22-10-2017
Ti trovi qui: Home » Cronaca (pagina 275)

Archivio della categoria: Cronaca

Giarratana, proseguono le ricerche dell’anziano scomparso da sabato Ancora nessuna traccia di Paolo Santini

Paesani, tanti volontari, vigili del fuoco, carabinieri, vigili urbani, uomini della protezione civile. Centinaia di persone stanno setacciando il territorio di Giarratana, alla ricerca dell’anziano Paolo Santini, scomparso da sabato pomeriggio. Nel fine settimana è stato controllato soprattutto il territorio di Vizzini Scalo e di Licodia Eubea, in quanto dall’analisi dei tabulati del cellulare del 77enne, risultava che il mobile di Santini aveva agganciato la cella di Vizzini. “Alcuni testimoni hanno riferito di averlo visto passeggiare in contrada Fiume Mele alle 16.00 di sabato” – spiegano al comando dei Vigili urbani di Giarratana – e si tratta dell’ultimo avvistamento del pensionato: è emerso successivamente che la cella di Giarratana poteva essere sovraffollata e quindi la telefonata si è agganciata alla cella più lontana cioè quella di Vizzini”. Ora le indagini sono ristrette al territorio giarratanese, e in particolare alla contrada Fiume Mele dove è stato visto per l’ultima volta. Si teme che l’anziano possa essere caduto, durante la sua quotidiana passeggiata. Seminario sulla dispersione scolastica Venerdì mattina alla sala Avis di Ragusa seminario su “L’obbligo di apprendere perchè nessuno si perda”.

Scontro sulla Comiso – Santa Croce, tra i feriti anche un bambino

E’ di cinque feriti, tra cui un bambino, il bilancio di un incidente stradale avvenuto nella serata di domenica lungo la Comiso – Santa Croce, all’incrocio per Vittoria. Si sono scontrate una Fiat Punto ed una Peugeot. La prima era condotta da una donna che procedeva in direzione Santa Croce. La Peugeot, invece, si immetteva da un accesso laterale. Nell’urto sono rimasti feriti la donna che conduceva la Punto ed il figlio, subito trasportati in ospedale. Trasferiti al Guzzardi due dei tre occupanti della Peugeot, mentre il terzo è stato ricoverato a Ragusa. Sul posto la Polstrada ed i Vigili del fuoco.

Giarratana, scomparso un pensionato

Santini Paolo 77 anni è scomparso da Giarratana nel pomeriggio di sabato 19. Le ultime tracce porterebbero a Vizzini scalo o nei pressi di Licodia Eubea, dove l’uomo sarebbe stato avvistato sabato sera. Le ricerche sono in atto, chiunque abbia notizie può contattare il Comando Stazione Carabinieri di Giarratana 0932.976001 o i Vigili urbani ai numeri 331.6061457 – 331.6061486 – 331. 6061074 – 331.6061481. Nel pomeriggio di domenica non si avevano ancora notizie dell’uomo, che, come detto, è scomparso da Giarratana sabato pomeriggio.

Rapina e aggressione, in carcere una coppia rumena

Una lite degenerata in rapina e aggressione. L’episodio è accaduto mercoledì scorso a Vittoria, vittima una donna rumena di 35 anni, alla quale due connazionali avevano strappato dal collo una catenina d’oro. La signora è stata picchiata e abbandonata sulla strada. La polizia era sulle tracce degli aggressori da due giorni. Venerdì Maricel Oboroceanu, rumeno di 37 anni e Doina Munteanu, di 43 anni sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato Ps di Vittoria. E’ stata la donna a dare gli indizi giusti agli inquirenti per risalire ai due aggressori, che sono stati trovati in un casolare rurale. Secondo la ricostruzione, l’aggressore, insieme alla nuova compagna (la Munteanu) aveva incontrato la ex, che era appunto la vittima. Fra i due era scoppiata una lite che poi è degenerata. Durante l’aggressione e lo scippo l’uomo ha gettato un cartone di vino, prova che la coppia di rumeni (nelle foto) aveva bevuto ed ha agito in preda ai fumi dell’alcool. La vittima ha dovuto ricorrere alle cure dei medici del Pronto soccorso dell’ospedale Guzzardi, che hanno poi allertato la Polizia.

