24-04-2017
Ti trovi qui: Home » Forze dell’Ordine

Archivio della categoria: Forze dell’Ordine

I BAMBINI DELL’ASILO NIDO PALAZZELLO IN VISITA ALLA QUESTURA DI RAGUSA

La visita in QuesturaAccompagnati dalla consigliera comunale Elisa Marino, le insegnanti e i piccoli hanno avuto modo di immergersi, per qualche ora, nel mondo della polizia, ammirando le auto di servizio, visitando alcuni locali della sede di via Ducezio e scambiando momenti di cordialità con gli stessi agenti e con il questore. “Mi corre l’obbligo di ringraziare – dice la consigliera Marino – il questore Giuseppe Gammino non solo per la disponibilità ma anche per la grande umanità dimostrata. Ha accolto tutti con grande simpatia ma soprattutto con i più piccoli ha legato in maniera eccezionale”.

NUOVO FUNZIONARIO ALLA QUESTURA DI RAGUSA

DSC_0007 (1)Il Ministero dell’Interno ha assegnato alla Questura di Ragusa il  Commissario Capo Valerio D’Amato che, dall’11 gennaio scorso, ha assunto la responsabilità dei servizi presso l’hotspot di Pozzallo. D’Amato dirigerà la III Sezione dell’Ufficio Immigrazione che ha una competenza specifica per le procedure relative al riconoscimento della protezione internazionale, delle espulsioni  amministrative e con accompagnamento al paese di provenienza di quanti migranti sbarcati a Pozzallo e rintracciati in posizione irregolare in provincia, non hanno titolo a permanere sul territorio nazionale.

Ricordato l’eccidio dei carabinieri Garofalo e Fava

commemorazione 5La tromba ha intonato il silenzio, in segno di preghiera e raccoglimento. Ventidue anni sono trascorsi dalla morte, per mano della ‘Ndragheta, dei carabinieri Vincenzo Garofalo e Antonino Fava, uccisi dalla ndrangheta. Prestavano servizio a Palmi, in Calabria, quando sono stati trucidati da un commando che si oppose al loro alt. Stamani una mesta e partecipata cerimonia commemorativa si è tenuta in piazza Garofalo, alla presenza dei vertici militari della provincia: il colonnello Sigismondo Fragassi. il comandante Edoardo Cetola (il padre di questi era un alto graduato in servizio a Palmi il giorno dell’eccidio), insieme al commissario straordinario del Comune di Scicli, Gaetano D’Erba. C’erano il padre, il fratello e la sorella di Vincenzo, il carabiniere donnalucatese ucciso, c’erano gli studenti dell’istituto Vittorini di Donnalucata. Don Nello Garofalo ha ricordato il sacrificio dei due militari, il commissario D’Erba ha sottolineato il ruolo di grande esposizione anche personale di quanti, in vari ruoli, rappresentano lo Stato, mentre il colonnello Fragassi ha rivolto il grazie di tutti per l’alto valore di testimonianza del sacrificio reso dai due militi. Molte concittadini, che conoscevano personalmente Vincenzo Garofalo, hanno voluto partecipare alla cerimonia. Segno che il ricordo e il dolore per quel che accadde il 18 gennaio del 1994 è ancora vivo.

DONO ALLA POLSTRADA DI RAGUSA

IMG_6126Il maestro d’arte Alfio Nicolosi ha donato al Dirigente della Sezione Polstrada di Ragusa, Vice Questore Aggiunto Gaetano Di Mauro, una scultura in pietra, raffigurante il volto di Giulio Cesare, promulgatore, nel 45 a.c., della lex Iulia Municipalis, la prima legge a contenere  regole del codice della strada. Il Dirigente della Sezione Gaetano Di Mauro, alla presenza degli agenti della Sezione e del Distaccamento, del cappellano della Polizia di Stato, padre Giuseppe Ramondazzo, del presidente dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, Salvatore Musumeci, e dei suoi soci e del  signor Biagio Zanghi,  ringraziando il maestro Nicolosi, per il particolare dono e per il gesto di apprezzamento, ha ricambiato consegnando una pregiata copia dell’effige del Centauro, simbolo della Polizia Stradale. L’opera donata sarà esposta in Via Migliorisi, presso la sede del Sezione Provinciale della Polizia Stradale di Ragusa.

