28-04-2017
Ti trovi qui: Home » Politica (pagina 20)

Archivio della categoria: Politica

ALUNNI ASSENTI MA LA FAMIGLIA E’ AVVISATA CON SMS

global_140066032Un protocollo d’intesa per avvisare, tramite Sms, le famiglie degli alunni delle scuole cittadine, in caso di assenza. E’ l’oggetto dell’atto d’indirizzo presentato dal capogruppo del Movimento 5 Stelle al Consiglio Comunale Filippo Spadola e dal consigliere Maurizio Porsenna, ed approvato nella seduta dell’ultimo consiglio comunale di Ragusa. L’atto, inoltre, impegna l’amministrazione comunale ad aumentare gli impianti di video-sorveglianza esterna negli istituti scoalstici cittadini interessati ed a verificare l’efficacia e l’efficienza degli impianti di video-sorveglianze esistenti, sostituendo gli stessi in caso di insufficienza, inadeguatezza o malfunzionamento. “Le nuove tecnologie – spiegano Spadola e Porsenna – su questo ed altri temi, possono fornire un contributo decisivo in termini di innalzamento dei livelli di sicurezza, mediante un potenziamento deciso dei sistemi di monitoraggio e controllo. Siamo certi che l’attenzione riservata al mondo della scuola da parte dell’amministrazione comunale, come dimostrano i molteplici interventi effettuati in questo senso sia dall’assessore alla Pubblica Istruzione Salvatore Martorana che all’Edilizia Scolastica, Salvatore Corallo, consentirà un a pronta risposta alle azioni concrete proposte nell’atto d’indirizzo. Un ambito, quello scolastico – sottolineano Spadola e Porsenna – che per il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle rappresenta una priorità assoluta, come dimostra, peraltro, l’utilizzo del 30 per cento delle indennità di carica dei consiglieri 5 stelle, destinato, appunto, all’acquisto di arredi scolastici in ben otto istituti cittadini”.

ARREDI SCOLASTICI CON LA DECURTAZIONE DEL 30% SULL’INDENNITA’ DI CARICA DEL GRUPPO CONSILIARE M5S RAGUSA

foto Massimo Agosta e Maurizio Stevanato“Finalmente si è dato un senso compiuto alla scelta a suo tempo operata di procedere alla decurtazione del 30% sull’indennità di carica in capo a ciascun componente del gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle di Ragusa”. L’esito dell’iniziativa è stato annunciato dai consiglieri Massimo Agosta e Maurizio Stevanato, a nome del gruppo consiliare. “Nel corso dell’annualità 2014, – hanno spiegato i consiglieri Agosta e Stevanato – ciascun consigliere pentastellato ha lasciato nelle casse del comune di Ragusa, con l’istituzione di un apposito capitolo di spesa, il 30% dell’indennità di carica, per un ammontare di circa 30.000 euro.  Ventiduemila sono stati impiegati  per arredi scolastici a favore di ben otto istituti scolastici ricadenti sul territorio comunale. La restante somma sarà spesa per altre attività nell’ambito sociale. Dunque armadi, sedie, banchi, panche, tavoli per l’infanzia, cattedre e notebook a sostegno dell’attività didattica sono stati comprati, in base alle esigenze di ciascun istituto scolastico, per i Circoli Mariele Ventre, Palazzello, Paolo Vetri e per gli istituti comprensivi Berlinguer, Crispi, Vann’Antò, Schininà e Quasimodo. La stessa iniziativa sarà riproposta anche per l’annualità in corso.

MARIANNA CUCITI E’ IL NUOVO ASSESSORE AI SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DI SANTA CROCE CAMERINA

Marianna CucitiMarianna Cuciti è il nuovo assessore ai Servizi sociali del Comune di Santa Croce Camerina. Cuciti ha preso il posto della dimissionaria Silvia Ingallinesi. Psicologa, operatrice nel mondo del sociale, Cuciti gestirà anche le seguenti deleghe: Politiche giovanili, Sport, Cultura, Turismo, Formazione e Pari opportunità. Inoltre si occuperà anche di Pubblica istruzione. Quest’ultima delega era gestita in precedenza dall’assessore Giansalvo Allù che ha avuto la delega agli Spettacoli in precedenza curata dall’ex assessore Ingallinesi. “Ringrazio per la sincera e proficua collaborazione – dichiara il sindaco Iurato – l’assessore uscente Ingallinesi con cui non si esaurisce affatto il rapporto di intesa a supporto dell’azione svolta dalla mia Amministrazione a dimostrazione di come la stessa continui a sostenere il percorso dell’esecutivo. Auguro, inoltre, buon lavoro al neo assessore Cuciti. Sono consapevole del fatto che l’ambito dei Servizi sociali, in questa particolare fase storica, debba contare sulla necessità della massima attenzione considerate le difficoltà che riguardano da vicino numerosi nuclei familiari anche del nostro paese”.

