24-08-2017
Ti trovi qui: Home » Chiesa (pagina 27)

Archivio della categoria: Chiesa

Corso di formazione al volontariato

mani-caritasLa Caritas diocesana propone un corso rivolto a quanti vogliano intraprendere un’esperienza di servizio nei centri di prossimità diocesani (parrocchie, centri d’ascolto, case d’accoglienza etc.). Il corso vuole favorire un volontariato che sia consapevole: del contesto, delle motivazioni al servizio, degli atteggiamenti di aiuto, delle povertà e delle risorse del territorio, dei servizi della Chiesa locale. Gli incontri vedranno la realizzazione di lezioni frontali, gruppi di approfondimento, dinamiche attive, testimonianze. Al termine del corso, i partecipanti avranno la possibilità di sperimentarsi in un tirocinio conoscitivo e di vivere un servizio ai poveri “accompagnato” e condiviso. Gli incontri si svolgeranno a Ragusa, nei locali del Vescovado, in via Roma 109, a partire da giovedì 11 aprile 2013, alle ore 18, e avranno una durata di circa 2 mesi. Per partecipare è necessario iscriversi, entro e non oltre il 4 aprile, inviando o portando in Caritas la scheda d’iscrizione scaricabile dal sito www.caritas.diocesidiragusa.it, fino ad un numero massimo di 25 partecipanti.

NUOVO PARROCO ALL’ECCE HOMO

chiesa Ecce HomoLa comunità parrocchiale del SS. Ecce Homo di Ragusa invita alla celebrazione eucaristica del 14 marzo, alle ore 19,30, presieduta dal vescovo, monsignor Paolo Urso, per l’inizio del ministero pastorale del nuovo parroco don Giovanni Bruno Battaglia.

UN QUARTIERE CHE CAMBIA

cattedralePresso l’auditorium del Museo della Cattedrale di Ragusa, in c.so Italia 87, il 13 marzo alle 11 sarà presentata alla stampa l’analisi dei censimenti parrocchiali curata dalla Caritas parrocchiale della Cattedrale di S. Giovanni Battista. E’ stata preannunciata la comunicazione di dati sui cambiamenti in atto nella struttura demografica e sociale del quartiere Centro.

RAGUSA, FESTA DI SAN GIUSEPPE IMPARTITA LA BENEDIZIONE AGLI ANIMALI DOMESTICI

I fedeli con gli animali domesticiUna partecipazione intensa per la speciale benedizione impartita domenica mattina da don Giovanni Pluchino, parroco della chiesa del Santissimo Salvatore di Ragusa, nell’ambito dei festeggiamenti in onore del Patriarca San Giuseppe. La cerimonia si è svolta sul sagrato del tempio. Molti i fedeli che hanno partecipato e che hanno condotto i loro amici a quattrozampe. “Nella fede della nostra Chiesa – ha affermato padre Pluchino – l’efficacia spirituale delle benedizioni dipende dalla disposizione di chi la riceve e dalla preghiera della Chiesa stessa. La benedizione della Chiesa ha sempre di mira l’uomo. Anche quando si benedicono le cose e i luoghi che si riferiscono all’attività umana. Nella nostra società cittadina e moderna sono profondamente mutati i parametri e i rapporti rispetto all’antica civiltà contadina a cui la benedizione degli animali, in origine, faceva riferimento. E probabilmente resta sempre un sottofondo di fede nel desiderio di portare a benedire gli animali cosiddetti di compagnia. In questo caso, non dovremmo accontentarci della semplice benedizione, ma una catechesi sarebbe opportuna, proprio perché è mutato il contesto culturale nel quale la fede è chiamata a incarnarsi”. Al termine, lo stesso parroco ha donato ad ogni animale domestico una medaglietta speciale riportante l’effigie di San Giuseppe. E sempre domenica mattina si è svolta la prima edizione della Mini olimpiade promossa dal comitato dei festeggiamenti, per l’esibizione di tiro con l’arco che ha visto all’opera gli atleti di due tra le più rinomate società iblee: la Compagnia Arcieri Iblei di Ragusa e gli Arcieri mediterranei di Vittoria con la presenza del campione paralimpico Salvatore Carrubba. Nel pomeriggio, ha avuto inizio il torneo di bocce. Per quanto riguarda, invece, le iniziative religiose, lunedì alle 18,30 la Santa Messa sarà animata dalla parrocchia delle Anime sante del Purgatorio, mentre martedì, sempre allo stesso orario, sarà la volta della parrocchia San Francesco di Paola. Quindi, mercoledì 13 marzo, l’animazione della funzione religiosa, sempre alle 18,30, sarà curata dalla parrocchia Maria Ausiliatrice.

