24-04-2017
Ti trovi qui: Home » Società

Archivio della categoria: Società

Il 25 aprile a Vittoria il racconto della memoria con video, musica e mostre

25 aprile a Vittoria“Resistenze contro il Fascismo, Mafia e Sfruttamento” è il tema con il quale sarà celebrato il 25 aprile 2017 in occasione del 72° anniversario della Liberazione d’Italia. La Cgil, l’Anpi, lo Spi Cgil, l’Auser e l’Unione degli Studenti organizzano una serata di musica, video e mostre in Piazza del Popolo a Vittoria  per le ore 19.00 di martedì 25 aprile. L’iniziativa intende promuovere, in un’ottica di intergenerazionalità, i valori della Resistenza antifascista attraverso l’intreccio di diversi linguaggi artistici che ripercorrono i temi della storia e dell’attualità. Nel corso della serata saranno  proiettate immagini tratti dal documentario Accaniti di Enzo Rizzo sulla storia di Vittoria e l’esposizione di schede biografiche su alcuni dei tanti Antifascisti Vittoriesi tratti dall’opera di Gianni Ferraro Vittoria Antifascista con l’elaborazione grafica curata da Sergio Mustile. Lo Spettacolo Musicale dal titolo “Fischia il vento, Immagini, parole e suoni della Resistenza” vedrà sul palco musicisti come Giacomo Aurnia, Saretto Emmolo, Rosario Arancio Febo, Valerio Macca, Rocco Mammano, Nadia Marino, Antonio Modica, Giampiero Scifo e i Demetra.

Sport, inclusione e riscatto sociale – L’importanza dell’attività sportiva nella provincia iblea

glsGiovedì 20 aprile, alle ore 18, in via Armando Diaz 56 presso il Centro Servizi Culturali di Ragusa si terrà l’incontro promosso dall’associazione GLS Giovani Legalità Sport in partnership con Generazione Zero, la FUCI di Ragusa e di Vittoria e la partecipazione degli operatori della Fondazione San Giovanni di Ragusa e della Caritas diocesana di Ragusa. L’iniziativa sarà l’occasione per comprendere quanto sia centrale nel territorio ragusano il ruolo svolto dallo sport, in qualità di aggregatore sociale e di strumento di inclusione. Relatore dell’evento sarà Fabio Conti, dirigente provinciale UISP. Durante il confronto interverranno i rappresentanti di due squadre di rugby di Ragusa, il Padua Ragusa Rugby e il Rugby Audax Clan, che in questa stagione hanno tesserato alcuni richiedenti asilo. Tra gli ospiti dell’evento Angelo Scrofani, allenatore della squadra catanese di rugby Briganti di Librino, che parlerà del “progetto Briganti” e illustrerà la campagna di crowdfunding “i Briganti si meritano un prato”.  Al termine dell’incontro ci sarà un aperitivo sociale per sostenere simbolicamente la campagna dei Briganti di Librino.

Abitare illegale, a Ragusa presentazione del libro

abitare illegale 2-2Lunedì 10 aprile alle ore 18, presso la Società dei libertari di via Garibaldi 2 avverrà la presentazione del libro “Abitare illegale. Etnografia del vivere ai margini in occidente” di Andrea Staid, docente di antropologia culturale e di teoria e metodo dei mass media presso la NABA.

A RAGUSA PROIEIZIONE NORMO BARRIERE

normo baGiovedì 13 Aprile alle ore 18 presso la Libreria Flaccavento proiezione di “Normo Barriere”, testimonianza diretta di alcuni esempi di barriera architettonica:  una mattina in compagnia di Giorgio e Francesca, compagni nella vita e compagni nella disabilità, caratterizzata dalla necessità di sbrigare alcune incombenze tipo, pagare una bolletta o ritirare del materiale sanitario o anche semplicemente fare una passeggiata in centro. Al termine della proiezione ci sarà un confronto sull’argomento.

