26-06-2017
Ti trovi qui: Home » Enogastronomia

Archivio della categoria: Enogastronomia

A Ragusa Ibla il gastronauta Davide Paolini

davide paolini

Mercoledì 7 giugno alle ore 18:30, presso la sede della Confraternita dei Cenacolari dell’Antica Contea, in Via Mugnai 1 a Ragusa Ibla, ci sarà un incontro con Davide Paolini, autore del volume “Il crepuscolo degli chef”. Introdurrà l’evento, organizzato dalla Confraternita dei Cenacolari e dalla Biblioteca colonnello Giuseppe Coria, lo scrittore Carmelo Arezzo.

IL “RAGUSANO DOP” PRESENTE AL TUTTOFOOD DI MILANO

R.TUTTOFOOD.FOTO.3

Il “Ragusano dop”, è presente a Milano alla edizione 2017 di Tuttofood, prestigioso ed importantissimo appuntamento espositivo per i prodotti agroalimentari di eccellenza. Il Consorzio di Tutela del “Ragusano dop” grazie alla diretta collaborazione della Cooperativa “Progetto Natura” e del caseificio “Latticini di Fattoria” di Occhipinti, ed al concreto ed apprezzato intervento della Camera di Commercio di Ragusa, ha allestito uno stand nell’ambito della fiera, per presentare e promuovere il prestigioso formaggio, fiore all’occhiello del territorio ibleo. Tuttofood è una fiera internazionale dedicata esclusivamente al B2B per il food & beverage. Una importante vetrina per affacciarsi ai mercati che contano per tastarne il trend oltre che per poter contattare e conoscere buyer nazionali ed internazionali. Per il Consorzio, impegnato nell’azione di massima valorizzazione e di efficace  promozione del formaggio ibleo con marchio europeo di qualità, è una significativa occasione per ulteriormente lanciare il “Ragusano dop” sempre più apprezzato e sempre più ricercato dagli esperti di cucina, di gastronomia, dalla grande distribuzione e, in maniera alquanto incoraggiante, dai singoli consumatori.  Il Consorzio è presente a Milano col Presidente Giuseppe Occhipinti e con Salvatore Cascone, componente del Consiglio di Amministrazione.

 

“FOODDIA” DOLCI TRADIZIONI PASQUALI UN FULL-IMMERSION NEL PUNTO VENDITA DI VIA LOMBARDIA RAGUSA

IMG_8860[1]Una giornata dedicata all’arrivo della Pasqua con una degustazione di dolci della tradizione siciliana a base di prodotti biologici della terra iblea. Nell’atmosfera primaverile, numerosi i consumatori accorsi all’appuntamento, organizzato dai giovani proprietari: Carmelo, Stefania, sua moglie, e Paolo. L’evento ha attirato non solo i clienti abituali, ma anche numerosi curiosi che hanno raccolto l’invito conquistati dalla dolcezza dei prodotti. Nello spazio, all’interno di “Food”, così si chiama il piccolo mondo di questi giovani ragazzi, dove si trova una varietà di prodotti biologici, hanno ospitato i dolci del laboratorio artigianale “Casa Di Stefano” di Raffadali. Un laboratorio, a conduzione familiare che dal 1986 produce prodotti di antiche ricette della tradizione dolciaria reinterpretati con passione. Le “Colombe” di: con mandorla siciliana, con il cioccolato di Modica ed ancora al pistacchio siciliano ed anche con la mela, si presentavano nella loro leggerezza al piacere di gustare qualcosa di sano e capace di soddisfare i palati più esigenti. La bottega “Food-  Custodi dei Sensi”, nata nel 2013, dall’impegno di questi tre giovani che hanno puntato alla bellezza dei prodotti di qualità del nostro territorio, occupandosi principalmente della selezione e della salvaguardia dell’eccellenza casearia siciliana.  Una bottega che ha il ricordo delle “putie” ragusane degli anni cinquanta, un angolo dove poter acquistare prodotti alimentari fatti in casa.  Questa la filosofia di Food, un luogo dove si possono trovare le verdure selvatiche di stagione, raccolte lungo le “ciuse” ragusane iblee, formaggi di piccoli produttori locali, immagazzinati ed affinate all’interno della struttura stessa ed ancora salumi e tutte le produzioni che non provengono da processi industriali. Requisito fondamentale è la genuinità.  Nel punto vendita inoltre si trovano anche il meglio dei mieli, delle conserve e confetture, olio extravergine di oliva, dolci e prodotti dell’agricoltura biologica, perché per loro offrire prodotti di qualità è uno stile di vita.

