25-05-2018
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo (pagina 30)

Archivio della categoria: Cultura e Spettacolo

IL FILM “ZAC – I FIORI DEL MALE” DEL RAGUSANO MASSIMO DENARO ALLA MOSTRA DI VENEZIA

venezia-72-mostra-del-cinema-592x330La 72a Mostra Internazionale dʹArte Cinematografica ha selezionato “ZAC – I Fiori del MALE” di Massimo Denaro, film saggio di diploma del corso di “Reportage cinematografico”della sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia. ZAC – I Fiori del MALE ripercorre l’attività umana, professionale e artistica di Pino Zac a partire dalla sua dimora a Fontecchio, pochi chilometri da L’Aquila, dove fu trovato senza vita nel 1985. Nel palazzo è tutto sospeso dal 1985: ogni cosa al suo posto, pennelli, colori, tavoli, libri, quadri, vestiti, letti, medicine. Tutto come fosse in attesa del ritorno del padrone di casa, uscito di fretta a comprare il giornale.  Ha inizio qui il viaggio esplorativo sulla figura di Pino Zac da parte del giovane regista ragusano Massimo Denaro che, attraverso le testimonianze di Valter Zarroli, Vauro, Riccardo Mannelli, Vincino, Jacopo Fo, Vincenzo Sparagna, Drahomira Biligova, ci fa rivivere una delle esperienze più avvincenti e vitali della satira italiana con la redazione de Il Male di cui Pino Zac è stato non solo il direttore e fondatore, ma la guida, il talent scout, capace di inaugurare una nuova stagione satirica che arriva sino a oggi. Il film sarà presentato fuori concorso nella nuova sezione “Il Cinema nel Giardino” al Lido di Venezia. Proiezioni, 8 SETTEMBRE ore 21, Il Cinema nel Giardino, il 9 SETTEMBRE ore 14.45, Sala Casinò.

IL MUSEO DI CAMARINA ADERISCE ALLA GIORNATA EUROPEA DEL PATRIMONIO EBRAICO

08Il Museo Regionale di Camarina aderisce il prossimo 6 settembre alla Giornata Europea del Patrizio Ebraico. “Il Museo di Camarina – ha dichiarato il Direttore del Museo, Giovanni Di Stefano – possiede una collezione di reperti archeologici risalenti al IV sec.d.C. con sicuri riferimenti ebraici: una lucerna con la menorah, una lamina in oro con una preghiera esorcistica, l’iscrizione del piccolo Giasone, con la menorah. Questi reperti sono già da tempo esposti al pubblico nel padiglione ovest del Museo” . Il Museo di Camarina il 6 settembre sarà aperto al pubblico gratuitamente cosicché i visitatori potranno ammirare la collezione di reperti ebraici. “Quest’ anno – continua Di Stefano – il tema della XVI Giornata è “Ponti e attraversamenti” per favorire la conoscenza e la coesistenza tra culture diverse, come lo fu nell’antichità. Nel padiglione ovest del Museo saranno proiettati dei video sul tema”.

UN CONVEGNO DI ARCHEOLOGIA PER LA MOSTRA “NAUFRAGI” IL 10 SETTEMBRE

0998121La Glyptoteka di Copenaghen, il Museo di Camarina e L’archeoclub di Ragusa in concomitanza con la fine della Mostra sui “Naufragi”, il prossimo 10 settembre organizza un convegno di archeologia. Il convegno dal titolo “Naufragi” si terrà a Camarina nell’Auditorium del Museo alle ore 19.00 del 10 settembre. Molto attesa la relazione del Prof. Jan Jacobsen Direttore del Dipartimento della Antichità della Glyptoteka di Copenaghen che parlerà, con Floria Mittica, del sarcofago 1299 con una scena di uomo in mare. Interverrà anche l’archeologo Giovanni Di Stefano sui commerci nel Mediterraneo tardoantico

Cento anni dalla nascita dello scultore Enzo Assenza, massima espressione figurativa del ‘900