Nasce il comitato Tre Casuzze contro la realizzazione di un impianto di Biogas alle porte di Ragusa

tre casuzzeDalla libera iniziativa di numerosi residenti di Tre Casuzze nasce un comitato spontaneo con lo scopo di promuovere azioni e iniziative utili a bloccare il tentativo di costruzione di un impianto di Biogas a poche centinaia di metri dai centri abitati della frazione ragusana. Il rischio concreto è che un impianto di Biogas zootecnico, posto così vicino a un centro abitato, possa avere un impatto pesantissimo per i residenti della zona con rischi per la salute dovuti all’inquinamento microbiologico, odorigeno, acustico e di emissioni in atmosfera. A questo si aggiungerebbero le forti criticità per la viabilità della zona visto il pericolo che l’impianto possa lavorare anche i liquami prodotti da altre aziende zootecniche con relativo aumento del traffico di camion deputati al trasporto della “materia prima” trasformando il sito, nei fatti, in un vero e proprio centro di stoccaggio. Il Comitato “Tre Casuzze”, formato ad oggi da oltre 50 cittadini residenti, ha chiesto alle Autorità Pubbliche, ed in particolare al Sig. Sindaco nel ruolo di prima Autorità sanitaria locale,  di intervenire tempestivamente  e di  esercitare i suoi poteri  atti a garantire l’adozione di tutte quelle misure cautelari a tutela della salute e della qualità della vita contenute, oltre che nei postulati costituzionali,  anche nelle leggi sanitarie ed  ambientali in vigore nel nostro ordinamento.

Dono Unicredit a Circolo Didattico di Modica

unicreditLunedì 3 aprile alle ore 10.00 presso il Circolo Didattico “Piano Gesù” si terrà la cerimonia di consegna delle apparecchiature informatiche donate da UniCredit. Interverranno il dirigente scolastico Sebastiano Spiraglia e Roberto Floridia, Area Manager Ragusa di UniCredit.

Alluvioni a Modica: catastrofi naturali o umane?

alluvione modicaDall’esperienza del passato una lezione per il futuro” è il titolo di una conferenza-dibattito indetta dal presidente del Consiglio Comunale, dott. Roberto Garaffa, che si terrà presso l’Aula Consiliare il prossimo 30 marzo dalle ore 18,30. La conferenza è promossa dall’Associazione Culturale Dialogo che scrive: “Dal 1818 e tralasciando altre due alluvioni avvenute nel XVIII secolo, Modica ha subito ben sei cataclismi, l’ultimo dei quali avvenuto nelle prime ore della mattina del 23 gennaio di quest’anno che ha  provocato – fortunatamente – solo danni materiali. Ciò che accomuna tutti questi eventi è l’origine e le cause che sono sempre le stesse: bacino idrogeologico esteso ad oltre 15 chilometri quadrati che raccoglie 15.000 metri cubi d’acqua per ogni millimetro di pioggia e lo indirizza sempre verso il quartiere di Fontana Grande; mancata manutenzione dell’alveo; “distratta” – se non disinvolta – gestione del territorio. Ne consegue che la sicurezza di un intero quartiere, ma anche di una parte importante della città risiede nei capricci di Giove Pluvio: se piove poco non succede niente; se piove molto succede qualcosa; se piove moltissimo succede un cataclisma. Lo scopo dell’incontro è quello di sensibilizzare amministratori e cittadini sul tema della prevenzione e della corretta gestione del territorio anche rendendo possibile una seria rivisitazione del Piano Regolatore Generale alla luce di questi tragici accadimenti”.

