17-08-2017
Ti trovi qui: Home » Pubblica Utilità (pagina 65)

Archivio della categoria: Pubblica Utilità

Nessuna traccia di Paolo Santini

Disorientato e confuso, smarrito in una strada di campagna, infreddolito e affamato. E’ l’ipotesi più ottimistica sullo stato vissuto attualmente da Paolo Santini, il 77enne di Giarratana, scomparso da sabato pomeriggio. Ed è anche la speranza dei familiari del pensionato, la figlia e la nipote che vivono con lui, che stanno trascorrendo giorni di grande apprensione, nel timore che il loro parente possa essere morto, caduto in un burrone. “Il signor Santini soffre di Alzheimer, quindi è certamente in uno stato di confusione e smarrimento – spiega l’amica di famiglia, Maria Grazia Tavano ecco perché bisogna raccomandare a chi lo avvista, di tenerlo sotto controllo, chiamare subito i carabinieri e non chiedergli niente per evitare che si possa agitare: semplicemente non perderlo di vista sino a quando non arrivano le forze dell’ordine”. Le ricerche del pensionato non sono mai state interrotte. Il pensionato è stato avvistato per l’ultima volta, alle 18 di sabato, all’interno del centro urbano di Giarratana. Una altra segnalazione è precedente, alle 16: un signore lo ha visto in una strada al limite tra il centro urbano e la periferia. Le due segnalazioni sono più che credibili, dato che, a Giarratana, tutti conoscono il signor Santini, un anziano in ottima forma fisica, (a parte l’Alzheimer non soffre di alcuna malattia e non assume alcun medicinale), che ama fare quotidianamente lunghe passeggiate fra le strade del centro montano. Il giorno in cui è scomparso indossava un paio di pantaloni in velluto di colore beige, una camicia con gilet, scarpe nere e un lungo giaccone bianco. Santini è alto circa un metro e 75, ha un’aria distinta, è un po’ stempiato e ha i capelli bianchi. Il caso è stato segnalato a “Chi l’ha visto”.

Abolizione Province Antoci: “E’ un falso problema, ecco uno studio della Bocconi”

“Abolire le Province, ma perché? Non sono mai stati diffusi dati oggettivi sui compiti e sui loro costi reali ma si continua imperterriti a ‘cavalcare’ l’onda dell’indignazione popolare per il costo della politica. Ora c’è una ricerca della Bocconi di Milano che sfata certi luoghi comuni sui presunti costi delle Province. Un dato su tutti: il costo delle Province in Sicilia per ogni singolo cittadino è di 132 euro. E’ una cifra davvero irrisoria”. Così il presidente della Provincia Franco Antoci interviene nel dibattito sull’abolizione o meno delle province. “Appare più opportuno decidere invece un immediato riordino delle istituzioni che portino a concedere alle Province competenze maggiori di quelle attuali. Che senso ha avere più di ottomila comuni, migliaia dei quali con solo centinaia di abitanti, con sindaci, giunte, consiglieri e segretari comunali e poi puntare il dito verso le Province? Da un’analisi dei costi delle Province effettuata recentemente dall’Università Bocconi di Milano – continua Franco Antoci – realizzata per chiarire il ruolo di queste istituzioni, si è rilevato quanto sarebbe l’effettivo risparmio che si avrebbe dalla loro abolizione, e quali sarebbero invece i costi che lo Stato dovrebbe sostenere a seguito della cancellazione dell’ente. Si è così scoperto – scrive Franco Antoci – che la spesa complessiva delle Province italiane, nel 2010, è stata pari a 11,5 miliardi di euro, per una media di 193 euro sostenuti da ogni cittadino. Del totale, 8,6 miliardi, cioè il 74 per cento, sono i costi della spesa corrente e di questi l’1,4 per cento (122 milioni di euro, ovvero solo due euro medi pro capite) riguarda i costi per la rappresentanza democratica, cioè i cosiddetti costi della politica”.

