20-02-2018

Polo industriale di Vittoria, duemilioni di euro per i primi lotti

Una prima area di 130 mila metri quadrati, non lontana dal mercato ortofrutticolo di contrada Fanello a Vittoria, sarà presto modellata per essere trasformata in lotti funzionali per l’insediamento di imprese industriali. Prende forma anche nella città ipparina il terzo polo industriale del Consorzio dell’Area di Sviluppo Industriale di Ragusa che a Vittoria, Santa Croce Camerina e Chiaramonte Gulfi, sta portando avanti un polo a macchia di leopardo. Saranno investiti due milioni di euro, provenienti dai fondi ex Insicem, per creare le opere di urbanizzazione che permetteranno l’insediamento delle prime imprese industriali che con molta probabilità opereranno nel mondo dell’agroalimentare potenziando una filiera che continua a garantire risultati di qualità. “La presentazione della nascita del terzo polo industriale in provincia di Ragusa, ricadente nella zona ipparina, mi rende molto soddisfatto. Vine restituita a questo territorio, dopo decenni, la possibilità di partecipare ancora più attivamente all’economia iblea, con l’individuazione di un’area di sviluppo industriale in posizione strategica, tra aeroporto di Comiso ed Autoporto di Vittoria, che ben si integra con il resto dei servizi che nell’arco di pochi anni dovrebbero essere a pieno regime”. Lo ha dichiarato l’on. Carmelo Incardona.


Consorzio allevatori, da tre mesi senza stipendi

Pronti alla mobilitazione. Futuro sempre più incerto per i trenta dipendenti e i 4 convenzionati esterni del consorzio provinciale allevatori di Ragusa. Da tre mesi non percepiscono lo stipendio, e tutte le attività esterne, sui controlli funzionali del latte, sono stati sospese. “Siamo in una situazione economica molto difficile – spiega Massimo Occhipinti, uno dei dipendenti degli uffici di Ragusa – e il ritardo nei trasferimenti delle risorse, da parte della regione, mette a repentaglio le attività dell’associazione”. I mancati trasferimenti di fondi dal Mipaf alla Regione Sicilia (anni 2010 e 2011) determinano ritardi di erogazione della retribuzione ai dipendenti, ai professionisti convenzionati e ai vari fornitori. Cosa che sta producendo tensioni ed esasperazione. I dipendenti dell’Aras invocano quindi l’intervento del presidente Lombardo

Calcio, Promozione ORSA – SCICLI 0 – 0

E’ finito 0 – 0 il derby tra Orsa e Scicli. Poche le emozioni in campo, almeno dal punto di vista agonistico. Nessun gol, ma quattro espulsi, con momenti di tensione sia sul rettangolo di gioco, sia soprattutto in tribuna. E’ stato necessario l’intervento di una volante della Polizia per calmare gli animi di qualche tifoso. ragusa


Ragusa, spaccio di droga alla stazione: denunciato un tunisino

Operazione di controllo delle Fiamme gialle nei pressi della stazione ferroviaria di Ragusa, dove da qualche tempo viene segnalata la presenza di immigrati dediti allo spaccio. Nascosti fra i rami di una palma, dieci grammi di hascisc già confezionati in stecchette. Un tunisino è stato denunciato. Altri due, invece, sono stati espulsi. ragusa

Vendita abusiva di sigarette, denunciato titolare di un bar

La Guardia di Finanza di Vittoria ha sequestrato circa 5 chili di sigarette e denunciato il proprietario di un Bar di Marina di Acate. L’uomo è stato denunciato per vendita abusiva di tabacchi lavorati nazionali. I pacchetti di sigarette erano posti in tutta evidenza dietro il bancone del bar in prossimità della cassa e venivano venduti abusivamente.

