26-06-2017
Ti trovi qui: Home » Formazione (pagina 8)

Archivio della categoria: Formazione

Seminario di Confindustria

confindustria logoSi svolgerà sabato 20 alle 9 presso Confindustria Ragusa un seminario dal tema “Come controllare i costi della Piccola e Media Impresa”, secondo seminario relativo al Master in Business Administration per le Pmi. Relaziona il prof. Paolo Loreto.

Tour d’orientamento per gli studenti delle superiori

libriLa Scuola per Assistenti Sociali “F. Stagno D’Alcontres” di Modica prosegue la sua attività per l’orientamento degli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori della provincia di Ragusa. Dopo il primo appuntamento con gli studenti del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Ragusa, l’attività di orientamento verrà realizzata in altri due istituti. Il 15 Aprile avverrà l’incontro con gli studenti dell’Istituto “Giuseppe Mazzini” di Vittoria, mentre il 17 Aprile il tour di orientamento farà tappa presso l’Istituto “Archimede” di Modica. I docenti-tutor della Scuola, accompagnati e supportati da alcuni studenti universitari, presenteranno ai partecipanti all’evento il Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università degli Studi di Messina e il ricco programma di iniziative della Scuola per Assistenti Sociali “F. Stagno D’Alcontres”. Chi fosse interessato a conoscere i contenuti, l’organizzazione del corso di laurea e l’attività accademica può contattare la segreteria e i tutors al numero telefonico 0932.947851.

Per la prima volta a Ragusa le gare per il “Brevetto militare sportivo tedesco”

corsaIl Brevetto sportivo tedesco, chiamato in Germania “Deutsches Sportabzeichen”, meglio noto nel suo acronimo Dsa, è normato, organizzato, controllato e rilasciato dall’ente federale ed olimpico tedesco. Il Dsa conseguito da maggiorenni, sin dal 1958 ha dignità di “Ordine ed onorificenza della Repubblica federale di Germania” sancito con legge dello Stato tedesco. Anche in Italia una folta presenza di discendenti di emigrati tedeschi degli inizi del XX secolo ha tenuto viva questa passione per lo sport. Sin dal 1909, quindi prima che nascesse il Dsa, esiste un’associazione sportiva tedesca, con sede in Milano, che organizza il Brevetto sportivo tedesco per i propri soci. Grande impulso all’attività ha però dato l’interesse dimostrato dai militari italiani al Brevetto. Così, su iniziativa di alcuni militari italiani, nel 2003 l’attività, oltre che ad essere organizzata per gli studenti delle scuole tedesche di Milano, ha cominciato ad essere proposta alle forze armate ed ai corpi armati italiani. Lunedì 15, martedì 16 e mercoledì 17 aprile, il Dsa potrà essere conseguito anche a Ragusa dopo le prove che si terranno nei tre giorni all’impianto sportivo di contrada Petrulli e alla piscina comunale di contrada Selvaggio. La manifestazione, per la prima volta nell’area iblea, è stata presentata venerdì mattina nei locali della Scuola regionale di sport della Sicilia dal delegato provinciale Coni, Sasà Cintolo, che ha fornito il supporto organizzativo, assieme al presidente provinciale Fidal, Adolfo Padua. Erano presenti il Questore di Ragusa, Giuseppe Gammino, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Salvatore Gagliano, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Francesco Fallica, e il comandante della Polstrada, Gaetano Di Mauro. La manifestazione prenderà il via lunedì mattina alle 8 e proseguirà per tutto il pomeriggio per le due giornate successive. Da sottolineare due momenti di interesse: il primo lunedì alle 12 quando, alla presenza delle autorità, ci sarà l’apertura formale dei giochi. Invece, mercoledì, alle 12,30, nella sala Avis di via della Solidarietà, si terrà la cerimonia di premiazione. Saranno coinvolti cento partecipanti così suddivisi: 4 civili, 26 Guardia di Finanza, 37 carabinieri, 19 Capitaneria di porto, 9 Polizia di Stato, 2 Polizia municipale, 1 Polizia provinciale, 2 Esercito italiano. Tra questi cento, 87 militari sono siciliani, 13 arrivano da fuori regione. E, più nello specifico, 24 sono di fuori provincia e 76, invece, della provincia di Ragusa. Quattro le prove: i tremila metri (obbligatori), lancio del peso, nuoto, salto in alto oppure salto in lungo.