 

A RAGUSA COME NELLE GRANDI METROPOLI UN LOCALE APERTO TUTTO IL GIORNO E TUTTA LA NOTTE CON UNA OFFERTA GASTRONOMICA COMPLETA

Foto Gruppo (11)Nasce a Ragusa Behy – Bottega Enogastronomica Hyblea, un locale sempre aperto per dare un servizio H24. Behy sorge sul sito dove, nel precedente millennio, c’era lo Jonio Hotel, in via Risorgimento 49, di fronte al Viale Sicilia. Behy è un marchio Etoile D’or, prestigioso locale di Catania, ed è disponibile per ventiquattro ore consecutive a soddisfare ogni esigenza di cibi o bevande degli avventori. La Bottega Enogastronomica Hyblea è peculiare per essere un locale per il popolo della notte: all’orario dell’uscita dalle discoteche rappresenta una meta per gli “affamati e assetati” giovani protagonisti di sfrenate danze, ma anche per i più “tranquilli” per il momento conclusivo del “giretto serale”, dove poter gustare sempre un bel cornetto caldo. Behy propone arancini, cipolline, pizzette, romane e tanta altra rosticceria della cultura catanese, affiancati ad una raccolta di vini selezionata, cannoli, cornetti, cassate siciliane e pasticcini per tutti i palati. La Bottega Enogastronomica Hyblea ha pensato a tutti i gusti per dare un servizio di qualità durante le 24 ore giornaliere: gastronomia a pranzo, ristorazione la sera, pizzeria con forno a legna a pranzo e a cena, salumi, formaggi, frutta, verdure, insalate, una prelibata pasticceria ragusana. “Abbiamo voluto assumere maestranze ragusane provenienti da altre attività che sono state chiuse a Ragusa – dichiara il titolare di Behy, il dott. Antonello Lentini – per offrire ai clienti una professionalità acquisita negli anni, garantita dall’esperienza di 25 professionisti ragusani che altrimenti rischiava di essere dispersa”. Il primo appuntamento è per lunedì 6 febbraio: Behy organizza un Open Day con degustazione gratuita, dalle 8 alle 24, di pizzette, cipolline, arancine catanesi, cornetti caldi e caffè.

RAGUSA CAPITALE DELLA PIZZA

100_7524Ragusa capitale  della pizza. Una due giorni  all’interno di villa Fortugno, in occasione del campionato italiano di pizza Chef trofeo Italmil. Si cimenteranno oltre 150 pizzaioli, provenienti da ogni parte d’Italia, in quindici categorie: pizza classica, integrale, in pala, trofeo nosco – primo piatto in pizzeria, grani antichi, pizza chef a due, dessert, artistica, pizza art, coppa campione dei campioni. I partecipanti si sfideranno anche nelle “abilità” con la pesature delle palline, la chiusura del cartone della pizza da asporto, Free style, pizza larga e veloce. La manifestazione è organizzata, a livello locale, da Salvatore Articolo e Nicolò Cusumano con la supervisione dell’accademia pizzaioli d’Italia diretta da Giuseppe Lombardo.  “Sarà un momento di grande promozione per il nostro territorio – spiegano Cusumano e Articolo – abbiamo avuto tante adesioni di colleghi con decine di strutture ricettive della zona che hanno dato la loro disponibilità. C’è la possibilità, fino al giorno della manifestazione, di iscriversi alla competizione”.  Il campionato italiano  si svolgerà lunedì 14 e martedì 15 novembre a Villa Fortugno lungo la provinciale 25, Ragusa Mare. Per info e iscrizioni: Salvatore Articolo (338-3259817), Nicolò Cusumano (339-6376869), Giuseppe Lombardo (366-5440664).

