27-04-2017
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo (pagina 10)

Archivio della categoria: Cultura e Spettacolo

VITTORIA JAZZ FESTIVAL

1403170195-0-nicola-mingo-apre-al-vittoria-jazz-festivalDal  18 al 26 giugno  nove giorni di concerti no stop. Più di cento artisti e nove giorni filati di concerti per la nona edizione del Vittoria Jazz Festival che quest’anno ‘inaugura’ una nuova formula scegliendo il collaudato format europeo di vivere tutto d’un fiato la rassegna jazzistica pensata e diretta da Francesco Cafiso, il giovane sassofonista di Vittoria, famoso nel mondo, anche per aver suonato per Barack Obama. La novità di fondo nella nuova pianificazione del festival presentata dal sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia e dal presidente della Sicily Music Jazz Luciano D’Amico, riguarda il calendario dei concerti. Non più solo nei weekend ma nove giorni di fila per nove giorni di concerti no stop: dal 18 giugno al 26 giugno. Non solo in Piazza Enriquez, ma anche in altri siti del centro storico. E’ stato il padre di Francesco Cafiso, Angelo, ad annunciare in conferenza stampa tutti gli eventi del Vittoria Festival Jazz. Francesco è in America a Philadelphia per una serie di concerti e per suonare con il suo mentore Wynton Marsalis. Altra novità del Vittoria Jazz Festival la scelta di rendere omaggio alla memoria dello scrittore di Comiso, Gesualdo Bufalino, grande appassionato di jazz, di cui ricorre il ventennale della morte. «Ci saranno due mostre dedicate a Bufalino – annuncia il presidente della Sicily Music Jazz, Luciano D’Amico – per ricordare la sua passione per il jazz. Una mostra fotografica di Giuseppe Leone sullo scrittore di Comiso e una mostra di cimeli su Bufalino animeranno la nona edizione del Vittoria Jazz Festival”. Il cartellone dei concerti registra la presenza di ‘icone’ del jazz. A cominciare dal sassofonista tedesco Christopfer Lauer, dagli americani Rick Margitza e Chris Cheek, dal percussionista spagnolo Jorge Rossy, del cantautore napoletano Joe Barbieri e di altri musicisti di livello mondiale. Il festival si apre la sera del 18 giugno con il concerto del Rick Margitza Quartet, preceduto dalla perfomance della Conturband pugliese, che animerà il centro storico, mentre, la chiusura del Vittoria Jazz Festival è affidata a Francesco Cafiso col suo immancabile concerto.

EVENTI E SPETTACOLI PRESSO L’AUDITORIUM SAN VINCENZO FERRERI

downloadL’ufficio cultura del Comune di Ragusa rende noti i prossimi eventi e spettacoli che si terranno ad Ibla presso l’Auditorium comunale San Vincenzo Ferreri. – 28 maggio, alle ore ore 18, inaugurazione della mostra storico culturale Il martirio di San Giorgio. L’esposizione si terrà fino al 5 giugno prossimo con i seguenti orari di apertura 10,30-13,00 e 16,30-21,00. Il 29 maggio, alle ore 20,30, concerto di apertura per i festeggiamenti in onore di San Giorgio eseguito dall’associazione Musicale “San Giorgio 1892”. Il 2 giugno, alle ore 18,30, Concerto in occasione della ricorrenza del 70° anniversario della Fondazione della Repubblica organizzato dalla Prefettura di Ragusa. Il 6 giugno, alle ore 19, Concerto per la ricorrenza del 202° annuale della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri organizzato dal Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa.