A Santa Croce San Giuseppe e solidarietà

san giuseppe scUna colletta alimentare. Per sostenere chi ha bisogno. Apre all’insegna della solidarietà la festa di San Giuseppe, Patrono di Santa Croce Camerina. L’Amministrazione comunale, retta dal sindaco Franca Iurato, ha predisposto una serie di iniziative, in collaborazione con la parrocchia, per fornire un concreto aiuto a chi ha necessità. “Ci è sembrato il modo più corretto – afferma il primo cittadino – di celebrare il nostro Patrono. Anche perché siamo partiti da un dato di fatto. E cioè che soltanto nel mese di gennaio 2013 l’erogazione, da parte dei nostri uffici, a chi ha inoltrato richieste di sussistenza è cresciuta esponenzialmente, tanto che le somme sono state complessivamente pari a quelle che lo scorso anno avevamo erogato in quattro mesi. Quindi, in un mese soltanto abbiamo già erogato un terzo dell’ammontare del 2012. Significa che la situazione economica, a causa della crisi che non dà scampo, è davvero disperata. Ecco perché, valorizzando un’idea dell’assessore ai Servizi sociali, Rosalba Varcadipane, abbiamo ritenuto opportuno – dice il sindaco di Santa Croce – fornire il nostro contributo in questo modo, appellandoci al buon cuore dei santacrocesi”. Nei tre supermercati cittadini, Conad, Ard e Di Meglio saranno operativi, dalle 9 e sino alle 18, i volontari. Oltre a distribuire volantini, in cui sono illustrati i contenuti dell’iniziativa, inviteranno i consumatori a donare una parte della loro spesa: un pacco di pasta, un pacco di caffè, biscotti o quant’altro. Sarà poi cura dell’Amministrazione comunale consegnare direttamente nelle case il cibo in questione.

ESERCIZI SPIRITUALI PER LA QUARESIMA

Testimoniare, con la fede, l’attenzione verso il prossimo. Sono gli obiettivi prefissati, in occasione del periodo quaresimale, dagli esercizi spirituali promossi dalla Diocesi di Ragusa e, in particolare, dall’ufficio per la Pastorale della salute. Dettati da don Nino Aprile, salesiano Don Bosco, gli esercizi spirituali hanno contemplato la partecipazione consistente di ammalati, medici, operatori sanitari, rappresentanti delle associazioni di volontariato, ministri straordinari della Comunione eucaristica e laici impegnati nella Pastorale della salute. Mercoledì sempre a partire dalle 16 alla chiesa del Crocifisso presso le suore dell’Immacolata in via Generale Scrofani angolo via Odierna, sarà completata la tre giorni che, nell’Anno della fede, diventa un invito ad un’autentica e rinnovata conversione al Signore.
I sacerdoti Giorgio Occhipinti e Nino Aprile

DIOCESI DI RAGUSA, UNA NUOVA NOMINA

Via eccehomoIl vescovo di Ragusa, mons. Paolo Urso, ha nominato padre Giovanni Bruno Battaglia (già missionario Fidei Donum in Brasile) parroco dell’Ecce Homo di Ragusa, dove finora è stato parroco padre Carmelo Leggio. L’insediamento si terrà giovedì 14 marzo.

Festeggiamenti del Patriarca

san_giuseppeDal 9 marzo iniziano i festeggiamenti in onore al Patriarca San Giuseppe nella parrocchia SS. Salvatore di Ragusa, con novene, messe, il Rosario e adorazioni eucaristiche ogni giorno dalle 8.30 alle 18.30.