 

Al via dal 9 novembre i corsi di aiuto cuoco promossi da Jobbing Centre Ragusa per entrare nel mondo della cucina

 

al-via-i-corsi-di-aiuto-cuocoUn corso che consente di acquisire tutte le competenze necessarie per lavorare come aiuto cuoco. E’ quello programmato da Jobbing Centre Ragusa che prenderà il via il prossimo 9 novembre nella sede formativa di contrada Puntarazzi. Il percorso contempla la conoscenza delle materie prime utilizzate in cucina, le tecniche di produzione degli impasti, la realizzazione individuale delle più tipiche produzioni di cucina. Si tratta di un corso rivolto ad allievi attualmente in stato di disoccupazione e maggiorenni. Non è prevista alcuna quota di partecipazione in quanto il corso è realizzato da Jobbing Centre in collaborazione con una primaria Agenzia per il lavoro. E’ prevista pure una indennità oraria per i partecipanti. L’attività didattica prevede 215 ore di lezioni, suddivise tra teoria in aula e pratica in laboratorio. Al fine del conseguimento dell’attestato finale, è previsto l’obbligo di presenza per almeno il settanta per cento delle ore. Il corso si tiene dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 13,30 (per quanto riguarda la classe di mattina) oppure dalle 14,30 alle 19,30 (per quanto riguarda la classe di pomeriggio). Per informazioni è possibile contattare lo 0932.1865244 oppure consultare il sito internet www.jobbingcentre.it

 

 

 

 

 

LE STAGIONI DEL GUSTO PER ECCELLENZA AL FOCOLARE DI RAGUSA

foto-pizza-lenticchieLa signora Mariarosa Schininà e la figlia Monica Gulino, titolari dell’agriturismo Al Focolare di Ragusa, forti di prodotti di sceltissima qualità, biologici e a km 0, propongono ai loro clienti percorsi di gusto stagionali mirati all’uso esclusivo dei prodotti del periodo. “Ci piace pensare come la casalinga – spiega Mariarosa Schininà – che la mattina si reca al mercatino per acquistare la verdura fresca di giornata, i formaggi, la carne e mentre passeggia, pensa a cosa può preparare per il pranzo con quei prodotti. Questo è un periodo speciale dove principi sono l’olio buono, le verdure, il vino, i legumi come i fagioli e la fava cottoia di Modica. Non serve esagerare con la creatività, basta rispettare gli alimenti che la natura ci offre e ricordarsi delle ricette delle proprie nonne e il gioco è fatto! I favi a trappitara, la salsa Piciocia, le tagliatelle ai funghi – e conclude – sono delizie di questa stagione”. “La gastronomia è una scienza che richiede regole ben precise – spiega Monica Gulino – non può esistere un piatto eccellente se le materie prime non sono d’eccellenza e l’eccellenza è data anche dalla stagionalità e dal rispetto della natura. Ogni ricetta non nasce a caso, dietro ogni pietanza vive una storia, una tradizione, un cuore che torna a battere ogni volta che lo riproponiamo nel rispetto della cultura gastronomica e delle materie prime. Il nostro territorio è ricco di prodotti di filiera corta e di pregio: il formaggio Ragusano, l’olio d’oliva dei Monti Iblei, la fava cottoia, il vino dogc e tante altre eccellenze gastronomiche. Noi utilizziamo solo prodotti a km 0, la carne proveniente dalla nostra azienda zootecnica Gulino Emanuele, le verdure e le erbe aromatiche dei campi limitrofi al nostro agriturismo, le farine siciliane”.