COMISO, OPERATORI ECOLOGICI CHIEDONO INCONTRO

La F.P. Cgil ha chiesto, con una nota al Prefetto di Ragusa, alla ditta Busso Sebastiano srl di Giarratana e al sindaco del Comune di Comiso, la convocazione delle parti al fine di evitare la protesta degli operatori della nettezza urbana di Comiso. Alla base della richiesta di incontro il mancato recepimento da parte degli operatori ecologici dello stipendio del mese di ottobre. “Le notizie che giungono dal versante comunale – ha dichiarato Giovanni Lattuca, segretario provinciale della F.P. Cgil di Ragusa -, non ci fanno stare tranquilli, ma ci fanno molto preoccupare perché il Comune rischia il dissesto finanziario. Le notizie che provengono dal versante della ditta Busso sono altrettanto preoccupanti: l’impresa non riesce più a garantire gli stipendi ai lavoratori perché l’amministrazione comunale, da parecchi mesi, non emette nei suoi confronti regolari mandati di pagamento”, conclude Lattuca della Cgil.

COOP 1° MAGGIO, LAVORATORI PRONTI ALLO SCIOPERO

Proclamato lo stato agitazione al termine dell’assemblea dei lavoratori della coop 1° Maggio svoltasi nella sede della Cgil di Ragusa e proposta dalla Filcams. Se non dovessero registrarsi notizie certe sul futuro lavorativo, i lavoratori proclameranno per lunedì 28 uno sciopero di 8 ore negli uffici amministrativi della coop, nel magazzino e in tutti i 14 punti vendita. Lo sciopero si dovrebbe articolare attraverso la totale astensione dell’attività lavorativa con il contestuale presidio-occupazione della sede regionale della Lega delle Cooperative di Palermo. “L’inizio della lotta sindacale – ha dichiarato Salvatore Tavolino, segretario generale della Filcams Cgil Ragusa -, che inizierà con la proclamazione dello stato di agitazione e dello sciopero, nasce, dopo le reiterate richieste di incontro avanzate dal sindacato, dall’atteggiamento dei vertici aziendali (Coop. Italia, Lega regionale) di sfuggire a qualsiasi confronto circa il futuro e il destino di coop 1° Maggio”, conclude Tavolino. Il sindacato chiede notizie certe e percorsi condivisi sul futuro assetto aziendale, sulla difesa dei livelli occupazionali (attraverso il mantenimento e il potenziamento dei punti vendita in Sicilia), sulle garanzie di permanenza della struttura tecnico-amministrativa nel territorio ibleo. Sono circa 120 i dipendenti, fra amministrativi e operatori nei punti vendita, che hanno dato la propria disponibilità ad essere a Palermo presso la Lega delle Coop.

INCONTRO AVO

Sesto incontro del programma del 33esimo corso di formazione Avo. Giovedì 24 novembre alle 18.00, presso la sala riunioni amministrazione aziendale dell’Asp, in via Di Vittorio, il direttore dell’unità di Chirurgia all’ospedale Civile di Ragusa, Vincenzo Minutolo interverrà sul tema: “La chirurgia laparoscopica in chirurgia generale”.

Convegno sull’amianto

Di amianto ci si ammala. Si muore. Asbestosi, mesotelioma pleurico-peritonale, cancro polmonare. Queste le malattie principali. Le piccolissime particelle di cui è costituito, una volta inalate, vanno a concentrarsi nei bronchi, negli alveoli polmonari, nella pleura, provocando danni irreversibili. Che hanno stroncato la vita di migliaia di lavoratori del mare e delle fabbriche. Sacrificati sull’altare della produzione e del profitto infame. Questo il tema del convegno dal titolo “Amianto tutela e risarcimento del danno-aspetti medici e legali”, organizzato dall’associazione Helios Med. E’ intervenuto l’avvocato Pier Paolo Petruzzelli, referente per l’Italia dello studio legale americano Cohen, che ha illustrato le procedure da seguire per ottenere il risarcimento dei danni subiti a causa dell’amianto. Sono seguite le testimonianze di parenti di lavoratori morti a causa dell’esposizione all’amianto.

