27-04-2017
Ti trovi qui: Home » attualità (pagina 3)

Archivio della categoria: attualità

Consegnati i diplomi ai dodici nuovi cuochi professionisti alla scuola “Nosco”

????????????????????????????????????

Sono stati consegnati  i diplomi di cuoco professionista ai dodici ragazzi impegnati nel corso di cucina della scuola “Nosco”. Giunto alla sesta edizione, il percorso formativo continua a offrire importanti opportunità di crescita umana e professionale. “La chiusura di una esperienza – sottolinea Tonino Solarino, presidente della Fondazione San Giovanni battista – corrisponde ad un momento di bilancio. Mi auguro che possiate avere appreso competenze professionali specifiche e competenze trasversali come la puntualità, il rispetto e l’impegno che si deve ad ogni impegno. Mi auguro, soprattutto, che riusciate ad essere manager e leader del vostro lavoro, ovvero che siate capaci di ottimizzare le vostre risorse mantenendo una visione ampia. Questo di oggi è un punto di partenza, ma è necessario che si continui ad investire sulla formazione con la consapevolezza e la sana umiltà di chi sa che si può sempre imparare. Giunti al termine del sesto corso di alta cucina è necessario ribadire un grande apprezzamenti a tutto lo staff della scuola Nosco che si conferma una realtà di alto livello”. “Ogni corso è diverso dal precedente – affermano lo chef Giovanni Galesi – e gli strumenti che cerchiamo di offrire sono  uguali per tutti. Sta ad ognuno degli studenti cercare di svilupparli nel miglior modo possibile”. “I giovani con i quali abbiamo lavorato finora – prosegue lo chef Roberto La Cognata – sfatano il luogo comune che li vorrebbe disimpegnati. Il corso che proponiamo è molto impegnativo. Il fatto che negli anni molti di loro abbiano trovato un lavoro nel settore della ristorazione conferma il loro ed il nostro valore”. La fine del corso ha previsto anche la consegna della borsa di studio dedicata a “Simone Carbone”, brillante studente di Nosco scomparso prematuramente. Quest’anno il premio è andata a Luca Craparotta di Augusta.

SERVIZI SOCIALI RAGUSA, PROTESTA DEI SINDACATI PER I TAGLI DECISI DALLA GIUNTA PICCITTO

imageCgil,. Cisl e Uil a seguito della conferenza stampa tenuta dal Sindaco del comune di Ragusa Piccitto e dell’Assessore ai Servizi Sociali Leggio, in riferimento alla prossima scadenza dei servizi gestiti attraverso i cosiddetti fondi Pac, non possono che esprimere forte preoccupazione per il rischio di un possibile smantellamento di importantissimi servizi ( assistenza domiciliari agli anziani, asili nido, servizio di assistenza educativa domiciliare), nonché per il conseguente negativo rischio sul piano occupazionale. I sindacati chiedono all’Amministrazione Comunale di Ragusa di provvedere con risorse del bilancio comunale di riattivare subito i servizi in attesa che si realizzi la nuova programmazione nazionale 2014/2020. “Non si possono lasciare senza alcun servizio le fasce deboli del territorio, quali appunto anziani, bambini, disabili e non ci possiamo permettere, in questa fase delicata dell’economia ragusana, un ulteriore incremento del tasso di disoccupazione. Il Comune di Ragusa da sempre si è distinto per la qualità di assistenza e aiuto alle famiglie e alle persone bisognose, e, pur riconoscendo le difficoltà in capo agli Enti Locali per i tagli avvenuti, appare strano che questa Amministrazione abbia scelto di disperdere tale patrimonio. I sindacati chiedono anche un tavolo di concertazione al fine di individuare strumenti e percorsi utili alla riorganizzazione del welfare locale.

