20-11-2017
Ti trovi qui: Home » Televisione (pagina 10)

Archivio della categoria: Televisione

Padua Rugby Ragusa

paduaIl girone 4 del campionato nazionale di serie B è arrivato al giro di boa. Domenica si giocherà infatti l’ultima giornata di andata della prima fase, quella al termine della quale le prime tre classificate accederanno alla Poule Promozione, mentre le altre che invece andranno a giocarsi la salvezza, e il Padua Rugby Ragusa è ancora alla ricerca della prima vittoria.A  Ragusa intanto arriva lo Svicat Lecce, squadra incontrata sia sulla via della promozione due stagioni fa che lo scorso anno in serie B e con la quale c’è una rivalità agonistica che rende le partite tra le due compagini sempre avvincenti e combattute. L’allenatore Peppe Gurrieri porta rispetto per gli avversari ma è convinto di poterli battere: «Con i leccesi abbiamo sempre giocato partite tirate ma, finora, abbiamo sempre perso. In questa stagione ho avuto modo di vedere all’opera i nostri prossimi avversari quando, alla prima giornata, hanno reso visita all’Amatori Catania. Se lo Svicat di domenica è quello di un mese fa, allora dico che possiamo giocarcela».Su richiesta della squadra ospite, l’ora di inizio sarà anticipato alle ore 11:30 e sarà diretto dal signor Massimo Salierno della sezione di Napoli. A seguire si disputeranno anche gli incontri che vedranno protagoniste le selezioni Under16 e Under18 dei biancazzurri ragusani e del Cus Catania.

Quando una semplice ricetta diventa espressione di cultura

Brancati, Schembari, Poidomani e Cosentini“Una semplice ricetta è anche espressione di cultura e, nel senso più anglosassone del termine, di civiltà perché è il riflesso di ciò che noi abbiamo ereditato, volenti o nolenti, da chi ci ha preceduti. E considerato che la nostra cultura, almeno quella materiale, parte dal XVIII secolo avanti Cristo mentre i primi documenti scritti risalgono a dieci secoli dopo, ritengo che abbiamo una lunga storia da raccontare. E stavolta, in fondo, si è cercato di tracciare un riassunto gustoso visto che l’argomento è stato proprio il cibo”. Ha concluso così il proprio intervento il professore Gaetano Cosentini durante la presentazione del libro “Il cibo degli Iblei” di Francesca Poidomani tenutasi nella sala conferenze “Pippo Tumino” della sede Cna provinciale di Ragusa. Un appuntamento nel corso del quale il testo, edito con i tipi di “Officine creative” di Domenico Schembari, è stato apprezzato dai numerosi partecipanti all’iniziativa grazie al maneggevole formato e alle pagine patinate che, esaltate dal colore, hanno trasmesso al meglio la bontà dei cibi descritti, 130 ricette tipiche del territorio ibleo. Ad aprire i lavori è stato il segretario provinciale Cna Ragusa, Giovanni Brancati, che, oltre a sottolineare il convinto sostegno fornito all’autrice dall’associazione di categoria, ha voluto puntare l’attenzione sul ruolo preminente che la gastronomia locale è chiamata sempre più ad esercitare in un mondo in cui la globalizzazione se da un lato tende ad annullare le differenze dall’altro esalta ancora di più le peculiarità di chi riesce a mantenere in qualche modo le proprie tradizioni.