MEMORIA E IMPEGNO, ANCORA INIZIATIVE E RAGUSA

liberaIl coordinamento di Libera della provincia di Ragusa e Legambiente Ragusa promuovono  sabato 25 marzo 2017 alle ore 17 presso il Centro Polifunzionale per immigrati di via Colaianni 69 a Ragusa, un incontro di tutte le realtà che sul territorio provinciale operano insieme a Libera nelle scuole, nella società, a fianco dei familiari delle vittime innocenti delle mafie sul tema della memoria e dell’impegno. A pochi giorni dal 21 marzo, giornata nazionale della memoria e dell’impegno, l’incontro rappresenta una riflessione sull’impegno dell’antimafia sociale e delle associazioni impegnate nella promozione della cultura della legalità e della cittadinanza attiva in una fase storica complessa che necessita sempre più di legalità e di democrazia per poter raggiungere la giustizia. Parteciperanno il nuovo coordinatore regionale di Libera Sicilia Gregorio Porcaro,  Vittorio Avveduto componente della segreteria regionale di Libera e responsabile Progetto Giovani della Cittadella di Assisi.

Assemblea provinciale U.i.c. Ragusa

uic logoSabato 25 marzo, con inizio alle ore 10, si terrà a Ragusa, presso la Sala Conferenze di via Fucà n.2, la 63.ma Assemblea Territoriale dei non vedenti e degli ipovedenti.

Il ragusano Serafino Schembari ricordato a Varese

serafino schembariDomenica 26 febbraio è il primo anniversario della scomparsa del l’insegnante ragusano morto a Varese dove lavorava. Il Liceo artistico statale Frattini di Varese intitolerà un’aula al professore Serafino Schembari. L’amore, la disponibilità e la dedizione verso gli altri, la gioia e la vitalità di Ninni hanno lasciato un segno indelebile e la scuola dove insegnava, di concerto con la famiglia, ha anche deciso di istituire in suo onore una borsa di studio a favore degli allievi che si distingueranno nel loro comportamento umano e scolastico in opposizione a fenomeni di bullismo.

Insieme in città torna al centro di Ragusa

Vallata Santa DomenicaDopo qualche incursione in quartieri e aree periferiche, con la prossima passeggiata,  InsiemeinCittà, insieme agli amici dell’Archeoclub di Ragusa, vuole riflettere sullo stato e le possibili prospettive del museo archeologico di Via Natalelli, sul perché l’area verde compresa tra la Villa Margherita e la Via Natalelli ha cessato di essere luogo di aggregazione e capire a che punto sono i lavori in corso propedeutici alla realizzazione del Parco urbano nella vallata Santa Domenica. L’appuntamento è fissato per le ore 10 di domenica 29 gennaio 2017 in Piazza San Giovanni.

Presepe vivente scout a Ragusa

15584985_943922545709082_5215025684528444504_o-1Il Gruppo Scout Agesci di Ragusa ha organizzato un Presepe Vivente, allestito nel cortile della Parrocchia di San Luigi Gonzaga. Il Presepe sarà aperto dal 26 al 28 dicembre e dal 2 al 3 Gennaio dalle 18 alle 23.

Il centro storico superiore di Ragusa sarà animato da un presepe vivente

presepe-vivente-ecce-homo-i-figuranti-1Ultimi giorni di intenso lavoro per l’allestimento del presepe vivente, edizione 2016, curato dalla comunità parrocchiale Santissimo Ecce Homo nel quartiere degli “acciumari”. Già da oltre un mese numerosi giovani e famiglie intere si sono immersi nella progettazione, realizzazione e abbellimento di tutto l’apparato logistico della sacra rappresentazione. L’edizione del Natale 2016 avrà una scenografia ancora più grande e più suggestiva rispetto agli anni passati. L’inaugurazione è in programma domenica 25 dicembre, il giorno di Natale. Dalle 17:30 da via Roma, in prossimità della Rotonda, ci sarà la partenza della processione figurata con i personaggi del presepe. La cerimonia di inaugurazione è fissata alle 18 in occasione del sopraggiungere del corteo. Questo momento sarà poi animato dal suono della zampogna a cura di Andrea Chessari. Il presepe vivente, in una delle zone nevralgiche del centro storico superiore della città, potrà essere visitato sino alle 22. Le altre giornate in cui la rappresentazione sarà allestita sono il 26 dicembre, l’1, il 5, il 6 e il 7 gennaio. L’ingresso è libero. Il 26 dicembre, inoltre, a partire dalle 20, è prevista un’altra serata a tema con il canto angelico del coro Mariele Ventre di Ragusa diretto dalla maestra Giovanna Guastella.

