16-12-2017
Ti trovi qui: Home » Istruzione (pagina 4)

Archivio della categoria: Istruzione

Giovani studenti in Prefettura

Martedì mattina il Prefetto di Ragusa ha ricevuto l’ultimo gruppo diprefettura ragusa studenti del “Raffaele Poidomani” di Modica che hanno richiesto la visita nell’ambito del programma “Formazione civile degli alunni”, finalizzato alla realizzazione di percorsi di conoscenza dei vari presidi di legalità sul territorio e alla valorizzazione del patrimonio architettonico, artistico e monumentale. L’occasione è stata utile anche per conoscere la storia ed il pregio artistico del Palazzo del Governo, in particolare delle tempere del Cambellotti.

BAMBINI IN SOVRAPPESO

conapefsIl Collegio Nazionale dei Professori di Educazione Fisica e Sportiva organizza a Ragusa, in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport Sicilia e con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Ragusa, un Convegno Nazionale nel quale verrà dibattuto il tema dell’obesità infantile, purtroppo presente in maniera diffusa presso i bambini della scuola dell’Infanzia e Primaria del nostro Paese.  Il Convegno dal tema “Bambini in sovrappeso: uno stile di vita sedentario e un’alimentazione non corretta” si terrà martedì 6 maggio alle ore 16.00 presso la Scuola Regionale dello Sport Sicilia , in Via Magna Grecia. Si terranno relazioni su “La scuola tra educazione e attività motoria dai 3 agli 11 anni” a cura di Carmelo Bazzano, Professore Emerito, Università del Massachusetts ; “Fornire a ciascun bambino la giusta dose di nutrimento” a cura della Professoressa Silvia Migliaccio dell’Università “Foro Italico” di Roma ; “Conseguenze psicologiche dell’obesità infantile” a cura di Giovanni Savastano, Psicologo e Psicoterapeuta; “Le nuove linee programmatiche della Scuola” a cura del Professore Mario Bellucci, Esperto di Attività Motoria Preventiva ed Adattata; “Attività Fisica ed obesità infantile” a cura del Professore Fabrizio Perroni dell’Università degli Studi di Torino.

I bambini di Monterosso Almo in visita alla caserma dei Carabinieri

Gli studenti, accompagnati dalle loro maestre, si sono recati in visita carabinieri 8alla caserma di Monterosso nell’ambito del progetto educazione alla legalità avviato dal Ministero dell’istruzione e dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri per tutte le scuole d’Italia, dalle primarie alle superiori. I ragazzi, ricevuti dal comandante di stazione, hanno visitato i locali della caserma, dagli uffici alle celle, e hanno attentamente ascoltato quali sono le quotidiane incombenze e attività di un comando stazione.

Piccoli alunni in Caserma

Foto ScuolaProseguono le visite presso la sede della Compagnia Carabinieri di Modica da parte degli alunni delle scuole elementari nell’ambito del progetto “Cultura della legalità” Martedì mattina, a fare visita alla Caserma dei Carabinieri sono stati gli alunni delle quinte elementari del plesso Giovanni Falcone dell’Istituto “Poidomani” di Modica. Circa 40 alunni, accompagnati dalle proprie insegnanti, hanno visitato la Caserma.

 

Una lezione sulla storia dell’Arma

SONY DSCLezione sulla “Storia dell’Arma dei Carabinieri”, mercoledì mattina, all’Istituto Tecnico Statale “E. Fermi” di Vittoria alla presenza di oltre 300 ragazzi. A tenere la lezione il Capitano Francesco Soricelli, Comandante della Compagnia di Vittoria, e l’Appuntato Scelto Michele Tenace in servizio presso il Comando Provinciale di Ragusa. L’iniziativa si è svolta nell’ambito dei festeggiamenti per il Bicentenario dell’Arma.

