22-11-2017
Ti trovi qui: Home » Forze dell’Ordine (pagina 4)

Archivio della categoria: Forze dell’Ordine

In memoria dei caduti di Nassiriya

carabinieri linceA dieci anni esatti di distanza, i Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa e dei reparti della sede hanno ricordato tutti i militari e civili martiri di Nassiriya, orrendamente assassinati nella città Irachena la mattina del 12 novembre 2003. Con la Legge 12 novembre 2009 n. 162, promulgata dal Presidente Giorgio Napolitano, è stata ufficialmente istituita la Giornata del ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace. Un giorno per ricordare – dal lontano 1900 con i primi diciotto caduti appartenenti al Corpo di spedizione italiano in Cina, prima vera missione internazionale di pace italiana – da allora ai giorni nostri con l’ultima vittima in Afghanistan l’estate 2013, il Capitano dei bersaglieri Giuseppe La Rosa, tutte quelle persone che hanno dato la vita nell’adempimento del dovere per portare stabilità e pace nei più remoti teatri di crisi della terra. In Iraq dopo decenni di dittatura di Saddam Hussein, nel 2003, alle ore 10.40 locali (8.40 in Italia) del 12 novembre, un camion cisterna pieno di esplosivo deflagrò davanti la base MSU (Multinational Specialized Unit) italiana dei Carabinieri, provocando la morte di diverse persone tra Carabinieri, militari e civili. Il camion, solo grazie al fuoco aperto da una delle vittime, non esplose all’interno della caserma ma sul cancello d’entrata, evitando così una strage di più ampie proporzioni. I primi soccorsi furono prestati dai Carabinieri stessi, dalla nuova polizia irachena e dai civili del luogo. Nell’esplosione rimase coinvolta anche una troupe cinematografica che si trovava sul luogo per girare uno sceneggiato sulla ricostruzione a Nassiriya da parte dei soldati italiani, nonché i militari dell’esercito italiano di scorta alla troupe che si erano fermati lì per una sosta logistica. Il Comando dell’Italian Joint Task Force si trovava a 7 chilometri da Nassiriya, in una base denominata White Horse, distante circa 4 chilometri dal Comando Usa di Tallil. Il Reggimento Msu Iraq composto da personale dei Carabinieri Italiani e dalla Polizia Militare Romena (a cui poi si aggiungeranno, a fine novembre 2003 120 uomini della Guardia Nazionale Portoghese), era diviso su due postazioni: la base Maestrale e la Libeccio, entrambe poste al centro dell’abitato di Nassiriya. Era infatti intendimento dei Carabinieri posizionarsi nell’abitato per un maggior contatto con la popolazione. Presso la base Maestrale, che durante il regime di Saddam era sede della Camera di Commercio, era acquartierata l’Unità di Manovra. L’’altra sede, Libeccio, distante poche centinaia di metri dalla prima, venne danneggiata anch’essa dall’esplosione. Due mesi dopo l’attentato, il Reggimento Carabinieri lasciò definitivamente anche la Base Libeccio, trasferendosi alla base di Camp Mittica nell’ex aeroporto di Tallil, a 7 km da Nassiriya. Morirono nell’attentato dodici carabinieri: i Marescialli Enzo Fregosi, Giovanni Cavallaro, Alfonso Trincone, Filippo Merlino, Massimiliano Bruno, Alfio Ragazzi, Daniele Ghione, i Vice Brigadieri Giuseppe Coletta e Ivan Ghitti, l’Appuntato Domenico Intravaia, i carabinieri scelti Andrea Filippa e Horacio Majorana; cinque militari dell’Esercito italiano: il Tenente Massimo Ficuciello, il Maresciallo Silvio Olla, i Caporali Emanuele Ferraro, Alessandro Carrisi e Pietro Petrucci; due civili italiani: Marco Beci (cooperatore internazionale), Stefano Rolla (regista cinematografico). Il Comandante Provinciale dei Carabinieri ha deposto una corona presso la stele posta a ricordo delle vittime della strage terroristica di Nassiriya: “Un piccolo gesto che però vuole avere un alto valore simbolico nel rappresentare la vicinanza e l’unità d’ideali con quei commilitoni che abbiamo perso e che non vogliamo dimenticare, mai”.

