21-08-2017
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo (pagina 20)

Archivio della categoria: Cultura e Spettacolo

IL PRESEPE VIVENTE DI MONTEROSSO ALMO VA IN SCENA L’1, IL 3 E IL 6 GENNAIO

 

presepe vivente ibla 2_MGZOOMLa rappresentazione allestita nell’antico quartiere di uno dei borghi più belli d’Italia ha raggiunto l’invidiabile traguardo della trentunesima edizione. Visitatori provenienti da ogni parte della Sicilia, oltre tremilacinquecento, hanno animato le caratteristiche viuzze col saliscendi del quartiere Matrice, il cuore antico di Monterosso, che ha pulsato grazie all’attività degli oltre trecento figuranti dell’associazione “Amici del presepe”. Decine e decine le scene abilmente ricostruite che hanno trasportato i visitatori indietro di decenni. Ciò ha anche significato il recupero di centinaia di antichi oggetti ritrovati nelle case dei nonni, tramandati da una generazione all’altra. Il presepe vivente di Monterosso Almo tornerà in scena venerdì 1, domenica 3 e mercoledì 6 gennaio, a partire dalle 17,30. Altre tre occasioni, dunque, per vedere all’opera i figuranti capaci di rendere al meglio la magnificenza del momento legato alla Natività. Per informazioni è possibile contattare il 339.8739007.

UN SUCCESSO A VITTORIA LA MOSTRA CON LE OPERE DI DALI’

Inaugurazione mostra DalìOltre mille presenze registrate nei primi quattro giorni. Un successo eccezionale. E del resto non poteva essere altrimenti per una mostra che ospita le opere di Salvador Dalì. Soprattutto il giorno dell’inaugurazione, lo spazio Edonè di Arte Viva Club è stato preso d’assalto da centinaia di estimatori che hanno voluto ammirare da vicino le “creazioni” del grande maestro spagnolo. La mostra “Salvador Dalì, Le Visionnaire” ha dunque fornito l’opportunità ai presenti di estasiarsi dinanzi a una ventina di creazioni realizzate da un personaggio artistico di eccelso livello e le cui intuizioni artistiche hanno segnato un’epoca. La mostra sarà fruibile sino al 3 febbraio secondo i seguenti orari: la mattina dalle 10 alle 13, il pomeriggio dalle 17 alle 20,30. Unico giorno di chiusura venerdì 1 gennaio.

AMELIO E LO VERSO A RAGUSA PER COSTAIBLEA

amelio al lumiereE’ iniziata lunedì la diciannovesima edizione del Costaiblea Film Festival con un omaggio al regista Gianni Amelio, che ha ricevuto il premio Carrubo d’oro alla carriera e con l’attore Enrico Lo Verso che ha ricevuto il Premio Costaiblea. Al cinema Lumierè sono stati proiettati i film di Amelio “Porte aperte” e  “Ladro di bambini”. Il festival si concluderà, sempre al Lumierè, mercoledì 30 dicembre con il seguente programma: ore 17 “Zac-I fiori del male” di Massimo Denaro, docu, 65’ (in collaborazione col Centro Sperimentale di Cinematografia), partecipa il regista; ore 18.15 Omaggio a Greta Scacchi “Terza generazione” (Looking for Alibrandi) di Kate Woods, con Greta Scacchi; ore 21.00 “Il Natale è il 24” di Danilo Schininà, videoclip Baciamolemani con Enrico Lo Verso e, a seguire, omaggio a Greta Scacchi “La donna della luna” di Vito Zagarrio, con Greta Scacchi, con la presenza dell’attrice che riceverà il Premio Costaiblea.