Immigrazione, il j’accuse di Mauro

1421870341-0-forza-italia-nelle-mani-di-giovanni-mauro“Oggi, in Commissione Affari Costituzionali, per l’ennesima volta ho avuto la dimostrazione che il fenomeno dell’immigrazione è affrontato, ipocritamente, come un’emergenza. Questo non è vero, non si tratta più di una situazione imprevista né limitata nel tempo, così come il termine ‘emergenza’ lascerebbe intendere, ma di un problema quotidiano che ha bisogno di un serio piano per occuparsene”. Lo ha dichiarato il sen. Giovanni Mauro, capogruppo in Commissione Affari Costituzionali del Senato e portavoce di Forza Italia per la provincia di Ragusa, al termine dell’audizione in Commissione del sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna, presente per relazionare sul fenomeno dell’immigrazione. “Rispetto allo scorso anno – ha detto il senatore – per quel che attiene l’accoglienza la situazione non è mutata di una virgola. Le strutture erano al collasso allora e continuano ad esserlo oggi. Cambiano solo i numeri: sono attesi sulle nostre coste un totale di circa 70 mila migranti, a fronte dei 30mila dello scorso anno. Serve assolutamente una nuova strategia per affrontare il fenomeno con lungimiranza, quando, invece, sembra che lo si affronti, giorno dopo giorno, come se ogni sbarco cogliesse di sorpresa una macchina organizzativa, efficiente sì, ma ormai quasi senza forze. Ed ha ragione il sindaco Ammatuna – continua Mauro – affermando che Pozzallo ha subito dei danni di immagine. Quel che accade in quella città si ripercuote nel turismo, settore economico fondamentale, ma mentre Lampedusa ha ricevuto 20 milioni di euro tramite un’apposita delibera del Cipe del 29 aprile 2015 in forma ‘risarcitoria’ per lo sforzo di quella comunità, Pozzallo è rimasta a bocca asciutta per precise responsabilità del Governo. Con l’arrivo dell’estate i problemi legati alle strutture, alla sanità e al turismo di Pozzallo non faranno che acuirsi – conclude Mauro – ed è chiaro che al Governo prima di ogni altri spetta il compito di intraprendere la strada migliore per risolvere queste criticità, smettendola per una volta di nascondere la testa sotto la sabbia”.

Consorzio universitario, Mauro (FI): “Riaprire subito confronto con ex Provincia”

consorzio-universitario-ibleo“Dopo l’approvazione della Finanziaria regionale che lascia a bocca asciutta il Consorzio Universitario di Ragusa, mettendo a rischio l’attività didattica, il Governatore Crocetta si è affrettato a dire che l’Università a Ragusa non chiuderà, ma i fatti sembrano essere altri: l’art. 76 della Finanziaria concede 800mila euro al Consorzio Universitario di Agrigento e 600mila a quello di Trapani. Il Consorzio universitario ibleo dimenticato”. Lo dichiara il sen. Giovanni Mauro, commissario e portavoce di Forza Italia in provincia di Ragusa e già presidente del Consorzio Universitario Ibleo.  “Sempre lo stesso articolo della Finanziaria – continua Mauro – attribuisce le funzioni di sostegno per i Consorzi universitari alle ex Province, nel caso di Ragusa quello stesso ente che ha deciso di ritirare la sua partecipazione societaria. Crocetta non poteva non sapere”.  “Una questione affrontata con superficialità dall’attuale governance del Cui che – prosegue – non mi risulta abbia chiesto alla deputazione regionale iblea di muoversi a difesa dei fondi che sono stati stanziati negli anni precedenti. Una responsabilità da dividersi equamente con i parlamentari che sostengono Crocetta come l’ex sindaco della città e con il riferimento all’Ars del primo cittadino in carica che con la presidenza del Cui dovrebbe avere un filo diretto”. “Il presidente della Regione, comunque, si è accorto dell’errore e parla di un problema ‘facilmente risolvibile’ a luglio in occasione delle variazioni di bilancio e che affronterà la questione con il Commissario Cartabellotta con il quale però – conclude Mauro – bisogna riaprire subito il tavolo di confronto in modo che anche il Libero Consorzio di Ragusa faccia la sua parte. Questa volta in modo deciso e senza ripensamenti”.