LA POLIZIA INCONTRA GLI STUDENTI

gruppo cinofili 2Gli uomini della Squadra Volanti, i Poliziotti di Quartiere e le Unità Cinofile della Polizia di Stato, hanno concluso gli incontri con tutti i Presidi delle Scuole medie di secondo grado del capoluogo ibleo, presentando il percorso di legalità da intraprendere con i giovani studenti. Il programma formativo prevede incontri tra Funzionari della Polizia di Stato e studenti, al fine di rendere edotti i discenti sul concetto di legalità, sui contenuti del Codice della Strada e sui valori della stessa Istituzione della Polizia di Stato, fornendo informazioni per tutti coloro che vorranno partecipare alle selezioni previste per l’accesso ai vari ruoli di Agente, Ispettore e Commissario. Così come è già stato fatto negli anni precedenti, particolare attenzione verrà rivolta alla tematica degli stupefacenti. L’argomento verrà trattato sia sotto l’aspetto di chi ne fa uso, sia sotto l’aspetto di chi traffica droghe al fine di lucro. Al fine di prevenire e reprimere l’uso ed il traffico di sostanze stupefacenti, in particolar modo tra minori, verranno effettuati mirati controlli con l’ausilio di squadre specializzate di cinofili antidroga. In questo percorso formativo sulla legalità, il concetto di “sicurezza partecipata” vede come attori principali il comparto Scuola Pubblica e la Polizia di Stato in piena sinergia tra loro con un unico fine, quello di allontanare i giovani studenti da qualsiasi illiceità nella quale potrebbero incappare, creando quel rapporto di fiducia fondamentale tra Polizia e cittadino.

RICORDO DEI CADUTI DELLA POLIZIA DI STATO

2 novembreSabato mattina, alle 8,30, in via Ispettore Giovanni Lizzio, dinanzi la Questura di Ragusa, sono stati resi gli onori ai Caduti della Polizia di Stato con la deposizione di una corona di alloro sulla scultura commemorativa agli stessi dedicata. Una composizione floreale è stata deposta sulla stele dedicata al Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato Ninni Cassarà, ucciso dalla mafia il 6 agosto del 1985 a Palermo. Con la cerimonia, alla presenza del Vice Prefetto Vicario, dr.ssa Maria Rita Cocciufa, il Questore, dott. Giuseppe Gammino, ha voluto ricordare, in occasione del giorno dedicato alla Commemorazione dei defunti, i poliziotti che hanno perso la vita in servizio quale alto esempio di attaccamento al dovere fino all’estremo sacrificio. Successivamente, si è svolta presso la sala “Isp. Capo Filippo Raciti” la celebrazione eucaristica officiata dal Cappellano della Polizia di Stato, don Giuseppe Ramondazzo, e che ha visto la partecipazione del personale della Questura e dei Commissariati e di una delegazione della Sezione di Ragusa dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato.

La rivista “Il Carabiniere” parla del cioccolato di Modica

cioccolato-di-modicaIl cioccolato di Modica è protagonista anche nel periodico “Il Carabiniere” del mese di ottobre con un articolo del gen. Umberto Pinotti dal titolo “Elogio del bruno nettare”. Il report, pubblicato su due pagine del mensile dell’Arma dei Carabinieri, si completa con un’intervista a Grazia Dormiente, neo presidente del Comitato Scientifico dell’Associazione “La via del cioccolato”, sul lungo percorso storico che ha portato la cioccolata e il cioccolato sino a noi. L’occasione ha dato spunto all’amministrazione comunale modicana e al Consorzio di tutela del cioccolato artigianale di Modica per promuovere, per lunedì 4 novembre alle ore 18.00 nella sala consiliare “Paolo Garofalo” di Palazzo San Domenico, una riflessione sul tema de “il cioccolato e la Città”. L’iniziativa vede il patrocinio del comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri. Il tema dell’“Elogio del bruno nettare” sarà trattato dal gen. Umberto Pinotti e dalla professoressa Grazia Dormiente. Il programma si concluderà con la consegna di una targa al merito civile al carabiniere Carmelo Floriddia, che il 30 settembre scorso sulla spiaggia di Sampieri si adoperò nel salvare i migranti durante lo sbarco nel quale perirono, purtroppo, tredici persone.