GIARRATANA: I CARABINIERI ARRESTANO TRE  RAPINATORI CATANESI IN TRASFERTA

MACCARONE Luigi Orazio cl. 1991Lunedì mattina verso le ore 09.30  a Giarratana tre malviventi armati di taglierino facevano irruzione all’interno della filiale della Banca Agricola Popolare e dopo aver minacciato gli impiegati si facevano consegnare tutto il denaro contenuto all’interno delle casse, dandosi immediatamente alla fuga.I tre banditi, che erano fuggiti a boro di una Fiat Punto  di colore bordò, sono stati intercettati dai Carabinieri delle Stazioni di Giarratana e Monterosso Almo, mentre tentavano di allontanarsi  in direzione di Catania. I malviventi dopo aver imboccato una strada senza uscita nel centro di Monterosso Almo perdevano il controllo del veicolo e dopo aver sfondato un cancello di una civile abitazione tamponavano una autovettura posteggiata. Due sono stati immediatamente catturati e ammanettati dai carabinieri, mentre il terzo si è dileguato tentando di far perdere le proprie tracce nascondendosi nelle  campagne circostanti. Fondamentale è stato l’intervento di un elicottero dell’Arma del Nucleo Elicotteri di Catania, che dall’alto ha avvistato l’ultimo fuggitivo segnalandolo agli uomini che lo stavano cercando. Nel frattempo alle ricerche e alla cattura si è unito un poliziotto proprietario dell’abitazione presso la quale i fuggitivi sono andati a sbattere con l’auto, il quale aveva chiamato anche il 113. L’intero malloppo ammontante a circa 10.000,00 euro è stato recuperato e restituito al direttore della banca. Gli arrestati sono Manuel Sciuto 29enne di Motta S. Anastasia, Luigi Orazio Maccarone, 23enne di Belpasso, Walter Roccella, 25enne anch’egli di Belpasso, tutti e tre con precedenti, anche specifici.

RAGUSA, BANDO ASSEGNAZIONE POSTEGGI AUTOBAR

imagesScade il 10 novembre prossimo, alle ore 12, il termine di presentazione delle istanze relative al bando pubblico per l’assegnazione di posteggi su aree pubbliche per la vendita di prodotti alimentari con autobar di durata annuale e stagionale. I criteri per la formazione della graduatoria riguarderanno l’anzianità nell’esercizio del commercio su aree pubbliche e l’anzianità acquisita nel posteggio al quale si riferisce la selezione (9 posteggi per Ragusa e 4 per Marina di Ragusa). Gli operatori interessati potranno avanzare l’istanza al Comune di Ragusa utilizzando il modulo-domanda pubblicato sul sito internet dell’ente unitamente al bando pubblico.

Droga in via Roma, un arresto

AOUINET_Moncef_1971I Carabinieri di Ragusa hanno arrestato venerdì sera uno spacciatore di droga nella centralissima via Roma.  I militari avevano notato la presenza di soggetti già noti per il consumo di cannabis nella zona alta di via Roma, ovvero quella che va dal corso Italia alla rotonda. Inizialmente I carabinieri dopo alcuni servizi d’osservazione in borghese avevano notato un anomalo movimento di persone che entravano e uscivano da una piccola viuzza, Via Ferrera, (a stento percorribile da un autovettura) .  dietro a un negozio di abbigliamento, via Ferrera e così si sono posizionati su un terrazzino per studiare il movimento sospetto.  Armati di binocolo e visore infrarosso si sono appostati e hanno aspettato. In effetti hanno notato una persona arrampicarsi lungo una grondaia e prendere o mettere qualcosa da un davanzale di una finestra a più di tre metri dalla sede stradale. Ritenuto che non fosse normale nascondere qualcosa dietro la serranda di una finestra (peraltro altrui), i carabinieri hanno pensato si trattasse di droga o, al limite, di refurtiva o armi. Si sono quindi preparati a intervenire con una gazzella in attesa all’ufficio postale per chiudere l’uscita di via Ferrera su via Roma. Dopo un paio d’ore d’attesa, già aveva fatto buio, sono arrivati due uomini. Uno s’è arrampicato e ha preso qualcosa che poi, accosciatosi, ha iniziato a maneggiare poggiandola in terra. A questo punto i due militari in borghese hanno chiamato la pattuglia in uniforme e si sono lanciati giù per le scale con l’intento di sfruttare l’effetto sorpresa. Purtroppo uno dei due, che era in piedi, s’è accorto dei due carabinieri in borghese ed è fuggito in discesa. Trovatosi davanti l’autovettura militare ha saltato il cofano e s’è buttato giù per via Roma verso via Ecce Homo facendo perdere le proprie tracce. I militari nel frattempo hanno bloccato l’altro uomo. In mano aveva ancora un grosso pezzo di hashish. L’arrestato è  Moncef Aouinet, 43enne ex muratore tunisino già noto alle forze dell’ordine. La droga, sequestro e pesata, era hashish, per trentasette grammi, quasi mezzo panetto intero e tre pezzetti più piccoli.

