24-11-2017
Ti trovi qui: Home » Economia e Finanza (pagina 2)

Archivio della categoria: Economia e Finanza

MATTONE D’ORO

casaRagusa in controtendenza rispetto ai dati regionale sul costo delle abitazioni. Nei prossimi due anni il valore delle case in Sicilia calerà tra il 5 e il 10 per cento, secondo le previsioni dei principali gruppi immobiliari, dopo che già l’Istat ha certificato che, a livello nazionale, nei primi tre mesi del 2014, l’indice è sceso dello 0,7% sul trimestre precedente e del 4,6% nel confronto annuo. Come detto, però, la provincia di Ragusa appare in assoluta controtendenza, seppur il segno sia appena di poco “positivo” nell’andamento dei prezzi: i dati di giugno 2014 segnano un +0,69% rispetto a quelli del giugno 2013, almeno stando alle statistiche elaborate da Immobiliare.it. Il mese scorso gli immobili residenziali in vendita nella provincia di Ragusa hanno registrato un prezzo per metro quadro pari a 1.259 euro, a fronte dei 1.250 euro richiesti nel mese di giugno 2013. Negli ultimi 24 mesi, il prezzo ha toccato il valore massimo nel mese di luglio 2012, con 1.289 euro per metro quadro, e il più basso ad agosto 2013, quando per la vendita di un immobile residenziale sono stati richiesti 1.241 euro a metro quadrato.

 

GIORGIO RAGUSA CONFERMATO NEL CDA DI CONAD ITALIA

Giorgio Ragusa, direttore generale di Conad SiciliaIl direttore generale di Conad Sicilia, Giorgio Ragusa è stato riconfermato, nell’assemblea dei soci di Bologna, componente del consiglio di amministrazione di Conad Italia. La sua nomina al vertice di Conad Italia costituisce un riconoscimento per il percorso di crescita compiuto da Conad Sicilia  in questi anni, che ha raggiunto un ruolo da protagonista nel panorama siciliano e non solo, sostenendo l’occupazione e la crescita dell’economie locali. Grande soddisfazione per Giorgio Ragusa, alla guida della cooperativa siciliana da 8 anni: «Rinnovo il massimo impegno per rafforzare l’insegna Conad in Sicilia e valorizzare le produzioni tipiche locali su tutto il territorio nazionale, come fatto di recente per l’olio dop Montiblei, presente dal 2013 in oltre 3.000 punti vendita italiani». Nel 2013 Conad a  livello Italia ha conseguito un giro d’affari di 11,6 miliardi di euro, in crescita del 5,9 per cento, consolidando la leadership nel canale supermercati e nei negozi di prossimità.

ALLA FIERA DELLA CONTEA DI MODICA L’UVA DI MAZZARRONE

fiera contea 6Una varietà di stand, che spaziano dall’agroalimentare all’artigianato, mobili, infissi, piscine, automobili, piante, attrezzi agricoli, ceramiche, strumenti per la cucina, energie rinnovabili, e altro ancora alla “Fiera della Contea” di Modica, che chiude domenica 15 giugno la sua 18° edizione con l’iniziativa nata dalla collaborazione tra la Pro Loco di Modica, organizzatrice dell’evento fieristico, e la Pro Loco di Mazzarrone. Durante gli orari della fiera sarà possibile degustare la buonissima uva di Mazzarrone con marchio europeo Igp, fresca di raccolto. L’eccellenza ortofrutticola che proprio in questi giorni viene raccolta per la prima volta tra le campagne della provincia etnea, rappresenta un’eccellenza ortofrutticola del comprensorio.

IL SERVIZIO TARI APERTO AL PUBBLICO DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ

stefano martorana newL’Ufficio tributi del Comune di Ragusa – Servizio Tari informa i contribuenti che, contrariamente a quanto scritto sul retro
della comunicazione TARI, gli sportelli del predetto servizio sono aperti dal lunedì al venerdì, esclusivamente dalle ore 9 alle ore 12. Nelle giornate pomeridiane del martedì e del giovedì infatti, il personale dell’ufficio sarà impegnato per l’espletamento delle pratiche pervenute nel corso della settimana.

