17-08-2017
Ti trovi qui: Home » Enti pubblici

Archivio della categoria: Enti pubblici

COMUNE DI RAGUSA, VALZER DI DIRIGENTI

management-k0ME--258x258@Quotidiano_Sanita-WebFinalmente partorita la mini rotazione di dirigenti al Comune di Ragusa. Un travaglio lungo e difficile, 10 giorni, data la resistenza di alcuni apicali a spostarsi per assumere la dirigenza di altri uffici. L’esigenza è nata prioritariamente per colmare il vuoto ai servizi sociali, dopo il cessato incarico al dottore Roberto Cascio, ma poi il giro di valzer ha coinvolto molti settori del palazzo e così il sindaco Piccitto ne ha approfittato per una sostituzione agli Affari Generali retti sino ad oggi dal dottore Lumiera che comunque rimarrà vicesegretario generale dell’ente. Questo il nuovo apparato burocratico: dottore Antonino Virginia confermato edilizia privata più servizi sociali; dottore Santi Di Stefano al posto di Lumiera segreteria generale e assistenza alla presidenza del consiglio; dottore Francesco Lumiera Sviluppo economico; dottore Rosario Spata conferma per gli appalti più interim organizzazione e gestione risorse umane più cultura sport e turismo; dottore Marco Cannata confermato interim gestione del personale oltre servizi finanziari e contabili.

RAGUSA, DAL 15 LUGLIO ANAGRAFE E STATO CIVILE APERTI AL PUBBLICO SOLO LA MATTINA

Comune_Ragusa1 (1)Il Settore Affari Generali, Elettorale, Anagrafe e Stato Civile del Comune di Ragusa rende noto che fino al 31 agosto tutti gli sportelli dei servizi anagrafe, stato civile, carte d’identità ed elettorale, che operano nella sede centrale del Comune in Corso Italia 72 e quelli delle delegazioni di Ragusa Ibla e Marina di Ragusa, non effettueranno l’apertura pomeridiana del martedì e giovedì. Pertanto l’orario di apertura al pubblico sarà garantito dal lunedì al venerdì soltanto nelle ore antimeridiane,  dalle ore 9 alle ore 12,30.

IL DOTT. ANTONIO ROBERTO CASCIO DELL’ASP IN MOBILITA’ AL COMUNE DI RAGUSA

 

DSCF0547Da oggi è il dott. Antonio Roberto Cascio, dirigente psicologo dell’ASP n. 7 di Ragusa, il nuovo dirigente del Settore VIII “Servizi sociali e politiche per la famiglia, pubblica istruzione, politiche educative asili nido”. L’incarico, che durerà fino al 31 dicembre 2016, è stato affidato in virtù del protocollo d’intesa sottoscritto tra il Comune di Ragusa e l’ASP n. 7 di Ragusa per il trasferimento provvisorio del dirigente, in regime di comando. Il dott. Cascio aveva partecipato alla manifestazione d’interesse e disponibilità per l’assegnazione temporanea in comando di un dirigente socio-educativo che l’amministrazione comunale aveva pubblicato lo scorso marzo, a seguito del trasferimento in mobilità in altra sede della dott.ssa Arianna Guarnieri.

Provincia Regionale di Ragusa, nuovo organigramma dell’Ente: Cartabellotta taglia tre settori

downloadRivista la macrostruttura del Libero Consorzio Comunale di Ragusa. Il Commissario straordinario Dario Cartabellotta ha deliberato con i poteri della Giunta il nuovo organigramma dell’Ente che prevede non più dieci settori ma soltanto sette nell’ambito di una riorganizzazione dei servizi in sintonia con le funzioni e le competenze fissate dalla legge regionale di istituzione dei liberi consorzi comunali varata lo scorso mese di luglio. La rivisitazione della macrostruttura col taglio dei tre settori scaturisce dall’esigenza di rendere più efficace e snella la macchina burocratica eliminando servizi che non vengono più svolti e accorpando alcuni settori amministrativi, oltre a proseguire in un’azione di ‘spending review’ già avviata da tempo con l’eliminazione degli uffici di staff, tagli ai fitti di immobili e alienazione di beni mobili e immobili. La riduzione a 7 settori si è concretizzato con l’accorpamento del settore Viabilità ed Edilizia patrimoniale e scolastica in un unico settore ‘Lavori Pubblici’ che ha in capo anche le azioni dei fondi ex Insicem. Gli Affari generali dell’Ente sono confluiti nel settore Avvocatura, mentre, il settore Polizia Provinciale e Risorse Umane è stato implementato con i servizi socio-assistenziali nell’ambito di una visione d’insieme dei servizi ai cittadini e alla comunità. Il commissario straordinario ha poi mantenuto il settore Sviluppo Locale dove è confluito il turismo.