 

NUOVA CONVENZIONE ASP – AVIS RAGUSA

perche-donare2E’ stata firmata dal Dr. Maurizio Aricò Direttore Generale dell’ASP e dal Dr. Paolo Roccuzzo presidente dell’AVIS di Ragusa, la nuova convenzione tra l’ASP e l’AVIS di Ragusa, capofila delle 12 AVIS della provincia. La convenzione  ha la durata di tre anni e  individua gli obiettivi sanitari ed associativi, normando i rapporti economici e le competenze rispetto a materiali di consumo, attrezzature e strumentazioni tecnologiche. Lo schema di convenzione, già approvato con delibera pubblicata la scorsa settimana, rappresenta un raro caso di applicazione di una norma emessa esattamente due mesi fa, offrendo, a tutte le AVIS della provincia di Ragusa, uno strumento straordinario ed efficace che consentirà di operare in modo uniforme ed omogeneo, nella consapevolezza che verranno applicate con scrupolo e rigore tutte le pratiche tecniche e scientifiche previste dalle norme di accreditamento che nel tempo hanno fatto dell’AVIS di Ragusa un esempio virtuoso riconosciuto in tutta Italia. Il Dr. Paolo Roccuzzo ha ringraziato, a conclusione dell’incontro, il Dr. Maurizio Aricò per la sensibilità, lo spirito innovativo e la capacità di dare attuazione a norme recentissime, con tempestività, cogliendo pienamente il senso dell’innovazione, offrendo al contempo, una disponibilità che ha consentito alle AVIS della provincia di Ragusa di essere la prima in Sicilia a dotarsi di una convenzione che regolerà i rapporti di collaborazione per i prossimi tre anni, aprendo una pista che potrà essere seguita in tutta la Regione.

Sicilia. Legge di decadenza dei sindaci, per il Cga il governo regionale deve dichiarare la decadenza congiunta di consigli comunali e sindaci

Il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta al ventesimo vertice antimafia, all'Antico Spedale del Bigallo, Bagno a Ripoli (Firenze), 21 novembre 2014. ANSA/ MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

La regione siciliana ha chiesto, in via d’urgenza, parere consultivo relativo alla legge regionale 6/2017, che prevede la decadenza dei sindaci non solo nei casi di mozione sfiducia ma in tutti i casi in cui decadano i consigli comunali. La questione posta dalla presidenza Crocetta  riguardava l’applicabilità immediata della legge in modo retroattivo, cioè per comuni per i quali si era votato con regole diverse. Il Cga si è pronunciato nel senso che, la disapplicazione da parte della presidenza della Regione di tale articolo di legge, non è possibile e che l’eventuale accezione di incostituzionalità può essere presentata solo  dai soggetti interessati, che sono i sindaci. Croceta quindi informa che entro il 13 aprile si procederà allo scioglimento per i sindaci i cui consigli comunali sono già stati dichiarati decaduti.

COMMEMORAZIONE DEI BRACCIANTI VITTIME DELLE SQUADRE FASCISTE NELL’APRILE 1921

8a1beadb8973011ad8040722ee222785175Mercoledì 12 aprile in piazza San Giovanni, alle ore 18,30, verranno commemorati i braccianti uccisi nella strage del 9 aprile 1921 dalle squadre fasciste capitanate da Filippo Pennavaria.”Una corona di fiori verrà apposta sotto la lapide che ricorda Rosario Occhipinti, Carmelo Vitale e Rosario Gurrieri, vittime innocenti di una violenza che stava per inondare l’Italia intera. I tre braccianti ragusani rappresentano il simbolo della eterna lotta per l’affermazione del diritto dei più deboli ad una società libera dall’oppressione e dallo sfruttamento, e nello stesso tempo la loro sorte testimonia che i tenutari dei privilegi di classe non disdegnano di usare nessun mezzo pur di salvaguardare i loro interessi. Il fascismo, sotto varie forme, ancora oggi ammorba molte parti del pianeta, si chiami razzismo, maschilismo, integralismo, militarismo. Contro di esso si muovono le nuove resistenze: dagli antirazzisti che sostengono i diritti dei migranti alle donne organizzate contro il patriarcato e le sue nefaste conseguenze, dai liberi pensatori e tutti i laici che fanno diga contro ogni forma di imposizione religiosa, agli attivisti NO MUOS e a tutti gli antimilitaristi che ostacolano la militarizzazione dei territori e le politiche di guerra. Il senso della commemorazione delle vittime del 9 aprile 1921 è, pertanto, tutto proiettato nel presente. Un presente che trae linfa vitale nella memoria per costruire un futuro migliore” – scrive Sicilia Libertaria.

