24-09-2017
Ti trovi qui: Home » Enti pubblici (pagina 3)

Archivio della categoria: Enti pubblici

Tassa di soggiorno, piano di spesa  

Aeroporto ComisoLa Giunta Municipale nella seduta di giovedì pomeriggio ha approvato, come proposta per il Consiglio Comunale, la delibera riguardante il “Piano di utilizzo delle risorse derivanti dall’applicazione dell’imposta di soggiorno relativa all’anno 2015”. L’atto in questione fissa, tra l’altro, tre principali punti d’intervento, dal punto di vista economico, individuati dall’Osservatorio Permanente appositamente costituito. Le linee d’intervento, che tengono conto di una proposta inizialmente presentata dall’Assessore al Turismo, Stefano Martorana, riguardano una nuova rotta per l’aeroporto di Comiso, il finanziamento delle attività previste nell’ambito della partecipazione ad Expo 2015 e la quota annuale relativa al protocollo d’intesa siglato con la società Palomar Spa per le attività a sostegno della produzione della fiction “Il Commissario Montalbano”. Il Piano prevede inoltre l’attivazione, in linea con lo scorso anno, del protocollo d’intesa con la Diocesi di Ragusa per la fruizione turistica delle Chiese e dei luoghi di culto nel Centro Storico Superiore e ad Ibla. Inserita anche una quota per il finanziamento di manifestazioni culturali, sportive ed enogastronomiche a valenza turistica, l’estensione del servizio di Radio Taxi, le spese di funzionamento dei distretti turistici e l’impiego delle risorse economiche necessarie ai servizi ed alle forniture per il funzionamento degli Infotourist comunali. “Un piano che si basa su tre importanti macro-interventi – afferma l’assessore Martorana – che avranno effetti immediati in termini di promozione di aumento delle presenze turistiche nel nostro territorio, senza trascurare il necessario potenziamento dei servizi offerti ai visitatori. Particolare rilevanza in prospettiva promozionale, infatti, riveste sia il finanziamento delle attività collegate ad Expo 2015, vetrina centrale per esportare l’immagine della nostra realtà agroalimentare e non solo, sia l’introduzione della quota annuale relativa al protocollo siglato con la società Palomar, importante viatico per la promozione della nostra città anche all’estero. L’attivazione di una nuova rotta da e per l’aeroporto di Comiso, al contempo, riveste un ruolo altrettanto primario in quanto consente di potenziare i collegamenti diretti con la nostra realtà, ampliando di conseguenza i flussi turistici attesi nel nostro territorio”.

 

UN PROTOCOLLO D’INTESA PER ATTIVITA’ ANTI-CORRUZIONE    

federico-piccittoSette gli obiettivi fissati dal protocollo d’intesa firmato dai sindaci di Ragusa, Catania e Siracusa ed i rispettivi rappresentanti delle Camere di Commercio e delle ex-Province dei tre territori, riuniti ieri pomeriggio a Catania, alla presenza del presidente dell’Autorità Nazionale Anti-Corruzione, Raffaele Cantone, con l’impegno di creare una rete tra i soggetti responsabili delle attività di prevenzione anti-corruzione facenti parte degli enti aderenti al Distretto del Sud-Est Sicilia. Le finalità riguardano la condivisione di iniziative e misure di prevenzione della corruzione a supporto delle attività del Distretto, la stipula con le singole prefetture di protocolli di legalità specifici e dedicati all’attività di prevenzione e contrasto contro fenomeni di criminalità, la promozione comune nei tre territori di convegni, incontri ed iniziative sui temi della legalità, la condivisione di esperienze ed informazioni tra enti per la valorizzazione di una comune cultura dell’integrità, l’implementazione di relazioni sistemiche con gli organismi nazionali deputati al controllo, come l’Anac, la progettazione di percorsi formativi comuni in materia di prevenzione della corruzione ed infine azioni varie ritenute utili per il contrasto ad ogni forma di illegalità. “La condivisione di un percorso comune di sviluppo e rilancio – spiega il sindaco Federico Piccitto – che ha visto Ragusa protagonista, insieme a Catania e Siracusa, di un cammino iniziato proprio un anno fa, non può prescindere da radici solide che sappiano contrastare, insieme, ogni possibile rischio relativo a fenomeni di illegalità e corruzione negli enti pubblici. Il protocollo, firmato alla presenza del presidente Cantone – sottolinea il primo cittadino – rappresenta appunto la volontà comune di eliminare da subito, attraverso la piena collaborazione tra i territori, ogni possibile criticità su questo fronte. Anche perchè, solo partendo dalla legalità e dalla trasparenza, è possibile immaginare uno sviluppo ed un rilancio economico e sociale non solo sano e duraturo, ma soprattutto non viziato alla radice”.

