16-12-2017
Ti trovi qui: Home » Viabilità (pagina 3)

Archivio della categoria: Viabilità

I PERICOLI DELLA STATALE 514

Si è svolta a Francofonte una seduta di consiglio comunale apertoragusa-catania new 2 dedicata alle problematiche della S.S. 514. Alla riunione hanno partecipato l’Assessore ai lavori pubblici di Ragusa Salvatore Corallo, in rappresentanza del Sindaco, ed il Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Iacono. Sono state dibattute le gravi condizioni in cui versa il pericoloso tracciato Catania-Ragusa che nel solo tratto che va dall’uscita di Francofonte a Lentini ha 130 entrate e uscite, tra traverse e trazzere varie. “La strada statale in questione – afferma Iacono – è costellata di centinaia di mazzetti di fiori a ricordo delle tante vittime di incidenti, ed appena il manto stradale si bagna il tragitto diventa pericolosissimo. Il governo nazionale e regionale oltre all’Anas continuano a non manutenere in modo efficiente il percorso che ha una segnaletica carente e incompleta adducendo a propria discolpa il fatto che non ha fondi a disposizione. La 514 – ha affermato Iacono nel suo intervento – è una strada in cui è tragico correre e dove è tragico anche rispettare i limiti, assurdi, di velocità, di 50 km orari. E’ inaccettabile che un territorio con due aeroporti, Catania e Comiso, non abbia un’autostrada e una rete viaria efficiente e sicura che colleghi le due infrastrutture”. “Nel corso della seduta aperta del Consiglio Comunale – dichiara l’Assessore ai lavori pubblici Salvatore Corallo – si è costituito un comitato istituzionale composto dai sindaci e dai presidenti dei consigli delle città i cui territori sono interessati dall’arteria. Quest’organismo richiederà al governo nazionale e regionale risposte concrete e certe per far sì che in tempi brevi venga colmato il deficit infrastrutturale viario che ha contrassegnato la Sicilia sud orientale, per costruire strade sicure e non le vie della morte”.

 

Modica, lavori di manutenzione nel viadotto Ponte Costanzo

Sono stati avviati i lavori di manutenzione nel viadotto Irminio,ponte20costanzo1 meglio conosciuto come Ponte Costanzo. L’Anas ha ordinato con decorrenza dalle ore 7 del 5 maggio e sino alle 20 del 6 giugno, la chiusura alternata delle corsie e l’istituzione del senso unico alternato regolato da impianto semaforico. Vigerà il limite massimo di velocità di 30 km/h e divieto di sorpasso.

Ragusa, viabilità intorno alla Mariele Ventre

Il dirigente del Settore Assetto ed uso del territorio dovràpiccitto ok predisporre una variante al PRG per la modifica al tracciato viario di collegamento tra l’Istituto scolastico Mariele Ventre e Via Bartolomeo Colleoni prevedendo le dimensioni originariamente previste di larghezza della carreggiata, pari a 15 metri. A disporlo è una delibera approvata dalla Giunta Municipale, come proposta per il Consiglio Comunale, a mezzo della quale si è deciso in primo luogo di annullare la delibera nel 2012 approvata dal massimo consesso relativa alla deroga della distanza dal ciglio stradale in variante al PRG riferita ad un lotto di terreno di proprietà privata. Con quel provvedimento si era deciso di derogare alla distanza dal ciglio stradale basandosi su presupposti erronei in quanto le aree private erano state già utilizzate per la costruzione di un edificio destinato a civile abitazione. “La delibera approvata dalla Giunta – afferma il Sindaco Federico Piccitto – ci consentirà di risolvere un gravoso problema della viabilità attorno all’area della Scuola Mariele Ventre in cui al momento si registra sistematicamente una congestione del traffico veicolare negli orari di entrata ed uscita degli studenti”.

