23-04-2017
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo (pagina 2)

Archivio della categoria: Cultura e Spettacolo

Vasa Vasa. Il documentario sulla Madonna di Modica va in Usa

Vasa Vasa USA 3L’Italian Film Festival USA, il Festival del Cinema Italiano negli Stati Uniti, ospiterà nei giorni di Pasqua il corto-documentario di Alessia Scarso dal titolo “Vasa Vasa”. L’annuncio è stato dato domenica sera nella chiesa di Santa Maria di Betlemme a Modica in occasione della “prima”, che ha registrato una presenza di pubblico così alta e attenta da costringere il parroco, don Antonino Forgione, a chiedere una seconda proiezione del docu-film, per soddisfare il desiderio delle centinaia di persone che hanno assiepato i banchi della chiesa, con gli occhi lucidi. Dal 30 marzo al 9 maggio in dodici città statunitensi, “Vasa Vasa” sarà proiettato per far conoscere la vibrante fede di Modica in Maria Madre Addolorata. Pittsburgh, Boulder, Chicago, Cleveland, Detroit, Indianapolis, Kansas City, Memphis, Milwaukee, Phoenix, Portland e St. Louis. Sono le città che ospitano il Festival che annuncia la proiezione del documentario, in programma nei cinema, oltre che al Detroit Institute of Arts, alla Washington University di St. Louis e alla University of Chicago. Dodicimila gli spettatori dell’ultima edizione del Festival. Intanto, è iniziata la rotazione del docufilm, in testa  alla normale programmazione cinematografica, al Nuovo Cinema Aurora di Modica, nei cinema di Scicli, Pozzallo e Ispica, al Multisala Golden di Vittoria, al Cinema Lumiere di Ragusa. Anche i cinema di Sciacca hanno voluto la pellicola. Ha commosso molti il canto finale alla Madonna di Modica di Yasemin Sannino, cantante italiana di origine turca -resa famosa da Ferzan Ozpetek- che con la sua nenia, che è canto, lamento, preghiera, è riuscita a lasciare senza fiato il pubblico di Santa Maria di Betlemme. Yasmine, nel 2010, ha cantato affiancando la voce di Papa Benedetto Decimo Sesto.

UNO STRAORDINARIO MARIO INCUDINE OSPITE SABATO 25 AL CAFFE’ LETTERARIO LE FATE DI RAGUSA

mario incudine okCon uno spettacolo intimo, lieve e poetico il cantautore siciliano Mario Incudine sarà il prossimo ospite della rassegna musicale “Caféine mon amour – l’ora della ricreazione al gusto musicale del caffè” che si svolge al caffè letterario “Le Fate” di Ragusa. Continua la scia di grande successo, dopo gli appuntamenti degli scorsi mesi, che questa terza edizione, sempre diretta da Carlo Muratori, sta suscitando tra un pubblico attento ed esigente. Sabato prossimo, 25 marzo, alle ore 21.00, il palco de “Le Fate” ospiterà “Canzoni scordate”, uno spettacolo moderno in cui la radice della tradizione siciliana si fa viva e ricca di spunti creativi. Le canzoni tradizionali, le serenate, i riti della Settimana Santa, i canti dei migranti, ma anche le canzoni cantate nelle miniere, nei campi di grano della Sicilia dei primi del Novecento, nelle sedi dei sindacati dei lavoratori, nelle chiese di campagna: un viaggio musicale emotivo durante il quale Incudine farà rivivere in chiave moderna la musica “scordata”, con arrangiamenti minimalisti che esaltano la vocalità e la profonda musicalità e comunicabilità della lingua siciliana. Un repertorio vasto, profondo, che comprenderà anche le canzoni “scordate” di Incudine, quelle scritte, incise e mai eseguite dal vivo, assegnate a tracce nascoste dei cd e che aspettavano l’occasione giusta per essere riscoperte, come è il concerto di sabato: un percorso di brani che attingono alla memoria e che passano dalla penna di uno degli autori considerati tra i più interessanti del panorama italiano (premio Loano 2014, premio Tenco 2014 e premio Clandestino 2015), che con coraggio rivela attraverso le sue canzoni una Sicilia lontana dagli stereotipi televisivi, viva e fiera. Prezzo del biglietto è di 15 euro. Per info e prenotazioni Tel.: 0932 1915660 – Cell. 327 2613917 – email: [email protected].

 