Tornano i “Mercoledì del gusto” a Jobbing Centre Ragusa. Si comincia il 19 ottobre con sua maestà l’arancino

 

arancino-fotoTornano i “Mercoledì del gusto” a Jobbing Centre Ragusa. Il centro formativo di contrada Puntarazzi si apre alla volontà di chi, appassionato di cucina, vuole ampliare le proprie conoscenze per stupire parenti e amici. Per partecipare, basta mettere il grembiule in borsa e venire a conoscere e a provare nuove ricette. Si comincia mercoledì 19 ottobre, dalle 15,30 alle 19,30, con il corso teorico-pratico per imparare a fare gli arancini, la prelibatezza per eccellenza della cucina tradizionale siciliana. Saranno gli chef di Jobbing Centre a seguire passo dopo passo le evoluzioni degli allievi per consentire a ciascuno di loro di realizzare dei piccoli capolavori gastronomici. I “mercoledì del gusto” proseguiranno, poi, il 26 ottobre con la cucina vegana mentre il 9 novembre è già pronto l’appuntamento per preparare nella maniera migliore brioches e croissant. E ancora altri momenti in programma il 16 novembre con la cucina spagnola, il 23 novembre con pane e grissini e il 30 novembre con sughi, salse, zuppe e vellutate. “Dopo il successo ottenuto la scorsa stagione – sottolinea l’amministratore delegato di Jobbing Centre Ragusa, Giansalvo Allù – abbiamo voluto riproporre e potenziare questo momento che, per quanto riguarda l’aspetto gastronomico, è senz’altro tra i più qualificanti della nostra attività. Perché forniamo l’opportunità davvero a tutti di cimentarsi con la preparazione di piatti della nostra cucina così come della cucina di Paesi esteri. Una occasione da non perdere per migliorare le proprie conoscenze pratiche sul piano gastronomico”. Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi in via San Luigi 71, telefono 0932.604026 oppure nella sede operativa di contrada Puntarazzi, telefono 0932.1865244. Informazioni anche sul sito internet www.jobbingcentre.it

 

LA TERZA EDIZIONE DI “BIRROCCO – BEER FEST RAGUSA” SI SVOLGERA’ DAL 23 AL 25 SETTEMBRE

birrocco3Torna “Birrocco”, l’appuntamento tanto atteso dagli amanti della birra artigianale di tutta la Sicilia. Dal 23 al 25 settembre 2016 Ragusa si trasformerà nella capitale siciliana della craft beer con un’edizione del festival ancora più ricca. Protagoniste sempre loro, le birre prodotte artigianalmente dai maestri birrai di tutta la regione, ma non solo. Sarà una festa per tutta la città, con tanti stand espositivi in cui gli appassionati potranno degustare le eccellenze estere e italiane, ma anche i prodotti enogastronomici tipici della nostra terra, conosciuti in tutto il mondo. Ideato e curato da Ideology, il festival, giunto alla sua terza edizione, vede la collaborazione di professionisti di altissimo livello. Il centro storico di Ragusa superiore ospiterà l’evento caratterizzato da numeri di successo: 100 birre artigianali, oltre 10 birrifici siciliani, 18 eccellenze gastronomiche, 9 laboratori sensoriali del gusto e 3 conferenze tematiche per scoprire più in dettaglio il mondo della birra artigianale, dalla sua storia ai modi di degustarla al processo di produzione. Per info è possibile visitare il sito www.birrocco.it