FORMAZIONE SALESIANA IN PIAZZA A RAGUSA

chiesa salesianiQuando la protesta è anche educativa. Con banchi e sedie gli studenti dei corsi per l’assolvimento dell’obbligo formativo promossi dai Salesiani hanno manifestato in piazza Matteotti per dire “no” alla chiusura dei corsi “Oif” annunciata dal presidente della Regione, Rosario Crocetta. Tanti striscioni, tutti con concetti molto chiari. “Nè geometri, né liceali, noi saremo degli artigiani”, per rivendicare l’importanza della formazione professionale che oggi consente il raggiungimento di un duplice obiettivo: consentire a quei ragazzi che non intendono seguire i corsi scolastici tradizionali di assolvere comunque l’obbligo formativo, evitando fenomeni di abbandono. Dall’altro lato a questi studenti vengono offerti percorsi di formazione reale e qualificata che, nella stragrande maggioranza dei casi, permettono di entrare immediatamente nel mondo del lavoro. D’un colpo si vorrebbe cancellare questo diritto, obbligando i ragazzi a iscriversi ai corsi scolastici tradizionali, pur sapendo che – dati alla mano rispetto a prima dell’introduzione degli Oif – il tasso di abbandono sarebbe enorme. Studenti ed educatori insieme, giovedì mattina, perchè c’è anche un problema che riguarda la stabilità lavorativa. Nonostante i corsi effettuati, la Regione non paga mai con puntualità. Si parla di diciotto mensilità arretrate che il personale della Formazione professionale deve ancora percepire. Ma oltre ai soldi, i formatori chiedono certezze, perchè i corsi non vengono mai approvati in tempo, nonostante si sappia che l’anno scolastico inizia a settembre. “Chiediamo – spiega uno dei formatori, Sergio Carfì – che venga riconosciuto da tutte le Istituzioni dello Stato il lavoro sociale, culturale, formativo, educativo e professionale che svolgiamo nei confronti dei ragazzi a volte difficili, ragazzi che vogliono diventare onesti artigiani, evitando che vadano ad accrescere il fenomeno della dispersione scolastica”. Una delegazione, della quale faceva parte anche Giorgio Massari, è stata ricevuta dal commissario straordinario del Comune, Margherita Rizza. “Il commissario – ha spiegato Massari ai ragazzi – ha riconosciuto l’importante lavoro svolto nelle nostre scuole. Ha preso anche l’impegno di rappresentare a Palermo le nostre richieste”. “Non siamo studenti di serie B”, è lo striscione che introduce le richieste degli alunni. “Chiediamo – spiegano i ragazzi, buona parte dei quali provengono da altri centri della provincia – che i corsi, essendo rivolti ai minori in obbligo scolastico, inizino puntualmente a settembre e non da dicembre o a gennaio. Chiediamo che ci vengano dati dagli enti locali i rimborsi per il trasporto fino ai 18 anni, così come avviene con i nostri coetanei che frequentano i licei e gli altri Istituti superiori. Ed ancora chiediamo che le borse di studio degli anni precedenti ci vengano assegnate”. Il Centro di Formazione professionale salesiano è presente a Ragusa da quasi 50 anni. Attualmente ha 150 ragazzi all’anno, già in possesso della terza media, ma che devono completare l’obbligo formativo con corsi triennali. In tutto sono dieci i corsi: tre nel settore elettrico, tre in quello meccanico tornitore, tre per serramentisti in alluminio.

