo importante riconoscimento. Il bando, aperto nei mesi scorsi e che ha subito visto in prima linea il Comune di Ragusa, era rivolto alle Amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura. L’intento, si legge nell’avviso pubblico, serve a riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. «La denominazione di “Città che legge” che siamo riusciti ad ottenere – spiega il sindaco di Ragusa, Federico Piccitto – è un risultato positivo per la nostra comunità e una prova dell’interesse collettivo ad uno sviluppo culturale e quindi sociale anche attraverso la lettura. Come Amministrazione comunale siamo fortemente impegnati nella promozione della cultura ma anche della lettura con varie iniziative, alcune delle quali ormai istituzionalizzate nella nostra biblioteca e nella nostra città». Soddisfazione da parte degli organizzatori di “A Tutto Volume – Libri in festa a Ragusa” per il riconoscimento raggiunto dalla città, consapevoli di aver contribuito, con il festival dei libri, allo sviluppo e alla diffusione della cultura e della letteratura a Ragusa. Un impegno costante che quest’anno festeggia l’ottava edizione, in programma dal 16 al 18 giugno prossimi, che certamente dà valore alla città in termini di promozione culturale, oltre che turistica. L’inserimento nell’elenco delle città che leggono darà al Comune di Ragusa la possibilità di partecipare ai bandi che verranno lanciati nel 2017 dal Centro per il libro e la lettura.

 

YOUPOLIS A MAGGIO COMPIE CINQUE ANNI

youpolislogoProtagonismo civico tra formazione ed azione concreta: cinque anni di un lavoro di squadra fatto con entusiasmo dai giovani e dalle loro idee; una realtà associativa concepita come “palestra di impegno”.
A maggio 2017, Youpolis festeggerà il suo primo lustro di vita: una realtà nata a Ragusa e che si è espansa a Chiaramonte Gulfi, Rosolini, Giarre e, con la nascita dell’omologa associazione, nelle Marche. Anni in cui, attraverso un lavoro di squadra questi giovani con competenza e passione si sono espressi con riflessioni sulla stampa, proposte alle amministrazioni locali, fino alla creazione diretta di iniziative ed attività. Numerose le manifestazioni ideate per confronti e riflessioni tra cui: “L’uomo d’onore non paga il pizzo”, “Forum del Centro Storico”, “Inventarsi il Futuro: giovani ed impresa”, “Turismo Ambientale”, “Lo Stato dell’Arte: questioni e sfide dell’essere creativi”, “Scegliere consapevolmente, partecipare davvero”. Dal 2014 i giovani di Youpolis danno una mano all’organizzazione del noto festival “A tutto Volume” curando le squadre dei volontari e alcuni eventi collaterali tra cui il reading sull’adolescenza “Creature Nude” (2014) e “Se io avrei” (2015), divertente spettacolo dedicato agli errori grammaticali ai tempi dei social network. L’11 gennaio 2015, parallelamente alle storiche celebrazioni religiose che da sempre si svolgono, per la prima volta Ragusa si ferma per ricordare civicamente il terremoto del 1693 con “La memoria e dell’orgoglio”, evento concepito da Youpolis (che a tale scopo aveva proposto un progetto al Comune di Ragusa) volto alla commemorazione delle vittime del sisma e al ricordo dei nostri padri che, riuscendo a creare dalle macerie, vanno intesi come un modello davanti alla crisi attuale. L’amministrazione comunale ha organizzato l’evento e istituzionalizzato la giornata e, nel 2017, è stata organizzata la terza edizione, coinvolgendo in più punti i centri storici di Ragusa Ibla e Ragusa Superiore e diverse associazioni partner. Tra le ultime attività, la mostra e calendario di eventi “Le colonne d’Ercole” a Palazzo Schininà; la proposta e la realizzazione operativa di “#corsoliberato”, l’iniziativa che ha previsto la chiusura del Corso Vittorio Veneto ogni sabato sera creando un’area pedonale per agevolare la movida notturna.. Youpolis pochi giorni fa e’ stata accolta al tavolo permanente del centro storico di Ragusa istituito dall’amministrazione comunale. Di  Youpolis ha parlato anche la recente inchiesta di “Repubblica Palermo” su giovani e politica. “Siamo molto felici di aver rappresentato una presenza costante, nella sua semplicità, all’interno del panorama cittadino” dichiara Simone Digrandi, Presidente uscente dell’Associazione. “Ed è con la formula di sempre che Youpolis continuerà ad operare nei prossimi anni. Vogliamo inoltre che questo compleanno possa essere vissuto in una maniera speciale”.