Ragusa, rifacimento segnaletica

iannucciSono iniziati da qualche giorno in città i lavori di rifacimento della segnaletica verticale ed orizzontale. In tempi brevi saranno realizzate le strisce pedonali, le indicazioni di stop con fascia di arresto e gli stalli di sosta. Per questo motivo è stato approntato un primo programma di interventi iniziando da Via Archimede, tratto Piazza Vann’Anto – Via Carducci, Via Melilli, Via Colleoni, Via Falcone, Via Teocrito, Via Torricelli, Via Licitra. “L’Amministrazione comunale – dichiara il Vice Sindaco ed assessore alla Polizia Municipale Massimo Iannucci – ha deciso di attuare con urgenza tali lavori perchè convinta della necessità di garantire, soprattutto nelle arterie cittadine con maggiore flusso veicolare, una maggiore sicurezza dei pedoni ed anche dei conducenti di veicoli”.

 

 

Stato e Regione finanziano strade in provincia di Ragusa

 

pista aeroportoCentoquindici milioni e 800 mila euro saranno destinati per finanziare i collegamenti autostradali dall’autoporto di Vittoria, all’aeroporto di Comiso, alla Ragusa – Catania e alla strada statale 115. Con i fondi ex Insicem, inoltre,  la Provincia di Ragusa sta procedendo a bandire la gara d’appalto per la bretella di collegamento all’aeroporto di Comiso. La Provincia regionale di Ragusa avrà il compito di definire in tempi brevi il progetto esecutivo di tutti i collegamenti per poter procedere alla fase attuativa. E’ già esecutivo il progetto della bretella di collegamento tra la  Ragusa – Catania e l’aeroporto di Comiso e la Provincia di Ragusa, entro il mese di giugno, indirà la gara d’appalto che verrà espletata dall’Urega.

STRISCE BLU: IL MINISTERO CONFERMA LA TESI CODACONS SU TICKET SOSTA SCADUTO

Il Ministero dei Trasporti, e precisamente il sottosegretario Umberto Del Basso De Caroviola, ha risposto ad un’interrogazione parlamentare confermando la tesi del Codacons, ossia che non c’è multa per chi prolunga la sosta nelle strisce blu oltre l’orario per il quale ha regolarmente pagato. Il ministero riconferma che il pagamento in misura insufficiente non costituisce violazione al codice della strada, ma configura unicamente un’inadempienza contrattuale. Pertanto, nei casi di pagamenti in misura insufficiente, l’inadempienza implica solo il saldo della tariffa non corrisposta. Per l’associazione di consumatori, però, non basta che il ministero confermi questa tesi, deve anche spiegare che fine fanno le multe nulle date negli ultimi 60 giorni, ossia quelle che l’automobilista può ancora far annullare presentando ricorso al prefetto o al giudice di pace. Chiede Condacons: “Che fine fanno i soldi indebitamente incassati dai comuni in tutti questi anni?”. Per il Codacons tutte le multe comminate negli ultimi 60 giorni vanno annullate d’ufficio dai comuni che le hanno emesse, altrimenti potrebbero essere ipotizzati i reati di abuso ed omissioni di atti d’ufficio. L’associazione, che sta già presentando centinaia di ricorsi per conto degli automobilisti multati, sta studiando anche la possibilità di un’azione collettiva per il recupero delle somme già versate. Per il Codacons il ministero ha il dovere d’ufficio di emanare apposita circolare per disciplinare come recuperare queste somme e non può lasciare ad ogni comune libertà su come agire “altrimenti avremmo l’anarchia e, soprattutto, abusi”.
strisce blu

Istituito limite di velocità su tutta la S.P. 37 Scicli – S. Croce

50 km orari limiteCon specifica ordinanza del settore Viabilità della Provincia è stato istituito con effetto immediato e tempo indeterminato, il limite massimo di velocità a 50 km. orari nella Strada Provinciale n.37 Scicli – S. Croce. La decisione si è resa necessaria al fine di tutelare la pubblica incolumità delle utenze in transito lungo l’arteria stradale in questione.

Istituito limite di velocità su parte della S.P. 5

Con specifica ordinanza del settore Viabilità della Provincia è stato istituito, con effetto immediato e fino a quando non verranno eseguite tutte le opere necessarie per il completo risanamento dei tratti stradali danneggiati, il limite massimo di velocità a 60 km orari nella S.P. 5 nel tratto compreso dal km.6+900 al km.11+800 (limite del centro abitato di Roccazzo) e dal km.14+500 ( fine del centro abitato di Sperlinga) al km.16+000. La decisione si è resa necessaria al fine di tutelare la pubblica incolumità delle utenze in transito, per le cattive condizioni della pavimentazione stradale e per l’impossibilità di provvedere in tempi brevi al risanamento di questi tratti di strada.
Polstrada