RAGUSA, VISITA DEL VESCOVO ALLA PARROCCHIA SAN PIO X

ursoDa sabato a mercoledì, il vescovo di Ragusa, Paolo Urso, farà visita alla parrocchia San Pio X guidata da don Mario Pavone. La domenica, alle 11, la Santa Messa inaugurale della visita: durante la celebrazione si terrà il primo scrutinio di due catecumeni, Caterina e Sebastiano, che riceveranno i sacramento dell’iniziazione cristiana (battesimo, comunione e cresima) nella Veglia del Sabato santo. Lunedì, dalle 9,15 in poi, incontro con gli studenti degli istituti superiori, il Liceo Scientifico “Enrico Fermi” e l’Istituto tecnico “Fabio Besta”. Alle 16, incontro con i ragazzi di tutti i gruppi di catechesi. Dalle 17,15 alle 18,30 le udienze private con quanti vorranno parlare con il vescovo. Alle 18,45 l’assemblea parrocchiale. La visita riprenderà il mercoledì. Alle 9,15 incontro con i bambini dell’asilo nido “Patro”, alle 9,30 il vescovo sarà alla scuola elementare Rodari e alle materne Giovanni XXIII, Walt Disney e Isola felice. Dalle 11 in poi, visita ad alcuni ammalati della parrocchia; alle 16,30 incontro con gli ospiti della casa di riposo “Villa Barone”. Alle 18 sarà celebrata la Santa Messa conclusiva, mentre alle 18,45 si riuniranno i consigli parrocchiali di pastorale e per gli affari economici. “Accoglieremo con gioia, affetto e gratitudine il Pastore della Diocesi” – spiega don Mario Pavone. La parrocchia San Pio X, che attualmente celebra le funzioni liturgiche nell’auditorium parrocchiale costruito qualche anno fa, attende un altro momento importante, ossia l’avvio dei lavori per la costruzione della chiesa, al 75% finanziati dalla Cei.

IL VATICANO RISPONDE A MONS. PAOLO URSO

Il vescovo Urso e la Madonna PellegrinaIn risposta al telegramma che mons. Paolo Urso, Vescovo di Ragusa, inviò a Sua Santità Papa Benedetto XVI in occasione dell’annuncio della Sua rinuncia al ministero di Successore dell’Apostolo Pietro, il Vaticano ha inviato una lettera a mons. Urso. “Eccellenza Reverendissima – si legge nella lettera del Vaticano -, con premuroso pensiero, Ella, anche a nome di codesta Comunità Diocesana, ha voluto manifestare al Sommo Pontefice Benedetto XVI sentimenti di spirituale partecipazione, in occasione della Sua rinuncia al ministero di Successore dell’Apostolo Pietro. Sua Santità – si legge ancora nella lettera inviata dal Vaticano – ringrazia cordialmente per l’attestato di affetto e di condivisione, specialmente nella preghiera, di un momento delicato per la Sua persona e per la Chiesa e, mentre esorta a “rinnovare la nostra fede nel Pastore Supremo, Cristo Signore” (Omelia, Mercoledì delle Ceneri 2013), volentieri – continua la lettera del Vaticano – imparte a Lei e a quanti sono affidati alle sue cure pastorali l’implorata Benedizione Apostolica”. La lettera porta la firma del Sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato vaticana, l’Arcivescovo mons. Angelo Becciu.

ESERCIZI SPIRITUALI PER LA QUARESIMA 2013

La messa di don Occhipinti dedicata agli ammalati“Nel mistero della sua morte e risurrezione, Dio ha rivelato in pienezza l’Amore che salva e chiama gli uomini alla conversione di vita mediante la remissione dei peccati”. A dirlo è don Antonino Aprile, salesiano di don Bosco, che detterà gli esercizi spirituali della Quaresima 2013 promossi dall’Ufficio diocesano di Ragusa per la Pastorale della salute in collaborazione con la Diocesi. Gli esercizi spirituali, aperti a tutti, sono particolarmente indicati per ammalati, medici, operatori sanitari, associazioni di volontariato, ministri straordinari della Comunione eucaristica e laici impegnati nella Pastorale della salute. Saranno trasmessi in differita da Radio Karis. L’appuntamento è per lunedì 4, martedì 5 e mercoledì 6 marzo, a partire dalle 16, nella chiesa del Crocifisso – Suore Cappuccine dell’Immacolata di Lourdes in via Gen. Scrofani a Ragusa.