La crisi in provincia di Ragusa Il presidente Fnaarc: “Decrementato di 1 miliardo di euro il reddito”

“Da troppo tempo Ragusa non cresce. Perché le imprese perdono competitività. A causa di un deficit di visione delle soluzioni alla crisi. Tutto ciò aggravato dalle ingerenze di decisioni devastanti in direzione dello sviluppo”. E’ il senso dell’allarme lanciato dal presidente della Fnaarc, Roberto Sica, in apertura dei lavori del tavolo dello sviluppo convocato dal presidente della Camera di commercio, Sandro Gambuzza, dopo che in questo senso il vertice camerale era stato sollecitato proprio dai componenti della federazione degli agenti e dei rappresentanti di commercio. Sica ha elencato tutti i numeri della crisi con riferimento alla realtà iblea chiarendo, tra l’altro, che “a Ragusa il reddito disponibile si è decrementato negli ultimi anni di 1 miliardo di euro”.


Giornata universale dell’infanzia Domenica marcialonga Unicef a Ragusa

Partirà alle 10.00 da piazza Libertà e attraverserà il Ponte Vecchio, piazza S. Giovanni, corso Italia e via Roma, la marcialonga organizzata dal comitato provinciale Unicef, domenica 20 novembre, a Ragusa. L’iniziativa alla quale partecipano gli studenti della città, genitori e docenti si realizza per la Giornata universale dell’infanzia. Al termine, giochi e Gimkana del sorriso.

Emaia, conclusa la Fiera Novembrina Oltre 200 mila visitatori

Bilancio più che lusinghiero per la Novembrina 2011 che ha potuto contare su una massiccia partecipazione di visitatori. Padiglioni affollati per tutta la settimana, numeri record anche per le tradizionali Fiera del Bestiame e Fiera di San Martino. Anche l’offerta culturale, formativa ed informativa promossa da Fiera Emaia, ha dato ottimi risultati sia in termini di interesse che in termini di reale partecipazione. “La parte dedicata ai convegni è stata non solo al passo con le esigenze del territorio ma, dalle tre sessioni di lavoro, sono scaturiti spunti interessanti – spiega il commissario di Fiera Emaia – ed occasioni di futuri dibattiti ed approfondimenti. Il termometro del successo della Novembrina si registra anche dal fatto che diversi espositori hanno già stipulato e sottoscritto i contratti per le prossime edizioni fieristiche, a partire da Kamò”.

II° happening ibleo della solidarietà

Il secondo happening ibleo della solidarietà che si terrà a Modica il 17 e il 18 novembre (Teatro Garibaldi e Palazzo san Domenico) è stato illustrato a Palazzo san Domenico nel corso di una conferenza stampa. Si tratta del sesto appuntamento provinciale con il terzo settore e si svolgerà in cinque sezioni. Giovedì 17 dalle 10 al Teatro Garibaldi “Le coalizioni territoriali per lo sviluppo locale” che vedrà la presenza di esperti regionali del settore in un dibattito coordinato da Guglielmo Troina del TG3 Sicilia. Nel pomeriggio workshop dalle 15 alle 19 (sala grande società operaia del Mutuo Soccorso) dal titolo “Dal patto agli strumenti condivisi per lo sviluppo locale”. Al Teatro Garibaldi alle 19 presentazione del progetto “Terra Mia” un incontro dibattito tra rappresentanti dell’amministrazione comunale di Ragusa e della Provincia, delle istituzioni ed enti pubblici di assistenza del territorio. Alle 15 al Teatro Garibaldi, l’Enpapi incontra gli iscritti. Si tratta di quattro sessioni di lavori sul tema della previdenza e dell’assistenza dei servizi socio sanitari. Nel foyer del Teatro, dalle 15 alle 18, workshop “Spazio neutro” dibattito sul tema. Venerdì 19 alle 10, nella sala consiliare di Palazzo San Domenico, talk show con i ragazzi delle scuole medie superiori della provincia. Alle 10 nella sede della società operaia del mutuo soccorso altro workshop dal titolo “Linguaggi e modelli educativi nell’incontro con i giovani e le famiglie”. “Siamo molto lieti di ospitare questo happening sul terzo settore – commenta il sindaco Antonello Buscema – nella nostra città, perché questa città vanta tradizioni forti in ordine alle problematiche dei servizi sociali e sull’assistenza. Discutere e partecipare ai lavori sarà per gli operatori del settore e non solo un momento importante per acquisire esperienze ma anche per mettere in campo proposte”.

