23-05-2017
Ti trovi qui: Home » Solidarietà (pagina 4)

Archivio della categoria: Solidarietà

La solidarietà entra in classe

avis gocciaAnche per l’anno scolastico 2014/15, l’Avis provinciale di Ragusa mette a disposizione delle scuole di ogni ordine e grado del nostro territorio gli strumenti didattici elaborati dal gruppo Scuola Avis Nazionale per far acquisire ai ragazzi i contenuti del volontariato, della solidarietà, del dono e della cittadinanza attiva e responsabile. Il progetto, prende il via il 4 novembre e andrà avanti fino al 18 dicembre. Gli interventi saranno curati da personale dell’Avis Provinciale qualificato e appositamente formato, con la presenza dell’Insegnante tutor in classe. Gli operatori si avvarranno di software didattici. A questa fase sperimentale partecipano undici Istituti comprensivi e due Istituti superiori per un totale di 26 classi.

SCICLI: LA CITTÀ RISPONDE SI ALL’ACCOGLIENZA

foto scicli bene comune 2Si respirava un’aria particolare all’ex Camera del lavoro di Scicli, in occasione dell’incontro promosso da “Scicli Bene Comune” in associazione con esponenti della società civile della città. Tema, come ormai risaputo, il nuovo Centro di accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo, gestito da Mediterranea Hope, su iniziativa della federazione delle Chiese Evangeliche in Italia. Da una parte, una città che memore della propria storia e delle proprie tradizioni, si apre al nuovo senza preclusioni e preconcetti, dall’altra un’esigua minoranza che si chiude a riccio, sorda ad ogni argomentazione e spiegazione. I concetti espressi dalla comunità Metodista (di una chiarezza disarmante), hanno fatto luce su di un tema, sul quale, rimestatori seriali del torbido, avevano intravisto la possibilità di avere quell’agognata visibilità, che una Scicli civile e democratica non gli aveva mai permesso di avere. Con mitezza e determinazione, sono state esposte le linee guida del progetto che vedrà la nostra comunità chiamata ad essere attiva e protagonista in una sfida per l’integrazione e la solidarietà. Una sfida, che non ha per unici beneficiari i rifugiati e richiedente asilo, ma paritariamente i nostri concittadini vittime della crescente povertà. Uno spazio aperto all’associazionismo e ai singoli. Il progetto interamente ed esclusivamente finanziato dall’otto per mille della chiesa Metodista. Il prossimo appuntamento è per il giorno 4 novembre presso la chiesa Metodista di Scicli alle 21. L’invito all’incontro si intitola “Il pregiudizio è un cattivo consigliere”.

DONA IL TUO CLICK ALL’ORATORIO DI MODICA

FACEBOOKLa Kinder+sport ha messo in palio 50.000 euro per le prime 20 associazioni più cliccate di facebook. Quindi una vera e propria gara di solidarietà a colpi di click. C’è tempo fino al 26 novembre per puntare alla vetta! Anche l’Oratorio salesiano di Modica partecipa all’iniziativa. Ecco come si vota: entrare nel link http://www.1clickdonation.com/it/kinder-sport1clickid_ass=4968&id_c=9 1 – Assicurarsi che compaia PGS ORSA MODICA; 2 – cliccare su “DONA IL TUO CLICK” (bottone blu); 3 – cliccare su “mi piace” per raddoppiare il voto, 4 – andare un po più giù e cliccare su “CONDIVIDI” per triplicare il voto. Una gara di solidarietà importante che consentirà all’Oratorio salesiano di Modica di realizzare interventi in favore dei ragazzi e dei giovani.

