22-11-2017
Ti trovi qui: Home » Politica (pagina 30)

Archivio della categoria: Politica

NUOVA GIUNTA NICOSIA, ASSESSORE CANNIZZO INCOMPATIBILE SOSTIENE SEL

cannizzo-Pd-Vittoria-680x365Il Sindaco di Vittoria promuove la nuova giunta, sbandiera ai quattro venti che l’operazione è la conclusione di una grande azione di democrazia interna al suo partito e soprattutto nella città, ma dimentica due cose: la sua vecchia giunta si è letteralmente schiantata sulla questione morale per gli incarichi da 97 mila euro al figlio dell’Assessore Dezio; in questa nuova giunta sussiste un’incompatibilità grande quanto una casa”. Sono i due consiglieri di Sel al comune di Vittoria, Mustile Garofalo, che lo sostengono riferendosi al signor Cannizzo nominato Assessore ai servizi sociali.”In passato Cannizzo è stato Presidente di una cooperativa (Jumangi) che ha preso appalti dai servizi sociali del comune. Attualmente la stessa cooperativa continua a prendere appalti sempre dal comune, ma a dirigerla sono la mamma e la moglie del neo Assessore Cannizzo”. Sel quindi fa un elenco degli appalti aggiudicati alle cooperative dei familiari dell’assessore Cannizzo: “animazione e attività ricreative presso i centri anziani, assistenza domiciliare agli anziani, assistenza educativa territoriale per gli adolescenti, interventi a sostegno di minori, interventi in favore delle famiglie, servizi di assistenza per i malati di Alzheimer, servizio di assistenza scolastica specialistica. Su 18 progetti – scrive Sel di Vittoria – ben 8 sono affidati alla cooperativa dei familiari di Cannizzo per un totale di 310 mila euro su 627 mila euro di tutto il piano di zona dal 2012 al 2014, quasi il 50%. Come è possibile? Si fa un appalto pubblico, le cooperative che vogliono partecipare si raggruppano e con ribassi d’asta ridicoli pari all’1% si aggiudicano l’appalto. Tutto legale, tutto chiaro come il sole, tutto lecito!”. Sel ritiene che debba essere rispettato lo statuto comunale di Vittoria il quale recita che non si possono dare incarichi assessoriali a chi anche nel passato ha ricoperto ruoli attivi in imprese e cooperative che hanno lavorato con il comune.

IL COMUNE DI RAGUSA RICORRE AL TAR LAZIO CONTRO IL DECRETO MINISTERIALE SULL’IMU PER I TERRENI AGRICOLI

download (1)La Giunta Municipale  ha deciso di proporre ricorso al Tar del Lazio avverso il D.M. n. 66/2014 “Decreto esenzione dall’IMU per i terreni montani” contro il Ministero dell’economia e delle finanze ed il Ministero dell’Interno. Con lo stesso provvedimento è stato autorizzato il Sindaco a conferire apposto mandato al legale Prof. Avv. Antonio Bartolini. “Il Comune di Ragusa ha deciso di proporre ricorso al TAR Lazio – dichiara il Sindaco Federico Piccitto – in quanto ha ritenuto fortemente penalizzante il D.M. 66/ 2014 con cui il Governo ha rivisto la classificazione dei comuni montani eliminando i criteri precedentemente esistenti ed introducendo come criterio principale l’altitudine del Comune dal livello del mare, misurata dalla Casa Comunale. Abbiamo intravisto nel suddetto decreto diversi profili di illegittimità tra cui la violazione del principio di irretroattività delle norme”. Il Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Iacono, che nei giorni scorsi aveva fatto appello ad opporsi al provvedimento governativo, dichiara: “ La scelta del Comune di Ragusa è buona e giusta ed ancora di più perché è all’interno di un’azione congiunta di tutti i comuni proposta dell’Anci  Sicilia”.

L’ON. SEBASTIANO GURRIERI COORDINATORE PROVINCIALE DI SICILIA DEMOCRATICA

images (2)L’on. Lino Leanza, in qualita’ di coordinatore regionale, ha nominato l’on. Sebastiano Gurrieri coordinatore provinciale di Sicilia Democratica. Una nomina che, premiando anche l’attento lavoro svolto dall’on. Gurrieri nella gestione commissariale della Camera di Commercio iblea, asseconda il programma di Sicilia Democratica volto a sostegno delle piccole e medie imprese entro un quadro di valorizzazione delle eccellenze iblee,del comparto agricolo e delle infrastrutture. “La nomina di Gurrieri – si legge in una nota di Leanza – i prefigura altresì un momento qualificativo dell’iniziativa di Sicilia Democratica nel Ragusano perchè arricchisce i propri quadri dirigenti di una figura che ha maturato una esperienza militante e politica soprattutto su questioni già definite, come l’aeroporto di Comiso ed il raddoppio della statale 514?.