San BartolomeoIl centenario della nascita dello scultore Enzo Assenza, nato a Pozzallo l’8 ottobre del 1915, sarà ricordato con una manifestazione rievocativa promossa dall’amministrazione di Modica, venerdì 11 settembre alle ore 18.00 nella sala auditorium “Salvatore Triberio” del Palacultura di Corso Umberto. Enzo Assenza, uno dei massimi esponenti dell’arte figurativa del ‘900 operò e visse a Roma, dove si trasferì diciassettenne dalla sua città d’origine, Modica, esponendo nei più prestigiosi palazzi e sedi d’arte della capitale. Sue sculture si trovano in esposizione in molte città del mondo. Suo il bassorilievo in ceramica, tra i più grandi del pianeta (27 metri per 12), sistemato nell’abside della Cattedrale di Hartford, capitale della Stato del Connecticut. Significative sue opere alla fine degli anni ‘90, per volontà della famiglia, sono state donate al Comune che ha istituito, prima al palazzo dei Mercedari e successivamente al palacultura, il Museo Enzo Assenza. La scultura in bronzo, la “bagnante”, fa bella mostra di sé nella fontana di Piazza Corrado Rizzone, nel centro storico della città. Enzo Assenza (deceduto a Roma il 22 novembre del 1981) era figlio d’arte: il padre Giorgio, raffinato decoratore, lo zio materno, il canonico Orazio Spadaro, apprezzato pittore tardo ottocentesco, i fratelli Beppe e Valente anch’essi pittori rinomati. L’evento vedrà la presenza del prof. Orazio Galfo che parlerà sulle ragioni del Museo Enzo Assenza a Modica, del prof. Massimo Guastella, storico dell’arte contemporanea e docente dell’Università del Salento, che si soffermerà sull’itinerario artistico di Enzo Assenza. La celebrazione vedrà la testimonianza del figlio dello scultore, Donello, che ricorderà la figura del padre. A corredo dell’evento la proiezione di una serie di filmati sull’artista e un’ intervista a Enzo Assenza sul significato della sua arte.

MARINA DI RAGUSA – ADDIO ALL’ESTATE RITORNA AL COMITATO

fuochiDopo cinque anni l’organizzazione di Addio all’Estate Mazzarelli ritorna al presidente Ruggiero Crocifisso, al vice presidente Angelo Martorana e al comitato che ha inventato la manifestazione. Addio all’Estate, inserita nell’Estate Iblea voluta dal Comune di Ragusa, inizierà giovedì 17 settembre alle ore 21 in Piazza Duca degli Abruzzi con l’esibizione di varie scuole da ballo, a cura di Vladan Jovanovic. Venerdì 18 settembre alle 21 serata musicale con il maestro Giuseppe Arezzo e la sua orchestra. Sabato 19 settembre alle 19 inizierà la classica degustazione dei cavati al sugo di maiale, della salsiccia e del buon vino locale; alle ore 24, dopo il concerto in Piazza, dal Porto Turistico il “28′ festival dei Fuochi d’Artificio” con le ditte “Zio Piro by Vaccaluzzo” di Catania, “Fuochi srl di Chiarenza” di Belpasso e “Elia Fireworks” di Giarratana. Domenica 20 settembre alle 21 in Piazza Duca degli Abruzzi rappresentazione teatrale e sorteggio della lotteria locale.