RAGUSA, PIANO DI ZONA  

comune-di-ragusa-2Il Comitato dei Sindaci del Distretto Socio-Sanitario ha convocato la seconda Conferenza dei servizi per la presentazione del Nuovo Piano di Zona 2013/2015 che si terrà mercoledì 25 febbraio, alle ore 9,30, presso la Sala pluriuso del Settore Sviluppo Economico ubicata al piano terra del Centro Direzionale Comunale della Zona Artigianale. Alla pubblica conferenza sono invitati ad intervenire, i cittadini, le associzioni sociali e di tutela dei cittadini, le Onlus, gli organismi della cooperazione, le associazioni ed enti di programazione sociale, le fondazioni, gli enti di patronato, le organizzazioni sindacali, gli enti pubblici del territorio distrettuale, i gruppi formali ed informali e tutti gli organismi operanti nel settore della programmazione, organizzazione e gestione del sistema integrato di interventi e servizi sociali.

SCOGLITTI, PORTO INSABBIATO

imagesIl sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, ha disposto l’invio di una nota alla Regione Siciliana per  sollecitare maggiore attenzione nei confronti del porto di Scoglitti. “Non sono più tollerabili né ritardi, né ulteriori ostacoli: l’insabbiamento della struttura portuale della frazione, come ripetutamente rappresentato dalla marineria di Scoglitti costituisce un serio problema; per questo occorre fare presto, anche per quanto concerne il progetto di messa in sicurezza del porto”.

RAGUSA, BANDO DI GARA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA

download (6)Sul sito del Comune è pubblicato il bando di gara, con il sistema della procedura ristretta, relativo alla fornitura, distinta in tre lotti, dell’energia elettrica per le utenze dell’Ente. Valore stimato dell’appalto di di € 14.098.360,00 oltre Iva. L’appalto avrà una durata di 24 mesi decorrenti dalla data di avvio della fornitura coincidente con il 1° maggio 2015 e prorogabile, su richiesta del Comune, qualora ne ravvisi l’opportunità per ulteriori tre mesi. Considerata la particolare urgenza dell’affidamento, il termine utile per la presentazione delle istanze di partecipazione alla gara d’appalto è fissato per le ore 12 del 16 febbraio prossimo. Maggiori e più dettagliate informazioni sul sito del Comune nell’apposito spazio dedicato a “gare d’appalto, incarichi e concorsi di prossima scadenza”.

Circuito del barocco, itinerario integrato “percorso ciclabile – rete ferrovia”

baroccoIl Commissario straordinario dell’ex ente Provincia, Dario Cartabellotta, alla presenza del direttore della Fondazione Patrimonio dell’Unesco Sicilia, Aurelio Angelini, ha presentato alla stampa un progetto per la realizzazione di un itinerario turistico-culturale, nell’ambito del protocollo d’intesa “Piano strategico d’area vasta sud est Sicilia”. “Unesco, nell’Expo 2015 – ha spiegato il Commissario Cartabellotta – è uno di quei brand riconosciuto a livello mondiale così come patrimonio dell’Unesco è la dieta mediterranea che sarà oggetto di valorizzazione all’interno del cluster Bio-Mediterraneo di cui la Sicilia è capofila. Ciò ci spinge ad accelerare tutti quei programmi che possono trasformare le eccellenze del sud-est in attrattori turistico-culturali”. “In quest’ottica – ha continuato il direttore Aurelio Angelini – s’inquadra il progetto che abbiamo denominato “Il Circuito del barocco, sistema integrato di mobilità turistica e ricreativa negli iblei”. L’idea del progetto mira ad organizzare in circuito la mobilità secondaria, mettendola al servizio del comprensorio turistico-culturale degli Iblei. Ciò potrà avvenire riattivando ad uso turistico-ricreativo, la linea ferroviaria dismessa Siracusa – Ragusa – Vizzini – Val d’Anapo e riqualificando l’esistente tratta ferrata Siracusa – Ragusa. In questo modo potremo, sul versante montano, riconvertire la vecchia ferrovia “ex secondaria” a green way e quindi destinarla ad uso prevalente ciclabile, indirizzata ad un turismo a carattere naturalistico, mentre sul versante pedemontano utilizzeremo l’attuale sede ferroviaria in esercizio, per un turismo a carattere culturale con la visita dei centri barocco patrimonio Unesco. Il piano nel suo insieme, che è improntato principalmente sulla sostenibilità – ha concluso Aurelio Angelini – sarà presentato all’Expo Milano 2015 per incoraggiare eventuali visitatori nazionali e internazionali ad investire nelle potenzialità di questo territorio”.

