27-06-2017
Ti trovi qui: Home » Solidarietà (pagina 3)

Archivio della categoria: Solidarietà

Giornata nazionale dell’Unitalsi  

unitalsiSabato 14 e domenica 15 marzo si terrà, in tutta Italia e in particolare a Ragusa, la XIV Giornata nazionale dell’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporti Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali). Il simbolo della Giornata – di cui è testimonial Fabrizio Frizzi – sarà una “piantina d’ulivo” che verrà proposta come impegno per la pace e la fratellanza nelle piazze di Ragusa, ma anche di Acate, Marina di Ragusa, Santa Croce Camerina, Scoglitti, Vittoria. Il ricavato delle offerte sarà utilizzato dall’Unitalsi per sostenere i numerosi progetti di solidarietà in cui l’Associazione è impegnata quotidianamente sull’intero territorio nazionale, al servizio delle fasce più disagiate della popolazione, grazie al costante e generoso impegno dei propri soci. Per conoscere le piazze di Ragusa, ma anche di Acate, Marina di Ragusa, Santa Croce, Scoglitti, Vittoria dove troverai gli ulivi Unitalsi consulta l’elenco sul sito www.unitalsi.it oppure contatta il numero verde gratuito: 800.062.026.

 

IL TEATRO PER IL SOCIALE

locandina teatro in famiglia 2015Sabato 14 alle 20,30 e domenica 15 marzo alle 18, presso il Teatro Don Bosco di Ragusa, l’associazione “Teatro in Famiglia”, porterà in scena una commedia brillante dal titolo “Nessuno è perfetto” con la regia di Germano Martorana. Gli incassi di queste due serate andranno in beneficenza alla Cooperativa Sociale “Il Cerchio” e alle associazioni Unitalsi, Sottosezione di Ragusa, e Raggio di sole Onlus, organizzatrici e promotrici dell’evento. Prevendite presso Teatro dei Salesiani e Copy 2000 (telefono 0932 246240). L’associazione “Teatro in famiglia” nasce nel 2000 come associazione Onlus, formata da un gruppo di dodici parrocchiani della chiesa San Giuseppe Artigiano di Ragusa. Lo scopo è quello di raccogliere soldi per beneficenza: il ricavato di tutti gli spettacoli teatrali sono stati devoluti per enti, associazioni e famiglie bisognose. La Cooperativa Sociale “Il Cerchio” nasce nel 2007 per volontà di un gruppo di operatori impegnati nel sociale e si occupa di dare una risposta ai problemi di soggetti in difficoltà. S’ispira ai principi di solidarietà sociale nel rispetto della persona e propone servizi in campo sociale, educativo e formativo. L’ Unitalsi fu fondata nel 1903 a Roma da G.B. Tomassi, ed è presente come realtà territoriale nella sottosezione di Ragusa con circa 400 soci. Organizza durante l’anno, oltre ai pellegrinaggi nei luoghi mariani in treno e in aereo, momenti spirituali, giornate di fraternità, incontri ricreativi, gite, soggiorni estivi, visite domiciliari, visite nelle varie case di accoglienza, allo scopo di essere il più vicino possibile a tutte le persone che soffrono. L’Associazione “Raggio di Sole-onlus” nasce nel 2006 per volontà di un gruppo di famiglie iscritte all’ANGSA che vivono in provincia di Ragusa, è impegnata a dare una speranza e un futuro dignitoso alle persone con autismo o con disturbi generalizzati dello sviluppo (DGS). Cura e organizza attività di sostegno alle famiglie, convegni per la diffusione delle conoscenze sull’autismo e i DGS, corsi di formazione teorico-pratici su interventi e programmi riabilitativi per insegnanti, operatori socio-sanitari e per le famiglie. Ed ancora collabora con enti pubblici e privati che si occupano del trattamento, dell’istruzione e dell’assistenza delle persone affette da autismo, il laboratorio autismo in provincia di Ragusa, centro per attività ludico-riabilitative.

San Vincenzo De’ Paoli  

sanvincenzo_de_paoliIl 7 e 8 marzo si svolgerà a Comiso, presso il salone parrocchiale della Chiesa di Sant’Antonio di Padova, il corso di formazione: “La Comunicazione e l’Ascolto nella Relazione di Aiuto”. Formatore sarà il Dott. Lando Cruciani Psicologo e Psicoterapeuta. Il corso è stato organizzato con il sostegno del C.S.V.Etneo e con il contributo dell’Avis di Comiso.