VITTORIA, VENERDI’ FIACCOLATA CONTRO IL TERRORISMO

download (3)Venerdì 16, l’associazione MoVIS , la Cgil, l’associazione per i diritti umani, il Comune stanno organizzando l’unica fiaccolata in Sicilia per ricordare i recenti fatti di Parigi che hanno scosso l’intero mondo civile e democratico. La manifestazione si svolgerà nel seguente modo: concentramento alle ore 17:30 in via Cavour angolo via Milano (zona pedonale);e’ previsto l’attraversamento della via Cavour  fino a Piazza del Popolo dove interverranno rappresentanti delle Associazioni promotrici e il console Tunisino della Sicilia Ben Souissi Farhat.

Regione: Approvato il Regolamento sull’Albergo Diffuso

 

download (2)E’ stato approvato in Giunta regionale il Regolamento sull’Albergo Diffuso previsto dalla legge targata M5s n.11 del 2013.  “E’ enorme la soddisfazione, – afferma la prima firmataria del testo di legge, la parlamentare Cinquestelle Claudia La Rocca – l’ultimo tassello finalmente è stato posizionato; l’imminente pubblicazione del Regolamento sulla Gazzetta ufficiale, infatti, renderà effettiva l’applicazione della norma che sviluppa il vero turismo Made in Sicily. Questa legge – continua La Rocca – approda nella nostra regione con l’intento di riconoscere la vocazione turistica dei centri storici e dei bellissimi borghi presenti. Fra gli obiettivi, fermare l’apparente inarrestabile spopolamento dei piccoli comuni. Si tratta di una forma di ricettività innovativa – aggiunge – la cui idea chiave è quella di dislocare gli alloggi turistici nelle abitazioni del centro storico ed, allo stesso tempo, garantire la presenza di locali adibiti a spazi comuni per gli ospiti”.L’assessorato al Turismo rende noto che già dalle prossime ore il regolamento dovrebbe essere pubblicato sul sito della Regione. “Un tassello importante, – afferma l’intero gruppo parlamentare M5s – in un’isola che ha già tanto da dare, questo sarà uno strumento concreto in più per per la destagionalizzazione di un turismo sostenibile e relazionale”. I parlamentari del Movimento 5 Stelle organizzeranno al più presto un convegno all’Ars, “così da rendere noti ai cittadini gli effetti della legge ed i vantaggi che la stessa porta con sé. E’ importante che l’iniziativa venga incentivata nella prossima programmazione 2014/2020″. L’albergo diffuso, la prima legge di iniziativa parlamentare di questa legislatura,  è una delle quattro leggi targate M5S approvate dall’Ars, anzi 5 se si considera che il testo base del ddl voto sull’impignorabilità della prima casa è del Movimento.

GELATA DI CAPODANNO NELLA SICILIA SUD-ORIENTALE, LA REGIONE AUTORIZZA LE PROCEDURE PER LO STATO DI CALAMITA’

images (1)L’Assessore Regionale dell’Agricoltura Nino Caleca ha rappresentato nel corso della Giunta di Governo la situazione di grande disagio che stanno vivendo gli agricoltori delle province di Siracusa e Ragusa a seguito delle gravi perturbazioni meteorologiche che si sono verificate nella notte tra il 31 dicembre ed il primo gennaio scorso. Il Presidente e la Giunta hanno concordato sulla necessità – una volta completate le necessarie  attività tecnico amministrative di ricognizione ed acquisizione delle richieste – di autorizzare l’Assessore Caleca a dar avvio alle procedure per la richiesta di dichiarazione dello stato di calamità. L’Assessore Nino Caleca ribadisce la volontà di concretizzare gli impegni assunti nei confronti degli agricoltori durante le sue visite nel territorio effettuate il 2 ed il 9 gennaio scorso. “L’Assessorato Agricoltura – dichiara l’Assessore Nino Caleca – è stato sin da subito sensibile al grido di allarme sollevato dagli agricoltori che operano nella Sicilia sud orientale. Già il 2 gennaio insieme ai tecnici – ha continuato l’Assessore Caleca – ho effettuato una ricognizione dei luoghi per verificare l’entità dei danni prodotti dalle gravi perturbazioni atmosferiche che hanno divelto serre e distrutto in alcuni casi l’intero raccolto. Gli uffici hanno riscontrato le istanze in tempi rapidissimi e già nel corso dei prossimi giorni si potrà definire il lavoro propedeutico per la dichiarazione dello stato di calamità”.