A Ragusa “Forchetta&Farina”, la festa dei grani antichi

Forchetta&Farina la degustazioneÈ stata una grande festa dei grani antichi e di tutti i modi in cui possono arrivare alla nostra tavola: dal profumatissimo pane di casa alle ricette di dodici chef che li hanno resi protagonisti di altrettanti entusiasmanti showcooking. La prima edizione di “Forchetta&Farina”  promossa da Jobbing Centre Ragusa e tenutasi domenica nella sede di contrada Puntarazzi è stata uno straordinario successo: da una parte la cultura del territorio, dall’altra tanto divertimento e voglia di stare insieme. Dall’antipasto al dolce e tutto attorno lo studio dei grani e del loro utilizzo in cucina. Uno speciale viaggio attraverso i profumi, i sapori, la cultura del nostro territorio. Non a caso c’erano varie specialità come formaggi, conserve, olio, vino, pomodori, latticini: una vera miniera di eccellenze del territorio offerte in degustazione agli ospiti della serata. E poi gli chef che si sono superati proponendo vere e proprie delizie per il palato degli ospiti. Da Lucia Mazzullo che ha messo sul piatto una parmigiana di melanzane Olivia con cialdina di Perciasacchi, pomodorino di Pachino e spuma di yogurt a Salvatore Nicastro che ha invece proposto penne integrali al finocchietto selvatico con ricotta vaccina e ciliegino di Pachino; dallo sfincione palermitano di Ninni Radicini alla mousse di cheesecake con crumble di farina Perciasacchi e confettura di ciliegino di Daniel Giallongo. Queste, poi, le altre invenzioni gastronomiche degli chef: Peppe Venezia ha proposto lo spaghetto di Tumminia con le sarde a mare; Luca Cannizzaro il pane e cucuzza; Valerio Mallia il burger di sarde con pomodoro secco e salsa allo yogurt; Andrea Iurato il raviolo ragusano con pistacchio e ciliegino, Antonello Adamo la mousse di ricotta e crumble di pistacchio all’arancia, Luca Giannone il “’ncucciato” con macco di fave, borragini e olio al tartufo bianco; Giuseppe Luparelli la calamarata con pesto di purciddana e ciliegino di Pachino su fonduta di cacio. Tra gli chef anche Franco Digrandi. “E’ stata una grande festa – dice l’amministratore unico di Jobbing Centre, Giansalvo Allù – un modo per esaltare i sapori forti del nostro territorio partendo dall’elaborazione dei grani antichi che oggi più che mai, per le loro caratteristiche e le loro proprietà nutritive, hanno guadagnato la ribalta”. Molto apprezzato anche l’angolo dedicato alla preparazione del pane così come si faceva una volta con l’allestimento curato dalla cooperativa Oltre la luna.

IL CIBO DEGLI IBLEI

Francesca_poidomani_gualtiero_marchesiNella ricca biblioteca del maestro della cucina italiana, Gualtiero Marchesi, il cuoco che ha fatto la storia della gastronomia, il primo italiano ad avere le tre stelle Michelin, ci sarà anche il volume “Il cibo degli iblei”. L’autrice, Francesca Poidomani, questore dell’accademia della gastronomia storica italiana, ha voluto omaggiare lo chef Marchesi,  di una copia del libro autografata. “E’ stato un momento davvero emozionante – spiega – consegnare una copia del mio libro al grande Gualtiero Marchesi. Per anni ho studiato nei suoi testi i piccoli ma grandi segreti della gastronomia e della cucina italiana”. Nel libro l’autrice racconta e scrive le ricette del territorio. “Un lavoro lungo e complesso, che mi ha  impegnato per più di tre anni – spiega il questore dell’accademia gastronomia storica italiana – al continuo apprendimento di tecniche e delle materie prime spesso introvabili, del confronto con la gente, alla ricerca storica fino ai tempi dei greci”. “Grazie al mio lavoro di consulente enogastronomica – aggiunge Francesca Poidomani – mi confronto spesso con cuochi e chef del territorio ed è molto piacevole scoprire e far scoprire, abbinamenti tecniche di cucina innovative e altre da sempre esistite”.

FESTA DEL VINO ALLA CANTINA GULFI

IMG_0046

Il “suo” coniglio pizzicato ha stupito perfino i giurati. Un piatto semplice, con la riduzione del Cerasuolo di Vittoria, il sedano, le carote, la menta fresca, i capperi, le cipolle, le olive e la farina di grano duro del mulino Damigella. Trecento mini porzioni da servire all’interno di confetture in vetro. Accompagnate con la cialda preparata con il formaggio ragusano, carote di ispica essiccate e cipolle bianche.  Lo chef Peppe Venezia, 30 anni, del ristorante Villa Fortugno, si è aggiudicato il primo premio come migliore chef del Cerasuolo di Vittoria in una speciale gara alla cantina Gulfi. Il contest è stato organizzato all’interno della festa del vino giunta alla sua quarta edizione. L’ennesimo successo, con ben 4 piazzamenti d’onore (campionati del mondo di pizza a Parma e Sortino e gara rational) solo nel 2016. “Sono particolarmente soddisfatto per una  gara  difficile –racconta lo chef Venezia – grazie allo staff di cucina di Villa Fortugno siamo riusciti ad elaborare un piatto semplice che esaltava i prodotti del territorio e il rinomato vino Cerasuolo”. Il direttore di Villa Fortugno parla degli ottimi risultati raggiunti in poco meno di un anno. “Grazie ai tanti clienti di Ragusa e provincia – spiega Enzo Scrofani – a cui va rivolto il nostro più sentito ringraziamento, siamo riusciti a fare rinascere, nuovamente, Villa Fortugno. Un plauso va rivolto al nostro personale, al cuoco Venezia, e all’intero staff, che dimostra di essere sempre all’altezza in ogni competizione. Villa Fortugno si prepara ad una stagione estiva ricca di novità che presto comunicheremo ai nostri clienti”. Anche la pizzeria rappresenta una vera eccellenza. “Sono tante le novità e le prelibatezze – aggiunge Enzo Scrofani – invitiamo i nostri clienti a trascorrere una piacevole serata nel nostro meraviglioso giardino”.

