20-08-2017

Lilt, campagna nastro rosa

Si è conclusa la campagna 2011 Nastro Rosa Lilt che anche quest’anno ha visto protagonista la sezione ragusana della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Per tutto il mese di ottobre Lilt e Avis hanno simbolicamente colorato di rosa la facciata dell’Associazione dei Volontari Italiani del Sangue, lanciando il messaggio della prevenzione come arma per combattere i tumori. In questi giorni, inoltre, grazie all’impegno della dottoressa Maria Rita Campagnolo, è stato attivato ad Acate un ambulatorio senologico dove ogni giovedì, presso i locali dell’Asp, il dr. Giuseppe Calcagno, senologo della Lilt, effettuerà delle visite di controllo al seno alle donne che vorranno prenotarsi chiamando il numero 0932.229128. Dal 22 novembre, inoltre, presso la sede della Cisl in piazza Ancione a Ragusa, è attivo lo Sportello Oncologico. Si tratta di un servizio attivo ogni martedì dalle 10,30 alle 12,30 che darà informazioni ai malati e alle loro famiglie su come affrontare la malattia, sulle strutture sanitarie specializzate, sull’iter burocratico, su la possibilità di vedere riconosciuta l’invalidità e sugli eventuali problemi legali. Uno sportello fortemente voluto dalla Lilt e attivato anche grazie alla Cisl per dare risposte a tanti cittadini e orientarli nell’iter successivo alla malattia.

Patrimonio di 5 milioni di euro sequestrato a un vittoriese

Tredici aziende, tra cui un club esclusivo a Vittoria, 4 immobili, 20 autoveicoli di lusso, 16 mezzi commerciali, 3 motoveicoli, 4 imbarcazioni di lusso, tra cui uno yacth di un milione di euro ancorato al porto di Marina di Ragusa, 171 rapporti finanziari, fra cui 130 conti correnti accesi con 20 istituti di credito diversi. E’ il patrimonio che è stato sequestrato al vittoriese Gaetano Tedesco, 53 anni, residente a Ragusa, del valore complessivo di 5 milioni di euro. Al centro di questo ingente capitale, un faccendiere nullafacente, che da anni dichiarava al fisco zero euro di reddito, e che nel 1989 aveva fatto fallire una sua impresa, una cartoleria. Da allora era stato condannato per insolvenza fraudolenta nei confronti dei suoi creditori. Ma da 22 anni Tedesco ha accumulato in maniera ancora sconosciuta alle forze dell’ordine questo capitale. Il pool di Polizia di Stato- Squadra Mobile, Guardia di Finanza e Carabinieri ha indagato su questo soggetto per un anno e alla fine, è riuscito a far luce sul complicato intreccio di beni e società che pur non essendo intestati a Tedesco, ma a prestanome suoi familiari e no, sono tutti riconducibili a lui. Le imprese operano soprattutto nel paradiso fiscale di San Marino e in Francia, e fra gli immobili ve ne sono anche dislocati, oltre che ad Arco di Trento e a Milano, nelle province di Enna, Catania e Ragusa (c’è anche un club esclusivo situato fra Comiso e Vittoria). E’stato il presidente della sezione penale del Tribunale di Ragusa Salvatore Barracca, ad accogliere la proposta del pool delle forze dell’ordine e ad emettere il decreto di sequestro a carico di Tedesco. Con questo provvedimento si applica per la prima volta in Sicilia il nuovo codice antimafia, il decreto 159, recentissima norma entrata in vigore il 6 settembre del 2011. La nuova legge ha consentito di fare adottare al tribunale di Ragusa la misura preventiva del sequestro, facendo confluire in un unico filone tutte le indagini di tipo amministrativopatrimoniale che da anni erano a carico di questo soggetto, ben conosciuto dalle forze dell’ordine. In pratica Tedesco, dovrà adesso dimostrare secondo quali modalità è riuscito a capitalizzare un patrimonio di 5 milioni di euro, pur essendosi dichiarato da decenni, nullatenente e nullafacente. Questa è la caratteristica specifica della nuova legge antimafia del settembre scorso, che consente ai Tribunali di emettere misure di sequestro come quelle destinate al soggetto in questione. Vi sono altri 4 soggetti, familiari di Tedesco, che risultano coinvolti in questa inchiesta. L’indagine, come hanno specificato il Questore Filippo Barboso, il comandante della Guardia di Finanza iblea Fallica e il comandante dei Carabinieri, Salvo Gagliano continua. “Non si esclude il coinvolgimento di altri soggetti, ragusani e non – ha detto il Questore Barboso – e naturalmente si cerca di capire la provenienza dei capitali sequestrati”.