LE ECCELLENZE SICILIANE CONQUISTANO IL SALONE DEL MOBILE CON LA PASTICCERIA DI PASQUALE

pasticceria di pasqualeBuona la prima al Salone del Mobile per la Pasticceria Di Pasquale, che ha conquistato il pubblico dell’appuntamento più glamour e più partecipato dell’anno per il design e la creatività italiana. Dopo essere stata presente alla “Vendemmia” di Via Montenapoleone, e dopo aver presentato i suoi prodotti nell’esclusivo temporary shop allestito nel periodo natalizio presso il centralissimo e prestigioso Palazzo dei Giureconsulti, la Pasticceria Di Pasquale è tornata nel cuore pulsante della capitale economica del Paese, che ha anche visto l’affluenza dei molti ragusani presenti all’evento e dei numerosissimi avventori italiani e stranieri, che hanno manifestato il loro apprezzamento anche – ma non soltanto – facendosi ritrarre allo stand, a favore di camera e di social network. Le arancine, i cannoli e l’ormai mitica Torta Savoia hanno conquistato il pubblico della rassegna milanese, confermando di avere tutte le carte in regola per un successo oltre i confini isolani come inconfondibili testimonials dello storico marchio ragusano. Il bilancio della missione milanese è stato un trionfo di sicilianità, anche grazie alle collaborazioni con  Rosso Cinabro e con il marchio Eppecciò, con le cui opere ed oggetti artistici è stato arredato lo spazio espositivo della Pasticceria Di Pasquale. I due marchi, esclusivi ed emergenti, sono interessanti attori della cultura siciliana, impegnati nel recupero dell’antica arte della decorazione dei carretti e del recuperare la memoria ed il fascino dei vecchi giochi da strada. I Maestri di Rosso Cinabro hanno saputo stregare persino Dolce & Gabbana, che hanno portato le loro decorazioni di famosi elettrodomestici al Salone del Mobile, per il secondo anno di fila.

Il nuovo ospedale di Ragusa sarà privo di Neurologia, Lab 2.0: “Errore madornale”

NEUROLOGIA“Da quanto abbiamo potuto appurare, la nuova rete ospedaliera approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana, presenta delle gravi carenze che riguardano la città di Ragusa e in particolare il costruendo nuovo nuovo ospedale Giovanni Paolo II che sarà privo del reparto di Neurologia”. Lo denuncia il direttivo del Laboratorio politico 2.0. “Nonostante la sua classificazione come DEA di I livello, cioè Dipartimento di Emergenza Urgenza e Accettazione di riferimento per un’area – spiegano da Lab 2.0 – alla struttura sanitaria della nostra città mancherà l’Unità Operativa Complessa di Neurologia. Reparto di grande rilevanza che, invece, sarà presente sia al Guzzardi di Vittoria che al Maggiore di Modica. Nella città della Contea, addirittura, saranno aumentati i posti letto proprio di Neurologia. Nel Piano, invece, lo stesso reparto è incomprensibilmente assente a Ragusa”. “Viene spontaneo, dunque, chiedersi: il primo cittadino che fa? E la deputazione? – si interrogano – Abbiamo l’impressione che l’attenzione su questo tema sia calata, che l’amministrazione comunale non se ne voglia occupare e che la deputazione iblea, come dire?, stia dormendo, forse più impegnata in passerelle e cene romane con discutibili e inconcludenti compagnie per stringere patti al mollusco (come riportano i giornali) piuttosto che a lavorare per ottenere risultati. Intendiamoci: siamo lieti che il Guzzardi di Vittoria e il Maggiore di Modica siano stati elevati entrambi a “spoke”, che la provincia, dunque, avrà ben tre dipartimenti d’emergenza e accettazione e riteniamo che sia un vantaggio per gli oltre 300mila abitanti del nostro territorio. Ma lasciare che il nuovo ospedale di Ragusa, che ancora da inaugurare sarà quindi un presidio all’avanguardia per tutti gli iblei, possa rimanere privo di Neurologia è un errore madornale che va corretto al più presto”. “I cittadini della provincia – concludono dal Lab 2.0 – si aspettano che i tre Dea siano strutture alla pari in grado di garantire la stessa offerta sanitaria e su questo aspetto vorremmo sentire l’amministrazione comunale e i parlamentari fare la voce grossa”.

