19-04-2018

Appaltato il ripascimento delle spiagge Arizza e Spinasanta

Il Comune di Scicli ha appaltato i nuovi bratti frangiflutto che sorgeranno a riparo delle spiagge dei lidi di Arizza e Spinasanta, tra Cava d’Aliga e Donnalucata. Ad aggiudicarsi, in maniera provvisoria, l’appalto è la ditta Pacos Srl. Il tratto di mare compreso tra i lidi Bruca, Arizza e Spinasanta è uno dei maggiormente esposti all’azione erosiva dei marosi. Il progetto prevede la realizzazione di 17 pennelli trasversali alla linea di riva aventi una lunghezza di circa 60 m, radicati per circa 10 m sulla spiaggia emersa, e una spaziatura media pari a circa 160 m a eccezione dei pennelli di chiusura nella direzione prevalente del trasporto solido litoraneo per i quali la lunghezza è stata opportunamente ridotta. I pennelli saranno costituiti da una mantellata con scogli naturali. Il finanziamento è arrivato dal Ministero dell’Ambiente

Ruba l’incasso in una pizzeria di Marina di Ragusa Arrestato un pregiudicato

E’ stato scoperto in flagranza di reato, pochi minuti dopo aver scassinato la porta di ingresso di una pizzeria di Marina di Ragusa. Giovanni Vespa, pregiudicato, disoccupato di 40 anni, è stato arrestato dai carabinieri che stavano eseguendo un controllo del territorio nella frazione balneare. Con una perquisizione i militari hanno trovato addosso al malvivente 102 euro, che erano i soldi che il pregiudicato aveva asportato dalla cassa della pizzeria e degli attrezzi utilizzati per effettuare lo scasso (che sono stati posti sotto sequestro). Il denaro è stato restituito al legittimo proprietario. I militari hanno scoperto che Vespa, pochi minuti prima di scassinare la pizzeria, aveva tentato di rubare all’interno di una gelateria: il tentativo del ladro non ha avuto buon esito perché il proprietario lo ha messo in fuga.

OPERE PIE AL VIA IL PROCESSO

Al via davanti al Tribunale collegiale il processo, per dodici imputati di abuso d’ufficio, frutto di un’indagine svolta dalla Digos della Polizia sotto la direzione del procuratore capo Carmelo Petralia. L’inchiesta ha passato ai raggi x la gestione delle Opere Pie negli anni tra il 2005 e il 2007. A giudizio dodici persone nell’ambito della gestione delle Ipab di Ragusa e Scicli. Dopo le prime schermaglie tra difesa ed accusa, rappresentata in aula dal Pm Marco Rota, il Tribunale presieduto da Salvatore Barracca (a latere Rosanna Scollo ed Eleonora Schininà) ha accolto la costituzione di parte civile dell’Asp 7, rappresentata dall’avvocato Danilo Vallone dell’Ipab di Ragusa e Scicli assistite dall’avvocato Cesare Borrometi. Il Tribunale ha anche unificato il fascicolo degli undici imputati rinviati a giudizio con quello di Silvio Galizia, attuale capogruppo del Pdl alla Provincia. Galizia, infatti, ha chiesto il giudizio immediato, sollecitando spontaneamente di essere processato senza passare dal Gup. Il Tribunale ha unito i due procedimenti per connessione oggettiva. A carico del Galizia si ipotizza reato di abuso d’ufficio in concorso con l’ex commissario delle Opere Pie riunite di Ragusa e Scicli, Antonino Lo Savio, essendo stata contestata la legittimità della sua assunzione quale segretario direttore.


Fiamme in provincia

Un incendio ha seriamente danneggiato un appartamento di via Salvatore Denaro nella notte tra lunedì e martedì. I pompieri hanno lavorato per due ore per circoscrivere le fiamme. A causa del calore sviluppatosi durante l’incendio, i danni sono stati notevoli. Le fiamme hanno distrutto tutti gli arredi e le suppellettili. L’intradosso del solaio di copertura ha subito serie lesioni, pertanto la struttura è stata dichiarata inagibile. Sono in corso le indagini per stabilire se si sia trattato di un rogo doloso o causato da un corto circuito. Nella serata di lunedì, i pompieri erano intervenuti a Vittoria per l’incendio di diversi cassonetti in piazza Enriquez, via Palestro, via Bari e via Marsala. Sui roghi, di chiara natura dolosa, indagano le forze dell’ordine.