Investe un pedone e fugge, denunciata vittoriese

Una trentenne di Vittoria è stata denunciata dalla Polstrada per fuga ed omissione di soccorso. Il 18 ottobre scorso aveva investito un pedone in via Mentana a Vittoria. L’uomo, un 44enne, stava attraversando la strada sulle strisce pedonali, quando è stato investito dall’auto. La trentenne prima ha chiesto alla moglie del malcapitato, che era con lui, cosa si fosse fatto il marito, ma subito dopo è fuggita. La signora ha segnato due lettere della targa dell’auto. Ha anche raccontato alla Polizia che nell’auto c’era anche un bambino. Da quegli indizi la polizia è riuscita a risalire alla trentenne.

Modica, nella bottiglietta dell’acqua c’era diserbante, panettiere in prognosi riservata

Ha bevuto un diserbante credendo si trattasse di acqua. Ed ora è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale “Maggiore” di Modica. Si tratta di un modicano di 30 anni che, lunedì mattina, si stava recando al lavoro a Rosolini, in un panificio. Aveva sete ed ha trovato una bottiglietta: pensando fosse acqua ha bevuto. Si è però sentito male, ed è tornato a casa. I genitori l’hanno subito portato in ospedale. I medici, in contatto col centro veleni di Milano, stanno cercando di salvargli la vita.

Sfonda il guard rail e piomba sulla strada sottostante, muore operaio sulla RG-CT

Gravissimo incidente all’alba di lunedì lungo la Ragusa – Catania, nei pressi dello svincolo della Val Dittaino. Il conducente di un camion della Ragusa Latte ha perso la vita. Si tratta di Salvatore Ficili, 42 anni, di Scicli. L’uomo avrebbe perso il controllo del mezzo che si è schiantato contro il guard rail della tangenziale. Il mezzo è volato nella sottostante strada statale 192, sfiorando un altro mezzo. Per fortuna il conducente dell’auto, una Volkswagen, è rimasto illeso. Inutili i soccorsi per Ficili che è morto sul colpo. Le indagini dovranno adesso cercare di ricostruire la dinamica, per capire se l’uomo abbia avuto un malore o un colpo di sonno o se vi siano altre cause che hanno determinato l’incidente.

Modica, arrestato commerciante: aveva 50 grammi di marijuana

Il Tribunale di Modica ha convalidato l’arresto, operato nel tardo pomeriggio di venerdì scorso dai Carabinieri di Modica a carico di B.F. 32enne, commerciante ortofrutticolo di Francofonte, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo era stato fermato ad un posto di blocco. Tutto regolare, ma i militari hanno perquisito anche l’auto. Ben nascosta nell’abitacolo del furgone, c’era una busta in cellophane con 50 grammi di marijuana essiccata. Il 32enne è stato condannato, col patteggiamento, a un anno e mezzo di reclusione e a 4.000 euro di multa. Dopo la condanna è stato rimesso in libertà, in quanto la pena è stata sospesa.