STAGIONE MELODICA

images“In viaggio..de Buenos Aires à Paris” in compagnia del clarinetto di Giovanni Lanzini e della fisarmonica di Samuele Luti. La 22esima Stagione Concertistica Internazionale “Melodica” regala al suo pubblico appassionato un nuovo appuntamento con la grande musica da tutto il mondo. Sabato, 25 marzo alle ore 20.30 (ingresso in sala ore 20.00), al Teatro Don Bosco di Ragusa, i due musicisti, definiti dalla critica “virtuosi, poetici, mai scontati” (Il Tirreno), accompagneranno gli spettatori in un itinerario fantastico che si snoda dai vicoli di Buenos Aires  ai sobborghi di Parigi. Sarà un viaggio anche musicale, grazie ad un continuo intersecarsi di generi diversi che si incontrano, si mescolano, danzano fra loro durante tutto il concerto. In questo programma Giovanni Lanzini e Samuele Luti si muovono agevolmente tra il Tango argentino e il “valse-musette” francese, tra atmosfere rarefatte e malinconiche, che la fisarmonica e il clarinetto sanno così bene creare, e solari guizzi di improvvisazione jazzistica che caratterizzano anche le variazioni su brani popolari molto conosciuti, come il Carnevale di Venezia e la Ciarda di Monti, mettendo in evidenza anche le estreme doti di eclettismo tipiche dei due strumenti ad ancia. Prezzo del biglietto di ingresso è di 10 euro, ridotto per studenti 5 euro. Prevendita biglietti presso Libreria Ubik di Ragusa dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e presso il botteghino del teatro dalle 19 del giorno del concerto. Per info è possibile visitare il sito internet www.melodicaweb.it / 333 4326158 / [email protected]

 

 

CINEMA LUMIERE

ferzan-ozpetek-rosso-istanbul_opt-1Al Lumiere in programmazione settimanale l’ultimo film di Ferzan Ozpetek (Le fate ignoranti, Cuore sacro, Allacciate le cinture) “Rosso Istanbul” (orari: 18:30 e 21:00).  Giovedì 23  per la rassegna “Appuntamento al buio” sarà proiettato l’attesissimo film   “Agnus dei” (orari: 18:30 e 21:30). Imperdibile l’appuntamento di domenica 26/03 alle 10:30. Torna al Lumiere, in via sperimentale, il matinée domenicale con la proiezione del film “Figli della libertà” un eccezionale documentario sul mondo della scuola, un progetto dal basso attraverso il quale i due registi cercano di sperimentare dei nuovi strumenti di educazione chiedendosi se è davvero possibile imparare fuori dagli schemi e quanto sia giusto educare all’obbedienza. Con Silvano Agosti, Andrè Stern, Daniele Novara, Paolo Mottana e tanti altri. Il film è stato proiettato in diverse città d’Italia e ha registrato ovunque un notevole successo di pubblico e di critica. In allegato trovate una scheda e la locandina del film che è consigliatissimo per i bambini dagli otto anni in su, per i genitori e per gli insegnanti di ogni grado. E’ già attiva la prevendita dei biglietti.

GRANDE SUCCESSO PER LA TERZA EDIZIONE DI LIB(E)RI A RAGUSA

liberi-ragusa-appuntamenti-500Si è conclusa con successo di pubblico e di autori la terza edizione di “Lib(e)ri a Ragusa”. Ben 27 i libri presentati e 12 le case editrici locali presenti.  Una rassegna ancora giovane in cui però non sono mancati gli approfondimenti sulla storia del territorio e sugli aspetti sociali e di attualità che lo caratterizzano.  Il bilancio degli organizzatori è quello di una crescita complessiva per una proposta innovativa che si migliora di anno in anno, segno che la città sta percependo come suo questo evento. La partecipazione avuta in tutte e quattro le giornate è stata ben avviata dall’apertura di questa edizione che ha visto una Camera di Commercio stracolma per la proposta musicale di Alfio Antico e si è riconfermata nei vari appuntamenti ed infine ieri sera, alla libreria Paolino, dove la chiusura dell’evento 2017 è stata affidata al cantautore Carlo Muratori che ha presentato il suo cd-book “Dies irae”, edizioni Le Fate, in anteprima assoluta.  “L’elemento di crescita – afferma Giorgio Massari a nome del Comitato “Lib(e)ri a Ragusa”- è stato il fatto che abbiamo presentato i libri in una maniera inusuale e creativa con il coinvolgimento di più voci e di più livelli artistici. Al teatro della  Badia, per esempio, c’è stato anche un momento di spettacolo, a cura del regista Gianni Battaglia, in cui con la rappresentazione del Dramma Sacro di Vittoria, Patrimonio dell’Unesco, teatro, parole e musica si sono sposati e così anche per altre presentazioni. Credo che questo sia un percorso iniziato che ha ancora una lunga storia davanti. Una città che legge migliora se stessa ma una città che si legge, come abbiamo fatto noi offrendo editori ed autori locali, ha la possibilità di vedere qual è la sua identità, quindi di conoscersi”. Sabato sera molto partecipato l’omaggio che la rassegna ha voluto fare a padre Mario Pavone, parroco ma soprattutto grande studioso e uomo di cultura, ad un anno dalla sua scomparsa. Domenica, per la quarta giornata, si sono registrate ampie presenze nelle librerie, come alla Flaccavento per la presentazione de “I grani antichi siciliani”, edito Le Fate, e alla Paolino dove si è registrato il sold out per la presentazione di Carlo Muratori che ha deliziato tutti con la sua “Cantata”, ovvero un  canto-racconto  su testo  dei cantastorie del ‘700, dedicato agli eventi catastrofici che sconvolsero la Sicilia del tempo, dal terremoto del 1693 all’eruzione dell’Etna. Ancora una volta, quindi, per questa terza edizione una mescolanza di arti tra cui la recitazione e la musica in un connubio perfetto con la storia. Da un’ulteriore analisi di questa edizione si è potuto constatare che Ragusa è una città vitale che legge ed che ha sete di lettura ed il libro la aiuta a migliorarsi in tali necessità.  Non a caso alla Sala Borsa della CamCom in via Natalelli è stata allestita anche la mostra-mercato del libro ibleo. Gli editori locali in mostra sono stati Baglieri Editrice, Cirs Ragusa, Kromato Edizioni, La Fiaccola, Le Fate, Libreria Paolino, Operaincertalibri, Periferie Edizioni, Edizioni Sicilia Punto L, Società Santacrocese di Storia Patria, Editrice Sion, Associazione Culturale Edizioni Utopia. La rassegna culturale nasce da un comitato spontaneo composto da uomini di cultura ed editori locali: Sonia Baglieri, Giorgio Chessari, Emanuele Cavarra, Giuseppe Cultrera, Pino Digrandi, Giovanni Distefano, Saro Distefano, Giorgio Flaccavento, Vincenzo Giompaolo, Pippo Gurrieri, Daniela La Licata, Giorgio Massari e Rosario Ruggieri.