Giovani Creativamente

gruppo con tutorDieci incontri per scoprire l’arte della fotografia, con la guida di Francesco Blancato, titolare di “Nonsolografica” a Ragusa. Ivana Dimartino, Giulia Licitra, Stefania Spadola, Giuseppe Iudice e Davide Brugaletta hanno ricevuto gli attestati di frequenza del laboratorio fotografico del progetto APQ “Giovani Creativamente”. “Il corso – spiegano i giovani – ci è servito per acquisire le conoscenze di base per realizzare una buona fotografia, specie attraverso l’utilizzo di una macchina reflex. Siamo passati da una parte tecnica alla pratica. Ogni lezione ci permetteva di realizzare nuove foto, con sempre maggiori competenze. Siamo passati dal soggetto libero alla realizzazione del ritratto”. Tra loro c’è anGruppo fotograficoche chi, come Ivana, pensa di poter trasformare la passione in un lavoro. “Vorrei – racconta fare ancora esperienze simili per potermi proporre con le carte in regola nel mondo del lavoro”. “Il laboratorio fotografico conclude Saro Raniolo, coordinatore del progetto APQ – ci ha regalato enormi soddisfazioni e siamo convinti che il lavoro svolto sia stato di altissimo livello. La finalità del progetto, nel suo insieme, è quella di fornire ai giovani occasioni di crescere. Ci auguriamo di potere presto realizzare un momento espositivo per mostrare questi lavori”. 

Alla riscoperta dell’antica arte dello sfilato siciliano

In momenti di crisi economica è nella tradizione che è possibile trovare nuove strade per la crescita. È quanto emerge dal lavoro svolto in questi ultimi anni dal progetto “APQ Giovani creativamente”. Un percorso che ha interessato centinaia di giovani impegnandoli in numerosi laboratori. Tra questi uno spazio speciale meritano i laboratori di sfilato siciliano che si sono svolti a Ragusa, Santa Croce Camarina e Monterosso Almo, corsi che, nelle prossime settimana si avvieranno a conclusione. “A Ragusa – spiega la tutor Nancy Fede – siamo arrivati al corso di terzo livello. La nostra preziosa docente è Franca Cilia che è una delle massime esperte del settore. Il laboratorio di Ragusa ha una durata di 54 ore ed è finalizzato allo studio teorico e pratico dello sfilato siciliano, rivolgendosi in particolare a varie fasce di età. Il gruppo di questo laboratorio dello sfilato siciliano è composto da 5 ragazze coadiuvate dal tutor. Dopo una prima fase di attività teorica e storica, utile per fornire le basi attraverso lo studio dello sfilato siciliano, siamo passati alle varie fasi del lavoro vero e proprio: disegno, sfilatura e ricamo. Infine siamo passati ad una loro riproduzione su telaio”. Il laboratorio di Santa Croce prevede 12 incontri settimanali. Infine, diciotto gli incontri per i ragazzi di Monterosso Almo.
sfilato1

 

RAGUSA, DA OGGI L’ITALIANO SI IMPARA IN BIBLIOTECA

Biblioteca RagusaHa preso il via il servizio di auto apprendimento della lingua italiana rivolto ai cittadini di Paesi terzi. La Biblioteca si conferma luogo di cultura per tutti i cittadini, italiani e stranieri. Da oggi è possibile fruire dell’innovativo servizio di auto-apprendimento della lingua italiana presso la biblioteca civica cittadina. Questo strumento è inserito nell’ambito del progetto “Passepartout”, finanziato dal Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di Paesi terzi, avviato nei mesi scorsi dalla Cooperativa “Il Dono” di Ragusa in partenariato con il Comune di Ragusa, la Provincia Regionale di Ragusa, la Cooperativa Sociale IntegrOrienta e l’Ufficio Scolastico Provinciale. Il servizio è fruibile negli orari di apertura della Biblioteca Civica per i cittadini di Paesi terzi che vogliono apprendere l’italiano, attraverso due postazioni informatiche dotate di un software specifico. Nella fase di start-up è necessario prenotare l’utilizzo del servizio, rivolgendosi ai referenti della Cooperativa “Il dono” (Telefonicamente 0932 624388 o recandosi in via Carducci 218 Ragusa), in modo da concordare tempistica di accesso e tutoring specializzato.

