29-04-2017
Ti trovi qui: Home » Sanità (pagina 10)

Archivio della categoria: Sanità

Chiaramonte, tracce di ratti nel nido comunale

imagesChiusura temporanea dell’asilo nido comunale. Sono stati i due consiglieri comunali del Partito Democratico, Dario Cutello e Antonella Occhipinti, ad informare gli uffici comunale competenti dopo le segnalazioni di alcuni genitori. Dopo il sopralluogo è stato disposto l’intervento di derattizzazione per rendere i locali igienicamente sicuri.

Il Distretto 44 incontra l’assessore regionale Bonafede

flavio brafaSono stati ricevuti venerdì scorso dall’assessore regionale alle Politiche Sociali Ester Bonafede i componenti del Distretto sociosanitario 44, tra cui il sindaco di Monterosso Paolo Buscema, il sindaco di Chiaramonte Vito Fornaro, gli assessori ai Servizi Sociali di Ragusa Flavio Brafa, di Giarratana Grazia Fiore, di Chiaramonte Salvatore Vargetto e i rispettivi tecnici. Oggetto dell’incontro le linee guida per l’attuazione delle Politiche sociali e sociosanitarie 2013-15, che saranno tra poco rese note dall’assessorato e che prevedono la possibilità di inserimento di un bonus per i distretti più virtuosi. “Negli ultimi anni sono sempre più numerose le persone adulte che versano in situazioni di vulnerabilità e che manifestano rischi di marginalità e di esclusione sociale, questa situazione – specifica l’assessore Flavio Brafa – richiede l’elaborazione di strategie di intervento sociali capaci di svolgere un ruolo non solo di sostegno in situazioni di immediato bisogno, ma anche di accompagnamento, orientamento, reinserimento lavorativo e abitativo e supporto nei compiti di cura a carico della famiglia. Stante la grave situazione economica, l’obiettivo della Regione siciliana sarà quello di perfezionare i meccanismi volti a realizzare i Piani di Zona, strumento imprescindibile per l’attuazione delle politiche sociali e socio-sanitarie sul territorio regionale, ad accelerare la spesa, a monitorare lo stato di attuazione dei servizi ed interventi e a sostenere le realtà virtuose, come la nostra. Per quanto riguarda i dettagli specifici inerenti ai cantieri di servizio finanziati dalla Regione – aggiunge Brafa – l’assessore Bonafede ha rimandato l’appuntamento ai prossimi giorni in modo da fornire ulteriori informazioni per la stesura dei cantieri”.

Centro Risvegli Ibleo

Il presidente del Centro Risvegli Ibleo, Carmelo Tumino, comunica che mercoledì 11 settembre alle ore 10, il sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, sarà ufficialmente in visita al Suap di Piazza Igea. “Sono particolarmente felice che il sindaco di Ragusa abbia deciso di far visita alla nostra struttura per vedere da vicino come operiamo sui nostri pazienti, qual è il grado di professionalità presente nel nostro centro. Credo sia importante che le massime cariche della città capoluogo abbiano a cuore le sorti della nostra struttura” – commenta il presidente Tumino. “Nell’occasione, anche il commissario straordinario dell’Asp, dottore Aliquò, sarà presente all’incontro con il sindaco, a testimoniare come il Suap sia un centro di altissima qualità e dove i pazienti hanno tutte le dovute attenzioni”.
centro risvegli