SOCI INTERPROFIDI  

interprofidiSi svolgerà lunedì 5 maggio presso l’Antica Badia Relais Hotel in Corso Italia a Ragusa alle ore 17.00 l’assemblea dei soci del Consorzio Fidi Interprofidi Soc. Coop., che avrà come punti all’ordine del giorno l’analisi della situazione dei Confidi nella provincia di Ragusa, anche in relazione al recente bando emanato dalla Regione Sicilia, che prevede la retrocessione degli interessi, pagati dalle aziende e dai professionisti per gli anni 2008–2009-2010–2011 e 2012, l’approvazione del bilancio della società ed il rinnovo delle cariche sociali.

Giorgio Sortino presidente Adbi

giorgio sortinoVenerdì 4 aprile a Milano l’assemblea straordinaria dell’Associazione azionisti dipendenti del Gruppo Bancario Intesasanpaolo SPA ha eletto per il triennio 2014/2017 presidente il ragusano Giorgio Sortino, vice presidente Biagio Sanna e consigliere delegato e segretario generale Gabriele Slavazza.

Ragusa, i negozi muoiono come le mosche

Giuseppe Dipasquale“Un accorato grido d’aiuto. E’ quello che sale elevandosi al cielo, e soprattutto nelle stanze del primo piano di palazzo dell’Aquila, dal salotto buono della città. Da quella stessa via Roma dove, nel giro di un paio di mesi, hanno chiuso i battenti altre quattro attività”. Lo dice Giuseppe Dipasquale segretario cittadino de La Destra che aggiunge: “Il nuovo look non sarebbe dovuto servire a rendere più effervescente il commercio dell’area? Oppure tutto si è risolto in un flop? Come se non bastassero, naturalmente, i morsi della crisi economica?”. L’amara constatazione del dirigente de “La Destra” Giuseppe Dipasquale così continua: “Nel tratto iniziale di Via Roma, per chi arriva dal Ponte Papa Giovanni XXIII – oltre al Bar Mediterraneo, che ha issato bandiera bianca per le vicende che tutti conosciamo, si riscontra la presenza, nel giro di appena dieci metri, di un vendesi e di due affittasi, a fronte di un numero pari di attività commerciali che hanno chiuso i battenti. Per non parlare di quelle che hanno scelto di andare via nel momento in cui erano iniziati i lavori di rifacimento stradale. Il bilancio a restyling ultimato è: ma è servita davvero questa scelta per fare respirare l’economia della nostra città? Oppure è stato soltanto – scrive Giuseppe Dipasquale – un esercizio stilistico dal punto di vista architettonico che, anzi, ha contribuito a rendere la zona ancora più desolata e abbandonata a se stessa?”. E Dipasquale continua: “Sentiamo spesso dire, in questi ultimi giorni, che si sta pensando ad avviare una serie di iniziative di rivitalizzazione, per fare rivivere il centro storico superiore e la via Roma in particolare. Ma di manifestazioni ce ne vorrebbero almeno una ogni fine settimana. La cura deve essere drastica e senza un attimo di tregua se si vuole salvare il moribondo via Roma. Altrimenti possiamo senz’altro riferirci alla cronaca di una morte annunciata. Non voglio essere pessimista – conclude Giuseppe Dipasquale né tantomeno fare l’uccello del malaugurio. Ma i negozi chiusi con i cartelli affittasi e vendesi sono lì a ricordarci ad ogni istante che la situazione è grave. E che il problema va risolto senza mezzi termini”.