On.Nino Minardo chiede presidi sanitari speciali organizzati per gli sbarchi dei migranti

 

foto sbarchi pozzallo“È necessaria ed opportuna l’istituzione di presidi sanitari speciali organizzati sui luoghi di maggiore affluenza di sbarchi dei migranti come Pozzallo ed invito il Governo a prestare più attenzione ed avere maggiore sensibilità riguardo le problematiche legate ai controlli sanitari che scaturiscono dall’emergenza a tutela della salute degli operatori, dei cittadini e nel rispetto di territori a forte rilevanza turistica che potrebbero subire effetti negativi dal poco impegno al riguardo. La Sicilia ed in particolare la provincia di Ragusa presentano le maggiori problematiche per la ricezione dei migranti per cui occorre un’implementazione dei controlli sanitari soprattutto  per gli operatori che ogni giorno svolgono la loro attività confrontandosi con i migranti che provengono dagli Stati africani e dei quali non si conosce il loro effettivo stato di salute. Se i nostri operatori garantiscono il diritto alla salute ai migranti è doveroso che il Governo faccia il possibile per garantirlo agli operatori sanitari che accolgono ogni giorno centinaia di profughi. Una problematica che porrò nuovamente all’attenzione del Governo”. Così Minardo che continua a battere sull’argomento nonostante un suo ordine del giorno non sia stato inserito nel decreto legge immigrazione.

INSIEME IN CITTA’, PASQUETTA NELLA CAVA SANTA DOMENICA DI RAGUSA

1432221725-0-cava-santa-domenica-spettacoli-rinviati-per-colpa-di-chiAnche quest’anno l’associazione culturale Insieme in città propone di trascorrere la Pasquetta nella Cava Santa Domenica.”Potremo così fare un consuntivo dei lavori fin qui eseguiti dal Comune di Ragusa per migliorare l’accessibilità dei luoghi in vista della realizzazione del Parco Urbano dei Valloni e delle Latomie. L’iniziativa vuole essere uno stimolo, nei confronti del Comune, a raccogliere le esigenze e le proposte di utilizzo al meglio del Parco affinché questo venga sentito dai cittadini ragusani come un esempio di bene comune condiviso per la rigenerazione della città”. Il tema dell’escursione sarà quindi: Pasquetta nel Parco Urbano dei Valloni e delle Latomie. L’appuntamento è in Piazza San Giovanni, alle ore 10,00 di lunedì 17 aprile 2017. Da qui si raggiungerà la Via Natalelli per scendere nella Cava. Sarà possibile consumare il pranzo al sacco nello spazio attrezzato sotto gli archi del Ponte Vecchio. Dopo l’intervallo del pranzo è in programma il percorso del sentiero panoramico realizzato dal Comune intorno al Convento del Carmine. L’associazione aggiunge: “Durante la visita vi invitiamo a formulare proposte o osservazioni sulla realizzazione del parco, che saranno discusse in occasione della assemblea ordinaria dei soci che si terrà venerdì 5 maggio alle ore 18,30 nei locali della Parrocchia dell’Angelo Custode, in Corso Vittorio Veneto 328. Ci impegniamo a fare pervenire al Comune gli esiti delle proposte avanzate”.

Successo per il Musical Christi Passio proposto da Cantus Novo

Foto musical scicli 1 (2)Un folto pubblico ha accompagnato le esecuzioni del musical Christi Passio, proposto dal coro e dall’Orchestra “Cantus Novo” per i venerdì della Quaresima in diverse chiese parrocchiali delle diocesi di Ragusa, Noto e Caltagirone. Christi Passio è una Via Crucis musicale scritta e musicata da don Rino Farruggio, poeta e cantautore vittoriese. I brani immergono in un clima di spiritualità e meditazione sulle ultime ore della vita di Gesù: dal tradimento di Giuda all’incontro con le donne e il Cireneo, dall’abbraccio con la Madre Maria al dialogo con i ladroni, fino al momento struggente dell’affidamento a Dio Padre e la morte in Croce, preludio della Resurrezione. La narrazione musicale del dramma del Figlio di Dio che muore è riletta da Rino Farruggio con saggezza teologica e profondità esistenziale nei drammi dell’umanità. Ma l’angoscia nel musical di Farruggio è superata da una luce di speranza: l’amore è invincibile alla morte. La morte s’illude della sua vittoria ma già al terzo giorno Cristo davvero è risorto. La direzione del coro e dell’orchestra è stata magistralmente curata dal Maestro Giovanni Giaquinta che ha guidato nell’interpretazione dei brani i 60 elementi tra coristi e orchestrali, tra cui alcuni musicisti professionisti e i giovani studenti del Liceo Musicale “G. Verga” di Modica e dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania.                                