VECCHI LUPI E GIOVANI AGNELLI

download (2)Arriva il commento critico e pungente di Sinistra Ecologia e Libertà alla nuova giunta del sindaci di Vittoria Peppe Nicosia. “Nuova prospettiva o fumo negli occhi la nuova Giunta Nicosia? Dopo due anni di tribolazioni e di disastri amministrativi che sono culminate con le dimissioni di massa degli assessori, viene proposta alla città dal sindaco Nicosia una giunta ruffiana che tenta di strizzare l’occhio ai vittoriesi i quali hanno capito che non c’è più nulla da fare se non rinnovare questi amministratori. Hanno fallito – scrive Sel – e sperano di riparare in extremis nascondendo una dura realtà: il PD è in rotta di collisione e a forte rischio di implosione interna, non ha un progetto di governo per questa città e soprattutto non è più maggioranza non solo in consiglio, ma nei cuori dei cittadini. Una giunta che mette assieme vecchi lupi e giovani agnelli, che non risolve i problemi grandi quanto una casa delle incompatibilità degli assessori. Preferiamo in questo momento – dice Sel – aspettare gli eventi per capire e giudicare, anche se alcune nomine sembrano poco opportune  in quanto la città auspicava una giunta formata da persone che non offrissero sospetti di alcun conflitto di interesse. Il  sindaco invita i nuovi assessori a correre e ad operare secondo una progettualità efficace per recuperare ciò che la improvvida  scelta politico-amministrativa precedente non è riuscita a concretizzare. Con questa operazione il sindaco ha smentito sè stesso in quanto  ha espresso pubblicamente un giudizio di fallimento della sua impostazione politica non essendo riuscito a realizzare punti fondamentali del suo programma politico. La città si aspetta che almeno alcune delle questioni più importanti vengano affrontate e risolte. Sono nove anni che la città aspetta dal sindaco Nicosia risposte concrete e definitive.  Sarà la volta buona? Noi no ci crediamo!”- concludono i consiglieri Giuseppe Mustile e Mariella Garofalo di Sel.

  DICHIARAZIONE MIRABELLA SULL’ESIGENZA DI AVERE UN PIANO COMMERCIALE A MARINA DI RAGUSA

foto consigliere Giorgio Mirabella“Ci si ostina a parlare di turismo e strategie ma poi si dimentica che prima di tutto si deve partire da una programmazione che sia normata da un adeguato piano commerciale”. E’ la sintesi del pensiero del consigliere di Idee per Ragusa Giorgio Mirabella che lamenta l’assenza di uno strumento di programmazione fondamentale. “Chiedo all’assessore allo sviluppo economico Salvatore Martorana di provvedere a indire da subito una riunione con gli organismi comunali delle commissioni competenti e con i dirigenti di settore, per cominciare, per la prima volta a Ragusa, a discutere della predisposizione di un piano commerciale, da attivare per la prossima stagione. Sarebbe uno strumento innovativo, ma che soprattutto detterebbe le regole, in modo da evitare situazioni e postazioni che non alimentano affatto il commercio, anzi lo penalizzano. Ritengo sia fondamentale che per servizi di questo tipo, ci si debba rifare ad un regolamento in cui vengano individuate le aree di parcheggio libero e a pagamento, le tipologie commerciali esistenti, gli orari di apertura e chiusura, le emissioni sonore, le postazione da riservare ai venditori ambulanti, tutto ciò che ha a che fare con la somministrazione di cibo e bevande, i dehors. Insomma un decalogo a cui fare riferimento. Ciò consente – prosegue Mirabella – di dare un assetto ordinato e soprattutto mettere i turisti nelle condizioni di poter meglio comprendere l’offerta dei nostri luoghi. Ciò consentirebbe anche ai commercianti di poter aver rispettato il loro lavoro, al pari di coloro che si occupano di ristorazione. E’ assurdo immaginare che abbiamo un porto turistico che risulta essere un vero e proprio catalizzatore di movimentazione estera, e non avere un regolamento commerciale”.