Incidente sulla Santa Croce – Scoglitti. Quindicenne in prognosi riservata

Un ragazzino si trova ricoverato in prognosi riservata a seguito di un incidente avvenuto sulla Santa Croce – Scoglitti. Il quindicenne, che era in sella ad un motorino, si è scontrato con un furgone che viaggiava in direzione opposta. Le condizioni del motociclista sono gravi, ma stabili. I rilievi sono stati effettuati dalla Polizia provinciale. I due mezzi coinvolti sono stati sequestrati.

Non espone prezzo della merce. A Ispica commerciante cinese multato

“La pubblicità del prezzo di vendita – ricorda la Guardia di Finanza – è una delle regole basilari a cui devono attenersi i commercianti nell’esporre le mercanzie. Con l’approssimarsi delle festività natalizie, saranno intensificati tali controlli”. Le sanzioni, di natura amministrativa, per i commercianti che non rispettano questa norma, vanno da 516 euro sino ad un massimo di 2.582 euro.

Ragusa, depositata in Procura la perizia del prof. Forti sulla sorgente Mirio-Paradiso

E’ stata depositata in Procura la perizia del professore Paolo Forti dell’Università di Bologna incaricato dal procuratore Petralia relativamente all’indagine sull’inquinamento dell’acqua della sorgente “Mirio – Paradiso”. Nel mese di agosto, il procuratore capo della Repubblica di Ragusa, Carmelo Petralia, aveva iscritto nove persone nel registro degli indagati nell’inchiesta sull’inquinamento della sorgente che offre il prezioso liquido a Santa Croce e a Marina di Ragusa.

Sigarette di contrabbando dalla Tunisia, arrestati tre stranieri

La Guardia di Finanza e la Polizia di Stato hanno concluso un’indagine che ha consentito l’arresto di tre persone per contrabbando di tabacchi Lavorati Esteri. Nell’operazione sono stati sottoposti a sequestro 50 chilogrammi di tabacchi lavorati esteri, di contrabbando, nascosti in doppi fondi realizzati negli abitacoli di due Mercedes condotte da due tunisini. Le indagini, espletate dalla Tenenza Guardia di Finanza di Vittoria in sinergia con il Commissariato di Polizia di Comiso, sono partite da una perquisizione eseguita in casa di un cittadino tunisino residente a Comiso, segnalato quale soggetto dedito allo spaccio di droga e al contrabbando di sigarette. In casa sono stati trovati quindici chili di sigarette di contrabbando. Nafaa Kallal, 28 anni, è stato quindi arrestato. Ulteriori indagini hanno permesso di appurare che le sigarette erano importate dalla Tunisia. Gli inquirenti hanno scoperto che il carico viaggiava a bordo delle due Mercedes su una nave che da Tunisi era diretta a Trapani. Mentre i due mezzi raggiungevano Comiso, sulla statale 115, nei pressi dell’ex Enel di Vittoria, è scattato il posto di blocco. I due conducenti, Chakib Ben Moussa, 20 anni, e Ayoud Ben Moussa, 22 anni, sono stati arrestati. In auto avevano 34,66 kg. di sigarette di contrabbando, prevalentemente di marca Marlboro Gold e Rosse.

Rapinano e picchiano una connazionale, la Polizia alla ricerca di due rumeni

Rapinata e malmenata. La disavventura di una donna rumena di 35 anni avvicinata da persone che conosceva e lasciata dolorante per terra, nei pressi del mercato ortofrutticolo di Vittoria. La donna è stata trasportata in ospedale mercoledì mattina: aveva escoriazioni in diverse parti del corpo. Dopo le prime cure, la Polizia l’ha portata in Commissariato per cercare di capire cosa le fosse accaduto. La malcapitata ha raccontato di essere stata presa a calci e pugni da due connazionali, un uomo e una donna, che lei conosceva, che le hanno strappato dal collo la collana in oro e sono fuggiti. La Polizia è sulle loro tracce.

Ragusa, controlli della Polizia: scattano quaranta multe

Servizio di controllo potenziati da parte di Polizia e Polstrada nel capoluogo. In particolare le pattuglie hanno controllato le vie del centro, Ibla compresa, e la parte alta, tra viale delle Americhe, viale Europa e via Fieramosca. Verificate soprattutto le coperture assicurative. Sono state identificate 161 persone ed elevati 40 verbali per violazioni del codice della strada.