RAGUSA, GLI STAGES DEL LICEO G.B. VICO E DELLA CARITAS DIOCESANA

domenico leggioIl 1° marzo alle 11, presso l’aula magna del liceo G.B. Vico di Ragusa, si terrà la presentazione degli stages che, per l’ottavo anno consecutivo, la scuola organizza in collaborazione con la Caritas diocesana. Durante la presentazione verrà proiettato il video documentario “Atti e scene in luogo pubblico”, realizzato durante lo stage dello scorso anno scolastico dagli studenti e dal regista Giuseppe Tumino grazie all’APQ Giovani Creativi e consapevoli. Il filmato è il reportage di una ricerca sociale sulle condizioni del centro storico superiore di Ragusa. “Gli stages – dice Domenico Leggio, direttore della Caritas – offrono un’occasione di crescita per i ragazzi che frequentano il triennio delle superiori. Con gli stages hanno la possibilità di venire a contatto con operatori che vivono quotidianamente ciò che nello stage si approfondisce. I nostri non sono interventi accademici, ma coniugano la conoscenza con l’esperienza e questo – ha detto ancora Leggio – ha un riscontro positivo nel coinvolgimento dei ragazzi”. Sei le classi coinvolte che affronteranno argomenti sociali differenziati per annualità. Le quinte, il cui percorso è in atto in questi giorni, stanno esaminando i temi legati alla cooperazione sociale e alla progettazione in un percorso che le vede simulare la creazione di un ente del terzo settore e la stesura di un progetto operativo. Le classi quarte riceveranno una formazione sui meccanismi della comunicazione sociale e prepareranno un piano di comunicazione che verrà utilizzato dalla Caritas per le sue iniziative. Per le classi terze, al tradizionale progetto sul tema dell’intercultura si aggiunge la tematica della legalità e della cittadinanza che verrà affrontata sempre con dinamiche di tipo attivo.

Al teatro dei Salesiani il musical “Chiara di Dio”

Chiara di DioSecondo appuntamento per la mini rassegna “Storie vere che fanno bene”. Venerdì 1 e sabato 2 marzo, alle 21, al Teatro “Don Bosco” di corso Italia, a Ragusa, andrà in scena il famoso musical di Carlo Tedeschi “Chiara di Dio”. Si tratta dell’unico musical in Italia in pianta stabile. L’iniziativa è promossa dai Salesiani in collaborazione con la Diocesi di Ragusa. Andrà in scena nella versione unico tempo: ci saranno Giacomo Zatti (il primo ad aver interpretato San Francesco sin dall’esordio del musical) e Michela Sclano voce solista e prima ballerina che interpreta Chiara d’Assisi. Entrambi, assieme all’intera Compagnia, hanno già dato prova della loro professionalità, nel dicembre scorso, con il Musical “Greccio, Notte di natale 1223” che ha aperto la rassegna. Per info e prenotazioni, in Oratorio dalle 16 alle 20,30, o telefonare al numero 348-5489904.

UN MUSEO DEDICATO A NINO BAGLIERI

La Famiglia Salesiana, la Diocesi e tutta la città di Modica si preparano a festeggiare il sesto anniversario della nascita in cielo di Nino Baglieri. Ad un anno dall’avvio dell’iter della Causa di Beatificazione, venerdì 1 e sabato 2 marzo, si terranno diversi appuntamenti per ricordare Nino, chiamato da tutti, con affetto, il “Santo di Modica”. Venerdì, alle 19,30, la presentazione del progetto di valorizzazione della piazzetta adiacente la casa di Nino, in via Gioberti, a Modica Alta. Interverranno il sindaco, Antonello Buscema, il progettista, architetto Caschetto, e il vice postulatore della Causa di beatificazione, don Giuseppe Buccellato. Alle 20,30 la Via Crucis cittadina nei luoghi di Nino, con partenza da via Gioberti e arrivo all’Oratorio salesiano. Sabato 2 marzo, alle 10, inaugurazione del museo dedicato a Nino Baglieri e visita da parte delle scuole. Il museo è stato allestito nei locali dell’Oratorio salesiano di Modica Alta. Alle 19, nel Duomo di San Giorgio, la celebrazione della santa messa. A seguire lo spettacolo, a cura della compagnia Piccolo Teatro di Modica, dal titolo: “Mio figlio, l’atleta di Dio premiato dall’Amore”. Lo spettacolo è realizzato con il contributo di: Scuola di danza Aretè – Loco Studio di Francesco Turlà.