MESSAGGIO DI SALUTO DEL NUOVO PREFETTO MARIA LIBRIZZI

download (2)“Assumo le funzioni di Prefetto della Provincia di Ragusa con la consapevolezza e l’orgoglio, come funzionario e come donna, di essere chiamata al servizio di un territorio e di una comunità straordinaria, cui mi legano sentimenti di profondo affetto e di memore riconoscenza. Sono e sento di essere una ragusana di adozione, conosco questa realtà, la sua singolare bellezza, le sue criticità ma anche le sue incredibili potenzialità e questo mi rende consapevole della delicatezza del mio compito e del peso della grande responsabilità che mi accingo ad assumere, con l’obiettivo di ricercare le soluzioni più adeguate ai problemi ed ai bisogni della comunità e per la realizzazione di un rapporto sempre più solido fra società civile ed istituzioni. Mi impegnerò, con tutto il mio entusiasmo e le mie energie, per il benessere di questa Provincia, certa della vicinanza di tutte le rappresentanze istituzionali e del corpo sociale cui rivolgo il mio affettuoso saluto. E’ con tali sentimenti che inizio questa nuova esperienza di Prefetto di Ragusa, formulando gli auguri più calorosi di reciproco buon lavoro e di buon Anno”. Maria Carmela Librizzi

ENTE PROVINCIA ALLO SFASCIO, SOSPESI I SERVIZI PER I DISABILI

provincia-di-ragusa-470x352Il decreto di riparto sui trasferimenti fatto dalla Regione siciliana il penultimo giorno dell’anno scorso ha penalizzato il Libero Consorzio Comunale di Ragusa che si ritrova di fatto in una situazione di dissesto finanziario. La Regione ha decretato il trasferimento di 2.215.536 euro per la spesa corrente e 440.741 euro per le spese in conto capitale per un totale di 2.656.283, ovvero una somma di molto inferiore a quella dell’anno scorso (meno 1,8 milioni di euro) e di quella prevista nel bilancio (meno 2,4 milioni di euro) col risultato che non sarà possibile mantenere i servizi di assistenza specialistica e di trasporto per gli studenti disabili. Manca anche il commissario (il commissario Dario Cartabellotta è scaduto lo scorso 31 dicembre)e quindi il dirigente del settore Politiche Sociali Raffaele Falconieri ha informato le cooperative sociali, il presidente della Regione siciliana e l’assessore regionale alle Autonomie Locali che i servizi per gli studenti disabili sono sospesi. Quindi, alla riapertura delle scuole dopo il periodo natalizio gli studenti disabili non potranno fruire del servizio di assistenza specialistica e di trasporto.

RAGUSA, UNA NUOVA GARA PER L’AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE E DELLA PALESTRA DI VIA BELLARMINO

 

piscinargPubblicato sul sito del Comune (www.comune.ragusa.gov.it) il bando di gara, con il sistema della procedura aperta, relativo al servizio di custodia, apertura, pulizia e funzionamento della piscina comunale di Contrada Selvaggio e della palestra “S. Parisi” di Via Bellarmino da affidare in concessione dal 1 marzo 2016 al 31 dicembre 2018. L’importo a base di gara è fissato in 527.868,85 euro oltre Iva e le offerte dovranno essere presentate entro le ore 12 dell’ 8 gennaio 2016. Tra i servizi che dovranno essere garantiti per la piscina comunale quello di assistenza bagnanti, pulizia, manutenzione degli impianti tecnologici, trattamento acque, segreteria e cassa mentre per Palestra “S. Parisi” si dovrà provvedere all’apertura, pulizia e manutenzione.