L’on. Ragusa parla di ricadute positive per la provincia iblea dalla Finanziaria approvata all’Ars

OLYMPUS DIGITAL CAMERADopo la maratona all’Ars e l’approvazione della legge finanziaria, l’on. Orazio Ragusa elenca le ricadute positive per l’area iblea contenute nello strumento di programmazione del bilancio previsionale 2015 della Regione. “A cominciare dai due milioni di euro destinati alla legge speciale su Ibla, – dice il deputato Udc – oltre al milione di euro recuperato in extremis per l’aeroporto di Comiso, allo scopo di garantirne la prosecuzione dell’attività fino a quando la convenzione con l’Enav non sarà inserita nel protocollo nazionale con il Governo, e al milione e mezzo di euro che sarà destinato al Corfilac di Ragusa che potrà così proseguire la propria azione di ricerca sebbene i fondi non siano adeguati alle richieste”.

VANDALIZZATI I BAGNI PUBBLICI DI PUNTA SECCA, IL SINDACO IURATO: “INTOLLERABILE LA MANCANZA DI SENSO CIVICO”

franca iurato 7“Dopo avere già avviato, in vista dell’arrivo dell’estate, il bando di gara per il salvataggio in mare e la vigilanza lungo il litorale camarinense, l’installazione delle docce e delle passerelle, inoltrate alla Capitaneria di porto di Pozzallo le richieste relative, e numerosi altri piccoli interventi, fra cui acquistare tabelle per segnalare dove sono situati i bagni pubblici a Casuzze e Punta Secca, quelli fissi ed eventualmente quelli mobili, ecco la bella sorpresa”. Lo dichiara il sindaco di Santa Croce Camerina che, facendo riferimento ai bagni pubblici di Punta Secca installati vicino alla sosta degli autobus, spiega che sono stati vandalizzati. “Il vandalismo, l’inciviltà e la mancanza di senso civico che constatiamo quotidianamente – continua Franca Iurato – risultano intollerabili, oltre che costosi per gli interventi di ripristino. I controlli e la vigilanza non sono sufficienti per scoraggiare questo degrado, aggravato dalla mancanza di senso civico di cui quotidianamente abbiamo prova. La mia è una amara considerazione perché si potrebbe fare altro se non ci si dovesse occupare di intervenire dove già tutto era a posto”.

 “Scicli sciolta per mafia nel momento sbagliato”

scicli_piazza_4167876681Scicli Bene Comune, in dissenso con il “provvedimento tardivo di scioglimento del Consiglio Comunale”, vuole chiarire che con i cosiddetti “responsabili” è stata sempre in netta contrapposizione politica. “Abbiamo più volte detto – dichiara il coordinamento di Scicli Bene Comune -che l’Amministrazione Susino doveva finire nello stesso giorno in cui la sua maggioranza si era sgretolata per incapacità, così come l’amministrazione Venticinque, fini con la stessa coalizione. Da subito abbiamo preso le distanze dai consiglieri eletti nella nostra lista, ma solo esclusivamente per coerenza politica e non perché avevamo o abbiamo dubbi sulla loro onestà”. Il coordinmeto provinciale e il circolo Sel di scicli si augurano che i commissari che gestiranno la città per i prossimi due anni, abbiano la forza di azzerare il burocratismo esasperato della macchina comunale, abbiano il coraggio di ridimensionare dirigenti che in questi anni hanno gestito la cosa pubblica come un proprio sultanato. Siano al contempo attenti alle voci sane della città. Offrano possibilità di confronto e dialogo con la popolazione”.