VITTORIA, SI TEME IL DECLASSAMENTO DEL REPARTO ORTOPEDIA

imgIl Consiglio comunale, nella seduta di lunedì, ha discusso una mozione sul tema della sanità e, in particolar modo, ha puntato l’attenzione sul timore legato al declassamento del reparto di Ortopedia dell’Ospedale Guzzardi. Dopo le dimissioni del precedente primario, infatti, ne è stato nominato uno proveniente da un altro Ospedale della provincia. Sin da subito l’Amministrazione Comunale ha espresso dubbi su questa scelta, temendo che potesse rappresentare il preludio al declassamento di Ortopedia. “Voglio ringraziare il Consiglio comunale e la Presidenza- ha dichiarato il vicesindaco, Andrea La Rosa- per aver permesso un dibattito che ha consentito un confronto sul tema della sanità nel nostro territorio, puntando l’attenzione sia sulle criticità e le difficoltà vissute oggi dalla sanità ipparina che sui rischi legati alla riorganizzazione della rete ospedaliera siciliana e ragusana. Adesso- aggiunge La Rosa- è importante che il civico consenso, in sinergia con l’Amministrazione Comunale, sia attento e predisposto a difendere in ogni sede il nostro nosocomio. Non permetteremo a nessuno di danneggiare la struttura ospedaliera. Ci aspettiamo da parte del Governo regionale e dalle istituzioni di questa provincia segnali concreti e positivi a tutela dei reparti importanti che non potranno essere negati alla nostra città. Condivido la proposta del presidente Nicosia di avviare, in sinergia tra Consiglio e Amministrazione, una interlocuzione con la dirigenza dell’Asp e con le Istituzioni regionali, indispensabile anche per  richiedere all’ Azienda Sanitaria Provinciale un intervento specifico sul reparto di Ortopedia e chiarire ogni dubbio sul tanto temuto   declassamento dello stesso reparto”.

AL “SOL&AGRIFOOD” DI VERONA LA DEGUSTAZIONE PROFESSIONALE DI OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA PROMOSSA DALLA CAMERA DI COMMERIO DI RAGUSA

Rosa Chiaramonte e Giuseppe Cicero a VeronaIl presidente del Consorzio Dop Monti Iblei, Giuseppe Arezzo, in questi giorni al Vinitaly di Verona, che tra l’altro ospita il Sol&Agrifood, per promuovere i prodotti delle aziende associate all’ente consortile di tutela dell’olio extravergine d’oliva, ha partecipato, ieri, alla degustazione professionale promossa, per i buyers nazionali e internazionali, dalla Camera di Commercio di Ragusa. Ad introdurre l’iniziativa il vicepresidente Camcom, Rosa Chiaramonte, mentre a guidare l’appuntamento è stato Giuseppe Cicero, capo panel del comitato di assaggio istituito in seno all’ente camerale. “Non solo l’iniziativa è perfettamente riuscita – commenta il presidente Arezzo – ma c’è stata la concreta opportunità, proprio grazie alla esposizione semplice e allo stesso tempo ricca di contenuti concretizzata per i presenti dal dottore Cicero, di predisporre contatti specifici con potenziali acquirenti dei prodotti delle aziende nostre associate. Insomma, una vetrina di grande prestigio al “Sol&Agrifood” che, non a caso, ci ha permesso di esaltare le qualità del nostro olio extravergine abbinando questo percorso a delle dinamiche di commercializzazione che porteranno dei sicuri benefici per le imprese che il consorzio raggruppa. In questo modo favoriremo ulteriormente il consumo di olio extravergine di oliva Dop che significa fare in modo che ci si avvicini sempre di più al territorio di origine, alla sua storia, alle sue tradizioni, cosicché possa essere apprezzato il frutto del lavoro dell’uomo. Ringraziamo dunque la Camera di Commercio di Ragusa per questa degustazione professionale che ha consentito di ampliare le percezioni sensoriali ai vari partecipanti provenienti da ogni parte d’Italia, d’Europa e, anche, del resto del mondo”.

