24-11-2017

Rotonova medicina sull’infertilità maschile

Venerdì 18 novembre alle 21.15 su Tele Nova primo appuntamento settimanale di medicina con in studio l’andrologo Prof. Enzo Vicari dell’Università di Catania che parlerà di infertilità maschile. I telespettatori potranno rivolgere domande in diretta all’esperto telefonando al n. . Il Prof Vicari riceve a Ragusa al Centro Medico Bios, via Cupolette n. 30, tel. 0932 625082 – 652731.

Istituti di credito, nuove rappresentanze della Uilca

In pieno fermento l’attività provinciale della Uilca di Ragusa, il sindacato dei bancari che aderisce alla Uil. In poco più di un anno ha quadruplicato i propri iscritti, toccando quota 150 presso svariati Istituti di credito della provincia, costituendo e insediando diverse rappresentanze sindacali, in un momento gravido di incognite per tutto il settore, alle prese con ristrutturazioni, nuovi piani industriali, esuberi di personale e bilanci penalizzati dalle incognite finanziarie e dalla perdurante crisi economica. “Dopo aver insediato due Rsa alla Banca Agricola popolare, istituto tradizionalmente con bassa sindacalizzazione, è stato appena costituito un nuovo organismo di rappresentanza alla Monte dei Paschi di Siena – spiega il segretario rsa Uilca, Sebastiano D’Angelo – e i 25 neo iscritti hanno eletto Francesco Avola a segretario e vice Luca Giacchino”.

L’ultima trovata di Nello Dipasquale: strisce blu a pagamento domenica e giorni festivi

Dal 20 novembre la sosta nelle strisce blu, quelle gestite dalla società Apcoa, sarà a pagamento sia la domenica sia per tutte le altre giornate festive. Lo comunica il sindaco di Ragusa Nello Dipasquale pare su sollecitazione dell’Ascom comunale che lamenta la presenza di autovetture parcheggiate per l’intera giornata della domenica negli stalli blu; situazione che avrebbe indotto i ragusani a non recarsi nei negozi e di conseguenza a non effettuare acquisti. La soluzione, però, è stupida ed infelice. La stupidità è nell’annuncio che provoca un ulteriore disinteresse del cittadino automobilista a recarsi a fare shopping; l’infelicità sta nella scelta del biglietto a pagamento mentre si poteva ovviare istituendo un semplice disco orario che non terrorizza il cittadino e che non obbliga il personale Apcoa a lavorare nei giorni di festa. Ma c’è un altro aspetto che la dice lunga sulle capacità tecniche e di dialogo della giunta Dipasquale. Nelle stesse ore in cui il sindaco ci obbligava al pagamento domenicale della sosta auto, l’assessora Sonia Migliore, in un comunicato stampa, vantando il suo operato laborioso per il rilancio del centro storico scriveva: “abbiamo previsto agevolazioni in relazione ai parcheggi del centro storico”. E che age-olazione è pagare persino la domenica? E’ evidente che la Migliore o il suo addetto stampa, con la speranza che non lo abbia, non sapevano nulla delle decisioni del gran capo. Se poi per agevolazioni si intende quella convenzione tra Ascom e la ditta Sisosta che gestisce il parcheggio vicino al Tribunale, la signora Migliore, che si occupa di sviluppo economico, dovrebbe essere sincera nel riferire che quell’esperimento ossia l’abbattimento del costo di parcheggio in caso di acquisto in qualche negozio del centro storico (bastava esibire uno scontrino per usufruire dello sconto), si è rivelato un autentico e totale fallimento. Questa buona domenica, Nello Dipasquale, poteva risparmiarcela.