LISTE DI ATTESA PER LE PRENOTAZIONI AL CUP

Un cittadino ragusano in una lettera firmata racconta la sua disavventura legata alle liste di attesa per ottenere una visita specialistica tramite Cup, il centro unico di prenotazione dell’Azienda sanitaria provinciale Ragusa. “Da 4 mesi provo a prenotare un semplice elettrocardiogramma per mio figlio neonato – scrive A. I. – e solitamente mi è stato detto che mancavano le date per la prenotazione, oggi invece mi hanno detto che al momento non è possibile in quanto il macchinario è rotto”. Lo sfortunato utente ha anche provato a prenotare una visita otorinolaringoiatrica prescritta dal pediatra in quanto è stata riscontrata al neonato un’otite media acuta. “Mi è stata assegnata la data del 6 novembre 2013 – scrive il cittadino – e penso proprio che non sia possibile poter aspettare tutto questo tempo per una visita urgente per poi non parlare di un elettrocardiogramma che non si sa neanche se si farà. Quindi, sarò costretto a ricorrere alle visite a pagamento, io fortunatamente posso farlo, ma per chi non può?”. E’ l’interrogativo che pone il cittadino a conclusione della lettera che termina con il commento dell’autore: “Che vergogna la sanità!..”.
0WFHCGSMIE  -  ( Marco Giugliarelli - z09.jpg )PER PALAZZONI

PRECARIATO ASP RAGUSA

angelo tabbìIl tema del precariato e dell’internalizzazione dei servizi all’Asp di Ragusa sono state al centro di un incontro svoltosi a Palermo lunedì scorso nella sede dell’assessorato alla Salute, tra l’assessore Lucia Borsellino, il commissario Asp Ragusa Angelo Aliquò, il capo di gabinetto d.ssa Tatiana Argelao e una delegazione della Cgil di Ragusa composta da Angelo Tabbì e Salvatore Schembari. Nel corso dell’incontro sono state discusse varie soluzioni che saranno valutate nei prossimi giorni non appena saranno ultimati gli approfondimenti necessari. “Considerate le aperture mostrate – affermano Tabbì e Schembari – a voler intraprendere un serio e fattivo percorso utile a dare una risposta a tutte le tipologie di precariato, ci siamo dati appuntamento non appena saranno compiuti ulteriori approfondimenti nella materia che saranno avviati sia a Palermo che a Ragusa”.

Si complica la vertenza degli operatori dei laboratori analisi

infermieri-a-domicilio-a-milanoI lavoratori laboratori di analisi si sono riuniti nel saloncino della Cgil a Ragusa per discutere sulla grave crisi che sta colpendo il settore con alcuni laboratori della provincia dove si sta provvedendo a porre i lavoratori in cassa integrazione. Nell’assemblea è stato fatto un resoconto delle risultanze dell’incontro avuto con il presidente della Commissione Sanità On. Giuseppe Di Giacomo e delle prossime azioni da intraprendere con le istituzioni per portarle a conoscenza della grave crisi occupazionale che i tagli alle tariffe degli esami (40-50%) hanno provocato. All’incontro presenti anche i lavoratori della provincia di Caltanissetta che si accingono a creare anche in quella provincia un gruppo organizzato. “Stante questa situazione, ci aspetta un settembre nero – ha dichiarato Luca Scollo responsabile dei lavoratori dei laboratori di analisi per la Filcams Cgil – con la messa a part time, cassa integrazione in deroga e contratti di solidarietà; l’intero settore, per sopravvivere dovrà tagliare la stessa percentuale dei tagli effettuati dalla regione sulle tariffe e queste percentuali si possono raggiungere tagliando il costo del lavoro: come sempre e in questo caso più che mai, a pagare saranno i lavoratori”.

Movimento 5 Stelle all’Ars: “Vaccini solo per scelta consapevole”