CINEMA LUMIERE

Julieta-poster-620x467Al cinema Lumière da giovedì 26 a mercoledì 8 giugno sarà programmato l’ultimo film di Pedro Almodovar “Julieta” presentato all’ultima edizione del festival di Cannes dove ha riscosso un notevole successo di critica. Il film racconta la storia di Julieta una professoressa di cinquantacinque anni che cerca di spiegare, scrivendo, a sua figlia Antia, tutto ciò che ha messo a tacere nel corso degli ultimi trent’anni, dal momento cioè del suo concepimento. Al termine della scrittura non sa però dove inviare la sua confessione. Sua figlia l’ha lasciata appena diciottenne, e negli ultimi dodici anni Julieta non ha più avuto sue notizie. Julieta parla del destino, dei sensi di colpa e del mistero insondabile che ci porta ad abbandonare i nostri cari. Il film sarà proiettato  nei giorni feriali alle 18:30 e alle 21:30 mentre sabato, domenica e festivi (2 giugno) ci saranno tre proiezioni alle 18:30, 20:20 e alle 22:00. Lunedì 30 e Lunedì 6 chiuso.

INCONTRI CULTURALI ALLA LIBRERIA FLACCAVENTO DI RAGUSA

sicilia_dimenticataIl primo questo martedì 24 alle ore 18,30 con la presentazione del libro “Sicilia dimenticata” di Diego Barucco, edito dall’associazione Natura Sicula. Introduce Fabio Morreale, presidente Natura Sicula. Sarà presente l’autore. Il secondo Giovedì 26 maggio alle ore 18:00 in collaborazione con il comitato di base No MUOS  di Ragusa, alla proiezione del documentario “Come il fuoco sotto la brace”. Alla proiezione sarà presente il regista Giuseppe Firrincieli. Interverranno  Pippo Gurrieri e Giuseppe Firrincieli.

LABORATORIO DI URBANISTICA PARTECIPATA SUL CENTRO STORICO DI RAGUSA SUPERIORE

1396120007-ragusa-titoli-di-coda-sullancioneContinuano gli appuntamenti di insieme in città. La prossima passeggiata sarà dedicata ad una ricognizione delle miniere ormai dismesse di Contrada Tabuna dall’eccezionale impatto visivo. L’iniziativa è stata accolta con entusiastica disponibilità dalla dirigenza della Colacem, attuale proprietaria del sito, nella persona dell’Ing. Nunzio Tumino. La visita sarà guidata da Saro Distefano, noto esperto della materia, e si avvarrà del contributo del Prof. Francesco Licitra che citerà alcuni dei versi più significativi de “La pici” di Vann’Antò. L’appuntamento è fissato per le ore 10,00 di domenica 5 giugno presso il parcheggio di Contrada Tabuna, in Via Mario Spadola (ex Via delle Miniere), da dove si procederà a piedi seguendo l’antico percorso dei minatori. Per ragioni di sicurezza la partecipazione dovrà essere limitata a un massimo di quaranta persone. Occorrerà pertanto prenotare la partecipazione entro il 31 maggio rivolgendosi a Giorgio Flaccavento al n. 339 2335433 o a Roberto Piccitto all’indirizzo mail: [email protected] la disponibilità della dirigenza della Colacem, qualora vi fosse la richiesta di più di quaranta persone sarà possibile organizzare una successiva replica della visita in data da destinarsi.

IL CANTANTE ADAMO A CAMARINA IL 27 MAGGIO

salvatore adamoEvento internazionale al Museo Regionale di Camarina il 27 maggio alle ore 19 con la presenza di Salvatore Adamo, il famoso cantante nato a Comiso, che presenterà il suo libro “La notte…l’attesa”. Salvatore Adamo, 80 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, autore di alcune celeberrime canzoni come La Notte, Lei, Cade la neve, Dolce Paola, ha voluto presentare la sua opera letteraria edita da Fazi, in Sicilia, nella sua terra, in un luogo del cuore, al Museo di Camarina. Adamo conosceva già il museo e non ha avuto dubbi nel volere ritornare come autore del suo libro, già edito in Francia, con il titolo “Le souvenir du bonheur est ancore du banheur”. La serata sarà presentata dal Direttore del Museo Giovanni Di Stefano e condotta da Giovanni Ottaviano.