GIORNO 28 LO SCRITTORE GIANRICO CAROFIGLIO A RAGUSA

downloadMartedì 28 marzo alle ore 18.00 presso l’Auditorium del Centro Studi “Feliciano Rossitto” (Via Ettore Majorana, 5 – Ragusa) presentazione del libro di Gianrico Carofiglio “L’estate fredda”. Interverranno:  Marisa Simonelli e Carmelo Arezzo. sarà presente l’Autore. L’iniziativa è resa possibile grazie alla sinergica cooperazione di: Associazione Culturale e di Promozione Sociale “Genius”, Centro Servizi Culturali, Centro Studi “Feliciano Rossitto”, Libreria Flaccavento. Gianrico Carofiglio (classe 1961), già magistrato e scrittore a tempo pieno. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni. Sostituto procuratore presso la direzione distrettuale antimafia di Bari, ha esordito nella narrativa nel 2002 con Testimone inconsapevole, romanzo che ha inaugurato il genere del legal-thriller in Italia e ha introdotto il personaggio dell’avvocato Guerrieri, protagonista anche dei successivi Ad occhi chiusi (2003) e Ragionevoli dubbi (2006). Oltre al romanzo di tono più intimista Il passato è una terra straniera (2004; premio Bancarella 2005), è autore di un romanzo a fumetti edito nel 2007, e di alcuni saggi tra i quali si ricorda L’arte del dubbio (2007). Eletto senatore per il Partito democratico nel 2008, nello stesso anno dà alle stampe il romanzo Né qui né altrove. Una notte a Bari, in cui, confrontandosi con la realtà sociale della sua città, analizza le contraddizioni e le potenzialità dell’Italia del Sud, e Mondi al limite (con altri otto autori), raccolta di testimonianze dirette sulle realtà in cui opera l’organizzazione Medici senza frontiere. Tra i suoi lavori più recenti: Il paradosso del poliziotto (2009), romanzo sulla tecnica e l’arte di interrogare; Le perfezioni provvisorie (2010), protagonisti del quale tornano a essere Bari e l’avvocato Guerrieri; il romanzo Il silenzio dell’onda (2011, finalista al Premio Strega), narrazione serrata e appassionata sul rapporto tra genitori e figli. Nel 2013 è la volta di Cocaina, di cui è autore di uno dei tre racconti che lo compongono, gli altri due sono di M. Carlotto e G. De Cataldo, basati sul tema dell’uso di sostanze stupefacenti. Sempre del 2013 è pubblicato il romanzo Il bordo vertiginoso delle cose, imperniato sui temi della memoria e del ritorno. Nel 2014, i romanzi La casa nel bosco (scritto con il fratello Francesco, che sull’onda dei ricordi indaga i momenti particolari della crescita e delle relazioni familiari), Una mutevole verità (giallo in cui compare per la prima volta il personaggio del maresciallo Pietro Fenoglio), e La regola dell’equilibrio (in cui torna l’avvocato Guerrieri alle prese con un magistrato corrotto). Nel 2015 Carofiglio ha pubblicato il saggio Con parole precise. Breviario di scrittura civile, riflessione sull’importanza della parola e le sue potenzialità, mentre sono del 2016 la raccolta di racconti Passeggeri notturni e il romanzo L’estate fredda.

 

SABATO TERZA GIORNATA DI “LIB(E)RI A RAGUSA”