Ragusa – Kotido: un nuovo ponte di solidarietà

uganda14

Un dettagliato resoconto dell’esperienza vissuta dal vescovo, Paolo Urso, insieme a una delegazione ragusana in Africa. Lo riportiamo integralmente:

“Ragusa, la città dei ponti, vive la sua vocazione alla solidarietà costruendo e rafforzando, con grande generosità, ponti di fraternità nei cinque continenti. Il viaggio in Uganda del vescovo Paolo, insieme ad una delegazione diocesana, è una bella espressione di questo impegno continuo a livello umanitario, sociale e religioso. Contro la cultura dello scarto e della globalizzazione dell’indifferenza, dar vita a relazioni autentiche, sostenere la costruzione di scuole, contribuire a migliorare la cura della salute sono un grande segno di speranza per le generazioni attuali e future. L’antefatto. Il progetto Uganda inizia nel luglio 2013, quando il preside Giuseppe Cugno Garrano, attuale direttore dell’ufficio diocesano per l’insegnamento della religione cattolica (IRC), incontra a Trento il vescovo di Kotido monsignor Giuseppe Filippi, missionario comboniano da 40 anni in Africa, che gli fa presente l’esigenza del completamento della scuola secondaria “Giovanni Paolo II” con altre due aule, per ottenere il necessario riconoscimento da parte dello Stato. L’Ufficio per l’IRC che, mediante il progetto “Aiutiamoli a crescere – Per lo sviluppo dei popoli africani”, ha già realizzato nel 2013 la costruzione di una scuola primaria in Camerun, assume l’impegno di costruire le due aule. Tanti i docenti di religione ed i dirigenti scolastici che, nelle rispettive scuole, organizzano iniziative per raccogliere fondi. Il gruppo racconta Costruite le aule, scatta il desiderio di essere presenti alla cerimonia di inaugurazione. Il 15 febbraio, in sette, partiamo per l’Uganda: il vescovo di Ragusa, Paolo Urso; il direttore dell’ufficio missionario, padre Giovanni Battaglia; il direttore dell’Ufficio per l’IRC, Giuseppe Cugno Garrano; due docenti di religione, Lucia Licitra e Gianni Nannara; due giovani laici, Maria Frasca ed Emanuele Cavallo. Il Boeing della Ethiopian Airlines, dopo la lunga sosta ad Addis Abeba, ci trasporta a Entebbe sulla costa del lago Vittoria, in prossimità della capitale ugandese Kampala. Ad attenderci Francesco, originario di Bari, da alcuni anni impegnato nell’amministrazione della diocesi di Kotido. In Land Cruiser, dopo aver sistemato i nostri bagagli, raggiungiamo nella capitale la casa provinciale dei Comboniani e Comboniane, dove padre Clerici, oltre a fare gli onori di casa, ci introduce brevemente nella storia della missione comboniana mostrandoci, nella cappella, la lista dei martiri e la reliquia di p. Raffaele Di Bari. Martedi, di buon mattino (esattamente alle 6), riprendiamo il cammino in direzione Nord Est facendo una breve sosta alla missione di Lira. Forse avremmo potuto prendere un piccolo aereo per risparmiare tempo, ma ci accorgiamo che il viaggio in auto ci ha dato tempo necessario per un passaggio graduale e soft dalla nostra civiltà a quella ugandese, e africana in genere, dove il tempo ha un valore diverso e la fretta cede il passo alla riflessione, all’ascolto, al dialogo. Ci sorprende la vivacità, la vita, la presenza costante di persone, mercati, bancarelle, scolaresche lungo le piste asfaltate e non di questo paese che si è meritato l’appellativo di Perla nera d’Africa. P. Clerici, Francesco e successivamente Mons. Filippi ci aiutano a valorizzare particolari, costumi, tradizioni, scelte e sfide di ieri e di oggi riguardanti la società, la vita ecclesiale e religiosa del popolo ugandese. Francesco in particolare ci aveva avvisato: dopo Lira finisce la strada… e quando vedrete uomini in gonnella siamo a casa, cioè nel Karamoja! A Lira con noi arriva