Ragusa, doccia a pagamento alla piscina comunale

1396118318-riapre-la-piscina-comunale-di-ragusa“La pratica di alcune discipline sportive di larga diffusione come il nuoto non dovrebbe comportare spese eccessive per le famiglie, soprattutto se effettuate in una struttura comunale. Ci spiace sottolineare che, purtroppo, a Ragusa non è così. Non vogliamo dire che sia diventato un lusso. Ma poco ci manca”. A denunciarlo il portavoce cittadino di Territorio, Emanuele Distefano, assieme al responsabile degli enti locali, Michele Tasca, dopo le numerose segnalazioni ricevute in questo senso. “Lasciando stare il canone mensile che le società per le loro attività devono corrispondere al Comune e su cui possiamo anche essere d’accordo – sottolineano Distefano e Tasca – non si può sottacere il fatto che gli utenti siano costretti a corrispondere tutta una serie di balzelli anche per l’utilizzo di una serie di servizi connessi, non ultimo la doccia dopo aver fatto attività che può essere attivata attraverso una tessera magnetica da ricaricare con un tot di euro. Già un intervento del genere si rendeva necessario per il phon e quindi per asciugarsi i capelli. Ora bisogna pagare pure per lavarsi. Ora, sul fatto che un impianto del genere, e ci riferiamo alla piscina comunale di contrada Selvaggio, debba sopportare dei costi, anche ingenti, non ci sono dubbi. Ma non ci spieghiamo le ragioni per cui questi costi se li debba sobbarcare il cittadino che, tra l’altro, in questi ultimi anni, è stato costretto a sborsare tasse non da poco. Chiediamo, dunque, alla stessa Amministrazione comunale di rivedere al ribasso questi costi”.

 

 

Ragusa, consultazione online per conoscere l’opinion e dei cittadini sulla destinazione del City

 

downloadConoscere, attraverso una consultazione online, l’opinione dei cittadini sulla destinazione che potrebbe essere data  al “City”, struttura comunale ubicata all’interno del Parco Giovanni Paolo II di Via Natalelli. Tale consultazione già avviata dall’Amministrazione comunale il 1° aprile scorso, si concluderà il 15 maggio prossimo.  Per poter “votare” è necessario registrarsi accedendo al link: www.votofacile.it ed utilizzare come password il numero della propria tessera elettorale.

 

“ROMANTICAMENTE… POLONIA” INCANTA IL PUBBLICO DI MELODICA

foto4Una rilettura attenta e al tempo stesso grintosa dei grandi capolavori della musica polacca, gemme incontrastate della letteratura pianistica e flaustica, brani dalle eccezionali sonorità, alcuni dei quali complessi e complicati da eseguire ma di assoluto grande fascino. Al teatro Don Bosco di Ragusa, il duo composto dal flautista Henryk Blazej e dalla pianista Teresa Kaban, ha eseguito un programma dedicato a famosi autori polacchi del periodo romantico a partire dal grande Chopin. La 22° stagione concertistica internazionale “Melodica”, patrocinata dall’Assessorato agli Spettacoli del Comune di Ragusa con la direzione artistica della pianista Diana Nocchiero, ha dunque ospitato questi due eccezionali musicisti. Un duo molto ben collaudato che ha saputo fornire una prova esemplare, eseguendo il programma proposto in maniera impeccabile, mettendone in luce ogni più piccolo dettaglio grazie ad un suono morbido ed elegante e a un fraseggio piacevole e naturale. Tante le emozioni trasmesse da questo fantastico duo al numeroso pubblico presente  che entusiasta ha applaudito con tanto calore  chiedendo  più volte  bis. La stagione concertistica internazionale Melodica colpisce sempre nel segno anche perché ha storia, ormai ventidue anni,  poesia e anima. Prossimo appuntamento “Dal Barocco al Tango” sabato 22 aprile con altri due grandi artisti: Linda Hedlund al violino e Domenico Del Giudice alla chitarra. Per info è possibile visitare il sito internet www.melodicaweb.it