CHIUSA GUARDIA INTERDIVISIONALE NOTTURNA ALL’OSPEDALE DI MODICA

ospedale maggiore definitivoLa soppressione da parte della dirigenza dell’A.S.P. della guardia notturna al “Maggiore” desta  preoccupazione al Pd di Modica. “Pur continuando a essere in vita il servizio di reperibilità dei vari medici dei reparti, – dichiarano i democratici – di fatto questa soppressione si tradurrà in ulteriore aggravio di carico di lavoro sul personale addetto al pronto soccorso da adesso chiamato a dividersi tra le emergenze esterne e quelle interne. Questo è un indebolimento dei servizi sanitari di prima necessità per i cittadini”.  Il Partito Democratico di Modica invita la dirigenza dell’A.S.P. a revocare questa decisione e trovare soluzioni che rafforzino, anziché indebolire, i servizi sanitari di prima linea. Sull’argomento interviene anche Sel. Il  consigliere comunale Vito D’Antona afferma che si tratta di un altro duro colpo alla rete dei servizi nella città di Modica. “Chiediamo al Sindaco di Modica, in primo luogo, – dichiara D’Antona – se sia stato tenuto all’oscuro della decisione dell’Asp o se i vertici dell’Asp hanno concordato tale decisione con il Sindaco; solo pochi giorni fa, il 20 aprile, infatti, come riportato nel sito istituzionale del Comune, dopo una riunione a Ragusa il Sindaco esprimeva la propria soddisfazione per l’esito dell’incontro avuto tra la conferenza dei sindaci e il direttore generale dell’Asp, Aricò, e concludeva che l’incontro aveva fatto emergere alcune priorità, tra le quali un potenziamento infrastrutturale e un adeguata dotazione organica anche per Modica. Invece, a quanto sembra solo qualche ora dopo è stato soppresso un importante servizio all’Ospedale Maggiore”.

MINARDO SULLA RAGUSA-CATANIA: VIGILEREMO AFFINCHE’ IL GOVERNO NON TERGIVERSI PIU’

nino minardo“Dall’incontro tra il nostro Capogruppo Maurizio Lupi e il Ministro Delrio, è emersa la disponibilità del Governo a mantenere prioritaria Ragusa Catania come infrastruttura strategica. Infatti, il ministro ha sottolineato che si è in attesa del nuovo piano economico da parte del promotore”. A dirlo è Nino Minardo, deputato del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc). “Nel corso dell’incontro – continua Minardo – si è discusso delle infrastrutture siciliane e in particolare l’esclusione della Ragusa Catania dalle infrastrutture strategiche. Continueremo a vigilare affinché le parole del Ministro diventino realtà ed il Governo non tergiversi più e non perda più tempo su un’opera così importante. Si tratta di un’opera strategica e molto attesa per il territorio ibleo”.

Aeroporto di Comiso salvato –  Assenza: “Infrastruttura vitale per l’intera Sicilia”

profilo foto“Dopo giorni e ore di vera e propria battaglia, in Commissione bilancio prima e in Aula dopo, con la proposizione di vari emendamenti e ordini del giorno, dopo vari interventi, anche piuttosto duri, siamo riusciti a garantire la sopravvivenza dell’Aeroporto di Comiso per ultimare la fase di start up, in attesa che il Governo nazionale inserisca il nostro Scalo nel contratto di programma e di servizio Enav”. A dichiararlo è il deputato di Forza Italia Giorgio Assenza, dopo l’approvazione in sede di Finanziaria di un emendamento che prevede lo stanziamento di ulteriori fondi per l’infrastruttura iblea. “Si doveva scongiurare a tutti i costi – prosegue il deputato ibleo – che alla data di scadenza della convenzione cessasse la fornitura dei servizi, così rischiando seriamente di far chiudere, dopo appena due anni, e con risultati ottimali, l’Aeroscalo di Comiso”.