A RAGUSA IL FESTIWALL

nataliarakHa preso definitivamente il via la macchina di FestiWall. Frutto di un lavoro ininterrotto svolto durante i mesi estivi, il programma del festival di Streetart patrocinato dal Comune di Ragusa ha preso la sua forma concreta: è delle ultime ore la comunicazione ufficiale, diramata via social dagli stessi soggetti organizzatori dell’evento, Extempora e S/Oggetti Negativi, dei nomi dei cinque artisti che arricchiranno il panorama urbano di Ragusa Sud tra il 21 e il 27 settembre. Eccoli, dunque. Pixel Pancho, street artist di Torino considerato uno dei migliori artisti del circuito e specializzato in grandi murales. Moneyless, visual artist milanese, nato e cresciuto nel mondo dei graffiti della metropoli lombarda dei primi anni ’90, il suo stile è caratterizzato da un forte astrattismo e da una cruda espressività che si riverbera sullo spazio creando seducenti forme geometriche. Daniel Eime, classe 1986, attivo da più di dieci anni nell’ambiente dell’arte urbana, è cresciuto da sempre in mezzo ai linguaggi artistici. Natalia Rak si avvicina alla street art solo un paio d’anni fa ma è già uno dei nomi di punta del circuito: apprezzata per i suoi vibranti ritratti large-scale e per l’istinto con cui, armata di bombolette, gestisce la scala cromatica dei suoi lavori, alterna alle operazioni di street art la professione di illustratrice, pittrice e graphic designer. Millo, classe 1979, si è fatto conoscere nella scena della street art mondiale vincendo nel 2014 la B.Art competition e aggiudicandosi così la possibilità di dipingere tredici muri nella città di Torino. Roma, Milano, Londra, Parigi e Rio De Janeiro sono solo alcune delle tante città dove è possibile ammirare i suoi lavori su enormi pareti: opere che si distinguono per la tessitura di intricate linee su cui campeggiano figure che strizzano l’occhio al mondo dei fumetti. I cinque artisti realizzeranno altrettante opere di arte pubblica sulle facciate cieche di cinque palazzi della città, pubblici e privati, nel corso di una lunga festa che darà la sveglia a Ragusa Superiore, richiamando appassionati del genere e turisti. Collateralmente, la città sarà vissuta tramite laboratori di street art e workshop, musica live e tante altre sorprese che verranno svelate nel corso dei prossimi giorni. Primo dei grandi eventi che animeranno il festival è il live della storica formazione hip hop romana Colle der Formento, accompagnata per l’occasione dal duo Soulcè & Teddy Nuvolari, che apriranno il concerto in pizza San Giovanni la sera del 25. Il festival è patrocinato dal Comune di Ragusa, per altre info consultare il sito http://festiwall.it/”.

GEOGRAFIE DEL CUORE

Fabio Salafia. Il mio blu. 2013. Olio su tavola cm 42 x 61 okArriva alla conclusione la mostra personale di pittura di Fabio Salafia, la suggestiva collezione che ha arricchito, a partire dall’1 agosto, i bassi del Castello di Donnafugata a Ragusa. Domenica 30 agosto il finissage dell’importante evento che è stato inserito tra le iniziative culturali e artistiche di punta dell’estate iblea, nell’ambito del Donnafugatala Filmfest e della stagione estiva comunale. Per l’occasione sarà presente l’artista che, tra le ore 17 e le ore 19, sarà lieto di accogliere i visitatori e di accompagnarli lungo il percorso delimitato dalle affascinanti pitture, frutto della sua incessante ricerca artistica. Ricordiamo che giorno 29 la mostra non potrà essere fruita in quanto il castello è chiuso per la festa patronale della città.

AL PRIMA FILA DI CHIARAMONTE GULFI SI FA NOTTEFONDA

NottefondaAnche quest’anno giunge al termine la “Stagione Musicale Estiva 2015” del Prima Fila, locale a  Chiaramonte Gulfi. Mercoledì 2 Settembre, dalle ore 22:30, avrà luogo i concerto dei Nottefonda nella piazzetta antistante l’ingresso del locale, in C.so Umberto, 118.I Nottefonda, sono un trio composto da Peppe Milia (from Tinturia) alla voce e chitarra, Gabriele Russello al basso e Marco Longo alla Batteria. Un rock genuino con echi surf e ritmi  che riprendono sonorità new wave senza mai dimenticare le radici del pop italiano anni ’60, ’70 e ’80 (Lucio Battisti, Adriano Celentano e Donatella Rettore su tutti).