Allacci abusivi alla rete idrica. Scovate utenze fantasma a Santa Croce

Lotta all’evasione per scovare le tante utenze fantasma che non hanno mai pagato il servizio idrico e fognario. La ditta Mediale, che gestisce il servizio a Santa Croce, ha avviato una serie di attività di controllo attraverso una verifica “incrociata” dei dati con i tabulati dell’Ici, della Tarsu e con quelli dell’agenzia del territorio . “Siamo riusciti a scovare altre utenze – dice il direttore della Mediale, Antonino Guidotto – c’è, purtroppo, il malcostume di non pagare o, peggio ancora, di usufruire di un servizio in maniera assolutamente illegale. Ci sono cittadini che usufruiscono dell’acqua potabile e della fognatura pubblica senza aver proceduto alla stipula del contratto in quanto allacciati alle reti abusivamente. In questo senso, grazie alla fattiva collaborazione delle forze dell’ordine, siamo riusciti ad avviare controlli puntuali. La Mediale ha predisposto una procedura inizialmente conciliativa, inviando un invito diffida per regolarizzare l’illecito prelievo e fruizione dei servizi, assegnando 30 giorni per l’adempimento. Superato tale termine, saranno denunciati. Altro aspetto anomalo – dice ancora il direttore della Mediale – è la sub concessione del servizio: con un solo contratto in regola, alcuni sub concedono il servizio a decine di famiglie”.

Arrestato pregiudicato tunisino in stato di latitanza

Gli agenti della Squadra Mobile di Ragusa hanno arrestato un pregiudicato tunisino latitante. Si tratta di Hassen Balloumi, 35 anni, che era stato ospitato nel centro di prima accoglienza di Pozzallo e poi trasferito ad Agrigento in attesa del disbrigo delle pratiche relative alla sua identificazione. Nel frattempo, gli inquirenti hanno verificato che il tunisino era stato già individuato come responsabile di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, fatti commessi a Brescia fra il dicembre del 2010 e il marzo del 2011 e deferito per questo all’autorità giudiziaria e, quindi, espulso. Il magrebino è poi rientrato nel territorio nazionale. Da qui l’arresto eseguito dai poliziotti in seguito all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal sostituto procuratore di Brescia Silvia Bonaldi. L’uomo è recluso nel carcere di Modica.

Ragusa, in fiamme l’auto del titolare di una ditta

E’ del titolare di una ditta di manutenzioni di ascensori l’auto danneggiata da un incendio scoppiato nella notte tra domenica e lunedì in via Mario Leggio. Le fiamme hanno mandato in fumo l’abitacolo della Fiat Punto. Polizia al lavoro per capire se si sia trattato o meno di un incendio doloso. Sarà la relazione dei Vigili del fuoco a fare chiarezza.

Controlli della Polizia: Multe e denunce nel Vittoriese

Cento persone identificate, dieci multe per violazioni al codice della strada. E’ l’esito dei controlli effettuati dalla Polizia di Vittoria nel fine settimana. Due sorvegliati speciali, entrambi pluripregiudicati di Vittoria, sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per inosservanza delle prescrizioni in quanto non trovati in casa in orari notturni. Un cacciatore di Vittoria è stato denunciato per omessa custodia di arma legalmente detenuta: il fucile non era, come prevede la legge, custodito in un armadietto blindato, ma appoggiato al muro, praticamente alla portata di tutti. Un 19enne, infine, è stato denunciato per guida senza patente. Lo scorso anno il titolo di guida gli era stato revocato per guida in stato di ebbrezza. Adesso è stato trovato alla guida dell’auto della madre. Per lui la denuncia, mentre è scattato il sequestro del mezzo.

 

Arrestato ex marito violento. Un rumeno minacciava e picchiava la ex coniuge, per estorcerle soldi

Mustafà Nicolae (nella foto), cittadino romeno di 35 anni, è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Ragusa, per maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione in concorso e lesioni personali aggravate nei confronti dell’ex moglie, A.L., di 33 anni, residente nel capoluogo. La misura cautelare nei confronti di Nicolae è stata emessa dal Gip presso il tribunale di Ragusa, Claudio Maggioni, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, Claudia Maone. L’uomo da tempo rendeva impossibile la vita dell’ex moglie, dalla quale si era separato nel 2006 (il figlio della coppia era stato affidato alla madre), sottoponendola a continue minacce, atti persecutori e aggressioni fisiche, alcune delle quali finalizzate ad estorcere alla donna la somma di 2000 euro.