UNIONE ITALIANA CIECHI RAGUSA, LA STRUTTURA AMBULATORIALE OCULISTICA SARA’ INTITOLATA A GABRIELE DAMANTI

i-vertici-delluic-e-la-famiglia-damanti“Non c’è peggior cieco di chi non vuole vedere, non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire”. Era una frase che il dott. Gabriele Damanti, come ha ricordato la figlia Clara, utilizzava spesso. E che definiva il suo pragmatismo nell’interazione con l’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti di Ragusa. Il dott. Damanti ha accompagnato, nel 1968, la nascita della sezione territoriale dell’Uic fornendo poi il proprio sostanziale apporto per la creazione, dal 1991, della struttura ambulatoriale oculistica per la prevenzione della cecità. E proprio quest’ultima sarà intitolata, sabato prossimo, 3 dicembre, al compianto dott. Damanti, scomparso quest’anno. Per l’occasione interverranno il presidente nazionale dell’Uic, Mario Barbuto, e il commissario straordinario del consiglio regionale siciliano, Linda Legname, oltre agli altri vertici nazionali e regionali dell’Uic. La famiglia del dott. Damanti (le figlie Marisa, Mirella e Clara, il genero Carmelo Mazza) ha voluto ricordare la figura del proprio congiunto alla presenza del presidente Uic Ragusa, Salvatore Albani, e del vicepresidente, Giovanni Arestia. “Sentire parlare di nostro padre in questi termini – ha detto la figlia Clara – ci riempie d’orgoglio. Lui si è sempre speso tanto per la famiglia dell’Uic. Credeva parecchio in questa missione. E sino all’ultimo ha cercato di fornire il proprio contributo”. Il presidente Albani ci ha tenuto a sottolineare il significato che la manifestazione di sabato 3 dicembre avrà per l’intera sezione territoriale. “Oltre ai vertici nazionali e regionali dell’Uic – ha spiegato – sono stati invitati a partecipare anche i presidenti delle sezioni territoriali siciliane. Sarà una giornata speciale per ricordare una persona speciale”. Anche il maestro Arestia, sull’onda dei ricordi, ci ha tenuto a mettere in luce che “questa cerimonia vuole celebrare chi, per decenni, si è speso, con i suoi consigli preziosi, per portare avanti l’attività della nostra sezione”. Tra le motivazioni che hanno spinto l’Uic di Ragusa a intitolare la struttura ambulatoriale al dott. Damanti il fatto che sia stato “un solido pilastro, un costante punto di riferimento, un lungimirante fautore della cultura della prevenzione delle malattie oculari e una preziosa fonte di rara saggezza e di immensa cultura nel lungo cammino dell’integrazione sociale dei minorati della vista della comunità iblea”.

OPHELIA DEI BASSOTTI DELLA KAFARA CONQUISTA IL TITOLO MONDIALE

????????????????????????????????????

Ophelia, per la categoria bassotto nero a pelo duro di sedici mesi, conquista il titolo di campione del mondo al World Winner Show 2016 che si è tenuto a Busto Arsizio. L’evento, tra i più prestigiosi al mondo, ha visto la partecipazione di 450 bassotti provenienti dalla Russia, dalla Spagna, dall’Italia e dalla Germania. Il bassotto, del canile Kafara di Modica e di cui è proprietario Giorgio Amore, è figlia d’arte. Il padre Joker nel 2014 aveva vinto lo stesso titolo a Helsinki in Finlandia.