TARI A MODICA

ivana castelloIvana Castello, Consigliere comunale del Pd di Modica, interviene dopo che la giunta Abate ha assunto una delibera per introdurre la possibilità di rateizzare il pagamento della Tari. La consigliere di opposizione si chiede il senso di rateizzare “pagamenti non dovuti”. “Lei – afferma Ivana Castello rivolgendosi al Sindaco – ha emesso un ruolo Tari che supera di un milione e mezzo il costo del servizio; il ruolo dell’acqua che supera di un milione il costo del servizio; ha applicato una aliquota Tasi che è quasi il doppio della minima fissata dal Ministero; e tutto per conseguire un avanzo di bilancio. I cittadini le mandano a dire che prima deve restituire il surplus incassato e poi si può parlare anche di rateizzazione”. La consigliere Pd chiede che l’argomento sia discusso al primo Consiglio utile.

PARTECIPIAMO PER RAGUSA IBLA E IL CENTRO SUPERIORE

partecipiamoIl Direttivo di Partecipiamo esprime soddisfazione per l’approvazione, all’interno del Piano di Spesa della Legge per Ibla, degli emendamenti e dell’atto di indirizzo presentati, primo firmatario il  Presidente del Consiglio Giovanni Iacono e la Consigliera Mirella Castro. Partecipiamo aveva espresso, complessivamente,  attraverso il proprio rappresentante in Giunta Salvatore Martorana e in Commissione centri storici Arch. Elena Azzone, giudizio favorevole sul piano a cominciare dall’acquisizione della Chiesa di Santa Maria dei Miracoli. In modo particolare gli emendamenti hanno riguardato nuovi interventi ed eventi: ulteriori somme per il riadattamento di strutture esistenti ad uso culturale-teatrale nel centro storico superiore, illuminazione artistica dei palazzi e delle chiese che vanno dal tratto di Piazza Hodierna fino a Piazza Duomo, riqualificazione della salita dell’orologio, catalogazione, restauro ed illuminazione delle edicole votive con la creazione di un percorso delle edicole votive. Nuove opere e nuovi eventi hanno riguardato anche l’atto di indirizzo predisposto dal Presidente del Consiglio Comunale ed in modo particolare: la riqualificazione con una adeguata illuminazione di via Scalazze che corre lungo il muro bizantino rimasto, l’eliminazione delle barriere architettoniche per l’accesso al Duomo di San Giorgio e per l’accesso tra via Ottaviano e Via Torrenuova, il restauro dell’Arca Santa conservata nel Duomo, la progettazione dello spazio polifunzionale su piazza Dott. Solarino, l’istituzione della Settimana Santa di Ibla, il ripristino della manifestazione del Martirio di San Giorgio il cui primo evento risale al 1630.

INCONTRO PD SUL PAES

invitoIl circolo Rinascita Democratica del Pd di Ragusa ha promosso per lunedì 12 gennaio, nella sede di via Meli 22, un incontro sul Paes, il Piano d’azione per l’energia sostenibile, avente per tema: “Le azioni per l’energia sostenibile della nostra città”. L’appuntamento si terrà a partire dalle 18. Per conoscere meglio il Paes ci saranno relazione di alcune figure tecniche. L’obiettivo del circolo è di formulare le migliori proposte per garantire la migliore applicabilità, in città, del suddetto strumento di pianificazione.