Quale futuro per i fondi della legge su Ibla?

ragusa ibla 5E’ l’interrogativo che si pone Paolo Ucchino, già consigliere comunale e componente della commissione per il risanamento dei centri storici, sul futuro del “prezioso” strumento legislativo che ha contribuito in maniera decisiva alla rinascita dei due centri storici. Per Ucchino, “alla luce dei più recenti provvedimenti della Regione Siciliana in materia di bilancio appare sempre più incerto il rifinanziamento della legge su Ibla, perchè ancorato a meccanismi di finanziamento basati sulla compartecipazione al gettito Irpef dei comuni siciliani e dal Fondo per investimenti degli stessi”. Secondo Ucchino “agganciare le risorse finanziarie della legge su Ibla a norme che prevedono, essenzialmente, assegnazioni finanziarie a tutti i comuni siciliani, potrebbe determinare una insufficiente disponibilità dei fondi”. Secondo Paolo Ucchino “è necessario prevedere un meccanismo virtuoso e certo che permetta di agganciare le risorse finanziarie alla realizzazione di interventi pubblici e privati che possano continuare a contraddistinguere il risanamento e la definitiva rinascita dei due centri storici della città di Ragusa, riunificati in unico Centro Storico dal Piano Particolareggiato, recentemente approvato. E quale migliore occasione potrebbe essere utile a raggiungere questo necessario obiettivo, purtroppo non ancora raggiunto in pieno, se non quella dell’attuazione del piano particolareggiato del centro storico, che rappresenta lo strumento principale per operare nei centri storici e che, finalmente dopo tantissimi anni di attesa, ha visto la sua approvazione, sia pure tra luci ed ombre?”. Per Ucchino occorre che ciascuno faccia la propria parte a iniziare dall’amministrazione comunale. Bisogna potenziare l’Ufficio tecnico operativo, definire il piano particolareggiato del Centro storico con le norme di attuazione. Critico, intanto, il commento del Movimento Città al piano di spesa di recente approvato in consiglio comunale. “Pur rappresentando un insieme di investimenti utili per l’economia ragusana, fallisce l’obiettivo primario che avrebbe dovuto avere” – spiega il Movimento secondo cui si registra una “mancanza sia di una pianificazione con criteri più propriamente tecnici di utilizzo di questi fondi straordinari che di una programmazione del recupero e della manutenzione di immobili di proprietà comunale che, pur essendo stati già oggetto in passato di interventi di restauro, versano oggi in grave stato di abbandono e degrado”. Città denuncia anche i “compromessi” tra maggioranza ed opposizione, “che hanno raggiunto un accordo su una serie di emendamenti condivisi, ma che di fatto non hanno modificato l’impianto generale del Piano di spesa che resta di profilo non adeguato”.