I “NUMERI” DI PEDIBUS

L’elaborazione grafica delle linee Pedibus a Ragusa su mappa rende bene l’idea sulla estensione e la diffusione del progetto per le quattro scuole partecipanti. Anche le cifre vanno assumendo un carattere di maggiore importanza col passare delle settimane. Sono PEDIBUS 2circa 170 i bambini accompagnati su 10 linee urbane e sono circa 90 i genitori partecipanti come tutor nelle 10 linee; 7,7 km è la lunghezza totale delle 10 linee (si va da un minimo di 650 mt ad un massimo di 1 km). Il progetto, avviato dopo la presentazione ufficiale dei primi di dicembre, è passato dal 3 di febbraio alla fase 2 di sperimentazione. Da allora, (calcolando in base all’allontanamento dei veicoli che accompagnerebbero i bambini a scuola ed alle emissioni prodotte dagli stessi veicoli per km), nella zona attorno alle scuole vi sono stati 1.690 kg circa di emissioni in meno di CO2. Il Pedibus ha percorso 434 km.

 

Recupero scolastico a Scicli

Lina-BasilicoL’assessorato alla pubblica istruzione del Comune di Scicli intende avviare un progetto di recupero scolastico rivolto agli alunni delle scuole dell’obbligo individuati dai dirigenti scolastici di appartenenza con l’ausilio di volontariato qualificato, disponibile a dedicare qualche ora settimanale a tale finalità. Chi fosse interessato, insegnanti in pensione e non, potrà rivolgersi al servizio diritto allo studio, tel. 0932-841982 /841024.

PEDIBUS: LINEA AMBRA

Mercoledì mattina, all’arrivo a scuola, i tutor delle 3 linee pedibus della scuola Mariele Ventre anzichè far andare i bambini nelle rispettive classi, si sono diretti verso l’aula magna dove hanno trovato ad attenderli Preside, rappresentanti del Comitato Pedibus Ragusa e sponsor. Grazie a quest’ultimi è stato possibile fornire di idonea dotazione anche i 30 bambini della linea Ambra (di recente attivazione). L’Autoscuola Marcello ha fornito le casacche catarifrangenti (così come aveva fatto per le altre 2 linee), mPEDIBUS 2entre Allegrodì ha fornito i poncho antipioggia e i cappellini. Alla Ventre il progetto Pedibus è arrivato a quota 70 partecipanti. Nel circondario scolastico si avverte già da qualche settimana la diminuzione del traffico veicolare sopratutto in corrispondenza dell’orario di ingresso a scuola. Il Dirigente Scolastico, prof. Palazzolo, ha sottolineato come questo progetto sia davvero innovativo e di grandissimi intenti verso un grado superiore di civiltà. Il Comitato Pedibus ha ringraziato, oltre gli sponsor il cui contributo è sempre utilissimo, anche e sopratutto i genitori che, oltre ad avere operato la scelta giusta facendo intraprendere il ‘cammino’ del Pedibus ai propri figli, partecipano in prima persona come tutor, aiutando in maniera sostanziale il progetto

 

Ragusa, giardino didattico al Circolo Palazzello

Consiste in uno spazio pensato per i bambini, per le loro famiglie, per la scuola e per le insegnanti, recuperato con la riconversione di alcune aree verdi all’interno del cortile della scuola che ora tornano fruibili e utili allo studio della botanica e alla conoscenza diretta delle piante. Gli spazi recuperati sono stati realizzati nell’ambito del progetto “Verdecittà-Giardino didattico” promosso in collaborazione tra la scuola primaria del Circolo Didattico Palazzello di Ragusa e il Rotaract Ragusa, con il contributo straordinario degli architetti Alessio Bracchitta e Salvatore Bufalino. Il progetto si concluderà sabato 29 marzo con la consegna delle aree verdi alla scuola. La cerimonia avrà luogo alle ore 10.00 presso il cortile della scuola.

scuola elementare

LA SCUOLA CONTRO IL RAZZISMO

Gli alunni del Circolo Didattico “Paolo Vetri” hanno scelto la giornata dell’arrivo della primavera e la celebrazione della “Giornata della Memoria e dell’impegno contro tutte le mafie” per promuovere presso il giardino dello stesso istituto scolastico un momento di festa e nel contempo di riflessione sul tema del razzismo. La “Scuola contro il razzismo” è stato infatti l’argomento che l’Istituto “Paolo Vetri” grazie ad un protocollo d’intesa con l’associazione “Integra Oriente” ha sviluppato nel corso di alcuni incontri in cui è stata portata avanti un’- attività interculturale. L’Amministrazione Comunale di Ragusa ha mostrato grande interesse al progetto ed è intervenuta presso la scuola. Ad accogliere il Sindaco Federico Piccitto, l’Assessore ai lavori pubblici Stefania Campo, l’Assessore ai servizi sociali Flavio Brafa è stata la dirigente Beatrice Lauretta unitamente ad alcune insegnanti. Il sindaco si è detto felice di potere condividere con i piccoli alunni questo momento in cui le parole accoglienza, speranza, giustizia, solidarietà, pace, legalità, rimarcate dai ragazzi con dei cartelli colorati posti in bella mostra sul prospetto della scuola, hanno dato il senso all’iniziativa che aiuta a formare le nuove generazioni proiettate sempre più verso una società multietnica.
DSCF8568