CELEBRAZIONE A RAGUSA SANTA MESSA INTERFORZE

IMG_9750Martedì 15 dicembre 2015, alle ore 9.00, in occasione delle festività natalizie, presso la Cattedrale di S. Giovanni Battista, è stata celebrata la Santa Messa. La cerimonia religiosa, officiata da S.E. il Vescovo di Ragusa Mons. Carmelo Cuttitta, alla presenza del Prefetto di Ragusa Dr. Annunziato Vardè,  ha visto la partecipazione di personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto e della Polizia Penitenziaria con al seguito le rispettive famiglie. Mons. Cuttitta ha espresso sentimenti di gratitudine per il lavoro svolto da tutto il personale delle Forze dell’Ordine che non si esaurisce solo alla tutela dell’ordine pubblico ma è rivolto ad infondere sicurezza e vicinanza ai cittadini. Al termine del rito religioso, animato dai canti del Coro dell’Associazione Culturale Musicale “Polaris Pozzallo”, diretto dalla Maestra Graziella Colombo, sono stati espressi gli auguri per le prossime festività  natalizie  alle Autorità presenti, a tutti gli intervenuti.

Un campo intitolato a Marco Verde, vittima del dovere

Marco_VerdeLunedì sera, presso la cittadella fieristica “Emaia”, a Vittoria, si è tenuta la cerimonia di intitolazione del campo sportivo polivalente, realizzato all’interno dell’area dell’ex campo di concentramento, a Marco Verde, un giovane Carabiniere vittoriese caduto durante l’espletamento del suo servizio a Napoli, in un conflitto a fuoco, a soli 23 anni. L’impianto è stato realizzato dal Comune di Vittoria nell’ambito del Progetto Quadro “Io gioco legale”, inserito nel Pon “Sicurezza per lo Sviluppo – Obiettivo Convergenza 2007-2013” del Ministero dell’Interno. Il carabiniere Riccardo Marco Verde, nato nel 1968, il 12 marzo del 1991, venne assassinato nel centro partenopeo presso il cinema “Delle Palme” durante un conflitto a fuoco con il pregiudicato Antonio Bambace, boss emergente della camorra, deceduto anch’egli per le ferite riportate. In particolare il giovane Carabiniere, libero dal servizio, nel giorno del suo 23esimo compleanno unitamente ad altri due colleghi si era recato presso una sala cinematografica per assistere alla visione di un film. Nella sala aveva riconosciuto un noto latitante che alla fine del primo tempo si stava allontanando dalla sala. Il Carabiniere Verde, insospettitosi, lo seguì all’esterno ma questi, successivamente identificato nel boss Bambace, vistosi scoperto, gli sparò con estrema efferatezza, colpendolo mortalmente. I colleghi del militare intervennero e spararono contro l’assassino che morì. Per tale fatto il Carabiniere Verde è stato riconosciuto “vittima del dovere”. Alla cerimonia, organizzata dall’amministrazione comunale di Vittoria con il patrocinio del Ministero dell’Interno, hanno partecipato le autorità civili, militari e religiose della provincia.

CARABINIERI: AVVICENDAMENTO AL COMANDO DELLA COMPAGNIA DI RAGUSA  

Madonna Pellegrina 2015 Millul e CociuffaOggi ultimo giorno di Comando della Compagnia Carabinieri di Ragusa per il Tenente David Millul. Fiorentino, 29 anni, era giunto nel capoluogo ibleo a febbraio per sostituire il Maggiore Alessandro Coassin, chiamato per alcuni mesi alla frequenza di un corso di aggiornamento a Roma. Conclusosi il periodo formativo, il Maggiore Alessandro Coassin riassume il Comando della Compagnia. Il Tenente Millul torna così a prestare servizio a Carini, in Provincia di Palermo, dove dall’ottobre del 2012 comanda il Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri. Per lui in vista, in autunno, un nuovo incarico a Roma. Il giovane ufficiale ha voluto esprimere il proprio personale ringraziamento alle Istituzioni e alla cittadinanza del territorio: “La provincia di Ragusa e i suoi abitanti mi hanno dato tanto, sia sul piano professionale che, soprattutto, su quello umano. Mi auguro un giorno di poter tornare a prestare servizio in questi luoghi meravigliosi”.