vanessa ferreri newStop ai vaccini obbligatori per l’età evolutiva. Lo prevede un disegno di legge presentato al’Ars dal Movimento Cinque Stelle. L’atto parlamentare mira ad ottenere inoculazioni consapevoli ed informate effettuate solo su richiesta. “La scomparsa di malattie, quali il vaiolo, la poliomielite, la difterite e altre malattie infettive e l’alto livello di copertura raggiunto nella Regione – afferma Vanessa Ferreri, prima firmataria del ddl – permette oggi di pensare ad una somministrazione diversa dei vaccini, cosa che farebbe risparmiare la Regione ed eviterebbe ai cittadini di correre inutili rischi, visto che importanti studi ravvisano un collegamento tra la somministrazione di vaccini in età neonatale e gravi malattie, quali patologie autoimmuni, allergie e morti improvvise in culla”. Lo stop all’obbligatorietà permetterebbe anche un risparmio notevole per le casse dello Stato, visto che le vaccinazioni informate sarebbero molto meno di quelle attuali e perché attualmente i vaccini disponibili in commercio sono quasi esclusivamente, di tipo esavalente, cioè per la copertura contro sei patologie a fronte delle quattro per le quali oggi è prevista la vaccinazione obbligatoria (difterite, tetano, poliomielite, epatite virale di tipo B) “La vaccinazione – sostiene Vanessa Ferreri – dovrebbe essere effettuata con una scelta consapevole, col consenso dei genitori ampiamente informati sui tipi di vaccini da inoculare ai propri figli, sulla composizione molecolare e sulle percentuali di rischio connesse”. Lo stop alla vaccinazione obbligatoria avvicinerebbe la Sicilia a gran parte degli stati europei dove l’inoculazione dei vaccini viene effettuata solo su base volontaria. “Solo in Francia e Belgio – dice Ferreri – attualmente ne è prevista l’obbligatorietà”.

Vertenza laboratori di analisi

infermieri-a-domicilio-a-milanoLa questione dei lavoratori dei laboratori di analisi è stata al centro di un incontro tra il segretario generale della Filcams – Cgil di Ragusa, Salvatore Tavolino, alcuni rappresentanti della categoria e l’Onorevole Pippo Di Giacomo, presidente della commissione sanità all’Ars. L’incontro non è stato risolutivo circa i temi della vertenza in atto, come l’insufficiente pagamento delle prestazioni e sulle discrasie contenute nel decreto dell’ex Ministro Balduzzi, ma ha aperto un dialogo che ha determinato la condivisione su alcuni temi che sarà sicuramente molto utile per il prosieguo della vertenza. Il Presidente della commissione Sanità ha confermato la grande preoccupazione che la situazione possa incidere sui livelli occupazionali ed ha comunicato che sviluppi potrebbero esserci giovedì prossimo in occasione dell’audizione in commissione delle associazioni datoriali. Digiacomo ha dichiarato che la situazione creata dal recepimento del tariffario Balduzzi è un problema anche per altre regioni e che la soluzione sicuramente verrà dal Ministero della Salute dove una commissione sta lavorando sulle tariffe. La Cgil ha programmato lunedì 29 Luglio alle ore 17,30 nella sede del sindacato una assemblea.

SI ACUISCE LA VERTENZA DEI LABORATORI D’ANALISI

infermieri-a-domicilio-a-milanoTempi duri per i laboratori d’analisi. E tempi duri anche per gli utenti. Da mesi la categoria protesta a causa della pubblicazione del decreto Balduzzi, che ha provocato la apertura di una vertenza tra i laboratori privati accreditati dalla Regione con l’assessorato alla Salute. Questa situazione sta avendo delle ripercussioni anche sui cittadini. Nei giorni scorsi, infatti, alcuni utenti del capoluogo hanno segnalato il diniego da parte di un laboratorio d’analisi, ad eseguire degli esami che erano stati fissati tramite il Centro di prenotazione unico. “I laboratori di analisi accreditati dalla Regione con l’assessorato alla Salute – spiega Salvatore Battaglia, titolare di un laboratorio d’analisi – sono tenuti per legge ad eseguire gli esami prenotati tramite Cup. Invitiamo i cittadini che dovessero subire dei rifiuti, a tal proposito, a segnalarli”. Intanto, nelle ultime settimane la vertenza si è acuita anche a livello provinciale. Infatti i dipendenti dei laboratori d’analisi della provincia iblea hanno chiesto un incontro al prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, all’assessore alla Sanità e ai componenti della commissione Sanità all’Ars. In una nota a firma del rappresentante provinciale degli studi professionali Filcams Cgil, Luca Scollo si sottolinea che l’incontro è finalizzato a “prospettare la grave situazione che comincia a coinvolgere direttamente e in modo drammatico questi lavoratori”. Lo scorso gennaio il decreto contestato è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, e poi recepito e pubblicato, dal primo giugno, nella Regione Sicilia. In base alla nuova normativa le tariffe sono state abbattute del 45%. “A distanza di un mese dalle ultime promesse dell’assessorato tutto tace – conclude la nota – e i consistenti tagli annunciati, cominciano ad abbattersi sui laboratori”.