la prima pioggia tanto desiderata dopo la lunga stagione secca! Una benedizione per la terra, per tutti, un segno della Provvidenza che conferma la bontà del nostro viaggio in terra africana…. Dio Padre non si lascia vincere in generosità e provvede, molto più di quanto possono i nostri piccoli gesti, a colmare di beni i suoi figli. E’ nel tardo pomeriggio che arriviamo a Kotido, accolti dal vescovo Giuseppe Filippi. Il mercoledì delle Ceneri è lo stesso mons. Filippi che in Land Cruiser ci accompagna alla missione di Kanawat (Kaabong) dove ci sarà la benedizione e inaugurazione delle aule scolastiche e la celebrazione delle Sacre Ceneri. Lungo la strada una fermata d’obbligo a Lobel presso la croce posta a memoria del luogo del martirio dei comboniani p. Mario Mantovani e Fr. Godfrey (14 agosto 2003). Nella Missione comboniana di Kaabong visitiamo la scuola. Momento tanto atteso ed emozionante la benedizione e inaugurazione delle due aule. Sia mons. Giuseppe Filippi che mons. Paolo Urso sottolineano negli interventi successivi, a fine celebrazione delle Sacre Ceneri, significato e valore della nostra presenza in Karamoja. Un gesto di solidarietà, l’inizio di un’amicizia. In particolare il vescovo Paolo, citando il dialogo tra la volpe e il piccolo principe, ha espresso il desiderio e la gioia dell’essere amici. La scuola ha ancora bisogno di alloggi per gli alunni e per i docenti, di laboratori… Oltre alla scuola di Kaabong abbiamo visitato, accompagnati dal direttore del dipartimento scolastico della diocesi, una delle scuole più povere della regione, quella di Nakwakwa consegnando agli alunni del materiale scolastico donato dall’Istituto Comprensivo “Vann’Antò” di Ragusa e nello stesso tempo prendendo atto delle necessità strutturali essenziali al buon funzionamento della scuola stessa. Riflessione finale Quello che abbiamo ricevuto dal viaggio è stata la ricchezza di relazioni umane presenti nel tessuto sociale familiare e comunitario del popolo ugandese. La semplicità del vivere quotidiano, la sobrietà di vita, l’umiltà nelle relazioni e la gratitudine, evidenziati anche nei gesti più semplici, ci sono apparsi come un patrimonio prezioso da valorizzare. Le sfide presenti e future riguardano il miglioramento nella collaborazione familiare e comunitaria tra uomini e donne, la pacificazione fra le tribù. A queste sfide certamente può dare un valido contributo la scuola, la famiglia, la chiesa. Per questo contribuire a migliorare la qualità degli strumenti e ambienti educativi significa migliorare il vivere sociale di un popolo. In un contesto internazionale nel quale i governi hanno dimezzato gli aiuti allo sviluppo con la motivazione della crisi finanziaria, il gesto e l’impegno della diocesi di Ragusa, andando controcorrente, pone dei gesti importanti per dare e ridare speranza ai ragazzi, ai giovani e agli adulti che fanno della scuola una delle scelte prioritarie per “crescere” in umanità. Nell’attuale contesto di migrazioni, profughi, rimpatri e tagli agli aiuti umanitari, la diocesi di Ragusa sceglie la via dell’Aiutiamoli a crescere nella propria terra. Contro la cultura dello sfruttamento ad oltranza delle risorse locali e devastazione del patrimonio locale e regionale da parte dei vari potentati e lobby pensiamo che l’educazione delle presenti e nuove generazioni possa far crescere la coscienza dei propri diritti e doveri per la realizzazione della propria vocazione e nell’offrire la giusta collaborazione alla crescita dell’umanità. Quello della solidarietà concreta vuole essere il cammino che la diocesi di Ragusa intende perseguire oggi e domani. Così si contribuisce a creare un nuovo umanesimo radicato in Gesù Cristo, il Figlio di Dio, che è venuto ad abitare in mezzo a noi”.