Ex Provincia: insediato nuovo commissario Cartabellotta

IMG-20141204-00083Dario Caltabellotta, dirigente generale del Dipartimento pesca dell’assessorato Agricoltura e Foreste della Regione siciliana, ha preso possesso giovedì del suo nuovo ufficio di commissario straordinario della Provincia di Ragusa, oggi Libero Consorzio Comunale. Una giornata piena di impegni per il nuovo Commissario che ha reso visita al vescovo di Ragusa monsignor Paolo Urso e al prefetto di Ragusa Annunziato Vardè per una prima presa di contatto con i rappresentanti delle Istituzioni locali. Prima di incontrare i dirigenti dell’Ente per una prima riunione operativa sulle esigenze amministrative-burocratiche, Cartabellotta ha tenuto un incontro stampa con i giornalisti per annunciare i suoi programmi indirizzati a valorizzare le potenzialità del territorio ibleo a cui è molto legato, non solo per la sua attività di dirigente regionale ma anche per una scelta di tipo accademica fatta a suo tempo. “La mia tesi di laurea è stata incentrata sulla coltivazione della vite a Punta Secca”. “Ecco perché sono soddisfatto per questa nomina – ha aggiunto Cartabellotta – che mi permette di ritornare in un territorio che amo e che apprezzo da sempre sia per essere la locomotiva trainante dell’agricoltura siciliana sia per la laboriosità della sua popolazione. Un ruolo che può mantenere e rilanciare sfruttando appieno l’occasione di Expo 2015 dove la Regione siciliana coordina il Cluster biomediterraneo”.

IL COMUNE DI RAGUSA OTTIENE UN FINANZIAMENTO DESTINATO A SCUOLA MATERNA

images_cipeIl Comune di Ragusa si è classificato al primo posto nella graduatoria regionale relativa all’avviso CIPE 94/2012 che gli ha consentito di ottenere un finanziamento di  1.500.000 euro per il recupero e valorizzazione di un’antica masseria di proprietà dell’Ente sita in Contrada Buscé. L’immobile comunale, una volta recuperato, verrà utilizzato come scuola materna.

Provincia, il Commissario approva le variazioni al bilancio 2014  

provincia-528x279Il commissario ad acta Girolamo Ganci ha deliberato le variazioni al bilancio 2014, su proposta del dirigente del settore finanziario Lucia Lo Castro, dopo aver ricevuto il parere favorevole del collegio dei revisori dei conti. Le variazioni di bilancio tengono conto dell’assegnazione definitiva decisa dall’assessorato regionale delle Autonomie locali che ha assegnato due milioni e 200 mila alla provincia di Ragusa, tenendo conto della particolare situazione finanziaria dell’Ente e che si assommano ai 2 milioni di euro decretati già ad agosto e a 200 mila euro per i servizi agli studenti disabili. Le variazioni di bilancio consentono di assicurare i servizi di trasporto e assistenza agli studenti disabili per tutto l’anno, di prevedere somme per la manutenzione scolastica e di poter pagare gli stipendi al personale dipendente.

Tumino e Lo Destro: ritardi per il piano di spesa della legge su Ibla

Ragusa IblaSul piano di spesa della Legge su ibla, si registra la presentazione di un ordine del giorno dei consiglieri comunali di Ragusa Maurizio Tumino e Giuseppe Lo Destro. I due consiglieri ricordano che la Commissione Risanamento non ha ancora formulato ed approvato un piano stralcio di spesa relativo all’anno 2014 che prevede la realizzazione di opere finanziate con i fondi. Eco perchè impegnano l’Amministrazione comunale di dare mandato agli Uffici preposti affinché, nel più breve tempo possibile, il Consiglio Comunale possa deliberare l’attuazione del programma stralcio annuale.

IMPIANTI PUBBLICITARI ABUSIVI

salvatore-coralloSaranno coperti gli impianti pubblicitari abusivi su tutto il territorio comunale. E’ la linea perseguita dall’amministrazione comunale di Ragusa per contrastare un fenomeno che negli ultimi anni ha registrato un incremento preoccupante. “L’intenzione dell’amministrazione – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici, Infrastrutture e Pianificazione Urbanistica Salvatore Corallo – è quello di affrontare questo annoso problema con azioni risolute. In una prima fase copriremo i manifesti abusivi, poi avvieremo l’iter per la rimozione in danno di tutti gli impianti abusivi”.

