24-08-2017
Ti trovi qui: Home » attualità (pagina 30)

Archivio della categoria: attualità

RAGUSA, CELEBRATA LA SANTA MESSA INTERFORZE

dsc_0015In occasione delle festività natalizie, presso la Cattedrale di S. Giovanni Battista di Ragusa, è stata celebrata la Santa Messa, alla quale sono intervenute le massime Autorità Civili e Militari della Provincia. La cerimonia religiosa, officiata da S.E. il Vescovo di Ragusa Mons. Carmelo Cuttitta, alla presenza del Prefetto di Ragusa Dr.ssa Maria Carmela Librizzi, ha visto la partecipazione numerosa del personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto, della Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato. Mons. Cuttitta ha espresso sentimenti di gratitudine per il personale delle Forze dell’Ordine, che vigila attentamente sul territorio, e rivolge, con grande sensibilità, particolare attenzione all’individuo. Il rito religioso si è concluso con la benedizione di S.E. il Vescovo della Diocesi ragusana per le Forze dell’Ordine e le loro famiglie. La funzione, coinvolgente e molto partecipata, fornisce supporto al clima di collaborazione esistente tra le diverse forze di Polizia.

 

 

 

 

 

RAGUSA, UNA VIA DELLA CITTA’ INTITOLATA ALL’AVV. VINCENZO CASSI’

downloadL’attuale via n 525 verrà intitolata all’Avv. Vincenzo Cassì – Giurista. L’Amministrazione comunale infatti  con  apposita delibera di Giunta  ha deciso di fare propria la richiesta dell’Avv. Vittorio Cassì, figlio dell’illustre concittadino,  di intitolare una via della nostra città al proprio padre Vincenzo Cassì (1908 -1970), Avvocato, docente universitario, insignito di diverse onorificenze come quella di Cavaliere Equestre ed Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana. L’Avv. Vincenzo Cassì, oltre a distinguersi nell’attività scientifica come docente universitario e come avvocato esperto in materia di Diritto del Lavoro, è stato autore di pubblicazioni scientifiche tradotte in diverse lingue. Ha partecipato inoltre al secondo conflitto mondiale con il grado di tenente, fu fatto prigioniero in India per circa cinque anni fino alla fine della Guerra. La Cerimonia di intitolazione della via cittadina all’avv. Cassì,  si terrà mercoledì 21 dicembre. alle ore 10,30.

 

 

MISSIONE POSITIVA A CATANIA PER DANILO RANIOLO E ANDREA DIQUATTRO DELLA SCUOLA BASAKI DI RAGUSA

le-due-nuove-cintura-nera-della-basakiDanilo Raniolo e Andrea Diquattro della scuola Basaki di Ragusa hanno sostenuto, sabato scorso a Catania, nei locali della palestra federale “La Playa”, gli esami per il conseguimento della cintura nera 1° dan. Raniolo e Diquattro, durante la loro esposizione, hanno dimostrato di conoscere bene i dettami del judo e i suoi principi, ricevendo i complimenti da parte dei componenti della commissione che li ha esaminati. Ad accompagnarli anche il maestro Salvo Baglieri che ha assistito all’esame e che commenta: “Sono riusciti davvero a fare emergere la passione che hanno per quest’arte marziale, la stessa che abbiamo cercato di trasmettere durante tutti questi anni di attività. Un risultato importante quello ottenuto da Raniolo e Diquattro che mette in luce come alla Basaki si possano ottenere riscontri di un certo tipo sia sul piano agonistico che amatoriale. Risultano essere in crescita, tra l’altro, le tecniche di difesa personale. E tutto ciò sta a dimostrare che il judo è per tutti, rappresentando un metodo per migliorarsi e migliorare la società diffondendo i principi di umiltà, rispetto e autostima”. Ad accompagnare le due nuove cintura nera anche i maestri Salvo Miciluzzo e Danilo Occhipinti. Per ulteriori informazioni www.basaki.it

GLI ANARCHICI DI RAGUSA RICORDANO FRANCO LEGGIO

francoA 10 anni dalla scomparsa di Franco Leggio, anarchico, editore (fondatore delle edizioni La Fiaccola nel 1961), protagonista dei moti del “non si parte”, attivo nella resistenza antifascista spagnola negli anni sessanta, punto di riferimento per i giovani ragusani e della provincia dal 68 in poi, attivista in prima linea nella lotta contro i missili a Comiso, membro della redazione di Sicilia libertaria, il Gruppo anarchico di Ragusa, la redazione di Sicilia Libertaria, la Federazione Anarchica Siciliana e l’Associazione Culturale Sicilia Punto L organizzano una serata commemorativa, che avrà luogo venerdì 16 dicembre, dalle ore 17, presso il Centro Servizi Culturali di Ragusa, in via Diaz 45. Dopo una relazione, supportata da immagini, sulla vita e l’impegno di Franco Leggio, verranno proiettati dei video inediti, quindi sarà data parola a quanti lo conobbero e gli furono a fianco. Seguirà un brindisi per Franco e uno spettacolo dei Caruana Mundi con un reading di poesie di Giuseppe Schembari.