DUBBI SULL’UTILIZZO DELLO STREET CONTROL  

street control-2“Chiediamo all’assessore alla polizia locale e all’intera Giunta municipale se è vero che rischiano di risultare nulle buona parte delle multe realizzate con lo Street control, soprattutto quelle elevate senza che sia stato individuato e fermato subito il trasgressore per comminargli la sanzione”. E’ quanto rilevano i consiglieri comunali del Pd, Mario D’Asta e Mario Chiavola, dopo avere preso atto di una serie di pareri firmati dal ministero dei Trasporti. “C’è il rischio – spiegano i due consiglieri – che buona parte, se non tutte, le multe per divieto di sosta comminate grazie allo Street control possano essere annullate”. Alla luce dell’articolo 201, comma 1 bis, lett. d), del nuovo Codice della Strada (Dls n. 285/1992), le violazioni al divieto di sosta possono dar luogo alla contestazione non immediata nel caso di accertamento in assenza del trasgressore e del proprietario del veicolo. “Ciò premesso – continuano i due consiglieri – si osserva che i sistemi di videosorveglianza, mentre possono essere idonei a dimostrare l’avvenuta violazione, non risultano tuttavia idonei a dimostrare l’assenza del trasgressore e del proprietario del veicolo, circostanza che può essere accertata solo dall’intervento diretto degli organi di polizia e pertanto non risulterebbe giustificata la contestazione non immediata”. Il ministero dei Trasporti, con nota protocollata 2291 che fa riferimento all’oggetto, vale a dire contestazione degli illeciti amministrativi per infrazioni al Codice della Strada in materia di sosta vietata, richiama l’art. 201, comma 1 bis del Codice della strada, secondo il quale: “Le violazioni al divieto di sosta possono dar luogo alla contestazione non immediata nel caso di accertamento in assenza del trasgressore e del proprietario del veicolo”. “Il verbale può, cioè – spiegano D’Asta e Chiavola – essere inviato a casa del proprietario del mezzo se, al momento dell’accertamento, non c’è il trasgressore (contestazione differita dell’infrazione). Se invece il guidatore c’è, allora la contestazione è immediata ed il verbale viene consegnato subito nelle mani dell’automobilista”. La nota del ministero precisa inoltre che: “Tali sistemi di videosorveglianza, mentre possono essere idonei a dimostrare l’avvenuta violazione, non risultano idonei a dimostrare l’assenza del trasgressore e del proprietario del veicolo, circostanza che può essere accertata solo dall’intervento diretto degli organi di polizia e pertanto non risulterebbe giustificata la contestazione non immediata”. “Quindi – spiegano ancora D’Asta e Chiavola – lo Street control dimostra l’infrazione per sosta in doppia fila, ma non dimostra l’assenza del trasgressore, che può essere accertata solo dai vigili. Quindi, la contestazione non immediata (differita, con multa a casa) non è giustificata, non è valida se il vigile non ha individuato immediatamente il trasgressore. Non basterebbe, quindi, la foto che l’operatore dello Street Control esegue anche al posto guida vuoto. Sarà pure un parere non vincolante ma quelle del ministero sono parole “pesantissime”. A cosa serve tutta questa tecnologia, se il tempo guadagnato con lo Street control, viene perso per la ricerca del trasgressore? Soprattutto nel momento in cui il trasgressore, rivolgendosi al giudice di pace, potrebbe averla vinta? Siamo pronti a predisporre una interrogazione formale, se non ci saranno date spiegazioni immediate in aula, sull’utilizzo dello Street control”.