AL “SOL&AGRIFOOD” DI VERONA IL CONSORZIO DOP MONTI IBLEI

Giuseppe Arezzo, Silvana Raniolo e Giovanni Calcaterra a VeronaTra i prodotti che stanno riscuotendo, in questi giorni, grande successo al Sol&Agrifood, ospitato all’interno del Vinitaly di Verona, anche l’olio della Tenuta Bastonaca. E’ l’extravergine di Carolea, una cultivar originaria della Calabria e che però, anche in provincia di Ragusa, grazie a Silvana Raniolo e Giovanni Calcaterra, che coltivano le loro mille piante di Carolea con metodi naturali, ha conquistato un proprio spazio. “E’ si tratta di uno spazio decisamente di nicchia – dice il presidente del Consorzio Dop Monti Iblei, Giuseppe Arezzo – che, anche a Verona, sta suscitando un notevole interesse. E’ opportuno precisare che quest’olio extravergine, non essendo Dop, non può rientrare tra quelli associati al nostro consorzio. Ma è comunque missione della nostra realtà consortile promuovere tutte le varietà di olio che il territorio è in grado di produrre. Come stiamo facendo in questi giorni a Verona dove le nostre produzioni, ancora una volta, dimostrano di essere tra quelle più pregiate sul piano qualitativo e organolettico, determinando una notevole attenzione da parte dei buyers internazionali”.

 

 

 

Ragusa, Polizia Postale e delle Comunicazioni a rischio chiusura

downloadDe profundis della Polizia Postale e delle Comunicazioni che, a seguito di una annunciata riorganizzazione verrà fortemente ridimensionata nelle sue varie articolazioni periferiche; a farne le spese potrebbe essere anche la Sezione di Polizia Postale di Ragusa. Una scelta insensata, ad avviso del sindacato Silp Cgil, alla luce dell’importanza che stanno assumendo nel quadro generale della criminalità, i reati commessi con attraverso i mezzi informatici (truffe online, cyber bullismo, pedopornografia, furti di identità), destinati a crescere perché legati alla sempre maggiore informatizzazione della nostra società. “Fedeli a quello che è il nostro credo, affermiamo che non si può risparmiare sulla sicurezza; non si possono annullare anni di esperienza e professionalità di colleghi che, a seguito della chiusura degli uffici, verrebbero destinati ad altri incarichi, lasciando così interi territori senza punti di riferimento specifici per il contrasto al crimine informatico. E’ giusto razionalizzare le risorse, ma non tagliando le eccellenze e gli uffici che funzionano, operazione che nello specifico produrrebbe ben pochi effetti”.

Consegnati i diplomi ai dodici nuovi cuochi professionisti alla scuola “Nosco”

????????????????????????????????????

Sono stati consegnati  i diplomi di cuoco professionista ai dodici ragazzi impegnati nel corso di cucina della scuola “Nosco”. Giunto alla sesta edizione, il percorso formativo continua a offrire importanti opportunità di crescita umana e professionale. “La chiusura di una esperienza – sottolinea Tonino Solarino, presidente della Fondazione San Giovanni battista – corrisponde ad un momento di bilancio. Mi auguro che possiate avere appreso competenze professionali specifiche e competenze trasversali come la puntualità, il rispetto e l’impegno che si deve ad ogni impegno. Mi auguro, soprattutto, che riusciate ad essere manager e leader del vostro lavoro, ovvero che siate capaci di ottimizzare le vostre risorse mantenendo una visione ampia. Questo di oggi è un punto di partenza, ma è necessario che si continui ad investire sulla formazione con la consapevolezza e la sana umiltà di chi sa che si può sempre imparare. Giunti al termine del sesto corso di alta cucina è necessario ribadire un grande apprezzamenti a tutto lo staff della scuola Nosco che si conferma una realtà di alto livello”. “Ogni corso è diverso dal precedente – affermano lo chef Giovanni Galesi – e gli strumenti che cerchiamo di offrire sono  uguali per tutti. Sta ad ognuno degli studenti cercare di svilupparli nel miglior modo possibile”. “I giovani con i quali abbiamo lavorato finora – prosegue lo chef Roberto La Cognata – sfatano il luogo comune che li vorrebbe disimpegnati. Il corso che proponiamo è molto impegnativo. Il fatto che negli anni molti di loro abbiano trovato un lavoro nel settore della ristorazione conferma il loro ed il nostro valore”. La fine del corso ha previsto anche la consegna della borsa di studio dedicata a “Simone Carbone”, brillante studente di Nosco scomparso prematuramente. Quest’anno il premio è andata a Luca Craparotta di Augusta.