RAGUSA, DICHIARAZIONE CONSIGLIERE STEVANATO SU MODIFICHE REGOLAMENTO

foto consigliere Maurizio Stevanato“Il 23 febbraio sarà convocata la sessione del consiglio comunale con all’ordine del giorno la modifica del regolamento consiliare”. E’ quanto deciso vernerdì nel corso della conferenza dei capigruppo di Ragusa, di cui da notizia il consigliere del Movimento Cinque Stelle, Maurizio Stevanato. “Si tratta senza ombra di dubbio – ha commentato il consigliere del Movimento Cinque Stelle, Maurizio Stevanato – di un importante riconoscimento al lavoro sinora condotto dal gruppo consiliare che, sin dall’insediamento e ancor prima durante la campagna elettorale, aveva puntato l’attenzione sull’importanza di modificare il regolamento consiliare. Dopo diciotto mesi di amministrazione, ci siamo realmente resi conto della necessità di ridurre i numeri e migliorare l’efficienza di un regolamento che, come era stato strutturato, non sempre era semplice e snello, soprattutto nella fase esecutiva. E’ chiaro che, espletati tutti i passaggi burocratici e propedeutici, il regolamento sarà attuato in corso d’opera, senza la necessità di attendere la nuova legislatura. Ciò comunque vuol dire che non ci sottrarremo al dialogo e al confronto, e la proposta formulata dal nostro gruppo consiliare sarà passibile di modifiche e potrà essere emendata, senza ovviamente tradire il principio originario con cui è stata predisposta. L’obiettivo che ci siamo posti – continua Stevanato – è quello di rendere più agevoli tutti gli apparati che hanno a che fare con il consiglio comunale, l’organigramma dei gruppi consiliari e delle commissioni, e soprattutto che ci sia un reale risparmio economico per l’Ente”. Ricordiamo che la proposta ha come primo firmatario il consigliere Stevanato, e come secondo Carmelo Ialacqua di Movimento Città.

Ordine pubblico a Modica – D’Antona sollecita il Comune

vito dantonaDa alcuni mesi la città di Modica è interessata da una straordinaria e preoccupante recrudescenza di fenomeni di microcriminalità che riguarda l’intero territorio cittadino, dai quartieri del centro storico alla periferia e alle frazioni di Frigintini e di Marina di Modica. A ricordarlo è il consigliere comunale di Sel Vito D’Antona che aggiunge: “Si susseguono continuamente furti, rapine, aggressioni, atti vandalici notturni, fino a risse nel centro, che determinano un sentimento di paura e di insicurezza tra i cittadini”. D’Antona ritiene che la crescente emergenza non può essere gestita in modo ordinario, ma è doveroso intervenire tempestivamente attraverso un piano coordinato di misure che blocchi sul nascere questi fenomeni e riporti serenità tra i cittadini, agibilità, sia nei quartieri del centro storico sia nelle frazioni e nelle zone di campagna, e sicurezza tra gli operatori economici. “Rispetto all’impegno profuso quotidianamente dalle forze dell’ordine, anche con ottimi risultati, fino agli episodi di qualche giorno addietro, è necessario – secondo D’Antona – che il Comune di Modica faccia per intero la sua parte: occorre tempestivamente avviare il servizio di videosorveglianza che, come è noto, costituisce da sempre un forte deterrente dell’azione delinquenziale, oltre che un valido supporto agli investigatori in caso di fatti criminosi. Da oltre un anno assistiamo a continue adozioni di provvedimenti relativi alla videosorveglianza (almeno tre delibere di Giunta) e a periodici annunci da parte del Sindaco sull’imminenza dell’avvio del servizio, oltre all’impegno contenuto nel programma elettorale, denominato “Occhio su Modica”, ma ancora non c’è nulla. Dopo un comunicato che fissava tra settembre e ottobre dell’anno scorso l’avvio del servizio, in una recente intervista il Sindaco aveva assicurato che le prime telecamere sarebbero state attivate entro la fine dell’anno”. “Non c’è più tempo da perdere; – conclude il consigliere di Sel – si passi dalle parole ai fatti; non servono i comunicati stampa o gli annunci. I cittadini, giustamente preoccupati, ci chiedono cosa impedisce ancora che il servizio di videosorveglianza venga attuato; l’Amministrazione Comunale, dopo tanto tempo e tanti annunci, ha il dovere di contribuire, per la sua parte, a ripristinare, come avviene già da tempo in altri comuni, un senso di sicurezza e di serenità”.