Ragusa ricorda Lucio Battisti nell’anno della sua morte

Lucio BattistiIl 29 settembre 1998, a 20 giorni dalla sua morte, il cantautore viene ricordato con una manifestazione al Teatro Tenda denominata “Cantando Battisti”. A cantare Lucio, cantanti e musicisti iblei, tra cui Giovanni Carfì, Ernesto Turlà, Enrico Boncoraglio, Beppe Boscarino, Daniela Tardonato, Tito Torrisi, Gianfranco Giummarra, Lino Burrafato, Piero Nicolini, Giovanni Guastella, Nunzio Tribastone, Roberto Farruggio, Enzo Trigili, Paolo Battaglia, Nello Casa e i compianti Enzo Guastella detto Turù  e Gianni Biazzo. La manifestazione viene riproposta sedici anni dopo da Tele Nova, per la puntata n. 858 di Come Eravamo, che andrà in onda immancabilmente il 29 settembre alle ore 14:30, 18:30, 21, 24 e martedì 30 settembre alle 8.

FESTA SAN VINCENZO DE PAOLI

cattedrale  sanvincenzo_de_paoliIl Consiglio Centrale della San Vincenzo de Paoli di Ragusa invita  i confratelli, i simpatizzanti e la popolazione  a  partecipare alla messa nella Cattedrale di Ragusa giorno 27 alle 19,30 per la festività di San Vincenzo de Paoli. In tale occasione, quanti desiderano venire incontro ai bisogni dei più deboli, potranno donare viveri che andranno ad incrementare i doni dell’offertorio e che saranno distribuiti alle famiglie indigenti del territorio.

Modica calcio, mercoledì amichevole a Gela

Modica_Calcio_logoSono finite le vacanze di ferragosto anche per i “tigrotti” che hanno ripreso a pieno regime gli allenamenti. I ragazzi sono rientrati tutti in ottime condizioni pronti ad affrontare l’amichevole di mercoledì 20 Agosto a Gela, presso lo stadio “Vincenzo Presti”. Avendo l’Akragas all’ultimo minuto declinato l’invito alla partecipazione al triangolare, l’amichevole inizierà alle ore 20, e vedrà i tigrotti sfidare i padroni di casa. Attesi al “Vincenzo Presti” i nostri Ultras, pronti a sostenerci come sempre in tantissimi.

 La vittoriese Sofia Gentile alle Selezioni Nazionali dello Zecchino d’Oro

sofia1 (4)La piccola Sofia Gentile di 9 anni, componente del Coro Mariele Ventre di Ragusa, partecipera’ alle Selezioni per il 57° Zecchino d’Oro, che si terranno dal 2 al 4 settembre 2014, all’Antoniano a Bologna. Sofia ha partecipato l’8 agosto alle audizioni regionali di Porto Empedocle, alla presenza di Fabrizio Palaferri, vice direttore dell’Antoniano, e superata la prima fase, e’ approdata alla Finale Regionale tenutasi sabato 9 agosto, in Piazza Kennedy, sempre a Porto Empedocle. Sofia Gentile si e’ esibita, insieme ad altri dieci piccoli concorrenti, provenienti da diverse province siciliane, con il brano “Ninnaneve” e per la sua bravura e dolcezza è stata premiata dalla giuria, che le ha consegnato il lasciapassare per la “gran finale” di Bologna.

Don Giuoggiu u farmacista, don Carmenu e Pippinu Zago a Tele Nova

rotonova 20.12.88Giovedì 7 agosto 2014 alle ore 14:30, 18, 21, 24 e venerdì 8 agosto alle ore 8, per la puntata n. 853 di Come Eravamo, andrà in onda su Tele Nova un’ampia sintesi del rotonova del 20 dicembre 1988 sui dolci tipici del Natale e le tradizioni culinarie a Ragusa con Giuseppe Zago, Giorgio Migliorisi e Giorgio Gurrieri.