Ex Ente Provincia di Ragusa, approvato il bilancio di previsione 2015

provinciaNonostante la Regione Siciliana non abbia provveduto al riparto dei trasferimenti per le nove province siciliane, il Commissario straordinario Dario Cartabellotta ha approvato il bilancio di previsione 2015. Una scelta obbligata anche per consentire la proroga dei servizi socio assistenziali. E’ un bilancio di previsione che prevede il mantenimento del pareggio a condizione che la Regione trasferisca 5 milioni di euro per la spesa corrente considerato che il Libero Consorzio Comunale di Ragusa, non ha altre risorse disponibili e tenuto conto delle somme assegnate lo scorso anno. Rimangono, pertanto, immutate le problematiche finanziarie nel tempo segnalate dagli uffici del settore Finanziario del Libero Consorzio Comunale anche alla Regione siciliana. In sede di previsione di bilancio è stata prevista un’entrata di 20 milioni e 100 mila euro costituita da Rca, Ipt, Tributi e Tasse per l’occupazione di aree e suoli pubblici, mentre, per le entrate extratributarie sono previste due milioni e 118 mila euro. Per quanto concerne le spese ammontano complessivamente a 34 milioni e 442 mila di euro compreso il fondo pluriennale vincolato. Stante le esigue disponibilità finanziarie la spesa corrente è rigida ed è costituita prevalentemente da spese obbligatorie quali retribuzioni al personale, rate di mutui di competenza, spese contrattuali, spese per i servizi socio assistenziali in favore degli studenti disabili e per spese di funzionamento degli Istituti Scolastici Provinciali di secondo livello. Stanziamenti minimi sono stati previsti per la viabilità e per interventi per la sicurezza del territorio e che pertanto risultano non adeguati agli effettivi fabbisogni. Una voce considerevole della spesa è rappresentata da ben 8 milioni di euro e concerne i trasferimenti allo Stato quale contributi agli obiettivi di finanza pubblica fissati dalla legge di Stabilità.

ENCOMI DEL SINDACO PICCITTO A DUE TECNICI DELL’ENTE ED UN VOLONTARIO DEL GRUPPO DI PROTEZIONE CIVILE

 

20151029_121344 foto encomio  da sinistra  Antoci, Scalogna, Occhipinti, Piccitto, GiurdanellaEncomi scritti a firma del Sindaco Federico Piccitto a due tecnici dell’Ente, geometri Giuseppe Occhipinti e Angelo Giurdanella ed al volontario del Gruppo comunale di Protezione civile, Giovanni Criscione per l’eccellente risultato ottenuto grazie al lavoro svolto che ha permesso al Comune di definire e realizzare in tempo utile il Centro polifunzionale d’informazione e servizi per immigrati regolari. A consegnarli è stato stamane, presente il Segretario Generale, Vito Scalogna, lo stesso primo cittadino che ha ricevuto i tecnici ed il Coordinatore del Gruppo comunale di Protezione civile, Mariangela Antoci, in rappresentanza del volontario Criscione, fuori sede.

IL COMUNE DI RAGUSA PROCEDERA’ DIRETTAMENTE ALLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE

 

comune-ragusa-535x300Il Comune di Ragusa ha deciso di procedere direttamente all’esercizio dell’attività di riscossione coattiva dei tributi e delle altre entrate non versate dai contribuenti secondo i tempi e le forme previste dai Regolamenti Comunali vigenti. La riscossione coattiva delle entrate del Comune di Ragusa, che fino ad oggi è avvenuta tramite ruoli coattivi in carico a Riscossione Sicilia S.p.A., verrà quindi effettuata direttamente dall’Ente in virtù del fatto che i Comuni, nell’ambito della loro potestà regolamentare, sono legittimati ad operare in materia di accertamento, liquidazione e riscossione delle entrate. “La scelta dell’Amministrazione Comunale di gestire e riscuotere in proprio le entrate tributarie – dichiara l’Assessore alle Risorse Economiche e Patrimoniali, Stefano Martorana – consentirà di attuare la forma di gestione e di riscossione più idonea per realizzare l’interesse pubblico che meglio risponde ai criteri di efficienza, economicità e funzionalità dell’azione della Pubblica Amministrazione. La riscossione diretta, inoltre, risponde all’obiettivo di dare completa applicazione a quella semplificazione degli adempimenti tributari voluta dalla più recente legislazione in materia, per assicurare un risparmio sui costi sostenuti dall’Ente e migliorare la qualità del servizio di riscossione offerto ai contribuenti. I risultati di Riscossione Sicilia S.p.A. nell’ambito della riscossione coattiva delle entrate comunali tramite ruolo esattoriale sono stati sinora poco efficaci per il Comune e poco rispondenti alle esigenze dei contribuenti, in una fase storica caratterizzata da una complessiva sofferenza economica e occupazionale”.