CONCLUSA LA STAGIONE CONCERTISTICA “MELODICA”

melodica  (3)Si è conclusa con la presenza di un numerosissimo pubblico la 21esima Stagione Concertistica Internazionale promossa dall’associazione Melodica con la direzione artistica della pianista Diana Laura Nocchiero. Al Teatro Don Bosco protagonista è stato il “Gardel Tango Ensemble” che ha visto il magico intreccio della voce di Maurizio Maiorana, con le chitarre di Mimmo La Mantia e Tobia Vaccaro che in alcuni brani ha suonato anche il violino. Questi tre bravissimi musicisti hanno proposto un originale programma dedicato al tango cantato con molte composizioni del grande Carlos Gardel. L’associazione musicale Melodica ha concluso in modo eccellente una 21esima edizione ricca di successi e di concerti di altissimo livello nonostante i grandi sacrifici dovuti alla temporanea mancanza di finanziamenti pubblici, cosa che ha posto l’associazione in serissime difficoltà economiche tanto da mettere in dubbio l’organizzazione della prossima stagione. Nella speranza che  anche l’Amministrazione comunale di Ragusa possa tornare ad appoggiare la manifestazione, si sta formando un comitato, costituito da molte persone del pubblico, che vuole salvare questa importante tradizione culturale molto attesa dai ragusani e che dura ormai da 21 anni. Quindi appuntamento, si spera, alla 22esima edizione.

CAMARINA E “LA NOTTE EUROPEA DEI MUSEI”

notte_eruopea_dei_museiDurante la Notte Europea dei Musei, indetta sabato 21, sarà presentata una straordinaria mostra fotografica di Luigi Nifosì su “Le Città greche in Sicilia” viste dal cielo e sarà proiettato nel museo est un documentario (a cura dell’Archeoclub di Ragusa) su Camarina. I due appuntamenti molto attesi si svolgeranno dalle ore 17,30 in poi. La Mostra di Luigi Nifosì sarà un’anteprima inedita a livello nazionale essendo stata esposta solo ad Atene. Il video da drone di Camarina non è mai stato presentato al pubblico che potrà vivere delle emozioni impreviste attraverso le
immagini dell’antica città e del suo mare riprese da bassa quota. I due appuntamenti con la fotografia archeologica sono le iniziative più attese de La notte dei Musei.

CINEMA LUMIERE

imagesAl cinema Lumière da questo giovedì a mercoledì 25 ricco programma di proiezioni che oltre al consueto film della settimana ospiterà anche degli eventi collaterali di grande interesse. In contemporanea col Festival di Cannes dov’è in gara nella sezione “Un certain regard” sarà programmato il film “Pericle il nero” di Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio  che racconta la storia di Pericle Scalzone, detto Il nero, di lavoro “fa il culo alla gente” per conto di Don Luigi, boss camorrista emigrato in Belgio. Durante una spedizione punitiva per conto del boss, Pericle commette un grave errore che gli costa  la sua condanna a morte. In una rocambolesca fuga che lo porterà fino in Francia, Pericle incontra Anastasia, che lo accoglie senza giudicarlo e gli mostra la possibilità di una nuova esistenza.  Il film sarà proiettato  alle 18:30. e alle 21:30 sino a domenica 22 e alle 21:30 di mercoledì 25. Martedì 24 in contemporanea nazionale e in occasione del 24 anniversario della Strage di Capaci, sarà proiettato al Lumiere il film “Era d’estate” di Fiorella Infascelli con Beppe Fiorello, Massimo Popolizio e Valeria Solarino.  Il film è ambientato nell’estate del 1985, in seguito a una minaccia intercettata Giovanni Falcone e Paolo Borsellino furono trasferiti all’improvviso, di notte, insieme alle loro famiglie, sull’isola dell’Asinara, all’epoca sede del carcere di massima sicurezza. A tre mesi dall’inizio del maxi-processo di Palermo, i due magistrati si ritrovarono a condividere una singolare vacanza forzata che naturalmente segnò tutti, a iniziare dalla figlia più grande di Borsellino, Lucia  che si ritrovò in preda a un inizio di anoressia. Diretto da Fiorella Infascelli, «Era d’estate», presentato in pre-apertura della Festa di Roma, ricostruisce quell’esperienza, facendo emergere lati inediti dei due protagonisti. Il film sarà proiettato esclusivamente martedì 24 alle 18:30 e alle 21:30. Continua al Lumiere la  mini rassegna con cui Fiom Cgil ed Flc Cgil propongono una riflessione aperta su temi trasversali del mondo del lavoro oggi: la solidarietà tra i lavoratori e il precariato. Il secondo appuntamento in programma mercoledì 25 alle 18:30, prevede la proiezione del film “Il primo incarico” di Giorgia Cecere con Isabella Ragonese. Ingresso gratuito.