 

 

 

L’ARTE DEL MAESTRO INCISORE SANDRO BRACCHITTA TRA LE COLLEZIONI DEL GABINETTO DISEGNI E STAMPE DEGLI UFFIZI DI FIRENZE

foto_consegna03L’opera dell’artista ragusano Sandro Bracchitta, maestro incisore tra i più noti in Italia, tra le collezioni del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi di Firenze. La notizia è arrivata qualche giorno fa direttamente da Diego Galizzi, responsabile del Museo Civico delle Cappuccine a Bagnacavallo, che ha consegnato a Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi del capoluogo toscano, l’opera “Contenitori ciclici” dell’artista siciliano, opera vincitrice della 1a Biennale di incisione “Giuseppe Maestri” che si è svolta nel dicembre 2015. Un onore per il maestro incisore Bracchitta la cui arte da adesso siederà accanto ai disegni e alle opere dei più grandi artisti di tutti i tempi, come Botticelli, Michelangelo e Raffaello, solo per citarne alcuni. Il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, che si trova al primo piano della Galleria degli Uffizi, ospita infatti una delle raccolte grafiche più importanti del mondo. Iniziata nella seconda metà del Seicento dal Cardinale Leopoldo de’ Medici, la collezione è cresciuta nel corso dei secoli, fino ad ospitare ad oggi oltre 150.000 tra disegni e stampe. Si tratta di opere che spaziano dal Trecento fino ai nostri giorni, con una maggiore presenza di autori italiani che non esclude comunque una significativa partecipazione anche di artisti stranieri. La corrente maggiormente presente è quella del Rinascimento, in particolare fiorentino e toscano, ma con gli anni è cresciuta anche la rappresentanza delle scuole straniere e la presenza di artisti contemporanei. L’opera “Contenitori ciclici”, conservata adesso nel Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, nasce dal mix tra puntasecca, carborundum e acidatura. Il Museo di Bagnacavallo ha curato la tiratura in pochi esemplari dell’opera che, oltre agli Uffizi, sono stati acquisiti anche dalla Biblioteca Apostolica Vaticana, la Calcografia Nazionale e il Museo della Grafica di Pisa. La notizia del suo inserimento tra le collezioni del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e di queste altre importanti istituzioni, si aggiunge ai tanti successi, premi e apprezzamenti, in Italia e all’estero, che il maestro incisore ha ricevuto in questi ultimi anni, grazie alla sua apprezzata capacità di combinare colore e linguaggio grafico, tecnica incisoria ed espressività emozionale.

 Ragusa, consegnate alla Scuola Palazzello due aule didattiche all’aperto

20170407_115129La scuola Palazzello può contare da oggi su due nuove aule didattiche che sono state realizzare dal Comune in una zona del cortile interno. Le strutture che consentiranno ad insegnanti ed alunni di potere svolgere attività didattiche anche all’aperto, sono state consegnate ufficialmente stamane dal  sindaco Federico Piccitto al dirigente scolastico reggente dott. Francesco Musarra, presente la vice dirigente prof.ssa Angela Grande. La giornata è stata occasione di gran festa per la scuola con la presenza degli alunni di due classi nelle nuove aule didattiche. Gli studenti, diretti dall’insegnante Carmen Fiducia si sono esibiti con dei canti appositamente preparati per l’occasione. Il sindaco Federico Piccitto cogliendo l’occasione dell’incontro con insegnanti ed alunni, ha anche preannunciato che è intenzione del Comune realizzare nella scuola Palazzello  una tensostruttura utile a diverse iniziative culturali.