RAGUSA, L’ING. GIUSEPPE GIULIANO NUOVO DIRIGENTE TECNICO SETTORE AMBIENTE

SAMSUNG

L’ing. Giuseppe Giuliano è il nuovo dirigente tecnico del Comune che dirigerà il Settore VI – Ambiente, Energia, Servizi Idrici, Verde Pubblico. L’individuazione del nuovo dirigente tecnico è venuta a seguito dell’avvio di una selezione pubblica. Giuliano, 44 anni, nato ad Augusta, è laureato in Ingegneria Civile presso l’Università di Studi di Catania. Nell’ampio curriculum del neo dirigente, un Dottorato di ricerca in Ingegneria Idraulica ed approfondimenti della sua formazione professionale nel campo idrologico presso il Department of Civil Engineering della  Colorado State University e l’Universitad Politécnica de Valencia.

RAGUSA: OPPOSIZIONE SCATENATA SULLA TASI

comune-di-ragusa-2I consiglieri comunali Elisa Marino, Angelo Laporta e Gianluca Morando criticano con forza, così come hanno fatto i colleghi di Forza Italia Maurizio Tumino, Giuseppe Lo Destro e Giorgio Mirabella, “di cui condividono l’affondo, quanto accaduto giovedì nella movimentata seduta del Consiglio comunale in cui la maggioranza pentastellata ha assecondato le scelte dell’Amministrazione di modifica del regolamento Iuc introducendo, di fatto, la Tasi che, con grandi proclami, ora finiti tutti nel vuoto, era stata azzerata la scorso anno”. I consiglieri Marino, Laporta e Morando invitano il sindaco a dimettersi. Anche Forza Italia, come detto, si è mostrata critica e ha chiesto al sindaco di “licenziare” l’assessore alle Risorse, Stefano Martorana.

 

 

 

 

Tassa di soggiorno, a Pozzallo si pagherà dal 2016  

porto piccolo pozzalloPassa in Consiglio comunale la mozione che impegna la Giunta municipale di Pozzallo a posticipare l’applicazione della tassa di soggiorno a partire dal gennaio 2016. Sono state accolte, dunque, in aula, le richieste dell’Ascom e di Federalberghi che, già nelle scorse settimane, avevano evidenziato come costringere gli operatori del settore a caricarsi di questo ulteriore balzello, a maggior ragione in un quadro economico come quello attuale, vale a dire molto complicato, sarebbe stato eccessivamente penalizzante anche per le difficoltà a cui la città di Pozzallo è esposta in questo periodo storico. “Ringraziamo l’opposizione – dice il presidente della sezione cittadina dell’Ascom, Gianluca Manenti – per avere proposto la nostra istanza e il Consiglio nella sua interezza per averla accolta. Ora ci auguriamo che l’Amministrazione comunale sia conseguente a tale impegno e che la tassa di soggiorno sia applicata a partire dal prossimo anno dando la possibilità agli operatori del settore di pianificare per tempo la contabilità della stagione”.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE PER I TITOLARI DI PUBBLICI ESERCIZI IN MATERIA DI EMISSIONI SONORE

dj musica-2L’assessore alla Polizia Municipale Massimo Iannucci comunica che “tutti i titolari di pubblici esercizi che utilizzino impianti di diffusione sonora, ovvero svolgano manifestazioni ed eventi con diffusione di musica o utilizzo di strumenti musicali, sono obbligati a presentare al Settore Ambiente adeguata documentazione di previsione di impatto acustico e relazione tecnica redatta da un tecnico competente in acustica, oppure possono avvalersi di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà. Tale obbligo sussiste solo per i titolari di pubblici esercizi che nel corso del 2014 non abbiano presentato al Settore Ambiente alcuna documentazione tecnica. Invece, nel caso in cui i titolari di pubblici esercizi abbiano già presentato nel 2014 al Settore Ambiente la documentazione relativa alla fattispecie di utilizzo di impianti di diffusione sonora e di attività che comportano emissioni sonore superiori a quelle stabilite, è sufficiente compilare e presentare al Settore Ambiente l’allegato “5” dell’ordinanza sindacale. Per la fattispecie riguardante lo svolgimento di attività temporanee e di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico e per spettacoli a carattere temporaneo ovvero mobile, che prevedano l’utilizzo di impianti elettroacustici di amplificazione e diffusione sonora o l’impiego di strumenti musicali amplificati, il richiedente deve presentare istanza, comprensiva della richiesta di deroga alle fasce orarie.