CONTROLLI MOTOCLISTI A SCOGLITTI, SEQUESTRO DI DUE MOTO

 

controlli-polizia-stradaleNelle scorse settimane era pervenuto al prefetto di Ragusa, Maria Concetta Librizzi, un esposto da parte di alcuni genitori che segnalavano che a Scoglitti, tutte le domeniche, si riuniscono dei motociclisti che, a bordo di moto da cross senza targhe, percorrono a forte velocità le vie cittadine e perfino i litorali sabbiosi, mettendo a repentaglio l’incolumità delle persone che passeggiano regolarmente in quei luoghi con i propri bambini. Su impulso del Prefetto di Ragusa, pertanto, sono stati predisposti dei controlli al fine di individuare i gruppi di motociclisti responsabili delle violazioni descritte. La scorsa domenica, a Scoglitti, di mattina, nei pressi della Piazza del porticciolo, una pattuglia del Distaccamento di Vittoria ha proceduto ad effettuare dei controlli. Tra i soggetti controllati, ne sono stati individuati due che erano a bordo di moto senza targhe: un vittoriese di 35 anni, a bordo di una KTM, senza targa, senza alcun documento al seguito e senza assicurazione; l’altro, un ragusano di anni 36, a bordo di altra KTM, anch’egli senza targa e senza alcun documento di viaggio. Nei loro confronti sono stati elevati verbali per un complessivo di 1200 euro con sequestro delle moto.

 

 

 

SCONTRO DURISSIMO CGIL -COSENTINI. IL DIRETTORE DEL CONSORZIO RESPINGE LE ACCUSE E ANNUNCIA QUERELA

il-direttore-giovanni-cosentiniGiovanni Cosentini risponde alle accuse della Cgil che qualche giorno addietro, schierando la massima dirigenza regionale, ha descritto una gestione del consorzio di bonifica 8  all’insegna della spesa sfrenata a danno dei lavoratori e delle funzioni della struttura. Cosentini che annuncia fra l’altro querela dichiara: “Perché tanto spiegamento di energie Cgil a Ragusa? Perché tanto fango nel ventilatore? Perché per tantissimi anni tutte le decisioni sindacali aziendali al Consorzio sono state prese con la unanimità delle sigle sindacali compresa la Cgil?”. Cosentini dà la sua versione in una lunghissima nota di cui riportiamo alcuni passaggi: “Nel maggio 2016, sempre con il personale senza stipendi da sette mesi,  si tenne un incontro al quale, oltre a numerosissimi dipendenti e dirigenti dei Consorzi siciliani, parteciparono la deputazione regionale e nazionale della provincia di Ragusa, numerosi Sindaci, Presidenti dei Consigli Comunali, Consiglieri Comunali, rappresentanti delle Organizzazioni Professionali Agricole, rappresentanti delle sigle sindacali Cisl ed Uil. Ma spiccava l’assenza della Cgil. Svolsi un intervento con cui denunciammo con forza  la irresponsabilità della politica regionale,  il senso di abbandono dell’intero comparto,  la tematica dei lavoratori delle Garanzie Occupazionali ed i rischi che corrono i loro posti di lavoro,  il disagio del comparto agricolo per la esosa imposizione contributiva…Formulammo con senso di responsabilità alcune proposte che a nostro avviso potrebbero aiutare, nel breve e medio periodo, a risolvere la tematica. E così il 22 giugno del 2016  si costituisce a Ragusa il Comitato Spontaneo “ UNITI PER IL FUTURO DEI CONSORZI DI BONIFICA IN SICILIA” di cui assumo il coordinamento. Al comitato, in pochi giorni, aderiscono centinaia di dipendenti anche di altri consorzi della Sicilia. Conseguenza di tutto quanto sopra?  Apriti cielo ! Dicono: Cosentini si sostituisce al sindacato; Cosentini vuole fare politica; Cosentini è incompatibile con il suo ruolo di Direttore e quindi un solo grido: Fermate Cosentini! Ecco, secondo me – continua Giovanni Cosentini – questi sono stati gli atti ed i comportamenti presupposti che hanno fatto incazzare la CGIL che ancora una volta dimostra di infastidirsi per iniziative partecipate e democratiche che provengono dal basso e che possano mettere in discussione il loro “verbo”.  Ed ancora Cosentini nella sua nota: “Ho una anzianità di servizio pari a 38 anni e 8 mesi di servizio e sono, ahimè, il più anziano nella carica fra i Direttori Generali dei Consorzi di bonifica dell’intera Sicilia. Non vorrei che fosse proprio questo che preoccupa il futuro della CGIL. Dico questo per chiarire che sono al massimo della mia carriera sia dal punto di vista economico che di progressione organizzativa. Penso sia altrettanto utile fare presente che il Consorzio di Ragusa è fra i pochi consorzi della Sicilia ad essere in regola con i documenti contabili sia per ciò che concerne i  bilanci che i conti consuntivi già adottati dall’ente ed approvati o in corso di approvazione da parte dell’organi di vigilanza regionale. Insomma il Consorzio ha i conti a posto per come certificato dalla Regione e ciò checché ne pensi la Cgil. Lo sviluppo degli stipendi, della indennità di funzione e dei  compensi speciali sono la esatta e legittima applicazione di istituti contrattuali previsti da decenni nel vigente CCNL dei dirigenti della bonifica. Infatti, è grazie all’applicazione dei contratti collettivi di lavoro se il loro Rappresentante Sindacale Aziendale, geom. Francesco Cirmi, transitato nel 1997 nel Consorzio 8 di Ragusa, quale operaio di terza fascia funzionale, è, oggi, un funzionario direttivo, senza laurea , di ex settima fascia funzionale , 1° livello retributivo. La Cgil  cerca, con un meschino e pericoloso tentativo di depistaggio, – conclude Cosentini – di alimentare il disagio sociale e fomentare l’odio tra i dipendenti e la dirigenza. Si tenta, demagogicamente, di fare passare un messaggio falso e tendenzioso, tipo “ mentre il personale dipendente non percepisce gli stipendi da diversi mesi, il Direttore ed i Dirigenti si liquidano indennità, compensi etc. etc”. Anche il Direttore ed i Dirigenti seguono le stesse sorti dei loro colleghi dipendenti  e quindi anche loro non percepiscono né gli stipendi né le indennità”.