Costa Iblea film festival Tributo a “Divorzio all’italiana”

Parte giovedì la . A Ragusa dall’8 all’11 dicembre. Prima delle interessanti iniziative previste è il tributo a “Divorzio all’italiana”, capolavoro di Pietro Germi nonché primo film girato nel comune ibleo. Un’occasione per assistere alla proiezione della pellicola che tanto coinvolse Ragusa nel lontano 1961 e che esportò l’immagine della città ed i volti di molti concittadini nei più importanti festival europei e persino agli Oscar. L’appuntamento è al cinema Lumière dalle 17.00, per l’apertura del festival e la visione del documentario “La voce del corpo” di Luca Vullo. Alle 18 è prevista invece la proiezione del film “I primi della lista” alla presenza del regista Roan Johnson a cui sarà conferito uno dei premi Rosebud come migliore opera prima, in collaborazione con Agis-Film Arte e Cultura. Il tributo a Divorzio all’italiana avrà inizio alle 19.30, con una breve tavola rotonda e la presentazione del volume curato dall’Associazione Costaiblea che raccoglie ricordi, immagini ed articoli dedicati al capolavoro di Germi. Sarà poi offerto a tutti un buffet prima della visione del film. La serata si concluderà con la proiezione del documentario “Pietro Germi – il bravo, il bello e il cattivo” girato da Claudio Bondì nei luoghi del film.


Operazione anti estorsione “On the beach 2”

L’ombra della stidda sul giro di estorsioni che è stato stroncato all’alba di martedì con una operazione congiunta della Polizia di Stato-Squadra Mobile di Ragusa e commissariato di Vittoria e dal reparto operativo dei Carabinieri di Ragusa. Quattro pregiudicati vittoriesi, tre dei quali erano già in carcere per precedenti specifici, sono stati destinatari delle ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip presso il Tribunale di Catania su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica presso la Direzione distrettuale antimafia di Catania Lucio Setola, con il coordinamento del procuratore aggiunto Marisa Scavo. Erano già nella casa circondariale di Ragusa, e sono stati raggiunti da questo nuovo decreto di custodia, Emanuele Galofaro di 31 anni, Pietro Alessandrello di 24, Francesco Battaglia di 26 anni, mentre il quarto componente di questo gruppo criminale ritenuto affiliato alla Stidda, Gianluca Nicosia, di 37 anni, è stato incarcerato martedì. Le vittime, cioè i titolari di stabilimenti balneari di Scoglitti, e anche imprenditori di altre categorie commerciali, come i proprietari di impianti di condizionamento di prodotti ortofrutticoli, hanno pienamente collaborato con le forze dell’ordine. Sono dieci le estorsioni, tra quelle tentate e quelle effettivamente eseguite, denunciate dagli imprenditori. Secondo gli inquirenti i quattro pregiudicati, fra i mesi di luglio e agosto scorsi, passavano a tappeto tutte le imprese del vittoriese soprattutto quelle della frazione marittima di Scoglitti, e in particolare visitavano gli impianti balneari per chiedere un contributo per la “famiglia”, cioè per la Stidda. Qualcuno ha ceduto (un imprenditore ha versato 500 euro), mentre altri hanno trovato la forza di denunciare le richieste (qualche istanza ammontava a 5 mila euro) alle forze dell’ordine. Come hanno sottolineato il Questore e il comandante dei Carabinieri di Ragusa durante la conferenza stampa, per l’esito positivo dell’operazione è stata fondamentale la proficua collaborazione resa dalle vittime.

