30-04-2017
Ti trovi qui: Home » Società (pagina 10)

Archivio della categoria: Società

Acate, Scicli e Santa Croce Camerina, dipendenti senza stipendio

Conta-manuale-dei-soldi“E’ veramente paradossale che i dipendenti dei comuni di Acate, Scicli e Santa Croce Camerina non possono aver liquidato lo stipendio solo perché il bando di concessione delle rispettive tesorerie è andato deserto e la tesoreria uscente, la Banca Agricola Popolare di Ragusa, ha deciso di interrompere il pagamento degli emolumenti”. E’ quanto afferma Giovanni Avola, segretario generale della Cgil di Ragusa, che ha sollecitato, sulla questione, il Prefetto di Ragusa per un autorevole intervento utile a sbloccare la situazione. Il bando di gara predisposto dai tre enti è scaduto il 31 dicembre u.s. e nessun istituto di credito ha inteso parteciparvi mettendo in stand up la tesoreria dei tre enti che non possono fronteggiare situazioni necessarie e ineludibili come il pagamento degli stipendi ai dipendenti. “Valutiamo, come è successo in altri comuni, conclude Avola, che nelle more di un nuovo affidamento della tesoreria, la banca uscente debba gestire l’ordinaria amministrazione e fare fronte ad un diritto costituzionalmente riconosciuto. Ritengo che l’intervento del Prefetto sia decisivo per assicurare gli emolumenti ai dipendenti e far tornare la serenità nelle loro famiglie”.

PRESENTAZIONE DELLA PETIZIONE POPOLARE PER LA CASA DEI DIRITTI

casa-dei-dirittiSarà depositata domani mattina 30 gennaio alle ore 10, presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Ragusa, la Petizione popolare per chiedere all’amministrazione dei locali da destinare a sede della Casa dei Diritti. Un luogo dove ospitare associazioni e istanze di cittadini, uno spazio dove coordinare tutte le attività di prevenzione e contrasto alla discriminazioni di ogni genere e tipo. Un laboratorio per produrre consapevolezza ed innovazione sociale. Un luogo di ascolto, di dialogo e di proposta. Dove si potrà partecipare a dibattiti, conferenze, eventi. La Casa dei diritti potrebbe diventare anche la sede di riferimento per il Registro delle Unioni Civili e per il Testamento Biologico. Oltre 500 cittadini hanno sottoscritto la formale domanda, indirizzata al Sindaco, al consiglio comunale e alla giunta comunale di Ragusa, in cui si richiede agli organi di governo di deliberare  sull’oggetto della petizione. Il Sindaco, la giunta e il consiglio, (a norma dell’art. 8 comma 3 dello Statuto del Comune di Ragusa), dovranno fornire risposta motivata entro 60 giorni dalla presentazione. Dopo anni di buio e di silenzio, la nostra città diventi finalmente laboratorio di diritti e punto di riferimento per la lotta alle discriminazioni. I promotori dell’iniziativa (A SINISTRA RAGUSA, GENERAZIONE ZERO, AMNESTY INTERNATIONAL, AGEDO, LIBERA, ASSOCIAZIONE MULTIETNICA UNITI SENZA FRONTIERE, COORDINAMENTO STUDENTESCO RAGUSANO, USB, FLC CGIL), colgono l’occasione per ringraziare tutti coloro che con la loro firma e con la loro collaborazione attiva hanno reso possibile tutto questo.

RAGUSA,PUBBLICATO SUL SITO DEL COMUNE IL BANDO PER I CONTRIBUTI INTERVENTI DI PREVENZIONE DEL RISCHIO SISMICO SU EDIFICI PRIVATI

protezione armatureL’Amministrazione comunale rende noto a tutti i cittadini che è possibile presentare richiesta di incentivo per interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico o, eventualmente, di demolizione e ricostruzione di edifici privati. Possono presentare domanda di contributo, entro il 24 marzo prossimo, i proprietari di edifici ubicati nel territorio comunale che abbiano i requisiti indicati nel bando pubblicato sul sito del Comune in cui è scaricabile l’apposita modulistica. L’istanza, dovrà pervenire entro il suddetto termine al Protocollo Generale del Comune di Ragusa – indirizzata all’Ufficio di Protezione Civile – Via M. Spadola n. 56 – 97100 Ragusa.

