25-06-2017
Ti trovi qui: Home » Società (pagina 10)

Archivio della categoria: Società

POSTE, CHIUDE L’UFFICIO DI SAN GIACOMO

images (4)Il Sindaco Federico Piccitto appresa la notizia che la Direzione Regionale di Poste Italiane ha di recente diffuso un’informativa con la quale si comunica che dal prossimo 13 aprile verranno chiusi in Sicilia alcuni Uffici Postali, tra cui quello di San Giacomo Bellocozzo, dichiara: “Gli uffici postali, in una frazione come San Giacomo, rappresentano molto di più di un semplice servizio per la comunità. Non è quindi accettabile che, con una decisione unilaterale e non concordata con il territorio, si stabilisca, evidentemente solo per motivi economici, la chiusura improvvisa di una vera e propria istituzione di una frazione importante e popolosa di Ragusa. Per questi motivi ho già attivato un’interlocuzione con il direttore della locale sede delle Poste Italiane, a cui chiederò, con una nota ufficiale, di partecipare ad un incontro, aperto alla cittadinanza, da tenersi a San Giacomo, per capire quali siano gli effettivi margini tesi a scongiurare tale chiusura o provare ad individuare soluzioni alternative che mantengano, nella frazione, il presidio postale”.

PD MARINA DI RAGUSA, “PALI DELLA LUCE FATISCENTI”

Palo della luce fatiscente 4 piazzale Padre Pio“L’idea dell’ illuminazione a led è senz’altro positiva ma vorrei suggerire all’assessore alle Manutenzioni, Salvatore Corallo, di pensare oltre al risparmio anche all’incolumità dei cittadini”. E’ quanto denuncia la delegata per Marina, Antonella Bellina, del circolo “Pippo Tumino” del Pd di Ragusa, evidenziando la presenza, su tutto il territorio comunale, di numerosi pali fatiscenti che rischiano di venire giù alla prossima occasione in cui tirerà vento più forte del normale. “Basta farsi un giro – dice Bellina – per rendersi conto di come sarebbe opportuno provvedere, in prima istanza, all’eliminazione dei pali in disuso e di quelli che risultano essere parecchio arrugginiti. Non sono soltanto indecorosi ma li possiamo ritenere molto pericolosi. A Marina di Ragusa, in particolare, ci sono pali installati al limite del marciapiede che ostacolano, quindi, il passaggio dei pedoni. Vorrei, inoltre, segnalare la necessità di intervenire il prima possibile per la sistemazione di un palo pericolante sito al piazzale Padre Pio vicino al chiosco. Non possiamo aspettare che accada qualcosa di grave prima di intervenire. E’ indispensabile che sia avviato un monitoraggio attento della problematica e che si possano adottare le misure necessarie per evitare il peggio”.

Convegno sulla Shoah per non dimenticare, venerdì al Circolo Auser di Ragusa

images (2)Una conferenza sulla Shoah è stata promossa dallo Spi e dall’Auser di Ragusa per venerdì 6 alle ore 15,30 nella sede del Circolo Auser “Terra Iblea” in Via degli Abeti, 38 a Ragusa. La conferenza, che sarà presieduta dalla segretaria generale dello Spi-Cgil Ragusa, Roberta Malavasi, prevede la relazione del prof. Giovanni Cafiso, docente di storia e filosofia. Seguirà una testimonianza e la proiezione delle foto a cura di Mario Vivera, segretario provinciale dello Spi Cgil di Ragusa. Le conclusioni saranno tratte da Maurizio Calà, segretario generale dello Spi-Cgil Sicilia.