CELEBRATA ANCHE A RAGUSA LA GIORNATA NAZIONALE DEL VOLONTARIATO AVO

Giornata del volontariato Avo all'ospedale CivileTrenta volontari dell’Avo sono stati sabato negli ospedali Civile e Maria Paternò Arezzo di Ragusa per celebrare la giornata nazionale del volontariato. I volontari hanno visitato tutti i reparti e i malati delle due strutture ospedaliere al fine di rimarcare il ruolo dell’Avo e per distribuire materiale promozionale anche in vista dell’avvio del 36esimo corso di formazione Avo che si terrà a partire dalla mattina del 3 novembre con un convegno alla sala Avis. “L’Avo – ha spiegato la presidente di Ragusa, Rina Tardino – si propone di portare umanizzazione nei reparti ospedalieri, vuole essere cioè una presenza che scongiuri la tormentosa solitudine, la sensazione di abbandono, la lontananza forzata dalla vita extraospedaliera. Insomma, tutti quegli aspetti che tormentano i degenti durante la permanenza in ospedale. A Ragusa siamo riusciti a fare crescere anno dopo anno questa realtà. E con i nuovi corsi di formazione siamo pronti ad accogliere altri volontari”.

QUESTIONI DI IDENTITA’ NELL’ERA NUOVA DELL’AVO

avo giornata nazionaleSabato 25 ottobre a partire dalle ore 10:30 a Ragusa, in occasione della Giornata Nazionale dell’Associazione Volontari Ospedalieri, si terrà una visita ai malati, una distribuzione di piccoli doni, propaganda all’ingresso degli ospedali Civile e Maria Paternò Arezzo. Inoltre l’Avo giovani incontrerà gli studenti delle medie superiori per propagandare l’azione di volontariato.

PERCORSI INNOVATIVI DI ASSISTENZA DOMICILIARE

news_img1_63549_assistenza-anzianiDal 25 al 28 novembre prossimi, presso l’Auditorium San Vincenzo Ferreri di Ragusa Ibla, si terrà un convegno internazionale di studio avente per tema “Percorsi innovativi di assistenza domiciliare”.L’iniziativa è organizzata dal Comune di Ragusa assieme agli altri enti del Distretto socio sanitario 44 (Santa Croce Camerina, Monterosso Almo, Chiaramonte Gulfi,Giarratana), l’Inps, gestione ex Inpdap regionale di Palermo e l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Preziosa anche la collaborazione prestata dal Centro Studi Erickson di Trento che ha curato la pubblicazione di un testo scientifico che sarà diffuso su tutto il territorio nazionale. Obiettivo del convegno è quello di realizzare, attraverso il qualificato apporto di esperti italiani ed europei, un approfondito studio sul problema dell’assistenza domiciliare a soggetti non autosufficienti, con particolare ma non esclusivo riferimento a persone anziane e con riferimento essenziale al ruolo della famiglia ed alla tenuta dei legami. Sul sito del Comune (www.comune.ragusa.gov.it), alla voce “Eventi”, è possibile leggere e scaricare il programma completo dell’evento e la scheda di iscrizione.

LA MELA DELL’AISM

AISMlogo_CMYKSabato e domenica torna in piazza l’iniziativa a favore della ricerca contro la sclerosi multipla. Ecco i punti in cui sarà possibile dare il proprio contributo. A Ragusa: Eurospar Dimeglio Via Fieramosca (sabato 11 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30 e domenica 12 dalle 09.30 alle 13.00), Conad Sallemi_(sabato 11 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00), Piazza San Giovanni (sabato 11 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30). A Marina di Ragusa: Eurospar (domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00), Piazza Duca degli Abruzzi (sabato 11 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30). Modica: Piazza Matteotti (sabato 11 e domenica 12 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30). Vittoria:Piazza del Popolo (sabato 11 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30). Santa Croce Camerina: Conad Sallemi (sabato 11 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00). Scicli: Piazza Carmine (sabato 11 dalle 17.00 alle 20.00 e domenica 12 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 18.00 alle 20.00), Chiesa San Salvatore (sabato 11 ore 18.30 e domenica 12 ore 12.30, ore 19.00 e ore 20.30), Chiesa di Donnalucata (sabato 11 ore 18.00 e domenica 12 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00). Comiso: Chiesa Sacro Cuore (sabato 11 e domenica 12 ore 19.30).