 

La carenza di denaro circolante

Questa crisi, specialmente in ambito locale, è crisi di domanda: non è crisi di produzione, non è causata dalla carenza di materie prime, non c’è carenza di aziende capaci di vendere e produrre beni. Non c’è in circolo sufficiente moneta necessaria per scambiare i beni e i servizi. Ne parlerà Cosimo Massaro, al City di Ragusa domenica 30 marzo alle ore 20soldi

 

 

“FINANZA KILLER” A RAGUSA

Domenica 16 marzo, alle ore 21, nell’auditorium della Scuola Regionale dello Sport, si terrà lo spettacolo proposto dalla compagnia teatrale Itineraria, da un testo di Ercole Ongaro e Fabrizio De Giovanni che ha lavorato anche con Dario Fo e Franca Rame. Lo spettacolo è organizzato dall’Assessorato alla cultura del Comune di Ragusa. L’ingresso è libero.
Finanza Killer-1

“FINANZA KILLER”

Crisi economica mondiale, mutui subprime, titoli tossici, paradisi fiscali: sono queste le principali tematiche dello spettacolo teatrale “Finanza Killer” organizzato dall’Assessorato alla cultura e spettacolo di Ragusa in programma all”auditorium della Scuola Regionale dello Sport, con ingresso libero, domenica 16 marzo, alle ore 21. Lo spettacolo, proposto dalla compagnia teatrale Itineraria, nasce da un testo di Ercole Ongaro e Fabrizio De Giovanni che ha lavorato anche con Dario Fo e Franca Rame. Il lavoro permette, in maniera semplice e divertente, di far riflettere sulle trasformazioni della nostra società e, prima ancora, di capire come potremmo intervenire per dare il nostro contributo nell’auspicato cambio di rotta.
soldi

STEFANO STANCHERIS DIRETTORE COMMERCIALE CONAD SICILIA

Stefano Stancheris_direttore commerciale, marketing e rete di Conad SiciliaE’ stato presentato ieri a Catania dinnanzi ai 158 soci imprenditori riuniti per l’annuale convention sociale, il nuovo Direttore Commerciale, Marketing e Rete di Conad Sicilia. E’ Stefano Stancheris, 48 anni, laureato in Economia e Commercio e vanta una lunga e significativa esperienza professionale e manageriale nel settore della Gdo e del Retail, dove ha ricoperto importanti ruoli di responsabilità in aziende come Gruppo Pam e Panorama, Realco-Sigma e Co.import. “La nomina di Stancheris – afferma Giorgio Ragusa, direttore generale di Conad Sicilia – rientra nella riorganizzazione strategica dell’azienda avviata con l’obiettivo di rendere Conad Sicilia sempre più efficiente, innovativa, attenta ai dettagli e capace di competere con successo nel mercato attuale”. Conad Sicilia, con 158 imprenditori, una rete di 185 punti vendita e un fatturato di 318 milioni di euro, è un’azienda protagonista nel panorama della Gdo siciliana. Opera nelle province di Ragusa, Siracusa, Catania, Messina, Agrigento, Caltanissetta ed Enna e nella Repubblica di Malta, con 8 punti vendita di medie dimensioni.