DISPERSIONE SCOLASTICA Sabato mattina convegno Avis

L’Avis provinciale Ragusa, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Crispi” e l’Ufficio scolastico provinciale, organizza un Seminario – laboratorio dal titolo: “Promuovere l’agio, prevenire il disagio. Educazione all’altro e alla convivenza civile”. Si svolgerà sabato 22 marzo dalle 9,00 alle 12,00 presso l’Auditorium della scuola “Crispi” di Ragusa e vedrà la presenza di autorevoli esperti dell’Associazione italiana Sat Educazione (riconosciuta dal Miur), quali la psicologa e psicoterapeuta Luana Sevirio e il docente di psicoterapia cognitiva Vincenzo D’Ambrosio. La tematica è importante poiché dai dati del 2012 forniti dall’ufficio scolastico regionale si evince che in provincia di Ragusa c’è un indice di dispersione scolastica talmente alto da superare la media regionale e anche province “difficili” come Palermo e Catania.
banchi-scuola

Alunni a Palazzo dell’Aquila

“Grazie per questo bel momento che mi regalate, voi siete la ricchezza più grande di cui disponiamo. Questo luogo vi appartiene, dovete sentirlo vostro, così come la città in cui vivete”. Con queste parole il sindaco Federico Piccitto ha accolto mercoledì nell’aula consiliare gli alunni delle classi 5 A e 5 B del plesso “M. Schininà”, accompagnati dalla direttrice Maria Diquattro e dagli insegnanti. L’incontro, promosso dal Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Iacono, rientra nelle finalità del progetto elaborato dalla scuola primaria di via Solferino “Un mondo diàmusica”, con l’obiettivo, attraverso il linguaggio musicale, di osservare e riflettere sui vari aspetti della realtà in cui si vive. Gli alunni hanno eseguito con xilofoni, violini, chitarre, trombe, pianola e spartiti, l’inno nazionale, poi a chiusura dell’incontro hanno suonato l’inno della Regione siciliana e l’inno europeo. Al primo cittadino gli alunni hanno rivolto alcune domande sull’amministrazione della città, toccando i temi del senso civico, della carenza di spazi verdi, dei servizi al cittadino, della valorizzazione del centro storico, delle iniziative lavorative per i giovani e della pratica, purtroppo diffusa, da parte di proprietari di cani, di non raccogliere gli escrementi negli spazi pubblici così come stabilisce la norma. Il sindaco Piccitto ha risposto a tutti i quesiti ribadendo più volte come sia fondamentale studiare e praticare l’educazione civica, ed anche quella musicale, per creare una cultura della solidarietà e del rispetto per l’ambiente, per rafforzare sensibilità e sentimenti. Le domande rivolte dagli alunni hanno anche permesso al primo cittadino di esporre le linee guida su cui l’amministrazione comunale intende muoversi, specie per preservare la tutela del territorio, incentivare il ritorno abitativo dei cittadini in centro storico attraverso sostegni economici per le ristrutturazioni e una fiscalità agevolata. La dirigente dell’istituto scolastico Maria Diquattro, ringraziando l’amministrazione comunale per l’attenzione e la sensibilità mostrata, ha richiamato l’attenzione sulla necessità di intervenire sull’edilizia scolastica per migliorare l’efficienza e la sicurezza delle scuole. Il Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Iacono è intervenuto per spiegare, richiamando le basi storiche della democrazia, il funzionamento dei vari organi istituzionali. “Vi esorto a mettere il vostro talento – ha detto Iacono – al servizio degli altri per il raggiungimento del bene comune”. Scambi di doni a fine incontro con la consegna al sindaco di uno spartito, con l’invito a partecipare al concerto di fine anno; ai ragazzi è stata donata una copia con dedica della Costituzione Italiana. Piccola sorpresa per il primo cittadino: la lettura dei giudizi degli insegnanti trascritti nei registri di classe dell’epoca (tutti molto positivi) dell’alunno Federico Piccitto che frequentò proprio quella scuola.
DSCF8500