Ragusa, incrocio pericoloso tra via Mongibello e via Lombardia

Fra le due strade c’è uno spartitraffico che non è servito, però, ad eliminare la pericolosità del quadrivio. Secondo il consigliere comunale Mario Chiavola del Megafono sarebbe più opportuna la realizzazione di una rotatoria. Si rivolge quindi all’Amministrazione comunale di Ragusa chiedendo di valutare la questione effettuando un sopralluogo.
Un'altra visuale dell'incrocio pericoloso di via Lombardia

Ragusa, i 15 minuti di sosta non si pagano

“Sulla presunta introduzione della tariffa di 15 centesimi nei primi 15 minuti di sosta che riguarderebbe i parcheggi a pagamento presenti in città, eliminando i cosiddetti 15 minuti di cortesia, interviene per fare chiarezza il Vicesindaco con delega alla Polizia Municipale, Massimo Iannucci”. Così il Comune di Ragusa. che aggiunge: “Con la proroga di tre mesi concessa all’attuale società che gestisce i parcheggi a pagamento – dichiara Iannucci – sono rimaste ferme le medesime condizioni previste in precedenza. Quindi il quarto d’ora di cortesia, al momento, è mantenuto senza alcun onere economico a carico degli automobilisti. Tale possibilità, in realtà, – scrive il vicesindaco di Ragusa Massimo Iannucci – è prevista esclusivamente nel nuovo bando di gara. Si tratta quindi di un equivoco nato probabilmente a causa dell’applicazione erronea di questa indicazione nelle tabelle presenti nelle aree dei parcheggi a pagamento. Per questo motivo – scrive il vicesindaco di Ragusa – ho quindi allertato il Comando di Polizia Municipale per provvedere all’immediato ripristino della preesistente segnaletica”. Le targhette apparse da quache giorno hanno creato confusione e sollevato qualche critica. E’, però, confermato che per i primi quindici minuti non si paga. Per i minuti successivi, invece, sì.
strisce blu

SOSPESO UN DIVIETO A IBLA

iannucciDa sabato 8 febbraio, nei giorni festivi e prefestivi, dalle ore 20 alle 01, è sospeso in via sperimentale fino al 31 marzo prossimo, il divieto di transito per gli automezzi, nella zona di Piazza G. B. Hodierna a Ragusa Ibla (di fronte ai Giardini Iblei). La sospensione del divieto di transito riguarda il quadrilatero compreso tra la Discesa Peschiera e la zona di Viale Margherita all’intersezione con la Circonvallazione Ottaviano. “Un sistema sperimentale – spiega il Vicesindaco Massimo Iannucci – che intende rispondere al meglio alle difficoltà di accesso e fruizione del quartiere barocco manifestate in più occasioni da parte dei visitatori”.

Ragusa, strisce blu

Il presidente della commissione Affari generali del Comune di Ragusa, Gianluca Morando, ha convocato per martedì mattina, a partire dalle 10, a palazzo dell’Aquila, nella sala commissioni, una riunione dell’organismo in cui si cercherà di fare il punto della situazione di tutte le problematiche attinenti la regolamentazione della sosta. In particolare, gli occhi saranno puntati sulle tariffe per gli stalli a pagamento, vale a dire le strisce blu, sui pass per i residenti, sulle nuove strisce rosa e verdi. All’incontro sono stati invitati a partecipare il vice sindaco Massimo Iannucci, in quanto delegato alla polizia municipale, e il comandante della polizia locale Giuseppe Puglisi. “Cercheremo di scattare una istantanea della situazione per fare chiarezza su tutto” dice il consigliere Gianluca Morando.
Gianluca Morando

Ragusa, proroga pass auto sino a marzo

polizia-municipaleIl Comando della Polizia Municipale rende noto che la validità dei Pass vigenti e relativi a permessi nelle Zone Blu, Z.r.u, Disco Orario e Ragusa Ibla, aventi come scadenza il 31/12/2013, viene prorogata fino al 31 marzo 2014. La presentazione dei modelli di rinnovo degli stessi sarà consentita a partire dal mese di febbraio. 