Consegnati i premi Fair play

Nell’aula consiliare del Palazzo della Provincia, il Panathlon Club di Ragusa ha celebrato la giornata internazionale del Fair Play. Sono stati assegnati i premi “Fair Play” e il premio giornalistico intitolato ad Angelo Campo, noto personaggio dello sport ragusano. Il “Premio Giornalistico Angelo Campo” è stato assegnato a Carmelo Riccotti La Rocca, giornalista, “per il suo impegno nella promozione e diffusione dei principi sportivi”. “Premio alla carriera” a Elio Accardi, “protagonista nel mondo dello sport ragusano, ha dimostrato capacità organizzative e sportive, prediligendo sempre il rapporto con i giovani”. “Premio alla Promozione” a Giovanni Occhipinti, Ausp di Santa Croce Camerina “per avere dato vita alla manifestazione Salti in Piazza e per avere affermato e promosso i principi del Fair Play”. Premio speciale alla memoria di “Emiliano Ottaviano”, direttore generale della Nova Virtus Ragusa, a Massimo Di Gregorio, “per avere promosso, come Emiliano, i più autentici valori dello sport e della vita”. Consiglio comunale dei ragazzi Il Consiglio comunale dei ragazzi di Comiso è stato convocato dal sindaco Alfano in seduta ordinaria per lunedì 5 dicembre alle 17. All’ordine del giorno: elezione del sindaco, del vice sindaco, del presidente del consiglio e la costituzione dei grppi di lavoro.

OFFERTA LAVORO

 Azienda specializzata nella produzione di profili e Accessori in Acciaio Inox ricerca: – Operaio Specializzato nella lavorazione dell’Acciaio; – Tecnico (diplomato o laureato) per funzione di rappresentante. Per informazioni contattare il numero 0932/64.00.84 – Fax 0932/64.00.86.

L’idea è della Cisl Un osservatorio per fare incontrare domanda ed offerta di lavoro

Creare un osservatorio locale per rilevare le esigenze del locale mercato del lavoro. E’ la proposta lanciata dal segretario dell’Ust Cisl Ragusa, Enzo Romeo, dopo aver partecipato al convegno dell’Ufficio provinciale del lavoro che ha permesso di analizzare con attenzione lo stato di salute della crisi dello sviluppo nell’area iblea. “Il problema principale – chiarisce Romeo – è che, il più delle volte, dalle nostre parti, domanda e offerta di lavoro non riescono ad incontrarsi. Eppure le riforme ci sono. Dall’apprendistato (addirittura tre livelli, da quello professionalizzante sino all’alta specializzazione, passando per l’obbligo formativo) ai tirocini formativi, evitando, però, che questi ultimi strumenti siano utilizzati in maniera perpetua per fare risparmiare costi ai datori di lavoro in danno a chi è alla ricerca di occupazione. Il mercato del lavoro, in provincia di Ragusa, ha bisogno di professionalità che non sempre si trovano. D’altro canto, espelle lavoratori in possesso proprio di determinate professionalità che con difficoltà – spiega Romeo – sono ricollocati. Da qui nasce l’esigenza di convertire questo percorso. Fare in modo, cioè, che in azienda possa registrarsi una formazione continua, legata alle nascenti esigenze, e che la stessa attività di formazione possa essere applicata nei confronti di chi è espulso dal mercato del lavoro e non può più essere utilizzato sul territorio. L’unica soluzione, quindi, è l’alleanza tra parti sociali ed istituzioni”. Romeo propone la creazione di una partnership duratura per una governance locale.

Ragusa, due tunisini inseguiti e arrestati: avevano rubato una moto

Quando hanno visto l’auto della Polizia hanno tentato la fuga. Prima in moto, poi a piedi, ma sono stati fermati. Si tratta di due tunisini, domiciliati a Vittoria. I due sono stati arrestati a Ragusa. Il motorino sul quale viaggiavano lo avevano rubato pochi minuti prima in via Stesicoro. Gli agenti li hanno individuati nei pressi del MacDonald e poi inseguiti fino a Castiglione.