PETROLIO, IMPIANTI DI RAGUSA FERMI IL 12 E IL 13

La riorganizzazione del Centro oli Enimed di Ragusa non piace ai sindacati e ai lavoratori dell’azienda del gruppo Eni. Per due giorni, mercoledì 12 e giovedì 13 febbraio, le maestranze sciopereranno in segno di protesta contro questo piano che prevede “la decisione unilaterale da parte di Enimed di affidare a terzi la gestione del carico delle autobotti di petrolio nella centrale di Ragusa e la conseguente pratica del rilascio autorizzazione di trasporto del greggio, senza consultazione e intesa sindacale”. In pratica le attività in questione, di solito svolte da personale Enimed, sono state affidate a ditte contrattiste. Nel gennaio scorso le rappresentanze sindacali unitarie hanno incontrato la direzione di Enimed per discutere di questa problematica, senza riuscire a trovare un accordo. Da qui la proclamazione delle due giornate di sciopero, decisa dalle Rsu e sostenuta dalle segreterie confederali Cgil, Cisl e Uil, con la ferma degli impianti. Inoltre le Rsu hanno nel contempo diffidato Enimed dal “mettere in campo azioni gestionali che potrebbero essere ricondotte a comportamenti antisindacali”. Nella lettera a firma dei segretari generali Giovanni Avola della Cgil, Paolo Sanzaro della Cisl e Giorgio Bandiera della Uil, si sollecita l’intervento del Prefetto a convocare con urgenza le parti. I sindacati sottolineano che, “per la prima volta nella storia delle relazioni industriali di Eni, una riorganizzazione della centrale oli di Ragusa vuole essere applicata d’imperio e con prepotenza da parte aziendale”. “E’ un comportamento del tutto atipico per la società di estrazione e produzione controllata da Eni, – aggiungono i sindacati – che si è sempre distinta nel tempo per avere offerto al territorio buona e garantita occupazione e soprattutto rispetto delle regole contrattuali, sociali e politiche”. Il risultato è l’inasprimento dei rapporti tra lavoratori e territorio locale da una parte e azienda dall’altra. I sindacati criticano, fra l’altro, il “mancato coinvolgimento delle parti sociali e, nel particolare, escludendo in modo arbitrario il confronto con il sindacato ragusano”. “E’ inspiegabile, inoltre, che Eni sfrutti le risorse minerarie del Comune di Ragusa, con royalties e compensazioni ambientali versate a Ragusa – scrivono i segretari di Cgil, Cisl e Uil – per poi intrattenere relazioni sindacali e d’impresa in modo esclusivo con il territorio di Gela. Enimed ha cancellato definitivamente l’imprenditoria specializzata ragusana dalle prestazioni dei servizi collegati alle attività produttive del centro oli di Ragusa: il conferimento degli appalti per la gestione delle produzioni di Ragusa avviene, infatti, da dieci anni a questa parte solo ad imprese extraterritoriali – sostengono i sindacati – che occupano in modo esclusivo maestranze forestiere. Occorre, dunque, mettere mano al rispristino delle regole, a partire dal riordino delle relazioni sindacali territoriali, nella piena applicazione del protocollo relazioni industriali del maggio del 2011”. I sindacati sollecitano un’inversione di tendenza. “La reiterata discriminazione ed emarginazione da parte di Enimed nei confronti del territorio – concludono – è l’ennesimo scippo perpetrati nei confronti della nostra provincia”.

trivelle_petrolio1

 

LE PMI ITALIANE RIPARTONO DA RAGUSA POLITICI E IMPRENDITORI SABATO A CONFRONTO

confindustriaOltre 17 mila imprese meridionali hanno abbassato la saracinesca nell’ultimo anno. Di queste, quasi quattromila provenienti dal settore agricolo e della pesca e circa tremila dal manifatturiero. Un crisi senza precedenti confermata, qualora ce ne fosse bisogno, dal livello di produzione degli impianti che ha toccato il record negativo del 47 per cento nell’ultimo trimestre del 2013. Le imprese, però, sono pronte a riaccendere i motori, partendo proprio dalla Sicilia. Di questo si discuterà, sabato primo febbraio, a Ragusa, in occasione del convegno nazionale della Piccola Industria di Confindustria, “L’Italia riparte dal Sud: sistemi locali, manifattura e capitale sociale”, che si terrà presso lo stabilimento della Lbg Sicilia, a partire dalle 9. Dopo i saluti istituzionali del presidente di Confindustria Ragusa, Enzo Taverniti, e del sindaco, Federico Piccitto, aprirà i lavori il presidente della Piccola industria regionale, Giorgio Cappello, che illustrerà le tesi della Piccola Industria della Sicilia. Interverrà, poi, Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea. Seguirà una tavola rotonda moderata dal giornalista Salvo Toscano e articolata in due sessioni. La prima, dedicata ai Sistemi locali, metterà a confronto il direttore generale della Banca agricola popolare di Ragusa, Giambattista Cartia; il vicepresidente di Confindustria con delega al Mezzogiorno, Alessandro Laterza; l’amministratore delegato di Lbg Sicilia, Giancarlo Licitra; e l’assessore regionale alle attività produttive, Linda Vancheri. La seconda, dedicata al Manifatturiero e al Capitale Sociale, vedrà sedersi attorno allo stesso tavolo il vicepresidente della Piccola Industria di Confindustria, Rosario Amarù; il presidente della Sosalt, Giacomo D’Alì Staiti; il vicepresidente di Confindustria con delega all’Education, Ivan Lo Bello; il coordinatore del Tavolo regionale per la crescita e lo sviluppo, Filippo Ribisi; e il Capo dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione del ministero dello Sviluppo economico, Giuseppe Tripoli. Antonello Montante, presidente di Confindustria Sicilia, verrà intervistato da Salvo Toscano. Seguiranno gli interventi del presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta e del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, e di Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea. Concluderà i lavori, il presidente della Piccola Industria di Confindustria, Alberto Baban. “Il 2013 è stato un altro anno pesantissimo per le pmi – sottolinea Cappello – e i bilanci metteranno nero su bianco quanta fragilità ci sia ancora sui conti. Ma dalla Sicilia, può e deve venire la spinta decisiva”.