Occhipinti segretario nazionale Cives

La nomina di Giuseppe Occhipinti, presidente del Nucleo di Ragusa e tesoriere del Collegio provinciale Ipasvi di Ragusa, a nuovo segretario nazionale di Cives è stata al centro di un incontro con il presidente del collegio Ipasvi di Ragusa, Gaetano Monsù. L’elezione è avvenuta nel contesto dell’assemblea ordinaria nazionale del Coordinamento infermieri volontari emergenza sanitaria che ha fatto seguito al congresso.
Il presidente Cives Giuseppe Occhipinti

Primo meeting nazionale Sanità Aerea e Prevenzione

Conoscere e approfondire gli aspetti sanitari legati alle attività aeroportuali. Sarà questo il leit motiv del primo Meeting Nazionale Sanità Aerea e Prevenzione, che è in programma il 28 giugno alle 9 all’aeroporto di Comiso. L’evento, che per i temi trattati e gli ospiti di cui si avvarrà ricopre una valenza di natura nazionale, è stato organizzato dal Ministero della Salute – Ufficio di Sanità Aerea Usmaf di Catania e dall’Enac, l’Ente nazionale di Aviazione Civile – Direzione aeroportuale di Catania. Il Meeting è rivolto ai medici di Sanità Pubblica, igienisti, infettivologi, medici dell’emergenza, operatori turistici, Compagnie Aeree, operatori aeroportuali ed a tutti coloro che vogliono approfondire l’aspetto sanitario di un aeroporto.
aeroporto_di_comiso_N

GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE INAUGURATE IN PROVINCIA TRE SEDI DELL’AVIS

avis gocciaVenerdì 14 giugno, in occasione della Giornata mondiale del Donatore, sono state inaugurate le tre sedi per le attività di raccolta del sangue delle Avis di Comiso, Modica e Scicli nei locali messi a disposizione dall’Asp di Ragusa. Alle tre manifestazioni hanno partecipato rappresentanti istituzionali, dirigenti e soci donatori, i Presidenti delle sezioni comunali Migliorisi, Avola e Lutri, il presidente provinciale Poidomani ed il vice presidente provinciale Bussetti, il presidente regionale Mandarà. L’Asp era rappresentata dal commissario Aliquò, accompagnato dal dott. Bonomo direttore dell’U. O.C. Simt e dai direttori sanitari degli ospedali interessati. Nei vari interventi è stata sottolineata l’importanza dello stretto rapporto di collaborazione esistente tra l’Azienda Sanitaria e l’Avis Provinciale di Ragusa che, fondandosi su un’azione comune e sinergica, di sistema, ha prodotto risultati significativi nell’ambito della promozione e della raccolta del sangue, puntando su eccellenti livelli di qualità e di sicurezza a tutela dei donatori e dei riceventi, dimostrando, quindi, che è possibile l’affermazione e la realizzazione di un’idea della salute realmente rispondente ai bisogni della comunità.

Giornata per la lotta contro le leucemie ai tumori

ailLa giornata nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, della sezione provinciale Ail di Ragusa si terrà venerdì 14 giugno, dalle ore 21, all’Auditorium della Camera di Commercio. Un evento all’insegna della grande musica col maestro Francesco Buzzurro, uno dei più noti ed apprezzati chitarristi del panorama internazionale. Attraverso la musica di un grande esecutore, il concerto riafferma il valore ed il senso della solidarietà, riprendendo lo slogan della giornata nazionale “Molte vite ricominciano dalla ricerca” per promuovere il fine dell’Associazione.