Alla scoperta dei grani antichi siciliani

Grani antichiJobbing Centre lancia l’evento dedicato alla tradizione cerealicola dell’isola. E’ in programma il 3 luglio a Ragusa con 12 chef che reinterpreteranno dolce e salato.“Forchetta & Farina” è un’idea che nasce dalla diffusione sempre maggiore delle farine di grani antichi nelle diverse applicazioni gastronomiche, dal pane alla pizza, dai biscotti alle componenti per la cucina gourmet e che ha come obiettivo quello di abbinare alla degustazione dei piatti preparati dagli chef una corretta informazione sull’utilizzo delle materie prime e dei processi di impasto, panificazione e lievitazione. “L’interesse sulla provenienza e l’utilizzo delle farine – spiega Giansalvo Allù, amministratore delegato di Jobbing Centre – ha negli ultimi anni acquisito una valenza rilevante soprattutto per la questione salutistica inerente al tema”. L’appuntamento comprenderà diversi momenti enogastronomici, che si svolgeranno lungo tutto il pomeriggio con showcooking, degustazioni, interventi di esperti del settore, laboratori per i bambini, fino ad arrivare alla fase serale con musica live e i brindisi.

VENERDI’ SERA A JOBBING CENTRE RAGUSA TORNA UN NUOVO APPUNTAMENTO CON “SICILIA NEL CALICE”

Vini da scoprire a Sicilia nel calice (1)Torna venerdì 17 giugno un nuovo appuntamento con “Sicilia nel calice”, l’iniziativa promossa da Jobbing Centre Ragusa per abbinare etichette di prestigio, tutte rigorosamente siciliane, con i piatti preparati dagli chef dell’ente formativo che ha sede in contrada Puntarazzi. A partire dalle 20,30, ci sarà l’opportunità di scoprire da vicino i vini dell’Etna attraverso un percorso di degustazione con ben sei etichette di tre aziende. Per informazioni e prenotazioni basta contattare lo 0932.1865244 oppure collegarsi al sito internet www.jobbingcentre.it.

I MERCOLEDI’ DEL GUSTO

Una delle passate iniziative di Sicilia nel caliceAncora un doppio appuntamento per Jobbing Centre Ragusa.  Questo mercoledì 1 giugno si concentreranno due iniziative. La prima, in programma dalle 14,30 alle 19,30, è il tradizionale appuntamento con i “Mercoledì del gusto”. Nella sede di contrada Puntarazzi, a Ragusa, stavolta l’attenzione si concentrerà sul pasto più importante della giornata. E’ in programma, cioè, una full immersion nella pasticceria della prima colazione. Tutor e allievi apprenderanno assieme come preparare i classici croissant al burro e le brioches abbinati a tanti buoni e golosi ripieni. Ma non solo. Infatti, sempre mercoledì, ma stavolta in serata, torna Sicilia nel calice, l’iniziativa giunta al terzo appuntamento, grazie alla quale sarà possibile abbinare un buon vino ai piatti che prepareranno gli chef, tutti rigorosamente con gusti ed essenze del territorio siciliano. Per l’occasione, in particolare, a fare compagnia agli ospiti di Jobbing Centre Ragusa le migliori etichette di Baglio del Cristo di Campobello in collaborazione con Ais Ragusa sommelier. Il via sarà dato alle 20,30. Per informazioni basta contattare lo 0932.1865244 oppure visitare il sito internet www.jobbingcentre.it