liberi a ragusa 6Un sabato in compagnia di tanti libri quello che attende questo sabato il pubblico della manifestazione “Lib(e)ri a Ragusa”, che si sta svolgendo al centro storico di Ragusa. Si inizia alle 10.00 alla Sala Borsa della CamCom, in via Natalelli con Giorgio Flaccavento che presenterà “Ferma e il Novecento a Ragusa”, con un approfondimento su Vann’Antò e gli artisti iblei del ‘900. Dalle 17.00 in poi invece intenso pomeriggio con incontri ogni mezz’ora. Il primo appuntamento di questo sabato tutto da lettura è il divertente laboratorio per bambini (età indicata dai 7 anni in su – necessaria la prenotazione), dedicato al libro “Dove abitano i sogni”, di Raffaella Turco, ed. Baglieri, che si terrà alla Libreria Flaccavento. Il laboratorio sarà a cura dell’ editrice Sonia Baglieri che accompagnerà i più piccoli alla scoperta delle avventura di Marco, un simpatico bambino che grazie ai suoi compagni di scuola e agli aironi scoprirà qual è il suo sogno più grande. In contemporanea, alla Libreria Paolino, Giorgio Flaccavento presenterà “Il filo di Arianna”, dedicato al maestro scultore ebanista Sebastiano Catania. Durante l’incontro Vito Cultrera leggerà alcuni brani dell’opera. Alle 17.30 alla Sala Borsa della Camcom sarà presentato il libro di Pippo Gurrieri “Le verdi praterie”, ed Sicilia Punto L., una raccolta di ricordi, momenti personali inseriti in contesti sociali, attraverso cui descrivere lo scorrere della vita. Condurrà l’incontro Saro Distefano. Alle 18.00 invece alla Libreria Paolino Gianni Papa discuterà con Corrado Calvo, autore del libro “Nel nome del Padre”, ed. Santocono: le storie di un padre e di un figlio che, seppur diverse, finiranno per incontrarsi. Il programma prosegue alle 18.30, al Teatro della Badia, con un tuffo nelle tradizioni carnivalesche di oltre 30 comuni siciliani, raccolte nel libro “Carnevale in Sicilia”, di Vincenzo Giompaolo, ed Baglieri. L’incontro sarà condotto da Saro Distefano. Emanuele Cavarra, con il libro “Il disegno delle ombre”, ed Nulla Die, è invece l’autore ospite dell’incontro delle 19.00 alla Libreria Flaccavento. Vincitore del Premio Internazionale “Mario Luzi”, Cavarra discuterà con Antonio La Monica del romanzo e del viaggio della protagonista, l’archeologa Ezla Occhipinti, nel ragusano. Sarà invece un omaggio al compianto padre Mario Pavone, ad un anno dalla morte, l’appuntamento delle 19.30 alla Sala Borsa Camcom a cura di Giorgio La Rocca e Giorgio Chessari. Condurrà l’incontro Giorgio Massari. La giornata si chiuderà alle 21.00 al Teatro della Badia con “Il Dramma Sacro di Vittoria”, ed. Teatro d’Arte Sicilia, con Gianni Battaglia, autore del testo, e Giorgio Adamo. Giovedì si è inaugurata con grande partecipazione la mostra-mercato del libro ibleo che si svolge tutti i giorni fino a domenica alla Sala Borsa della Camera di Commercio, in via Natalelli. L’occasione per potersi tuffare all’interno di pubblicazioni di grande interesse sulla storia locale, l’attualità ma anche le tematiche sociali più importanti. La manifestazione si concluderà domenica, con un’altrettanta interessante giornata dedicata ai libri e ai loro autori. L’ultimo appuntamento prevede l’intervento del cantautore Carlo Muratori che presenterà il libro-cd “Dies Irae” e non mancherà di far ascoltare alcuni brani. Per conoscere il programma è possibile seguire la pagina social o collegarsi al sito web www.liberiaragusa.it .

“LIB(E)RI A RAGUSA”, LA MANIFESTAZIONE CHE PROMUOVE L’EDITORIA LOCALE. VENERDI’ SETTE APPUNTAMENTI NEL CENTRO STORICO

liberi 19 marzoE’ la rassegna dedicata agli autori e agli editori locali che hanno così la possibilità di mostrare le proprie opere letterarie più recenti che si occupano dell’approfondimento della storia, dell’attualità ma anche degli aspetti sociali del territorio. Sarà un fine settimana davvero intenso che impegnerà il pubblico ormai appassionato con vari incontri. Questo venerdì 17 marzo, sette i libri che saranno presentati. Si inizia alle 17.00 alla Sala Borsa della CamCom in via Natalelli, con l’incontro presentato da Gaetano Cascone, dedicato al testo “Le contrade di Santa Croce Camerina”, opera della Società Santacrocese di Storia Patria, che analizza sotto diversi aspetti le 92 contrade del territorio del comune ibleo, al fine di preservare la memoria dei toponimi e trasmetterla alle generazioni future. Alle 17.30 alla Libreria Paolino invece Pippo Gurrieri presenterà il libro “Un nome difficile” di Carmelo Ferrera, edito da Ed. Periferie, che narra le vicende di un banchiere pendolare tra Ragusa e Catania che scoprirà di essere “un uomo alla deriva su una zattera da cui erano via via scivolati a sogni e illusioni”. Si continua alle 18.00 alla Libreria Flaccavento con l’ incontro dedicato al libro “Federico II e il suo tempo”, scritto da Maurici, Raffaele, Ruta e Sardella, Ed. di Storia e Studi Sociali, che approfondirà la figura complessa e affascinante del sovrano. Condurrà l’incontro Rossana Barcellona. Alle 18.30 Carlo Blangiforti presenterà alla Libreria Paolino il libro “Quattro racconti” di Vito Campo, ed Operaincerta, che abbina con talento e leggerezza l’arte letteraria all’arte fotografica. “Indios senza re”, ed. La Fiaccola, è invece il titolo del libro che sarà protagonista dell’incontro delle 19.00 alla Sala Borsa della Camcom. L’autrice, Orsetta Bellani, in compagnia di Natale Musarra racconterà lo zapatismo attraverso immagini cariche di pathos. Alle 19.30 la Libreria Flaccavento ospiterà la presentazione, a cura di Mario Barresi, del libro di Gianni Papa, “Una bella storia”, ed. LuoghInteriori, che farà immergere i lettori nella saga-epopea del treno più bello del mondo, l’Orient Express. Ultimo incontro della giornata sarà alle 20.00 all’Auditorium della Camera di Commercio, in piazza Libertà, con l’opera “Procedings of the 4° International Symposium on Karst in the South Mediterranean Area” di Rosario Ruggieri, che raccoglie i contributi presentati dai relatori al 4° Simposio Internazionale sul Carsismo  nell’area Sud-Mediterranea, organizzato dal Cirs Ragusa a Favignana nel 2014, in occasione del 40° anniversario della nascita del centro.  Seguirà la proiezione del video-documentario “Viaggio lungo i sentieri dell’acqua: dai canyon iblei alle zubbie dei Monti di Trapani”. Per conoscere il programma completo è possibile seguire la pagina social o collegarsi al sito web www.liberiaragusa.it .