RAGUSA, ERGON PER PREMIARE GLI STUDENTI PIÙ MERITEVOLI, FIGLI DEI DIPENDENTI DELLA CONSORTILE

ergon-3Si è tenuta ieri al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla la cerimonia di consegna delle borse di studio destinate agli studenti più meritevoli, figli dei circa 1000 dipendenti dell’azienda leader nella distribuzione alimentare in Sicilia. Sono stati 28 i giovani premiati con borse di studio per un valore complessivo di 34 mila euro. La società, che raggruppa i marchi della distribuzione alimentare Interspar, Eurospar, Despar, Ard e Altasfera, sulla base del merito ha individuato gli studenti che nell’anno scolastico 2015-2016 hanno riportato i voti migliori alle elementari, alle medie inferiori e superiori e all’università. Accompagnati dai propri genitori, dipendenti della Ergon, le giovani promesse hanno ricevuto nelle proprie mani una pergamena-ricordo e una busta contenente l’assegno relativo alla borsa di studio ottenuta. Un evento che si carica di un forte ed importante messaggio, rappresentato sul palco dalla dottoressa Concetta Lo Magno, direttrice dell’area marketing dell’Ergon. “Il messaggio che vogliamo lanciare è che se riesci a pensarlo, immaginarlo, allora puoi farlo – ha affermato la Lo Magno – E se lo facciamo insieme, è ancora meglio. Per questo motivo quest’anno abbiamo voluto farci accompagnare dalla famosa canzone dei Coldplay Up&Up e abbiamo tratto ispirazione dal pensiero dell’inventore dei Lego che appunto affermava: se puoi immaginare qualcosa allora puoi realizzarla”. Per la scuola primaria a ricevere la borsa di studio del valore di 500 euro sono stati Giuseppe Cappello, Leonardo Leggio, Aurora Burrafato, Marta Spada, Antonio Vitale, Alessandra Agosta, Rosario Nicosia, Davide Rotondo, Sara Palazzolo, Grazia Maria Vindigni; per la scuola media, con la borsa di studio del valore di 1.000 euro, sono stati premiati Simona Cannata, Giovanni Firullo, Maria Cristina Gennuso, Viviana Dipasquale, Francesca Scollo, Vincenzo Giurdanella, Rachel Giacomarro, Maria Alessia Tidona, Francesco Angelo Tidona, Sara Tumino; per le scuole superiori con la borsa di 2.000 euro Cristiana Rosa, Giada Occhipinti, Luca Salamone, Chiara Vinci, Andrea Bottaro, Cesare Tumino, Giada Pagano, infine borsa di studio di 5000 euro per la sezione laurea è andata a Fabiola Guastella.

Ragusa, quarto anno consecutivo del progetto Pedibus

1-12Il Pedibus di Ragusa, attivo negli anni passati in quattro scuole (Palazzello, Paolo Vetri, Mariele Ventre e Cesare Battisti), è il primo Pedibus attivato in Sicilia a titolo gratuito, con la collaborazione dei genitori che scelgono di far vivere questa esperienza di civiltà ai propri figli e di accompagnarli come tutor. Quest’anno le prime “carovane urbane” dei piccoli camminatori delle scuole iblee ad essere attivate saranno le linee viola ed arancione, rispettivamente nelle scuole Palazzello e Cesare Battisti: le vedremo a partire da lunedì 24 ottobre dirigersi verso i rispettivi istituti scolastici partendo dalla via Sciesa e dalla via Roma. Seguiranno a ruota la linea rossa (Palazzello) e, sempre a novembre, la gialla (Cesare Battisti) dove verranno fatte alcune “corse” di sperimentazione. I bambini ogni giorno vanno a scuola e ritornano a piedi, facendo così tanto esercizio fisico. Ci saranno almeno due adulti che li accompagneranno, si ridurrà il numero delle macchine nei pressi delle scuole durante gli orari di ingresso ed uscita dei bambini con notevole riduzione delle emissioni CO2 nei quartieri. Non si paga per far partecipare i propri figli al Pedibus, che funzionerà anche in caso di pioggia (basterà dotare i propri figli di abbigliamento ed accessori adeguati).