DIPENDE DA TE

simone (1)Sarà presentato domenica 3 gennaio alle ore 18, al teatro Ideal di piazza Libertà a Ragusa, il libro “Dipende da te – appunti per vivere con meno pessimismo e più coraggio”, la prima pubblicazione di Simone Digrandi pubblicato dalla casa editrice palermitana Wordmage Edizioni. Trentuno anni, grande appassionato di radio, dopo un’esperienza di studio al Nord, Simone Digrandi nel 2009 torna in Sicilia per costruire il suo futuro lavorativo ed impegnarsi in diverse esperienze civiche (tra cui in particolare l’associazione Youpolis Sicilia e il Comitato Festeggiamenti San Giovanni Battista) ed è proprio da queste scelte che nasce “Dipende da te”, un’opera in cui l’autore ha voluto mettere nero su bianco le esperienze d’impegno sociale, civico e politico vissute nella sua città insieme ai suoi compagni di viaggio che con lui hanno dato vita a tutte le realtà di cui fa parte. Gli appunti personali legati alle tante esperienze positive e negative si traducono in piccoli suggerimenti scritti da un giovane per i giovani, e non solo. Il libro, infatti, si rivolge a chi, per un qualsiasi motivo, non riesce a ingranare la marcia restando così fermo ad aspettare qualcosa o qualcuno. La serata prevede diversi momenti di testimonianza da parte di numerosi giovani, intervallati dalle letture di alcuni passi del libro e da un reading finale dedicato all’importanza del coraggio attraverso la letteratura. Momenti questi, curati dalle voci di Daniele Voi e Isabella Papiro, nonché dalle proiezioni multimediali di Giuseppe Criscione.

Presentazione a Modica del libro fotografico ‘Nzuliddu di Simone Aprile

nzulidduIl 5 gennaio alle ore 18:30 a Palazzo Grimaldi sarà presentato in anteprima il volume alla presenza dell’autore, del presidente della Fondazione Giuseppe Barone e di Chiara Ottaviano, public historian e fondatrice dell’Archivio degli Iblei. ‘Nzuliddu è un reportage fotografico, che racconta la vita di un’anziana coppia di contadini siciliani: Vincenzo e Concettina. Con straordinaria delicatezza e rispetto, Simone Aprile è entrato nelle loro vite cogliendo, con un linguaggio e uno stile personale e contemporaneo, l’essenza della cultura contadina, per fermarla e custodirla. Le foto, scattate fra il 2009 e il 2015, raccontano il legame di ‘Nzuliddu e Concettina con la terra ,attraverso il loro quotidiano, i gesti lenti della fatica e del riposo, il lavoro nei campi e i riti della casa. Il libro contiene 68 foto a colori, vanta la prefazione di Arturo Carlo Quintavalle, storico dell’arte

A Modica l’Iliade di Omero al centro del VII sabato letterario del Caffè Quasimodo

LOCANDINA  SERATA  9 gennaioSarà dedicato alla grande Letteratura il primo appuntamento dell’anno 2016 del Caffè Letterario che si terrà il 9 gennaio ,alle ore 17:30, nell’Auditorium del Palazzo della Cultura. “Cantami o diva …Di padri e figli nell’Iliade di Omero” è il tema della serata, che vedrà, dopo l’introduzione del Presidente del Caffè Quasimodo, Domenico Pisana, un intervento di Michele Armenia, docente di lettere nel Liceo Classico di Modica in tandem con l’attore Giorgio Sparacino, direttore della compagnia teatrale “Utopia” di Ragusa, il quale interpreterà alcuni brani dell’opera omerica inerenti al tema. Nel corso della serata, che sarà anche caratterizzata da intermezzi musicali a quattro mani al pianoforte, a cura del Duo Vindigni – Salerno, il Caffè Quasimodo consegnerà , nel quadro delle sue iniziative per il decennale della fondazione, dei riconoscimenti culturali ad attori e rappresentati di alcune compagnie teatrali della città di Modica, e precisamente a Giorgio Sparacino, Enzo Ruta, Saro Spadola, Marcello Sarta e Fatima Palazzolo. “Diamo spazio all’Iliade di Omero – afferma Pisana – perché ritengo che l’Iliade, come anche l’Odissea, ci dia, rispetto al tema scelto, la possibilità di riflettere sui rapporti contemporanei tra padri e figli, nonché di  ripercorre l’evoluzione della figura paterna da un punto di vista storico, sociologico e soprattutto psicologico”. “Nel poema omerico – prosegue Pisana –  la famiglia è presentata come la cellula base di ogni società amministrata con giustizia. Si può senz’altro affermare che il sentimento che unisce il padre al figlio è il sentimento per eccellenza, più che un sentimento è il senso stesso della vita dell’eroe. Pater,  in greco, non significa infatti solo ‘padre’, ma anche ‘patria’ e sta ad indicare anche la posizione sociale, il godimento dei beni e quindi il destino stesso dell’individuo. Il dovere sociale del figlio consiste nel sostituire il padre, al di là del fatto che egli sia o meno in  grado  di adempiere a tale compito”.