 

 

 

 

RAGUSA, UNA MOSTRA DEDICATA AD UNO DEI MOMENTI STORICI PIU’ IMPORTANTI PER L’ITALIA: IL PRIMO VOTO DELLE DONNE

mostra voto 2Ripercorrere un momento storico per il nostro Paese attraverso gli scatti di una mostra di grande valenza culturale che vede riunite le raccolte iconografiche e documentarie di numerosi enti provinciali.  Venerdì 17 marzo, alle ore 17.30, alla Fondazione Grimaldi a Modica, sarà inaugurata la mostra documentaria “Cittadine al voto”, curata da Alessia Facineroso. Un ricco album storico dall’inestimabile valore civile che raccoglierà momenti di intenso fermento politico, sociale e culturale in Italia attraverso gli scatti delle 21 madri costituenti e delle parlamentari della prima legislatura repubblicana; le proposte di legge sul suffragio femminile; le petizioni avanzate dai Gruppi di Difesa della Donna all’Associazione Donne Elettrici; le pagine dei giornali e i manifesti di propaganda. La mostra era stata già presentata a Ragusa lo scorso dicembre, nell’ambito delle manifestazioni celebrative del 70° anniversario del primo voto delle donne, e in queste settimane è allestita alla “Società di Storia Patria per la Sicilia Orientale” a Palazzo Tezzano a Catania, dove sta riscuotendo grande apprezzamento. Dal prossimo 17 marzo sarà invece custodita a Palazzo Grimaldi a Modica dove resterà allestita fino al 3 aprile. L’iniziativa, fortemente voluta dal prefetto di Ragusa, Maria Carmela Librizzi, che si è subito messa in contatto con il presidente della Fondazione Grimaldi Uccio Barone, in qualità di coordinatore scientifico, rappresenta un vero omaggio a quell’epoca ed una prova dell’interesse collettivo e del senso di coesione nazionale che ancora oggi permeano la comunità. “La storia e la cultura riescono ancora una volta, e nonostante la crisi dilagante della politica e delle istituzioni rappresentative – commenta la curatrice della mostra, Alessia Facineroso – a colmare il divario fra identità e appartenenze, a ricucire le anime del Paese, a riscoprirne radici e processi fondativi, celebrandoli senza retorica e senza sterili revisionismi, ma solo attraverso la ricerca e la divulgazione scientifica”. La mostra sarà visitabile (ingresso libero) tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 20.00.

 

 

A RAGUSA DOPPIO FINE SETTIMANA DEDICATO AL GRANDE DRAMMATURGO SAMUEL BECKETT

finale di partita 1 (1)Omaggio all’opera teatrale e cinematografica del grande drammaturgo irlandese Samuel Beckett in un doppio appuntamento con la Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa. Si inizia venerdì 17 marzo, alle ore 20.00, al Teatro Ideal del capoluogo, con il seminario interattivo, ad ingresso gratuito, dal titolo “Beckett, il teatro e il cinema”, svolto con la collaborazione del prof. Danilo Amione. E a Beckett è dedicato anche il prossimo fine settimana con lo spettacolo “Finale di Partita” che dopo il suo debutto, torna in replica in doppia data, sabato 25 marzo, alla ore 21.00, e domenica 26 marzo, alle ore 18.00, sempre al Teatro Ideal di Ragusa. E’ uno degli spettacoli che la compagnia teatrale, guidata da Vittorio Bonaccorso e Federica Bisegna, ripropone con grande entusiasmo. Un’opera in un solo atto, pietra miliare del teatro dell’assurdo, con una straordinaria regia di Vittorio Bonaccorso che ha deciso di evidenziare l’interpretazione di questo capolavoro teatrale, ponendo l’accento sulla visione post-atomica o post-umanità anche se dai contorni indefiniti, come negli intenti dell’autore, in una ripetizione ossessiva dei giorni, uno uguale all’altro, che rendono insignificanti il senso della vita stessa. Vittorio Bonaccorso, nel ruolo di Hamm, è sul palco insieme al giovanissimo Giuseppe Arezzi, nel ruolo di Clov ed ancora Federica Bisegna e Giancarlo Iacono, rispettivamente Nell e Nagg, con la collaborazione di Lorenzo Pluchino, luci e fonica di Andrea Iozzia Ma gli impegni della Compagnia G.o.D.o.T. non si fermano qui: sabato pomeriggio 18 marzo alle 20,30  gli allievi saranno impegnati nella terza lezione-spettacolo per l’anno in corso, ad ingresso gratuito, che sarà dedicata all’improvvisazione nel cinema e nel teatro. Sia il seminario di venerdì 17 che la lezione spettacolo di sabato 18 sono ad ingresso gratuito, mentre per “Finale di partita” i biglietti sono acquistabili su prevendita, al prezzo di €.10  (ridotto€.5), presso Beddamatri (Via M. Coffa, 12 – Ragusa). Info e prenotazioni: 339.3234452 – 338.4920769.