MANIFESTAZIONE A ROMA CONTRO LE FALSE SEMPLIFICAZIONI

il-presidente-anc-ragusa-antonietta-laterraIl recente decreto fiscale 193/2016 introduce ulteriori nuovi adempimenti burocratici e oneri a carico dei contribuenti e, conseguentemente, dei commercialisti chiamati ad assisterli. Contro il perdurare di una politica delle “false semplificazioni” e di uno Stato disattento e sordo alle richieste di aiuto dei cittadini, l’Associazione Nazionale Commercialisti (Anc), insieme alle altre sigle sindacali nazionali rappresentative della categoria, ha indetto per questo  mercoledì 14 dicembre, una manifestazione nazionale che si terrà a Roma in piazza Santi Apostoli, nel corso della quale sarà proclamato il primo sciopero dei commercialisti. “Il 14 dicembre anche l’Anc Ragusa sarà presente a Roma – afferma il presidente Antonietta Laterra – Non possiamo più permettere che le imprese e i professionisti continuino ad essere appesantiti da ulteriori adempimenti burocratici, aggravati, in caso di inosservanza, da pesanti sanzioni. Abbiamo urgente bisogno di un Governo che dia dimostrazione di conoscere la già provata realtà economica del nostro Paese, che semplifichi nei fatti il sistema e ne riduca la pressione fiscale, che introduca provvedimenti rivolti alla ripresa, alla crescita e allo sviluppo del nostro Paese”.

 

 

RAGUSA, NASCE LA BIBLIOTECA COMUNALE PER BAMBINI 

 

bimbi-letturaUna biblioteca per bambini sarà realizzata  nei locali del piano seminterrato della biblioteca comunale  di via Zama “Giovanni Verga” . LA giunta Piccitto ha predisposto l’acquisto dell’arredamento e dei libri che andranno a costituire e caratterizzare  il nuovo spazio all’interno della struttura comunale. La fornitura di scaffalature, mobili, sedie, tavolini, tappeti ed altri arredi , dopo una valutazione comparativa, è stata affidata alla società Ikea Italia reatail srl sede di Catania per un importo complessivo di 3.414, 27 euro, mentre la fornitura dei libri è stata affidata alla libreria Flaccavento di Salvatore  La Licata di Ragusa per una spesa complessiva di 999,70 euro. “ La realizzazione di uno spazio per i bambini all’interno della biblioteca comunale  arricchisce  e completa l’offerta di servizi culturali per la cittadinanza”  – sottolinea il sindaco Federico Piccitto.  L’assessore alla Pubblica Istruzione Gianluca Leggio rimarca l’importanza funzionale dell’iniziativa: “la biblioteca potrà essere un centro di lettura, un laboratorio didattico e multimediale, un luogo dove i  bambini possono incontrarsi e, attraverso la stimolazione alla lettura, sperimentare occasioni di studio, gioco e divertimento”.

 

 

 

Presentazione del libro ‘Raccontami l’ultima favola’ di Alessia Franco

boris_giulianoSarà presentato giovedì 15 dicembre 2016 nella sala convegni del Palazzo della Provincia di Ragusa il libro di Alessia Franco ‘Raccontami l’ultima favola’, (Mohicani edizioni) sul commissario di Polizia di Palermo, Boris Giuliano, ucciso dalla mafia. Il libro della giornalista Alessia Franco (con una lettera aperta di Selima Giuliano al papà ucciso e con una prefazione della criminologa Lucia Risicato) rende giustizia all’eroe della porta accanto: non soltanto il brillante e rigoroso investigatore antimafia, ma anche il buon padre di famiglia, la persona gioviale, l’amico dei giornalisti d’assalto, il paladino dei poveri e degli indifesi. A parlare del libro, oltre all’autrice Alessia Franco, la vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia Teresa Di Fresco e il capo ufficio stampa del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Gianni Molè.