SERVIZI SOCIALI RAGUSA, PROTESTA DEI SINDACATI PER I TAGLI DECISI DALLA GIUNTA PICCITTO

imageCgil,. Cisl e Uil a seguito della conferenza stampa tenuta dal Sindaco del comune di Ragusa Piccitto e dell’Assessore ai Servizi Sociali Leggio, in riferimento alla prossima scadenza dei servizi gestiti attraverso i cosiddetti fondi Pac, non possono che esprimere forte preoccupazione per il rischio di un possibile smantellamento di importantissimi servizi ( assistenza domiciliari agli anziani, asili nido, servizio di assistenza educativa domiciliare), nonché per il conseguente negativo rischio sul piano occupazionale. I sindacati chiedono all’Amministrazione Comunale di Ragusa di provvedere con risorse del bilancio comunale di riattivare subito i servizi in attesa che si realizzi la nuova programmazione nazionale 2014/2020. “Non si possono lasciare senza alcun servizio le fasce deboli del territorio, quali appunto anziani, bambini, disabili e non ci possiamo permettere, in questa fase delicata dell’economia ragusana, un ulteriore incremento del tasso di disoccupazione. Il Comune di Ragusa da sempre si è distinto per la qualità di assistenza e aiuto alle famiglie e alle persone bisognose, e, pur riconoscendo le difficoltà in capo agli Enti Locali per i tagli avvenuti, appare strano che questa Amministrazione abbia scelto di disperdere tale patrimonio. I sindacati chiedono anche un tavolo di concertazione al fine di individuare strumenti e percorsi utili alla riorganizzazione del welfare locale.

 

NUOVA CONVENZIONE ASP – AVIS RAGUSA

perche-donare2E’ stata firmata dal Dr. Maurizio Aricò Direttore Generale dell’ASP e dal Dr. Paolo Roccuzzo presidente dell’AVIS di Ragusa, la nuova convenzione tra l’ASP e l’AVIS di Ragusa, capofila delle 12 AVIS della provincia. La convenzione  ha la durata di tre anni e  individua gli obiettivi sanitari ed associativi, normando i rapporti economici e le competenze rispetto a materiali di consumo, attrezzature e strumentazioni tecnologiche. Lo schema di convenzione, già approvato con delibera pubblicata la scorsa settimana, rappresenta un raro caso di applicazione di una norma emessa esattamente due mesi fa, offrendo, a tutte le AVIS della provincia di Ragusa, uno strumento straordinario ed efficace che consentirà di operare in modo uniforme ed omogeneo, nella consapevolezza che verranno applicate con scrupolo e rigore tutte le pratiche tecniche e scientifiche previste dalle norme di accreditamento che nel tempo hanno fatto dell’AVIS di Ragusa un esempio virtuoso riconosciuto in tutta Italia. Il Dr. Paolo Roccuzzo ha ringraziato, a conclusione dell’incontro, il Dr. Maurizio Aricò per la sensibilità, lo spirito innovativo e la capacità di dare attuazione a norme recentissime, con tempestività, cogliendo pienamente il senso dell’innovazione, offrendo al contempo, una disponibilità che ha consentito alle AVIS della provincia di Ragusa di essere la prima in Sicilia a dotarsi di una convenzione che regolerà i rapporti di collaborazione per i prossimi tre anni, aprendo una pista che potrà essere seguita in tutta la Regione.

Sicilia. Legge di decadenza dei sindaci, per il Cga il governo regionale deve dichiarare la decadenza congiunta di consigli comunali e sindaci

Il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta al ventesimo vertice antimafia, all'Antico Spedale del Bigallo, Bagno a Ripoli (Firenze), 21 novembre 2014. ANSA/ MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

La regione siciliana ha chiesto, in via d’urgenza, parere consultivo relativo alla legge regionale 6/2017, che prevede la decadenza dei sindaci non solo nei casi di mozione sfiducia ma in tutti i casi in cui decadano i consigli comunali. La questione posta dalla presidenza Crocetta  riguardava l’applicabilità immediata della legge in modo retroattivo, cioè per comuni per i quali si era votato con regole diverse. Il Cga si è pronunciato nel senso che, la disapplicazione da parte della presidenza della Regione di tale articolo di legge, non è possibile e che l’eventuale accezione di incostituzionalità può essere presentata solo  dai soggetti interessati, che sono i sindaci. Croceta quindi informa che entro il 13 aprile si procederà allo scioglimento per i sindaci i cui consigli comunali sono già stati dichiarati decaduti.