LA PRIMA DOMENICA DEI MESI DI FEBBRAIO E MARZO IN VIA ROMA UN “MERCATINO DELLE PULCI”

mercatino2Il 1° febbraio ed il 1° marzo in Via Roma si svolgerà, dalle ore 8 alle 14,30, un “Mercatino delle Pulci”. La decisione di istituire tali due giornate, proposte al Comune dall’Associazione Hereusium, è stata assunta con determina sindacale n. 8 del 26 gennaio scorso. “L’Amministrazione comunale – dichiara il Sindaco Federico Piccitto – ha deciso di accogliere la richiesta dell’associazione culturale in quanto ritiene che si tratti di un’iniziativa che contribuisca ad animare il centro storico di Ragusa Superiore ed in particolare la centralissima via Roma, in cui verranno installati 23 gazebi che saranno a disposizione di quanti prenderanno parte al “Mercatino delle Pulci”.

ANCHE A RAGUSA ARRIVA IL SISTEMA STREET CONTROL

street control-2Nel territorio comunale, come già testato in altre città italiane, l’amministrazione comunale utilizzerà in via sperimentale il sistema “Street Control”, un dispositivo composto da una telecamera e da un monitor collegati ad un computer, in grado di rilevare le infrazioni al solo passaggio dei veicoli, fotografandone targa e abitacolo. Le telecamere del sistema trasmettono in tempo reale alle centrali operative delle Forze dell’Ordine le immagini catturate. Lo “Street Control” consente di sapere anche in tempo reale se la vettura è rubata. “Si tratta di uno strumento importante – specificano l’assessore alla Polizia Municipale Massimo Iannucci ed il Comandante di Polizia Municipale Giuseppe Puglisi – che ci aiuta ad affrontare alcune criticità. Infatti il sistema non solo rappresenta un valido aiuto per sanzionare le soste vietate, ma anche per comunicare agli uffici comunali competenti eventuali problematiche attinenti alla sicurezza stradale ed alla tutela del patrimonio comunale, come la segnalazione di buche sul manto stradale o altre situazioni di pericolo”. Le infrazioni rilevate con il sistema “Street Control” saranno contestate immediatamente dagli operatori di Polizia Municipale in caso di presenza del trasgressore in loco, altrimenti si procederà al recapito del verbale dell’importo di 39 euro, oltre spese di notifica. Il sistema verrà utilizzato soprattutto nelle strade ad alto scorrimento di traffico e nelle zone dove sono più frequenti le soste in doppia fila. Come per il tele laser, sarà comunicato settimanalmente sul sito internet del Comune il luogo ove verrà utilizzata l’apparecchiatura.

Palazzo Grimaldi, si presenta il libro “Una provincia in Sicilia. Storia economica della provincia di Ragusa”