Concerto Musical Christi Passio

foto concerto musicalGiovedì 19 Maggio alle ore 20,30 nella Chiesa Madre S. Maria delle Stelle di Comiso, il coro e l’Orchestra “Cantus Novo”, in occasione della Festa di Maria SS. Addolorata, eseguiranno la “prima” del concerto musical Christi Passio, scritto e musicato da don Rino Farruggio. Christi Passio è una Via Crucis interamente musicale i cui brani seguono i temi e i personaggi delle ultime ore della vita di Cristo: la passione, la morte e la risurrezione. Un concerto-musical avvolgente e coinvolgente. I brani sono stati rivisti e trascritti per coro e orchestra dal Maestro Giovanni Giaquinta, che dirigerà l’esecuzione. L’attuale opera di trascrizione è all’attenzione della casa editrice “Paoline” che ha già curato la pubblicazione del musical di Farruggio. Sotto la direzione del M. Giaquinta, musicista compositore, attualmente docente di Esecuzione ed Interpretazione Flauto presso il Liceo Musicale “G. Verga” di Modica, Cantus novo con questa nuova esperienza continua il lavoro di ricerca musicale e interpretativa iniziato nel 2013. Oggi la formazione conta circa 60 elementi tra coristi e orchestrali, provenienti da tutta la provincia, tra cui alcuni musicisti professionisti e i giovani studenti del Liceo Musicale “G. Verga” di Modica e dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania.

Festival delle Relazioni in cammino per la pace

camisasca di bellaSaranno le note di Juri Camisasca e Rosario Di Bella ad aprire la sezione del “Festival delle Relazioni” dedicata alla Marcia per la pace. I due musicisti presenteranno il loro nuovo cd, “Spirituality” per la prima volta dal vivo sabato 21 maggio alle ore 20,30 all’Auditorium Ferreri di Ragusa Ibla. Spirituality è un disco ed un concerto di canzoni nuove ispirate a un ideale di elevazione e bellezza e un concerto in cui i due artisti condividono il loro cammino verso territori inesplorati. Il concerto sarà introdotto dal suono delle campane di cristallo di Enrico Giurdanella. L’evento intende lanciare la Marcia per la pace che si svolgerà sabato 28 maggio con partenza alle ore 9 da piazza San Giovanni a Ragusa. La seconda edizione della marcia è organizzata dalla Fondazione San Giovanni Battista in collaborazione con l’Istituto comprensivo Vann’Antò ed ha già raccolto l’adesione di varie scuole e di almeno 3700 alunni. Saranno coinvolti gli stranieri presenti nel territorio e le associazioni che, a vario titolo, lavorano per l’integrazione culturale e sociale. Al termine della marcia verranno proclamati i vincitori del concorso “Stranieri a se stessi” rivolto alle scuole e a quanti, attraverso la stesura di un’opera letteraria o pittorica vorranno confrontarsi sul tema.