COMMEMORAZIONE DEI BRACCIANTI VITTIME DELLE SQUADRE FASCISTE NELL’APRILE 1921

8a1beadb8973011ad8040722ee222785175Mercoledì 12 aprile in piazza San Giovanni, alle ore 18,30, verranno commemorati i braccianti uccisi nella strage del 9 aprile 1921 dalle squadre fasciste capitanate da Filippo Pennavaria.”Una corona di fiori verrà apposta sotto la lapide che ricorda Rosario Occhipinti, Carmelo Vitale e Rosario Gurrieri, vittime innocenti di una violenza che stava per inondare l’Italia intera. I tre braccianti ragusani rappresentano il simbolo della eterna lotta per l’affermazione del diritto dei più deboli ad una società libera dall’oppressione e dallo sfruttamento, e nello stesso tempo la loro sorte testimonia che i tenutari dei privilegi di classe non disdegnano di usare nessun mezzo pur di salvaguardare i loro interessi. Il fascismo, sotto varie forme, ancora oggi ammorba molte parti del pianeta, si chiami razzismo, maschilismo, integralismo, militarismo. Contro di esso si muovono le nuove resistenze: dagli antirazzisti che sostengono i diritti dei migranti alle donne organizzate contro il patriarcato e le sue nefaste conseguenze, dai liberi pensatori e tutti i laici che fanno diga contro ogni forma di imposizione religiosa, agli attivisti NO MUOS e a tutti gli antimilitaristi che ostacolano la militarizzazione dei territori e le politiche di guerra. Il senso della commemorazione delle vittime del 9 aprile 1921 è, pertanto, tutto proiettato nel presente. Un presente che trae linfa vitale nella memoria per costruire un futuro migliore” – scrive Sicilia Libertaria.

LE ECCELLENZE SICILIANE CONQUISTANO IL SALONE DEL MOBILE CON LA PASTICCERIA DI PASQUALE

pasticceria di pasqualeBuona la prima al Salone del Mobile per la Pasticceria Di Pasquale, che ha conquistato il pubblico dell’appuntamento più glamour e più partecipato dell’anno per il design e la creatività italiana. Dopo essere stata presente alla “Vendemmia” di Via Montenapoleone, e dopo aver presentato i suoi prodotti nell’esclusivo temporary shop allestito nel periodo natalizio presso il centralissimo e prestigioso Palazzo dei Giureconsulti, la Pasticceria Di Pasquale è tornata nel cuore pulsante della capitale economica del Paese, che ha anche visto l’affluenza dei molti ragusani presenti all’evento e dei numerosissimi avventori italiani e stranieri, che hanno manifestato il loro apprezzamento anche – ma non soltanto – facendosi ritrarre allo stand, a favore di camera e di social network. Le arancine, i cannoli e l’ormai mitica Torta Savoia hanno conquistato il pubblico della rassegna milanese, confermando di avere tutte le carte in regola per un successo oltre i confini isolani come inconfondibili testimonials dello storico marchio ragusano. Il bilancio della missione milanese è stato un trionfo di sicilianità, anche grazie alle collaborazioni con  Rosso Cinabro e con il marchio Eppecciò, con le cui opere ed oggetti artistici è stato arredato lo spazio espositivo della Pasticceria Di Pasquale. I due marchi, esclusivi ed emergenti, sono interessanti attori della cultura siciliana, impegnati nel recupero dell’antica arte della decorazione dei carretti e del recuperare la memoria ed il fascino dei vecchi giochi da strada. I Maestri di Rosso Cinabro hanno saputo stregare persino Dolce & Gabbana, che hanno portato le loro decorazioni di famosi elettrodomestici al Salone del Mobile, per il secondo anno di fila.