CONFERENZA PER PIANIFICARE INTERVENTI A MARINA DI RAGUSA PER LA PROSSIMA STAGIONE ESTIVA

DSCF9537

L’Amministrazione Comunale di Ragusa intende pianificare per tempo gli interventi indispensabili da attuare a Marina di Ragusa per la prossima stagione estiva. E’ questo il motivo per il quale si è tenuta presso la sala giunta, una conferenza di servizi a cui hanno partecipato l’Assessore al bilancio, programmazione partecipata e turismo, Stefano Martorana, l’Assessore ai lavori pubblici, Salvatore Corallo, l’Assessore ai beni culturali e spettacolo, Stefania Campo, il Dirigente del Settore sviluppo economico e beni culturali, Santi Distefano, il Dirigente del Settore  manutenzione e gestione infrastrutture, Michele Scarpulla, il rappresentante del Comando della Polizia Municipale, Capitano Umberto Ravallese, la collaboratrice del Sindaco in materia di promozione e valorizzazione di eventi culturali a valenza turistica, Ornella Tuzzolino, nonchè funzionari di alcuni servizi tecnici ed amministrativi dell’Ente. L’incontro, coordinato dall’Assessore Stefano Martorana, ha dato modo di mettere a fuoco alcuni interventi che dovranno essere messi in atto a Marina di Ragusa per affrontare al meglio la prossima stagione estiva. In particolare si è parlato della necessità di ampliare il periodo del servizio di pulizia delle spiagge facendolo partire già dal mese di aprile fino a tutto il mese di ottobre; ciò in considerazione del fatto che i flussi turistici si mantengono per un periodo più lungo dell’anno anche grazie alla piena operatività di vettori che sfruttano lo scalo dell’aeroporto di Comiso. Attenzione è stata posta anche sulla necessità di potenziare il servizio di approvvigionamento idrico. Programmata altresì l’installazione di tre bagni pubblici autopulenti che dovrebbero essere installati  allo Scalo Trapanese, in Piazza Malta e nei pressi dell’area a verde di Padre Pio, ubicata  tra Via Caboto e Via Citelli. E’ stato altresì concordato di migliorare la segnaletica stradale per indicare i punti di maggiore interesse turistico, come ad esempio l’area attrezzata per i camper ubicata nella zona di Contrada Gaddimeli. Per quest’ultimo sito si valuterà anche la possibilità di ampliarlo in modo di potere ospitare un numero maggiore di camper. Nel corso della riunione è stata inoltre valutata la richiesta di numerosi operatori turistici che hanno chiesto al Comune di programmare con anticipo gli spettacoli di proporre in estate in modo d’avere la possibilità di poterli pubblicizzare inserendoli nei pacchetti – vacanza che dovranno essere pronti quanto prima. La conferenza di servizio è quindi servita per definire meglio i servizi che dovranno essere curati da ciascun settore dell’Ente, i cui dirigenti saranno chiamati e verificarne fattibilità e costi, per approntare così un apposito piano che verrà discusso nel corso del nuovo incontro già programmato per il 9 febbraio prossimo, alle ore 10.

Imu terreni agricoli, il sindaco Piccitto sospende l’applicazione della tassa

downloadLa scelta del Sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, di avere sospeso la proposta di Giunta per il Consiglio Comunale di recepimento delle norme introdotte dal Governo Renzi che ha modificato i criteri per l’applicazione dell’esenzione IMU sui terreni agricoli trova la piena condivisione da parte del Presidente del Consiglio Comunale  Giovanni Iacono. “Si tratta – spiega il Presidente Iacono – di nuovi criteri normativi che pongono il Comune di Ragusa, per la prima volta, a dover versare l’imposta per i terreni agricoli. La scelta quindi di attendere il pronunciamento per la trattazione collegiale della richiesta di annullamento del decreto interministeriale del 28.11.2014 dinanzi al TAR Lazio previsto per il 21 gennaio 2014 è stata difficile ma giusta. Difficile perché il governo Renzi tagliando ai Comuni 350 milioni di euro del fondo di solidarietà ha effettuato un minore trasferimento al Comune di Ragusa di 1.400.000 euro, imponendo, – a compensazione – l’istituzione dell’IMU per i terreni agricoli. Il risultato è quindi la mancanza di ulteriori somme che erano state previste in bilancio ed è legittima la preoccupazione dell’Assessore al bilancio. Il metodo del governo centrale è incommentabile. Ti tolgo ciò che è dovuto ed atteso per imporre nuove tasse con effetto retroattivo e con scadenze immediate. E’ quindi doveroso – afferma il Presidente del Massimo Consesso di Ragusa Giovanni Iacono –  opporsi con tutti i mezzi leciti e democratici che la Costituzione garantisce, ad una norma che è irragionevole per i criteri utilizzati, produce effetti pesanti ed imprevedibili per i bilanci già approvati dai comuni con pesanti, inevitabili, conseguenze per l’erogazione dei servizi ed è ingiusta e grave per l’inusuale effetto di retroattività. La fondatezza di tali ragioni sulle ‘falle’ della norma è stata già colta nel primo pronunciamento del TAR Lazio ma il problema non è ovviamente risolto. Faccio quindi un accorato appello alla mobilitazione; Sono certo infatti che il Consiglio Comunale di Ragusa sarà unito insieme al Sindaco per una battaglia comune con gli altri Sindaci, Consigli Comunali, ANCI Sicilia e con le altre ANCI regionali, con i parlamentari nazionali e regionali e le organizzazioni agricole di categoria affinché tale errata ed ingiusta imposizione, venga definitivamente eliminata”- conclude Giovanni Iacono.