SCICLI, DICHIARAZIONE DELLA SENATRICE PADUA

1396119724-venerina-padua-e-passata-con-matteo-renziDopo avere appreso la decisione del ministro dell’Interno e del Governo nazionale, la senatrice del Pd, Venera Padua, ha rilasciato la seguente dichiarazione sul caso Scicli: ” Sono rimasta attenta all’evolversi di fatti, accuse di reati gravi, accertamenti sempre più estesi e riguardanti profili sociali, economici e politici della città. Sono stata accusata di non sottoscrivere appelli e di non difendere la città dalla mia posizione politica ed istituzionale: quasi una sorta di deus ex machina della tragedia greca, che avrebbe dovuto trasformare la tragedia in commedia od operetta. Ma la correttezza della mia posizione istituzionale è stata ed è quella di rispettare il lavoro ed i compiti dei diversi organismi dello Stato e delle sue istituzioni. E ciò anche in un momento come questo, in cui la mia città di origine e di vita personale, familiare e ricca di amici onesti e lavoratori silenziosi ed efficaci, subisce l’onta dello scioglimento delle istituzioni politiche ed amministrative, perché intaccate da vicende illegali e “mafiose”. La realtà, ove accertata, non va negata; anzi è quella realtà negativa e difficile da digerire a spingerci – come cittadini e come soggetti delle istituzioni – a cercare di togliere il male per rispondere con la limpidezza di azioni, di pensiero, di rapporti personali e sociali. Offro la mia piena disponibilità, da cittadina e da senatrice della Repubblica, perché Scicli abbia la possibilità concreta del riscatto e della rinascita. Il turbamento che attraversa il nostro pensare diventi fonte di “vita nuova” per ciascuno che vive o dimora o lavora a Scicli e per l’intero magnifico territorio da cui è costituita questa che è una tra le più belle città del mondo. Invito tutti, cittadini ed istituzioni sociali e associazioni, a riprendere un cammino interrotto e turbato”. – conclude la senatrice del Pd Venera Padua.

Vittoria, Arturo di Modica si dimette da assessore

p5aE’ durato poco l’impegno come assessore dell’artista Di Modica. Si è dimesso per impegni personali che lo trattengono a New York e gli  impediscono di continuare il mandato. “Con un gesto di grande sensibilità istituzionale – ha dichiarato il sindaco, Giuseppe Nicosia – visti gli impegni che continuano a richiedere la sua presenza a New York, Arturo Di modica ha rassegnato le dimissioni dalla carica di assessore. Per Vittoria sarebbe stato un valore aggiunto, e per questo lo ringrazio per la disponibilità che aveva offerto, ma sono certo che, anche se non ricopre più un ruolo istituzionale, Arturo saprà comunque essere vicino alla sua città e pronto, con la generosità che lo contraddistingue, a mettere a disposizione la sua arte e le sue idee”.

IL COMUNE DI SCICLI SCIOLTO PER MAFIA, NON SI VOTERA’ A MAGGIO

imagesLa prima dichiarazione dopo che il consiglio dei ministri ha sciolto il Comune di Scicli per infiltrazioni mafiose, giunge dal deputato Nino Minardo che scrive: “Dispiace il fatto che il comune di Scicli sia stato sciolto per infiltrazioni mafiose, ritengo che a questo punto sia stata l’unica soluzione possibile. La scelta del Ministero dell’Interno è mirata a ridare un futuro alla città di Scicli per troppo tempo bistrattata da fatti che hanno umiliato la collettività. Una scelta dolorosa ma inevitabile, è un fatto di straordinaria portata e gravità. La città di Scicli merita rispetto, era necessaria una svolta politica radicale per chiudere una stagione di discredito delle istituzioni democratiche e di delegittimazione della politica. Ora gli sciclitani hanno l’occasione del riscatto e della rinascita lasciandosi alle spalle questa triste stagione”.

Palermo dai 5 stelle attacco alla casta: emendamenti ed ordini del giorno per ridurre stipendi dei deputati e dei consiglieri comunali

imagesUn solo gettone al giorno per tutte le sedute di commissione e dei consigli comunali, tetto massimo all’importo dei gettoni di presenza e al loro numero mensile, che non potrà superare i 20, riduzione del numero dei componenti dei consigli. La risposta allo scandalo gettonopoli che il M5S sta scoperchiando in tutta la Sicilia è in tre emendamenti  al disegno di legge sui consigli comunali, sbarcato in questi giorni a sala d’Ercole, dopo che la commissione di merito aveva deciso di non decidere sul tema. “Ogni giorno – dicono i 5 stelle – scopriamo cose da far accapponare la pelle e che dimostrano che i consiglieri dovunque hanno inventato di tutto pur di portare a casa il massimo possibile. E’ ora di dire basta a questa attitudine a considerare le casse pubbliche come una sorte di bancomat”. Nello specifico Il numero dei consiglieri comunali, secondo la ricetta del M5S ,scenderebbe a 36 nei Comuni più grandi (oltre 500.000 abitanti) per diminuire gradualmente, fino a 6 nei Comuni con popolazione al di sotto di 3000 abitanti. Previsto il limite ai gettoni, che non potrà superare il numero di 20 al mese, mentre non sarà possibile erogare più di un gettone al giorno, indipendentemente dal numero di sedute effettuate. Prevista la riduzione anche degli importi dei gettoni, che per i Comuni più grandi è fissato a 70 euro. riguardo gli stipendi dei deputati regionalil’attacco del M5S è su due fronti, con con un ordine del giorno che impegna l’ufficio di presidenza alla riduzione a 5 mila euro lordi mensili e quattro emendamenti in finanziaria che prevedono la riduzione rispettivamente a cinquemila, seimila, settemila o ottomila euro. “L’ideale – dicono i 5 Stelle – è la riduzione a cinquemila euro lordi, ma vogliamo vedere se avranno la sfrontatezza di dire no pure ad ottomila euro. Non ci vengano a dire che sono pochi per fare politica. Noi la facciamo con 2500 euro nette”. 