 

 

 

 

LE FARFALLE SONO PIU’ FORTI DELLA ATASSIA

groviglio-di-pensieriHa 62 anni, da 10 anni combatte con una malattia, la “atassia cerebellare multisistemica”, che ha devastato il suo corpo. Si chiama Biagio Mario Amico. Mario, padre di Antonella e Valentina e marito di Maria, era un uomo alto e forte. Gli piaceva lavorare il legno al traforo, fare ritratti e panorami con la penna su cartoncino. Un giorno si rese conto che non riusciva a scrivere il suo nome, che era maledettamente difficile abbottonare la camicia o allacciare le scarpe. I medici che capirono cosa stava succedendo gli davano affettuose pacche sulle spalle, ma nessuna speranza. Oggi pesa meno di 40 kg e muove solo, con fatica, le mani e lo sguardo. Mario non si arrende, anche se la sua vita dipende da una lunga serie di presidi sanitari. Mario lotta. Ha deciso di dimostrare a tutti che un malato neurodegenerativo non muore il giorno della diagnosi. Mario dipinge. Ha realizzato moltissime tele e cartoncini, opere a cui dà, di volta in volta, un titolo, dettando faticosamente con gli occhi le lettere dell’alfabeto. Mario vive. Mario dipinge farfalle. Tutto questo perché Mario vuole annunciare a chi è nelle sue stesse condizioni e, come dice lui, “sperimenta la morte da vivo” un messaggio: la vita è meravigliosa e la ricerca troverà per tutti una soluzione! Prima o poi… Le sue tele saranno in mostra, fino a Natale, nella Speciale Unità di Accoglienza Permanente dell’ASP di Ragusa, dove Mario vive da tempo. Il termine sindromi atassiche (o atassie ereditarie) individua un gruppo di malattie genetiche rare (in Italia ne sono affette circa 5.000 persone), spesso gravemente invalidanti, del sistema nervoso centrale, il cui sintomo principale è la progressiva perdita di coordinazione motoria (atassia). Essa comporta la perdita di coordinazione tra diversi segmenti corporei, in particolare tronco e capo, tronco e arti. Possono inoltre essere associati altri disturbi quali: movimenti involontari degli arti, del capo o del tronco, lentezza nei movimenti oculari, disturbi nella deglutizione, incontinenza urinaria, problemi della memoria.

                                                                             

L’ASSESSORE REGIONALE ALLO SPORT ANTHONY BARBAGALLO IN VISITA A RAGUSA

calabrese-sartorio-barbagallo-on-digiacomoVisita ragusana  per l’assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, accompagnato dal dirigente del Pd di Ragusa, Peppe Calabrese, e dal deputato regionale Pippo Digiacomo. L’assessore Barbagallo ha visitato il campo di rugby di via della Costituzione oggetto di finanziamento da parte dell’assessorato retto da Barbagallo per un importo pari a un milione di euro. “Ad accoglierci – sottolinea Calabrese – le dirigenze e i presidenti delle due società ragusane, vale a dire Paolo Sartorio per l’Audax Clan e Vittorio Vindigni per il Padua. Abbiamo constatato lo stato della struttura e abbiamo appurato che sia il terreno di gioco sia gli spalti fanno i conti con un fastidioso degrado. Di contro, ottima impressione ha suscitato, nell’esponente del governo regionale, la presenza di numerosi giovani impegnati in questo sport che a Ragusa continua a fare registrare sempre più proseliti. L’assessore, tra l’altro ex giocatore di rugby, aveva promesso una sua visita a Ragusa e, su nostra segnalazione, ha deciso, unitamente al Governo regionale, di finanziare la riqualificazione della struttura. A gennaio, si procederà con la pubblicazione del decreto e subito dopo il Comune sarà chiamato ad appaltare i lavori. Mi sento di esprimere, a nome del Pd ragusano, la più viva soddisfazione per il risultato ottenuto. Tra l’altro, oltre al campo di rugby, è prevista la riqualificazione del maneggio comunale per un importo di mezzo milione di euro”.

Dalla Cgil duro atto d’accusa contro Giovanni Cosentini e la sua gestione del Consorzio di Bonifica di Ragusa