Vittoria, cambio di consegne alla Guardia di Finanza  

20150710_094719La Tenenza della Guardia di Finanza di Vittoria è protagonista di un cambio della guardia. Il Tenente Andrea Casamassima, di origine pugliese, al termine del percorso formativo e a seguito di un’intensa esperienza operativa nella città di Genova, ne ha assunto il comando. L’Ufficiale è laureato in “Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria” presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Il Tenente Andrea Casamassima succede nell’incarico al Tenente Domenico Ruocco, giunto in Sicilia nel 2012. Quest’ultimo ha da allora svolto numerose e brillanti operazioni, dando prova di speciali qualità umane e professionali. Nell’ultimo triennio infatti, le Fiamme Gialle di Vittoria hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria 79 soggetti, segnalato ad altre Autorità nr. 26 soggetti per violazioni amministrative, effettuato proposte di aggressioni patrimoniali per circa 40 milioni di euro, sequestrando 120 immobili.

Immigrazione, ufficio mobile di Frontex a Pozzallo  

ufficio frontexLa Polizia di Stato e Frontex hanno inaugurato due uffici mobili presso il Centro di pronta accoglienza di Pozzallo.I due moduli mobili sono già operativi, per permettere l’ottimizzazione delle operazioni di audizione dei migranti da parte dei due team Frontex di stanza a Pozzallo. Gli uffici sono dotati di ogni comfort e tecnologia, così da permettere un network immediato tra i diversi Ufficiali ed Agenti delle Forze di Polizia europee presenti.

PAPA FRANCESCO RICEVE I FAMILIARI DELLE VITTIME DEL DOVERE  

papa francescoIl 21 maggio alle ore 10.30 sua Santità Papa Francesco riceverà in udienza privata i familiari delle Vittime del Dovere. Dalla provincia di Ragusa parteciperà all’evento la vedova Giuseppina Rallo, vedova dell’Assistente Capo della Polizia di Stato Raffaele Di Mercurio, deceduto in data 8 giugno 1993 a seguito delle lesioni riportate in servizio di scorta, durante un attentato dinamitardo ai danni del Sostituto Procuratore di Trapani Carlo Palermo, fatti accaduti il 2 aprile 1985 a Pizzolungo di Valderice.

Progetto Icaro, l’Associazione Antiracket a sostegno dell’iniziativa

Progetto IcaroL’Associazione Ragusana Antiracket e Antiusura ha voluto esprimere vicinanza alle Istituzioni sostenendo la manifestazione conclusiva, organizzata dalla Polizia di Stato, del Progetto Icaro. Il progetto, giunto alla sua XV edizione e rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie della provincia di Ragusa, ha visto i ragazzi impegnati in un corso sul corretto uso della bici. Il momento conclusivo si è svolto a Marina di Ragusa, con l’organizzazione di una passeggiata in bicicletta a cui hanno preso parte circa 250 partecipanti tra bambini e genitori. Un momento educativo e formativo il cui obiettivo è stato quello di sensibilizzare all’uso della bici in sicurezza. L’associazione ha voluto contribuire all’iniziativa mettendo a disposizione dei partecipanti una fornitura di bevande. È stato quindi allestito uno stand, fornito gratuitamente dalla Tensosystem di Ragusa, in piazza Duca degli Abruzzi.

“Insieme contro le truffe”. La Polizia incontra i cittadini  

100_3008Si è svolto, presso la sede della Confartigianato di Ragusa, l’incontro dal titolo “Insieme contro le truffe” durante il quale il Commissario Capo Filiberto Fracchiolla, dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ragusa, ha incontrato una nutrita platea di cittadini. Oggetto dell’incontro sono state le modalità utilizzate più frequentemente per commettere raggiri e truffe con lo scopo evidente di innalzare il livello di attenzione e prevenire questo odioso fenomeno che va a colpire soprattutto le fasce più deboli della cittadinanza. Varie le metodiche utilizzate, dal “mazzo di fiori per il compleanno” alla “falsa benedizione della casa” in cui i malviventi cercano con una scusa di entrare nella casa della vittima per depredarla dei propri averi, al “falso amico del figlio” o al “falso incidente stradale” in cui il truffatore simula la conoscenza di un parente stretto o raggira il malcapitato facendosi risarcire per un incidente mai commesso. “Il truffatore sfruttando la buona fede delle persone e le debolezze umane trae in inganno le potenziali vittime presentando situazioni per certi versi verosimili, ma che, subito dopo si rivelano nella loro essenza fraudolenta”. Numerose le domande e le richieste di chiarimenti formulate al dirigente che ha concluso l’incontro con alcune raccomandazioni sempre utili tra le quali, evitare di fare entrare sconosciuti in casa, diffidare da persone che chiedono soldi per circostanze non chiare, richiedere sul posto la presenza di un parente o di una persona di fiducia e soprattutto in ogni situazione sospetta chiamare immediatamente il 113. “L’incontro – spiega il commissario capo Fracchiolla – rappresenta un momento importante di confronto tra la Polizia e la cittadinanza, punto di partenza per accrescere una mentalità rivolta alla prevenzione, che in queste circostanze rappresenta la migliore arma di difesa”.