IL 21 E 22 MARZO A RAGUSA IL FORUM REGIONALE DELLE POLIZIE LOCALI

Vigili_urbani_motoGiovedì e venerdì prossimi Ragusa ospiterà, presso l’auditorium della Scuola regionale dello Sport di Contrada Selvaggio, il 3° Forum Regionale delle Polizie Locali. Diverse centinaia le adesioni di appartenenti alle Polizie Municipali dei vari centri della Sicilia che prenderanno parte all’iniziativa promossa dal Gruppo Edipol di Milano con il patrocinio gratuito della Regione Siciliana e del Comune di Ragusa. Si inizierà giovedì 21 marzo, alle ore 9,15, con l’intervento di apertura del Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta. Si entrerà quindi nel vivo dei lavori. Primo ad intervenire sarà il dott. Carmelo Petralia, Procuratore della Repubblica di Ragusa che tratterà il tema: “La legge anticorruzione, modifiche apportate, codice comportamentale e tutela del denunciante”.

A Ragusa il primo master formativo sulla comunicazione politica ed elettorale

chiara marganiSi terrà a Ragusa, presso il centro direzionale Asi, il primo master formativo in “Comunicazione politica ed elettorale nell’era dei social network” organizzato dall’Accademia Nazionale della Politica Sede di Ragusa. Il master nasce con l’intento di formare sia figure politiche che di supporto all’attività del politico. Docenti del corso saranno il Prof. Francesco Pira, docente di comunicazione, e Matteo Albania, consulente politico e spin doctor. “Il master – spiega la Dott.ssa Chiara Màrgani, direttore dell’Accademia Nazionale della Politica Sede di Ragusa – è rivolto a laureandi e laureati, e a quanti, operatori e appassionati, nutrano curiosità nell’apprendere la politica e il concetto di comunicazione politica ed elettorale, che è in piena trasformazione e in rapida evoluzione”. Màrgani sottolinea come “il tempo di coloro che si illudono di poter assurgere a cariche e ruoli di primo piano, dall’oggi al domani, senza alcuna preparazione, finirà presto. Per questo – prosegue – è necessaria una sempre maggiore attenzione allo sviluppo delle dinamiche comunicative”.  Secondo il Prof. Francesco Pira, frequentando il master sarà possibile “acquisire le competenze necessarie per gestire la comunicazione politica sugli strumenti tradizionali, quali i media, e quelli più nuovi come i social media. Vogliamo trasmettere il messaggio – ha detto Pira – che l’approccio alle nuove tecnologie non può pensarsi come monodirezionale, bensì come una nuova forma di partecipazione dei cittadini alle dinamiche pubbliche”. Il corso approfondirà le tecniche comunicative che fanno parte dell’alveo della politica, come ricorda Matteo Albania, secondo cui “l’approccio più corretto è quello di una comunicazione integrata che tenga conto anche delle professionalità specifiche e dell’esigenza di curare tutti gli aspetti del modo di rapportarsi con i cittadini-elettori”. Il corso avrà una durata di 30 ore, suddivise in sei giornate che avranno luogo ogni venerdì e sabato pomeriggio a partire dal 5 aprile. C’è tempo per iscriversi al master, che è a numero chiuso, fino a giorno 28 marzo. Per visionare il programma completo del master e completare la procedura di iscrizione è possibile scrivere una mail a [email protected] o visitare il sito www.andp.it alla sezione “L’Accademia – Le sedi distaccate – Ragusa”.