 

 

Interventi migliorativi per l’istituto comprensivo “Quasimodo” di Marina di Ragusa

 

IMG_20170406_112505L’Amministrazione comunale ha programmato e realizzato una serie di importanti  interventi presso la sede dell’Istituto comprensivo “Quasimodo” di Marina di Ragusa. I lavori hanno riguardato in particolare l’ampliamento della scuola elementare e media  in cui sono state realizzate due nuove aule,   un disimpegno  ed  migliorata la distribuzione di alcuni spazi esterni. Per quanto concerne invece la scuola materna dello steso istituto sono in fase di completamento i lavori di sistemazione delle aree a verde, la realizzazione di viali, di un orto botanico e di alcune attrezzature ludiche. “Questi interventi – ha dichiarato il sindaco Federico Piccitto nel corso di un sopralluogo realizzato ieri assieme ai i tecnici comunali Emanuele Russo e Giovanni Guardiano  –  consentiranno di migliorare la situazione complessiva, sia della scuola materna in cui stiamo procedendo a sistemare  in maniera razionale gli spazi esterni, sia della scuola elementare e media che avrà a disposizione due aule in più”.

 

 

 

 

RAGUSA, DURA PROTESTA DEI DOCENTI DEL SERVIZIO DI DOPOSCUOLA IN CONSIGLIO COMUNALE

20170406_194430“La levata di scudi contro l’Amministrazione comunale per la scelta di sopprimere il servizio di doposcuola e attività integrative nelle classi cittadine della scuola dell’obbligo, oltre che per i motivi già sottolineati da alcuni colleghi dell’opposizione, ha bisogno di essere motivata ulteriormente con alcune circostanze oggettive”. Ad evidenziarlo è la consigliera comunale di Insieme, Elisa Marino, a nome dell’intero gruppo, dopo un confronto con i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi di Ragusa e dopo la dura protesta degli stessi insegnanti ieri sera in seno al civico consesso. “La situazione è così grave – afferma Marino assieme agli altri componenti del gruppo consiliare Insieme – da avere spinto alcuni presidi a sottoscrivere una lettera inviata all’Amministrazione comunale in cui si mettono in luce tutta una serie di difficoltà con cui, mancando i suddetti insegnanti, bisognerà fare i conti a partire dalla prossima stagione scolastica. Le docenti comunali del servizio doposcuola, infatti, avendo acquisito nel corso degli anni una specifica professionalità, aiutavano i colleghi a gestire nelle classi gli alunni per i quali necessitavano maggiori attenzioni, che risultavano essere più indietro sul piano dell’apprendimento. Ci sono stati, nel corso di questa stagione scolastica, numerosi casi. La maggior parte riguarda i bambini stranieri che arrivano durante l’anno e che, naturalmente, hanno bisogno di migliorare la propria alfabetizzazione. Per cui le docenti comunali in questione si occupavano di aiutarli a scrivere, a parlare in modo corretto, ad esprimersi. Nel momento in cui il personale in questione viene a mancare, i dirigenti scolastici si troveranno a fare i conti con problematiche molto serie. Ciascuno di questi insegnanti, poi, nelle varie scuole cittadine, ha raggiunto un invidiabile grado di specializzazione sulla base delle competenze maturate. Inoltre, è ormai da decenni che operavano. Alcuni tra questi riescono ad integrare anche l’azione dei docenti di sostegno che, ormai, operano per pochissime ore. Avevano acquisito una preparazione personale notevole e risultano essere indispensabili, stando a quanto ci riferiscono i dirigenti scolastici, non solo sul piano professionale ma anche dal punto di vista umano. Ecco perché chiediamo all’Amministrazione comunale, così come tra l’altro hanno fatto ieri i genitori degli studenti molto preoccupati per quanto sta accadendo, di non smantellare questa rete fondamentale dal punto di vista del welfare scolastico e di rivedere la decisione assunta con delibera della Giunta municipale. E’ opportuno riconoscere che è stata una scelta sbagliata e tornare indietro non sarebbe l’ammissione di un errore bensì l’avere acquisito piena consapevolezza che le scuole dell’obbligo della nostra città non possono rinunciare a un simile essenziale servizio”.