Aperture domenicali (PD) sodisfatto, ringrazia (UDC)

“Siamo soddisfatti per il risultato raggiunto con riferimento alla liberalizzazione, almeno sino al 31 marzo, delle aperture domenicali”. Si esprime così il segretario del Partito democratico di Ragusa, Peppe Calabrese, che in una nota non manca di criticare l’amministrazione comunale. “Era stato proprio il Pd, mesi addietro – ha scritto Calabrese – a presentare un ordine del giorno avente le medesime finalità. E però cambiano gli uomini ma non i metodi. Lo assessore allo Sviluppo economico, Sonia Migliore, sembra aver appreso da subito il metodo del sindaco. Prima ha fatto bocciare l’odg del Pd in Consiglio. Poi lo ha fatto proprio e quindi lo ha deliberato. Ha rubato la nostra idea”. Calabrese chiede anche una determina sindacale prima della fine dell’anno per attestare la libertà per gli esercizi commerciali del territorio di poter aprire in qualsiasi momento dell’anno. Poi il Pd rivolge un ringraziamento ai consiglieri comunali dell’Udc. “In particolare a Salvatore Fidone che ha saputo imporre il proprio pensiero senza farsi condizionare dall’assessore”, ha concluso Peppe Calabrese nella nota inviata alla stampa, rimarcando la propositività dell’azione in consiglio comunale del partito di Bersani.

ESCURSIONE A BUGLIA

La sezione ragusana del Club Alpino Italiano organizza per il 20 novembre un’escursione in c.da Buglia, lungo le strade sterrate che si snodano sulla valle sinistra del medio e basso corso dell’Irminio. Sarà possibile conoscere l’ambiente, caratterizzato dalle piante di leccio, e i resti di un’antica fattoria. Info href=”http://www.cairagusa.org”>www.cairagusa.org.

SETTIMANA DEL BARATTO

E’ partita lunedì la Settimana del Baratto, la iniziativa promossa dal sito internet www. bed-and-breakfast.it, che coinvolge centinaia di B&B. Info www.settimanadelbaratto.it.

 

Farmacie di Turno a Ragusa


Il notturno di giorno 27 è garantito dalla farmacia Giampiccolo di corso Italia 303, mentre il turno di notte di giorno 28 è affidato alla farmacia Guccione di via Carducci 107.

SERVIZI SOCIALI A RISCHIO, TAGLI AGLI ENTI LOCALI L’allarme della Cisl iblea

“E’ arrivato il momento di assumere decisioni non più differibili. E gli enti locali della nostra provincia non possono correre il rischio di ridurre i servizi essenziali. Soprattutto quelli a sostegno delle fasce deboli”. La richiesta arriva dal segretario della Ust Cisl di Ragusa, Enzo Romeo, allarmato per le notizie degli ultimi giorni. “Da un lato – chiarisce Romeo – facciamo i conti con tagli incisivi da parte di Stato e Regione nei confronti degli enti locali, dall’altro con quella che è ormai risultata una situazione complessiva insostenibile, derivante, nella maggior parte dei casi, da debiti pregressi. Tutte circostanze che stanno mostrando il vero volto delle difficoltà relative ai servizi sociali presenti in provincia di Ragusa. Le ultime dichiarazioni rese dai rappresentanti delle locali Amministrazioni ci consegnano questo emblematico quadro. A Modica una situazione di disagio esplosa da tempo e che si sta nuovamente riacutizzando. A Ragusa, una serie di problemi posti sotto osservazione per i quali si attendono sviluppi. Ma il futuro non è per nulla roseo. Anche a Vittoria sembra esserci una polveriera pronta ad esplodere da un momento all’altro. Per non parlare di Comiso – conclude Romeo – dove, invece, le difficoltà sono già emerse da tempo”.