LA CARITAS APRE UNA MENSA A RAGUSA

domenico leggioSabato 27 settembre alle 11.30, a Ragusa, in via G. B. Odierna 389 verrà inaugurata il “Ristoro di San Francesco”, alla presenza del Vescovo Paolo Urso, del direttore della Caritas Domenico Leggio e della Madre Generale delle Suore Cappuccine dell’Immacolata di Lourdes, suor Maria Ausilia Maniscalco. La nuova mensa, unica nella città di Ragusa, nasce nei locali messi a disposizione gratuitamente dalle Suore, per rispondere alla povertà alimentare, sempre più presente tra la popolazione, attraverso la preparazione di pasti caldi e il loro consumo in loco, per tre volte a settimana. Oltre a questa modalità, però, la fantasia della Carità ha richiesto un ulteriore sforzo di lettura dei bisogni: la mensa, infatti, non si limiterà a servire i pasti nei suoi locali, ma prevede la possibilità di consegnare un certo numero di pasti direttamente a casa delle persone. Questa nuova risposta costituisce per anziani soli, disabili, famiglie in condizioni di recente povertà, bambini, la possibilità di continuare a “sedersi a tavola”, di consumare il pasto nel proprio contesto di vita, rispettando la privacy ed evitando l’imbarazzo che può generare l’istituzionalizzazione del servizio. La mensa opererà in rete con le parrocchie della città.

ECO TREKKING PER DIVERSAMENTE ABILI

ecotrekking 2014 IL TEMPIO (1)Nei giorni scorsi, immersi in uno splendido paesaggio rurale, i ragazzi del Centro Incontro Disabili del Comune di Rosolini, accompagnati dagli operatori della Cooperativa Sociale ‘CPR’ (Centro Polifunzionale di Riabilitazione), hanno preso parte ad un’altra esperienza di eco trekking assistito con il cavallo presso il maneggio del Centro Ippico “Il Tempio” di Ispica. Si è ripetuta, anche per gli esiti più che positivi, l’esperienza di collaborazione del mese di giugno scorso, che aveva consentito di attuare importanti interventi di tipo educativo e ricreativo, nonché di supporto psico-relazionale, finalizzati al miglioramento della qualità della vita dei soggetti coinvolti, per mezzo dell’eco trekking a cavallo.

RAGUSANI NEL FONDO

manenti rg nel fondo 14Sabato 13 settembre a partire dalle 18,30 presso la Rotonda Maria Occhipinti di Ragusa si terrà la VI edizione del Premio Ragusani nel Fondo, evento ormai noto a tutta la città che da anni accende i riflettori sui numerosi problemi del nostro territorio lasciati nel dimenticatoio dalle Istituzioni. Così come nello spirito della manifestazione che ha sempre posto sin dall’inizio l’accento su tematiche scomode o superficialmente affrontate, anche quest’anno gli argomenti saranno di rilievo: l’arte come mezzo per il reinserimento sociale, la militarizzazione della nostra terra, la crisi economica, la questione ambientale. I premiati di questa sesta edizione saranno resi noti solo nel corso della serata. L’evento si aprirà con una tavola rotonda sulla questione immigrazione nelle nostre coste, fenomeno che si cercherà di analizzare grazie al contributo diverso di alcuni professionisti: Nello Lo Monaco – Capo del Servizio di Ragusa del Dipartimento Regionale Protezione Civile, Alfonso Di Stefano della Rete Antirazzista di Catania, Giuseppe Scifo – Responsabile immigrazione Cgil e Vincenzo La Monica – Responsabile Immigrazione Caritas Ragusa . L’edizione 2014 di Ragusani nel Fondo sarà dedicata al popolo palestinese. Come ogni anno durante la serata ci sarà musica e cena sociale. La manifestazione è totalmente autofinanziata e non ha mai ricevuto contributi economici da Enti o Istituzioni.