RAGUSA, INSEGNANTI ASILI NIDO. PARTECIPIAMO ATTACCA PICCITTO

asilo-nido1Giovanni Iacono va giù duro e scrive: “Il sindaco 5 stelle al Comune di Ragusa, dopo averci tentato già negli anni scorsi, ha  realizzato il suo obiettivo : cancellare la figura dei docenti comunali che per decenni hanno svolto un encomiabile servizio di doposcuola e attività integrative presso le scuole dell’obbligo. Vedremo cosa metteranno adesso sul blog nazionale perché i grillini di Modica, sullo stesso argomento riguardante il comune di Modica, hanno attaccato il sindaco Abbate dicendo che ‘la soppressione del servizio è una sconfitta per il sociale, per la cultura, per la città tutta. Il sindaco e l’assessore-consigliere,  non hanno compreso che ‘prevenire, eliminare o ridurre le condizioni di bisogno e di disagio individuale e familiare’ oltre ad essere scritto nella Costituzione è la principale ragione di chi amministra la cosa pubblica e si impegna in politica. Non hanno voluto dare alcuna attenzione ai genitori e ai bambini bisognosi del sostegno, non hanno dato alcuna attenzione alla lettera formale che gli era stata avanzata il 31 marzo scorso dai Dirigenti scolastici che chiedeva una conferenza di servizio. Non hanno nemmeno seguito il corretto iter previsto per le relazioni sindacali. La delibera di soppressione è stata votata da 3 assessori su 6 compresi i due che, per la prima volta al comune di Ragusa, sono al contempo consiglieri ed assessori.  Abbiamo già spiegato nelle interrogazioni le ragioni del perché riteniamo inaccettabile questa decisione, unilaterale ed irresponsabile, di Piccitto ed aggiungiamo che anche l’iter procedurale su questa vicenda che ha ‘cancellato’, di fatto, il ruolo del Consiglio Comunale è errato.  Contrasteremo, politicamente e civicamente, questa ennesima, dannosa,  scelta dei 5 stelle che colpisce la Città nel profondo della sua storia e sensibilità nel welfare locale e nelle politiche sociali, educative e dell’integrazione”.

Scicli aderisce allo Slow Food Day col fagiolo cosaruciaro

Fagiolo_cosaruciaro_di_Scicli_Slow_Food_2In occasione dello Slow Food Day, in programma sabato 8 aprile, l’amministrazione comunale di Scicli, in collaborazione con slow food Ragusa e il Consorzio dei produttori del fagiolo cosaruciari di Scicli ed il contributo dell’associazione culturale Sem, promuove la giornata del fagiolo cosaruciaro di Scicli, presidio Slow Food. “Si tratta di una eccellenza del territorio -spiega l’assessore allo sviluppo economico Viviana Pitrolo- la cui produzione è stata recuperata negli ultimi anni”. “Cosaruciaro” sta, in dialetto, per “cosa dolce”, e indica le qualità di gusto di questo legume oggi diventato ricercatissimo e di pregio nella cucina gourmet. Sabato, i ristoranti della città esporranno una locandina in cui indicheranno l’adesione all’iniziativa. Ciascun ristoratore metterà in menu un piatto legato all’uso di questo dolcissimo fagiolo, facendo così un recupero della tradizione gastronomica e una valorizzazione del territorio con tanto di certificazione Slow Food.