Percorsi di legalità allo Sciascia di Scoglitti

scoglitti Carabinieri - scuolaNell’ambito delle iniziative promosse dall’Istituto comprensivo “L. Sciascia” di Scoglitti, si è tenuto un incontro con gli operatori dell’Arma dei Carabinieri di Vittoria. A tenere la lezione è stato il Capitano Francesco Soricelli, comandante della Compagnia Carabinieri di Vittoria, accompagnato dal Brigadiere Daniele Marino. Al centro della visita, l’illustrazione dei più elementari principii di civile convivenza, modulata attraverso le leggi dello Stato, l’organizzazione degli organi di polizia ed in particolar modo della figura del Carabiniere, inteso come soggetto amico e di riferimento per i cittadini, grandi e piccoli. Nel corso della lezione, il Capitano Soricelli ha affrontato temi quali il bullismo, il codice della strada ed i danni cagionati dall’uso di sostanze stupefacenti ed alcool correlati. “Siamo particolarmente contenti di questa visita – ha detto il dirigente scolastico, Giuseppina Spataro -. La lezione di educazione civica del Capitano Soricelli è stato un momento altamente formativo per i nostri ragazzi, che ora hanno un elemento di riflessione in più pensando allo Stato e al rispetto delle regole della nostra società”.

Stage sulla Domotica presso la C.R.E.A. Ragusa

Stagisti C.R.E.A. DomoticaNella l’ultima decade di marzo, da giorno 25 a giorno 29, gli alunni dell’istituto d’istruzione superiore “Archimede” di Catania svolgeranno uno stage di 40 ore presso la C.R.E.A. s.n.c. di Ragusa. Obiettivo primario del corso è quello di trasferire competenze e conoscenze necessarie a svolgere la funzione di System Integrator tra diverse tecnologie di automazione per l’edilizia civile e industriale, e per l’installazione di impianti di generazione di energia da fonti rinnovabili con una particolare attenzione al contenimento dei consumi e del risparmio energetico.

Formazione professionale, gli enti salesiani protestano contro i “tagli”

La decisione, annunciata dal Presidente della Regione, di “silurare” la Formazione professionale, ed in particolare chi si occupa di corsi per l’assolvimento dell’obbligo formativo, gli “Oif”, suscita una levata di scudi anche in provincia. A Ragusa e Modica ci sono due scuole, la prima retta dai Salesiani la seconda dalle Figlie di Maria Ausiliatrice (ramo femminile della Famiglia salesiana). In totale hanno oltre 320 ragazzi, tutti giovani – spiegano i responsabili dei due enti, Cnos Fap a Ragusa e Ciofs a Modica – che rischiano, se non proseguiranno i corsi, di aumentare la dispersione scolastica in Sicilia. Un’eventualità che preoccupa, considerato che anche gli ultimi dati hanno indicato nell’Isola il tasso più alto di ragazzi che abbandonano la scuola troppo presto. A Ragusa su undici corsi professionali dieci sono “Oif”, proprio perchè i Salesiani hanno deciso di puntare, come prevede il carisma del loro santo fondatore, sui ragazzi. Soprattutto quelli in difficoltà, quelli che nelle aule delle scuole non ci vogliono più andare dopo la terza media. E poi ci sono anche quelli che – assicurano i formatori – in altre scuole ci sono andati, ma dopo uno o due anni hanno deciso di lasciar perdere. La Formazione professionale, quindi, rappresenta una valida occasione di crescita per questi giovani. “Tanti di loro, non appena concluso il ciclo di studi – spiegano i formatori dell’Istituto di Ragusa – trovano un lavoro, perchè hanno acquisito esperienze professionali elevate. Basti ricordare che almeno il 50% delle ore che si fanno nei corsi Oif sono di laboratorio. La decisione di chiudere questi corsi non andrebbe di certo nella direzione di aiutare i ragazzi. Anzi. Molti di loro, come avveniva anche prima, si iscriveranno ad un Istituto scolastico solo per rispettare l’obbligo dei 16 anni e poi lasceranno perdere, rimanendo senza un diploma e senza alcuna qualifica”. A Modica le classi sono in tutto sette, a Ragusa, come detto, dieci. Nella città della Contea ci sono circa 140 iscritti, a Ragusa 180. Nel capoluogo c’è una significativa presenza di ragazzi di origine straniera, molti vengono da altre città della provincia, a dimostrazione di come ci sia una precisa volontà, da parte dei giovani e delle famiglie, di puntare su questi corsi. Nelle due scuole operano 42 formatori, ai quali se ne aggiungono altri a contratto. C’è impressione che la “mossa” di Crocetta sia più indirizzata a salvaguardare i posti dei precari della scuola che a dare un diploma, peraltro a tutti i costi, agli studenti. Il ragionamento che starebbe alla base della scelta di Crocetta e che qualcuno sussurra è il seguente: la chiusura della Formazione obbligherebbe comunque i ragazzi a iscriversi alle scuole superiori, almeno fino a sedici anni. Salterebbero circa mille posti che operano nei corsi “Oif”, ma si ripescherebbero alcuni precari delle scuole statali per far fronte all’aumento di iscritti.