Vittoria, sorvegliati speciali e vicine violente: scattano diverse denunce

Gli agenti del Commissariato di Vittoria hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Ragusa di alcuni soggetti, tutti di Vittoria, in quanto ritenuti responsabili di reati vari. Un 21enne sottoposto a sorveglianza speciale è stato denunciato per inosservanza delle prescrizioni in quanto non trovato in casa in orario notturno. Un 43enne con alcuni precedenti penali è stato controllato mentre si trovava alla guida di un’autovettura pur avendo la patente revocata dal 2008. Il soggetto, non nuovo a tali situazioni, è stato denunciato in stato di libertà, e l’auto, una Mercedes, è stata sottoposta a sequestro in quanto era priva di assicurazione. Un 25enne è stato colto alla guida di un’autovettura in evidente stato di ebbrezza alcolica. Il tasso alcolemico è risultato superiore a 1,80 mentre il massimo consentito dalla legge è di 0,50. Un pluripregiudicato di 38 anni è stato segnalato per maltrattamenti in famiglia in quanto la moglie, esasperata dalle continue angherie e violenze, ha deciso, dopo circa 20 anni di matrimonio, di denunciare lo stato di soggezione in cui si è trovata da quando si è sposata, con una situazione che si è sempre più aggravata negli ultimi anni. Una donna di anni 44 è stata segnalata all’autorità giudiziaria per lesioni personali, minacce ed ingiurie a seguito di querela presentata da una sua vicina di casa. Le due signore hanno da tempo cattivi rapporti di vicinato derivanti da futili motivi. Due giorni fa la 44enne ha aggredito la vicina minacciandola, ingiuriandola e prendendola a schiaffi. “L’attività di prevenzione – fanno sapere in Commissariato – sarà sempre più potenziata man mano che ci si avvicina alle festività natalizie con particolare riguardo ai controlli dei pregiudicati in genere”.

Comiso, arrestate due persone

Trovano un portafogli per terra. Prendono il bancomat e fanno due prelievi da 250 euro ciascuno, anche perchè evidentemente nel portafogli doveva esserci anche il codice segreto. I carabinieri, però, li incastrano grazie alle riprese delle telecamere di un esercizio vicino al quale era stato smarrito il portafogli. In manette sono finiti Giambattista Diquattro, 43 anni, e Biagio Agosta, 50 anni, entrambi comisani.

Confcommercio, Sergio Magro incontra i vertici nazionali

Una delegazione del sistema Confcommercio Ragusa, guidata dal presidente provinciale Sergio Magro, è stata ricevuta a Roma dal presidente nazionale Carlo Sangalli, assieme al vicepresidente nazionale Piero Agen e all’amministratore nazionale Gianni Bort. La delegazione iblea era composta, oltre che da Magro, dal presidente Commerfidi, Salvatore Guastella, anche nella qualità di delegato all’assemblea regionale Confcommercio, dal vicepresidente provinciale, Antonio Prelati, e dal direttore provinciale Emanuele Brugaletta. Nel ribadire l’ottimo rapporto che intercorre tra il sistema nazionale e quello provinciale, il presidente Sangalli si è congratulato con Magro per l’entusiasmo manifestato nell’esporre le linee programmatiche del proprio impegno che esplicherà i suoi effetti nella guida della cat

Violenza sessuale, condannato vittoriese

Con l’accusa di violenza sessuale, seppur con la lieve entità, è stato processato e condananto alla pena di un anno ed otto mesi di reclusione un quarantenne di Vittoria, F.L., nel frattempo trasferitosi al Nord. L’8 agosto del 2008 avrebbe tentato di violentare una ragazza di 20 anni, P.G., sua lontana parente. L’uomo avrebbe invitato la ragazza ad una passeggiata in moto. Giunti in un posto isolato, avrebbe tentato di abusarne sessualmente. La difesa, sostenuta dall’avvocato Enrico Schembari, invece, ha sostenuto che la ragazza era parsa in un primo tempo consenziente e che al rifiuto di avere rapporti sessuali l’imputato avrebbe desistito. È stata la testimonianza della ragazza ad inchiodare il quarantenne. La giovane, nonostante il trauma subito, in aula è stata precisa e non è caduta in contraddizioni. ragusa