baseSabato 31 gennaio alle ore 17,30 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) il Kiwanis Club di Modica e la Fondazione Giovan Pietro Grimaldi organizzano un importante momento di riflessione sui temi dell’economia provinciale, con la presentazione del volume “Una provincia in Sicilia. Storia economica della provincia di Ragusa” a cura di Saverio Terranova, edito da Bonanno editore. Interverranno Giuseppe Barone presidente della Fondazione Grimaldi, Saverio Terranova presidente del centro studi della CNA di Ragusa, Carmelo Arezzo segretario generale della Camera di Commercio di Ragusa e Giuseppe Vaccaro già funzionario della Banca d’Italia e responsabile dell’Area Controlli per la società cooperativa Unifidi Imprese Sicilia. Presenti anche gli altri coautori del volume. Il libro, voluto dal Centro studi della Confederazione nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa di Ragusa, raccoglie una decina di saggi scritti da protagonisti istituzionali e da firme prestigiose nel campo dell’economia – Carmelo Arezzo, Angelo Battaglia, Michele Fronterré, Giovanna Licitra, Giorgio Occhipinti, Giuseppe Salmé, Saverio Terranova e Giuseppe Vaccaro. Gli autori puntano la loro lente d’ingrandimento sui settori che hanno dato vita in un recente passato al cosiddetto “modello Ragusa”, ripercorrendo la storia recente dell’agricoltura, dell’artigianato, del commercio, l’ascesa e il declino della grande industria, il ruolo delle banche e i confidi, fino a delineare un quadro completo e aggiornato del sistema economico della provincia ragusana.

RAGUSA, RESIDENZA SANITARIA PER ANZIANI ABBANDONATA

Residenza sanitaria per anziani 2“Sono ormai precarie le condizioni della residenza per anziani di contrada Selvaggio. Residenza per anziani realizzata con fondi pubblici, quindi anche dei cittadini ragusani, e il cui completamento riguarda da vicino il Comune. Il mancato utilizzo sta rendendo completamente fatiscenti alcune parti della struttura”. L’allarme è lanciato dal segretario del circolo “Pippo Tumino” del Pd di Ragusa, Gianni Lauretta, il quale “non riesce a comprendere le motivazioni per cui, dopo che sono stati spesi tantissimi soldi dei contribuenti, non è possibile sapere come e quando la Rsa potrà essere fruibile. Sembra, purtroppo, ormai una prassi consolidata quella di non portare a compimento le opere pubbliche già avviate, come nel caso del teatro della Concordia”. Lauretta spiega che “la Rsa potrebbe fornire la possibilità a numerose famiglie di usufruire di una assistenza di un certo livello e, soprattutto in questi momenti di crisi economica, di potere contare su un servizio economicamente vantaggioso. E non si può neppure dire che questa Amministrazione comunale non abbia avuto tempo perché ormai sono passati due anni e in tutto questo tempo nessuno vi ha mai messo piede. Noi del Pd riteniamo che le opere in corso siano da completare”.

RAGUSA, MARCIAPIEDI VIA ALDO MORO SEMPRE IN ATTESA DI COMPLETAMENTO

I marciapiedi di via Aldo MoroIl presidente dell’associazione “Ragusa in movimento”, Mario Chiavola sottopone all’attenzione dell’Amministrazione comunale una problematica protrattasi nel tempo. “Beninteso – aggiunge Chiavola – nessuna responsabilità dell’attuale Giunta che ha ereditato il disagio e che forse neppure sa che esiste. Per questo motivo, anche su richiesta di alcuni residenti, mi sono preso la briga di segnalarla anche perché da circa dieci anni si attende che questa piccola opera possa essere completata. Il riferimento è ai marciapiedi di via Aldo Moro, nel tratto che va dagli alloggi Iacp sino all’incrocio con via padre Tumino. Sebbene la via sia molto spaziosa, i marciapiedi, realizzati ormai non si sa neppure da quanto, sono ancora incompleti. Mancano, infatti, le mattonelle di asfalto, e non c’è lo spazio – per chi è in carrozzella – di passare. Chiedo all’Amministrazione comunale di effettuare un sopralluogo e di verificare in che modo è possibile intervenire”.