FESTIVAL DEL JAZZ A PUNTA SECCA

maxresdefaultSarà il Gianni Gebbia Magnetic Trio che aprirà questo venerdì 28 la seconda edizione di Oltremente015, il Festival di Jazz Contemporaneo promosso dall’Associazione Culturale Quattroetrentatre con il patrocinio del Comune di Santa Croce Camerina. Gianni Gebbia al sax, Gabrio Bevilacqua al contrabbasso e Carmelo Graceffa  alla batteria intratterranno con la loro musica il numeroso pubblico che anche quest’anno si attende nella splendida location prescelta per l’evento ossia P.zza Torre a Punta Secca. Il festivalproseguirà Sabato 29 Agosto con Giuseppe Guarrella Niwas Quartet feat Mara Marzana e si concluderà Domenica 30 Agosto con un doppio appuntamento: alle ore 21.30  con Naked Sound Trio e alle ore 22.30 con i ragazzi del laboratorio musicale Open Depòt Lab con Jimmy Weinstein.

NOTTI BIANCHE IN LIBRERIA

libri_10004Nell’ambito di “Notti bianche in libreria” si svolgeranno presso la libreria Nasinsù in Piazza XVI XVII maggio, 38 – Vicino villa Margherita a Ragusa, due interessanti iniziative per adulti e bambini: venerdì 28 agosto, alle ore 20,00 “I cunti di San Giovanni” – tradizioni e racconti della festa del patrono – a cura di Saro Distefano. Sabato 29 alle ore 18,30 “Libreria in festa” – giochi e laboratori a tema per bambini dai 4 anni in su. Ingresso gratuito

PIU DI 11.000 VISITATORI PER LA MOSTRA DI GUCCIONE A SCICLI 

Guccione. L'ombra del tramonto sulla collina della croce. 1991Si sta rivelando l’evento dell’Estate sciclitana la mostra del Maestro Piero Guccione, “Amori”, che si tiene presso il Circolo “Brancati” di Scicli (via Mormina Penna): infatti in due settimane l’antologica è stata visitata da oltre 11.000 persone, rimaste incantate dalla “stanza della bellezza” offerta dalla Città di Scicli a uno dei suoi figli più illustri; i sessanta pastelli di Guccione regalano visioni ed emozioni ai visitatori. Fino all’8 Settembre un ambiente del “Brancati” rimarrà abbellito come una stanza di una casa, così come erano le pinacoteche dell’Ottocento. La personale è stata voluta dal “Brancati”, di cui Guccione è stato il primo presidente nel 1980, e propone opere finora sconosciute ai più, pensieri creati dal Maestro come gesti affettuosi in primo luogo per la sua compagna Sonia Alvarez e per i tanti amici: si tratta di fiori, di d’après, di mari, di omaggi alla sua città e ai suoi simboli.

PALCHI DIVERSI SUMMER: MERCOLEDI’ 26 IL DEBUTTO DE “IL MARINAIO” CON LA COMPAGNIA G.O.D.O.T. NEL SUGGESTIVO SPAZIO DEL MUSEO DI KAMARINA

compagnia godot il marinaioDopo lo straordinario successo ottenuto poco prima di Ferragosto al castello di Donnafugata con la nuova edizione de “Il borghese gentiluomo” (in replica giovedì 27 agosto alle 21 al cine-teatro Giardino d’Estate a Casuzze), la compagnia teatrale G.o.D.o.T. di Ragusa torna in scena sempre all’interno della mini rassegna “Palchi DiVersi Summer”. Lo farà in un luogo suggestivo come il museo di Kamarina in una doppia replica, al tramonto alle 19 e alle 21,30 sotto il cielo stellato, in programma quersto mercoledì 26 agosto. Si tratta di un debutto, una prima assoluta de “Il marinaio” di Fernando Pessoa. Un dramma statico in un atto unico, con la traduzione di Antonio Tabucchi, che vedrà in scena l’attrice Federica Bisegna insieme alle attrici-allieve Anita Pomario e Gaia Guglielmino, con la regia di Vittorio Bonaccorso.