RAGUSA, RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE

downloadE” stato pubblicato sul sito del Comune il bando relativo all’affidamento del primo stralcio funzionale per la riqualificazione energetica degli impianti d’illuminazione cittadina con apparecchi led stradali che consentiranno una riduzione dei consumi di energia elettrica ed un risparmio per le casse del Comune di oltre 220.000 euro.L’intervento prevede la sostituzione delle lampade a vapori di mercurio, attualmente installate, con apparecchi Led di ultima generazione, caratterizzati da potenze ridotte di oltre il 60%, elevate efficienze luminose e ridotti oneri di manutenzione. I corpi illuminanti sostituiti, saranno quasi 1500 e verranno installati in oltre 40 arterie cittadine tra cui via Archimede, via Risorgimento, via Paestum, via Colajanni, via della Costituzione, via Mongibello, via La Pira e via Forlanini. I lavori, come previsto nel bando di gara il cui importo dei lavori a base d’asta è di 1,29 milioni di euro, si concluderanno entro 5 mesi dalla consegna all’impresa aggiudicataria. “Un intervento essenziale sotto molteplici aspetti – afferma l’Assessore ai lavori pubblici, Salvatore Corallo – la cui validità è stata confermata da alcune interessanti sperimentazioni effettuate nei mesi scorsi su brevi tratti di alcune arterie cittadine dimostrando il netto miglioramento del servizio derivante dall’installazione di apparecchi di questo tipo, sia in termini di risparmio energetico, sia di incremento di capacità di illuminazione oltre all’aspetto non trascurabile, della riduzione dell’inquinamento luminoso con l’abbattimento delle dispersioni di luce verso l’alto”.

RAGUSA, APPROVATO IL PROGETTO “ADOTTA UN CANE”

imagesAl Comune di Ragusa  è stato approvato il progetto “Adotta un cane” rivolto ai cittadini disponibili a prendersi cura dei cani rinvenuti nel territorio comunale e ricoverati sia presso la struttura “Dog Professional” che presso il Rifugio sanitario comunale. Nei prossimi giorni sul sito del Comune verrà pubblicato il bando avviso pubblico del progetto “Adotta un cane” in cui, tra l’altro, vengono indicati i requisiti necessari per ottenere l’affidamento definitivo dei cani ( per un massimo di n. 2 animali per ogni nucleo familiare). Prevista altresì l’erogazione di un contributo economico del Comune pari a € 200,00 a fondo perduto, una tantum ed onnicomprensivo, quale concorso nelle spese di alimentazione e cura dell’animale.

L’INTERROGAZIONE DI LUMIA SULLA MAFIA A VITTORIA

download (4)Alcune riflessioni dell’onorevole Ciccio Aiello, oggi consigliere comunale a Vittoria, dopo l’interrogazione presentata al governo Renzi dal senatore pd Peppe Lumia. Dice Aiello ” Tutto tace a Palazzo Iacono. La loquacità ciarliera e consueta di Nicosia non ha nulla da dire sulle affermazioni e i fatti riportati nella interrogazione che disegnano lo scenario di una storia vissuta da questo territorio e definiscono le maglie di una rete che di fatto imbriglia l’economia vittoriese. Nemmeno una parola dal Sindaco. Probabilmente perchè non trova le parole per accreditare o smentire il quadro preoccupante che l’interrogazione del Sen.Lumia porta alla considerazione delle Istituzioni dello Stato e della pubblica opinione. E tanti continuano a negare l’esistenza della mafia, di problemi di questo tipo, al Mercato, nella Città e nel Territorio. E il Palazzo tace. Le dimissioni dell’Avv. Gurrieri in questo senso non possono non destare ulteriori preoccupazioni in chi crede che in realtà una intera economia e un intero territorio sono consegnati alle forze della prepotenza e del male. Credo sia giusto non generalizzare. Persino tra i nomi citati nella interrogazione vi sono persone che non hanno la stessa responsabilità o la stessa identità criminale. Ma chiudere gli occhi di fronte alla realtà, come hanno fatto molti del Palazzo in questi anni, è una fregatura per la verità, la legalità e la democrazia. Chiamare in causa il corto circuito elettrico per spiegare l’incendio di 10 box di cemento armato al Mercato è menzogna oppiacea, volontà di parlare d’altro” – dichiara Ciccio Aiello.