DSC_0042

L’ARCHITETTO ROBERTO FLORIDIA A BEIRUT

L’architetto ragusano Roberto Floridia, delegato italiano del Consiglio nazionale architetti per i Paesi del Mediterraneo all’Umar, ha sottoposto ai componenti del bureau organizzato in questi giorni a Beirut la proposta, poi approvata, per lo svolgimento del premio internazionale “Abitare il Mediterraneo”. Il tema sarà “L’architettura religiosa per l’integrazione culturale”. Si tratta della quarta edizione di una iniziativa che si pone come obiettivo quello di alimentare lo scambio di idee, conoscenze, approcci che stanno alla base del progetto.

L'architetto Roberto Floridia

ABIO HA BISOGNO ANCHE DI TE

abioL’Abio, Associazione per il Bambino in Ospedale, invita quanti fossero interessati a diventare volontari Abio presso il reparto di Pediatria dell’ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa a partecipare all’incontro informativo che si terrà il 7 marzo dalle 17 alle 19 presso la sala conferenze dell’Avis di Ragusa. Informazioni: 328 8371089 o 0932 621324.

Centro territoriale permanente di Vittoria: lezione di convivenza civile e obblighi fiscali

SONY DSCAl Centro Territoriale Permanente del Circolo Didattico “G. Caruano” di Vittoria, il Comandante della Compagnia Carabinieri e il Comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Vittoria sono stati invitati dal Dirigente Scolastico, Prof.ssa Franca Campanella, a tenere una lezione sulla convivenza civile e sugli obblighi fiscali a circa 30 cittadini extracomunitari di diverse nazionalità tra le quali Tunisia, Albania, Polonia, Usa, Zambia ed altri. L’incontro si inquadra in un progetto finanziato dalla Comunità Europea, finalizzato all’acquisizione dell’alfabetizzazione strumentale della lingua italiana ed alla promozione della convivenza civile, attraverso un percorso educativo ai diritti umani. Il Comandante dei Carabinieri di Vittoria ha illustrato dapprima il funzionamento e l’organizzazione dell’Arma dei Carabinieri. Successivamente, per far comprendere i concetti di “tutelare la legalità” e “convivere civilmente” è stato introdotto il significato di ordinamento giuridico soffermando l’attenzione sui tipi di leggi che esistono in Italia e delle conseguenze per chi non la rispetta, distinguendo tra sanzioni amministrative e pene. Si è proseguito analizzando i 3 elementi dello Stato (Popolo, territorio e sovranità), delle diverse forme di Stato (Repubblica e Monarchia) e di Governo. E’ stata poi analizzata la suddivisione della Costituzione in 3 grandi aree: i Principi Fondamentali della Repubblica (art. 1-12), Diritti e doveri dei Cittadini (art. 13-54) e Ordinamento della Repubblica (art. 55-139) soffermandosi sulla composizione e i compiti svolti dai principali organi costituzionali, ovvero il corpo elettorale, il Parlamento, il Governo, il Presidente della Repubblica, la Corte Costituzionale, la Magistratura e le Autonomie locali (Regioni, Province e Comuni). Infine, la prima parte dell’incontro si è concluso leggendo e commentando insieme il principio di eguaglianza racchiuso nell’art. 3 della Costituzione, facendo comprendere ai ragazzi la differenza tra eguaglianza formale e sostanziale. La seconda lezione è stata tenuta dal Comandante della Guardia di Finanza di Vittoria che ha parlato dei compiti fondamentali della Guardia di Finanza e del ruolo che la stessa ricopre al servizio della cittadinanza: dalla tutela delle entrate, a quella delle uscite, al controllo sul corretto funzionamento del mercato dei beni, chiudendo con un approfondimento sul mondo dei lavoratori stranieri nel nostro territorio. In particolare è stata illustrata alla platea l’importanza del principio costituzionale dell’uguaglianza e della condizione di reciprocità dello straniero lavoratore. Sono stati elencati ai lavoratori i propri obblighi, ma soprattutto gli obblighi che ogni datore di lavoro ha nei loro confronti. Il fine ultimo è stato diretto a stimolare i lavoratori a denunciare tutte le condizioni di sfruttamento o di assunzione illegale di cittadini extracomunitari.