VITTORIA, LA NUOVA GIUNTA NICOSIA

download (2)Lunga e travagliata la crisi al Comune di Vittoria. Il sindaco Nicosia finalmente è riuscito a formare la nuova squadra che contempla solo una “vecchia” presenza: riconfermato infatti Filippo Cavallo. Questi gli altri nomi: Enzo Cilia (urbanistica ex ambiente, bilancio e programmazione economica, Tributi), Francesco Cannizzo (solidarietà, anagrafe stato civile), Lisa Pisani ( sviluppo economico, agricoltura,turismo), prof Gaetano Bonetta -gia preside della facolta di lettere e filosofia e scienze della formazione – (pubblica istruzione, formazione, gestione e rilancio strutture museali e culturali), maestro Arturo Di Modica ( progetti culturali ed artistici, creatività e promozione delle eccellenze vittoriesi nel mondo, gemellaggi artistici culturali ed economici con la grande mela).

Tari, la Cgil di Modica attacca l’amministrazione

IGNAZIO-ABBATEQuesta la dichiarazione del Segretario Generale della Cgil di Ragusa e del Segretario della Camera del Lavoro di Modica sulla Tari. “Dunque i cittadini modicani per la tassa raccolta rifiuti (TARI) hanno pagato 10,6 milioni di euro e il il costo del servizio è stato di 8,9 milioni di euro. In pratica hanno pagato 1,7 milioni di euro in più delle spese effettuate per il servizio del 2014. Non crediamo che ci sia un solo comune in Italia dove le cose siano andate così. Ancora una volta è stato pantalone a pagare, l’emersione dell’evasione non c’entra nulla. Ecco un’altra voce di entrate, stavolta vere, che stanno pagando gli ignari modicani, dissanguati da una TASI altissima (1,85 per mille) e da una TARI sproporzionata viste le entrate in eccedenza. Dunque le spese dell’Amministrazione Abbate  non sono solo folli ma da pessimo codice etico- amministrativo vista la provenienza di alcune entrate. Poiché, comunque, l’80% dei modicani non ha pagato la seconda rata TARI in scadenza il 20 dicembre, l’unica cosa seria è operare lo sgravio sulla suddetta bolletta e per il 2015 fare un accertamento sull’effettivo costo del servizio. Il Kitsch non può essere a carico dei modicani, né è possibile fare sprechi con i loro soldi o intenerirsi sotto Natale con l’elemosina da 100 euro. Purtroppo si va solo verso un nuovo indebitamento per il quale i modicani pagheranno due volte”.

LA LINEA FERROVIARIA E IL PD

download (2)A Pippo Gurrieri responsabile Cub trasporti che da anni si batte affinchè le ferrovie iblee tornino a funzionare, non è piaciuto l’intervento del dirigente del Pd comisano Gigi Bellassai sull’argomento e così ha deciso di risponfdere mettendo in linea inconfutabili verità. Scrive Gurrieri: ” Avendo letto il comunicato del dirigente eco-dem  Gigi Bellassai sullo stato precario della nostra rete ferroviaria, scaturito dalla classifica annuale di Legambiente sulle 10 linee peggiori d’Italia  non possiamo che rimanere stupiti. La situazione della Siracusa-Ragusa-Gela è stata denunciata nel corso degli utlimi 30 anni i tutti i suoi risvolti, e crediamo che non vi sia più nulla da aggiungere. Che un esponente – non di primo pelo – del PD, ci torni ai primi del 2015 ci sembra un mero esercizio propagandistico, un’autopromozione. Bellassai, infatti, non dovrebbe rivolgere nessun appello tramite la stampa, dal momento che la situazione ferroviaria in provincia di Ragusa è peggiorata in primo luogo per l’assenteismo della classe politica e le scelte che da questa sono state fatte dall’alto dei ruoli istituzionali che ricopre. Ed il PD è al governo della regione da tempo (giunta Lombardo, tanti assessori ai trasporti e infrastrutture fa), ed è al governo nazionale, da Mario Monti a Renzi; governa i comuni di Vittoria e Comiso, e così via. Le scelte di regione e governo nazionale sono state disastrose per la nostra tratta ferroviaria; da circa un anno (11 mesi per l’esattezza) – scrive Pippo Gurrieri – l’assessorato regionale non concede un incontro al comune di Ragusa, che, in accordo con CUB Trasporti, Legambiente, Comitato pendolari, ha avanzato precise richieste, a partire dal ripristino delle corse per i pendolari, e di un passo concreto per la metropolitana di superficie a Ragusa. Anche sul potenziamento della tratta in direzione aeroporto di Comiso si sono fatte solo chiacchiere e pubblicità gratuita. Sarebbe bene che, più che produrre comunicati, gli esponenti del PD si rimboccassero le maniche – scrive Pippo Gurrieri – e cominciassero a fare cose concrete per le linea ferroviaria, dall’alto dei posti di potere che ricoprono. Altrimenti queste prese di posizione rappresentano solo un esercizio di  ipocrisia bella e buona”