COMUNE DI RAGUSA –  REGOLAMENTAZIONE UNIONI CIVILI

74436639DS004_IsraelIl Settore Affari Generali ricorda che il 5 giugno 2016 è entrata in vigore la legge riguardante la “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”. Le convivenze di fatto, possono riguardare tanto le coppie eterosessuali quanto coppie omosessuali. Sono conviventi di fatto due persone maggiorenni  non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da unione civile; unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale; coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso Comune. Sul sito istituzionale del Comune è possibile scaricare la modulistica necessaria ed avere le seguenti informazioni: come dichiarare una convivenza di fatto; effetti della dichiarazione della convivenza di fatto; potere di rappresentanza; diritti inerenti la casa; diritti all’assegnazione della casa popolare; impresa familiare; interdizione, inabilitazione e amministrazione di sostegno; risarcimento del danno; sottoscrizione di un Contratto di Convivenza; disciplina dei rapporti patrimoniali, cancellazione di una Convivenza di Fatto; il diritto agli alimenti. Per le coppie che si erano già iscritte al Registro delle Unioni Civili del Comune di Ragusa, occorre nuovamente manifestare la volontà, con apposita dichiarazione, in applicazione della nuova legge nazionale. L’unione civile si costituisce invece tra persone dello stesso sesso con una dichiarazione di fronte all’Ufficiale di Stato Civile, alla presenza di due testimoni e va iscritta nell’apposito registro di stato civile. Le parti dell’unione acquistano gli stessi diritti ed assumono gli stessi doveri: hanno l’obbligo reciproco dell’assistenza morale e materiale, alla coabitazione ed entrambe sono tenute a contribuire ai bisogni comuni, in base alle proprie possibilità. Sul sito del Comune per le convivenze di fatto viene fornita sia la modulistica per l’unione civile, regolarmente scaricabile, e le informazioni necessarie. Il cittadino straniero che vuole costituire in Italia un’unione civile deve presentare, al momento della richiesta, anche una dichiarazione dell’autorità competente del proprio Paese dalla quale risulti che, secondo l’ordinamento giuridico di appartenenza, nulla osta alla costituzione dell’unione civile.

Ragusa, Servizio civile nazionale alla Fondazione San Giovanni Battista

20160728153442481_0001

Sono centosettanta le domande pervenute dai giovani candidati sui tre progetti avviati dalla Fondazione San Giovanni Battista. I progetti sono “Passo Passo”, settore educativo rivolto ai minori, che si svolgerà su 14 sedi parrocchiali della Diocesi; “Marhaban” per assistenza ad immigrati e profughi su 4 sedi tra Ragusa e Comiso; “Tra culto e cultura”, attivo nell’ambito del patrimonio artistico e culturale e si svolgerà su 8 sedi in ambito diocesano. Le graduatorie verranno rese note a settembre, al termine di una selezione che tiene conto di tre criteri: titoli di studio, esperienze pregresse in ambito di volontariato e colloquio attitudinale e motivazionale. “La prima fase di selezione – afferma Tonino Solarino, presidente della Fondazione San Giovanni Battista – offre alcuni spunti di riflessione. Sui progetti relativi all’accoglienza ai migranti ed alla valorizzazione del patrimonio artistico si confermano domande di giovani con curriculum fortemente qualificati, competenze specifiche di rilievo ed esperienze pregresse significative”.

ELETTA A RAGUSA MISS MAMMA

IMG_0456Rossella Mazziotta si aggiudica la selezione regionale di miss mamma. Sul podio anche Patrizia Salerno, con la fascia romantica, Stefania Parisi, fascia sportiva, Manuela Nicita, miss chic, Angela Ganci miss sprint,  Katia Ruta, miss fashion, Arianna Sudano, con il premio eleganza, Cinzia Cappitta, riconoscimento con miss mamma solare e Gianna Cassarino, miss gold. La manifestazione ideata da TE.MA. organizzazione spettacoli, si è svolta nell’area esterna del centro sportivo Vitality di Ragusa con la supervisione di Oriana Chiarenza. Il concorso nazionale di bellezza e simpatia era riservato a tutte le mamme di età compresa tra i 25 e i 45 anni e, con fascia “Miss Mamma Italiana Gold”, per le mamme dai 46 ai 55 anni.

Scroll To Top
Descargar musica