Deontologia e responsabilità delle Professioni Sanitarie

InfermiereSi terrà il 21 febbraio nella Biblioteca Comunale di Santa Croce Camerina un incontro dal titolo “Deontologia e Responsabilità delle Professioni Sanitarie”. Inizio lavori ore 15,00. Informazioni ed iscrizioni su www.associazionebee.net.

IL RISPETTO DELLE REGOLE PASSA DALLA MUSICA

musicaDa martedì 12 febbraio, alle ore 14, presso il palazzo della Provincia Regionale di Ragusa, si svolgerà il percorso di formazione “Scrittura, armonia, regole, musica, cittadinanza”, proposto ed organizzato da Bimed e finanziato dal Miur. Il percorso di formazione si rivolge ai docenti di scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado e, ad oggi, nell’area Sud, conta la partecipazione di più di trenta scuole, di cui cinque fuori provincia (Agrigento, Messina, Enna, Catania, Palermo) con 110 iscritti. La durata del percorso formativo è di circa cinque mesi (da febbraio a giugno), per 60 ore di formazione suddivise in due fasi (la prima fase con 32 ore in presenza e 20 ore on line, la seconda fase di 5 ore in presenza e 3 ore on line), certificate come attività di formazione riconosciuto Miur. Il percorso di formazione ha per obiettivo quello di utilizzare uno degli ambienti più accattivanti per le nuove generazioni (quello della musica) per affermare il valore del rispetto delle regole. Martedì 12 interverranno: Giancarlo Cugnata, Bimed Sicilia; Andrea Iovino, direttore Bimed; Mario Pollicita, tutor, su “Musica: Intercultura e Interdisciplinarietà”; Gianluca Abbate, pianista e compositore, su “La composizione musicale”; Sandro Paternò, cantante lirico, su “Vocalità Corale”.

Aggiornamento Addetti Pronto Soccorso Aziendale

primo soccorsoL’Ecipa Ragusa, Ente di Formazione della Cna, in collaborazione con Ausl 7 organizza il corso di aggiornamento del modulo dell’intervento pratico per gli “Addetti al Pronto Soccorso Aziendale” ai sensi del D.M. n.388/ 03 – All. 3, della durata di 6 ore. Il corso si svolgerà presso la Cna in via Psaumida 38 a Ragusa, giovedì 21 febbraio dalle 14.30 alle 20.30. Iscrizioni: 0932.686144 / 683016.

Scroll To Top
Descargar musica