Ragusa, Scuola permanente e Generazione Zero presentano un libro

-images-cop.pisaniLunedì 28 dicembre alle ore 18.30, si terrà a Ragusa Ibla, presso l’auditorium Santa Teresa, sita in piazza Chiaramonte, la presentazione del libro Le ragioni del reddito di esistenza universale (Ombre Corte, 2014), di Giacomo Pisani. L’incontro vuole essere un’occasione per discutere riguardo al reddito di esistenza che, in una maniera o in un’altra, ha animato il dibattito politico in Italia. Allo stesso tempo avremo la possibilità di conoscere la Scuola Permanente, una nuova organizzazione, promotrice dell’evento, che intende fornire stimoli alla riflessione e alla formazione a Ragusa e in altre città in cui collabora con l’associazione Generazione Zero.

NATALE A IBLA: PRESEPE VIVENTE LUNGO LA SCALINATA CHE COLLEGA RAGUSA SUPERIORE A RAGUSA IBLA CON OLTRE 50 FIGURANTI

ibla notturnaSi inizia il giorno di Natale, dalle 16:30 alle 21:30, per proseguire negli stessi orari anche il 26 dicembre, a Santo Stefano e poi il 3 e 6 gennaio 2016. Oltre 50 figuranti, una decina di postazioni, un percorso suggestivo che si sviluppa nell’anello di congiunzione tra Ragusa superiore e Ragusa Ibla, tra piazza Carmine e Largo San Paolo. E’ stata infatti scelta la scalinata Padre Adalberto Togni quale percorso per sviluppare le varie scene del presepe vivente. Si parte da piazza Carmine per scendere a piedi verso Ibla. La santa natività è allestita all’interno di una grotta naturale che fa parte delle latomie sotterrane. Alcune scene saranno raffigurate con la presenza di animali, come pecore, galline, agnelli. Nella grotta della natività anche un asinello e un bue. Il presepe vivente arricchisce il “Natale a Ibla”, il programma di eventi promosso dal centro commerciale naturale Antica Ibla. Il 26 dicembre ritornano gli appuntamenti della ventesima edizione del festival organistico diretto da Marco D’Avola. Alle 19 presso la chiesa del Purgatorio in piazza Repubblica, si esibirà dalla Francia il noto organista Frederic Munoz.

A VITTORIA ESPOSTE LITOGRAFIE DI SALVADOR DALI’

 

Salvador DalìMercoledì 23 all’associazione Edonè “Arte viva club”, nel centro storico di Vittoria in via Cavour 39 sarà proposta la mostra “Salvador Dalì, Le Visionnaire”. Fu Picasso ad avviarlo alle tecniche incisorie verso i trent’anni, arte a cui sino ad allora non aveva mai dedicato tempo, pur avendo già dimostrato grandi doti in essa durante l’accademia a Barcellona. E nello studio di Picasso conoscerà Skira, giovane editore con cui realizzerà il suo primo volume illustrato. “E proprio un lavoro con Skira del 1973 – affermano Giovanni e Livio Bosco proprietari della galleria– sarà il fulcro principale della mostra. Saranno esposte circa 20 opere del maestro spagnolo tra acqueforti, litografie e puntesecche che saranno accompagnati dai lavori del surrealista Fabrizio Clerici, artista dalla sopraffina tecnica e caro amico di Dalì. Inoltre, ciliegina sulla torta, ci sarà in mostra una rarissima incisione di Pablo Picasso”. Il vernissage d’apertura è fissato per mercoledì 23 dicembre a partire dalle 18. La mostra sarà fruibile al pubblico sino a domenica 3 febbraio secondo i seguenti orari: la mattina dalle 11 alle 13 e il pomeriggio dalle 17 alle 20,30.