CERIMONIA IN PREFETTURA PER IL “GIORNO DELLA MEMORIA”

giornata-shoahQuesto martedì con inizio alle ore 18 nel Salone d’Onore della Prefettura, in occasione del “Giorno della Memoria”, si svolgerà un momento di riflessione in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto durante la Seconda Guerra Mondiale. L’intendimento è quello – a distanza di 70 anni dal 27 gennaio 1945, quando fu liberato il campo di concentramento di Auschwitz – di ripercorrere, attraverso musiche e letture sul tema della “Shoah”, una pagina pregnante della storia del nostro Paese e dell’Europa, drammatica per l’umanità, che va sempre ricordata. All’evento, promosso dal Prefetto Annunziato Vardè nella consapevolezzache è doveroso per tutti conservare e tramandare la memoria storica della barbarie nazista e commemorare le vittime dell’olocausto,sono stati invitati a partecipare il Vescovo della Diocesi di Ragusa, i Sindaci dei Comuni della provincia, il Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma, le componenti istituzionali a vario titolo interessate, nonchè i cittadini iblei ai quali negli anni scorsi il Presidente della Repubblica ha conferito la “Medaglie d’Onore” quali vittime di deportazione e di internamento nei lager nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale.

IMU AGRICOLA, SI PAGA ENTRO IL 10 FEBBRAIO

downloadIl decreto del Governo sull’Imu agricola non risolve del tutto i tanti problemi ancora sul campo. Soprattutto per le province del Sud, la gran parte a vocazione agricola, il rischio è’ di trovarsi con imprenditori agricoli di serie A e B”. E’ quanto dichiara l’on. Nino Minardo il quale ritiene che il provvedimento varato dal Consiglio dei Ministri che esenta i comuni montani dal pagamento dell`imu agricola e che proroga al 10 febbraio la scadenza non risolve il problema. “La provincia di Ragusa è ancora una volta penalizzata. La maggior parte degli imprenditori agricoli e dei proprietari terrieri, prosegue Minardo, sara’ comunque costretta a pagare l’Imu. Se pensiamo alla fascia trasformata che si estende per tutto il litorale ibleo, saranno centinaia gli imprenditori agricoli costretti a pagare. Inoltre, la scadenza dei termini di pagamento, rimane sempre troppo ravvicinata. È necessario, quindi, conclude il parlamentare nazionale Nino Minardo,che il governo non solo riveda tutta la materia, ma provveda a formulare norme di abolizione totale di questa insidiosa tassa per un comparto e per i territori già troppo penalizzati”.

“UNA STAGIONE ALL’INFERNO” UNO SPETTACOLO A RAGUSA PER RICORDARE LE VITTIME DELL’OLOCAUSTO

images“Una stagione all’inferno”: è questo il titolo dello spettacolo promosso dall’Associazione Ragusa Giovani con il patrocinio dell’assessorato comunale alla cultura, in programma mercoledì 28 gennaio, alle ore 18,30, presso l’Auditorium San Vincenzo Ferreri di Ragusa Ibla. L’evento culturale, curato da Stefano Vaccaro e Kewin Lo Magno, viene proposto nel Giorno della Memoria per commemorare le vittime dell’Olocausto. Uno spettacolo particolare con un intreccio tra teatro, danza, musiche, canzoni che vedrà come protagonisti anche gli attori della Compagnia teatrale Dionysos, i ballerini di Hyblart e Progetto danza. In scena la giornalista Isabella Papiro, voce narrante, ed il Maestro Franco Cilia.

ISTANZE DI PARTECIPAZIONE ALLA FIERA DI SAN GIOVANNI

download (5)Entro il 31 marzo prossimo dovranno essere presentate le istanze relative alla partecipazione alla “Fiera di San Giovanni 2015” che si svolgerà dal 27 al 31 agosto. A renderlo noto è il Settore Sviluppo economico del comune di Ragusa che informa che il modulo della domanda da presentare, è scaricabile dal sito del Comune.