CULTURA E SVILUPPO DEL SUD

Ragusa-capitale-cultura“Cultura è sviluppo del sud” è il tema del convegno che si svolgerà Venerdì 20 maggio alle ore 17.30 e Sabato 21 maggio alle ore 9.30 presso la nuova sede del centro studi “ Feliciano Rossitto” in via E. Majorana. Si tratta del secondo passo del percorso che numerose associazioni culturali hanno avviato per concorrere al bando del ministero della cultura e beni culturali ed ambientali per l’assegnazione del titolo di capitale italiana della cultura. Il convegno è importante perché nelle due sessioni offrirà alla comunità iblea una riflessione sulle caratteristiche valoriali, normative e simboliche della cultura meridionale e la relazione che intercorre tra cultura e società al sud, attraverso la relazione del prof. Pippo Campione, docente di economia politica ed economica dell’università di Messina, già presidente della regione Sicilia negli anni novanta; mentre la prof.ssa laura Azzolina, docente di sociologia economica presso l’università di Palermo, discuterà del rapporto tra cultura ed economia in Sicilia, sottolineando il superamento di una visione della realtà meridionale strettamente economicista per sottolineare come nel tempo post-moderno la cultura è una variabile forte dello sviluppo. Chiuderà la prima sessione il prof. Renato D’Amico, docente di scienza dell’amministrazione dell’università di Catania e tra i maggiori studiosi e ricercati sulla realtà sociale, economica ed amministrativa ragusana, attraverso il Cedoc e i quaderni da esso pubblicati. La seconda sessione sarà particolarmente importante ed utile perché sarà possibile ascoltare dai protagonisti delle città che hanno conseguito il titolo di capitale della cultura, quali buone prassi sono state implementate per raggiungere l’ambizioso traguardo. Il sen. Salvatore Adduce, sindaco che ha portato Matera a capitale europea della cultura ; il sindaco di Mantova (capitale italiana della cultura 2016) Mattia Palazzi ed Elena Becheri assessore alla cultura di Pistoia ( capitale italiana della cultura 2017),saranno i protagonisti di questa seconda sessione, che verrà conclusa da Saro Di Stefano, capo delegazione FAI-Ragusa che presenterà il lavoro di base su cui costruire la candidatura di Ragusa a capitale della cultura.

Melodica chiude con il Tango

Locandina21magChiude i battenti la  21° Stagione Concertistica Internazionale “Melodica” sostenuta dall’omonima Associazione con la direzione artistica della pianista Diana Laura Nocchiero. Il concerto di chiusura  “Tango…che passione” si terrà sabato 21 maggio alle ore 20:30 presso il Teatro Don Bosco di Ragusa e vedrà protagonista il Gardel Tango Ensemble (voce e due chitarre). Il biglietto intero è di 10 euro, ridotto 5 euro. Prevendita  presso la Libreria Ubik, Magic Music e Teatro Don Bosco dalle ore 19:00 del 21 maggio.

Presentazione del libro “Il Baronello” di Miko Magistro

Miko-Magistro-fotoL’appuntamento di lunedì 16 maggio alle ore 18,30 alla Sala Avis, a Ragusa, è certamente di quelli da non perdere per gli appassionati della buona letteratura, della narrativa siciliana, della tradizione teatrale della nostra terra e della simpatia di cui è capace il grande attore pozzallese Miko Magistro, uno dei nomi di maggior rilievo della scena teatrale nazionale. Per iniziativa infatti del Teatro Club “Salvy D’Albergo” di Ragusa la fatica letteraria che segna il debutto da narratore di Miko Magistro, “Il Baronello”, sarà presentata al pubblico ragusano, con ingresso libero, a cura anche delle Edizioni Arianna con il coordinamento di Gabriella Magistro. Parleranno dell’arguto divertente coinvolgente libro di Magistro, scritto sulla scia della tradizione narrativa siciliana tra Pirandello e Brancati, i giornalisti Leonardo Lodato e Guglielmo Troina oltre al presidente del Teatro Club Carmelo Arezzo. L’attore Miko Magistro che sarà  presente all’incontro sarà poi il vero protagonista con la sua verve.