Truffa Technical&Trend. Sul conto di una pensionata 1,3 milioni di euro

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Ragusa, in esecuzione di un decreto di sequestro preventivo emesso dalla Procura della Repubblica di Ragusa, hanno sequestrato, presso un istituto bancario, fondi azionari ed obbligazionari per un valore di oltre 1,3 milioni di euro. La somma, formalmente nella disponibilità di un’insospettabile pensionata ipparina, è parte dei capitali illecitamente sottratti da Gerlando Termini dai conti d’investimento aperti per milioni di euro dalle centinaia di ignari clienti della società Technical&Trend. “Le indagini condotte dalle Fiamme Gialle hanno permesso di appurare – spiegano al Comando della Guardia di Finanza che il capitale sequestrato è il frutto degli investimenti, questi sì andati a buon fine, del capitale formatosi con il prosciugamento fraudolento dei conti finanziari dei clienti che avevano confidato nelle promesse fatte da Termini di favolosi e fantomatici ritorni economici. Invece di essere investiti, come prospettato ai diversi clienti, nelle piattaforme d’investimento Forex, ovvero i mercati virtuali di compravendita delle valute, il denaro raccolto veniva in buona parte distratto da Termini e da questi reinvestito per proprio profitto su conti intestati a compiacenti prestanome”. La pensionata che aveva messo a disposizione il proprio conto titoli è stata denunciata per riciclaggio. La “caccia al tesoro” per recuperare quanto più possibile delle somme perse dagli investitori truffati è ancora in pieno svolgimento. E’ infatti sotto la lente d’ingrandimento la posizione di altri insospettabili soggetti che hanno avuto un ruolo attivo nella sottrazione, nel trasferimento e nell’occultamento degli ingenti capitali distratti agli ignari investitori.

Precari dell’Asp di Ragusa sul piede di guerra

I lavoratori precari dell’Asp protesteranno a partire da mercoledì 7 dicembre dalle ore 10 alle ore 12 davanti la Cattedrale di Ragusa. I lavoratori invitano tutte le parti interessate (Presidente della Regione, Assessore alla Sanità Russo, Direttore generale dell’Asp, Prefetto di Ragusa, deputazione regionale ragusana) a fare presto a chiudere la vertenza al fine di garantire il loro passaggio nella Multiservizi. Chiedono, inoltre, l’immediato ritiro dell’allargamento dell’appalto delle pulizie da parte dell’Asp di Ragusa, con il quale si svolgono le mansioni degli ausiliari socio sanitari specializzati, ovvero la cosiddetta esternalizzazione del servizio.

Ragusa, bus urbani a secco

Da mercoledì 7 dicembre il servizio di trasporto urbano assicurato dall’Ast nella città di Ragusa non potrebbe essere attivo. La causa è l’esaurimento del credito per la fornitura del gasolio per autotrazione. A darne notizia è stata la direzione generale dell’Ast che a mezzo fax ha informato Palazzo dell’Aquila.

Ergasterion studia il Medioevo ibleo

Il Medioevo sarà al centro del quarto incontro di Ergasterion – Fucina di Archeologia, realizzato dalla sezione ragusana di SiciliAntica. L’epoca “buia” degli iblei sarà ricostruita sulla base di pochi e importanti rinvenimenti ceramici; tracce che permetteranno di fare luce sulla quotidianità di un’epoca storica che non ha finora avuto la dovuta attenzione nel panorama culturale e archeologico ibleo. Venerdì 9, alle 17,30, all’auditorium di San Rocco di Ibla, Salvina Fiorilla, funzionario archeologo della Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali del capoluogo relazionerà sul tema della “Ceramica”. Lo stesso di cui si occuperà anche Alessandra Cilio, specializzata in Archeologia classica all’Università di Catania, dando le ultime notizie sul quartiere artigiano di Scornavacche, anonimo villaggio di epoca greca messo in luce negli anni Cinquanta dal professore Antonino Di Vita. Dell’antica Licodia Eubea si occuperà, invece, Concetta Idonea, specializzata in Archeologia classica all’Università di Catania, che dimostrerà, sulla base delle più recenti ricerche, come emerge la produzione di tre tipologie di ceramica: a vernice nera, comune, da fuoco. Infine, Paolo Spadaro, laurea specialistica all’Università La Sapienza di Roma, illustrerà le caratteristiche delle lucerne.