Un attestato di benemerenza al maresciallo Ingallina

carabinieri 8In occasione della cerimonia di commemorazione della Giornata dell’unità nazionale e delle forze armate, il sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, consegnerà un attestato di benemerenza al maresciallo della Marina Salvatore Andrea Ingallina, vittoriese, già insignito della medaglia d’oro al valor di Marina dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per un’eroica operazione di soccorso in mare che ha salvato la vita a due naufraghi. La benemerenza verrà consegnata lunedì 4 novembre alle ore 11:30 in Piazza del Popolo, davanti al Monumento ai caduti. “Sono onorato – ha dichiarato il primo cittadino – di tributare un riconoscimento ad un sottufficiale vittoriese che in una situazione di estremo pericolo ha dimostrato generosità, eroismo e altissimo senso del dovere”.

“CITTADINANZATTIVA” INCONTRA GLI STUDENTI

scuolaPresso l’Istituto comprensivo “Portella della Ginestra”, organizzato da “Cittadinanzattiva Vittoria-Scoglitti, settore scuola”, si è tenuto un incontro tra rappresentanti della Polizia di Stato ed i ragazzi delle classi quinte della scuola elementare. Anche quest’anno, quindi, si è rinnovata una collaborazione che vede impegnate associazioni e Polizia nel cammino verso la legalità. “Cittadinanzattiva”, per voce della sua responsabile delle sezioni di Vittoria, Scoglitti, Acate e Santa Croce, la prof.ssa Anna Chiaramonte, ha lanciato il grido di allarme “consapevole della crisi dei valori e della violenza che permea la nostra società” ed ha chiesto la collaborazione della Polizia di Stato e dei suoi rappresentanti in un percorso culturale-educativo sui temi della legalità. Venerdì, si è svolto il primo incontro, al quale è stato presente l’Ass. C. Antonino Terranova, distintosi per il coraggio e l’altruismo nel suo tentativo di salvare un uomo che, disperato, si è dato fuoco, oltre al dirigente del Commissariato di Polizia, ad alcuni collaboratori ed ai rappresentanti del direttivo di Cittadinanzattiva. All’Ass. C. Terranova l’associazione ha voluto consegnare un attestato di stima dal seguente contenuto: “Cittadinanzattiva-Tribunale per il diritto del malato, Vittoria, Scoglitti, Acate, S.Croce C. – Grata, elogia l’Ass. C. della Polizia di Stato Terranova Antonino per il coraggio dimostrato, mettendo a rischio la propria vita, nel tentativo di salvare un cittadino vittoriese che, disperato, si è dato fuoco. Questo gesto fa onore a tutta la Polizia di Stato. I soci, il direttivo e la coordinatrice prof.ssa Anna Chiaramonte”.

Calendario 2014 della Polizia di Stato

calendario poliziaC’è tempo fino al 19 ottobre 2013 per prenotare il calendario della Polizia di Stato 2014. La Polizia di Stato e l’Unicef collaboreranno ancora una volta per migliorare le condizioni di vita di 5.500 bambini. Quest’anno, infatti, il ricavato sarà destinato al progetto “Bangladesh – proteggere i bambini lavoratori e di strada”, che ha il fine di migliorarne l’accesso ai servizi di protezione sociale per le famiglie più povere e vulnerabili, ridurre gli abusi, sfruttamenti e violenze subite. L’intervento di solidarietà potrà garantire una assistenza continua attraverso l’organizzazione di spazi permanenti a misura di bambino, rifugi notturni e temporanei, assistenza giuridica e legale, attività di integrazione e reinserimento sociale. Le 12 immagini del calendario di quest’anno saranno relative a fatti cronaca in cui sono stati impegnati uomini e donne della Polizia di Stato. L’obiettivo è quello di superare la somma di 116.000 euro raccolta l’anno scorso che ha consentito di sostenere il progetto Unicef in Tanzania “Acqua ed igiene nelle scuole”. I cittadini interessati potranno prenotare il calendario entro sabato 19 ottobre 2013 presso la Questura di Ragusa – Ufficio Relazioni con il Pubblico, previa esibizione della ricevuta di versamento. Il versamento va effettuato sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a “Unicef Comitato Italiano”, la causale da indicare è “Calendario della Polizia di Stato 2014 progetto Unicef “Bangladesh – proteggere i bambini lavoratori e di strada”. Il costo è di 8 euro per il calendario da parete e 6 euro per il calendario da tavolo. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Questura di Ragusa (dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 telefono 0932 673529 – 673658).