FUMI DI CAMPAGNA NEL VITTORIESE

FUMI2Dieci titolari o conduttori di aziende agricole presso le quali erano stati individuati cumuli di rifiuti vegetali, sono stati informati dalla Polizia di Vittoria circa l’osservanza e rispetto delle normative sullo smaltimento o conferimento dei rifiuti presso ditte o enti interessati, e nel contempo diffidati dal praticare l’incenerimento degli stessi, mentre tre vittoriesi titolari di aziende agricole presso le quali sono stati rilevati, nel corso di controlli, significativi fenomeni di bruciatura dei rifiuti, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa. Dovranno rispondere dell’ipotesi di reato di illecito smaltimento di rifiuti speciali e di immissione molesta di fumi nell’atmosfera.

RIPASCIMENTO CAUCANA, LE CRITICHE DI SEL

caucana“Il ripascimento con barriere soffolte di Caucana inizia ad avere le sue crepe, oltre alla breccia che costantemente riemerge da sotto la sabbia invadendo tutta la spiaggia, lo stesso avrebbe dovuto proteggere le mure bizantine della città antica. Ma accade proprio il contrario: il moto ondoso proveniente da libeccio (SW) in questa zona meno aggressivo (immaginate lo scirocco più violento e diretto) arriva sotto le mura che vengono scavate da sotto con il rischio di croli”. Lo sostine Sinistra, Ecologia e Libertà che si domanda in vista dei nuovi interventi che si dovranno fare lungo la costa iblea se questi progetti sono ben studiati. “L’intervento sarà più deleterio che benefico? L’esperienza di Caucana dimostra il fallimento ed un nuovo esborso di denaro dei cittadini”.

PIANO GIOVANI

Garanzia-GiovaniLa Cgil di Ragusa e la Camera del Lavoro della città organizzano perMercoledì 16 luglio alle ore 18 nella sala conferenze di vico Cairoli, 29, un convegno sul tema: “Garanzia giovani e Piano giovani: occasione per l’inserimento nel mondo del lavoro per disoccupati e inoccupati”. L’importante appuntamento – programmato nel quadro delle iniziative del Dipartimento politiche giovanili della Cgil iblea – servirà a fare il punto sulla occasione offerta dai recenti provvedimenti ( nazionale e regionale ) finalizzati a far incrociare la domanda e l’offerta di lavoro specie per ciò che riguarda la forza lavoro giovanile, spesso diplomata e laureata, che negli anni della crisi non trova sbocchi occupazionali. Oltre a Francesco Pisana e Francesco Maltese del Dipartimento politiche giovanili, il convegno vedrà la partecipazione di Giovanni Avola, segretario generale della CGIL di Ragusa, di Andrea Gattuso, responsabile del Dipartimento politiche giovanili CGIL Sicilia, di Monica Genovese, segretaria regionale CGIL Sicilia e si avvarrà dei contributi tecnico­operativi del Direttore dell’Ufficio provinciale del lavoro di Ragusa, Giovanni Vindigni. Il convegno, dunque, oltre a dare ai partecipanti la documentazione necessaria attraverso un opuscolo elaborato dalla CGIL che sintetizza i punti salienti di Garanzia giovani e Piano giovani Sicilia, sarà l’occasione per sviluppare i contenuti dei due provvedimenti: per la Garanzia giovani le misure e le opportunità previste ( ben nove: dalle informazioni e formazione mirata all’apprendistato e al tirocinio, dal sostegno all’autoimpiego al bonus occupazionale ecc.); per il Piano giovani Sicilia, i tipi di intervento sia per l’indennizzo per i tirocinanti e sia per le aziende ospitanti in termini di contributo per i tirocinanti ospitati.I giovani interessati sono invitati a partecipare.

DIRE FARE MANGIARE

presentazione_Ragusa_Visti e scrittiRagusa Foto Festival torna con la sua terza edizione. La prima rassegna internazionale di fotografia in Sicilia, realizzata dall’associazione culturale “Antiruggine”, è in programma da venerdì 11 luglio a domenica 10 agosto, ospitata nel prestigioso Palazzo Cosentini e nell’ex Chiesa di San Rocco, nella parte antica della città. Quella del 2014, sotto la direzione artistica di Roberto Mutti, docente e critico di fotografia per le pagine milanesi del quotidiano “La Repubblica”, affronterà il tema tanto italiano quanto universale del cibo. Perché dietro il nostro sistema agroalimentare ci sono la storia, la tradizione e l’origine della nostra identità. Guardando al futuro, attraverso Ragusa Foto Festival, e in linea con la prossima Esposizione Universale che nel 2015 ospiterà l’Italia a Milano, si vuole promuovere e invitare tanti viaggiatori a riscoprire la bellezza e le straordinarie eccellenze enogastronomiche siciliane. Ospite d’onore della terza edizione è Ferdinando Scianna. Il noto fotografo siciliano, anche giornalista e scrittore, venerdì 11 luglio alle ore 19 inaugurerà il Festival a Palazzo Cosentini presentando, in prima assoluta, il suo ultimo libro “Visti&Scritti”, in uscita a fine giugno per Contrasto.