Giarratana capitale della solidarietà

unitalsiDomenica 7 settembre, Giarratana si trasformerà per un giorno nella capitale siciliana della solidarietà. Infatti, si ritroveranno oltre 500 persone provenienti da tutta la Sicilia orientale, in gran parte bambini, giovani disabili e normodotati, per condividere una giornata all’insegna della festa e della socializzazione. La manifestazione, che ha come slogan “Il cuore in piazza” promossa dalla sezione Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) della Sicilia Orientale, prevede un intenso programma di giochi, musica e divertimento con i quali verranno pacificamente invase le piazze antistanti la chiesa di Maria SS. Annunziata e le vie del centro storico “u cuozzu”. Alle 17 dai ruderi del castello i partecipanti si incammineranno per le vie del centro storico in processione per raggiungere la “Chiesa Madre”, dove si terrà la Santa Messa presieduta da Mons. Paolo Urso durante la quale verrà consegnata ai giovani unitalsiani la statua di Maria Immacolata che verrà poi portata dagli stessi ragazzi a Lourdes durante il pellegrinaggio nazionale dei giovani che si svolgerà dal 5 al 10 dicembre. “Questa giornata – spiega Filippo Guzzardi, vice presidente sottosezione di Ragusa – è per noi un’occasione importante di aggregazione e un momento in cui condividere la nostra esperienza come associazione. Quest’anno inoltre approfitteremo di questa giornata per lanciare il pellegrinaggio bambini dell’Unitalsi. che si terrà proprio qui a Giarratana nei primi giorni di gennaio 2015. Sarà per noi una grande responsabilità, ma anche motivo di grande orgoglio”.

Donazioni di sangue estate 2014: obiettivo centrato  

avis gocciaIl periodo di maggiore criticità per quanto riguarda il problema della donazione del sangue è stato brillantemente superato. Nel nostro territorio, l’obiettivo primario per i mesi di luglio ed agosto, indicato nel mantenimento – possibilmente il miglioramento – della precedente performance, è stato ampiamente raggiunto. Infatti le 5.315 donazioni effettuate dai soci Avis corrispondono ad un incremento di 253 unità di sangue rispetto all’anno precedente (+ 5 %); il risultato percentuale è da ritenere di notevole valore considerato il volume di riferimento. Va inoltre osservato che nel mese di luglio la performance supera per la prima volta il limite della media annuale delle unità di sangue raccolte (2.789) e che in agosto le 2.526 donazioni avvicinano notevolmente l’Associazione all’obiettivo qualificato della media mensile annua. “L’Avis Provinciale di Ragusa – spiega il vice presidente Franco Bussetti – ringrazia pertanto per questo significativo risultato i donatori e le donatrici che hanno prontamente risposto all’invito dell’Associazione, tutte le realtà associative per il grande sforzo organizzativo, il personale sanitario, i media per l’attenzione riservata alla problematica. Il ringraziamento va esteso ai vari esercizi commerciali ed i benemeriti che, con la loro disponibilità, hanno partecipano attivamente alla campagna promozionale promossa da Avis Provinciale, implementata territorialmente dalle varie realtà associative con iniziative proprie”. Soddisfazione quindi ma, come avverte il Direttore Sanitario di Avis Provinciale Ragusa, il Dott. Giovanni Garozzo: “Occorre mantenere alta la guardia dal momento che storicamente i primi dieci giorni di settembre rappresentano ancora un periodo di possibile criticità”.