La scuola di formazione per amministratori e tecnici dei Comuni Virtuosi sbarca a Ragusa, grazie a Movimento Città

downloadRifiuti, energie alternative, partecipazione: tre sfide amministrative vinte in Italia da tanti Comuni virtuosi, che oggi diffondono le loro buone pratiche ad amministratori e tecnici. Tramite la Scuola di AltRa Amministrazione: una formula diretta e pratica di formazione, che indica una possibile amministrazione sostenibile anche per i Comuni siciliani. Movimento Città di Ragusa crede fortemente in questo progetto di diffusione di buone pratiche e grazie alla collaborazione con l’associazione Comuni Virtuosi è oggi in grado di offrire tre importanti occasioni formative in Sicilia. Nella magnifica cornice di palazzi barocchi del centro storico di Ragusa Ibla, in tre importanti appuntamenti di una giornata ciascuno, sindaci assessori e tecnici provenienti da Comuni virtuosi di altre regioni si confronteranno direttamente con quanti hanno a cuore il futuro della nostra isola: sindaci, assessori, consiglieri, tecnici, professionisti, cittadini che credono in una politica “sostenibile”. Il primo incontro è previsto per venerdì 6 febbraio 2014. Per approfondimenti: www.movimentocitta.it

BASTA DISCRIMINAZIONI, SOLIDARIETA’ AI SINDACATI DI BASE

1412532062-0-ragusa-vertenza-lavoratori-ditta-bussoA Sinistra Ragusa interviene a favore delle associazioni sindacali di base USB e CUB che hanno denunciato nei giorni scorsi (tramite comunicazione al Sindaco, all’assessore al ramo, al Prefetto) comportamenti poco trasparenti dell’impresa che gestisce i servizi di igiene ambientale nel capologuo ibleo, con particolare riferimento alle assunzioni di personale extra dotazione organica. “Nella pianta organica del cantiere di Ragusa risultano infatti 23 lavoratori assunti con un contratto part-time da Maggio 2011. Perché questi lavoratori – chiede A Sinistra Ragusa – non vengono utilizzati full-time cosi come da progetto presentato dalle associazioni sindacali di base al Comune di Ragusa nello scorso mese di Novembre? Questa proposta, complice il silenzio dell’amministrazione, fu allora osteggiata da una sola sigla sindacale. Che rapporti ci sono tra questa importante sigla sindacale e l’impresa che attualmente gestisce, in regime di proroga e con contratto scaduto, il servizio di raccolta dei rifiuti? E’ semplicemente un caso o una banale coincidenza che i continui provvedimenti disciplinari dell’azienda, come si evince dal comunicato congiunto di USB e CUB, vadano a colpire proprio quei lavoratori non iscritti a quella specifica sigla sindacale? Condanniamo qualsiasi discriminazione in ogni luogo ed ambito, ma, solidarizzando con i rappresentanti di USB e CUB, riteniamo ancora più grave ed inaccettabile il protrarsi di presunte discriminazioni sindacali all’interno di imprese che erogano servizi per il Comune di Ragusa e che quindi si alimentano con i soldi di noi contribuenti. Ci rivolgiamo – conclude A Sinistra Ragusa – a tutte le istituzioni competenti (Sindaco ed assessore al ramo in primis) perché, una volta accertata la veridicità dei  fatti sopra denunciati, intervengano pubblicamente a tutti i livelli per far si che venga ripristinato un clima di serenità e di trasparenza e venga salvaguardata la dignità di tutti i lavoratori”.

Scroll To Top
Descargar musica