LA BELLA STAGIONE INCONTRA LA BELLA MUSICA

invito.b800Sabato scorso si è conclusa la prima edizione dell’Evento “La Bella Stagione Incontra La Bella Musica” organizzata dalla C.R.E.A. Audio Video Domotica – Ragusa. Si è registrato una sostenuta presenza di clienti ed amanti del bel suono. La manifestazione è stata l’occasione per l’ascolto di note analogiche emanate da giradischi per arrivare all’ultima frontiera dell’Audio la “Musica Liquida”. Durante la giornata i visitatori hanno avuto l’opportunità di toccare con manoà l’eccellenza dei prodotti presenti nella Sala cinema. Gli ospiti sono stati accolti in una atmosfera elegante predisposta all’ascolto dei brani musicali prescelti, condividendo insieme un buon calice accompagnato da prelibatezze nostrane da degustare nel giardino appositamente arredato. Accattivante l’esposizione di una fiammante Motocicletta “Guzzi” e di una interessante rassegna di Arte moderna dedicata ai Motori di Formula 1 del Maestro Saro Sgarlata.

Intervento di Nino Minardo sulle cure staminali

In merito al passaggio alla Camera del decreto Balduzzi, interviene il deputato del Pdl Nino Minardo, per il quale: “Il rigore scientifico dev’esserci, ma la vicinanza alle famiglie è fondamentale; non devono essere lasciate sole dalle istituzioni e devono avere il massimo ascolto dagli organi competenti a garanzia del diritto alla salute per tutti indistintamente”.

On. N. Minardo

Oral Cancer Day, sabato 18 a Pozzallo

oral cancerSabato 18 maggio si rinnova l’appuntamento con la campagna nazionale di prevenzione della salute del cavo orale, che interesserà le principali piazze d’Italia. Quest’anno sarà piazza Municipio a Pozzallo ad ospitare il gazebo dei medici dell’Andi (Associazione nazionale dentisti italiani) dalle 9.30 alle 20, in occasione della VII edizione dell’Oral Cancer Day. Come ogni anno, i medici aderenti all’Associazione nazionale dentisti italiani scenderanno in piazza per informare i cittadini sui tumori del cavo orale e sulla necessità di controlli periodici a scopo di prevenzione. Dal 20 maggio fino al 20 giugno, inoltre, i medici dell’Andi effettueranno nei loro studi una visita gratuita su gengive, lingua e tessuti molli della bocca. L’elenco completo degli oltre 8 mila studi dentistici convenzionati è consultabile sul sito www.oralcancerday.it. La novità della settima edizione è che, allo scopo di coinvolgere anche i medici di famiglia, la sezione provinciale dell’Andi organizzerà sabato 18 dalle ore 8.15 nella Sala conferenze dell’Ospedale “Santa Margherita” di Comiso una conferenza scientifica sulle patologie neoplastiche del cavo orale a cura del dottor Gaetano Bellorofonte, responsabile del reparto di Odontostomatologia del Presidio ospedaliero di Comiso, e del dottor Luciano Susino, presidente provinciale dell’Andi. L’evento, riservato a odontoiatri e medici chirurghi, darà diritto a 5 crediti ECM. Il tumore del cavo orale colpisce le cellule di rivestimento della bocca, ma anche la lingua e la mucosa delle guance. La prevenzione e la diagnosi precoce sono fondamentali (se il carcinoma è rilevato e curato nella fase iniziale, la guarigione è completa) perché garantiscono uno standard di sopravvivenza dell’80% e consentono interventi terapeutici mediamente poco invasivi.