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO DELLE CATEGORIE PROTETTE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI  

foto collocamneto obbligatorioIl Prefetto Annunziato Vardè ha incontrato, presso il Palazzo del Governo, i Rappresentanti delle Amministrazioni comunali della provincia di Ragusa, il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale, il Dirigente del Servizio Centro per l’impiego di Ragusa e gli esponenti delle associazioni locali rappresentative della categoria delle persone con disabilità, al fine di monitorare lo stato di applicazione della Legge 12 marzo 1999 n. 68, che, nel disciplinare il diritto al lavoro dei disabili, si propone – tra le varie finalità – la promozione dell’inserimento e dell’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato. L’incontro, alla presenza della Sen. Venera Padua, è stata una significativa occasione per verificare il positivo grado di ottemperanza agli obblighi previsti della normativa a tutela della categoria dei disabili o delle categorie protette (invalidi civili, invalidi di guerra, invalidi per servizio, sordomuti, vittime del terrorismo e della criminalità organizzata) da parte delle pubbliche amministrazioni della provincia di Ragusa, con una modesta percentuale di enti pubblici che, al fine di superare le attuali carenza, hanno rappresentato di aver già intrapreso concreti percorsi amministrativi diretti all’assolvimento degli obblighi di assunzione dei lavori che appartengono alle liste provinciali dei disabili e/o delle categorie protette. La riunione ha contribuito a sensibilizzare le pubbliche amministrazioni affinchè vengano adottate gli interventi finalizzati a garantire il diritto all’occupazione per quella fascia della popolazione che presenta particolari esigenze nel vivere quotidiano. In tale prospettiva è stata evidenziata l’importanza nella ricerca, pur in presenza di obiettivi vincoli di bilancio per gli enti locali, di strumenti che possano facilitare l’inserimento occupazionale in modo da promuovere le capacità lavorative delle persone disabili ed inserirle nel mondo del lavoro negli ambiti più adatti alle loro caratteristiche anche attraverso un’analisi dei posti di lavoro, forme di sostegno o tutoraggi negli inserimenti lavorativi.

Comiso, la commissione dice “no” alla stabilizzazione dei precari  

Comune_di_Comiso“Abbiamo appreso dell’infausta decisione della Commissione per la stabilità Finanziaria degli Enti Locali di non approvare la delibera della giunta Comunale di Comiso sul fabbisogno del personale nel triennio 2014,2015,2016. La conseguenza immediata di questo diniego, sarà la mancata stabilizzazione dei 47 co.co.co, che da troppo tempo ormai attendono di essere stabilizzati”. Inizia così una nota del Pd di Comiso che aggiunge: “Questi lavoratori infatti, hanno subìto decisioni prese dall’amministrazione passata che, pur avendoli ammessi alle procedure di pre – stabilizzazione nel 2009, non ha dato seguito a quanto espletato. Il Pd sin dall’inizio è stato accanto a questi lavoratori che hanno maturato negli anni di lavoro le giuste aspettative. Questa notizia che arriva come un fulmine a ciel sereno ci vedrà ancora più impegnati e vicini ai 47 lavoratori e ancor più all’amministrazione Spataro, in qualunque azione metterà in campo per scongiurare il mancato assorbimento di tanti padri e tante madri di famiglie oggi in notevole difficoltà”.