Adiconsum contraria alle strisce blu nei festivi

A Ragusa, ormai è noto, i parcheggi a pagamento nel centro storico e nelle altre zone della città sono in vigore anche nei giorni festivi. L’Adiconsum e il suo presidente Gianni Cerruto hanno più volte espresso il loro parere contrario sulle strisce blu nei giorni festivi, ma l’amministrazione Dipasquale è stata sorda. Oggi Cerruto torna alla carica col supporto delle firme dei commercianti del centro storico di Ragusa superiore che si dicono contrari al parcheggio a pagamento di domenica. “Abbiamo constatato – dice Cerruto – che la quasi totalità dei commercianti è contraria al pagamento dei parcheggi nei giorni festivi”. Adiconsum reitera la richiesta di “eliminare questa ulteriore tassa a carico dei consumatori che avrebbe come effetto immediato un ulteriore svuotamento del centro di Ragusa”.

Dire…l’altro, oltre i confini del mediterraneo

Dall’accordo tra il progetto Apq “Voglio dire…” e l’associazione “Terra e Popoli onlus” parte l’iniziativa “Dire… l’Altro – Oltre i confini del Mediterraneo”. Un’esperienza di viaggio e volontariato tra il Perù e la Tanzania. Il progetto è rivolto a giovani tra i 18 ed i 30 anni, residenti nella provincia di Ragusa. “Questa iniziativa – spiegano Angelo Milazzo e Valentina Distefano, tutor del progetto – ha l’obiettivo di favorire una convivenza solidale tra le popolazioni del Mediterraneo, promuovendo singolarità e pluralità indentitarie, offrendo esempi tangibili di incontro, accoglienza, integrazione e pacifica convivenza tra i popoli”. E’ prevista la costituzione di gruppi multiculturali di giovani per approfondire la conoscenza ed il confronto tra le identità culturali presenti nella provincia iblea. Si favorirà l’inserimento dei gruppi all’interno dei programmi “Tanzania: scuola, comunità e tradizione” e “Identità Yanesha: educazione, ambiente ed ecoturismo”, realizzati dall’associazione Terra e Popoli onlus. L’iniziativa è destinata ad un massimo di 20 partecipanti di cui 4 saranno selezionati anche per un percorso di formazione-destinazione tramite un viaggio. Le adesioni al progetto devono essere presentate entro il 20 gennaio 2012. Maggiori informazioni allo 0932.604152.

Rugby under 16. Inarrestabile Rugby Audax Clan

L’under 16 del Rugby Audax Clan nel campionato federale è inarrestabile. Battuta in trasferta anche la seconda in classifica, la Fiamma Cibali. Le due squadre si sono affrontate domenica scorsa allo stadio Santa Maria Goretti di Catania in una partita giocata a viso aperto, ma con grande fair play e coronata da un terzo tempo sontuoso. Il Rac Ragusa ha vinto per 74 a 0 inanellando la sesta vittoria su sei partite giocate e incrementando il bottino di punti raggiungendo quota 481 punti segnati, frutto di 77 mete di cui 48 trasformate, con una media di 80 punti a partita e nessun punto subito. Entusiasta mister Pino Migliorisi, che a fine gara ha sottolineato la prestazione di carattere mostrata dai giovani ragusani e nel contempo ha parlato di umiltà e di lavoro continuo di crescita per i singoli e per il gruppo.

Pallavolo maschile, Trasferta infruttuosa per la Progeo

Tornano a mani vuote da Trapani i blacks ragusani della pallavolo maschile. La Progeo ha subito un 3 a 0 a termine gara che non premia l’ottimo gioco fatto vedere in campo. Qualche errore di troppo ha impedito ai ragusani di allungare la striscia positiva che li aveva proiettati verso zone “sicure” della classifica. I ragazzi di Benassi sono chiamati a riscattarsi nel prossimo impegno casalingo contro il Vibo Valentia, squadra di giovani promesse della pallavolo maschile che precede di un solo punto in classifica i ragusani. Il fattore campo potrebbe essere decisivo per operare il sorpasso ai danni dei calabresi e per riprendere il percorso, infarcito di risultati positivi, fin qui compiuto dalla Progeo.

Nova Virtus under 15

Girone d’andata senza sconfitte per la Nova Virtus under 15 che ha vinto anche a Trapani per 98 a 93. Il tabellino: Occhipinti 2, Iurato 21, Scalone 8, Cataldi 17, Grimaldi 11, Vacirca 10, Barracca 19, Spadaro 10, Arezzi, Piccione, Gebbia A. ne, Gebbia L. ne.