La Sfinge di Castiglione e gli altari camarinensi a La Notte Europea dei Musei a Camarina il 21 maggio

 

museo - muro del tempio al crepuscoloLa Notte dei Musei al Museo di Camarina il prossimo 21 maggio sarà un evento unico che ospiterà la statua di sfinge in pietra rinvenuta recentemente a Castiglione. “Sarà esposta al pubblico – ha dichiarato Giovanni Di Stefano, archeologo e Direttore del Museo -per la prima volta, sabato 21 maggio, la Sfinge di Castiglione, grazie al Soprintendente Calogero Rizzuto che ha voluto questo momento. La Sfinge sarà quindi la protagonista della prima parte della serata, allorquando dopo l’avvio ufficiale della manifestazione, alla presenza di S.E. il Prefetto M.C. Librizzi, sarà inaugurata la Mostra temporanea sulla Sfinge”. Della Sfinge, rinvenuta dall’archeologo Di Stefano a Castiglione, si conserva la testa, parte del corpo e delle ali. Questo mostruoso animale con il corpo di leone alato e la testa di donna era stata posizionata forse vicino una delle porte della città indigena. la Sfinge sarà esposta al pubblico dalle ore 17,30 alle ore 23,00 sabato 21 maggio nel Museo Ovest di Camarina. Un’altra mostra archeologica su Gli altari camarinesi sarà inaugurata lo stesso 21 maggio. Verranno esposte al pubblico in mostra permanente grandi altari in terracotta decorati in ordine dorico e ionico con telomoni che servivano per i sacrifici nell’antica città di Camarina. “Sono delle presiose produzioni artigianali risalenti al IV sec.a.C. finora rimaste inedite – ha dichiarato Giovanni Di Stefano – e che ora mettiamo a disposizione del pubblico degli appassionati e dei visitatori di Camarina che potranno apprezzare la bravura degli artigiani antichi”. Il Museo ha pubblicato due volumetti (a firma di Di Stefano, con la collaborazione di Gino Baglieri) sugli altari e sulla Sfinge che saranno a disposizione dei partecipanti de La Notte dei Musei. La tiratura è limitata.

FESTIVAL DELLE RELAZIONI

jc2Sabato 21 maggio, alle ore 21, a Ragusa Ibla nell’ambito del “Festival delle Relazioni” si terrà, presso l’Auditorium San Vincenzo Ferreri, il concerto di presentazione del nuovo cd Spirituality di Juri Camisasca e Rosario Di Bella. Lo spettacolo è organizzato dalla Fondazione San Giovanni Battista con il patrocinio del Comune.

Cinema Lumiere

downloadAl cinema Lumière da giorno 13 sino al 18 maggio doppia programmazione con “Lo chiamavano Jeeg robot”  (vincitore di sette David di Donatello con Claudio Santamaria e Luca Marinelli)  e la deliziosa commedia francese “Benvenuti…ma non troppo”. Il film è ambientato in Francia dove il governo francese indice misure speciali che obbligano i cittadini proprietari di appartamenti con stanze libere ad accogliere le persone più disagiate che non possono permettersi un alloggio.  La monotonia di un condominio ricco verrà messa a soqquadro da questa coabitazione forzata, e nel confronto con i nuovi arrivati gli inquilini benestanti scopriranno la loro vera indole. Quest’ultimo film sarà proiettato con un unico spettacolo alle 18:30. Alle 21:30 sarà programmato “Lo chiamavano Jeeg robot”. 