RAGUSA, VILLAGGIO CAMEMI AL BUIO

Contrada Camemi pubblica illuminazione (1)“I solleciti inoltrati, l’ultimo dei quali nel mese di ottobre, non sono finora serviti a nulla. Villaggio Camemi, zona periferica a ridosso della frazione di Marina di Ragusa, continua a rimanere al buio”. È questo il senso dell’intervento del consigliere comunale Angelo Laporta che torna a battere su un tasto che riguarda da vicino decine di famiglie. “Sembrava che dopo il mio ultimo intervento – precisa Laporta – la situazione potesse sbloccarsi. E invece niente di niente. I mesi passano e i disagi rimangono. La strada principale del villaggio continua ad essere priva di pubblica illuminazione e tutto ciò è sinceramente inconcepibile. Ribadisco, ancora una volta, che il villaggio è entrato a fare parte, da qualche anno, dei piani di recupero del Comune di Ragusa. Ecco perché torniamo a chiedere, anche dopo aver fatto sintesi delle istanze provenienti dai residenti, l’installazione di almeno quattro pali di pubblica illuminazione in una delle tre vie esistenti che ancora oggi, nonostante la presenza di numerose abitazioni,risulta essere completamente al buio”.

RAGUSA, ELISA MARINO: QUESTUA FASTIDIOSA

NEWS_89726“La presenza di una questua pressante, indisponente, a volte anche preoccupante per i toni e le modalità dell’insistenza, sta creando non pochi problemi ai commercianti del centro storico superiore di Ragusa, soprattutto a quelli le cui attività ricadono nel quadrilatero compreso tra via Salvatore, via Mario Leggio, via Roma e via Sant’Anna, già alle prese con notevoli difficoltà di carattere economico”. E’ il tenore della denuncia fatta in aula, durante l’attività ispettiva, dalla consigliera comunale indipendente Elisa Marino la quale sostiene di aver raccolto le accorate sollecitazioni dei negozianti molti dei quali si vedono costretti, non appena arrivano le ore serali e quindi l’illuminazione è fioca, a chiudere a chiave le porte d’ingresso dei propri esercizi commerciali proprio per le dimensioni che ha assunto il fenomeno. “E’ da qualche settimana, infatti – precisa Marino – che il via vai di queste persone, soprattutto cittadini stranieri, si è fatto insistente. Ma fino a quando una richiesta di denaro, la cui risposta può avere anche un esito negativo, ha come conseguenza il fatto che il questuante vada via senza creare problemi, poco male. Il problema è che, però, le persone che hanno chiesto soldi, in questi ultimi giorni, hanno minacciato a chiare lettere i negozianti di pretenderli, da cinque perfino a venti euro. Io stessa, – dichiara la Marino – per rendermi conto della situazione, ho fatto un sopralluogo nella zona per interloquire con alcuni operatori che mi hanno confermato la pesantezza della prooblematica. Per questo ho chiesto all’assessore alla polizia municipale di porre maggiore attenzione alla zona”.

Expo 2015. Cartabellotta illustra mission per l’Esposizione e insedia tavolo tecnico provinciale

download (2)Da responsabile del Cluster Bio-mediterraneo, il padiglione ad Expo 2015 coordinato dalla Regione Siciliana con la presenza di 12 paesi stranieri (Albania, Algeria, Croazia, Egitto, Grecia, Libano, Libia, Malta, Montenegro, San Marino, Serbia e Tunisia) che si affacciano nel Mare Mediterraneo, il commissario straordinario della Provincia di Ragusa, Dario Cartabellotta ha tenuto una riunione col partenariato socio-economico della provincia di Ragusa, rappresentanti dei consorzi di tutela, dei distretti turistici e produttivi per lanciare l’operazione Expo 2015 col coinvolgimento della provincia di Ragusa. Secondo una programmazione già decisa in ambito regionale Ragusa potrà presentare le sue eccellenze la quinta settimana dopo l’apertura dell’Expo fissata il prossimo 1 maggio, quindi, verosimilmente dal 30 maggio al 6 giugno 2015.In uno spazio di 7.330 metri quadrati, di cui 1.900 dedicati all’area comune, ci sarà una zona ristorazione e saranno organizzate mostre e marketing diretto. La ristorazione verrà preparata con materie prime siciliane.Un padiglione che ha sollevato il maggior interesse internazionale poiché è il luogo che celebrerà la Dieta Mediterranea nella sua eccezione più alta del termine, che ha avuto dall’Unesco il riconoscimento di Patrimonio Immateriale dell’Umanità. A 100 giorni dall’apertura dell’Expo e per organizzare sul piano operativo la presenza del territorio ragusano il commissario straordinario Dario Cartabellotta ha insediato un comitato tecnico composto dal capo di Gabinetto della Provincia Gianni Molè, dai dirigenti regionali Nino De Marco, Giuseppe Cicero e Biagio Di Mauro e dal dirigente di ricerca del Corfilac Stefania Carpino che coordineranno le proposte e stileranno un calendario degli eventi per la settimana ragusana in calendario all’Expo.