Festival di Jazz Contemporaneo – Punta Secca 28 – 29 – 30 Agosto

openLab 014_113 (1)Sta riscuotendo grandi consensi fra i giovani l’Open Depòt Lab, il laboratorio di musica allestito presso la Biblioteca Comunale di Santa Croce Camerina in occasione di Oltremente015 Festival di Jazz Contemporaneo, in programma i prossimi 28-29 e 30 Agosto a P.zza Torre a Punta Secca. Il laboratorio prevede l’interazione di giovani musicisti, provenienti da bande o scuole di musica del territorio, guidati dal contrabbassista e compositore Alessandro Nobile e dal batterista e compositore special guest Jimmy Weinstein. I ragazzi continuerannoil percorso già intrapreso di scoperta e studio della musica d’insieme, formando così un ensemble che si esibirà nella giornata conclusiva del festival. Il laboratorio si svolgerà dal lunedì alsabato e si concluderà in P.zza Torrea Punta Secca (Domenica 30 Agosto ore 22.30), con l’esibizione dei giovani musicisti diretti da Jimmy Weinstein. Il festival si aprirà Venerdì 28 Agosto alle ore 21.30 con Gianni Gebbia Magnetic Trio, proseguirà Sabato 29 Agosto con Giuseppe Guarrella Niwas Quartet feat. Mara Marzana, infine si concluderà Domenica 30 Agosto con un doppio appuntamento: alle ore 21.30 con Naked Sound Ensemble e alle ore 22.30 con Open Depòt Lab with Jimmy Weinstein. La manifestazione è promossa dall’Associazione Culturale Quattroetrentatre.

LA TROUPE DI “GEO&GEO” DI RAI 3 PER DUE GIORNI A RAGUSA

geo & geo 2Gli obiettivi delle telecamere di “Geo&Geo”, programma televisivo di Rai 3 che spazia dai temi d’attualità, alla cultura, clima, animali, natura, gastronomia, condotto da Sveva Sagramola e Emanuele Biggi, saranno puntati  mercoledì 26 e giovedì 27 agosto sul nostro territorio. Nelle due giornate verranno infatti registrati dei servizi dedicati sia al paesaggio ibleo con i suoi splendidi monumenti, che hanno contribuito al riconoscimento Unesco, sia alla produzione delle carrube i cui semi del prezioso frutto vengono trasformati in farina per gli innumerevoli utilizzi nel settore dolciario e farmaceutico. “La presenza a Ragusa della troupe della trasmissione televisiva di “Geo& Geo” – dichiara l’Assessore al Turismo Stefano Martorana – costituirà una nuova occasione per promuovere ulteriormente il nostro territorio sempre più apprezzato sia in Italia che all’estero. I nostri monumenti, i nostri siti archeologici, il nostro paesaggio, la nostra gastronomia, sono infatti i punti di forza dell’economia della terra iblea che dobbiamo essere in grado di promuovere facendoli conoscere anche attraverso un’efficace comunicazione televisiva come quella che, ad esempio, “Geo&Geo” può offrire”.

CAMARINA DI NOTTE

download (1)Il Museo Regionale di Camarina apre anche di notte. E’ questa l’ultima novità del Museo che nei giorni 25 e 26 del mese di agosto e nei giorni 11, 12, 18, 19, 25 e 26 del mese di settembre rimarrà aperto fino alle ore 22,00. La Direzione del Museo comunica di avere aderito al progetto dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali che consentirà così di ampliare le fasce di fruizione anche in orari serali. “Per il Museo di Camarina – ha dichiarato il Direttore di Camarina, Giovanni Distefano – questa non è una novità. Abbiamo già sperimentato il gradimento delle aperture notturne, quindi siamo sicuri che il pubblico e i turisti accoglieranno bene questo ulteriore ampliamento della fruizione”. I visitatori troveranno all’ingresso del Museo una bandiera a mezz’asta in segno di lutto per l’uccisione dell’archeologo Prof. Khaled el Asaad, insigne studioso, per anni Direttore del Parco Archeologico di Palmira.

“Camarina sotto le stelle” al Museo Regionale Camarina

elegia del frammento giovanni occhipintiMartedì 25 agosto presso il cortile del Tempio di Atena ci sarà la presentazione del libro “Elegia del frammento” di Giovanni Occhipinti con una introduzione di Marisa Simonelli, Presidente dell’Associazione Genius. La presentazione  del volume sarà fatta dallo scrittore Carmelo Mezzasalma, Direttore della Comunità San Leonino di Firenze. Sarà presente l’Autore. Seguirà la drammatizzazione di Lorenzo Guardiano con il racconto di Dario Latifi con le voci di Giovanni Arezzo, Fabio Bruno, Benedetto Guardiano,Valeria La Terra, Marianna Occhipinti e le musiche di Angelo Battaglia e Lorenzo Guardiano.