Tentato omicidio Giordanella La vittima si costituisce parte civile

Colpo di scena nel processo davanti al Tribunale di Ragusa nel processo ai danni di Pietro Noto, 37 anni, vittoriese, finito in cella il 26 ottobre dell’anno scorso per il tentato omicidio consumato alle tre del mattino del 29 agosto in via Rosario Battaglia ai danni di Tommaso Giordanella, colpito da quattro proiettili che lo hanno ferito all’intestino e al rene. Noto, difeso dall’avvocato Alessandro Agnello, è accusato di avere esploso alcuni colpi di pistola. Pomo della discordia l’affidamento dei figli dell’ex coppia. Giordanella è infatti l’ex marito della convivente di Noto. Venerdì mattina, dopo quattro udienze del processo davanti al collegio penale, si è presentata in aula la parte offesa. Giordanella ha detto in aula di non avere ricevuto nessun atto relativo al processo e che era sua intenzione costituirsi parte civile con l’avvocato Emilio Cintolo. Il Tribunale (Domenico Brancatelli presidente, Andrea Reale ed Eleonora Schininà a latere) ha preso atto del fatto nuovo aggiornando i lavori al 13 gennaio quando il procedimento ricomincerà ex novo. Gli inquirenti, chiarito il movente, erano riusciti a ricostruire anche la dinamica dell’agguato. La scorsa udienza il medico legale Vincenzo Cilia nella sua perizia aveva detto che la vittima dell’agguato non era mai stata in serio pericolo di vita.

Calcio, il Ragusa in trasferta a Capo d’Orlando

Seduta di rifinitura venerdì allo stadio “Aldo Campo” di contrada Selvaggio per il Ragusa calcio in vista della trasferta di domenica sul campo dell’Orlandina valida come tredicesimo turno del campionato di Eccellenza. Gli azzurri sono partiti sabato pomeriggio alla volta di Capo d’Orlando visto che si tratta di una trasferta lunga. ragusa


“Dell’Amore”, Ilde Barone espone alla Sala del Granaio

Mercoledì 7 dicembre alle 19 nella Sala del Granaio (Via Grimaldi, 101 a Modica) si inaugurerà una mostra dal titolo “Dell’Amore” di . La mostra è patrocinata dalla Fondazione Giovan Pietro Grimaldi. L’artista modicana espone opere recenti che hanno come soggetti corpi di donne, realizzate per lo più con pastelli e tecniche miste su carta.

Festa dell’Immacolata a Ragusa Ibla

Entra nel vivo la Festa dell’Immacolata a Ragusa Ibla. Dopo che lo scorso anno il simulacro è ritornato, dopo quasi sette anni di assenza, all’interno del proprio tempio, la chiesa di San Francesco all’Immacolata di piazza Chiaramonte dove sono stati ultimati i lavori di restauro, la celebrazione religiosa continuerà ad assumere toni speciali per il grande fervore che questa ricorrenza fa registrare tra la comunità dei fedeli. Da lunedì scorso, e si andrà avanti sino al 6 dicembre, ha preso il via la recita quotidiana, ogni giorno a partire dalle 16, del Rosario, delle litanie cantate e del canto dello Stellario a cui fa seguito, alle 17, la celebrazione della messa. Per sabato 3 e per lunedì 5 dicembre il programma delle manifestazioni religiose contempla due momenti speciali, prima di arrivare al clou della festa. Sabato, alle 19,30, ci sarà, infatti, una veglia di preghiera a cura dell’Azione cattolica, a cui ha garantito la propria presenza il vescovo della diocesi di Ragusa, Paolo Urso, mentre lunedì, alle 15,30, si terrà un incontro di preghiera e di affidamento all’Immacolata dei fanciulli del catechismo.