ASSUNZIONE DIRIGENTE TECNICO AL COMUNE DI RAGUSA      

comune-di-ragusa-2Il settore Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane rende noto che sul sito del Comune è pubblicato un avviso per l’assunzione a tempo determinato di un dirigente tecnico da destinare al Settore VI, Ambiente, energia, servizi idrici, verde pubblico. Coloro che hanno i requisiti generali e specifici richiesti per la partecipazione indicati nell’avviso stesso, potranno presentare apposita istanza entro il 15 luglio prossimo. Maggiori e più dettagliate informazioni scaricando il bando pubblicato sul sito www.comune.ragusa.gov.it

RAGUSA, NUOVE LICENZE PER I TAXI  

giorgio_mirabella_ottobre_2012“Sono soddisfatto del lavoro compiuto in VI commissione, presieduta dal sottoscritto, in ordine all’approvazione all’unanimità della delibera di giunta che consentirà l’ampliamento del numero di licenze per taxi, consentendo nei fatti la creazione di nuovi posti di lavoro”. E’ il commento del presidente della VI commissione consiliare, Giorgio Mirabella, sull’approvazione della proposta di delibera ‘Modifiche al regolamento comunale per la disciplina delle attività di autoservizio pubblico non di linea e noleggio con conducente”. “Appena si è proceduto alla ridetermina delle commissioni consiliari – ha proseguito Mirabella – ho richiesto la convocazione dell’organismo da me presieduto con questo ordine del giorno, ed è stato dato seguito all’immediata trasmissione in consiglio comunale dell’atto per la seduta del 25 giugno. Il deliberato in questione consente di creare nuovi posti di lavoro, infatti si passa dalle attuali 60 licenze alle future 80. Si procederà alla pubblicazione di un bando e le nuove licenze saranno assegnate in base al punteggio che ciascun partecipante collezionerà, ovviamente avranno un ruolo determinante la giovane età e la conoscenza delle lingue. La VI commissione ha esitato con assoluta velocità la proposta di delibera, in modo da consentirne l’attuazione in tempi rapidi, previo le procedure individuate. Dunque nuove licenze e nuovi taxi che faranno la spola anche per e dall’aeroporto di Comiso e da e per il porto turistico di Marina di Ragusa. Inoltre è stata anche contemplata la presenza di mezzi per il trasporto dei disabili e per persone con difficoltà a deambulare. Insomma – ha concluso Mirabella – un nuovo aspetto che si inserisce a pieno titolo in quel circuito virtuoso per far decollare il turismo e i servizi ad esso annessi, oltre a prediligere la possibilità di nuove occupazioni professionali”.

Il nuovo Sindaco di Ispica incontra il Prefetto  

prefettura ragusaIl Sindaco di Ispica, Pierenzo Muraglie, a pochi giorni dalla sua elezione, ha reso visita al Prefetto Annunziato Vardè. Un incontro cordiale chiesto dal primo cittadino per manifestare al rappresentante dello Stato l’intento di proseguire sulla strada della collaborazione intensa e proficua che da sempre ha caratterizzato i rapporti tra il Comune di Ispica e l’istituzione prefettizia. Il Prefetto, nel porgere le proprie congratulazioni e formulare al neo Sindaco i migliori auguri di buon lavoro nel nuovo ed impegnativo incarico, non ha mancato di fare riferimento alle attuali difficoltà degli enti locali sul piano finanziario, confermando la più ampia disponibilità a sostegno delle necessarie attività volte a garantire le migliori condizioni di sicurezza e vivibilità del territorio. Il Sindaco ha assicurato il proprio impegno per corrispondere al meglio non solo alle istanze emergenti, ma più in generale agli interessi di tutti i cittadini ispicesi per il bene della città.

Comune di Ispica, stabilizzati ma ora in mobilità  

ispica“No alla mobilità per i 60 lavoratori stabilizzati tempo fa; sia questa la priorità del nuovo sindaco di Ispica; il prezzo da pagare sarebbe troppo alto in termini economici per tante famiglie. Il nuovo corso amministrativo guardi a questi lavoratori che attendono risposte e segni una nuova rotta nei rapporti con i propri impiegati”. L’appello arriva dal segretario generale della FP Cisl Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi, che, in vista del prossimo ballottaggio per la carica di primo cittadino di Ispica, si rivolge all’Amministrazione che verrà, per indicare una delle emergenze della città esplosa, in maniera dirompente, dopo la dichiarazione di dissesto finanziario. Per 60 lavoratori, stabilizzati anni fa dopo una trafila da precari, già pronte le lettere di mobilità. “In questi giorni sono state consegnate le schede da compilare per stilare una graduatoria – ha aggiunto Passanisi – Per questi lavoratori, dichiarati in eccedenza rispetto alla pianta organica, inizia adesso una lunga attesa: se entro due anni non dovessero trovare utile impiego in altri enti locali rischiano il licenziamento. Un autentico dramma sociale”.

Scroll To Top
Descargar musica