Ragusa, strisce blu anche la domenica? il No di Adiconsum

“Come Associazione dei consumatori, e successivamente la Confesercenti, ci eravamo occupati dell’assurda, a nostra avviso, proposta dell’amministrazione comunale di far pagare il parcheggio sulle strisce blu anche nei giorni festivi su una precisa, sembra, richiesta dell’Ascom”. L’Adiconsum Ragusa, col suo rappresentante Giorgio Cerruto, torna a dire no ai parcheggi a pagamento anche di domenica nel capoluogo ibleo. “Nonostante le nostre rimostranze verso l’amministrazione, apprendiamo dal comunicato stampa del comune n. 665 – scrive Cerruto in una nota – che si sta già predisponendo a che dal 20 novembre prossimo, tutte le domeniche e festivi infrasettimanali, la sosta nelle strisce blu sarà a pagamento, cioè un’altra tassa a carico dei cittadini. Un’amministrazione, che a parole dichiara di avere come interesse primario lo sviluppo economico della città ed in particolare la rivitalizzazione del centro storico, a nostro avviso – scrive Adiconsum – sta percorrendo strade opposte a questo proposito. Ci dispiace pensare che per non pagare la “tassa” bisogna spostarsi presso i Centri commerciali dove si ha la disponibilità di ampi parcheggi anche coperti e gratis. Ci chiediamo: i commercianti sono al corrente e sono d’accordo con questa iniziativa del nostro sindaco che tanto ama la città ed i cittadini? – scrive ancora Cerruto dell’Adiconsum – Non è mai troppo tardi per ripensarci anche perché i commercianti sono stanchi di essere merce di scambio per alcuni”.

Studiosi tedeschi a Kamarina

La settimana dal 21 al 26 novembre sarà caratterizzata dalla presenza nel parco archeologico e nel museo di Kamarina di alcuni studiosi tedeschi dell’Università di Gottingen. Guidati dal prof. Johansen Bergemen, docente di Archeologia classica nell’ateneo tedesco, alcuni docenti e alcuni allievi parteciperanno ad un ciclo di seminari, visite e studi sulle antiche fattorie greche di Kamarina. “Gli edifici rurali, della chora di Kamarina – ha dichiarato il prof. Bergemen – risalenti al V e al IV secolo a.C. sono gli unici che si conoscono nella Sicilia greca. L’antica Kamarina anche per questo è importantissima nel panorama archeologico del Mediterraneo”. L’equipe tedesca lavorerà per alcuni giorni in due siti dove effettueranno delle visite. “Con i colleghi ha dichiarato il prof. Giovanni Di Stefano, direttore del Parco archeologico di Kamarina – stiamo lavorando su un progetto di dimensione mediterranea per creare un centro studi sui territori agricoli delle colonie greche. Gottingen e Kamarina – ha detto ancora Di Stefano – saranno i due poli europei di questa iniziativa fortemente voluta dal professor Bergemen”.

La palestra Kamema costretta a chiudere per una grave irregolarità

L’unico centro fitness esistente a Marina di Ragusa è stato costretto a chiudere. Lo comunica il gestore del centro Salvatore Campo che scrive: “Siamo stati costretti ad interrompere, almeno per ora, una esperienza che si stava rivelando ricca di soddisfazioni. Le motivazioni sono da ricondursi ad una grave irregolarità commessa dai proprietari della struttura in cui sorgeva la palestra. Ci scusiamo con gli sportivi di Marina – afferma Salvo Campo del Kamena Fitness Village – per il disagio che speriamo sia soltanto temporaneo. Essendo, ad ogni modo, un problema che non dipende da noi, ci siamo convinti ad intraprendere formale azione legale nei confronti di chi ha determinato questo grave danno locandoci un immobile non idoneo all’uso di palestra in quanto difforme dalla corretta destinazione d’uso. Voglio rendere pubblica questa vicenda per il fatto che – scrive Salvatore Campo – il nostro è l’unico centro fitness di Marina di Ragusa. Confidiamo che anche l’Amministrazione comunale di Ragusa possa adoperarsi per risolvere un grave problema che interessa tutta la comunità di Marina. Non dimentichiamo che la palestra ricade su un terreno di proprietà del Comune e che la proprietà del residence ha degli obblighi da rispettare in virtù di una convenzione con l’ente territoriale. Tale convenzione prevede il completamento del parco sottostante la piscina dove sarebbero dovuti sorgere da tempo i nuovi locali del centro fitness ed un parco pubblico”. Campo aggiunge: “Rimaniamo disponibili con la nostra clientela che ha abbonamenti in corso per discutere sul recupero delle somme già pagate e non ancora godute”.

Comune di Ragusa, ma perchè i buoni pasto anche ai dirigenti?