ASSEMBLEA AVIS COMUNALE DI RAGUSA

avis comunaleSabato 14 febbraio alle ore 16.00 è convocata la 37’ Assemblea ordinaria dei soci dell’Avis comunale di Rarusa presso l’Auditorium “Saro Di Grandi”. La giornata verrà conclusa dallo spettacolo “Peter Pan”, offerto ai soci, in programma alle ore 20.30 presso il teatro Tenda. I biglietti dello spettacolo verranno rilasciati ai soci donatori dalla segreteria dell’Avis, dal 5 febbraio fino ad esaurimento, dalle ore 11 alle 13 e dalle 16 alle 19 (escluso il sabato pomeriggio).

Concerto pro amici a quattro zampe

aidaL’Aida, l’associazione che si occupa della tutela degli animali, promuove un concerto per raccogliere fondi in favore delle iniziative rivolte agli animali. Il concerto del coro Enarmonia diretto dal maestro Salvatore Scannavino si terrà lunedì 5 gennaio, alle 20,30, al cine-teatro Lumiere di Ragusa. Il concerto, nel corso del quale saranno eseguiti brani di Verdi, Rossini ed Haendel, oltre a canti della tradizione natalizia internazionale, vedrà, alle tastiere,  la partecipazione del musicista Sebastiano Mercorillo che ha trascritto, per l’occasione,  alcuni arrangiamenti originali. La serata prevede, inoltre, la proiezione di alcuni filmati inerenti le attività svolte da alcuni volontari dell’AIDA, presso il Rifugio comunale di Ragusa, nonché il sorteggio di una cesta natalizia. Il biglietto è acquistabile, in prevendita, rivolgendosi al numero 3284678599, oppure la sera dell’evento. Adulti 10 euro, bambini 5 euro.

Progetti accoglienza migranti

downloadLa Prefettura di Ragusa, rende noto che è stato pubblicato sul sito del Ministero dell’Interno, nella sezione Contratti e Bandi di gare, l’avviso pubblico “Miglioramento della capacità del territorio italiano di accogliere minori stranieri non accompagnati”, per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – Assistenza Emergenziale. Disponibili sul sito: il Decreto di Adozione dell’Avviso, il testo integrale, i modelli, gli allegati e le Linee Guida. I soggetti interessati potranno presentare le proposte progettuali usando la procedura telematica predisposta dal Ministero dell’interno, sul sito https://accoglienzamsna.dlci.interno.it – a partire dal 12 gennaio 2015 e fino alle ore 18.00 del 30 gennaio 2015. Necessaria una casella di Posta elettronica certificata ( PEC), firma digitale e registrazione sul sito.

FACCIAMO RETE E SAY NO TO RACISM  

foto porzione campo enalL’Associazione Youpolis e Giovanni ed Elio Sortino, con il patrocinio del Comune, organizzano per giorno 6 gennaio due eventi sportivi. Il primo denominato “Facciamo rete” si svolgerà alle 11 presso lo stadio Giovanni Biazzo (ex Enal) di Via Archimede, mentre il secondo “Say no to racism” è in programma, alle ore 15, presso il Campetto Santa Maria La Nova di Ragusa Ibla. Alle 11, in un triangolare di calcio, si confronteranno le squadre rappresentative del Comune di Ragusa, della stampa locale e da membri delle associazioni Amunì, Youpolis Sicilia, Ideology e Generazione Zero. Alle 15 invece, presso il campetto di Santa Maria La Nova di Ibla, scenderanno in campo le squadre rappresentative del Comune di Ragusa, della stampa locale e quella composta da ragazzi africani, rifugiati politici, ospiti presso l’Opera Pia Casa d’Ospitalità Iblea di Ragusa Ibla.

Ragusa Boys, il 4 gennaio “Befana Academy”

Locandina eventoAppuntamento con la solidarietà domenica 4 gennaio a Ragusa in via Roma 162, dalle 10,00 alle 20,00. Una festa che vedrà come protagonisti gli allievi della scuola calcio e tutti i bambini che vorranno trascorrere una giornata diversa all’insegna dell’allegria e della solidarietà. “L’iniziativa – spiega Mister Adriano Garozzo – principalmente rivolta agli ospiti delle case famiglia e di accoglienza di Ragusa, ha una duplice finalità. Regalare un sorriso a tutti quei bambini che nel quotidiano vivono momenti difficili e  far comprendere ai nostri ragazzi quanto sia importante spendersi per gli altri”. “Questa iniziativa – aggiunge il responsabile della comunicazione Paolo Pricone – è aperta a tutti coloro che vorranno partecipare. Saremo lieti di accogliere tutti i bambini e le loro famiglie. Siamo fortemente convinti che proprio in questi giorni di festa dobbiamo far sentire e far comprendere ai nostri ragazzi il vero significato della parola solidarietà”. A sostenere l’iniziativa la Banca Agricola Popolare di Ragusa,  Interspar Ragusa, l’Associazione ragusana Antiracket e  Antiusura e il centro TIM di via Roma che hanno contribuito con l’acquisto di piccoli doni che saranno consegnati nel corso dell’iniziativa.