UNA STELE PER RICORDARE IL SOLDATO GIUSEPPE RINALDI

 Giovedì 10 luglio, alle ore 18,30, nei pressi dell’azienda Agrituristica “La Masseria” sulla S.P. 25 Ragusa – Marina di Ragusa, nella zona in cui sorgeva il Posto di Blocco 452, verrà scoperta una stele, dedicata al Soldato Giuseppe Rinaldi ed ai Fanti del 383° Battaglione Costiero che morirono in battaglia il 10 luglio del 1943. L’iniziativa patrocinata dai Comuni di Ragusa e Santa Croce Camerina, è stata promossa dalla Sezione di Ragusa dell’Associazione Culturale “Lamba Doria” e dalla Sezione di Scicli dell’Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d’Italia.

Personale di Salvatore Massari

Mostra Massari2I paesaggi di Salvatore Massari non sono pura imitazione del reale, sono molto di più. La personale dell’artista è stata inaugurata sabato 28 giugno nel suo atelier di Palazzo Battaglia, a Ragusa Ibla. Le opere in esposizione saranno visionabili per tutto il periodo estivo.  “Un giorno Salvatore Massari mi ha avvicinato – ha raccontato Amedeo Fusco, curatore della mostra – dicendomi che avrebbe voluto mostrarmi il suo studio. Quando ciò è avvenuto, è venuta fuori l’idea di organizzare questa sua prima personale all’interno di questo posto straordinario e spettacolare, un posto che lui ha iniziato a creare e rifinire ad arte circa vent’anni fa. In questo luogo da lui realizzato fisicamente e materialmente, si trovano interamente la personalità e l’anima di Salvatore Massari, artista completo, totale. Qualsiasi cosa lui tocchi, riceve tutta la sua energia e la sua creatività. Persino i pavimenti sono stati realizzati da lui, con intarsi particolari nella pietra pece. E proprio l’intenzione di valorizzare questo splendido atelier e questo artista ci spinge ad invitare la gente a venire a visitare la mostra, perché ne vale sicuramente la pena”. Lo studio di Salvatore Massari si trova in Via Chiaramonte 36 (Palazzo Battaglia) a Ragusa Ibla e meriterebbe di essere inserito nelle mappe e nei percorsi turistici della città.

RIPARTE LA RASSEGNA DEL TEATRO LE DUNE

malato-GuarneriUn grande evento, un’attesissima rassegna teatrale divenuta ormai appuntamento fisso delle calde estati iblee pronta per il nono anno consecutivo ad allietare i venerdì sera di luglio dei ragusani che rimangono in città. Riparte la rassegna “Teatro Le Dune”, l’iniziativa organizzata dalla direzione marketing di Ergon consortile, guidata dalla dottoressa Concetta Lo Magno. “E’ la nona… Una sinfonia di spettacolo e divertimento”, con questo slogan la 9° edizione presenta per il 2014 tre divertenti ed entusiasmanti spettacoli. L’ingresso è come ogni anno gratuito grazie ai numerosi sponsor che sostengono l’iniziativa. Si comincia venerdì 11 luglio con Enrico Guarneri, che per il sesto anno consecutivo apre la rassegna proponendo per la prima serata un classico del teatro internazionale, “Il Malato Immaginario” di Molière, uno spettacolo arricchito dai brillanti contributi del beniamino del pubblico siciliano. Nella seconda serata, venerdì 18 luglio, torna il cabaret e la comicità della Compagnia del Gatto Blu. Con lo spettacolo “Sta per me”: Gino Astorina, Francesca Agate, Luciano Messina, Nuccio Morabito e Pippo Marziale si confrontano con la realtà mettendo ai “raggi X” il mestiere dell’attore. Terzo ed ultimo appuntamento, venerdì 25 luglio, “Lo Spettacolo del Varietà”, dove la musica diventa colonna sonora di una serata sempre all’insegna dell’arte, del canto, del ballo e del divertimento grazie al maestro Peppe Arezzo e alla sua orchestra. Special guest della serata sarà la vincitrice della tredicesima edizione di “Amici”, Deborah Iurato.  Un posto di riguardo viene garantito agli affezionati clienti dell’Interspar Le Dune di via La Pira a Ragusa, che dal 7 luglio al 23 luglio possono ritirare i biglietti al termine della spesa realizzata nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì della settimana in cui andrà in scena lo spettacolo. Esibendo lo scontrino al box informazioni potranno infatti ricevere 2 biglietti per una spesa minima di 30 euro, 4 biglietti per una spesa di 50 euro.