STAGIONE CONCERTISTICA MELODICA

Locandina14magGrande successo sta riscuotendo  la 21° Stagione Concertistica Internazionale “Melodica”, organizzata dall’omonima associazione. Il prossimo concerto “Un violino per sognare” si terrà Sabato 14 Maggio alle ore 20:30 presso il Teatro Don Bosco  e vedrá protagonista il fantastico duo formato dal violinista Matteo Cossu e dal pianista Gabriele Pezone. Biglietto intero  10 euro,  ridotto per studenti 5 euro. Prevendita presso la Libreria Ubik, Magic Music e presso il Teatro Don Bosco dalle ore 19 dello stesso sabato.

Vittoria jazz festival

6c7d793817ea26fc5fd5628bb5ed09b6931Definito il programma della nona edizione del Vittoria Jazz Festival. Il direttore artistico Francesco Cafiso ha definito il cartellone degli eventi che animeranno l’edizione del 2016. C’è una novità di fondo nella nuova pianificazione del festival e riguarda il calendario dei concerti. Non più solo nei weekend ma nove giorni di fila per nove giorni di concerti no stop: dal 18 giugno al 26 giugno 2016. Non solo in Piazza Henriquez, ma anche in altri siti del centro «È una scelta diversa rispetto al passato – afferma il nuovo presidente dell’Associazione Sicily Music Jazz, Luciano D’Amico – dettata da esigenze organizzative e logistiche ma con l’obiettivo di concentrare la nostra proposta artistica in un periodo ben determinato come in fondo accade in tutti i festival jazz del mondo. Per nove giorni Vittoria vivrà di jazz anche con appuntamenti antimeridiani. Abbiamo scelto, di concerto con il direttore artistico Francesco Cafiso, questa nuova formula perché ci pare più appropriata e in linea con la tradizione dei festival. Senza contare poi che ci permetterà anche un contenimento delle spese. Resta di alto profilo invece la proposta artistica con la presenza di “icone” del jazz moderno europeo, nel solco di una collaudata e felice tradizione durante la presidenza di Emanuele Garrasi, che resta sempre vicino all’associazione e al Vittoria Jazz Festival».

LA SCUOLA IN FESTA PER IL MUSEO DI CAMARINA

notte-museiSaranno almeno trecento i ragazzi delle Scuole iblee che sabato 7 maggio al Museo Regionale di Camarina parteciperanno alla giornata conclusiva del progetto “Scuola-Museo” su “I Longobardi – Convivenza e integrazione dei popoli”. La giornata di sabato 7 maggio sarà una vere festa della scuola per Camarina alla quale hanno aderito l’Istituto Comprensivo “Marconi” di Vittoria, il “Paolo Vetri” di Ragusa, il “San Biagio” di Vittoria, il Liceo “Mazzini” di Vittoria, il “Carducci” di Comiso, il “Vittorini” di Donnalucata e il Centro per l’Istruzione degli Adulti di Ragusa. Sono previste visite guidate dai ragazzi alla Mostra “I Longobardi del Sud”, mostre, performance, proiezioni di video e rappresentazioni. “ Il progetto Scuola-Museo – ha dichiarato il Direttore del Museo Regionale di Camarina, l’Archeologo Giovanni Di Stefano – è nella tradizione della politica didattica del nostro Museo e guarda alla formazione anche attraverso i valori culturali del Museo. Questo è un progetto i cui frutti potremmo vedere fra dieci anni”. Molto intenso il lavoro svolto dai docenti che hanno accompagnato gli studenti per un anno sul tema della “convivenza dei popoli” attraverso lo studio dell’archeologia. Questa nuova chiave di lettura dell’integrazione vista attraverso lo studio del Mondo Antico è stata portata avanti dall’equipe didattica del Museo di Camarina: un team di insegnanti (Giovanni Bellina, Giovanni Modica, Manuela Distefano, Gino Baglieri) che da anni collabora con la Direzione del Museo e che ha assicurato la valenza didattica delle iniziative.

Scroll To Top
Descargar musica