“LEGITTIMA DIFESA”, IL CORTOMETRAGGIO SATIRICO SUL NATALE, TARGATO MODICA

Prima legittima difesaE’ stata proiettata la prima del cortometraggio satirico “Legittima difesa”. Una produzione tutta modicana. Regista e protagonista Riccardo Tona che ha saputo creare una sinergia e un team di lavoro, quasi interamente targato Modica, che in tempi record ha dato anima e corpo a questo cortometraggio satirico sul tema del Natale. Il cortometraggio nasce come spunto da un caso di cronaca realmente accaduto dove un imprenditore ha sparato ad un ladro entrato nella sua abitazione. E’ legittima difesa? Qual è il sottile confine soprattutto nell’opinione pubblica che lo differenzia dall’omicidio? Tra suspense e colpi di scena il racconto si snoda in vari ambienti della città, e soprattutto nello storico Caffè Adamo, per raccontare una storia che oscilla tra realtà e incredulità. Oltre a lui sono protagonisti Silvia Rizza, Carmen Frasca, Saro Spadola, Piero Pisana e Carmelo Gugliotta. Con il montaggio di Gianluca Tela; Assistente alla regia Savio Pulino, insieme al direttore della fotografia Francesco Ruta. Il cortometraggio è visibile su Youtube. 

Concorso “Il presepe negli Iblei”

presepe1Prorogato al 28 dicembre 2015 il termine di iscrizione per la partecipazione alla trentacinquesima edizione del concorso promosso dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa, già Provincia Regionale di Ragusa. Il concorso è riservato alle categorie privati, comunità scolastiche, comunità religiose e pubbliche. La partecipazione è esclusa per i presepi viventi. La domanda di partecipazione redatta in carta semplice o utilizzando l’apposito modello disponibile presso l’Urp dell’Ente e scaricabile dal sito internet www.provincia.ragusa.it, deve indicare, oltre ai dati identificativi completi del partecipante, anche la categoria per la quale si vuole concorrere. L’inoltro della domanda di partecipazione può avvenire anche a mezzo email: [email protected], o al seguente numero di fax 0932/248825.

“DANZANDO SOTTO LE STELLE” A SCICLI

Cassisi e Sinacciolo (1)Lunedì 21 dicembre, a partire dalle 20, al teatro Italia, con ingresso libero kermesse con le scuole di danza sportiva operanti a Scicli. Sarà un modo per scambiarsi gli auguri ma anche per mettere in luce le capacità atletico-tecniche maturate nel corso di tutti questi anni. L’evento è stato promosso dall’Ars e dal deputato regionale Orazio Ragusa, oltre a godere del sostegno del Csen con il presidente provinciale Sergio Cassisi. Queste le scuole che parteciperanno: Akademy di Luisa Sinacciolo, Atelier della danza di Sonia Occhipinti, New Fashion Dance di Paola Gambuzza, Olimpo Latino di Gianni Falla, Piramide di Romina Vaccaro e Team Special Touch di Federica Re. “Sarà una dimostrazione di sportività – dice il presidente Cassisi – di unione e di crescita di gruppo da parte di realtà ormai affermate in provincia”.