VIA RISORGIMENTO A RAGUSA, STRISCE PEDONALI COMPLETAMENTE SBIADITE

L'incrocio con le strisce pedonali sbiadite (1)La consigliera comunale Elisa Marino ha raccolto le lamentele dei residenti di uno dei quadrivi più transitati di Ragusa, quello tra via Risorgimento, via ingegnere Migliorisi e via Giovanni Grasso. “Qui – aggiunge Marino – ci sono  ben quattro attraversamenti pedonali parecchio scoloriti. Torno, quindi, a chiedere un intervento puntuale e rapido dell’Amministrazione comunale, in particolare dell’assessorato alle Manutenzioni, per evitare che questo disagio continui a protrarsi nel tempo. Penso che il Comune di Ragusa abbia ancora qualche soldo in cassa per potere acquistare qualche barattolo di vernice necessaria a ripitturare le strisce pedonali. Non dobbiamo dimenticare che sono soprattutto gli anziani della zona a lamentarsi. Visto e considerato che, più di altri, avvertono la necessità di potere contare su un attraversamento pedonale degno di tale nome”.

CASE ALL’ASTA, IL PRESIDENTE DELL’ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI “E’ STATA FATTA CONFUSIONE TRA IL NOSTRO ORDINE PROFESSIONALE E IL SINDACATO”

Il presidente Ordine commercialisti Ragusa Daniele ManentiIl presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili per la circoscrizione del Tribunale di Ragusa, Daniele Manenti, interviene dopo che, in queste ultime ore, è stato tirato in ballo con riferimento alla vicenda di una famiglia di Vittoria la cui casa è stata posta all’asta. “Ho atteso che il caso fosse definito – afferma Manenti – per evitare che le mie parole potessero essere strumentalizzate, in un senso o nell’altro. Non scendo nel merito della vicenda, perché non è mio compito. Così come non faccio valutazioni sulle dichiarazioni provenienti, in merito, dal presidente nazionale dell’Associazione nazionale dei commercialisti, Marco Cuchel. Dico che si è fatta confusione. Infatti, una cosa è l’Ordine, da me presieduto, a livello provinciale, un’altra è l’Associazione nazionale dei commercialisti che rappresenta un sindacato di professionisti ma che è organismo differente ed autonomo rispetto all’Ordine professionale dei commercialisti. In ogni caso al di là delle opportune e necessarie precisazioni, come commercialisti, vogliamo ribadire con forza che abbiamo sempre dimostrato la nostra incondizionata disponibilità a comprendere il dramma umano, familiare e sociale che sta dietro un’asta giudiziaria. Siamo prima di tutto persone, cittadini e poi professionisti. Toccare con mano, nel nostro ruolo di professionisti delegati, le mille storie di miseria, di disagio sociale, di esclusione, di drammi familiari ci fa sempre di più comprendere che probabilmente è arrivato il momento per cominciare a combattere la povertà e non i poveri. Avvertiamo che anche nel nostro territorio si rischia di innescare forti turbative sociali, in quanto a fronte delle diffuse difficoltà economiche si aggiunge la difficoltà e l’impossibilità di assicurare una casa alla propria famiglia. Tale situazione rende più che mai necessario ed urgente un intervento della politica a tutti i livelli”. Il presidente Manenti continua: “Il nostro ruolo di professionista delegato alle vendite non è certamente facile, ma è un’attività che svolgiamo al servizio dello Stato e della collettività. Mi associo alla dichiarazione del rappresentante del movimento dei Forconi, Mariano Ferro, e lo stesso mi ha assicurato che nessuna azione o pressione psicologica è stata esercitata nei confronti dei professionisti delegati alle vendite, evidenziandomi sempre che la loro azione di protesta è finalizzata a sensibilizzare i cittadini e soprattutto la politica ad intervenire tempestivamente per risolvere il problema delle aste giudiziarie a livello legislativo”.