 

FORUM DELLE POLIZIE LOCALI

Vigili_urbani_motoIl 16 e 17 aprile si svolgerà a Ragusa il V Forum Regionale delle Polizie Locali. Le due giornate di lavori riservate a tutto il personale che opera all’interno dei diversi corpi della Polizia Municipale, si svolgeranno presso la Scuola Regionale dello Sport Coni di Via Magna Grecia. Al centro degli incontri le tematiche riguardanti la sicurezza stradale, l’ordine pubblico, la salvaguardia e controllo dell’ambiente e delle materie che consentono un miglioramento dell’organizzazione e delle prestazioni del Corpo della Polizia Locale. Ad alternarsi al tavolo dei relatori saranno dirigenti di enti locali, Comandanti della Polizia Municipale, magistrati e docenti universitari. Alla sessione ordinaria del 16 e 17 aprile si aggiungerà quest’anno, per la prima volta, anche una Sessione Giovani. L’Amministrazione Comunale infatti, nell’ambito dell’edizione di quest’anno del Forum delle Polizie Locali, ha deciso di organizzare, giovedì 16 aprile, alle 21, presso il Teatro Tenda di Via Spadola, una manifestazione dedicata ai giovani. L’intenzione è quella di lanciare una campagna di sensibilizzazione volta al rispetto del codice della strada ed all’importanza della guida sicura. Testimonial del serata sarà il giovane cantautore ragusano Giovanni Caccamo, vincitore del Festival di Sanremo 2015, sezione giovani. Questa iniziativa rientra nel progetto di sicurezza stradale “Divertiamoci in musica” proposto al Comune dall’Associazione culturale “Rusina”.

Modica, gli alunni dell’Istituto “Poidomani” in visita al Comando dei Carabinieri    

visita scuolaProsegue il progetto “Cultura della legalità”, come ogni anno proposto dall’Arma dei Carabinieri a tutti gli istituti scolastici della giurisdizione. Nei giorni scorsi a fare visita alla sede della Compagnia Carabinieri di Modica sono stati gli alunni dell’Istituto comprensivo “Poidomani”. Circa 60 alunni, delle 5^ classi, accompagnati dalle proprie insegnanti, hanno fatto visita alla Caserma dei Carabinieri di Modica, accolti dal Comandante Edoardo Cetola e dal Maresciallo Capo Salvatore Raimondo. Per cominciare sono stati illustrati gli uffici della Stazione Carabinieri, aperta 24 ore su 24, e sempre a disposizione del cittadino, successivamente le camere di sicurezza della caserma, dove vengono trattenuti i soggetti arrestati e fermati in attesa della convalida. Quindi la visita è proseguita con la Centrale Operativa che, quotidianamente, riceve le richieste di intervento del cittadino e coordina le pattuglie sul territorio. In particolare, sono stati illustrati gli apparati radio con i quali avvengono le comunicazioni tra la Centrale Operativa e le pattuglie in servizio. Naturalmente il tema centrale della visita è stato il rispetto della legalità, infatti, nel corso della mattinata, sono stati affrontati diversi aspetti sull’argomento, dal bullismo al rispetto delle regole già da piccoli.

 

 

 

 

 

Questura, insediato il nuovo vicario  

DSC_0062Nicola Spampinato è il nuovo vicario del Questore di Ragusa. Laureato in giurisprudenza, 52 anni, Spampinato ha fatto ingresso nell’amministrazione della Polizia di Stato nel 1986. Numerosi i suoi incarichi, tra cui quello di inviato come ufficiale di collegamento presso l’Ufficio Interpol di Madrid. Sino ad oggi è stato dirigente della divisione anticrimine della Questura di Catania e dirigente dei servizi di sicurezza al Cara di Mineo.