Pallavolo maschile serie B2, LEONFORTE – PROGEO 1-3

Un 3-1 colto fortemente dai ragusani e ottenuto in una gara combattuta e piena di ribaltamenti di fronte, almeno nei due set centrali. Questo il tabellino dei blacks: Salonia 13, Pappalardo 16, Di Grazia 4, Firrincieli 5, Benassi 3, Calò 19, Cappello 9, Distefano (L), Gurrieri, Scribano n.e.. Set: 25-17; 29-31; 22-25; 16-25. Sabato alle 18 al PalaMinardi sarà ospite della Progeo il Mondo Giovane Messina, che è al quarto posto in classifica a tre punti dai ragusani del presidente Rigoletto. Coach Benassi potrà fare affidamento anche sull’ultimo arrivato in casa Progeo, il palleggiatore Lorenzo Vitale, classe ’90, proveniente dal Tremestieri Etneo.

Rugby serie C, RUGBY AUDAX CLAN – CUS CT 19-6

Un rimaneggiato Rugby Audax Clan ha vinto contro il Cus Catania al termine di una partita non bella e caratterizzata da tanti errori. Alla fine il risultato premia i padroni di casa che erano orfani degli infortunati Vitale, Trovato, Pluchino ed Aprile. Il tecnico Migliorisi aveva recuperato in extremis Leggio e Carluccio e aveva ridisegnato la linea mediana con i pro e i contro che il rimaneggiamento ha comportato. A fine gara Pino Migliorisi ha commentato così: “Non siamo riusciti a gestire la partita, abbiamo fatto tanti errori sia tecnici che tattici, ci siamo ostinati a giocare attorno al pack, quando invece era evidente che i nostri trequarti erano superiori a quelli avversari; dobbiamo essere più cinici, più altruisti e meno egoisti”.

Marina di Ragusa, rapina alla parafarmacia

Ad agire sono stati in due, anche se un terzo uomo potrebbe avere fatto da palo per poi condurre l’auto per la fuga dopo il colpo. Rapina, poco prima delle tredici di lunedì, ai danni della parafarmacia di Marina di Ragusa, a due passi dalla chiesa. Due persone, con il volto in parte coperto, sono entrate nell’esercizio armate. Si sono diretti alla cassa e si sono fatti consegnare il contenuto. Poi sono fuggiti per le vie circostanti. Sul posto i carabinieri della locale stazione ed i colleghi del Comando di Ragusa. Il bottino dev’essere ancora quantificato

Giarratana, proseguono le ricerche dell’anziano scomparso da sabato Ancora nessuna traccia di Paolo Santini

Paesani, tanti volontari, vigili del fuoco, carabinieri, vigili urbani, uomini della protezione civile. Centinaia di persone stanno setacciando il territorio di Giarratana, alla ricerca dell’anziano Paolo Santini, scomparso da sabato pomeriggio. Nel fine settimana è stato controllato soprattutto il territorio di Vizzini Scalo e di Licodia Eubea, in quanto dall’analisi dei tabulati del cellulare del 77enne, risultava che il mobile di Santini aveva agganciato la cella di Vizzini. “Alcuni testimoni hanno riferito di averlo visto passeggiare in contrada Fiume Mele alle 16.00 di sabato” – spiegano al comando dei Vigili urbani di Giarratana – e si tratta dell’ultimo avvistamento del pensionato: è emerso successivamente che la cella di Giarratana poteva essere sovraffollata e quindi la telefonata si è agganciata alla cella più lontana cioè quella di Vizzini”. Ora le indagini sono ristrette al territorio giarratanese, e in particolare alla contrada Fiume Mele dove è stato visto per l’ultima volta. Si teme che l’anziano possa essere caduto, durante la sua quotidiana passeggiata. Seminario sulla dispersione scolastica Venerdì mattina alla sala Avis di Ragusa seminario su “L’obbligo di apprendere perchè nessuno si perda”.