intervento-michele-pagliaroCon la consegna di un lungo e ricco j’accuse, documenti e note di supporto, distribuite alla stampa sull’attività del Consorzio di Bonifica di Ragusa e sulla gestione operata dal direttore generale di questo ente, dr. Giovanni Cosentini, si è aperta la conferenza stampa promossa dalla Flai Cgil di Ragusa e dalla Cgil e tenutasi stamani nei locali dell’Hotel Kroma di Ragusa. Presente l’intero stato maggiore del sindacato siciliano: oltre Giuseppe Scifo, segretario generale della Cgil di Ragusa, Salvatore Carpintieri, segretario generale della Flai Cgil di Ragusa e di Francesco Cirmi RSA del Consorzio di Bonifica di Ragusa, erano presenti il segretario generale della Flai Sicilia, Alfio Mannino e il segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro. Queste le parole di  Salvatore Carpintieri: “Mentre i dipendenti aspettano cinque mesi di stipendi arretrati e i  proprietari dei fondi agricoli si vedono arrivare bollette sempre più salate, prosegue invece l’azione irresponsabile di una gestione, a dir poco, disinvolta delle risorse finanziarie disponibili. Così noi ci troviamo da un lato a denunciare la politica di tagli insostenibili decisa dal governo regionale e dall’altro a fare i conti con scelte inaccettabili e gravissime dei responsabili dell’Ente. L’ultimo esempio è la decisione di corrispondere a Ragusa un compenso speciale al direttore e ai dirigenti con un criterio del tutto anomalo e differente da quello riservato agli altri direttori dei consorzi in Sicilia. Eppure il Commissario Straordinario è lo stesso a Ragusa, come a Catania, Enna ecc.  A lui abbiamo chiesto conto di questo comportamento e preannunciato che in caso di risposta evasiva o inaccettabile avremmo interessato gli organi competenti, dall’Assessorato regionale, alla Corte dei Conti. Ci è stato risposto che tutte queste decisioni rientrano nell’assoluta discrezionalità dell’Ente, che quindi può operare come ritiene anche violando le direttive regionali. Così è stato, infatti, in questi anni, quando al Direttore del consorzio di Ragusa è stato erogato dall’Ente un compenso speciale di 46.500. euro e analogamente ad altri dirigenti di Ragusa, commisurando questo importo a uno straordinario di 750 ore cioè tre volte il limite massimo disposto dalle Direttive regionali che hanno stabilito che tale compenso “eventuale” non può superare il limite massimo di 250 ore. Questa palese violazione si aggiunge al fatto che alla retribuzione annua di questo direttore e di questi dirigenti è corrisposta, inoltre, un’indennità di funzione pari a quattro volte quella tabellare e tre volte quella per gli altri dirigenti. Ciò grazie ad un accordo in sede aziendale prima bocciato dal dipartimento regionale e poi sottoscritto con l’allora Commissario Cartabellotta. E’ possibile che a Ragusa le disposizioni regionali possano essere disattese impunemente? E’ possibile inoltre che si possano conferire incarichi professionali – laute parcelle di acconto -, in contenziosi per oltre 15.000.000 di euro, a professionisti di uno studio romano dove collabora la figlia del direttore Cosentini, a suo dire, per mero praticantato? Analogamente trattamenti discriminatori si ritrovano in riconoscimenti di straordinario, promozioni, risarcimento di mezzi propri incidentati  e così via con la determinazione di un contenzioso legale spaventoso che si mangia l’Ente?”. Il segretario della Cgil Peppe Scifo ha dichiarato:” “E’ tragico che ci sono dipendenti che non prendono lo stipendio da sei mesi e sono costretti ad anticipare somme per le spese. Da Ragusa è necessario porre in essere un punto di svolta, nel senso che è necessario cominciare un percorso in controtendenza rispetto al cattivo funzionamento del Consorzio”. Michele Pagliaro ha concluso la serie degli interventi definendo “incresciosa” la situazione che si è determinata nel Consorzio di Bonifica di Ragusa la cui gestione non può più tendere a galleggiare. La Cgil siciliana prende in carico questo stato di fatti e la fronteggerà a tutti i livelli”.

 