Ars, Ok in commissione a due emendamenti a favore degli allevamenti del Ragusano

vanessa ferreriAll’Assemblea Regionale Siciliana sono stati approvati in commissione Bilancio due emendamenti firmati dai deputati iblei Vanessa Ferreri, Di Pasquale e Ragusa, attraverso i quali viene stanziato un milione e mezzo di euro al fine di favorire il ripopolamento delle stalle che sono state distrutte dalla brucellosi. Vengono anche incrementate le ore lavorative dei medici veterinari per le attività di controllo, prevenzione e lotta alle malattie animali. Gli emendamenti diventano così parte integrante del testo della finanziaria approdata oggi in Aula. In particolare l’art. 44, “Incentivazione all’acquisto e all’impiego di riproduttori animali”, prevede che l’assessorato Agricoltura incentivi il miglioramento qualitativo degli allevamenti attraverso il ricambio dei riproduttori maschi e femmine selezionati, nonché il ripopolamento delle stalle rispondendo alle esigenze di una zootecnia siciliana più aderente alle direttive comunitarie. A tal fine sono concessi aiuti in conto capitale, per un massimo del 25%, a fronte della spesa sostenuta per l’acquisto di animali riproduttori maschi e femmine delle specie e razze di interesse zootecnico.  La prima firmataria degli emendamenti, la deputata Cinquestelle Vanessa Ferreri, ha dichiarato: “Stanziati un milione e mezzo di euro per ripopolare le stalle distrutte dalla brucellosi. L’emendamento già inserito in finanziaria prevede anche l’incremento delle ore lavorative dei medici veterinari per le attività di controllo, prevenzione e lotta alle malattie animali”.

PRIMO MAGGIO ANARCHICO AD IBLA

primomaggio (1)Le origini del Primo Maggio risalgono al 1887, quando a Chicago furono impiccati 4 anarchici, rei di avere organizzato una manifestazione operaia per la rivendicazione delle otto ore di lavoro. Una provocazione da parte di guardie private e polizia portò all’esplosione di un ordigno, con conseguenze gravissime per i manifestanti. Gli anarchici vennero ingiustamente incolpati di quel delitto. Alcuni anni dopo un congresso socialista e operaio mondiale decise di ricordare “i martiri di Chicago”, dedicando il Primo Maggio alla rivendicazione internazionale delle otto ore di lavoro e alla lotta per migliorare le condizioni dei lavoratori. Per molto tempo il Primo Maggio fu un “giorno maledetto”, vietato e represso duramente. In molti Paesi i lavoratori scioperavano per onorare la giornata mondiale in ricordo delle vittime di Chicago e per la riduzione dell’orario di lavoro. Ma il Primo Maggio venne anche manipolato, in primo luogo dai regimi comunisti statalisti, che ne fecero una ricorrenza istituzionale, poi progressivamente anche negli stati capitalisti, che ne fecero la “festa del lavoro”. Infine anche la Chiesa cattolica ha dedicato a S. Giuseppe artigiano questa giornata. Il Primo Maggio ha così perso gran parte del suo contenuto rivendicativo ed evocativo per diventare una festa, una scampagnata. Gli anarchici in tutto il mondo tengono alta la bandiera del Vero Primo Maggio organizzando iniziative, o scioperi e altre manifestazioni laddove questo continua ad essere un “giorno maledetto e pericoloso” per i regimi. Quest’anno a Ragusa Ibla, in Piazza Pola, un fitto programma vedrà impegnati non solo gli anarchici e i libertari, ma anche diverse associazioni e organizzazioni che ritengono questo un giorno di lotta e di impegno sociale. Alle ore 16 avrà luogo un dibattito sul tema dei diritti: interverranno esponenti di associazioni che si battono per l’affermazione di diritti specifici: gay, coppie di fatto, migranti, sindacati di base, atei, animali, antimilitaristi e ambientalisti. Alle ore 18 il concerto del cantautore Luigi Calvo. Alle ore 19 Pippo Gurrieri affronterà, nel comizio, i principali temi di attualità, dal job act alla lotta NO MUOS, dalle stragi di migranti alla cementificazione del territorio ragusano e quella che si prepara nel centro storico. Alle ore 21,30 musica progressive con la band ragusana Act City Bad. Tutto il giorno verranno disposti pannelli controinformativi sull’Expo, sulla lotta NO MUOS, sul Kurdistan; e verrà diffuso materiale di propaganda.