RAGUSA, SPAZIO AI DIRITTI, PRESENTATA LA PETIZIONE POPOLARE

FIRME PER DIRITTIPresentata all’ufficio protocollo del comune di Ragusa la petizione popolare per chiedere formalmente all’amministrazione di destinare dei locali al progetto della Casa dei Diritti. Un luogo dove ospitare associazioni e istanze di cittadini, uno spazio dove coordinare tutte le attività di prevenzione e contrasto alla discriminazioni di ogni genere e tipo. Un laboratorio per produrre consapevolezza ed innovazione sociale. Un luogo di ascolto, di dialogo e di proposta. “In un periodo storico come questo, caratterizzato da una crisi a tutti i livelli, non è un lusso parlare di diritti, è dirimente – dicono gli organizzatori dell’iniziativa -. Noi non ci limitiamo a parlarne, vogliamo di più, chiediamo di destinare degli spazi ai diritti, per unire le forze, per far fronte comune. Siamo infatti convinti che solo con i diritti si esce fuori alla crisi, tutti insieme, senza lasciare indietro nessuno e senza che nessuno si senta solo e discriminato. I diritti non sono un orpello per la democrazia, il problema concreto dei giorni nostri non è la dismisura dei diritti, ma la loro negazione quotidiana determinata dalle diseguaglianze, dalla povertà, dalle discriminazioni, dal rifiuto dell’altro che, negando la dignità stessa della persona, contraddicono quella politica dell’umanità e della solidarietà alla quale è legata la vicenda stessa della nascita dei diritti. Senza una robusta e consapevole politica fondata sull’iniziativa delle persone, dei gruppi e delle associazioni, i diritti corrono continuamente il rischio di perdersi”. Oltre 500 cittadini hanno sottoscritto la formale domanda, indirizzata al Sindaco, al consiglio comunale e alla giunta comunale di Ragusa, in cui si richiede agli organi di governo di deliberare sull’oggetto della petizione. Il Sindaco, la giunta e il consiglio, (a norma dell’art. 8 comma 3 dello Statuto del Comune di Ragusa), dovranno fornire risposta motivata entro 60 giorni dalla presentazione. A breve i promotori dell’iniziativa chiederanno un incontro formale con il Sindaco e l’assessore al ramo per discutere del progetto.

ALFIO NICOLOSI DONA UNA SCULTURA AL COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI

images (1)Presso il Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa, si è svolta la cerimonia di consegna di una scultura da parte del noto maestro d’Arte Alfio Nicolosi. Infatti, l’artista, in segno di stima e riconoscenza per l’attività meritoria svolta dai Carabinieri, ha fatto dono di una scultura in pietra pece appositamente realizzata e raffigurante un volto di profilo dal titolo “Omaggio a Salvo D’Acquisto – Vicebrigadiere dell’Arma dei Carabinieri  – Medaglia D’Oro al Valor Militare. Il Ten.Col. Fragassi, nel prendere in consegna l’opera ha ringraziato a nome di tutti i Carabinieri del Comando l’artista Nicolosi, per il gradito dono e per il gesto di stima avuto nei confronti dell’Istituzione, ricambiando con una copia del libro “Accanto Agli Italiani” scritto dal Gen. Giuseppe Governale, Comandante della Legione Carabinieri Sicilia. L’opera in questione sarà esposta nei locali della caserma “Podgora”, in piazza Caduti di Nassiriya nr. 3, sede del Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa.

Acate, Scicli e Santa Croce Camerina, dipendenti senza stipendio

Conta-manuale-dei-soldi“E’ veramente paradossale che i dipendenti dei comuni di Acate, Scicli e Santa Croce Camerina non possono aver liquidato lo stipendio solo perché il bando di concessione delle rispettive tesorerie è andato deserto e la tesoreria uscente, la Banca Agricola Popolare di Ragusa, ha deciso di interrompere il pagamento degli emolumenti”. E’ quanto afferma Giovanni Avola, segretario generale della Cgil di Ragusa, che ha sollecitato, sulla questione, il Prefetto di Ragusa per un autorevole intervento utile a sbloccare la situazione. Il bando di gara predisposto dai tre enti è scaduto il 31 dicembre u.s. e nessun istituto di credito ha inteso parteciparvi mettendo in stand up la tesoreria dei tre enti che non possono fronteggiare situazioni necessarie e ineludibili come il pagamento degli stipendi ai dipendenti. “Valutiamo, come è successo in altri comuni, conclude Avola, che nelle more di un nuovo affidamento della tesoreria, la banca uscente debba gestire l’ordinaria amministrazione e fare fronte ad un diritto costituzionalmente riconosciuto. Ritengo che l’intervento del Prefetto sia decisivo per assicurare gli emolumenti ai dipendenti e far tornare la serenità nelle loro famiglie”.