CINEMA LUMIERE

download (1)Arriva al cinema Lumière l’atteso film di Pablo Larrain “Jackie” con Natalie Portman nel ruolo di Jacqueline Kennedy  che ad appena 34 anni, quando suo marito venne eletto Presidente degli Stati Uniti, divenne immediatamente un’icona in tutto il mondo, una delle donne più famose di tutti i tempi, Il suo gusto nella moda, negli arredi e nelle arti divenne per molti un modello da imitare. Poi, il 22 Novembre 1963, durante un viaggio a Dallas per la sua campagna elettorale, John F.Kennedy venne assassinato e l’abito rosa di Jackie si macchiò di sangue. Sotto choc e sconvolta dal dolore, nel corso della settimana successiva fu costretta ad affrontare momenti che non avrebbe mai immaginato di dover vivere. Il film sara proiettato al Lumière da mercoledì 15 a mercoledì 22 Marzo, esclusi giovedì 16 e lunedì 20, nei seguenti orari: 18:00 – 20:20 e 22:15.  Giovedì 16  per la rassegna “Appuntamento al buio” sarà proiettata la frizzante commedia “Lo lo – giù le mani da mia madre” (orari: 18:30 e 21:30). Invece il 26 alle 10:30 torna al Lumiere, in via sperimentale, il matinée domenicale con la proiezione eccezionale del film “Figli della libertà” un eccezionale documentario sul mondo della scuola, un progetto dal basso attraverso il quale i due registi cercano di sperimentare dei nuovi strumenti di educazione chiedendosi se è davvero possibile imparare fuori dagli schemi e quanto sia giusto educare all’obbedienza. Con Silvano Agosti, Andrè Stern, Daniele Novara, Paolo Mottana e tanti altri.

Stagione Melodica

melodica concerto (5)Grandi emozioni a Melodica per la soprano Carmen Salamone e il pianista Antonio Cardone che hanno eseguito un affascinante programma dedicato alle più famose antiche arie tratte dall’operetta e dalla canzone napoletana.  Il soprano Carmen Salamone ha ammaliato il numeroso pubblico grazie alla sua magnifica voce molto espressiva, oltre ad una notevole presenza scenica, sicurezza tecnica, ricchezza di sfumature  e grande grazia. Questo giovane soprano sembra destinato ad un brillante futuro. Bravissimo anche il pianista Antonio Cardone sempre in sintonia con la voce del soprano, ha suonato anche i suoi soli pianistici con padronanza,  bel tocco e cantabilità.  Il duo ha anche divertito e coinvolto il pubblico che è rimasto totalmente rapito da questi due bravissimi artisti. Lunghi e numerosi gli applausi finali ai quali il duo ha concesso tre famosi bis napoletani. Prossimo appuntamento sabato 25 marzo con “Viaggio da Buenos Aires a…Paris”,  con l’esibizione di due grandi musicisti: Giovanni Lanzini al clarinetto e Samuele Luti alla fisarmonica. Per info è possibile visitare il sito internet www.melodicaweb.it / 333 4326158 / [email protected]

 