Minardo: “L’Imu agricola va cancellata”  

nino minardo OK“Il viceministro Morando non giochi con le parole, l’Imu agricola va cancellata e non semplicemente rivista. Si tratta di una tassa ingiusta, una patrimoniale mascherata che sta mettendo in ginocchio un intero settore insieme a migliaia di imprenditori agricoli e coltivatori in tutta Italia”. E’ quanto dichiara il deputato nazionale Nino Minardo dopo l’intervento al Senato del viceministro Morando che ha avanzato l’ipotesi di rivedere l’Imu agricola, fatto, secondo lui, largamente condiviso e sottolineando che la disponibilità non è a superarla ma a rivederla. “Da mesi – asserisce Minardo – si ribadisce la necessita’ di una totale abolizione. Grazie a Ncd siamo riusciti già a ridimensionare l’impatto, aumentando la platea dei beneficiari esentati dal pagamento di questa imposta. C’è tutta la volontà di confrontarsi, ma se l’impostazione è quella soltanto di una revisione continueremo a dare battaglia”.

 

Polemiche sul consiglio “negato”, interviene il sindaco Iurato

franca iurato 7“Nessuno intende mettere in dubbio le prerogative istituzionali dei consiglieri comunali o di chiunque altro ne abbia titolo. E’ chiaro che l’opposizione fa il proprio mestiere, criticare è la cosa più semplice, ma chi amministra ha la responsabilità di fornire risposte. E sono proprio quelle che, attese dalla cittadinanza sul fronte della sicurezza, stanno arrivando, perché stiamo parlando di un problema che riguarda tutti noi”. E’ quanto afferma il sindaco di Santa Croce Franca Iurato replicando alle lamentele di tre rappresentanti dell’opposizione. “L’impegno sulla sicurezza profuso da questa Amministrazione – continua il primo cittadino – è sotto gli occhi di tutti, a cominciare dalla stipula del patto Santa Croce sicura. Le sollecitazioni inoltrate al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica e a tutte le autorità preposte sono sempre state accolte di buon grado e sono evidenti. Se si vuole fare polemica politica, per il gioco delle parti, lo si faccia pure. Tutto è migliorabile, tutto è perfettibile. Quando ci si occupa di tematiche fondamentali che riguardano la tranquillità e la serenità di tutti noi, occorrerebbe, però, fare un passo indietro anche sul piano della contrapposizione politica”.

RAGUSA, INCROCIO PERICOLOSO TRA LE VIE PIETRO NENNI E SEN. ANFUSO

L'incrocio tra via Nenni e via Anfuso“La pericolosità del crocevia tra le vie senatore Anfuso e Pietro Nenni continua a confermarsi giorno dopo giorno. E’ arrivato il momento di trovare una soluzione prima che qualcuno si faccia male sul serio”. Lo dice la consigliera comunale indipendente, Elisa Marino, a proposito di una intersezione viaria rispetto alla quale si registrano numerose segnalazioni di pericolosità. “Il fatto è – afferma la consigliera – che numerosi degli automobilisti e motociclisti che dovrebbero fermarsi allo stop, quelli che arrivano da via Nenni, non lo fanno. Per cui capita spesso e volentieri, a chi scende o sale da via Anfuso, di rischiare lo scontro. Proporrò in aula la creazione di una rotatoria sperimentale, attraverso l’installazione dei jersey, per attenuare il disagio. In attesa di ciò sarebbe indispensabile provvedere al ripristino della segnaletica orizzontale perché quella esistente è quasi del tutto sparita”.

Scroll To Top
Descargar musica