GIORNATE DELLA SALUTE E DELLA PREVENZIONE

InfermiereNel centro storico di Ortigia, dal 2 al 4 maggio, si terranno le “Giornate siracusane della salute e della prevenzione”, promosse dall’Asp di Siracusa. Il programma è ricco di convegni, spazi espositivi dove la sanità incontrerà la gente, e ambulatori in cui i cittadini potranno usufruire di visite gratuite per la prevenzione cardiovascolare, diabetologica, dermatologica, urologica, andrologica e antifumo. L’Azienda Sanitaria di Ragusa sarà presente, per i tre giorni, con un proprio stand espositivo ed ha messo a disposizione il personale dell’URP aziendale per accogliere e fornire supporto informativo ai visitatori. Nello spazio espositivo dell’Asp Ragusa si potrà visionare manifesti, brochure e locandine che testimoniano i progetti e le realtà dei servizi sanitari dell’Azienda Sanitaria ragusana.

Tavola rotonda sulla sanità

adiconsum_logo“Sanità pubblica e privata tra presente e futuro”. Questo il tema della tavola rotonda di venerdì 3 maggio alle ore 16 in via G. Nicastro 50 a Ragusa. Talvolta le regole ed i principi dell’economia di mercato mal si adattano alla tutela degli interessi dei cittadini. Questo l’assunto di base della riflessione organizzata da Adiconsum con la collaborazione dell’Azienda Sanitaria provinciale di Ragusa, la Clinica del Mediterraneo e l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ragusa. Un’analisi a 360 gradi sulla situazione attuale in cui versa il comparto, le differenze e le analogie esistenti fra l’erogazione del servizio da parte del pubblico e del privato, la spending review imposta dal momento di crisi e le sue conseguenze, l’attenzione al paziente, la prevenzione e l’educazione sanitaria al cittadino, l’assistenza domiciliare, la formazione del personale, l’adeguamento strutturale e tecnologico. Questi alcuni dei temi al centro del dibattito che vedrà protagonisti il presidente Adiconsum Gianni Cerruto, il commissario dell’Asp 7 Angelo Aliquò, i medici Salvatore Pacini, Vito Amato e Salvatore Criscione, il deputato regionale Giuseppe Digiacomo e il dirigente Adiconsum di Trapani, Giovanni Robino.

RAGUSA, APPROVATI REGISTRI DEI TESTAMENTI BIOLOGICI

Con un dibattito di appena appena mezz’ora, il consiglio comunale ha approvato quasi all’unanimità (contrari Barrera e Massari, astenuto La Rosa), l’istituzione del registro dei testamenti biologici presso gli uffici comunali. Molto approfondito l’intervento del consigliere Giorgio Massari il quale ha puntato l’attenzione sul fatto che si tratta di un argomento molto delicato, prova ne sono i dibattiti che in Italia e nel mondo hanno accompagnato la discussione. Il collega Nino Barrera ha tentato di spiegare ai colleghi che si trattava di un argomento da non trattare in fretta e a fine consiliatura, ma l’aula ha tirato diritto. Sull’argomento non c’era stato alcun dibattito in città, a differenza di quanto avvenuto, invece, nel resto d’Italia. Il vescovo, Paolo Urso, quando la delibera era stata trasmessa al consiglio dal commissario Rizza, aveva manifestato “stupore”. Entro sessanta giorni la giunta dovrà stabilire le norme specifiche per l’attuazione.

comune di ragusa 2

 

Viaggi a Catania dei leucemici per il farmaco “Tasigna”

giovanni avola cgilIl segretario generale della Cgil di Ragusa, Giovanni Avola, ha inviato una nota all’assessore regionale alla Sanità, Lucia Bosellino, per sottoporgli il pesante sacrificio cui sono costrette tutte quelle persone ammalate di leucemia e residenti nella provincia di Ragusa costrette a recarsi a Catania per ritirare il farmaco necessario per le cure. Viene chiesto che il farmaco “Tasigna” venga distribuito, anche in forma nominativa, e personalizzata, alle farmacie degli Ospedali Iblei o del centro di ematologia di Ragusa al fine di risolvere il grave problema degli insopportabili sacrifici dei pazienti. Basta una semplice disposizione del Direttore Generale dell’Assessorato per porre fine ad una disfunzione che si ripercuote in modo drammatico sui leucemici cronici.

Scroll To Top
Descargar musica