 

CANTIERI DI SERVIZIO, LA REGIONE ANCORA TACE

flavio brafaL’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Ragusa sta esercitando una continua azione di pressing nei confronti della Regione per ottenere il decreto che consenta l’avvio delle attività agli aventi diritto nei cosiddetti cantieri di servizio finanziati dal dipartimento regionale del lavoro e dell’impiego. Sono 176 le unità che, per un periodo di tre mesi, saranno destinati ad animare dieci progetti che avranno una duplice valenza: dare una risposta finanziaria a persone che hanno bisogno, risolvere alcune problematiche segnalate in città. Questi gli interventi che dovranno essere eseguiti: piccole azioni di manutenzione sul verde e pulizia giornaliera di cava Gonfalone fino a largo San Paolo a Ragusa Ibla (20 unità per 71.907,75 euro); posizionamento di piccoli interventi di manutenzione della segnaletica verticale ed orizzontale (13 unità per 44.525,25 euro); pulizia e custodia degli impianti sportivi (20 unità per 63.885,53 euro); verniciatura di cancellate, ringhiere e simili (20 unità per 62.512,36 euro); custodia e vigilanza delle strutture in cui si svolgono convegni ed iniziative culturali (10 unità per 30.332,64 euro); manutenzione ordinaria con pitturazione alloggi comunali concessi a titolo oneroso o gratuito a famiglie disagiate (20 unità per 60.055,10 euro); custodia Giardini iblei (20 unità per 59.043,28 euro); custodia ville, San Domenico in via Archimede e via Zancle (20 unità per 56.730,57 euro); custodia villa Margherita centro storico (20 unità per 53.839,68); assistenza attraversamento strisce pedonali alunni scuole materne ed elementari (13 unità per 33.684,43). “Dispiace – spiega l’assessore ai Servizi sociali, Gianflavio Brafa – che ancora la Regione non si sia spesa con la pubblicazione del relativo decreto che potrebbe consentire di sbloccare finalmente questa situazione. E’ facile intuire quale l’opportunità per tutte queste persone. Ragusa, tra l’altro, risulta essere l’unico capoluogo di provincia in Sicilia ad avere avuto finanziati ben dieci progetti in cui sono complessivamente impiegate 176 persone. Nei mesi scorsi, abbiamo dato vita ad un importante lavoro di programmazione che era riuscito comunque nell’intento di centrare appieno l’obiettivo. E di questo devo ringraziare il personale dell’ufficio Servizi sociali e tutti i collaboratori che, operando in maniera sinergica, sono riusciti a garantire il raggiungimento di un traguardo molto significativo. Ora, però, aspettiamo che la Regione batta un colpo”.

Il diritto d’amare a Marina di Ragusa

flash mobUn flash mob in piazza Duca degli Abruzzi è stato promosso dall’Anfass ed ha visto la partecipazione delle associazioni della rete comunale “I petali del cuore”: “Quattropassincompagnia”, Lilt, Adra, Ail, Bucaneve, GreenBike, Asnas. Il messaggio che si è scelto di lanciare, “Il diritto d’amare”, è un articolo della convenzione Onu dei diritti delle persone con disabilità. Il flash mob è stato così caratterizzato: alle 20 in punto, senza alcun preavviso, è stata fatta riecheggiare, in piazza, la canzone “Halo” di Beyoncé e tutte le coppie accorse per l’evento, pubblicizzato in precedenza tra la rete delle suddette associazioni, si sono abbracciate tra loro per tutta la durata del brano. C’erano numerosi disabili. Ovvio lo stupore tra la gente presente in piazza e i passanti che sono rimasti a guardare mentre i protagonisti del flash mob continuavano a rimanere abbracciati, sorridenti e felici. Numerose le coppie che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento. Inaspettata, poi, la visita dei protagonisti del libro di Fulvio Ervas “Se ti abbraccio non aver paura”. “Padre e figlio – dice Fabio Di Benedetto dell’associazione “Quattropassincompagnia” – si sono trovati nel posto giusto al momento giusto, con un tempismo perfetto direi. E la loro presenza, in questa occasione, ci ha fatto emozionare ancora di più”. Basti pensare che nel testo della canzone si sente dire: “Da qualsiasi parte mi volti, ora sono avvolta dal tuo abbraccio”. Le associazioni, poi, hanno ringraziato l’assessore Brafa per avere istituito la rete delle associazioni cittadine. “Lo vedo – ha detto Brafa – come un modo per collaborare assieme per il bene della nostra città e di chi ci abita e ha bisogno”.