Incendi? La colpa è della politica!

presidio cislRiceviamo dalla Cisl e pubblichiamo: “Dopo l’incendio nella riserva di Calaforno che ha distrutto diverse decine di ettari di bosco di grande valore, creato negli anni con l’impiego di ingenti risorse economiche e con il sacrificio progettuale e lavorativo di dirigenti e di centinaia di operaie ed operai, si è determinata una condizione di sdegno in tutta la comunità Iblea. Ciò che, nonostante l’enorme dispiacere veniva classificato come un caso grave ma isolato, si riscontra invece di essere stato solo l’inizio di una serie di incendi e devastazioni del territorio. Affermiamo con grande delusione, che tali disastri siano da ricondurre interamente ad una classe politico amministrativa irresponsabile, decisamente incapace di programmare ed operare scelte concrete a tutela del patrimonio ambientale e territoriale, vanificando di fatto la dignità di tanti lavoratori. E’ di queste ore lo spegnimento, con l’ausilio di Canadeir, degli ulteriori incendi che hanno distrutto svariati ettari di bosco. Sono rimaste nella memorie di tanti cittadini schifati, non più gli alberi ma, le interminabili  colonne di fumo che attestavano la moria degli stessi e del paesaggio. Non è possibile che tutto ciò possa cadere nel dimenticatoio, così come, non è accettabile che, a fronte di un simile disastro ambientale, non vi sia alcun colpevole! Invitiamo la Politica ad evitare l’ennesimo stupido atto di accusa secondo il quale l’incendio è da ricondurre a qualche lavoratore arrabbiato. Troppo semplice e persino comodo. L’indice va puntato senza mezzi termini al “Governo dei nominati”dove gli Assessori, in stile Casa del Grande Fratello, non rispondono agli interessi della Sicilia e dei siciliani ma, agli umori del Grande Fratello. E’ necessario che i Sindaci si costituiscano parte civile, ciascuno per la propria competenza, in difesa del proprio territorio ed a prescindere dal colore della propria casacca. E’ comprensibile che solamente il presidio dei lavoratori nei vari cantieri, la realizzazione di viali parafuoco, l’avvio in tempo utile (Aprile – Maggio) del personale antincendio con le relative squadre di personale all’uopo formato, sarebbero state le uniche risposte possibili, che una classe politica seria deve programmare, per evitare tali disastri Già, ma per qualcuno è facile giustificare tutto, con la solita affermazione: “Non ci sono soldi”!!! Ricordiamo a tal proposito che l’impiego di un Canadeir è di circa diecimila euro l’ora……! Provate a calcolare il costo appena sostenuto, per l’impiego di diversi aerei, elicotteri ecc. per diversi giorni! Il pronto soccorso in Italia e in Sicilia soprattutto, è stato da sempre preferito, alla faccia della Prevenzione. Le nuove direttive emanate dal Governo Regionale intese ad economizzare i costi complessivi, non hanno determinato nei fatti, condizioni migliorative per la programmazione e per lo svolgimento delle attività nei singoli territori provinciali. Infatti, l’avvio contestuale di tutti i lavoratori dell’Isola, nello stesso giorno, non rappresenta la soluzione dei problemi ma, viceversa, ha finito per mortificare  i territori, come il nostro, che vengono condizionati ed impossibilitati all’avvio dei lavori, in tempo utile, per la salvaguardia del territorio. Anziché essere emulati per la capacità di programmare e progettare la realizzazione di opere con fondi comunitari, consentendo una maggiore fruibilità, si rimane bloccati da direttive che finiscono per essere la causa della distruzione del bosco stesso. La delusione nei confronti di questo Governo viene accentuata dal disinteresse dallo stesso acclarata verso altri settori enormemente importanti nella filiera Agroalimentare della nostra Regione. Quale futuro si prevede per l’Aras e per i  lavoratori. Per i Consorzi di Bonifica, strumentalmente dichiarati “Carrozzoni” da diverso tempo e sempre in bilico tra la soppressione  e/o  la riforma, evitando al contempo di approfondire con un confronto serio il futuro dei lavoratori e, a chi affidare le competenze di questi Enti, i cui servizi ricordiamo, interessano migliaia di aziende agricole con decine di migliaia di lavoratori siciliani. Nonostante gli impegni assunti dalla politica a tutti i livelli, nessun riscontro si è registrato infine per il futuro del Consorzio di Ricerca nella Filiera Lattiero Casearia e per i lavoratori addetti della ricerca. Rispettiamo il ruolo della politica cui compete assumere decisioni, trovare soluzioni ed operare scelte ma, senza con ciò, prendere in giro ed offendere decine e decine di persone, costrette a lavorare nutrendosi di speranze per un futuro sereno ed al contempo private, da svariati mesi, dal diritto di percepire le retribuzioni. Sono diverse le iniziative senza risultato poste in essere a tutti i livelli, Regionale e Provinciale, dal Sindacato Unitario e dai tanti lavoratori che, in modo pacifico, hanno organizzato scioperi, manifestazioni e sit-in, nella speranza di sensibilizzare ed ottenere risposte dal Governo Regionale che, da una parte assume impegni e dall’altra, puntualmente, li disattende in nome e per conto di insignificanti beghe politiche. Sono tutte le circostanze di cui sopra, che hanno determinato nei lavoratori e nella società civile una profonda sfiducia nei confronti di questa classe politica, alla quale, nonostante tutto continuiamo a chiedere un confronto serio. Chiediamo al Governo l’istituzione di una “cabina di regia” con la partecipazione costante del sindacato, come più volte richiesto dal Segretario Generale Usr Cisl Sicilia Maurizio Bernava e dal Segretario Generale della Fai Cisl Sicilia, Fabrizio Colonna. Chiediamo ai Deputati Regionali di dare priorità ad un dibattito serio per pervenire a scelte altrettanto serie, che riguardano il futuro della Sicilia e dei siciliani”. Firmato Sergio Cutrale, Segretario Territoriale Cisl.