IL COMUNE DI RAGUSA E L’ASSOCIAZIONE ADRA DISTRIBUISCONO 380 PACCHI DONO A PERSONE BISOGNOSE

downloadTrecentottanta pacchi dono, contenenti dolciumi e prodotti alimentari di vario genere, sono stati assegnati dal Comune ai soggetti che hanno svolto attività del servizio civico sulla base di un’apposita graduatoria. La distribuzione dei pacchi che si è conclusa presso la sede dell’Ufficio servizi sociali di Via Spadola, è stata curata dall’Associazione Adra che ha collaborato con il Comune per l’erogazione di diversi servizi assistenziali in favore di persone svantaggiate. “Abbiamo potuto concretizzare questa iniziativa – dichiara l’Assessore ai servizi sociali Salvatore Martorana – grazie anche ai fondi derivanti dal 5 per mille dell’Irpef che i contribuenti ragusani hanno deciso di destinare al Comune per finanziare le attività sociali. Siamo contenti per essere riusciti in questi giorni di festa ad esprimere un piccolo ma tanto apprezzato gesto di solidarietà a favore di tante famiglie bisognose”.

Parlare di sclerosi multipla decorandosi le unghie

aism ragusaUna parrucchiera, una massaggiatrice e una ragazza esperta in nail art (decorazione delle unghie) si sono messi a disposizione, in modo assolutamente volontario, per regalare momenti di relax e cura di se stesse a persone con sclerosi multipla e ad attiviste dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla. L’idea, proposta da una volontaria del Progetto “A scuola di solidarietà” 2014/2015,  si è svolta nella sezione Aism di Ragusa. Una occasione per concedersi delle ore piacevoli tra spazzole, creme, smalti ma soprattutto chiacchiere tra amiche, propizie per confrontarsi sulle diverse terapie, disturbi e sintomi della sclerosi multipla. E così tra una tisana rilassante, un biscotto e una fetta di crostata ha avuto luogo il momento di ritrovo e condivisione.

 

NATALE DI SOLIDARIETA’ NEGLI OSPEDALI DI RAGUSA

L'immagine che caratterizza il Natale 2014 negli ospedali di RagusaSarà un Natale di solidarietà. Un Natale che intende mettere in rilievo la fragilità umana. E’ questo il significato del programma promosso per la notte più attesa dell’anno dall’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute che ha programmato tutta una serie di iniziative nei presidi ospedalieri di Ragusa, il Civile e il Maria Paternò Arezzo. Questi gli appuntamenti di mercoledì 24 dicembre. Alle 21 la messa della notte sarà celebrata al reparto Ostetricia del Paternò Arezzo mentre, in cappella, al Civile, alle 23,45 prenderà il via la veglia di Natale. A mezzanotte, poi, la tradizionale celebrazione eucaristica del Santo Natale. Sempre all’ospedale Civile, il giorno di Natale, alle 10, si terrà la messa del giorno che sarà poi ripetuta alle 11,30 all’ospedale Maria Paternò Arezzo.

LO SPORT PER IL SOCIALE  

piccolo principeIl Città di Scicli C5, oltre a vincere all’interno del campo di gioco, mette in primo piano l’impegno nel Sociale. Sabato 20 dicembre, infatti, la società cremisi ha deciso di mettere in campo un’iniziativa di solidarietà. A cornice della partita contro il Palagonia, valevole per la prima giornata di ritorno del campionato regionale di C2, all’interno del Geodetico, casa del Città di Scicli C5, la società distribuirà Stelle di Natale a tutti coloro i quali vorranno contribuire ed aderire all’iniziativa. L’intero ricavato verrà devoluto all’associazione Onlus “Piccolo Principe” di Scicli, che dal 2003 si spende nel settore della disabilità infantile. La società cremisi invita tifosi e simpatizzanti a partecipare numerosi all’iniziativa per unire, ancora una volta, la passione e lo spettacolo dello Sport con la solidarietà. Il Piccolo Principe Onlus è un’associazione di volontariato senza scopo di lucro che opera nel settore della disabilità infantile.