Il nuovo ospedale di Ragusa sarà privo di Neurologia, Lab 2.0: “Errore madornale”

NEUROLOGIA“Da quanto abbiamo potuto appurare, la nuova rete ospedaliera approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana, presenta delle gravi carenze che riguardano la città di Ragusa e in particolare il costruendo nuovo nuovo ospedale Giovanni Paolo II che sarà privo del reparto di Neurologia”. Lo denuncia il direttivo del Laboratorio politico 2.0. “Nonostante la sua classificazione come DEA di I livello, cioè Dipartimento di Emergenza Urgenza e Accettazione di riferimento per un’area – spiegano da Lab 2.0 – alla struttura sanitaria della nostra città mancherà l’Unità Operativa Complessa di Neurologia. Reparto di grande rilevanza che, invece, sarà presente sia al Guzzardi di Vittoria che al Maggiore di Modica. Nella città della Contea, addirittura, saranno aumentati i posti letto proprio di Neurologia. Nel Piano, invece, lo stesso reparto è incomprensibilmente assente a Ragusa”. “Viene spontaneo, dunque, chiedersi: il primo cittadino che fa? E la deputazione? – si interrogano – Abbiamo l’impressione che l’attenzione su questo tema sia calata, che l’amministrazione comunale non se ne voglia occupare e che la deputazione iblea, come dire?, stia dormendo, forse più impegnata in passerelle e cene romane con discutibili e inconcludenti compagnie per stringere patti al mollusco (come riportano i giornali) piuttosto che a lavorare per ottenere risultati. Intendiamoci: siamo lieti che il Guzzardi di Vittoria e il Maggiore di Modica siano stati elevati entrambi a “spoke”, che la provincia, dunque, avrà ben tre dipartimenti d’emergenza e accettazione e riteniamo che sia un vantaggio per gli oltre 300mila abitanti del nostro territorio. Ma lasciare che il nuovo ospedale di Ragusa, che ancora da inaugurare sarà quindi un presidio all’avanguardia per tutti gli iblei, possa rimanere privo di Neurologia è un errore madornale che va corretto al più presto”. “I cittadini della provincia – concludono dal Lab 2.0 – si aspettano che i tre Dea siano strutture alla pari in grado di garantire la stessa offerta sanitaria e su questo aspetto vorremmo sentire l’amministrazione comunale e i parlamentari fare la voce grossa”.

Ragusa, doccia a pagamento alla piscina comunale

1396118318-riapre-la-piscina-comunale-di-ragusa“La pratica di alcune discipline sportive di larga diffusione come il nuoto non dovrebbe comportare spese eccessive per le famiglie, soprattutto se effettuate in una struttura comunale. Ci spiace sottolineare che, purtroppo, a Ragusa non è così. Non vogliamo dire che sia diventato un lusso. Ma poco ci manca”. A denunciarlo il portavoce cittadino di Territorio, Emanuele Distefano, assieme al responsabile degli enti locali, Michele Tasca, dopo le numerose segnalazioni ricevute in questo senso. “Lasciando stare il canone mensile che le società per le loro attività devono corrispondere al Comune e su cui possiamo anche essere d’accordo – sottolineano Distefano e Tasca – non si può sottacere il fatto che gli utenti siano costretti a corrispondere tutta una serie di balzelli anche per l’utilizzo di una serie di servizi connessi, non ultimo la doccia dopo aver fatto attività che può essere attivata attraverso una tessera magnetica da ricaricare con un tot di euro. Già un intervento del genere si rendeva necessario per il phon e quindi per asciugarsi i capelli. Ora bisogna pagare pure per lavarsi. Ora, sul fatto che un impianto del genere, e ci riferiamo alla piscina comunale di contrada Selvaggio, debba sopportare dei costi, anche ingenti, non ci sono dubbi. Ma non ci spieghiamo le ragioni per cui questi costi se li debba sobbarcare il cittadino che, tra l’altro, in questi ultimi anni, è stato costretto a sborsare tasse non da poco. Chiediamo, dunque, alla stessa Amministrazione comunale di rivedere al ribasso questi costi”.

 

 

Ragusa, consultazione online per conoscere l’opinion e dei cittadini sulla destinazione del City

 

downloadConoscere, attraverso una consultazione online, l’opinione dei cittadini sulla destinazione che potrebbe essere data  al “City”, struttura comunale ubicata all’interno del Parco Giovanni Paolo II di Via Natalelli. Tale consultazione già avviata dall’Amministrazione comunale il 1° aprile scorso, si concluderà il 15 maggio prossimo.  Per poter “votare” è necessario registrarsi accedendo al link: www.votofacile.it ed utilizzare come password il numero della propria tessera elettorale.