Istituiti limiti di velocità su parte delle S.P. 38 e 94

Con apposite ordinanze del settore Viabilità della Provincia a firma del dirigente Carlo Sinatra, sono stati istituiti, con effetto immediato ed a tempo indeterminato, il limite massimo di velocità sulle seguenti arterie provinciali: S.P. n.38 “Betlem – Piano Ceci” 50 km. orari dal km. 0+000 al km. 4+000 (incrocio con la S.P. n.94) e a 30 km. orari dal km. 4+001 al km. 5+350;S.P. n.94 “Cimitero Modica – Mangiagesso” 50 km. orari dal km. 4+600 al km. 9+275 (tratto di competenza provinciale. La decisione si è resa necessaria al fine di tutelare la pubblica incolumità delle utenze in transito.
Polizia Stradale

Vittoria, Via Cavour: Movis per l’accesso ai disabili

natale via cavour 1Sono incominciati i lavori che mirano a rendere accessibili tutti gli esercizi commerciali della via Cavour. Una iniziativa privata fortemente voluta dall’associazione Movis che da Venerdì 29, per quattro venerdì consecutivi, organizza degli aperitivi di beneficenza in alcuni bar della via Cavour. Movis invita la cittadinanza a partecipare.

L’Ast aumenta il costo del biglietto

bus_arancioneDall’11 novembre a Ragusa, come nel resto della Sicilia, sono aumentate le tariffe del servizio di trasporto pubblico urbano. Il biglietto di corsa semplice che, prima, costava 1 euro e 10, adesso è 1.20. L’aumento è stato disposto da un decreto, del 7 ottobre scorso, dell’assessorato regionale alle Infrastrutture e mobilità. I ticket per l’utilizzo degli autobus dell’Ast non subivano aumenti dal primo febbraio 2010. Adesso, un biglietto che ha la validità di 1 giorno costa 2 euro, un abbonamento mensile sociale, per gli studenti 25 euro e per i lavoratori 35 euro. Infine, l’abbonamento mensile ordinario costa 42 euro e 30 centesimi. Con l’aumento delle tariffe non varia, comunque, granchè la difficile situazione finanziaria dell’Ast, che vanta 50 milioni di euro di crediti, non riscossi, nei confronti della Regione siciliana. Nel capoluogo, come in tutte le altre città dell’isola, l’Azienda ha carenza di personale, difficoltà a garantire l’acquisto del gasolio e nel pagare i costi di manutenzione degli autobus e le coperture assicurative dei mezzi. Il servizio di trasporto urbano nel territorio di Ragusa costa circa 2 milioni di euro l’anno. “Il rapporto tra il costo del servizio e ciò che viene coperto è minimo, perché 900 mila euro vengono erogati dalla Regione all’Ast come corrispettivo del contratto – spiega il dirigente dell’Ast ibleo, Giovanni Vayola – a cui si aggiungono circa 200 mila euro che sono i ricavi, cioè il frutto della vendita dei biglietti. Praticamente resta fuori ben 1 milione di euro”. Ciò significa che l’aumento delle tariffe coprirà ben poco di quei costi eccedenti del servizio di trasporto pubblico urbano. Fra l’altro l’Ast di Ragusa non ha controllori, quindi non vengono sanzionate le violazioni per il mancato acquisto del biglietto. “Ma anche quando avessimo la disponibilità di controllori – spiega Vajola – l’entrata finanziaria sarebbe comunque limitata, diciamo che potremmo aggiungere a quei 200 mila euro che fatturiamo come ricavi della vendita altri 200 mila euro, con la voce verifica evasione tariffaria”. L’Ast non può fare nuove assunzioni, come qualsiasi altra azienda partecipata della Regione. A Ragusa sono in organico: 20 autisti, un coordinatore, un amministrativo e 2 bigliettai.