AIL RAGUSA

ailAll’impegno per la campagna di raccolta “Stelle di Natale”, la sezione AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie Linfomi e Mieloma) di Ragusa ha unito il supporto per arredamento e logistica fornito alle sale di attesa e terapia dell’unità semplice di ematologia allocata all’interno del reparto di oncologia dell’Ospedale Maria Paternò Arezzo. La nuova unità, che sarà inaugurata lunedì 15 dicembre alle 10, consentirà di ottimizzare le terapie ai pazienti al momento assistiti presso il Centro Trasfusionale. La sezione Ail ha curato di rendere quanto più accogliente possibile la sala d’attesa e la sala terapia, dotandole di poltroncine colorate, quadri e televisore. L’inaugurazione dell’unità semplice segna il superamento di una tappa importante nel lungo percorso verso l’auspicato reparto di ematologia, sogno della sezione AIL fin dalla sua costituzione nel 2006, che per l’associazione rappresenta una finalità istituzionale anche a livello nazionale.

Modica, Anffas visita l’Avis

avis anffas modicaL’ Anffas di Modica ha scelto di dedicare una delle sue uscite settimanali alla solidarietà, visitando una di quelle realtà che, sul nostro territorio, ne rappresenta un bellissimo e tangibile esempio: l’ Avis. I ragazzi dell’ Anffas sono quindi stati accolti dal Presidente dell’associazione di Modica, Rosario Avola, che, guidandoli per la sede, ha spiegato loro le varie fasi che precedono la donazione vera e propria, nonché le diverse tipologie di donazioni possibili (sangue intero, plasma, piastrine). Al termine della visita sia i ragazzi che i volontari hanno lasciato l’Avis con la consapevolezza di come donare il sangue consapevolmente e periodicamente sia una grande scelta di solidarietà e di disponibilità: verso gli altri in primis, perché significa affermare concretamente che la vita di chi soffre ci sta a cuore, ma anche verso sé stessi, perché si contribuisce ad accrescere un patrimonio collettivo di cui ciascuno può usufruire nel momento del bisogno.

 

COLLETTA ALIMENTARE  

Colletta-alimentare-2009

Sabato 29 novembre si terrà in tutta Italia la diciottesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Più di 135.000 volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus, in oltre 11.000 supermercati, inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione che verranno distribuiti a 8.898 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano oltre 1.950.000 persone povere. Un italiano su dieci soffre di povertà alimentare, in soli sette anni la povertà assoluta è quasi triplicata, siamo passati da 2,4 milioni di persone nel 2007 a 6 milioni di poveri nel 2013, persone che sono incapaci di sostenere la spesa minima per alimentazione, casa e vestiti. Anche in provincia di Ragusa i volontari saranno nei supermercati per raccogliere quanto ciascuno vorrà donare.