VOLONTARI DEL SORRISO, UN CORSO A RAGUSA

A Ragusa l’associazione “Ci Ridiamo Su”, fiduciaria della “Federazione Ridere per Vivere” per le regioni Sicilia e Sardegna, inizierà da novembre per concludere alla fine di marzo 2012 il percorso formativo “Volontari del sorriso”. Nel corso base le materie di studio (sempre pratiche ed esperienziali) sono la gelotologia (antropologia e psicofisiologia del comico); la psicologia della relazione d’aiuto, dell’età evolutiva, quella sistemico-relazionale e poi sociologia dell’ospedale, ed interculturalità. Sul versante artistico gli allievi saranno impegnati nelle varie fasi dell’arte del clown, nell’improvvisazione teatrale, nella magia comica, nell’arte dell’affabulazione. Questo livello di base consente all’allievo di iniziare un periodo di stage in luoghi di particolare disagio sociale. Le persone che avranno frequentato con profitto (cioè per il monte ore previsto) potranno essere ammesse al secondo step della Seaf “Norman Cousins” presso la Terra del Sorriso – Comunità Ospitale ad Orvieto. Il presidente della Federazione, Leonardo Spina, sarà presente venerdì alle 11 a Ragusa presso l”istituto “F. Besta” per un incontro aperto agli studenti, docenti, operatori sociali e curiosi sul tema “Usare il grimaldello del ridere e delle emozioni positive”. Info su www.ciridiamosu. blogspot.com.

Comiso, si apre uno spiraglio per il Centro recupero Fauna selvatica

Futuro meno nebuloso per il Centro Recupero Fauna Selvatica di Comiso a rischio chiusura per mancanza di fondi. L’assessore regionale Agricoltura e Foreste Elio D’Antrassi è impegnato affinché si reperiscano le risorse economiche utili per assicurare l’attività dei centri di Comiso e Ficuzza. Lo ha detto nel corso di un incontro avvenuto a Comiso mercoledì mattina.


Sistemi antincendio, seminario tecnico alla CNA

Controllo iniziale e manutenzione dei sistemi antincendio. Due aspetti che non possono essere trascurati dai tecnici di settore e che sono parte integrante della norma Uni 11224, la stessa che, venerdì pomeriggio, è stata illustrata nei minimi particolari durante il seminario promosso, a Ragusa, dalla Unione Cna Installazione e impianti. Alberto Monteverdi, responsabile area comunicazione Uni, e Dario Nolli, del gruppo di lavoro Uni “Sistemi automatici di rivelazione di incendio”, sono stati esaustivi nella descrizione delle procedure per il controllo iniziale, la sorveglianza e il controllo periodico, ma anche la manutenzione e la verifica della funzionalità dei sistemi di rivelazione di incendio (nuovi ed esistenti), anche nel caso essi siano impiegati per attivare un sistema di estinzione automatica o per attivare dispositivi di sicurezza antincendio. La norma, hanno chiarito i due tecnici Uni, è stata impostata tenendo conto dell’aggiornamento tecnologico e per essere allineata ai contenuti della Uni 9795 definendo: le fasi e la periodicità della manutenzione, la documentazione da produrre, le condizioni nelle quali svolgere le prove e le verifiche, la strumentazione da impiegare, le metodologie di verifica, di sorveglianza e di controllo periodico e, infine, la registrazione delle prove.

Corso arbitri 2011 a Ragusa in via Archimede

L’associazione italiana arbitri, sezione di Ragusa, apre le iscrizioni al corso per Arbitri presso la sede del capoluogo, in via Archimede 118, tel. 0932.689046. Info e iscrizioni: 340.2568713. L’iscrizione al corso offre l’accesso gratuito in tutti gli stadi d’Italia, la divisa arbitrale, il rimborso spese. Il corso è aperto a persone dai 16 ai 35 anni, anche ragazze.

Aperture festive, domenica a Ragusa negozi aperti solo di pomeriggio: 16,30 – 20,30

l presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Angelo Chessari, facendo seguito al confronto sulle aperture festive tra commercianti tenutosi venerdì sera in occasione dell’assemblea della sezione Ascom di Ragusa, comunica che, per quanto riguarda la giornata di domenica 16 ottobre, si procederà, per il momento solo nel capoluogo ibleo, a garantire l’apertura dei negozi in orario pomeridiano, dalle 16,30 alle 20,30. La decisione è stata presa dopo aver ascoltato le ragioni dei commercianti che hanno partecipato all’incontro. “Eventuali altre decisioni che riguardano l’oggetto in questione – chiarisce Chessari – saranno comunicate a tempo debito e, ad ogni modo, rispettando le indicazioni contenute nel calendario già predisposto dal Comune da qui sino alla fine dell’anno”.

Scroll To Top
Descargar musica