Ragusa, alla scuola Paolo Vetri sarà realizzata una tensostruttura

Istituto Paolo vetri ragusaScade il prossimo 28 marzo, alle ore 10, la presentazione delle offerte per il cottimo fiduciario per i lavori di realizzazione di una tensostruttura alla elementare Paolo Vetri. L’importo a base d’asta è di 84.978,28 euro. La gara sarà celebrata il 31 marzo alle ore 9. Documentazione e modulistica sul sito internet dell’Ente e all’albo pretorio.

IL MUSEO DI CAMARINA PER LA SCUOLA

kamarina-470x352Entra nel vivo il progetto Scuola – Museo per Camarina indetto dal Museo e dall’equipe Didattica del Museo di Camarina, in cui operano i Professori Giorgio Baglieri, Manuela Distefano e Giovanni Bellini. Sono tante le scuole che hanno aderito al progetto: il Liceo classico Carducci di Comiso, la Direzione didattica Paolo Vetri di Ragusa, il Circolo didattico Senia di Comiso, l’Istituto tecnico E. Fermi di Vittoria ed il Circolo didattico G. Albo di Modica, Direzione didattica Circolo Giovanni XXIII di Vittoria, Istituto Sacro Cuore di Vittoria, Istituto Traina di Vittoria, Istituto Comprensivo G. Pascoli di Ragusa, Istituto Comprensivo S.A. Guastella di Chiaramonte Gulfi e Direzione didattica Mariele Ventre di Ragusa. Queste scuole visiteranno il Museo accompagnati dai professori e dai componenti dell’equipe didattica che svolgeranno alcuni approfindimenti sulle necropoli, sull’archeologia subacquea e sulla storia di Camarina. Si calcola che quest’anno saranno almeno duecento giovani studenti ad adottare il Museo di Camarina. Il progetto Scuola – Museo è un momento educativo che sarà portato avanti per almeno quattro anni e che intende contribuire attraverso la conoscenza dell’antica Camarina alla formazione storica degli studenti.

FESTA DELLA PRIMAVERA RUMENA

Donato un “martisor” da alcuni alunni del plesso “Ecce Homo” al sindaco Piccitto “Martie”, in rumeno Marzo, rappresenta l’inizio della primavera che per il popolo rumeno decorre tradizionalmente dal primo del mese. In occasione della “Festa della Primavera” vengono regalati piccoli amuleti augurali (martisor) decorati e avvolti in un nastro rosso (simboleggiante l’inverno) e bianco (che simboleggia la primavera). E un piccolo talismano è stato donato al sindaco Federico Piccitto da alcuni alunni dell’istituto comprensivo Pascoli, plesso Ecce Homo, accompagnati dalle insegnanti, dalla presidente dell’associazione Prometeo onlus Lisa Iudice e dalla mediatrice culturale Mariana Unc. La scuola Ecce Homo accoglie un’alta percentuale di alunni stranieri. Quest’anno i bambini rumeni hanno realizzato gli amuleti da offrire ai passanti del quartiere. Il sindaco Federico Piccitto ha rimarcato quanto importante sia la valorizzazione delle diversità culturali nei processi di crescita.
DSCF8415