Dal 16 al 19 marzo LIB(E)RI A RAGUSA 

Organizzatori-e-partner-CopiaDal 16 al 19 Marzo , presso la sala borse della Camera di Commercio  si svolgerà l’iniziativa culturale “Lib(e)ri a Ragusa”, incontri con editori e scrittori iblei. Nel corso della quattro giorni della rassegna dedicata all’editoria e agli autori del territorio, saranno presentati 25 libri scritti da autori locali e pubblicati da editori iblei. Gli editori presenti saranno: Baglieri Editrice, Cirs Ragusa, Kromato Edizioni, La Fiaccola, Le Fate, Libreria Paolino, Operaincertalibri, Periferie Edizioni, Edizioni Sicilia Punto L, Società Santacrocese di Storia Patria, Editrice Sion, Associazione Culturale Edizioni Utopia. Presso la sala borsa della Camera di Commercio, come di consueto, si terrà la mostra-mercato del libro ibleo e saranno promossi,  a cura di Enzo Criscione, Giuseppe Cultrera, Andrea Ottaviano e Tony Vasile, diversi momenti di approfondimento sui “Tipografi, editori, stampatori e librai iblei dell’Ottocento”. L’apertura di “Lib(e)ri a Ragusa” è prevista giovedì pomeriggio 16 marzo, alle ore 18,  con i saluti del comitato organizzatore. A seguire si svolgerà il concerto di Alfio Antico, l’istrionico suonatore di tamburi che affascina e incanta con la sua musica e le sue percussioni.  Programmati una serie di eventi speciali; sabato 18 marzo, alle ore 10, l’iniziativa “Ferma e il Novecento a Ragusa”, a cura di Giorgio Flaccavento, per analizzare Vann’Antò e gli artisti iblei di quel secolo e nella stessa giornata, alle 19,30, l’omaggio per ricordare padre Mario Pavone, docente e ricercatore culturale, scomparso un anno fa. L’iniziativa è curata da Giorgio La Rocca e Giorgio Chessari e sarà condotta da Giorgio Massari. Infine domenica 19 marzo alle 10,30 il reading di Michele Arezzo sul tema “Il mestiere di scrivere attraverso il racconto”. Il festival dell’editoria locale si concluderà con la presentazione-concerto del libro “Dies Irae”, un lavoro di ricerca storica e di inedita riproposta musicale del cantautore Carlo Muratori sugli eventi catastrofici del ‘700.  Per maggiori informazioni è possibile seguire la pagina social o collegarsi al sito web www.liberiaragusa.it

 

 

CONCERTO JAZZ A COMISO CON HIGHLIGHTS QUARTET

Highlights Quartet (1)Verrà presentato domenica 12 marzo, al Teatro Naselli di Comiso, l’album “Highlights quartet” feat. Il quartetto è composto da Giovanni Digiacomo al sax alto e soprano, Gen Cotena alla chitarra, Attilio Zanchi al contrabbasso e Alfonso Donadio alla batteria. Per l’occasione ci sarà anche Oscar Del Barba al pianoforte. Il repertorio è prevalentemente basato su musiche composte e arrangiate degli stessi musicisti. La natura del loro “sound” è strettamente legata al folklore e alle sonorità europee, dove però resta evidente la tradizione americana, che è la matrice comune di tutti i musicisti della scena jazz internazionale. Il quartetto ha all’attivo la registrazione di un album pubblicato nel Giugno 2016, presentato presso il “Vittoria Jazz Festival 2016”, che vede tra gli ospiti il sassofonista Tino Tracanna e il pianista Oscar Del Barba. In uscita il prossimo giugno un altro cd prodotto anche stavolta dall’etichetta milanese “Sound & Music Village”. Il concerto è ad ingresso libero con posto numerato. Per prenotazioni basta chiamare il numero 338 1266355.

STAGIONE MELODICA

carmen_salamone_antonio_cardoneUn programma molto accattivante, dedicato alle più celebri arie tratte dalle antiche Operette e canzoni napoletane d’autore. E’ il nuovo appuntamento con la 22esima Stagione Concertistica Internazionale “Melodica” che sabato prossimo, 11 marzo, alle ore 20.30, ospiterà il soprano Carmen Salamone e il pianista Antonio Cardone. La rassegna, diretta dalla pianista Diana Laura Nocchiero e patrocinata dall’Assessorato agli Spettacoli del Comune di Ragusa, accoglierà il pubblico del Teatro Don Bosco di Ragusa nella calda atmosfera dell’operetta e della canzone napoletana per regalare ai suoi fedeli spettatori ancora un nuovo appuntamento con la musica di eccellenza. L’ingresso in sala, come sempre, è previsto per le ore 20.00, mentre il concerto inizierà alle 20.30. Prezzo del biglietto di ingresso è di 10 euro, ridotto per studenti 5 euro. Prevendita biglietti presso Libreria Ubik di Ragusa dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e presso il botteghino del teatro dalle 19 del giorno del concerto. Per info è possibile visitare il sito internet www.melodicaweb.it / 333 4326158 / [email protected]

 

 

IL PICCOLO TEATRO POPOLARE DI RAGUSA TORNA IN SCENA CON UN CLASSICO DELLA RISATA: “L’EREDITA’ DELLO ZIO CANONICO”

Una fase delle proveDopo i successi ottenuti nella scorsa stagione, la compagnia tra le più storiche della provincia, attiva sin dal 1974, sale di nuovo sul palco per riproporre un classico di Antonino Russo Giusto. Con la regia di Giovanni Dimartino, il Piccolo Teatro Popolare porterà in scena la commedia in tre atti dal titolo “L’eredità dello zio canonico”. Gli appuntamenti sono in programma al teatro Leader di via Asia (angolo via Ettore Fieramosca, di fronte supermercato Eurospar, zona Bruscé) sabato 18 e sabato 25 marzo alle 21 mentre domenica 19 e domenica 26 marzo la rappresentazione prenderà il via alle 18,30. “L’eredità dello zio canonico – spiega Antonino Marù che interpreta Antonio Favazza – è una tipica commedia delle gag, delle situazioni grottesche e paradossali ora patetiche ora comiche in cui si rappresenta un’epoca attraverso le vicende di una famiglia, quella del personaggio che interpreto, della loro vita quotidiana, in cui sono evidenziati le viltà, le miserie dell’animo umano in cui prevalgono l’avarizia, il possesso della roba, il servilismo, l’avidità, la rivalità soprattutto tra parenti”. La vicenda della commedia è nota: il nipote del canonico, morto lo zio, si aspetta l’eredità, anche perché ha dedicato la sua vita a quella del congiunto, ma per un banale ritardo nella consegna di un plico si scatena tutta una serie di equivoci ed incomprensioni che rappresentano il contenuto pregnante della rappresentazione. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il 392.6738733.