LA BIRRA, PROSSIMO APPUNTAMENTO CON I MERCOLEDI’ DEL GUSTO

Vari tipi di birraGli amanti della birra non potranno perdersi il prossimo appuntamento con il “Mercoledì del gusto” nella sede di Jobbing Centre in contrada Puntarazzi a Ragusa. Si partirà, infatti, per un viaggio alla scoperta della bevanda bionda più amata oltre che del mondo circostante. Un pianeta che merita grande attenzione e che nel corso degli ultimi anni si è andato arricchendo di numerose novità come testimoniato anche dalla produzione di birre artigianali sul territorio ibleo. Un viaggio, dunque, per conoscere aspetti poco noti e non ancora esplorati del tutto di una realtà in grande evoluzione. L’appuntamento è in programma mercoledì 18 maggio dalle 14,30 alle 19,30. Ci sarà la possibilità non solo di apprendere le tecniche di degustazione e di valutazione di una buona birra ma si potrà anche conoscere da vicino quali sono le linee guida per il corretto abbinamento del cibo. Per informazioni e iscrizioni basta contattare lo 0932.1865244 oppure consultare il sito internet www.jobbingcentre.it

IL PROSSIMO “MERCOLEDI’ DEL GUSTO” DI JOBBING CENTRE RAGUSA SARA’ DEDICATO ALLA PASTICCERIA SALATA

 

Finger foodCome stupire gli ospiti con una serie di idee stuzzicanti e originali? E’ il leit motiv del prossimo “Mercoledì del gusto” promosso da Jobbing Centre Ragusa nella sede di contrada Puntarazzi dalle 14,30 alle 19,30. Tema della giornata la “pasticceria salata”, vale a dire una vera e propria esplosione di gusti in versione “finger food”. Ancora una volta ci sarà l’opportunità di confrontarsi con gli chef di Jobbing Centre per apprendere i segreti della preparazione di piccoli bocconcini e snack salati per un buffet goloso, ricco e variegato. Nel corso degli ultimi anni, seguendo le nuove tendenze gastronomiche, la pasticceria salata ha conquistato un ruolo sempre più preminente nell’ambito del pianeta cucina. Ed ecco perché Jobbing Centre ha voluto dedicare un appuntamento specifico dei “Mercoledì del gusto” a questa innovativa dimensione che merita la dovuta attenzione attraverso degli approfondimenti dedicati e che consentiranno a tutti gli appassionati di cucina di acquisire le dovute nozioni per potere stupire tutti i palati, anche i più raffinati. Per informazioni e iscrizioni basta contattare lo 0932.1865244 oppure visitare il sito internet www.jobbingcentre.it

 

“SICILIA NEL CALICE”, AL VIA DA VENERDI’ SERA IL NUOVO PERCORSO PROPOSTO DA JOBBING CENTRE RAGUSA

Vini da scoprire a Sicilia nel caliceNon si può dire di aver mangiato bene se non si è bevuto un buon vino. E’ un assioma fondamentale del mondo del gusto. Ed ecco perché da venerdì 29 aprile, alle 20,30, prende il via il primo appuntamento di una nuova iniziativa avviata da Jobbing Centre Ragusa. Nella splendida cornice della sede di contrada Puntarazzi, si terrà l’iniziativa denominata “Sicilia nel calice” in cui sarà proposto il meglio dell’enogastronomia siciliana. Cibo e vino, un binomio perfetto che accompagnerà i partecipanti lungo un percorso fatto di sensazioni gustative e di fragranze emozionali davvero uniche nel proprio genere. Sarà possibile apprezzare in degustazione il Moscato di Noto, il Cometa, lo Chardonnay, il Cerasuolo di Vittoria, il Santa Cecilia e per finire il Nerello Mascalese tutte etichette di Planeta Winery. I sei piatti che saranno creati dagli chef di Jobbing Centre Ragusa saranno predisposti proprio allo scopo di esaltare il gusto di queste speciali etichette. Per informazioni e prenotazioni basta contattare lo 0932.1865244 oppure visitare il sito www.jobbingcentre.it