Vittoria, il cappellano militare visita la Caserma  

comiso cappellano militare (1)

Nella mattinata di giovedì, il Cappellano Militare della Legione Carabinieri “Sicilia”, don Salvatore Falzone, ha visitato la Compagnia CC di Vittoria. E’ stato accolto dal Comandante Provinciale di Ragusa, Tenente Colonnello Sigismondo Fragassi, e dal Capitano Daniele Plebani, nonché da tutti i militari della sede. Dopo aver pranzato con i militari presso la mensa della caserma di via Garibaldi, il Cappellano Militare, nel primo pomeriggio, si è recato alla Stazione carabinieri di Comiso, intrattenendosi con il personale. Successivamente, don Salvatore Falzone ha proseguito la visita pastorale diretto alle Compagnie limitrofe.

ALTRO ARRIVO ALLA QUESTURA DI RAGUSA

giorgio terranovaIl Ministero dell’Interno ha assegnato alla Questura di Ragusa il Primo Dirigente della Polizia di Stato Dr. Giorgio Terranova che ha assunto la direzione della Divisione Anticrimine.

A Donnalucata cerimonia commemorazione Vincenzo Garofalo e Antonino Fava

cerimonia21 anni dall’eccidio di Scilla in cui morirono, attinti da una raffica di mitra, gli appuntati Vincenzo Garofalo e Antonino Fava, medaglie d’oro al valor militare alla memoria. Domenica a Donnalucata, città natale di Garofalo, nella piazza dedicata al militare, si è svolta, alla presenza dei familiari dei due militari,  la cerimonia di commemorazione a cui hanno presenziato il Prefetto di Ragusa,  Annunziato Vardè, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Ten. Col. Sigismondo Fragassi,  il Questore di Ragusa, Giuseppe Gammino, ed altre autorità provinciali e locali. La commemorazione è cominciata con un momento di preghiera del Sacerdote Don Nello Garofalo della parrocchia S. Caterina da Siena di Donnalucata. Successivamente presso il monumento eretto ai due martiri è stata deposta una corona di alloro sulle note del silenzio. La cerimonia si è conclusa con l’intervento del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Ragusa, Tenente Colonnello Sigismondo Fragassi, che ha ricordato gli attimi di quel 18 gennaio 1994 in cui persero la vita i due militari.

Controlli della Polstrada per Natale e Capodanno

controlli notturni polstrada rovigoNelle giornate di Natale, Santo Stefano e Capodanno, su direttive del Compartimento Sicilia Orientale, verranno intensificati i controlli nelle principali arterie viarie e nelle strade provinciali, da parte del personale della Sezione Polizia Stradale di Ragusa e del distaccamento di Vittoria, diretti dal Dirigente Vice Questore Aggiunto Gaetano Di Mauro. In uno dei periodi dell’anno maggiormente trafficati, saranno impiegate pattuglie automontate con colori di istituto al fine di prevenire e contrastare i comportamenti pericolosi e di intralcio alla libera circolazione. Mirati controlli verranno effettuati sull’uso dei sistemi di ritenuta e del casco. Personale in borghese monitorerà le aree di servizio presenti sulle strade statali al fine di prevenire reati predatori. Le zone maggiormente monitorate saranno quelle comprese nelle Strade Statali 115, 514 e 194 (nei territori di Ragusa, Modica, Vizzini, Pozzallo, Dichiara) e la strada provinciale 25 che porta a Marina di Ragusa, ove si prevede un grande afflusso veicolare soprattutto al rientro, nelle ore serali. Sulla Ragusa Catania, nei giorni del 24, 25, 26, 27 e 28 dicembre, verrà impiegato il Telelaser, che consente di rilevare la velocità e la contestazione sul posto dell’infrazione. Inoltre, anche nelle ore diurne, verranno effettuati controlli con Alcolblow ed Etilometri.

Scroll To Top
Descargar musica