PIANO STRATEGICO

movimento-città-680x365Movimento Città registra con favore l’attenzione riservata dall’Amministrazione e dal Consiglio comunale alla propria proposta di dotare Ragusa di un Piano strategico. “Tale strumento di programmazione – si legge in una nota – consiste nel coinvolgere tutti i soggetti economici e sociali, a partire dai semplici cittadini, in un percorso che aiuti Ragusa a chiarire la propria identità di città attrezzandosi per le sfide del presente e del futuro – scelte quanto mai delicate, per la crisi che attraversiamo e per le scarse dotazioni finanziarie di cui dispongono gli enti locali. Il percorso immaginato da Movimento Città è innanzitutto un percorso di ascolto, di partecipazione, di inclusione nelle scelte politiche di tutti i cittadini, che dovranno interrogarsi sull’identità stessa della nostra città e sulla nostra visione di futuro: chi siamo? dove stiamo andando? dove vogliamo andare e come fare per centrare gli obiettivi individuati? Il nostro atto di indirizzo, presentato a giugno 2014 e discusso più volte in città oltre che sulla stampa locale, è finalmente approdato in Consiglio, riscontrando il consenso dell’Amministrazione, che lo ha in gran parte fatto proprio attraverso il varo di un’apposita delibera di Giunta, la n. 421 del 15 ottobre 2014. Abbiamo quindi ritenuto utile, avendo già conseguito un importante risultato politico per tutta la città, ritirare il nostro atto di indirizzo, accettando la proposta emersa in aula di lavorare insieme, Amministrazione e Consiglio comunale, alle linee guida di pianificazione strategiche annunciate dalla Giunta come di imminente emanazione”. E conclude: “Mantenendo con coerenza il nostro ruolo di opposizione costruttiva, per il bene di Ragusa e senza pregiudiziali ideologiche, Movimento Città si rende disponibile fino da subito a lavorare, nelle sedi istituzionali che verranno individuate come più pertinenti e produttive, ad un cronoprogramma che individui con chiarezza: tempi, costi, ruolo dei soggetti istituzionali (Consiglio comunale in primis). Riteniamo che spendersi con schiettezza e fermezza in questo progetto, credendoci realmente, sia l’unica strada percorribile per verificare se l’Amministrazione Piccitto ha veramente intenzione di intraprendere (meglio tardi che mai) un serio percorso di pianificazione e programmazione, o non abbia piuttosto dato vita ad uno spot propagandistico di dubbia utilità per noi tutti ragusani”.

Seminario sulla nuova legge anticorruzione

PETRALIA-CARMELO-PROCURATORELa nuova legge per contrastare la corruzione, nonché gli aspetti giuridici, etici e politici che la caratterizzano, al centro del seminario proposto dalla Provincia regionale di Ragusa –Libero Consorzio Comunale, che si è svolto presso la sala Convegni del Palazzo della Provincia. Il seminario è stato aperto dal Commissario straordinario della Provincia Carmela Floreno che ha posto l’accento sull’allarmante e dilagante fenomeno della corruzione nella pubblica amministrazione. Di seguito il Segretario generale dell’Ente Ignazio Baglieri, responsabile della prevenzione della corruzione, ha fatto un excursus sui vari provvedimenti legislativi anticorruzione attualmente in vigore. Riguardo l’etica in campo istituzionale e politico Gianfranco Amenta, professore Associato di Istituzioni di Diritto Privato presso l’Università di Palermo, ha spiegato le ragioni storiche e sociali che spìngono particolari soggetti della società ad approfittarsi del denaro pubblico. Di trasparenza e rapporti fra politica e amministrazione ha parlato Fabrizio Tigano, professore ordinario di Diritto amministrativo presso l’Università di Catania. Tigano ha riportato come negli anni si è passati da una completa segretezza nella creazione degli atti della pubblica amministrazione ad una collaborazione con i privati nell’istruzione delle pratiche ma soprattutto nell’affermazione della certezza del diritto del cittadino. Il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, Carmelo Petralia, ha enunciato i nuovi aspetti normativi sul contrasto alla corruzione iniziando a segnalare che l’Italia si trova solo al 67° posto nella classifica mondiale della percezione della corruzione, preceduta anche dal Ruanda. Il Procuratore è convinto che i fenomeni di corruzione all’interno delle pubbliche amministrazione oltre a derivare da un problema culturale tipico dei popoli latini, è dovuto anche ad una mancanza del senso dello Stato e del dovere da parte dei pubblici dipendenti