RAGUSA, UN AIUTO AI BAMBINI DI CHERNOBYL

Il Consiglio comunale di Ragusa, grazie ad un emendamento dei consiglieri Platania e Criscione del movimento Città, in sede di approvazione dell’assestamento di Bilancio, ha stanziato 2.500 euro per continuare ad aderire al progetto di solidarietà internazionale che da alcuni anni vede protagonisti alcuni bambini dell’area di Chernobyl che per le vancaze di Natale e in estate hanno l’opportunità di trascorrere alcuni giorni a Ragusa, accolti dalle famiglie iblee. Il contributo era stato del tutto cancellato a causa delle ristrettezze di Bilancio, ma è stato ripristinato grazie all’emendamento voluto da Città e votato dall’intero consiglio. Una bella pagina di amore e di amicizia scritta dalla città di Ragusa per i bambini bielorussi.

Nel mirino delle Fiamme gialle gioielliere del capoluogo

Evasione per 206.000 euro commessa da una nota gioielleria del capoluogo. E’ stata accertata dalla Guardia di Finanza che ha anche irrogato sanzioni per 150.000 euro per violazione alla normativa antiriciclaggio. La gioielleria avrebbe attuato un sistema semlice, ma redditizio, con il sistema del compro oro. I gestori, dichiarando indebitamente come rottami l’oro usato, acquistato magari da privati in difficoltà economiche, approfittavano di un’agevolazione concessa a chi lavora l’oro grezzo, considerato oro industriale, sottoposto al regime della Iva sul margine. In questo modo riuscivano ad avere maggiori guadagni, dal momento che gli oggetti in oro venivano rivenduti ad operatori economici abilitati alla lavorazione dell’oro da investimento, soggetti all’esenzione dell’Iva. Uno stratagemma che creava, spiega la Finanza, un grave danno all’erario.

Duro attacco di Pippo Digiacomo “Comiso si può salvare, ma Alfano deve andare via”

L’on. Pippo Digiacomo torna sulla delicata questione che sta riguardando il Comune di Comiso: “Se Alfano si dimette o viene sfiduciato e per la prossima primavera eleggiamo nuovo sindaco e consiglio, non è impensabile – afferma il deputato regionale – di potere rilanciare la città governata in questi ultimi anni dal peggior sindaco che Comiso abbia mai avuto. Con una buona progettualità, da Palermo e da Roma potremo portare risorse importanti per il rilancio della economia della città: senza alcun progetto di investimenti, questo sindaco non ha portato a casa il becco di un quattrino, cosa che gli rimproverano anche i suoi stessi ex compagni di viaggio che da lui hanno preso le distanze. Potremo varare il Piano regolatore generale – dice Digiacomo -, bloccato da anni non per nobili ragioni, sbloccare le cooperative edilizie, ridare una boccata d’ossigeno all’economia locale, predisporre, come ho spiegato, un serio piano di risanamento delle casse comunali per interrompere quella cosa gravissima, quella vera iattura che è il dissesto, iattura per l’ente ma, soprattutto, per i cittadini comisani. Con una classe dirigente seria, impegnata, produttiva, potranno ritornare i tempi d’oro delle cento opere pubbliche e dei cento milioni di investimenti che hanno dato bellezza, prestigio, lavoro e servizi alla nostra città. Viceversa, il galleggiamento per altri 18 mesi, tanto per rimanere attaccati alle poltrone, farà precipitare Comiso – conclude il deputato del Pd – in un baratro ancora più profondo. Non è giusto assistere al funerale di Comiso senza tentare una svolta che potrebbe ancora salvarla”.


Scroll To Top
Descargar musica