 nino2

Imprese straniere e libertà di stabilimento

lavoroGiunge a conclusione  venerdì 22 febbraio, alle 15.30, presso il Salone della chiesa “Preziosissimo Sangue” di Ragusa, il corso accademico della Cattedra di “Dialogo tra le culture” di Ragusa, giunto al suo quinto anno di attività scientifica. L’incontro, organizzato in collaborazione con l’Ordine forense della Provincia di Ragusa, si concentrerà sull’attualissimo tema “Imprese straniere e libertà di stabilimento”. A tenere la relazione principale sarà il prof. Pasquale Pirrone, docente di Diritto internazionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catania. La presenza e l’attività di imprese straniere all’interno di uno Stato pone molteplici questioni di natura economica, sociale, giuridica. Sotto il profilo giuridico, tale fenomeno coinvolge a sua volta varie branche del diritto commerciale, amministrativo, internazionale privato, dell’Unione europea.

RAGUSA, INAUGURAZIONE DELLA CASA DEL CLERO

Anniversario_vescovo_1Sarà inaugurata sabato 16 febbraio alle 11 la Casa del Clero. L’appuntamento è nel cortile del Seminario, in via Roma a Ragusa. La Casa del Clero è allocata al primo piano del Seminario Vescovile. L’inaugurazione coincide con l’undicesimo anniversario dell’elezione di monsignor Paolo Urso a Vescovo di Ragusa.

I DATI DELL’8 PER MILLE DELLA DIOCESI DI RAGUSA

paolo ursoPoco più di un milione di euro. E’ questa la somma derivante dall’8 per mille dell’Irpef che, nel corso del 2012, è servita per tutte le attività della diocesi. Il vescovo, Paolo Urso, ha diffuso il rendiconto suddiviso in due macro aree: “esigenze di culto e pastorale”, cui sono stati destinati 613.006,78 euro, e “interventi caritativi”, per 413.282,69 euro. La prima area di spesa riguarda i nuovi complessi parrocchiali, circa 150.000 euro in tutto (tra questi Maria Regina, Maria SS Nunziata e S. Pio X di Ragusa, e Resurrezione e S. Massimiliano Kolbe di Vittoria), il restauro e la conservazione di chiese della diocesi (S. Nicolò di Bari, di Acate, e S. Francesco di Paola, di Vittoria), le spese per il Vescovado e gli Uffici diocesani, la nuova biblioteca, il seminario e l’Istituto Teologico, i Consultori e gli Oratori, i giovani sacerdoti che studiano a Roma. Numerosi gli interventi destinati all’area della Carità, con la distribuzione di sussidi alle persone bisognose, ai centri d’ascolto (di Ragusa, Comiso e Vittoria) e alle singole parrocchie operanti in aree di disagio sociale. Ai Centri d’ascolto sono andati circa 115.000 euro, 20.000 alla Casa di accoglienza di Comiso, 35.000 per la casa di ospitalità per immigrati a Vittoria, 12.000 euro ai carcerati. Numerosi anche i progetti finanziati e i contributi dati a singole associazioni che operano nel settore della disabilità, della prevenzione e cura delle tossicodipendenze, dei migranti e del disagio in generale. Oltre 50.000 euro le somme destinate a progetti segnalati da missionari di origini iblee che operano in diverse parti del mondo. “Vogliamo condividere – conferma il Vescovo Paolo Urso – con tutti i credenti e i cittadini che vivono nel territorio della Diocesi di Ragusa, la nostra fatica di cercare di utilizzare al meglio le risorse che ci provengono dall’8 per mille sull’Irpef versata da tanti contribuenti. Vogliamo cioè dare trasparenza alle nostre scelte, che quest’anno hanno accentuato la priorità tradizionalmente riservata dalla nostra Diocesi ai segni di solidarietà verso i bisogni delle persone coinvolte dalla grave crisi economica e dal conseguente disagio sociale. Ciò, tuttavia, – ha detto il Vescovo Paolo – senza rinunciare alle esigenze di culto e pastorali che la comunità ecclesiale iblea ci richiede, e allo spirito di testimonianza che tanti riconoscimenti ci procura da parte delle Istituzioni e del popolo ragusano”.