NATALE A IBLA: PRESEPI, CASA DI BABBO NATALE E CONCERTI AD INGRESSO GRATUITO

presepe a ibla 2Continuano le manifestazioni organizzate dal centro commerciale naturale “Antica Ibla” in occasione del Natale 2015. Domenica 20 dicembre dalle 16,30 alle 21 sarà possibile scoprire la “Via dei presepi” con le tante natività disseminate tra i vicoli di Ragusa Ibla. Per visitarli basta scegliere tra quelli presenti in via Discesa Santa Maria delle Scale, nella chiesa di San Filippo Neri, in via del Mercato, in via XI Febbraio, in via Paternò Arezzo, in via Orfanotrofio, in corso XXV Aprile, in via dei Normanni, nella chiesa SS. Trovato e nella casa museo Appiano. Di grande attrattiva resta inoltre la bella ed accogliente “Casa di Babbo Natale” all’interno della quale è possibile incontrare proprio Babbo Natale in persona e scrivere la classica letterina per i regali di Natale. Le manifestazioni  al quartiere Barocco di Ibla proseguiranno con altri spettacoli ed eventi come ad esempio il festival organistico diretto dal maestro Marco D’Avola. L’associazione Armida, questa domenica 20 dicembre alle ore 19, proporrà un nuovo appuntamento in musica, diretto dalla maestra Giulia Rizza, sempre all’interno della chiesa del Purgatorio, in piazza della Repubblica. I visitatori e i turisti che giungono ad Ibla, quest’anno avranno la possibilità di assistere al presepe vivente in programma il 25 e  26 dicembre ed il 3 e 6 gennaio dalle ore 18 nella scalinata del Carmine a cura dell’associazione “VivIbla”. Inoltre coloro che soggiorneranno tre giorni nel quartiere barocco potranno ottenere lo sconto del 20% per le proprie vacanze. Basterà scegliere le strutture convenzionate e selezionate dal ccn “Antica Ibla”.

DOMENICA AL “PICCOLO DELLA BADIA” UNO SPETTACOLO INEDITO “LA POESIA DEL NATALE” CON MUSICA, CANTI E CUNTA DIALETTALI

 

Il Piccolo teatro della BadiaUno spettacolo diverso dal solito. E’ l’appuntamento di domenica 20 dicembre in programma al Piccolo teatro della Badia di corso Italia 103 a Ragusa.  A partire dalle 18, organizzato dal circolo culturale Palco Uno con il gruppo poetico narrativo teatrale “Bedi Tiempi”, si terrà “La Poesia del Natale”. Saranno proposti al pubblico musica, poesie, canti e “cunta” dialettali. Sul palco si alterneranno poeti, narratori, tenori, attori dialettali e musicisti per uno spettacolo unico nel suo genere. Ci saranno anche Mario Tumino, Dario Adamo ed Enzo Trigili. “E’ la sorpresa di Natale per il nostro affezionato pubblico – afferma il direttore artistico del Teatro della Badia, Maurizio Nicastro – un appuntamento confezionato su misura in vista delle prossime festività”. L’ingresso è di 5 euro. Per info e prenotazioni ci si può rivolgere al 333.4183893 oppure consultare il profilo Facebook “I piccoli della Badia”.

NATALE A IBLA

IMG_2483Bellissime sonorità per i concerti programmati all’interno di “Natale a Ibla”. Il gruppo corale Armida, diretto dalla maestra Giulia Rizza dell’associazione Armida, propone bellissimi canti natalizi e coinvolgenti gospel.  L’esibizione sarà nella straordinaria chiesa del Purgatorio, in piazza Repubblica, domenica 20 dicembre alle ore 19,00. Un momento per stare insieme e ritrovarsi nel quartiere barocco.

RAGUSA: CONVEGNO SU PENNAVARIA

Filippo PennavariaFilippo Pennavaria, l’uomo politico ragusano che volle la sua città capoluogo di Provincia, continua a rimanere al centro del dibattito culturale delle ultime settimane. L’altro giorno, la presentazione di un saggio biografico a lui dedicato, scritto dal ricercatore locale Giuseppe Tumino, questo venerdi 18, invece,  un convegno organizzato dal Cespos, il Centro studi politico-sociali vicino all’area del centrodestra nell’Isola. L’appuntamento è fissato per le ore 18 all’hotel Mediterraneo, sul tema “Pennavaria, l’uomo che reinventò Ragusa”, nella ricorrenza del 35° anniversario della scomparsa. Ne parleranno il prof. Nunzio Lauretta, docente di Storia contemporanea, ed i deputati regionali Giorgio Assenza, Gino Ioppolo e Nello Musumeci, quest’ultimo componente della commissione Cultura del parlamento siciliano.