CAMPIONATI DEL MONDO DI PIZZA

IMG_0515Ennesimo risultato di prestigio della formazione ragusana ai campionati del mondo di pizza che si sono svolti al Palacassa di Parma. Il team ibleo formato da Massimiliano Cannizzo, Giuseppe Venezia, Salvatore Articolo e Nicolò Cusumano ha conquistato il terzo posto, nella categoria pizza classica, con Nicolò Cusumano, decima piazza nella specialità pizza in pala e quarto posto, nel trofeo  Heinz Beck, con Salvatore Articolo e Giuseppe Venezia. Altro riconoscimento per Nicolò Cusumano nella pizza in pala. Nella gara a due (pizzaiolo e Chef) ventunesimo posto per Salvatore Articolo e 25 esimo per Massimiliano Cannizzo e Nicolò Cusumano.  I pizzaioli ragusani hanno ben figurato in una competizione che ha visto la presenza di ben 600  partecipanti provenienti da tutto il mondo con migliaia di visitatori, per la più importante e conosciuta kermesse della pizza. Al Palacassa di Parma, il piatto italiano più conosciuto al mondo, è diventato per tre giorni il protagonista indiscusso, assieme ai pizzaioli e ai cuochi che hanno animato  la competizioni e la manifestazione in 12  gare  suddivise in pizza classica, pizza in teglia, senza glutine, pizza napoletana, pizza in pala, pizza a due, pizza triathlon, stile libero individuale e  a squadre, pizzaiolo più veloce , pizza più larga , “trofeo Heinz Beck…I primi piatti in pizzeria”.

L’Olio DOP Monti Iblei al Sol&agrifood

downloadCi sarà anche il rinomato Olio Dop Monti Iblei al Sol&agrifood di Verona, la Rassegna Internazionale dell’Agroalimentare di Qualità in programma dal 10 al 13 Aprile prossimi. Una prestigiosa vetrina che, anche grazie alla concomitanza con Vinitaly, promuove l’eccellenza olivicola ed agroalimentare sul mercato nazionale ed internazionale. E all’evento non poteva mancare il Consorzio di Tutela dell’Olio DOP Monti Iblei con le sue aziende produttrici certi dell’importanza di momenti di incontro e confronto con esperti, operatori del food e buyer che il Salone da sempre ha garantito. Prodotto da un felice connubio di cinque pregiate cultivar autoctone, l’oro verde degli Iblei è un olio dalle eccellenti qualità, vanto della produzione olearia siciliana. Il suo gusto ed i suoi profumi sono strettamente legati all’areale di produzione, nella parte sud- orientale della Sicilia, nel cuore dell’areale dei Monti Iblei, tra le province di Siracusa, Ragusa e Catania. La cura posta agli uliveti, alle modalità di raccolta e lavorazione insieme alla passione dei suoi produttori sono stati la base del successo di questo extravergine, scrigno di salute ma anche di cultura di un territorio da sempre vocato all’olivicoltura. “Un Olio eccezionale che ha ricevuto premi sia nelle precedenti edizioni del Sol di Verona che in altre manifestazioni,particolarmente richiesto all’estero (Cina, Giappone, America)- dichiara Giuseppe Arezzo, Presidente del Consorzio di Tutela- e se ciò è accaduto e continua accadere ci sarà un motivo. Il perché è sotto gli occhi di tutti: questo prodotto si distingue per una tradizione antica e alti livelli di professionalità. Ma non solo. I nostri produttori hanno constatato quale enorme vantaggio ci possa essere nella produzione in biologico tanto da aver deciso di puntare proprio sulla produzione di oli extravergini che oltre ad essere certificati Dop sono certificati come prodotto biologico, a maggior garanzia della tutela del consumatore e dell’ambiente. Ed io come Presidente posso solo dire che fanno proprio bene perché oggi il consumatore sta molto attento a ciò che acquista. Inoltre la domanda del biologico è in crescita e sono certo che crescerà ancor di più nei prossimi anni”. Il Consorzio raggruppa attualmente circa 250 iscritti, fra produttori, frantoiani e confezionatori, di cui una cinquantina sono solo imbottigliatori.

Scroll To Top
Descargar musica