Rissa a Comiso, scattano quattro denunce

Avevano dato vita ad una violenta rissa il 5 novembre scorso nel piazzale antistante la chiesa madre. Adesso la Polizia li ha individuati e denunciati. Si tratta un gruppo di giovani italiani e stranieri, tra i 18 ed i 25 anni. In tre sono stati denunciati per rissa. Un quarto, invece, per sostituzione di persona e favoreggiamento personale. Uno dei tre coinvolti nella rissa, infatti, si era ferito alla mano. Ai medici del pronto soccorso di Ragusa aveva fornito i documenti dell’amico ora denunciato per sostituzione di persona.

Il sindaco di Palazzolo Carlo Scibetta nuovo presidente del Sudest

Il sindaco di Palazzolo Acreide Carlo Scibetta è stato eletto nuovo presidente del Distretto culturale del Sudest. Succede a Giovanni Venticinque. L’elezione è avvenuta nella sede della Sovrintendenza di Siracusa, all’unanimità dei soci pubblici presenti. Il dottore Scibetta, agronomo, 43 anni, è il quinto presidente nella storia del Distretto.

Era ricercato da un anno, arrestato sciclitano

Era stato condannato a 8 mesi di reclusione per un furto aggravato commesso nel 2007 a Marina di Ragusa. Dopo aver scontato oltre tre mesi di pena tra carcere ed arresti domiciliari, a L.G., 67enne originario di Scicli, il tribunale di Sorveglianza di Catania aveva concesso il beneficio della detenzione domiciliare per l’espiazione della pena residua di 4 mesi di reclusione a decorrere dal 23 settembre 2010. Ma il 27 settembre 2010, senza alcun apparente motivo, si era allontanato da casa facendo perdere le sue tracce. Dopo oltre un anno è stato rintracciato e arrestato. E’ stato sorpreso dai carabinieri della Compagnia di Modica all’esterno dell’ufficio postale di Scicli dove si era recato per effettuare delle operazioni finanziarie. Adesso è in carcere a Modica.

Torna a Modica l’Archivio storico Salvatore Quasimodo

Dopo quindici anni di attesa e di speranze si inaugura mercoledì a Modica, nella sala grande del Palazzo della Cultura alle ore 18.00, la mostra permanente dell’archivio storico culturale Salvatore Quasimodo. L’archivio storico, acquistato dal figlio del Nobel Alessandro, trova la sua naturale collocazione grazie ad una norma votata dall’Ars che lo destina alla sua Città natale (la legge regionale n. 19 del 1996 ha previsto allo art. 7 l’istituzione sempre a Modica dell’archivio-biblioteca “diretto alla divulgazione e alla valorizzazione dell’opera di Salvatore Quasimodo”, impegnando il Comune a sistemarlo in locali. Fra gli interventi quelli dell’arch. Gesualdo Campo, dirigente generale del Dipartimento regionale dei beni Culturali, dell’assessore alla Cultura di Modica Sammito e dell’arch. Alessandro Ferrara, soprintendente di Ragusa.

Arte a Ibla

Valorizzare la pittura e la scultura degli artisti locali. E’ l’obiettivo della mostra proposta dall’associazione culturale “Aquila Sveva”, che sarà in esposizione all’auditorium San Vincenzo Ferreri di Ragusa Ibla dal 7 al 12 dicembre. L’inaugurazione è fissata per mercoledì 7 dicembre, alle 18.30. Espongono gli scultori Sergio Cimbali, Pietro Maltese e Sergio Romano; assieme ai pittori Nuccio Battaglia, Annalisa Cavallo, Ivo D’Orazio, Giuseppe Diara, Michele Digrandi, Angelo Diquattro, Franco Filetti, Emanuele Pace, Elena Paradiso, Donata Scucces, Sal Jacono. “Un’altra grande occasione – afferma il realizzatore dell’iniziativa, Amedeo Fusco – per ammirare da vicino la maestria e il talento degli artisti di casa nostra che, da qualche tempo in qua, stanno facendo registrare risultati sempre più sorprendenti dal punto di vista della ricerca e delle tematiche proposte”.

Scroll To Top
Descargar musica