I rurici misi a Rausa

ragusa-ibla-5La scansione del tempo ha un’importanza fondamentale in tutti i rituali sociali: sia quelli legati al succedersi ciclico delle stagioni dell’anno, sia quelli riferiti allo scorrere lineare delle fasi della vita. Per questo l’associazione culturale Insieme in città ha pensato ad uno strumento semplice e comune come un calendario per consentire alla nostra comunità di autorappresentarsi. “Abbiamo quindi voluto riproporre il calendario sui dodici mesi a Ragusa anche per il 2016, sperando che anche quest’anno riesca ad entrare nelle case, uffici, negozi di molti Ragusani e mettendo all’opera, per la sua realizzazione, gli studenti del Liceo Artistico Galileo Ferraris di Ragusa”. L’appuntamento per la presentazione pubblica del calendario e l’inizio della distribuzione è per leo re 9,30 di sabato 19 dicembre, presso la Sala Avis.

 

 

 

 

Vittoria, riapre il Museo Italo-Ungherese

downloadRiaprirà a breve il Museo Italo-Ungherese. “Il Museo – si legge in una nota del Comune di Vittoria – disserra le sue porte dopo le devastazioni e gli atti vandalici che ne hanno deturpato e impoverito i reperti. L’Assessorato all’Istruzione e Cultura, previo riordino del materiale espositivo presente, riattiverà in un breve volgere di tempo le visite e le consultazioni documentali nello storico Museo vittoriese”. Il progetto didattico “La mia Vittoria, tra natura, storia e cultura”, curato dall’associazione culturale “Grotte Alte”, prevederà un percorso didattico che avrà come unità di apprendimento la prima Guerra Mondiale, proprio negli anni in cui ricorre il centenario del conflitto. Il Museo sarà anche aperto alle visite turistiche.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “BESTIARIO IBLEO”

1447240640-0-si-presenta-il-bestiario-ibleoSabato 19  alle ore 18:30 presso la sede di Legambiente Ragusa (via Umberto Giordano 55) presentazione del libro Bestiario Ibleo. Miti credenze popolari e verità scientifiche sugli animali del sud-est della Sicilia, di Giovanni Amato e Alessandro D’Amato (Le Fate edizioni, 2015). Ne discuterà con gli autori il dott. Biologo Antonino Duchi. Il libro, impreziosito dalle illustrazioni di Manuela Menta e dalla prefazione del cantautore Carlo Muratori, nasce dall’incontro anomalo tra il biologo Giovanni Amato (Monterosso Almo, 1980), profondo conoscitore degli aspetti naturalistici del territorio ibleo, e l’antropologo Alessandro D’Amato (Chiaramonte Gulfi, 1977), esperto di demoetnoantropologia e cultura popolare. Nel Bestiario ibleo i due autori analizzano il rapporto uomo-animale con particolare riferimento al territorio sud-orientale dell’isola. Come in una sorta di bestiario – i testi medievali contenenti descrizioni di animali reali e immaginari, accompagnate da spiegazioni allegoriche e favole morali – vi sono analizzate quattordici specie diffuse nel territorio ibleo, secondo una duplice prospettiva: mitologica e storico-antropologica, da un lato; scientifica, dall’altro. La prima ci introduce nel magico mondo animale attraverso i sentieri del mito, della letteratura favolistica, delle storie e credenze storie popolari, dei cunti, delle dicerie e dei proverbi che hanno costituito il corpus etico pre-giuridico dei nostri comportamenti. L’altra prospettiva verifica miti, credenze e pregiudizi alla luce della più recente letteratura scientifica, ricostruendo un’immagine viva e palpitante della fauna iblea e del rapporto tra uomo e ambiente.

 

Scroll To Top
Descargar musica