PRESENTAZIONE DELLA PETIZIONE POPOLARE PER LA CASA DEI DIRITTI

casa-dei-dirittiSarà depositata domani mattina 30 gennaio alle ore 10, presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Ragusa, la Petizione popolare per chiedere all’amministrazione dei locali da destinare a sede della Casa dei Diritti. Un luogo dove ospitare associazioni e istanze di cittadini, uno spazio dove coordinare tutte le attività di prevenzione e contrasto alla discriminazioni di ogni genere e tipo. Un laboratorio per produrre consapevolezza ed innovazione sociale. Un luogo di ascolto, di dialogo e di proposta. Dove si potrà partecipare a dibattiti, conferenze, eventi. La Casa dei diritti potrebbe diventare anche la sede di riferimento per il Registro delle Unioni Civili e per il Testamento Biologico. Oltre 500 cittadini hanno sottoscritto la formale domanda, indirizzata al Sindaco, al consiglio comunale e alla giunta comunale di Ragusa, in cui si richiede agli organi di governo di deliberare  sull’oggetto della petizione. Il Sindaco, la giunta e il consiglio, (a norma dell’art. 8 comma 3 dello Statuto del Comune di Ragusa), dovranno fornire risposta motivata entro 60 giorni dalla presentazione. Dopo anni di buio e di silenzio, la nostra città diventi finalmente laboratorio di diritti e punto di riferimento per la lotta alle discriminazioni. I promotori dell’iniziativa (A SINISTRA RAGUSA, GENERAZIONE ZERO, AMNESTY INTERNATIONAL, AGEDO, LIBERA, ASSOCIAZIONE MULTIETNICA UNITI SENZA FRONTIERE, COORDINAMENTO STUDENTESCO RAGUSANO, USB, FLC CGIL), colgono l’occasione per ringraziare tutti coloro che con la loro firma e con la loro collaborazione attiva hanno reso possibile tutto questo.

RAGUSA,PUBBLICATO SUL SITO DEL COMUNE IL BANDO PER I CONTRIBUTI INTERVENTI DI PREVENZIONE DEL RISCHIO SISMICO SU EDIFICI PRIVATI

protezione armatureL’Amministrazione comunale rende noto a tutti i cittadini che è possibile presentare richiesta di incentivo per interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico o, eventualmente, di demolizione e ricostruzione di edifici privati. Possono presentare domanda di contributo, entro il 24 marzo prossimo, i proprietari di edifici ubicati nel territorio comunale che abbiano i requisiti indicati nel bando pubblicato sul sito del Comune in cui è scaricabile l’apposita modulistica. L’istanza, dovrà pervenire entro il suddetto termine al Protocollo Generale del Comune di Ragusa – indirizzata all’Ufficio di Protezione Civile – Via M. Spadola n. 56 – 97100 Ragusa.

LA PRIMA DOMENICA DEI MESI DI FEBBRAIO E MARZO IN VIA ROMA UN “MERCATINO DELLE PULCI”

mercatino2Il 1° febbraio ed il 1° marzo in Via Roma si svolgerà, dalle ore 8 alle 14,30, un “Mercatino delle Pulci”. La decisione di istituire tali due giornate, proposte al Comune dall’Associazione Hereusium, è stata assunta con determina sindacale n. 8 del 26 gennaio scorso. “L’Amministrazione comunale – dichiara il Sindaco Federico Piccitto – ha deciso di accogliere la richiesta dell’associazione culturale in quanto ritiene che si tratti di un’iniziativa che contribuisca ad animare il centro storico di Ragusa Superiore ed in particolare la centralissima via Roma, in cui verranno installati 23 gazebi che saranno a disposizione di quanti prenderanno parte al “Mercatino delle Pulci”.