 

Il Comune di Ragusa promuove il coworking nei locali del City

city-ragusa-homeOtto giovani professionisti che hanno risposto alla manifestazione d’interesse del Comune per partecipare ad un progetto pilota sperimentale di coworking avranno a disposizione da lunedì promosso alcuni dei locali del City  ubicati all’interno del Parco Giovanni Paolo II. Nella long list predisposta per l’assegnazione di appositi spazi attrezzati dove praticare esperienze di coworking figurano professionisti impegnati nel campo dell’architettura, del marketing turistico,  nella consulenza aziendale, nella sicurezza nei luoghi di lavoro, nello studio e conoscenza della cultura e della lingua italiana  rivolta agli stranieri. “Il coworking – spiega l’amministrazione-  è una modalità  lavorativa che presuppone la condivisione di un ambiente di lavoro da parte di diversi soggetti che hanno attività indipendenti. Lo spazio del City messo a disposizione dal Comune, diventa nel contempo anche un luogo d’incontro, di scambi professionali e di potenziali rapporti sinergici e diventa un valido sistema per  incentivare e promuovere processi sociali produttivi che coinvolgano soprattutto i giovani”.

 

Firmato il contratto d’appalto prr la bretella di collegamento con l’aeroporto di Comiso

contratti-pubbliciFirmato con la ditta aggiudicataria il contratto d’appalto per la realizzazione della bretella di collegamento dell’aeroporto di Comiso. I cantieri apriranno entro la fine del mese e l’opera dovrà essere completata. A realizzare l’opera è il Consorzio Fenix di Bologna mentre la ditta individuata è la Linera Costruzioni di Santa Venerina. I lavori a base d’asta hanno avuto un importo complessivo di 9 milioni e 201 mila euro con un finanziamento a valere sui fondi ex Insicem e l’appalto aggiudicato dall’Urega di Ragusa ha avuto un ribasso del 52,084%. L’importo del contratto, al netto del ribasso, in relazione ai lavori affidati è stato determinato in € 4.683.107,34. E’’ una delle opere strategiche per la viabilità interprovinciale che consentirà di avere un collegamento più veloce e funzionale per l’aeroporto di Comiso dalla S.S. 514 Ragusa-Catania.

Marina di Ragusa, l’area di approdo dell’elettrodotto Italia-Malta fruibile entro la fine del mese

elettrodottoSono in corso in questi giorni a Marina di Ragusa i lavori di manutenzione del verde pubblico all’interno dell’area di approdo dell’elettrodotto Italia-Malta, ubicata alla fine del Lungomare Adrea Doria. Nel sito, che è stato riqualificato dal punto di vista naturalistico e paesaggistico con un progetto redatto e realizzato dalla società EnaMalta che ha eseguito i lavori dell’elettrodotto, verranno installate anche delle panche e delle attrezzature ludiche per i bambini. Marina di Ragusa alla fine del mese di aprile, assicurano i tecnici comunali, potrà contare oltre che su questo nuovo  spazio destinato  a verde a  pubblico ed anche su un parcheggio realizzato nell’ambito del progetto di riqualificazione dell’area. Per rendere fruibile quanto prima questo sito, l’Amministrazione comunale ha infatti disposto un intervento di manutenzione del verde e la sistemazione di elementi di arredo che lo renderanno più accogliente.

‘Zodiaco’ di Giovanni Robustelli, inaugurazione sabato 8 alla Galleria Soquadro a Ragusa  

 copertina-pagina-soquadroUn nuovo lavoro che porta la firma dell’artista Giovanni Robustelli intitolato ‘Zodiaco’ sarà inaugurato sabato 8 aprile alle ore 19 nei locali della Galleria Soquadro a Ragusa in via Napoleone Colayanni. Si tratta di un portfolio che consta di dodici incisioni tante quanti i segni zodiacali, a cui l’artista ibleo ha dato la sua personale ed intima interpretazione, cimentandosi su un tema molto caro all’arte per le contaminazioni da sempre legate al destino umano che riesce a suscitare importanti rappresentazioni. I 12 segni in 12 lastre di zinco sono realizzati attraverso la tecnica calcografica dell’acquaforte.

Scroll To Top
Descargar musica