Pd Chiaramonte, eletto il segretario

Sarà Vito Marletta a guidare il Partito Democratico di Chiaramonte Gulfi. Dopo una lunga fase commissariale si è celebrato, infatti, il congresso chiamato ad eleggere i nuovi organismi dirigenti. Alla presenza del segretario provinciale del partito, on. Zago, e del deputato regionale Pippo Digiacomo, è avvenuta l’elezione di Vito Marletta, assessore comunale in carica, a segretario cittadino. Del coordinamento cittadino faranno parte Antonella Occhipinti, Sergio Failla, Zaira Battaglia, Dario Cutello, Adriana Dicunta, Vito D’Angelo, Beatrice Lauretta, Carmelo Battaglia, Gianluca Iacono, Franca Clemente, Raffaele Gueli e Leandra Battaglia. Mentre i tre membri della commissione di garanzia saranno Angela Dipasquale, Giovanni Ingallinera e Giuseppe Castagna.

COMISO, VANDALISMO AL CIMITERO

Atti vandalici al cimitero e furto presso il deposito comunale di corso Ho Chi Min. Ignoti, nottetempo, si sono introdotti all’interno del cimitero ed hanno tranciato due tubi della condotta idrica interna che alimenta le varie fontanelle lungo i viali. Inoltre le lapidi di due tombe sono state imbrattate con della vernice nera spray. Il raid vandalico è stato scoperto dai dipendenti addetti ai servizi cimiteriali. Gli operai del comune hanno riparato i tubi danneggiati e ripulite le lapidi imbrattate. Sempre lunedì mattina, presso l’autoparco di corso Ho Chi Min è stato scoperto un furto. Ignoti, probabilmente nei giorni scorsi, si sono impossessati di alcuni attrezzi, tra essi un paio di motoseghe. Anche in questo caso è stata sporta denuncia contro ignoti.

“Nel rotolo del libro di me è scritto” Primo incontro dell’itinerario culturale

Venerdì 25 novembre dalle 19.30 alle 21.00 presso la sala Avis di Ragusa primo appuntamento dell’itinerario culturale ed esistenziale: “Nel rotolo del libro di me è scritto”. In tale itinerario esperti in scienze umane incontreranno personaggi biblici per riflettere sulla nostra umanità in cammino, mettendo in dialogo la psicoterapia contemporanea e i contributi sapienziali della tradizione ebraico-cristiana. Nel contesto dell’attuale emergenza educativa si vuole evidenziare la necessità di costruire percorsi capaci di dare un’anima alle nostre città e di rimettere al centro della riflessione e dell’educazione i grandi temi della vita: la consapevolezza di sé, la capacità di incontrare l’altro, la felicità, il limite, il dolore, la coppia, l’amore, la politica. Si vuole offrire uno spazio di confronto e di lettura delle sacre scritture contestualizzata ai desideri e ai drammi della umanità e dall’altra trovare spiragli di luce proveniente dalla “drammatica” dei personaggi biblici. Gli incontri vogliono rivolgersi in modo laico sia a credenti che a non credenti uniti dal desiderio di essere “persone pensanti in ricerca”. Il primo appuntamento avrà come tema “Giobbe, il coraggio di affrontare il male e di contestare Dio”. Dopo l’introduzione della prof.ssa Rosaria Perricone, il prof. Nello Dell’Agli, affronterà il tema.


Successo e tutto esaurito per Evelyn Famà in “Morir di fama”

Un vero e proprio “one girl show” per prendere in giro il particolarissimo e al tempo stesso fagocitante mondo dello spettacolo, tra attricette da quattro soldi, comparsate in tv e partecipazioni ai reality. Lungo questa traccia, doppio successo sabato sera e domenica pomeriggio per lo spettacolo “Morir di fama”, interpretato dall’attrice catanese Evelyn Famà al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla nell’ambito della stagione “Teatro d’attore”. Con la regia di Carlo Ferreri, che è anche consulente artistico della stagione teatrale, e le scene e i costumi di Simone Raimondo, tutto esaurito in entrambe le date. Una commedia brillante giocata sul continuo cambiamento delle proprie idee e sugli obiettivi da raggiungere rispetto ai quali nemmeno San Genesio, protettore degli artisti, riesce a dare un’inequivocabile risposta.