Provincia, approvato bilancio di previsione 2014

floreno prefetto SRIl commissario straordinario Carmela Floreno, con i poteri del Consiglio Provinciale, ha approvato oggi il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014 e quello triennale 2014-16. E’ uno strumento finanziario ‘tecnico’ improntato a drastiche scelte di contenimento della spesa ma che persegue, nel contempo, la funzionalità e l’efficienza degli uffici e dei servizi di competenza della Provincia di Ragusa – Libero Consorzio Comunale, a cominciare dall’assistenza agli studenti diversamente abili delle scuole di istruzione secondaria. L’obiettivo del bilancio, che ha ricevuto il parere favorevole del nuovo collegio dei revisori dei conti, è quello di assicurare un quadro finanziario coerente con l’assolvimento dei servizi obbligatori pur in un contesto economico che presenta motivi di criticità. “Si è deciso, in stretta sinergia con la dirigenza di questo Ente, di procedere – afferma il commissario Carmela Floreno – all’adozione di uno strumento finanziario in grado di costituire una ‘guida’ sulla quale attualizzare l’operatività dell’Ente e il perseguimento degli obiettivi strategici possibili, in un quadro di efficacia e di efficienza dell’azione amministrativa”.

VICE MINISTRO DEGLI ESTERI PALESTINESE A RAGUSA

Ambasciatore di Palestina in Italia, il Prefetto e Vice MinistroIl Vice Ministro degli Esteri palestinese, Taysir Farhat, accompagnato dal dall’Ambasciatore di Palestina in Italia nonché dal Consigliere per la Sicurezza della Presidenza dello Stato di Palestina, è stato ricevuto nella mattinata di venerdì dal Prefetto Annunziato Vardè presso il Palazzo del Governo. Al centro dell’incontro, l’importanza e l’opportunità di condividere una maggiore collaborazione nelle dinamiche che in atto stanno caratterizzando il fenomeno dell’immigrazione. La delegazione governativa palestinese ha manifestato un particolare interesse sul sistema dei soccorsi e dell’accoglienza dei migranti e sulle misure organizzative ed operative adottate nella gestione dell’imponente flusso di migranti che sta interessando la provincia iblea con il porto di Pozzallo, evidenziando l’esiguità del numero dei Palestinesi che giungono rispetto alle altre etnie. A conclusione del cordiale incontro, il Vice Ministro ha ringraziato il Prefetto Vardè per l’ospitalità offerta nonché per la “determinazione e l’intenso impegno con cui vengono affrontate le complesse problematiche connesse all’immigrazione, esprimendo compiacimento per l’attenzione riservata dalle istituzioni locali al fenomeno migratorio”.

Liberi Consorzi, ne discuterà la consulta dei presidenti del consigli comunali

giovanni iaconoSu iniziativa di Giovanni Iacono, Presidente del Consiglio Comunale di Ragusa , nei primi giorni di ottobre si terrà un incontro della Consulta dei Presidenti di Consiglio Comunale non solo dell’ex provincia di Ragusa ma anche di diversi Comuni del Calatino e dell’ex provincia di Siracusa. “Intendimento – dichiara Giovanni Iacono – è quello di creare un nuovo Libero Consorzio che aggreghi ai Comuni della Provincia di Ragusa altri Comuni con i quali vi è, da sempre, omogeneità sotto il profilo economico, sociale, culturale, storico. Dobbiamo superare lo stato di incertezza e confusione generato dalla ‘non legge’ 8 del 24 marzo 2014 – continua Iacono e non dobbiamo perseguire una divisione illogica e perdente per i Cittadini in termini economici, come tante analisi sul campo relative allo sviluppo locale confermano, ma una scelta opposta che è quella di creare un’area economica più forte, dinamica e competitiva in grado di intercettare risorse economiche ed investimenti ed avere pari dignità rispetto alle aree metropolitane. Una grande ed unica opportunità per le nostre Comunità che deve andare oltre le miopi, egoistiche ed autoreferenziali mire di qualche Sindaco in cerca di qualche Parlamento in cui ”depositarsi”. I Sindaci non sono chiamati a decidere sulla costituzione dei Liberi Consorzi – prosegue il Presidente Iacono- ma sono chiamati a farlo innanzitutto i Consigli Comunali ed è dai Consigli Comunali e dai loro Presidenti che si dovrà avere la capacità di guardare l’oggi con gli occhi di domani! Noi intendiamo tentarci e riuscirci e sono fiducioso nella lungimiranza dei miei colleghi Presidenti dei Consigli Comunali”.