Giornata mondiale del malato La celebrazione in Cattedrale

Il direttore don Giorgio Occhipinti“Viviamo intensamente il tempo del nostro pellegrinaggio terreno, perché diventi luce e forza per il nostro cammino, che continua nella vita di ogni giorno, e ci condurrà alla luce e alla vita senza ombre e senza fine”. E’ il messaggio con cui il direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute, don Giorgio Occhipinti, ha aperto, lunedì pomeriggio, la celebrazione legata alla XXI Giornata mondiale del malato che in Cattedrale, a Ragusa, ha conosciuto uno dei momenti più significativi. Numerosi gli ammalati presenti grazie all’assistenza fornita dall’Unitalsi, dall’Avo, dall’Associazione nazionale carabinieri, dall’Ail, dall’Aiad e dalle altre realtà associative di volontariato presenti in città. C’erano anche medici e operatori sanitari. Don Occhipinti ha ringraziato don Nino Aprile, parroco della parrocchia di Maria Ausiliatrice, che ha presieduto l’Eucaristia, i componenti dell’ufficio per la Pastorale delle salute, le associazioni di volontariato sanitario e parrocchiale, le comunità parrocchiali, i fedeli e soprattutto gli ammalati. “Vi invito a sostenerci attraverso la vostra preghiera – ha detto don Occhipinti – a svolgere, aiutati dal Signore, la missione di buoni samaritani, sostenendo coloro che sperimentano la fragilità della salute e della vita”.

Il vescovo Urso: “Dimissioni confermano la grandezza di questo Papa”

“Questo gesto conferma l’ammirazione e l’apprezzamento per questo Papa”. E’ la riflessione di monsignor Paolo Urso, vescovo di Ragusa, alla notizia delle dimissioni di Benedetto XVI. “Una notizia – aggiunge il presule – che rattrista molto, perchè è il segno di una stanchezza, di una fatica. Ma nel contempo è la testimonianza della grandezza di questo Papa. Una scelta di libertà, di coraggio, che dimostra allo stesso tempo un grande senso di responsabilità ed un grande amore per la Chiesa”. Poi aggiunge: “Nessuno può entrare nel merito di questa decisione che il Papa ha preso dopo avere esaminato, come egli stesso ha detto, la sua coscienza davanti a Dio. Quello che possiamo fare è ammirare il senso di responsabilità, il suo amore per la Chiesa. Non un fuggire dalle responsabilità, ma avere la consapevolezza di non avere le forze sufficienti per guidare bene la Chiesa, facendo in modo che qualcun altro porti avanti questo gravoso compito”. Monsignor Paolo Urso, lunedì pomeriggio, ha presieduto una celebrazione eucaristica a Monterosso Almo in occasione della Giornata mondiale del malato. Iniziando la sua omelia, ha detto ai fedeli: “Testimoniamo la nostra vicinanza a Papa Benedetto che ha rassegnato le proprie dimissioni per motivi di salute. Al Pontefice confermiamo la vicinanza della nostra comunità. E preghiamo per lui, perchè il Signore possa concedergli serenità, coraggio, forza e salute”. Il prossimo 15 marzo, coi vescovi della Sicilia, monsignor Urso avrebbe dovuto recarsi in “visita ad limina” dal Papa, ma ovviamente l’incontro non ci sarà. In forse anche la venuta a Ragusa, per un incontro con i consigli pastorali, del cardinale Attilio Nicora, che presiede l’Autorità di Informazione finanziaria del Vaticano. La sua presenza dipenderà dalle riunioni del Sacro Collegio in vista del Conclave.

Il vescovo Urso e la Madonna Pellegrina

Quaresima 2013 alla Badia

Anche quest’anno, la Cappella Universitaria ha predisposto nbadia un
programma di appuntamenti settimanali, che si aggiungono alla consueta Lectio
Divina del lunedì. Il 13 febbraio, mercoledì delle ceneri, si svolgerà la S. Messa con l’imposizione delle ceneri alle ore 21.Nei venerdì di quaresima 22 febbraio, e 8, 15 e 22 marzo, sempre alle 21, avrà luogo la celebrazione della Via Crucis.
Venerdì 15 febbraio, dalle 20,30 alle 22,30 e il venerdì santo 29 marzo, dopo la
tradizionale processione, si terrà la preghiera attorno alla Croce nello stile
della Comunità di Taizè.

Scroll To Top
Descargar musica