 

 

LA DEA MADRE NEL MEDITERRANEO

invitoIl Prof. Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare, terrà una Lectio Magistralis lunedì 6 marzo al Museo Civico Archeologico di Modica in occasione dell’Inaugurazione della Mostra “Donne e Dee”. Il Professore Tusa, noto studioso e archeologo della Preistoria del Mediterraneo, parlerà del culto della Dea Madre nelle civiltà paleolitiche e neolitiche che si affacciano sul Mediterraneo, contestualizzando così le Veneri di Modica, oggetto dell’esposizione.

LE PRODUZIONI ALIMENTARI, ANIMALI E VEGETALI NEGLI IBLEI

iblei 086Martedì 7 marzo, alle ore 17, l’Associazione Culturale “G.B. Hodierna”, l’“Associazione Pedagogica Italiana ed il Centro Servizi Culturali promuovono un  incontro sul tema: “Le produzioni alimentari, animali e vegetali di una volta negli Iblei e le corrispondenti attuali, nostre e di altri siti” La conversazione sull’interessante tematica sarà tenuta da Raffaele Antoci presso la sede del Centro Servizi Culturali di via Diaz a Ragusa.

LA SCRITTRICE CHIARA INGRAO ALLA BIBLIOTECA CIVICA “VERGA” DI RAGUSA

Gavignano-Presentazione-Libro-Habiba-la-Magica-Chiara-Ingrao-07In occasione della Giornata mondiale dedicata alla donna, mercoledì 8 marzo,  alle ore 16, presso la Biblioteca civica “G. Verga”, si terrà un incontro con la scrittrice e giornalista Chiara Ingrao. L’evento culturale promosso dalla “Demea Cultura” darà modo ai partecipanti di interloquire con la scrittrice che presenterà il suo libro “Habiba la magica”, una storia che va oltre i confini geografici culturali e dà voce all’immaginario dei bambini, un mondo che accetta con estrema facilità le differenze, una realtà vergine dai razzismi e dai limiti mentali degli adulti. Figlia dell’ex Presidente della Camera dei Deputati Pietro Ingrao e di Laura Lombardo Radice, laureata in lingue e letterature straniere,  ha intrapreso giovanissima l’attività politica nel movimento studentesco del 1968 e in quello femminista dei primi anni settanta; ha poi svolto attività sindacale (19731980), promuovendo i primi nuclei di coordinamento delle donne nel sindacato. Nel 1990 è una dei sei pacifisti italiani in missione di pace a Baghdad per il rilascio – concluso positivamente – di 70 ostaggi italiani[1]; contribuisce alle prime iniziative comuni fra pacifisti israeliani e palestinesi, e al movimento contro la guerra in Iraq. In seguito, raccoglie tali esperienze nel libro Salaam Shalom – Diario da Gerusalemme, Baghdad e altri conflitti. Nel 1992 viene eletta alla Camera dei Deputati, dove rimane fino al 1994[2] . Si impegna anche attivamente nel movimento per la pace nei Balcani, ed è tra i promotori del Tavolo di coordinamento per gestire gli aiuti alle popolazioni della ex-Jugoslavia.

Concerto Musical Christi Passio

foto musical 4Il coro e dell’Orchestra “Cantus Novo” eseguiranno nel corso della Quaresima 2017 un ciclo di concerti del Musical Christi Passio, scritto e musicato da Rino Farruggio, poeta e cantautore siciliano. Il primo appuntamento è per venerdì 3 Marzo alle ore 20,00 nella Chiesa Parrocchiale del Preziosissimo Sangue di Ragusa. Nei successivi venerdì seguiranno gli altri concerti: 10 Marzo a Scicli nella Parrocchia SS. Salvatore alle ore 20; il 17 Marzo a Comiso nella parrocchia Sant’Antonio di Padova alle ore 19,30; il 24 Marzo a Chiaramonte Gulfi nella Chiesa Madre alle ore 20,30; il 31 Marzo a Licodia Eubea nella Parrocchia Matrice alle ore 19,30 e il 7 Aprile a Vizzini nella Chiesa San Giovanni Battista alle ore 19,30. Christi Passio è una Via Crucis interamente musicale i cui brani seguono i temi e i personaggi delle ultime ore della vita di Cristo narrando la passione, la morte e la risurrezione. I brani del musical sono stati rivisti e trascritti per coro e orchestra dal Maestro Giovanni Giaquinta, musicista compositore e docente di Esecuzione ed Interpretazione Flauto presso il Liceo Musicale “G. Verga” di Modica, che dirigerà l’esecuzione. La formazione conta circa 60 elementi tra coristi e orchestrali, provenienti da tutta la provincia, tra cui alcuni musicisti professionisti e i giovani studenti del Liceo Musicale “G. Verga” di Modica e dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania.

Scroll To Top
Descargar musica