Attestato di benemerenza al Maresciallo Carmelo Floriddia

floriddiaIl sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna ha conferito a Carmelo Floriddia, Maresciallo capo presso la Tenenza dei Carabinieri di Scicli – Compagnia di Modica, un attestato di benemerenza per la valorosa azione compiuta lo scorso 30 settembre nel tragico sbarco di Sampieri. Accompagnato da Edoardo Cetola, nuovo comandante della Compagnia dei Carabinieri di Modica, Floriddia, coniugato e padre di due figli, Ilaria di 13 anni e Salvo di 5, visibilmente commosso, ha ringraziato il primo cittadino pozzallese per questo importante riconoscimento. Nella pergamena donata al Maresciallo é riportata la seguente frase: “Il coraggio, la forza, le mani ed il cuore di un uomo che si trasformano in alito di vita per altri uomini in viaggio per la libertà”.

Caserma carabinieri Donnalucata a rischio chiusura

Dove saranno trasferiti i carabinieri di Donnalucata quando scadrà il contratto di locazione della vecchia sede? Lo chiede in una nota il Cutass, il comitato che si occupa dei problemi di sicurezza e ordine pubblico lungo la fascia costiera sciclitana, e che ipotizza il rischio chiusura della caserma. “Se è vero come è vero che, il Comune non riesce ancora, dopo tanti mesi di vane promesse e sterili ricerche, a trovare una soluzione – scrive il Cutass – per mettere a disposizione dell’Arma un nuovo spazio. E’ impossibile pensare che in nome di un’assurda legge del risparmio a tutti i costi si possa privare una comunità anche di questo importante servizio. Il Comune di Scicli deve prendere atto che l’ordine pubblico è un problema di priorità assoluta e che la tutela della sicurezza dei cittadini residenti in periferia vale quanto quella dei cittadini del centro abitato.
carabinieri modica

Calendario Polizia di Stato

bambini_BangladeshIl ricavato della vendita sarà destinato al Comitato Italiano per l’Unicef per sostenere il progetto “Bangladesh – proteggere i bambini lavoratori e di strada” per garantire una assistenza continua ad almeno 5.500 bambini. L’anno scorso il contributo di solidarietà di quanti hanno acquistato il calendario ha consentito di sostenere il progetto Unicef in Tanzania “Acqua ed igiene nelle scuole”, devolvendo 116.000,00 euro. La novità di quest’anno è che il calendario della Polizia di Stato 2014 sarà realizzato con immagini estrapolate da documentazione video e fotografica relativa ad attività autentiche immortalate nell’immediatezza del fatto. Oggetto saranno i casi di cronaca più avvincenti, possibilmente dell’ultimo anno, che hanno visto gli operatori della Polizia di Stato protagonisti in operazioni di contrasto alla criminalità organizzata e di soccorso pubblico, ma anche impegnati in semplici attività quotidiane. I cittadini interessati potranno prenotare il calendario entro sabato 19 ottobre 2013 presso la Questura di Ragusa – Ufficio Relazioni con il Pubblico, previa esibizione della ricevuta di versamento. Il versamento va effettuato sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a “Unicef Comitato Italiano”, la causale da indicare è “Calendario della Polizia di Stato 2014 per il progetto Unicef Bangladesh – proteggere i bambini lavoratori e di strada”. Il costo è di 8 euro per il calendario da parete e 6 euro per il calendario da tavolo. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Questura di Ragusa (dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13; telefono 0932 673529 – 673658).