RAGUSA IBLA FESTEGGIA IL NATALE CON TANTE “MAGICHE” INIZIATIVE

babbo-natale-a-iblaRitorna il “Natale Barocco” a Ibla con un programma dai tanti appuntamenti promossi dal centro commerciale naturale “Antica Ibla” e dall’Assessorato agli Spettacoli del Comune di Ragusa, guidato dal vicesindaco Massimo Iannucci. Eventi che accompagnano il periodo natalizio, fino al 10 gennaio, con iniziative davvero numerose e variegate, dedicando attenzione al sacro e al profano per un Natale per tutti, grandi e piccini. E molti appuntamenti sono già iniziati ieri, Festa dell’Immacolata, che segna ufficialmente l’avvio delle festività del Santo Natale in una Ragusa Ibla in cui palazzi e chiese resteranno illuminati per l’occasione. Dopo aver girovagato lungo le vie di Ibla, ieri pomeriggio Babbo Natale ha inaugurato la sua casa in via Pietro Novelli, 10, visitabile dalle ore 11.00 alle 13.00 nei giorni 11, 18, 23 e 24 dicembre, e dalle 17.00 alle 20.00  nei giorni 9, 10, 11, 17, 18 e dal 22 al 25 dicembre. Sempre ieri grande apertura per la “Via dei Presepi” che interessa via San Filippo Neri, via Giusti, via del Mercato n. 216, via XI Febbraio n. 40, via dei Normanni n. 3 e via Orfanotrofio n. 22. I presepi potranno essere visitati dalle 17.00 alle 21.00 nei giorni 10, 11, 17, 18, 25, 26 e 30 dicembre e l’1, il 2 e dal 5 all’8 gennaio 2017. Divertimento assicurato poi questo fine settimana con il prestigiatore Emanuele D’Angeli che incanterà il pubblico in piazza Odierna alle 19.00 (con replica sabato 7 gennaio alle 19.00 in piazza Duomo). Il talentuoso e giovane prestigiatore, che ha conquistato il pubblico di numerosi show televisivi nazionali, sarà dunque a Ragusa Ibla pronto a divertire grandi e piccini con spettacolari numeri di magia per un sabato tutto di suspense e allegria. Non mancano gli appuntamenti con la musica:  questo sabato alle ore 18.30 i bambini del Coro “Mariele Ventre di Ragusa” diretti da Giovanna Guastella; sabato 17 dicembre sempre alle 18.30, il Coro Armida (canti Gospel); domenica 18 dicembre invece concerto alle 18.30 di “Canti e Cunti di Natale” ed infine venerdì 30 dicembre nella Chiesa delle Santissime Anime del Purgatorio torna il “Coro Armida” alle ore 18.30. Ancora musica con il Coro Gospel lunedì 26 dicembre in Piazza Duomo alle 19.00 e con il Festival Organistico nei giorni 27, 28 e 30 dicembre e 6 e 7 gennaio; mentre spazio al gioco con la “Tombola in piazza”  lunedì 26 dicembre in piazza G. B. Odierna alle 19.00, venerdì 30 dicembre in piazza Pola alle 19.00  e lunedì 2 gennaio in piazza Duomo stesso orario. Appuntamento dedicato ai più piccoli con “Un cartone Insieme” alla Sala Falcone Borsellino (prima proiezione ore 17.00, seconda proiezione ore 19.00), nei giorni  17, 18, 22, 23, 24, 29, 30 e 31 dicembre e 5, 6, 7 gennaio. Da non perdere il 6 gennaio il giro per Ragusa Ibla a bordo del trenino in compagnia della Befana (partenza da Piazza Duomo) e la suggestione delle “Novene di Natale” raccontate per le vie del quartiere dalle 18.00 in poi nei giorni 10, 17, 18, 22, 23, 26, 29 e 30 dicembre.  Intanto Ragusa Ibla ha ancora una volta la ribalta con le sue iniziative e il suo barocco. La foto del quartiere barocco è la copertina dello speciale numero natalizio di “Trova Sicilia” in uscita con il quotidiano La Repubblica. E’ possibile seguire le varie iniziative attraverso i social seguendo l’hashtag #nataleaibla

 

CONSULTAZIONI POPOLARI ONLINE: SPERIMENTAZIONE A RAGUSA

 

nel-2016-470x260Sarà avviata una sperimentazione per la realizzazione di una piattaforma per la somministrazione di consultazioni popolari online. La giunta Piccitto ha dato mandato ai dirigenti di verificare l’idoneità  della proposta sottoposta all’amministrazione comunale dalla Esopo srl di Milano, consistente nella fornitura a titolo gratuito di una piattaforma denominata “VotoFacile” per la somministrazione di consultazioni popolari. Gli utenti potranno in tal modo registrarsi e interfacciarsi con l’ente comunale su singole questioni. “E’ nostra intenzione  fornire ai cittadini un servizio telematico per la somministrazione di consultazioni popolari online – sottolinea il sindaco Federico Piccitto – Riteniamo, infatti,  che tale strumento possa concorrere  senz’altro a realizzare forme di partecipazione diretta dei cittadini su scelte e proposte dell’amministrazione comunale attinenti a problematiche e decisioni che interessano e coinvolgono tutta la città ”.

 

Al cestista Roberto Chessari il Premio Padua 2016

roberto-chessari-vincitore-premio-padua-2016Il sedicenne cestista ragusano Roberto Chessari, guardia della Pegaso Ragusa campione d’Italia per la categoria under 16, ha vinto l’edizione 2016 del premio ‘Salvatore Padua’ che ogni anno individua l’atleta dell’anno. La rinnovata commissione aveva ‘scremato’ l’elenco delle segnalazioni a tre atleti (Roberto Chessari, Gaetano Di Franco e Francesco Failla) ma nell’ultima riunione la scelta è caduta su Chessari anche in forza della sua convocazione nella nazionale di categoria e del fatto che torna ad essere premiato un movimento come quello cestistico da tempo assente dall’albo d’oro del ‘Padua’ con un proprio esponente. Roberto Chessari è stato scelto dalla commissione aggiudicatrice, presieduta da Adolfo Padua che promuove dal 1968 il premio per ricordare la figura del compianto Salvatore, prematuramente scomparso, e composta dal commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Dario Cartabellotta, nonché dagli ex atleti Sasà Cintolo e Francesca Giucastro, da Alessandro Bracchitta in rappresentanza della famiglia Padua, dai giornalisti Gianni Molè e Michele Farinaccio e dai due delegati dal Coni, Claudio Alessandrello e Sergio Cassisi del Csen, in forza del suo curriculum soprattutto nell’ultimo anno agonistico. La guardia della Pegaso Ragusa oltre ad aver vinto il titolo nazionale under 16 nella finale di Caorle contro la Benetton Treviso è stato il miglior realizzatore dell’incontro con i suoi 29 punti all’attivo e il 13 luglio è stato convocato al raduno della nazionale azzurra under 16. La commissione ha deciso di istituire quest’anno il premio Csen da assegnare agli atleti di danza che si sono particolarmente distinti in questa stagione. La sezione Csen è stata vinta da Asia Calabrese per la danza contemporanea per i suoi brillanti risultati raggiunti quest’anno, mentre, vengono segnalati per le loro prestazioni nel syncro duo latin Gaetano Arancio e Rosario Cilia. La commissione, infine, ha fissato per il 20 dicembre alle ore 18 nella sala convegni del Palazzo della Provincia la cerimonia di consegna del 49° premio Padua.