AL LICEO SCIENTIFICO E.FERMI DI RAGUSA L’INDIRIZZO LICEO SPORTIVO

Si è svolta nell’auditorium della sede centrale la presentazione dei moduli del Piano Integrato 2013, finanziato dall’Unione Europea per circa 80 mila euro nell’ambito del Piano Operativo Nazionale 2007-2013. Si tratta di 11 moduli destinati a docenti e studenti che arricchiscono l’offerta formativa del Liceo e riguardano le competenze linguistiche in lingua inglese, le competenze logico-matematiche, le competenze digitali, le competenze scientifiche. Il Dirigente Scolastico prof. Francesco Musarra ha presieduto l’incontro nel corso del quale i docenti tutor dei diversi progetti si sono avvicendati nella presentazione dei moduli destinati a docenti e studenti. Le attività hanno coinvolto 49 docenti e 213 studenti. A chiusura dei moduli gli studenti accederanno alle certificazioni europee delle competenze spendibili a livello universitario e lavorativo. E’ stato inoltre presentato il nuovo indirizzo di studio “Liceo sportivo” che dal prossimo anno scolastico 2014-2015 arricchirà l’offerta formativa del Liceo. A presentare il nuovo indirizzo di studio sono intervenuti il responsabile provinciale del Coni, Rosario Cintolo, e per il Comune di Ragusa l’assessore alla pubblica istruzione Flavio Brafa.
liceo scientifico enrico fermi ragusa

“SISTEMA MODA” – Il nuovo indirizzo didattico all’Istituto Gagliardi di Ragusa

umbA partire dal prossimo anno scolastico 201415, presso la sezione ITT dell’Istituto “Gagliardi” di Ragusa, verrà attivato un nuovo indirizzo didattico rivolto al “SISTEMA MODA” con particolare attenzione all’abbigliamento e al settore tessile. Infatti, con nota del 22 febbraio da parte della Regione, è stato comunicato alla direzione dell’istituto ibleo il parere favorevole che, autorizzando il progetto a suo tempo presentato, permetterà un ampliamento dell’offerta didattica in tutta la provincia di Ragusa. L’esigenza di un intervento formativo nella moda nasce dall’analisi dei bisogni del territorio che mostrano una consolidata tradizione nelle attività sartoriali. Da tempo però è stato evidenziato il concreto rischio di estinzione che corre tale importante tradizione mancando personale esperto in grado di essere impiegato nel settore. Secondo gli ideatori di questo progetto scolastico l’indirizzo servirà a creare le figure necessarie al Sistema Moda offrendo loro, oltre ad una solida base di cultura generale, proprio quelle competenze specifiche, nell’ambito del tessile e dell’abbigliamento. Grazie a queste nuove competenze trasversali i giovani che si iscriveranno al corso potranno acquisire una nuova sensibilità, accompagnata da maggiore capacità di lettura delle problematiche dell’area del sistema moda, per essere poi inseriti nella scelta delle materie prime, nella gestione e controllo dei prodotti finiti, dei processi produttivi, delle strategie aziendali della pianificazione dell’innovazione delle attività connesse.

RAGUSA, REFEZIONE SCOLASTICA

E’ stata adottata venerdì mattina la deliberazione dirigenziale relativa al nuovo bando per l’affidamento del servizio di refezione scolastica destinato agli alunni delle scuole dell’infanzia e primarie della città. Tra le novità principali previste dal nuovo capitolato d’appalto, l’obbligo, per l’impresa aggiudicataria, di fornire almeno il 70 % della quantità di derrate alimentari derivanti da coltivazione ed affidamento locale, certificate a filiera corta. Inoltre, il nuovo concessionario avrà l’obbligo di utilizzare almeno tre prodotti appartenenti alla coltura biologica, tra pasta, frutta e verdura. I tempi di produzione e di consegna dei pasti non dovranno superare i 50 minuti. Il nuovo capitolato d’appalto prevede uno spettro più ampio di controlli tecnici sulla fornitura dei pasti e l’applicazione di penali nell’eventualità di livelli di refezione scolastica non rispondenti a standard ottimali. Il bando, che prevede una fornitura di circa 1500 pasti giornalieri ad altrettanti alunni degli istituti scolastici iblei, avrà una durata presumibile di circa 90 giorni, utili al completamento del servizio di refezione offerto per l’anno scolastico 2013-2014. La fornitura comprende un primo, un secondo, contorno, pane e frutta, queste ultime riposte in contenitori igienicamente idonei, oltre alle stoviglie a perdere. La preparazione dei pasti e la relativa quantità dovrà corrispondere alle grammature indicativamente riportate nelle tabelle dietetiche. “L’obiettivo – afferma il sindaco Federico Piccitto – è quello di offrire un servizio di qualità per i nostri studenti. Per questi motivi abbiamo deciso di introdurre, nel nuovo schema d’appalto, due riferimenti innovativi ed al tempo stesso essenziali. Ossia, l’obbligo di impiegare un’altissima percentuale di prodotti del nostro territorio, legati ad una provenienza certificata e soprattutto derivanti dalla coltura biologica. Alla qualità affiancheremo una maggiore quantità di controlli per garantire un monitoraggio costante del servizio offerto ai nostri alunni ed alle loro famiglie, nell’ ottica della massima soddisfazione delle loro legittime esigenze. D’altra parte, l’obiettivo principale in prospettiva resta quello di attivare, in futuro, un servizio di refezione innovativo, realizzando ed utilizzando idonei spazi per la preparazione e la cottura dei pasti all’ interno dei vari istituti scolastici cittadini”.
mensa_scolastica