ANCHE A RAGUSA ARRIVA IL SISTEMA STREET CONTROL

street control-2Nel territorio comunale, come già testato in altre città italiane, l’amministrazione comunale utilizzerà in via sperimentale il sistema “Street Control”, un dispositivo composto da una telecamera e da un monitor collegati ad un computer, in grado di rilevare le infrazioni al solo passaggio dei veicoli, fotografandone targa e abitacolo. Le telecamere del sistema trasmettono in tempo reale alle centrali operative delle Forze dell’Ordine le immagini catturate. Lo “Street Control” consente di sapere anche in tempo reale se la vettura è rubata. “Si tratta di uno strumento importante – specificano l’assessore alla Polizia Municipale Massimo Iannucci ed il Comandante di Polizia Municipale Giuseppe Puglisi – che ci aiuta ad affrontare alcune criticità. Infatti il sistema non solo rappresenta un valido aiuto per sanzionare le soste vietate, ma anche per comunicare agli uffici comunali competenti eventuali problematiche attinenti alla sicurezza stradale ed alla tutela del patrimonio comunale, come la segnalazione di buche sul manto stradale o altre situazioni di pericolo”. Le infrazioni rilevate con il sistema “Street Control” saranno contestate immediatamente dagli operatori di Polizia Municipale in caso di presenza del trasgressore in loco, altrimenti si procederà al recapito del verbale dell’importo di 39 euro, oltre spese di notifica. Il sistema verrà utilizzato soprattutto nelle strade ad alto scorrimento di traffico e nelle zone dove sono più frequenti le soste in doppia fila. Come per il tele laser, sarà comunicato settimanalmente sul sito internet del Comune il luogo ove verrà utilizzata l’apparecchiatura.

Palazzo Grimaldi, si presenta il libro “Una provincia in Sicilia. Storia economica della provincia di Ragusa”

baseSabato 31 gennaio alle ore 17,30 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) il Kiwanis Club di Modica e la Fondazione Giovan Pietro Grimaldi organizzano un importante momento di riflessione sui temi dell’economia provinciale, con la presentazione del volume “Una provincia in Sicilia. Storia economica della provincia di Ragusa” a cura di Saverio Terranova, edito da Bonanno editore. Interverranno Giuseppe Barone presidente della Fondazione Grimaldi, Saverio Terranova presidente del centro studi della CNA di Ragusa, Carmelo Arezzo segretario generale della Camera di Commercio di Ragusa e Giuseppe Vaccaro già funzionario della Banca d’Italia e responsabile dell’Area Controlli per la società cooperativa Unifidi Imprese Sicilia. Presenti anche gli altri coautori del volume. Il libro, voluto dal Centro studi della Confederazione nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa di Ragusa, raccoglie una decina di saggi scritti da protagonisti istituzionali e da firme prestigiose nel campo dell’economia – Carmelo Arezzo, Angelo Battaglia, Michele Fronterré, Giovanna Licitra, Giorgio Occhipinti, Giuseppe Salmé, Saverio Terranova e Giuseppe Vaccaro. Gli autori puntano la loro lente d’ingrandimento sui settori che hanno dato vita in un recente passato al cosiddetto “modello Ragusa”, ripercorrendo la storia recente dell’agricoltura, dell’artigianato, del commercio, l’ascesa e il declino della grande industria, il ruolo delle banche e i confidi, fino a delineare un quadro completo e aggiornato del sistema economico della provincia ragusana.

RAGUSA, RESIDENZA SANITARIA PER ANZIANI ABBANDONATA

Residenza sanitaria per anziani 2“Sono ormai precarie le condizioni della residenza per anziani di contrada Selvaggio. Residenza per anziani realizzata con fondi pubblici, quindi anche dei cittadini ragusani, e il cui completamento riguarda da vicino il Comune. Il mancato utilizzo sta rendendo completamente fatiscenti alcune parti della struttura”. L’allarme è lanciato dal segretario del circolo “Pippo Tumino” del Pd di Ragusa, Gianni Lauretta, il quale “non riesce a comprendere le motivazioni per cui, dopo che sono stati spesi tantissimi soldi dei contribuenti, non è possibile sapere come e quando la Rsa potrà essere fruibile. Sembra, purtroppo, ormai una prassi consolidata quella di non portare a compimento le opere pubbliche già avviate, come nel caso del teatro della Concordia”. Lauretta spiega che “la Rsa potrebbe fornire la possibilità a numerose famiglie di usufruire di una assistenza di un certo livello e, soprattutto in questi momenti di crisi economica, di potere contare su un servizio economicamente vantaggioso. E non si può neppure dire che questa Amministrazione comunale non abbia avuto tempo perché ormai sono passati due anni e in tutto questo tempo nessuno vi ha mai messo piede. Noi del Pd riteniamo che le opere in corso siano da completare”.