 

“ROMANTICAMENTE… POLONIA” INCANTA IL PUBBLICO DI MELODICA

foto4Una rilettura attenta e al tempo stesso grintosa dei grandi capolavori della musica polacca, gemme incontrastate della letteratura pianistica e flaustica, brani dalle eccezionali sonorità, alcuni dei quali complessi e complicati da eseguire ma di assoluto grande fascino. Al teatro Don Bosco di Ragusa, il duo composto dal flautista Henryk Blazej e dalla pianista Teresa Kaban, ha eseguito un programma dedicato a famosi autori polacchi del periodo romantico a partire dal grande Chopin. La 22° stagione concertistica internazionale “Melodica”, patrocinata dall’Assessorato agli Spettacoli del Comune di Ragusa con la direzione artistica della pianista Diana Nocchiero, ha dunque ospitato questi due eccezionali musicisti. Un duo molto ben collaudato che ha saputo fornire una prova esemplare, eseguendo il programma proposto in maniera impeccabile, mettendone in luce ogni più piccolo dettaglio grazie ad un suono morbido ed elegante e a un fraseggio piacevole e naturale. Tante le emozioni trasmesse da questo fantastico duo al numeroso pubblico presente  che entusiasta ha applaudito con tanto calore  chiedendo  più volte  bis. La stagione concertistica internazionale Melodica colpisce sempre nel segno anche perché ha storia, ormai ventidue anni,  poesia e anima. Prossimo appuntamento “Dal Barocco al Tango” sabato 22 aprile con altri due grandi artisti: Linda Hedlund al violino e Domenico Del Giudice alla chitarra. Per info è possibile visitare il sito internet www.melodicaweb.it

 

 

 

L’ARTE DEL MAESTRO INCISORE SANDRO BRACCHITTA TRA LE COLLEZIONI DEL GABINETTO DISEGNI E STAMPE DEGLI UFFIZI DI FIRENZE

foto_consegna03L’opera dell’artista ragusano Sandro Bracchitta, maestro incisore tra i più noti in Italia, tra le collezioni del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi di Firenze. La notizia è arrivata qualche giorno fa direttamente da Diego Galizzi, responsabile del Museo Civico delle Cappuccine a Bagnacavallo, che ha consegnato a Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi del capoluogo toscano, l’opera “Contenitori ciclici” dell’artista siciliano, opera vincitrice della 1a Biennale di incisione “Giuseppe Maestri” che si è svolta nel dicembre 2015. Un onore per il maestro incisore Bracchitta la cui arte da adesso siederà accanto ai disegni e alle opere dei più grandi artisti di tutti i tempi, come Botticelli, Michelangelo e Raffaello, solo per citarne alcuni. Il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, che si trova al primo piano della Galleria degli Uffizi, ospita infatti una delle raccolte grafiche più importanti del mondo. Iniziata nella seconda metà del Seicento dal Cardinale Leopoldo de’ Medici, la collezione è cresciuta nel corso dei secoli, fino ad ospitare ad oggi oltre 150.000 tra disegni e stampe. Si tratta di opere che spaziano dal Trecento fino ai nostri giorni, con una maggiore presenza di autori italiani che non esclude comunque una significativa partecipazione anche di artisti stranieri. La corrente maggiormente presente è quella del Rinascimento, in particolare fiorentino e toscano, ma con gli anni è cresciuta anche la rappresentanza delle scuole straniere e la presenza di artisti contemporanei. L’opera “Contenitori ciclici”, conservata adesso nel Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, nasce dal mix tra puntasecca, carborundum e acidatura. Il Museo di Bagnacavallo ha curato la tiratura in pochi esemplari dell’opera che, oltre agli Uffizi, sono stati acquisiti anche dalla Biblioteca Apostolica Vaticana, la Calcografia Nazionale e il Museo della Grafica di Pisa. La notizia del suo inserimento tra le collezioni del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e di queste altre importanti istituzioni, si aggiunge ai tanti successi, premi e apprezzamenti, in Italia e all’estero, che il maestro incisore ha ricevuto in questi ultimi anni, grazie alla sua apprezzata capacità di combinare colore e linguaggio grafico, tecnica incisoria ed espressività emozionale.

Scroll To Top
Descargar musica