Superstrada Ragusa-Catania: ultimi giorni per la firma?

lorefice 5 STELLEA seguito di una interrogazione presentata alla Camera da Marialucia Lorefice, deputata pentastellare di Ispica, il sottosegretario Del Basso De Caro ha evidenziato che “lo scorso 29 maggio l’ATI ha comunicato l’attivazione delle attività prodromiche alla firma della Convenzione, in qualità di società di Progetto, ed in considerazione delle tempistiche richieste per il completamento di tali attività, la possibilità di procedere alla stipula della convenzione a far data da domani 27 giugno”. Mancano pochi giorni alla scadenza del finanziamento e la deputata del Movimento 5 Stelle attende con ansia, ma fiduciosa, la firma della convenzione, pronta a dar battaglia qualora si fosse trattato “della solita vana promessa”.

 

LA POLITICA A RAGUSA DAL FASCISMO AL DOPOGUERRA

filippo schininà 2Nella puntata n. 846 di Come Eravamo che andrà in onda mercoledì 18 giugno alle ore 14.30, 18, 21, 24 e giovedì 19 alle ore 8, sarà trasmessa un’ampia sintesi della puntata di Rotonova del 28 novembre 1988 con ospite in studio il dottor Filippo Schininà su Ragusa e la politica dal fascismo al dopoguerra.

.

Scroll To Top
Descargar musica