RAGUSA, MARCIAPIEDI VIA ALDO MORO SEMPRE IN ATTESA DI COMPLETAMENTO

I marciapiedi di via Aldo MoroIl presidente dell’associazione “Ragusa in movimento”, Mario Chiavola sottopone all’attenzione dell’Amministrazione comunale una problematica protrattasi nel tempo. “Beninteso – aggiunge Chiavola – nessuna responsabilità dell’attuale Giunta che ha ereditato il disagio e che forse neppure sa che esiste. Per questo motivo, anche su richiesta di alcuni residenti, mi sono preso la briga di segnalarla anche perché da circa dieci anni si attende che questa piccola opera possa essere completata. Il riferimento è ai marciapiedi di via Aldo Moro, nel tratto che va dagli alloggi Iacp sino all’incrocio con via padre Tumino. Sebbene la via sia molto spaziosa, i marciapiedi, realizzati ormai non si sa neppure da quanto, sono ancora incompleti. Mancano, infatti, le mattonelle di asfalto, e non c’è lo spazio – per chi è in carrozzella – di passare. Chiedo all’Amministrazione comunale di effettuare un sopralluogo e di verificare in che modo è possibile intervenire”.

CERIMONIA IN PREFETTURA PER IL “GIORNO DELLA MEMORIA”

giornata-shoahQuesto martedì con inizio alle ore 18 nel Salone d’Onore della Prefettura, in occasione del “Giorno della Memoria”, si svolgerà un momento di riflessione in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto durante la Seconda Guerra Mondiale. L’intendimento è quello – a distanza di 70 anni dal 27 gennaio 1945, quando fu liberato il campo di concentramento di Auschwitz – di ripercorrere, attraverso musiche e letture sul tema della “Shoah”, una pagina pregnante della storia del nostro Paese e dell’Europa, drammatica per l’umanità, che va sempre ricordata. All’evento, promosso dal Prefetto Annunziato Vardè nella consapevolezzache è doveroso per tutti conservare e tramandare la memoria storica della barbarie nazista e commemorare le vittime dell’olocausto,sono stati invitati a partecipare il Vescovo della Diocesi di Ragusa, i Sindaci dei Comuni della provincia, il Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma, le componenti istituzionali a vario titolo interessate, nonchè i cittadini iblei ai quali negli anni scorsi il Presidente della Repubblica ha conferito la “Medaglie d’Onore” quali vittime di deportazione e di internamento nei lager nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale.

IMU AGRICOLA, SI PAGA ENTRO IL 10 FEBBRAIO

downloadIl decreto del Governo sull’Imu agricola non risolve del tutto i tanti problemi ancora sul campo. Soprattutto per le province del Sud, la gran parte a vocazione agricola, il rischio è’ di trovarsi con imprenditori agricoli di serie A e B”. E’ quanto dichiara l’on. Nino Minardo il quale ritiene che il provvedimento varato dal Consiglio dei Ministri che esenta i comuni montani dal pagamento dell`imu agricola e che proroga al 10 febbraio la scadenza non risolve il problema. “La provincia di Ragusa è ancora una volta penalizzata. La maggior parte degli imprenditori agricoli e dei proprietari terrieri, prosegue Minardo, sara’ comunque costretta a pagare l’Imu. Se pensiamo alla fascia trasformata che si estende per tutto il litorale ibleo, saranno centinaia gli imprenditori agricoli costretti a pagare. Inoltre, la scadenza dei termini di pagamento, rimane sempre troppo ravvicinata. È necessario, quindi, conclude il parlamentare nazionale Nino Minardo,che il governo non solo riveda tutta la materia, ma provveda a formulare norme di abolizione totale di questa insidiosa tassa per un comparto e per i territori già troppo penalizzati”.

Scroll To Top
Descargar musica