SALVATO MARITTIMO COLTO DA MALORE A 10 MIGLIA DALLA COSTA

trasbordoI militari della Guardia Costiera di Pozzallo hanno portato a termine un complesso e delicato intervento di assistenza, soccorso, trasporto e trasbordo del direttore di macchina della Motonave “Challenger” di bandiera maltese, colto da un improvviso malore a circa 10 miglia dal porto di Pozzallo. E’ stato il Comandante della motonave ad informare la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Pozzallo che un suo marittimo accusava forti dolori al petto, segnali di un presumibile infarto, richiedendo lo intervento di trasbordo. Veniva quindi ordinato alla nave mercantile di dirigere verso il porto di Pozzallo ed, al contempo, veniva disposta l’uscita di una motovedetta che faceva rotta verso la nave. Per abbreviare i tempi veniva ordinato al Comandante della nave di contattare il Centro Internazionale Radio Medico per ottenere le prime informazioni sugli interventi di primo soccorso e le cautele da adottare, in attesa dell’arrivo della motovedetta. Intercettata la Challenger nonostante le avverse condizioni meteo marine in corso, l’abilità e la professionalità dell’equipaggio imbarcato consentivano di eseguire, al meglio, le manovre nautiche necessarie per effettuare l’abbordaggio e trasbordare il marittimo colto da malore, che veniva successivamente trasportato, tramite ambulanza, presso l’eliporto di Pozzallo e, subito dopo, in elicottero, presso il Cannizzaro di Catania.

SANTA CROCE CAMERINA, CITTADINANZA ONORARIA PER CINQUE RAPPRESENTANTI DELLE FORZE DELL’ORDINE

YASHICA Digital CameraCittadinanza onoraria a cinque esponenti delle forze dell’ordine. Un segno di riconoscimento e attestazione da parte del Comune di Santa Croce Camerina per la brillante attività investigativa che ha portato allo arresto degli autori della cruenta rapina alla gioelleria di via Caucana effettuata il 9 febbraio del 2012. Si tratta dell’ispettore di Polizia Rosario Catalano, del sovrintendente Flavio Faro, del comandante della stazione dei Carabinieri di Santa Croce, Luigi Valenti, e dei marescialli Luciano Vanini e Sandro Magro. Una cerimonia semplice ma densa di significati, nell’aula consiliare, alla presenza del Questore di Ragusa Vincenzo Gammino e del comandante della compagnia dei carabinieri Alessandro Coassin. Il sindaco Franca Iurato ha voluto consegnare le pergamene con la cittadinanza onoraria. “L’esito positivo delle risultanze investigative condotte dagli operatori delle forze dell’ordine – ha detto il primo cittadino – hanno contribuito a dare lustro all’immagine della Polizia di Stato e dei Carabinieri. In questo particolare momento, mi riferisco ai fatti deliquenziali che si sono verificati in questi ultimi tempi, abbiamo ritenuto di mettere in risalto la presenza dello Stato e, nel caso specifico, delle forze dell’ordine che sono impegnate quotidianamente a vigilare e controllare il territorio per garantire sia l’ordine che la sicurezza che i cittadini chiedono – ha detto ancora il sindaco Iurato -. Il problema oggi ha assunto una crescente centralità. I miei concittadini devono sapere che non sono soli e le istituzioni sono presenti”. Il questore Gammino ha parlato di una presenza costante delle forze dell’ordine e di quello che dovrebbe essere la Polizia di prossimità. “In occasione della rapina all’agenzia dell’Unicredit di Marina di Ragusa – ha detto il Comandante dei Carabinieri Coassin – i nostri operatori hanno ricevuto una telefonata di un bambino di 14 anni che ci ha raccontato di movimenti sospetti dinanzi alla banca. Questo è uno straordinario esempio di una perfetta collaborazione tra le forze dell’ordine e la cittadinanza. Questo bambino è un esempio straordinario”.