IL BRIVIDO SUGLI SCHERMI DEL DONNAFUGATAFILMFESTIVAL: SABATO I FILM DI HITCHCOCK E DOMENICA SPECIALE MARATONA DEDICATA A KUBRICK.

Stanley-KubrickSi conclude con il “brivido” la settima edizione del “DonnaFugataFilmFestival”. Questo sabato 22 agosto, la “mezza maratona” dedicata al “re del brivido” Alfred Hitchcock mentre domenica una vera e propria maratona interamente dedicata a Stanley Kubrick. Il festival continua così a celebrare attori, registi e critici nati sotto il segno del leone per la sezione “ZodiacFilmFest”. Come l’attore Massimo Wertmuller che sabato pomeriggio, alle ore 19, sarà ospite del festival per presentare il corto “Ad arte” (da lui diretto insieme ad Anna Ferruzzo) che precede la proiezione del film in cui è protagonista “Esercizi di stile” di vari registi. C’è attesa, sempre per sabato, per la proiezione del film “Boyhood” del regista Richard Linklater  film girato in doodici anni, che accompagna la crescita di un adolescente e dei suoi familiari protagonisti della pellicola. Finalmente completato, il film chiude le proiezioni di questo sabato sera al cortile grande del castello approfittando dell’appartenenza del regista al segno del leone. Domenica 23 agosto, giornata finale del “DonnaFugataFilmFestival” sarà davvero una maratona speciale perché dalle 9 del mattino e fino a notte fonda saranno proiettati dieci film di Stanley Kubrick, da “Il bacio dell’assassino” ai cult “Arancia Meccanica” e “Shining”, da “Barry Lyndon” a “Il dottor Stranamore”, “Full Metal Jacket”, “2001: Odissea nello spazio” per concludere con “Lolita”.

DANIELE CIPRI’ AL DONNAFUGATAFILMFESTIVAL: “IL CINEMA ITALIANO? HA PERSO LA SUA POESIA. VA CAMBIATO”.

donnafugata 5E’ una critica a volte spietata, con l’obiettivo di essere l’autocritica dei registi italiani, quella che ha fatto il regista Daniele Ciprì martedì  sera al castello di Donnafugata, a Ragusa, dove è in corso la settima edizione del “DonnaFugataFilmFestival”. Ospite insieme all’attore Alessio Vassallo (tra i ruoli più recenti quello di Mimì Augello nella serie tv “Il giovane Montalbano”), il regista palermitano, che è anche stato più volte direttore della fotografia, ha parlato apertamente auspicando una ricerca stilistica più attenta per il cinema italiano. Un cinema che avrebbe perso, questa la contestazione più dura di Ciprì, il fascino della poesia, della passione e dell’emozione che invece grandi registi come Fellini e Antonioni avevano saputo connotare. Si guarda ai costi di produzione, alle scelte che possono attirare l’attenzione dei media, alle sceneggiature poco accattivanti. Il male del cinema italiano che Ciprì sostiene essere il calcolo mirato al botteghino, a differenza del cinema d’autore che con forza sta emergendo anche nel resto d’Europa. “Io credo che possa rinasce il cinema europeo – ha detto Ciprì -Anche in Ucraina, ad esempio, vedo pellicole interessanti e sento in quel cinema d’autore più dolore,più pathos. Nel nostro cinema sento più il calcolo. E’ difficile che mi possa emozionare veramente”. Il regista ha poi parlato del f ilm “La buca” che è stato poi proiettato, un film che vuole essere ancora una volta il racconto di una storia ma partendo sempre dalla visione personale del regista. Il festival cinematografico prosegue, sempre sotto il segno del leone. Giovedì 20 agosto, sempre alle 19, sulla terrazza del castello sarà celebrato il premio Nobel, Salvatore Quasimodo. Al tramonto, undici poeti e uomini di cultura si alterneranno in quello che sarà un tributo al grande poeta di origini modicane anche lui un leone. Da segnalare, sempre giovedì, la “maratona San Berillo” dalle 21 in poi all’arena del castello, per la sezione “L’isola come set” con cortometraggi e film dedicati al quartiere catanese. Venerdì tra gli ospiti ci sarà l’attore Velasco Vitali mentre sabato interverrà il regista Massimo Wertmuller. Il “DonnaFugataFilmFest”, promosso dal Cinestudio Groucho Marx, dalla Fondazione degli Archi e da Archinet, sostenuto dal Comune di Ragusa, prosegue fino al 23 agosto con ingresso gratuito.