 

 

 

RAGUSA VIABILITA’ IN VIA ROMA, NOTA DELL’ADICONSUM

logo-adiconsumIl Presidente di Adiconsum Ragusa, Cerruto, dopo aver ricevuto le lamentele da  parte dei cittadini sull’apertura alla viabilità delle auto in Via Roma scrive: “Mi viene da pensare che si continui ad esercitare l’arte di cambiare quello che hanno fatto i predecessori. Mi riferisco alla recente modifica della viabilità in Via Roma. Infatti dopo il rifacimento e l’intervento radicale che ne ha visto, finalmente, la  destinazione ad isola pedonale, l’Amministrazione ha modificato questo status autorizzando il  transito delle auto dalla Via Salvatore per tutto il Ponte. Il fine settimana e non solo, i cittadini e i visitatori che provano a fare una passeggiata in Via Roma, sono costretti a condividere lo spazio con le autovettura che transitano dalla stessa,  cosa di cui, tra l’altro,  non vi si comprende la motivazione, con il rischio, per i pedoni, di venire incidentato da qualcuno distratto alla guida dell’auto, perché l’unico interesse, per molti, è quello di transitare con la macchina e non a piedi. Che tristezza vedere i cittadini privati di quell’area unica solo perché qualcuno ha sollecitato l’Amministrazione ad aprire il transito alle autovetture. Il tutto  senza che nessuno ne tragga vantaggio in quanto non è consentita neppure la fermata. A chi può interessare  il transito dalla Via Roma e Ponte Via Roma?  E allora, non piangiamo quando il cittadino preferisce andare altrove a fare una passeggiata, a fare gli acquisti, a godersi un sabato pomeriggio tranquillo e spensierato tra le vetrine dei negozi addobbati e un’accoglienza di festa tra le strade. Perché non tutelare il cittadino consumatore e interagire con le attività commerciali che insistono al Centro e non spingere il cittadino/consumatore a preferire il centro Commerciale o posti limitrofi dove l’accoglienza e l’offerta è sicuramente superiore e più sicura. E’ auspicabile che per il futuro alcune scelte che coinvolgono la vita dei cittadini sarebbero condivise con chi li rappresenta, e non decise all’interno di un Ufficio senza se e senza ma”.

NASCE IL PROGETTO “SATURNINO” PER PORTARE UN SORRISO ALL’INTERNO DEL DAY HOSPITAL ONCOLOGICO DELL’OSPEDALE AREZZO DI RAGUSA IBLA

clown-dottori-2Ridere fa bene. Anche, e soprattutto, quando si è ammalati. Una risata può allora fare la differenza: può contribuire a soddisfare quel desiderio di vita, di normalità, può fare compagnia nelle ore solitarie della malattia, può far dimenticare la propria sofferenza. Può stimolare la guarigione, prima della mente e del cuore e poi del fisico. Su queste premesse si basa il progetto “Saturnino”, promosso dall’associazione “Ci Ridiamo Su” di Ragusa. L’obiettivo è quello di portare i sorrisi in un reparto dove sorridere è difficile, come nel caso dell’oncologia. I clown dottori lo faranno attraverso la comicoterapia, proponendo un cambiamento di prospettiva, attivando quell’energia  vitale  (fatta  di  gioco,  sogno,  fantasia,  relazioni)  che è  in tutti noi  e  che può  essere  utile  al miglioramento. La “nuova scienza del sorriso” sarà applicata all’interno del Day Hospital Oncologico dell’ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa Ibla. Il progetto gode del patrocinio dell’Asp di Ragusa, del Comune di Ragusa, dell’Ordine dei Medici iblei, dell’Inner Wheel Club Ragusa Centro, della rete comunale I Petali del Cuore. Un’iniziativa assolutamente innovativa per il reparto del nosocomio ibleo, nata dalla volontà dei familiari di Giovanni Saturnino che, insieme al loro caro, hanno vissuto il travaglio della vita e poi, purtroppo, della sua scomparsa. Da qui l’idea del progetto che vuole introdurre le buone emozioni nelle pratiche ospedaliere e in special modo in oncologia, reparto emotivamente, oltre che fisicamente, difficile per i pazienti e i loro familiari. L’intervento del clown dottore, un vero e proprio “alieno” nella realtà quotidiana del paziente, può dar voce a queste esigenze, rivolgendosi alla parte sana della persona, la sua parte fanciulla che ha diritto ad essere considerata ma che tutti dimenticano, liberando e attivando così un’energia insita che può essere molto utile al miglioramento psicofisico. Il progetto si svilupperà da fine gennaio 2017 a fine gennaio 2018 con 2 interventi settimanali dei clown dottori di “Ci Ridiamo Su” all’interno del Day Hospital Oncologico e sarà rivolto non solo ai pazienti, ma anche ai loro familiari, al personale ospedaliero e al personale volontario che opera nel reparto, abbassando i livelli di stress e ansia che un simile contesto lavorativo porta ad accumulare e facilitando lo svolgersi delle pratiche ospedaliere. Il clown dottore di “Ci Ridiamo Sù” è un operatore socio-sanitario-culturale professionale che, con le arti della clownerie e la “metafora” terapeutica, lavora sulle emozioni negative per trasformarle in positive, mettendo così in moto – fisiologicamente – gli innati meccanismi di auto guarigione delle persone. Per avere maggiori informazioni sul progetto e sulle varie iniziative e per supportare l’attività dell’associazione è possibile visitare il sito web ciridiamosu.blogspot.it oppure scrivere una email a [email protected].