Santo Italia, nuovo presidente di Conad Sicilia

Italia e Calabrese, presidente entrante e uscente di Conad SiciliaSanto Italia è stato eletto dal consiglio di amministrazione, con voto unanime, nuovo presidente di Conad Sicilia. Italia prende il posto di Giovanni Calabrese, presidente per 19 anni. Italia eredita una realtà cooperativa con 40 anni di storia alle spalle, 158 soci imprenditori, 185 punti di vendita, oltre 1.500 dipendenti e un fatturato di 319 milioni di euro.

A Ragusa avvisi di accertamento Ici 2008

Comune-di-RagusaL’Amministrazione Comunale di Ragusa comunica che sono stati inviati 7.447 avvisi di accertamento relativi all’ICI 2008 che riguardano esclusivamente le seconde case e recuperano eventuali differenze negli importi versati dai contribuenti rispetto a quanto dovuto al momento della dichiarazione. Nei casi più gravi, si riferiscono a mancate dichiarazioni che si configurano come evasione dell’imposta.
Nei casi in cui siano verificati dati errati o imprecisioni negli avvisi di pagamento, l’Amministrazione Comunale verificherà eventuali responsabilità della società che gestisce il software e la produzione delle bollette e sarà cura degli uffici competenti prendere tutti i provvedimenti del caso. Il contribuente che ritenga di aver ricevuto un avviso di accertamento contenente dati errati può rivolgersi per informazioni e chiarimenti all’Ufficio Tributi del Comune di Ragusa in via Spadola n. 56, può telefonare ai numeri 0932/676805-808-809-810 o inviare una e-mail all’indirizzo [email protected]

PRIMIZIE DI MONTALBANO Nasce a Santa Croce Camerina l’organismo di gestione del marchio

santa croce piazzaE’ stato istituito a Santa Croce Camerina l’organismo di gestione e controllo del marchio geografico collettivo “Primizie di Montalbano” che servirà a promuovere e differenziare i prodotti ortofrutticoli del territorio santacrocese nei mercati nazionali ed internazionali. L’organismo, che si occuperà delle attività di tutela, rilascio e autorizzazione all’utilizzo del marchio in concessione, si compone di 7 membri. Presidente è stato nominato Guglielmo Occhipinti, che rappresenterà anche il Comune di Santa Croce. Vicepresidente invece l’agronomo Rosario Sallemi, in rappresentanza della Camera di Commercio. Gli altri componenti nominati dal sindaco, Franca Iurato, sono l’agronomo Giuseppe Gaetano Mauro, in rappresentanza del Comune, Biagio Emmolo rappresentante della Cia, Massimo Catalano quale rappresentante della Coldiretti, Giuseppe Rivela in rappresentanza dell’Azienda sanitaria provinciale di Ragusa e l’avvocato Sonia Ambrosio in rappresentanza delle associazioni di consumatori.