RAGUSA, PALAZZO ZACCO: IN MOSTRA LE “TRIBUNEDDE BAROCCHE”, PATRIMONIO CULTURALE SPARSO SUL TERRITORIO

PAG33GPalazzo Zacco, in via San Vito 158, dal 22 agosto al 4 settembre, in concomitanza delle feste religiose dedicate al santo patrono della città, San Giovanni, ospita “Tribunedde Barocche”, la mostra dedicata alle opere tridimensionali a sfondo religioso e sociale realizzate da Mariuccia Roccasalva. Si tratta di opere che rappresentano una rivisitazione originale delle antiche edicole votive che caratterizzano i vicoli del nostro centro storico, realizzate con materiali di scarto, riproduzioni di stampe religiose antiche e articoli di giornale. Un tempo, infatti, le edicole erano considerate dei veri e propri tempietti collocati a protezione del luogo e spesso realizzati per adempimento di un voto. In Sicilia, sparse per le vie cittadine, poste spesso al bivio di una strada o in piccole nicchie situate sulle facciate di palazzi vicini alle porte della città, le edicole erano una sorta di segnaletica stradale che rassicurava il viandante durante il suo cammino e che invitava alla preghiera. L’esposizione è curata dalla fotografa Federica Vero. L’inaugurazione, prevista per giorno 22 agosto, alle ore 18, sarà arricchita dalla presenza di Giovanni Salonia, direttore della Scuola di Formazione in Psicoterapia della Gestalt, e di Antonio Sichera, docente all’Università di Catania.

SESSANTAMILA VISUALIZZAZIONI SU FACEBOOK PER LE OPERE D’ARTE URBANA DEL PROGETTO #MET2B A MARINA DI RAGUSA

met esposizione finaleSessantamila click e quasi altrettante visualizzazioni in poco più di una settimana. Sono praticamente numeri da record quelli ottenuti su Facebook dal progetto d’arte urbana “#met2b –Urban Art MEeTing 2015” promosso dal locale di tendenza Met a Marina di Ragusa con la direzione artistica di Danilo Dimartino ed Elisa Muccio. Il progetto ha visto lo scorso 1 agosto ben 54 creativi cimentarsi in un’estemporanea e trasformare altrettante sagome di televisori a tubo catodico in opere d’arte esposte lungo la parete esterna del Met in piazza Torre. I televisori, che facevano parte della prima installazione d’arte curata dai direttori artistici, sono stati dunque rielaborati in base alle sensibilità artistiche dei vari creativi. Ciascuno ha dato la propria impronta al supporto di legno, offrendo una propria (tele)visione del medium che nell’era dell’immagine è il più diffuso e il più discusso al tempo stesso. Le foto di ciascuna delle 54 opere sono state inserite sulla pagina ufficiale del Met e hanno trovato un enorme apprezzamento da parte degli internauti che hanno condiviso foto e album sui propri profili. Il progetto, iniziato a giugno con l’installazione d’arte curata dai direttori artistici e che ha poi vissuto la sua seconda fase con l’estemporanea e la nuova esposizione, culminerà domenica prossima 23 agosto con la premiazione del vincitore assoluto e con la successiva vendita all’asta di tutte le opere per finanziare il progetto del prossimo anno. Appuntamento dunque a partire dalle ore 17 di domenica per quella che sarà ancora una volta una divertente festa collettiva presentata ancora una volta dal conduttore radiofonico e showman Alessio Boschi.

Scroll To Top
Descargar musica