NUOVO DIRIGENTE ECONOMISTA A PALAZZO DELL’AQUILA

DSCF9115Giovedì mattina, presso l’Ufficio Risorse Umane del Comune, il nuovo dirigente del Settore III, “Servizi finanziari e contabili”, dott. Marco Cannata, ha firmato il contratto individuale di lavoro. Il posto di dirigente è stato coperto a seguito di selezione pubblica per titoli e prova orale. Dalla fine del mese di giugno dello scorso anno, il Settore III è stato retto ad interim da dirigenti amministrativi del Comune. Al dott. Cannata, il Sindaco, Federico Picciutto ha conferito oltre che l’incarico di dirigente del III settore anche quello del Settore Tributi ad interim. Nella prima mattinata il dott. Cannata è stato ricevuto dal primo cittadino, presenti l’Assessore alle risorse economiche e patrimoniali, Stefano Martorana, il Segretario Generale, Vittorio Scalogna ed alcuni dirigenti del Comune. “Ad un anno e mezzo dall’insediamento di questa Amministrazione – dichiara il Capo della civica amministrazione – viene finalmente coperto il posto di dirigente del Settore III, che abbiamo trovato vacante; si tratta di un Settore fondamentale e strategico per l’attività politico amministrativa di un ente locale. In questi mesi infatti siamo stati costretti, per approntare il bilancio di previsione 2013, il consuntivo dello stesso esercizio finanziario e per il bilancio di previsione del 2014, ad avvalerci della professionalità dei dirigenti in servizio presso l’Ente e di esperti. Non posso che esprimere la mia grande soddisfazione – aggiunge il Sindaco Piccitto – per essere riusciti, con l’entrata in servizio del dott. Cannata a coprire tutti i posti dirigenziali che abbiamo trovato scoperti a seguito dei pensionamenti”. Nel corso della mattinata, inoltre, il neo dirigente ha incontrato i funzionari e tutto il personale del proprio settore, per la prima riunione di servizio.Il dott. Marco Cannata ha un curriculum di rilievo.

AUTORIZZATI E FINANZIATI DIECI CANTIERI DI SERVIZI

flavio brafaNotificati al Comune di Ragusa, a firma del Dirigente Generale del Dipartimento del Lavoro e dell’impiego dell’Assessorato regionale della Famiglia delle politiche sociali e del lavoro, i decreti con cui vengono autorizzati e finanziati i 10 cantieri di servizi, previsti dalla direttiva dello stesso assessorato regionale del 26 luglio del 2013. A seguito di tale decreto L’Amministrazione comunale dovrà avviare entro 60 giorni tutti gli adempimenti previsti dalle norme di gestione dei cantieri di servizi e comunicare l’inizio dei lavori al Dipartimento regionale che procederà alle emissione dei relativi mandati di pagamento per un importo complessivo di 536.516,39 euro. I cantieri di servizi finanziati allo scopo di mitigare le particolari condizioni di povertà ed emarginazione sociale daranno modo al Comune di impiegare per tre mesi 176 disoccupati. “Ragusa è il primo capoluogo siciliano – dichiara l’Assessore ai servizi sociali Flavio Brafa – ad avere ricevuto dalla Regione Siciliana un così cospicuo finanziamento pari a 536.516,59 euro che ci consentirà di potere avviare entro poco tempo dieci cantieri di servizi e dare un’occupazione, sia pure per tre mesi, a 176 persone in disagiate condizioni economiche e sociali che potranno lavorare svolgendo delle attività socialmente utili”.

Scicli, consiglio comunale sulla legalità

comune scicliIl presidente del consiglio comunale di Scicli, Vincenzo Bramanti, comunica che si terrà mercoledì 17 settembre alle 19 il consiglio comunale, convocato su richiesta di un quinto dei consiglieri, sulla legalità e la questione morale al Comune di Scicli.

Scroll To Top
Descargar musica