CERIMONIA DI CONSEGNA ATTESTATI DI BENEMERENZA PER I CARABINIERI IBLEI

SONY DSCPresso la sala Avis dell’Avis di Ragusa, il Comandante provinciale, tenente colonnello Salvatore Gagliano, ha consegnato alcuni attestati di benemerenza ai militari dipendenti. Alla piccola cerimonia hanno partecipato anche molti familiari dei militari premiati. Il comandante provinciale ha pubblicamente apprezzato il lavoro dei suoi militari, in particolare di alcuni, distintisi in attività di servizio, per abnegazione o per positivi risultati d’indagine. Il comandante della Stazione Carabinieri di Chiaramonte Gulfi, maresciallo aiutante Alberto Bruno, è stato elogiato dal Comandante della Legione Sicilia per il suo comportamento nell’adempimento dei propri doveri. Sono stati destinatari di compiacimento da parte del Comandante provinciale i militari della stazione di Acate, un maresciallo ora effettivo al nucleo operativo di Modica, i militari del nucleo investigativo per le operazioni di servizio che hanno portato in carcere alcuni mafiosi di Comiso; il nucleo operativo di Vittoria per aver risolto un omicidio; due militari della radiomobile di Ragusa salvataggio da tentato suicidio; un sottufficiale di Ibla per aver da solo arrestato due persone in flagranza di reato mentre prelevavano con un bancomat appena rubato; la stazione di Monterosso Almo per un arresto operato nel campo dello spaccio di marijuana; i militari di Pozzallo e Santa Croce Camerina per un’attività antidroga congiunta, un sottufficiale del nucleo investigativo per aver da solo ottenuto il sequestro e la confisca di beni patrimoniali d’illecita provenienza per oltre 5 milioni di euro; due militari della Tenenza di Scicli aggrediti da un pregiudicato. La cerimonia s’è conclusa con il saluto del sostituto procuratore della Repubblica presso la Dda di Catania, Setola.

FORZE DELL’ORDINE DAL PROSSIMO 7 OTTOBRE CI SARANNO 14 UNITA’ IN PIU’ NEL RAGUSANO

“Dal prossimo 7 ottobre, la provincia di Ragusa avrà in dotazione 14 unità supplementari inserite stabilmente nell’organico della Polizia di Stato. Una bella notizia sul fronte dell’ordine pubblico e della sicurezza”. Così la senatrice del Partito Democratico, Venera Padua, dopo avere appreso dal sottosegretario all’Interno, Filippo Bubbico, la ripartizione delle destinazioni subito dopo il completamento dei corsi di addestramento professionali. “Ho informato il prefetto di Ragusa, Annunziato Vardé – aggiunge la senatrice Padua – circa la suddetta attenzione che il Governo nazionale ha dimostrato nei confronti dell’area iblea. Non possiamo sottacere – scrive la senatrice Padua – i vari allarmi che sono stati lanciati in questi ultimi giorni, soprattutto per quanto concerne alcune aree rurali del nostro territorio, e ritengo che questa sia la migliore risposta che si poteva dare dopo le sollecitazioni arrivate dal Silp-Cgil. Avere l’opportunità di potere contare su un organico potenziato di 14 unità, a fronte del fatto che la realtà iblea scontava già un sottodimensionamento non da poco, non sarà certo il rimedio di tutti i mali ma aiuta ad affrontare una situazione delicata”- conclude la senatrice Padua.
questura di ragusa

Ragusa, per gli eccessi di velocità arriva il telelaser

trucamE’ stata consegnata venerdì al personale di Polizia Municipale l’apparecchiatura Telelaser TruCam per il rilevamento elettronico della velocità, già provvista di dichiarazione di collaudo e conformità. L’allocazione dell’apparecchiatura sarà preceduta dal posizionamento della segnaletica mobile che deve essere posta 400 metri prima dell’ubicazione della strumentazione. Via Porto Venere, via Ammiraglio Rizzo, via Cervia ed il lungomare Bisani sono le postazioni a Marina di Ragusa dove sarà installato il sistema di controllo, mentre a Ragusa le postazioni sono state individuate in via Ettore Fieramosca, via Napoleone Colajanni, via Pietro Nenni, viale Aldo Moro, viale delle Americhe. Durante il mese di agosto il Telelaser verrà utilizzato – anche in via sperimentale – a Marina di Ragusa a decorrere dal 10 agosto.