Rateizzazione Tares, l’Ascom di Ragusa chiede un incontro al sindaco

taresAlla luce delle numerose segnalazioni pervenute dagli associati in relazione alla difficoltà di corrispondere gli importi dovuti per la Tares, nonostante il Comune di Ragusa, con comunicazione del 24 dicembre scorso, abbia disposto la possibilità del pagamento in tre rate, la sezione cittadina dell’Ascom ha chiesto all’ente di palazzo dell’Aquila un incontro urgente. “Con il sindaco e con l’assessore competente – afferma il presidente dell’Ascom di Ragusa, Cesare Sorbo – chiediamo un confronto per quanto riguarda la problematica relativa ad una ulteriore definizione della rateizzazione stessa considerato che le modalità attuate risultano comunque essere insufficienti per potere venire incontro alle difficoltà del momento, in relazione, nello specifico, ai grossi importi”.

Incentivi alle imprese, pubblicato sul sito dell’Inail il bando per l’assegnazione dei fondi relativi all’anno 2013

Cna sedeLa Cna provinciale di Ragusa informa che è stato pubblicato sul sito internet dell’Inail il bando contenente le modalità per l’assegnazione di incentivi alle imprese per l’anno 2013, riguardanti progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, noto come bando Isi Inail 2013. Le risorse stanziate per la Regione Sicilia sono pari a complessivi 23.894.939 milioni di euro così distribuite: progetti d’investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale 23.032.316 euro; progetti per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro messe in servizio anteriormente al 21 settembre 1996 con attrezzature rispondenti ai requisiti di cui al titolo III del D. Lgs. 81/2008 e di ogni altra disposizione di legge applicabile in materia 862.623 euro. Le modalità di partecipazione al bando sono analoghe a quelle del bando 2012: dal 21 gennaio 2014 all’8 aprile 2014 sarà possibile inserire online i progetti, mentre successivamente saranno comunicate le date dei “click day” a livello regionale. La Cna segnala che, rispetto ai bandi precedenti, l’ammontare del contributo è passato dal 50% al 65% dei costi del progetto. Per informazioni è possibile contattare, presso la Cna, associazione provinciale di Ragusa, il responsabile dell’Area ambiente e sicurezza, Giuseppe Brullo, tel. 0932.663167.

Trenta milioni di euro di risorse Ue nel fondo di rotazione Crias

cna logoLa Cna provinciale di Ragusa comunica che è stata recepita una delle richieste che l’organizzazione iblea, nell’agosto scorso, aveva avanzato al commissario straordinario della Crias, l’avvocato Filippo Nasca, nel corso di un convegno dal titolo “Se riparte il credito ripartono le imprese” tenutosi a Vittoria. Pare, infatti, che sia intenzione della Regione trasferire almeno 30 milioni di euro dei fondi Ue 2007-2013 che risultano non spesi nel fondo di rotazione della Crias. Se questo adempimento sarà espletato secondo le indicazioni previste, si sbloccheranno le numerose domande di prestito d’esercizio e i mutui ipotecari per investimenti che giacciono inevasi per mancanza di liquidità. In più, si accelererà l’iter delle istanze tuttora in corso. Una vera e propria boccata d’ossigeno che rimetterebbe in moto migliaia di imprese artigiane anche nel territorio ibleo, grazie all’accesso al credito a costi bassissimi. La notizia è stata data da Filippo Ribisi coordinatore del “Tavolo regionale permanente per la crescita e lo sviluppo” di cui fa parte anche la Cna.

Saldi di fine stagione e vendite promozionali

saldiLa Confcommercio provinciale di Ragusa rende noto che il decreto 6 dicembre 2013, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Regione Sicilia (n. 56 del 20 dicembre scorso), dispone, per il 2014 e il 2015, le date in cui è possibile fare scattare le agevolazioni per i consumatori da parte degli esercizi commerciali. In particolare, si mette in evidenza che le vendite promozionali potranno effettuarsi dal 1 febbraio al 15 maggio e dal 1 agosto al 15 novembre. Inoltre, i saldi di fine stagione potranno effettuarsi dal 4 gennaio al 15 marzo e dal primo sabato di luglio al 15 settembre. A darne comunicazione il direttore provinciale Confcommercio Emanuele Brugaletta. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere presso la sede Ascom di Ragusa, telefono 0932.622522.

Scroll To Top
Descargar musica