 

 

OLTRE 53.000 EURO RACCOLTI A FAVORE DELLE POPOLAZIONI TERREMOTATE. GRANDE SUCESSO PER L’INIZIATIVA DELLA ERGON

locandina-ricostruzione-fondi-pro-terremotatiCon la cifra record di 53.530 euro la Sicilia dimostra la sua solidarietà alle popolazioni del Centro Italia colpite nelle scorse settimane dal violento terremoto. Raggiunto e superato l’obiettivo dei 50.000 euro per l’iniziativa promossa dalla consortile Ergon, azienda regionale leader nel settore della grande distribuzione alimentare, che gestisce le insegne Interspar, Eurospar, Despar e Maxisconto. Dal  21 novembre al 4 dicembre si è svolta la raccolta fondi e il 10% del prezzo dei prodotti a marchio Despar acquistati presso i punti vendita aderenti, verrà adesso devoluto in favore della ricostruzione delle zone distrutte dal violento terremoto. Massiccia risposta da parte della clientela che, con i suoi acquisti a marchio Despar, ha permesso di raggiungere la sostanziosa cifra. “Siamo soddisfatti del risultato che abbiamo ottenuto – commenta Concetta Lo Magno, alla guida dell’area marketing Ergon – eravamo sicuri che la nostra iniziativa avrebbe riscosso grande interesse tra i nostri clienti e così è stato: un’adesione numerosa e calorosa che ci rende particolarmente orgogliosi. Vogliamo quindi ringraziare chi, attraverso la nostra proposta, ha voluto contribuire a dare un aiuto alle migliaia di persone che stanno vivendo un momento difficile, sperando che possa aiutare a portare un sorriso in più”.  La consortile Ergon, aveva già inviato a Tolentino, tramite i volontari della Protezione Civile del “Gruppo Alfa” di Chiaramonte Gulfi, una fornitura di generi alimentari e di prodotti per l’igiene personale.

 

 

 

 

RAGUSA, MONTATA NELLA ROTATORIA DEL SELVAGGIO LA  SCULTURA DELL’ATLETA     

img_0668Completati  con  l’installazione della scultura dell’ ”Atleta” del Maestro Nunzio Dipasquale i lavori di sistemazione della rotatoria di Contrada Selvaggio. La scultura dell’ ”Atleta” che per tanti anni è stata allocata al centro di una fontana di via Natalelli nel cui sito esistevano uno stadietto per la pallacanestro e dei campi da tennis realizzati intorno agli anni sessanta, ha trovato una sua definitiva collocazione in una zona della città cui il Comune ha realizzato nel corso degli ultimi quarant’anni diversi impianti sportivi. “L’Amministrazione comunale – dichiara il vice sindaco con delega allo sport Massimo Iannucci  – ringrazia le aziende ragusane per la sensibilità dimostrata  che ha le ha portate a farsi carico delle spese. Grazie anche al loro contributo all’interno della rotatoria realizzata in quella che può essere considerata una “Cittadella dello sport” torna quindi ad essere ammirata una scultura realizzata proprio per abbellire un sito in cui esistono impianti sportivi”.

Strada Ragusa-Marina, si chiede una rotatoria nello svincolo di Poggio del sole

strada_provinciale_25_italia-svgUna delegazione del Comitato “Poggio de Sole” si è incontrata con i tecnici dell’ex Provincia di Ragusa per la vicenda della rotatoria sulla provinciale Ragusa-Marina di Ragusa la strada SP25 per sollecitarne la realizzazione che renda lo svincolo molto più sicuro. Ricevuta dall’ing. Sinatra la delegazione ha riscontrato molta comprensione nei tecnici i quali hanno convenuto con i richiedenti sulla necessità di rendere più sicuro quel tratto di strada dato l’ìmponente numero di residenti della zona che oltre al villaggio Poggio del sole popolano anche altre zone quali monte Renna, Tribastone, Ficazze, Serra Garofalo e altre. Unico problema potrebbe essere rappresentato dalla mancanza di fondi necessari alla realizzazione della rotatoria che tuttavia non dovrebbe costare molto essendo il quadrivio già in parte abbastanza delineato.

Scroll To Top
Descargar musica