MARINA DI RAGUSA, OPINIONI DIVERGENTI SU PIAZZA DUCA DEGLI ABRUZZI

iannucci800 firme raccolte per dire no all’apertura di piazza Duca degli Abruzzi, a Marina di Ragusa, al transito delle auto. La petizione popolare sarà consegnata giovedì al Comune. L’amministrazione comunale, con il vice sindaco Massimo Iannucci, ha voluto ascoltare le istanze dei cittadini. “Gli uffici ci hanno dato l’ok – spiega Iannucci – per creare un corridoio per il transito delle auto nella parte alta della piazza. Uno spazio di transito largo non più di tre metri in una zona dove insistono la basole spesse quindici centimetri. Un corridoio da mettere in sicurezza con alcuni birilli che dovrebbero delimitare la zona pedonale. Queste le indicazioni di carattere tecnico redatte dall’ufficio, ma l’intento dell’amministrazione comunale è di pedonalizzare l’intera area – ha dichiarato ancora Iannucci -. Cioè non consentire il transito delle auto in una zona creata per diventare isola pedonale. Si può, semmai, invertire il senso di marcia in via Dandolo, realizzando nella parte iniziale e finale degli spazi di sosta a tempo”. Iannucci assicura che l’amministrazione ascolterà le istanze di tutte le parti in causa non ultimo il comitato spontaneo che da una settimana staziona in piazza con un banchetto per la raccolta delle firme. “L’amministrazione ascolterà i cittadini e i commercianti per capire il da farsi – aggiunge il vice sindaco Massimo Iannucci -. La scelta, mi auguro, dovrà essere condivisa da tutti”. Le aree di sosta a tempo, nel perimetro esterno alla piazza, potranno essere realizzate in via del Mare, adiacente alla chiesa, e in via Pozzallo. “Le soluzioni sono molteplici – assicura il consigliere comunale Angelo La Porta -, a costo quasi zero per le casse del Comune. Gli stalli di sosta in parte si potrebbero ricavare in tutto il quadrilatero attorno alla piazza iniziando da via Dandolo. Ma stravolgere la piazza, con un corridoio seppur in sicurezza e creare gli stalli accanto alla farmacia, mi sembra semplicemente una follia. La pedonalizzazione è stata una conquista per la nostra borgata. Occorre, d’ora in poi, lavorare nell’interesse di tutti e creare magari qualche iniziativa per attrarre turisti e vacanzieri, durante il periodo invernale”, ha detto La Porta. Il comitato spontaneo, attraverso la petizione popolare, farà sentire la propria voce fin dentro palazzo di città. Nessuna “apertura” per un eventuale transito dei veicoli in un corridoio messo in sicurezza.

Ragusani nel mondo, predisposta l’ordinanza sulla viabilità

Vigili_urbani_motoIn occasione della XIX edizione della manifestazione “Ragusani nel mondo”, che si terrà il prossimo 3 agosto in piazza Libertà a Ragusa, il Comando di Polizia Municipale ha già predisposto l’ordinanza con la quale si dispone la chiusura al transito su entrambe le corsie di marcia della parte inferiore di piazza Libertà, tratto e direzione via Pennavaria – viale Del Fante – via Natalelli – viale Ten. Lena e viale Ten. Lena via Roma – viale Del Fante – via Pennavaria dalle ore 7 di martedì alle ore 12 del 4 agosto 2013, mentre dalle ore 19,30 del 3 agosto e fino alla chiusura della manifestazione, sarà interdetto il transito in direzione di piazza Libertà, in via Roma (tratto finale compreso tra ponte Pennavaria e piazza Libertà), Ponte Pennavaria, via Natalelli (tratto compreso tra via Grotta D’Acqua e via Roma), viale Ten. Lena (tratto compreso tra piazza Gramsci e piazza Libertà), via C. Battisti (tratto compreso tra via C. Colombo e viale Ten. Lena) e viale Del Fante (tratto via Carducci – piazza Libertà). Disposto il divieto di sosta, con obbligo della rimozione forzata dei veicoli in divieto, sull’intera parte inferiore di piazza Libertà dalle ore 7 di martedì alle ore 12 del 4 agosto, sugli stalli insistenti nella parte superiore di piazza Libertà, dalle ore 20 alle ore 24 del 3 agosto (con esclusione dei veicoli al servizio delle autorità civili e militari) e su ambo i lati di via Dante (per i primi quindici metri successivi all’intersezione con via Libertà in direzione di via F. Pennavaria) dalle ore 7 di domani alle ore 12 del 4 agosto. Gli autobus urbani, di linea e turistici, con direzione in salita verso piazza Libertà da via Pennavaria, modificheranno il percorso.

Scroll To Top
Descargar musica