PROGETTO ICARO

s0jyKinHZIFmCzrjmRoFFRfdU=--Il Dirigente del Compartimento Sicilia Orientale della Polizia Stradale dott. Cosimo Maruccia ed i rappresentanti di tutti gli uffici delle provincie di Catania, Messina, Ragusa, Siracusa ed Enna hanno tenuto marted’ mattina una riunione operativa presso il Comune di Ragusa.  Il nuovo dirigente  ha voluto che le riunioni fossero itineranti, per conoscere meglio il territorio ed affrontare le tematiche connesse alla viabilità. In tali occasioni, oltre ad aspetti operativi, vengono discusse ed analizzate le direttive del Dipartimento della P.S. e del Servizio Polizia Stradale.E’ stato altresì presentato il progetto Icaro  2015, “Usa la bici in sicurezza” unitamente al Sindaco ed al Presidente della Federazione Ciclistica Regionale Salvatore D’Aquila, che prevede cicli formativi in materia di sicurezza stradale nelle scuole medie ed elementari della provincia da parte degli agenti della Polizia Stradale di Ragusa. Quest’anno il progetto mira appunto ad un uso corretto e sicuro della bici, al fine di tutelare gli utenti deboli della strada, che spesso sono vittime di gravi incidenti stradali. Alla fine dei corsi, gli alunni, insieme ai genitori, ed ai cittadini che vorranno partecipare, gratuitamente, prenderanno parte alla manifestazione conclusiva a Marina di Ragusa prevista per il prossimo 9 maggio.

ASSISTENZA INDIGENTI, LA CGIL GIUDICA EQUA E TRASPARENTE LA POLITICA DEL SINDACO PICCITTO

download (1)“Le recenti esperienze maturate nella città di Ragusa in materia di assistenza alle fasce meno protette dei cittadini senza lavoro ed indigenti, hanno sancito la definitiva conclusione della stagione dei “sussidi a pioggia” . L’avviamento in varie forme ai lavori di pubblica utilità – ancorché sostenuta in maniera insufficiente dal bilancio comunale e dalle risorse regionali – ha inaugurato nuove procedure più eque e trasparenti per l’accesso agli interventi di sostegno al reddito. Il positivo confronto tra la CGIL e l’Amministrazione Comunale deve adesso compiere un nuovo salto di qualità.”. Questo il giudizio della Cgil che spera che kil metodo adottato si applichi per altre esigenze: “Proponiamo di intrecciare e coordinare gli interventi di pubblica utilità con la necessità di affrontare i casi più urgenti dell’emergenza abitativa. Una parte del patrimonio edilizio comunale oggi è sostanzialmente sottoutilizzato se non addirittura colpevolmente abbandonato al progressivo degrado. Di contro, gli effetti della crisi fanno registrare l’aumento dei casi di morosità incolpevole nei contratti di locazione e la conseguente crescita degli sfratti e della perdita dell’alloggio. In questo contesto è necessario avviare un progetto organico di recupero del patrimonio edilizio comunale a fini sociali per finalità emergenziali e non solo. Il progetto può essere sostenuto utilizzando le risorse umane disponibili nella platea di disoccupati e cosiddetti indigenti, sia nella fase preliminare di individuazione e censimento degli immobili destinabili alle finalità del progetto che nell’opera successiva di recupero e riadattamento degli stessi. Si tratta dunque di approntare non più generiche graduatorie, bensì segmenti della stesse distinte sulla base delle professionalità dei richiedenti e conseguentemente l’ impiego degli stessi in funzione del progetto.L”assegnazione degli immobili recuperati per uso abitativo deve avvenire secondo rigidissimi criteri di equità e trasparenza. e ina parte degli immobili di proprietà comunale – proponde la Cgil – se inadatti ai fini abitativi, possono essere concessi a titolo “gradualmente oneroso” a giovani lavoratori autonomi che intendono avviare una attività in proprio, al fine di divenire spazio destinato alla “incubazione” dell’autoimpresa sia individuale che in forma associata. Su questi temi rimaniamo disponibili al confronto costruttivo con l’Amministrazione Comunale e con tutte le forze presenti in Consiglio comunale con l’auspicio che al più presto venga definito un calendario di incontri da parte degli assessorati competente per la definizione esecutiva del progetto”.