GRAN GALA’ DI BENEFICENZA DELLA CROCE ROSSA

peppe arezzoSi terrà il 14 agosto prossimo con inizio alle ore 21 a Villa Anna ad Ispica “Musica Sotto le Stelle” organizzato dal Comitato Provinciale di Ragusa della Croce Rossa Italiana. Si esibirà la Peppe Arezzo Ensamble, con Lorenzo Licitra, Emanuela Curcio, Daniela Schillaci che si è affermata all’International Opera Master Competition. Per ulteriori informazioni telefonare al numero 0932 621111.

 

 

La donazione non va in vacanza

avis sedeNonostante il periodo estivo rappresenti un momento critico per la raccolta del sangue, l’Avis provinciale di Ragusa comunica che nel mese di luglio si è registrato un incremento delle unità di sangue donate nella nostra provincia pari all’6,78 %. Le 2.789 unità di sangue donate corrispondono ad un aumento di 177 donazioni rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, e il dato mette per la prima volta in linea il mese con la media annuale delle donazioni.

ADDIO SPRECO

Il Cda del parco commerciale Isole IbleeIl parco commerciale “Isole Iblee” di Ragusa è impegnato in prima linea nel seguire le nuove tendenze ecologiste che mirano a ridurre al massimo gli sprechi anche attraverso il riuso di beni non più utilizzati. E’ questo il senso del progetto denominato “Addio spreco” attuato da Legambiente Ragusa e che è stato presentato ai soci del parco da Claudio Conti, esponente dell’associazione ambientalista. Per l’occasione era presente anche una rappresentanza del centro commerciale naturale “Antica Ibla”, guidata dal presidente Santi Tiralosi. “Addio Spreco”, in sintesi, contempla l’utilizzo di beni che, per vari motivi, non sono più stati utilizzati ma che risultano essere ancora in condizione di sufficiente fruibilità. Il progetto prevede che questi beni siano destinati a famiglie bisognose e in condizioni economiche particolarmente sfavorevoli.

 

Consegnato a Vittoria il defibrillatore alla Fondazione del Buon Samaritano

foto (1) (1)Nella saletta della Chiesa dello Spirito Santo, il Rotaract Club di Vittoria ha consegnato a padre Beniamino Sacco e ai suoi collaboratori della Fondazione del Buon Samaritano un defibrillatore. “Siamo contenti di aver raggiunto il nostro obiettivo: – dichiara Barbara Bonsignore, presidente del Rotaract di Vittoria – è da un anno che lavoriamo per questo progetto, grazie alle tante iniziative di raccolta fondi e di volontariato siamo riusciti ad aiutare concretamente la comunità”. Padre Beniamino Sacco ringraziando i ragazzi del Rotaract ha dichiarato: “La vostra sensibilità è il messaggio più bello che potevate lanciare. Le nuove generazioni devono imparare a proporre, a lavorare per un’idea. Spendere il proprio tempo per uno scopo benefico è quanto di più bello si possa fare”.