Mensa scolastica a Ragusa, la proposta di Chiavola

“Le polemiche sulla qualità dei cibi della mensa scolastica degli istituti cittadini impongono che intervenga un’autorità terza in grado di verificare se le perplessità e i malumori manifestati dai genitori abbiano fondamento o meno”. E’ quanto propone il consigliere comunale di Megafono, Mario Chiavola, secondo cui l’argomento è così importante che non si può ridurre il tutto ad una sterile contrapposizione tra le parti. “Ho avuto modo di vedere le foto dei piatti diffuse dal collega consigliere Angelo Laporta – aggiunge Chiavola – e, in effetti, mi sono chiesto come sia possibile mangiare pietanze del genere. Soprattutto se consideriamo che ci rivolgiamo a bambini e quindi l’appetito dovremmo farglielo venire ancora meglio e non stroncarlo. Inoltre, c’è il problema delle tabelle dietetiche che, sempre a detta dei genitori, non sarebbero rispettate nella maniera dovuta. Ecco perché mi auguro – dice il consigliere comunale Mario Chiavola – che il Comune possa invocare l’intervento di un organismo super-partes affinché si abbia un verdetto indipendente sulla qualità dei cibi proposti dalla ditta che gestisce il servizio di mensa scolastica. Voglio, inoltre, riportare l’esperienza di San Giacomo. I genitori della realtà scolastica della frazione hanno deciso, ma già da tre-quattro anni, di fare a meno della mensa scolastica proprio per le modalità con cui i pasti erano consegnati. Piuttosto che creare disagio ai giovani studenti, si è scelto di rinunciare al servizio. Ovviamente una soluzione non proponibile altrove”- conclude Mario Chiavola. E meno male che almeno, il consigliere, si sia reso conto che l’esempio di San Giacomo non è replicabile. Forse anche prima, con Dipasquale, il problema doveva essere risolto non certo rinunciando al servizio.

Mario_Chiavola

 

Laboratori per i bambini

A Ragusa, nei giorni 1 e 2 marzo, si svolgerà un’iniziativa culturale e musicale riservata ai bambini, dal titolo Forme Sonore Saper cantare cantando il Sapere, progetto ideato e condotto da Sabrina Simoni, direttrice del Piccolo Coro Mariele Ventre dell’Antoniano di Bologna. Le due giornate di laboratori si svolgeranno presso la sala conferenze della Scuola Regionale dello Sport, in via Magna Grecia a Ragusa, con tre appuntamenti: Sabato 1 marzo con il laboratorio “Moltiplicanto” riservato ai bambini da 4 ad 8 anni: una fiaba musicale con suoni, numeri, ritmi e filastrocche da cantare. Domenica 2 marzo con il laboratorio A Scuola con la Musica HIPotesi e HOPportunità: un laboratorio sperimentale riservato ai bambini da 9 a 11 anni, dove vocalità, ritmo e movimento si intrecciano e accompagnano verso altri apprendimenti. Sempre domenica 2 marzo, alle ore 18, presso l’Auditorium della Scuola Regionale dello Sport, presentazione aperta al pubblico della nuova pubblicazione di Sabrina Simoni, dal titolo “Moltiplicanto”. Presentazione curata dalla stessa autrice e musicista bolognese. La serata vedrà anche la partecipazione del Coro Mariele Ventre di Ragusa, diretto da Giovanna Guastella. Obbligatoria la prenotazione telefonando, anche per info, ai nr.3397009188 – 3402257566. Termine ultimo per le iscrizioni è il 17 febbraio.
coro m.ventre di rg

Scroll To Top
Descargar musica