 

Operazione Flash Back, al via il processo

Al via davanti alla Corte d’Assise d’Appello (presidente Antonio Maiorana) il processo di secondo grado ai danni di sette vittoriesi condannati in primo grado a complessivi 80 anni e sei mesi di reclusione. Gli imputati sono finiti in carcere il 16 aprile del 2008 nell’operazione “Flash-back” condotta da carabinieri e polizia. Sono accusati di associazione a delinquere finalizzata alle estorsioni con l’aggravante dell’uso delle armi. Ieri il sostituto procuratore generale Domenico Platania ha chiesto ed ottenuto la sospensione dei termini di custodia che sarebbero scaduti a marzo. Gli imputati, quindi, restano in cella. Respinta, invece, la richiesta di riapertura dell’istruttoria avanzata dall’avvocato Platania per conto di Candiano. Il legale aveva chiesto una perizia fonica e l’escussione di un teste. La Corte ha detto di no.

 

Droga nascosta in serra, arrestato tunisino

Due panetti di hascisc del peso complessivo di sessanta grammi sono stati sequestrati ad un bracciante agricolo tunisino di 25 anni. Maher Ben Mnsour, che vive ad Acate, nascondeva la droga in una serra che si trova accanto alla casa rurale in cui abita. Già in passato, il giovane magrebino, aveva avuto problemi con la giustizia sempre per questioni di sostanze stupefacenti.

In malattia da un mese, faceva il tassista abusivo: denunciato

Faceva il tassista abusivo mentre era in malattia. Per questo motivo la Polstrada ha denunciato un modicano per truffa aggravata. Gli agenti stavano effettuando un servizio di controllo al Porto di Pozzallo, dove molti operatori sono soliti aspettare l’arrivo del catamarano da Malta per espletare servizi di taxi. I poliziotti hanno fermato una Opel Vivaro condotta da un modicano di 36 anni con a bordo quattro turisti. I quattro hanno dichiarato di aver pagato cinque euro per essere accompagnati al lungomare di Pozzallo, dove avrebbero preso l’autobus extraurbano. Dai controlli alla banca dati è emerso che il modicano lavora presso una società di Priolo. L’uomo era in malattia da un mese, e nonostante ciò faceva abusivamente l’attività di tassista. Dal momento che è l’Inps ad erogare la malattia, per il modicano è scattata la denuncia per truffa aggravata.

Lite tra due ottantenni Condannato l’imputato

Una lite tra ottantenni che si è consumata nell’aprile dello scorso anno oggetto di un procedimento penale che si è concluso con una condanna a 2 anni ed 8 mesi di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali ed al pagamento di una provvisionale per la parte offesa pari a 15 mila euro. Secondo l’accusa uno dei due pensionati sarebbe entrato all’interno di un circolo di conversazione ad Ibla, armato di un coltello da cucina con una lama da 22 centimetri, colpendo al torace l’altro uomo. La vicenda, dopo le indagini dei carabinieri, è finita davanti al giudice delle udienze preliminari del Tribunale per il reato ipotizzato di tentato omicidio. La vittima, colpita al polmone, rimase in ospedale 60 giorni. L’uomo accusato del delitto è P.G. di 81 anni, la vittima è P.D. di 80 anni. Il primo è stato condannato a 2 anni e 6 mesi.

Minacce e insulti a chi non faceva l’elemosina Modica, arrestato mendicante

  • Chiedeva l’elemosina con insistenza e, a chi non dava nulla o dava poco, rispondeva con frasi ingiuriose. Ha anche minacciato più volte i commercianti, alcuni dei quali hanno denunciato l’accaduto ai carabinieri. E così il mendicante, in gennaio, era stato arrestato. Si tratta di un rumeno di 34 anni senza fissa dimora. Era stato fermato e rilasciato dopo alcuni giorni di carcere. Una volta uscito, è tornato a creare problemi, non cambiando la propria condotta. Un incubo per i negozianti del polo commerciale. E così i militari dell’Arma sono nuovamente tornati in azione e lo hanno arrestato.

Scroll To Top
Descargar musica