Basket Domenico Savio

Cinque vittorie in cinque gare. Non si arresta la corsa dell’Informatica – Domenico Savio nel campionato di basket di serie D maschile. Il quintetto allenato da Antonio Brugaletta ha piegato una tenace Basket Giarre. Alla fine i ragusani hanno portato a casa il risultato battendo gli etnei per 65 – 77. Un più dodici punti che arriva al termine di una gara combattuta, giocata con grande intensità da entrambe le formazioni.

Scontro sulla Comiso – Santa Croce, tra i feriti anche un bambino

E’ di cinque feriti, tra cui un bambino, il bilancio di un incidente stradale avvenuto nella serata di domenica lungo la Comiso – Santa Croce, all’incrocio per Vittoria. Si sono scontrate una Fiat Punto ed una Peugeot. La prima era condotta da una donna che procedeva in direzione Santa Croce. La Peugeot, invece, si immetteva da un accesso laterale. Nell’urto sono rimasti feriti la donna che conduceva la Punto ed il figlio, subito trasportati in ospedale. Trasferiti al Guzzardi due dei tre occupanti della Peugeot, mentre il terzo è stato ricoverato a Ragusa. Sul posto la Polstrada ed i Vigili del fuoco.

Crisi e deficit infrastrutturale Le riflessioni del segretario Cisl Romeo

L’aumento delle ore di utilizzo della Cassa integrazione da parte delle aziende, la drastica riduzione della produzione industriale, la mancanza di chiare prospettive per il futuro. Sono indici di una crisi strutturale. Anche in provincia di Ragusa dove questo quadro desolante è aggravato dalla mancanza atavica di infrastrutture moderne e funzionali. E’ il senso della riflessione avanzata dal segretario dell’Ust Cisl Ragusa, Enzo Romeo, secondo cui, in questa fase, ora più che mai, occorre percorrere la strada delle riforme. “Riforme – dice il segretario provinciale della Cisl – per non dimenticare la riduzione dei costi della politica, le liberalizzazioni e tutti quegli altri aspetti che possono assicurare un radicale mutamento dello status quo, lo stesso che ci ha portati all’inevitabile declino oltre ad un concreto rischio default”.


Convegno sull’amianto

Di amianto ci si ammala. Si muore. Asbestosi, mesotelioma pleurico-peritonale, cancro polmonare. Queste le malattie principali. Le piccolissime particelle di cui è costituito, una volta inalate, vanno a concentrarsi nei bronchi, negli alveoli polmonari, nella pleura, provocando danni irreversibili. Che hanno stroncato la vita di migliaia di lavoratori del mare e delle fabbriche. Sacrificati sull’altare della produzione e del profitto infame. Questo il tema del convegno dal titolo “Amianto tutela e risarcimento del danno-aspetti medici e legali”, organizzato dall’associazione Helios Med. E’ intervenuto l’avvocato Pier Paolo Petruzzelli, referente per l’Italia dello studio legale americano Cohen, che ha illustrato le procedure da seguire per ottenere il risarcimento dei danni subiti a causa dell’amianto. Sono seguite le testimonianze di parenti di lavoratori morti a causa dell’esposizione all’amianto.

BENTORNATO MARX!

Diego Fusaro presenterà il suo libro “Bentornato Marx!” al centro Feliciano Rossitto di Ragusa, martedì 22 alle 17,30. Con lui ci saranno Salvatore Dipasquale, Giuseppe Tumino e Federico Guastella.


Cunti e Canti con Ciccio Schembari

Giovedì 24 novembre al Centro servizi culturali di Ragusa, alle 17.00, Cunti e Canti con Ciccio Schembari, Fiammetta Poidomani e Fabrizio Aristia.

Scroll To Top
Descargar musica