Ragusa, vigili con palmare per multare

Vigili_urbani_motoL’amministrazione comunale informa i cittadini che a partire dal mese di agosto gli operatori del Corpo di Polizia Municipale saranno dotati di palmari con cui verranno sanzionate le violazioni al codice della strada. Un preavviso-scontrino verrà apposto sulle autovetture multate. L’adozione del nuovo sistema, già adottato in altre città italiane, consentirà di eliminare i costi della stampa degli avvisi e di accelerare le procedure, dal momento che i dispositivi elettronici consentiranno la trasmissione diretta degli avvisi nel sistema informatico. Il fornitore dei palmari a costo zero è Poste Italiane a cui è affidata la spedizione dei verbali.

Controlli straordinari della Polizia Stradale: denunce, patenti ritirate e veicoli sequestrati.

volante poliziaPolizia Stradale e Squadra Volanti hanno effettuato giovedì notte diversi posti di controllo e verifiche dei conducenti per ciò che concerne l’uso di alcool e sostanze stupefacenti. Sono state utilizzate apparecchiature speciali in grado di rilevare in pochi secondi il tasso alcolemico nel sangue, ed in alcuni casi i conducenti dei veicoli sono stati condotti in ospedale per le analisi delle urine, al fine di accertare mediante esame tossicologico, la presenza di sostanze stupefacenti. Al termine della nottata sono stati identificati 12 conducenti risultati positivi all’alcool test motivo per cui è stata subito ritirata la patente di guida ed il veicolo è stato affidato a terzi. I responsabili della condotta di guida in stato d’ebbrezza non potranno guidare alcun veicolo per un periodo che andrà da 6 mesi a 2 anni a seconda del tasso alcolemico accertato mediante etilometro. Inoltre durante i controlli, è stato denunciato I.P. di anni 52, ragusano, poiché circolava alla guida di un veicolo facendo uso di un certificato d’assicurazione e contrassegno falsi, motivo per cui l’auto è stata sequestrata e la patente è stata ritirata. Dovrà rispondere di uso d’atto falso e dovrà pagare una sanzione di 800 euro.

Guardia di Finanza Concorso per reclutamento di 14 Tenenti

guardia-di-finanza-1Sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 12 luglio 2013 – 4a Serie Speciale – è stato pubblicato il bando di concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 14 tenenti in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico, logistico, amministrativo della Guardia di Finanza. La presentazione delle domande dovrà avvenire entro il 12 agosto 2013. Possono partecipare al concorso i cittadini italiani che, alla data del 1° gennaio 2013, non abbiano superato il trentaduesimo anno di età e siano in possesso di un diploma di laurea specialistica o di laurea magistrale o titolo equipollente tra quelli indicati negli allegati al predetto bando di concorso. La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata esclusivamente mediante procedura informatica disponibile sul sito www.gdf.gov.it.

LA GUARDIA COSTIERA CELEBRA L’ANNIVERSARIO

Foto messa anniversario Capitaneria di PortoMartedì mattina la Capitaneria di Porto di Pozzallo ha celebrato il 148° Anniversario della costituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto. Nell’occasione, è stata celebrata presso il Comando di Pozzallo una Messa officiata dal sacerdote Aldo Modica della Parrocchia di San Giovanni Battista di Pozzallo, in ricordo di tutte le vittime del servizio. Al termine della cerimonia religiosa sono stati anche letti i messaggi augurali pervenuti dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal Capo di Stato Maggiore della Marina Militare e dal Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. L’anniversario del Corpo giunge proprio nel periodo più intenso della stagione estiva, quasi a sottolineare l’impegno degli uomini e donne della Guardia Costiera di Pozzallo a tutela della sicurezza di tutti i turisti, cittadini, bagnanti e naviganti.

Scoglitti, c’è un nuovo battello dei carabinieri

CCL’Arma dei Carabinieri ha messo a disposizione della Compagnia di Vittoria un nuovo battello pneumatico che riprenderà così il suo servizio, interrotto il 18 giugno scorso a causa del grave atto incendiario che aveva completamente distrutto il natante militare. Riprenderanno quindi il pattugliamento e il controllo lungo tutto il litorale della frazione rivierasca, finalizzato non solo all’opera di prevenzione e repressione per il rispetto delle regole imposte dal Codice della Navigazione, bensì anche al soccorso e al sostegno dei pescatori e dei diportisti che escono in alto mare con le proprie imbarcazioni e che spesso richiedono l’assistenza del 112.

Scroll To Top
Descargar musica