Musica per l’accoglienza

foto Tiziana Bosco e Salvo CalìE’ Deborah Iurato la special guest della manifestazione “Musica per l’Accoglienza” che si terrà sabato 6 dicembre a partire dalle ore 21 al teatro Tenda di Ragusa. La manifestazione, condotta da Alessia Belluomo con il giornalista Salvo Falcone, è stata organizzata dalla Fondazione Integra, con il patrocinio del Comune di Ragusa. Si tratta della tappa successiva alla proiezione del docufilm “Io sono io e tu sei tu” della regista ragusana Tiziana Bosco, avvenuta lo scorso 15 novembre alla Camera di Commercio. La direzione artistica firmata da Paolo Li Rosi, vedrà alternarsi sul palco prestigiosi artisti, tra cui Attilio Fontana vincitore del talent di Rai Uno ‘Tale & Quale Show’; Tony Vandoni direttore artistico e musicale di Radio e Video Italia; Piero Cassano autore musicale dei Matia Bazar; Fabio Perversi tastierista e compositore dei Matia Bazar; Maria Grazia Fontana vocal coach di ‘Tale & Quale Show’ e l’attore Domenico Centamore. “Il viaggio che abbiamo intrapreso a Ragusa – ha spiegato il presidente della Fondazione Integra Salvo Calì – prosegue con un nuovo effervescente appuntamento, che, anche in questo caso, ha come denominatore comune la solidarietà. L’universo dell’accoglienza e dell’integrazione ha bisogno di una mano di aiuto per essere concreto. La Fondazione Integra è impegnata in una raccolta di fondi che saranno destinati alla realizzazione di un centro di accoglienza per minori non accompagnati, da realizzare nei primi mesi del prossimo anno. Il primo concreto passaggio lo abbiamo compiuto all’inizio del 2014 nella città di Catania. Adesso chiediamo alla città di Ragusa di farsi parte attiva di questo percorso affinché l’idea di accoglienza che noi abbiamo, possa essere condivisa e declinata in modo sinergico. Sabato 6 dicembre a Ragusa ci sarà, sul palco del teatro Tenda, un ideale passaggio di testimone tra importanti artisti, impegnati per il raggiungimento di un progetto unico e condiviso”. “Spettacolo nello spettacolo. – ha annunciato la curatrice del progetto, nonché regista, Tiziana Bosco – Sabato 6 dicembre infatti si disputerà un concorso canoro nell’ottica di avvicinare le giovani generazioni ai temi dell’accoglienza e dell’integrazione. Venti concorrenti si esibiranno e saranno selezionati dalla giuria composta anche dagli artisti che saliranno sul palco . Una vetrina sul mondo, una miscellanea di suoni, una raccolta di testimonianze, uno spettacolo senza precedenti. Una serata da non perdere”. Il ricavato del costo del biglietto di ingresso, pari a 6 euro, sarà interamente devoluto in beneficenza alla Fondazione Integra per contribuire a sostenere la realizzazione del progetto di un centro di accoglienza per minori non accompagnati. Alla manifestazione sarà anche presente il coro degli ospiti del Cara di Mineo.

 

SPESA SOSPESA

spesasociale

Domenica prossima ultima giornata dell’iniziativa promossa da Comune di Ragusa, Conad Superstore Ragusa, Caritas diocesana ed associazione Adra, denominata “Spesa Sospesa” per aiutare le persone bisognose. “Si tratta di un progetto di solidarietà iniziato il 16 novembre scorso – dichiara l’Assessore ai servizi sociali Salvatore Martorana – che consente a chi fa la spesa al Conad Superstore Le Masserie di contribuire alla creazione di un fondo alimentare. Per ogni prodotto acquistato infatti come, ad esempio, pasta, salsa di pomodoro, latte, olio, omogeneizzati, Conad Superstore ne donerà uno dello stesso tipo che confluirà nel fondo alimentare”. Saranno presenti per la giornata di domenica alcuni gruppi di boy scouts.

Raccolta di medicinali per bambini in difficoltà

downloadLa Federfarma di Ragusa ha accolto con grande entusiasmo l’iniziativa intrapresa dalla Fondazione Francesca Rava che ha promosso per questo giovedì 20 novembre in 800 farmacie di tutta Italia, e quindi anche nella nostra provincia, una raccolta di farmaci e di prodotti pediatrici. Quanto raccolto sarà donato a 160 case, famiglie e enti che sostengono i bambini in difficoltà. Dodici farmacie di questa provincia, sulle 52 che aderiscono al progetto in Sicilia, aiuteranno sette case famiglia ed enti presenti nel territorio isolano. La Fedefarma Ragusa, che ha accolto e condiviso con entusiasmo questa iniziativa, aiuterà la Caritas di Pozzallo e la Casa Don Giuseppe Puglisi di Modica. La Fondazione Francesca Rava invita i cittadini a recarsi nelle farmacie aderenti per ritirare la Carta dei diritti dei bambini e effettuare un acquisto come atto concreto di aiuto. Per consultare le farmacie aderenti al progetto è disponibile il sito www.nphitalia.org

LA CAROVANA ITALIANA PER I DIRITTI DEI MIGRANTI FARÀ TAPPA A POZZALLO

sangue_nostro-1140x550

Il 23 novembre partirà da Lampedusa e risalirà la penisola per arrivare a Torino la Carovana italiana per i diritti dei migranti, per la dignità e la giustizia. La Carovana farà tappa a Pozzallo nel pomeriggio del 25 Novembre. La Carovana italiana si svolge contemporaneamente alla Carovana delle madri dei migranti dispersi, che si tiene ormai da dieci anni in Messico per sollecitare il governo ad impegnarsi nella ricerca dei figli dispersi.

Scroll To Top
Descargar musica