CARLITO DAY

179199_107182779358904_1158957_nL’appuntamento si ripete con belle novità. Un pomeriggio di sport per ricordare Carlo nel secondo anno dalla sua scomparsa. Domenica, ai campetti dei Gesuiti, a Marina di Ragusa, si alterneranno numerose attività sportive, dalla zumba al calcetto, dal basket alla camminata. Prima a partire la Fit&Boxe, alle 18. A seguire tutte le altre attività. Tutto in memoria di Carlo Lo Bianco, morto a soli 28 anni. Carlo era uno sportivo ed un istruttore, per questo motivo gli amici vogliono ricordarlo così, con una bella giornata all’insegna dello sport. Si sono messi a disposizione, per organizzare l’evento, tanti colleghi istruttori di varie discipline. Anche quest’anno saranno raccolti fondi per la ricerca: andranno per il progetto “Tu al Centro – screening oncologici” promosso dall’Asl. Novità di quest’anno sarà la camminata che dai Gesuiti condurrà fino al centro della frazione balneare. Un’idea nata grazie alla collaborazione con l’associazione “Amunì”.

 

Quei morti sono nostri fratelli!

sbarcoIl direttore della Caritas diocesana di Noto, Maurizio Assenza, ha diffuso una nota con una riflessione sul tragico sbarco di martedì. Questo il testo: “Nella banchina del molo di Pozzallo, dove nel pomeriggio e nella serata del 1° luglio sono stati accolti gli immigrati drammaticamente morti nel barcone di appena venti metri che trasportava seicento persone, c’era molta commozione. Soprattutto quando lo sguardo si posava sulle difficili operazioni di recupero dei corpi, quando qualcuno diceva che c’erano anche bambini, quando si intravedeva lo stato dei cadaveri o si raccontava delle testimonianze dei superstiti, delle violenze da loro subite … Ad accogliere i corpi degli immigrati c’erano uomini delle istituzioni (Prefettura, Procura, Questura, Comune), le Forze dell’ordine, la Protezione civile, il personale medico, la Chiesa di Noto (rappresentata da don Michele Iacono, che ha benedetto le salme, e dalla Caritas diocesana, in costante contatto con il Vescovo e il Vicario generale), l’Iman (che anche lui ha innalzato una preghiera all’Altissimo), Medici senza frontiere, Libera. C’era soprattutto grande dolore! Che la gente semplice ha interpretato con il gesto più umano: il pianto! E veniva da pensare che quei morti, i cui familiari non sappiamo dove siano, con la loro muta presenza ci hanno ricordato che – prima e oltre la famiglia “naturale” – c’è la comune famiglia umana. E quando arrivavano telefonate con la preoccupazione di meglio accogliere i “minori non accompagnati” per cui le parrocchie di Pozzallo hanno messo a disposizione dei locali, veniva da pensare che la famiglia umana è vera solo se nessuno resta “non accompagnato”. E allora, ci si diceva: i morti reclamano giustizia, i vivi solidarietà! Per questo – osservava un giovane – non si tratta di fare questo o quest’altro, ma di diventare umanità diversa da come siamo diventati, con il nostro egoismo, con la nostra distrazione e insensibilità. C’è un mondo da cambiare, e ognuno può farlo a partire da se stesso. C’è un Europa da rendere sensibile, e auspichiamo che il semestre italiano diventi attenzione al Mediterraneo e al movimento di popoli. Esso può restare un evento distante, con il fastidio di migliaia di morti e decine di migliaia di arrivi, o può essere letto come un esodo in cui tutti quanti avvertiamo la chiamata ad uscire dall’Egitto dell’egoismo per entrare nella terra promessa di un’umanità solidale. Ed è stato spontaneao pensare che come Chiesa di Noto esprimeremo sabato sera un segno a Pozzallo con una fiaccolata (alle 21) ed una veglia che sarà presieduta dal Vicario generale alle 21,30 in chiesa madre: sarà anche un momento penitenziale, per chiedere perdono di quanto non abbiamo fatto per rendere più umano il mondo; sarà un momento di ascolto del Signore per cogliere le “cose del Padre” – nascoste ai sapienti e ai dotti – ma rivelate ai piccoli, alla gente semplice da cui impariamo a vivere questi momenti con pietà e con desiderio di maggiore impegno per la giustizia, l’accoglienza, la pace”.

 

Scroll To Top
Descargar musica