10 anni dell’Aeronautico

downloadSabato 31 alle ore 9.30, l’Istituto Tecnico Commerciale e Aeronautico “F. Besta” di Ragusa celebrerà il 10° anno di costituzione dell’indirizzo di studi aeronautico insieme alle massime autorità civili e militari invitate a partecipare all’evento. All’iniziativa interverranno il col. pil. Vincenzo Sicuso, Comandante del 41° Stormo di Sigonella, il prof. Vito Riggio, Presidente dell’Enac, il prof. Giovanni Tesoriere, preside della facoltà di ingegneria e architettura dell’università “Kore” di Enna, il prof. Andrea Alaimo, presidente del corso di laurea di ingegneria aerospaziale dell’università “Kore” di Enna, e i massimi dirigenti della società aeroporto Comiso. È prevista l’inaugurazione di uno stand del 41° Stormo di Sigonella arricchito dalla presenza di alcune uniformi storiche fornite dal museo civico “l’Italia in Africa”. Saranno inoltre presenti anche le scuole di volo Mosquito di Marina di Modica e l’Aeroclub di Catania.

RAGUSA, SERVIZIO TRASPORTO DISABILI AMMESSI A TERAPIA RIABILITATIVA

downloadSul sito del Comune, nell’apposita finestra riservata ai bandi di gare, incarichi, concorsi di prossima scadenza, è pubblicato il bando relativo alla procedura aperta per l’affidamento del servizio “Trasporto disabili ammessi a terapia riabilitativa”. L’importo a base di gara è stato fissato in euro 140.000 per una durata del servizio di 24 mesi. Il termine per la presentazione delle offerte è fissato per le ore 12 del 9 febbraio 2015. Ulteriori informazioni sulla procedura aperta, tra cui requisiti per la partecipazione e modalità di presentazione dell’offerta, possono essere assunte consultando il testo integrale del bando e gli altri documenti allegati, pubblicati su: www.comune.ragusa.gov.it

SPORTELLO SBATTEZZO

imagesL’Associazione Ipazia  (Atei, Agnostici, Liberi Pensatori e Anticlericali) annuncia l’apertura dello “Sportello Sbattezzo”.Lo sportello intende fornire informazioni e documentazione a chiunque voglia abbandonare la Chiesa Cattolica, usufruendo delle recenti normative approvate dalla CEI in materia di cancellazione dalle liste di battesimo conservate nelle parrocchie. Lo sportello sarà aperto due giorni la settimana, il mercoledì e il venerdì, dalle ore 17 alle ore 19, in via Garibaldi n. 2, a Ragusa. Si riceve anche per appuntamento, scrivendo una mail a: [email protected]
Scroll To Top
Descargar musica