Ora di pranzo in un ristorante vicinissimo al Comune. Pullulano i dipendenti e un gruppetto di dirigenti – quelli nominati dal sindaco all’indomani della rielezione, quelli che a legger bene la norma, la Brunetta, non potevano essere riconfermati – tutti attrezzati con buoni pasto utilizzabili nei giorni di rientro: martedì e giovedì. Sono solo 6 euro, è vero, ma considerati i tempi e il gran parlare di contenimento della spesa sarebbe un gesto naturale non usufruire del buono pasto. Già dà parecchio fastidio vedere sfoderare questi buoni pasto alle casse dei supermercati, e la cosa risulta ancor più irritante se a tirar fuori il buono è uno dei 15 superburocrati a servizio al Palazzo, persone che “viaggiano” sui 100 mila l’anno di stipendio. Sarebbe un piccolo gesto di rispetto per la stragrande maggioranza del Paese in affanno rinunciare a questo diritto. Anche se il buono pasto fa parte del contratto nazionale, esiste il buon gusto, il garbo, la sensibilità, doti necessarie per chi dirige la cosa pubblica.

Pd Ragusa: “Intese possibili con tutti, ma non con Territorio”

“Sostegno pieno alla linea del segretario provinciale Salvatore Zago. In perfetta sintonia con le risultanze emerse durante i lavori della direzione dell’11 novembre scorso”. Il segretario cittadino del Pd di Ragusa, Giuseppe Calabrese, dopo la riunione di segreteria chiarisce che, dall’organismo comunale, è arrivata la conferma all’unanimità circa le posizioni manifestate da Zago. “Così come è stato deciso in direzione provinciale – aggiunge Calabrese – anche il Pd di Ragusa si dice disponibile, in vista dei prossimi appuntamenti elettorali, ad aperture e a valutare eventuali alleanze con chiunque, da Fed all’Udc, senza trascurare, naturalmente, le rappresentanze della società civile eccezion fatta per l’associazione Territorio, non foss’altro perché i massimi esponenti di questa associazione sono i leader locali di Pdl e Pid”.

Ragusa e il dissesto idro-geologico. I consiglieri di Italia dei Valori chiedono monitoraggio dei siti a rischio

Il fatto che la città di Ragusa non sia attraversata da torrenti o corsi d’acqua non la solleva da eventuali problemi causati da dissesti idrogeologici. Infatti, vi sono altre possibili cause di dissesto, non collegate alla presenza di fiumi, che nel capoluogo in questi ultimi anni hanno evidenziato la presenza di aree di criticità. Per questa ragione, i consiglieri comunali di Italia dei Valori, Peppe Tumino e Salvo Martorana hanno presentato una interrogazione, che senza usare toni allarmistici, pone soprattutto il problema del monitoraggio delle zone a richio. I cedimenti dei costoni rocciosi, vedi corso Mazzini, l’esplosione di tombini, come il fognolo di viale del Fante e nel tratto di via Archimede davanti l’ex Ambassador, e i problemi di precarietà statica, come nel caso del costone sopra la panoramica di Ibla, sono gli esempi più concreti di quello che può essere il rischio idro-geologico nel capoluogo. I due consiglieri sollecitano monitoraggi in tutti i siti potenzialmente soggetti a dissesto idrogeologico, in particolare nel costone sottostante il tratto di via Mariannina Schininà, denominato “U scaricu”, perché nato da un intervento di riempimento, e chiedono la definizione dei progetti di messa in sicurezza dei luoghi più a rischio.

Giornata mobilitazione sanità. Presidio precari in piazza Igea

Venerdì è la giornata di mobilitazione nazionale per un servizio sanitario nazionale pubblico, universale e di qualità. Nell’ambito di questa iniziativa, la Fp Cgil, Spi Cgil e Sportello della Salute, organizzano in piazza Igea, a Ragusa, un presidio di operatori della sanità, precari e cittadini. L’iniziativa locale assume una sua precisa caratterizzazione che punta a richiamare l’attenzione sulla vertenza dei precari della sanità. In particolare nel corso della mattinata, dalle 10.00 alle 12.00, la Cgil organizza dibattiti sui temi principali della piattaforma rivendicativa del precariato e della piattaforma generale della sanità. Il filo conduttore degli interventi è l’esigenza di una sanità pubblica, efficiente e di qualità, ma si parlerà soprattutto della stabilizzazione del precariato, sblocco delle assunzioni, dell’abolizione dei tickets, integrazione socio-sanitaria.

Pomeriggio letterario con Ciccio Schembari

Il narrAttore ibleo è il protagonista del pomeriggio letterario che si tiene giovedì 17 novembre alle 19.00, alla libreria Saltatempo, in via Giambattista Odierna, 182, a Ragusa. Ciccio Schembari riassume, recita e legge il libro “A Ciascuno il suo” di Leonardo Sciascia in una performance della durata di 40 minuti, che ha il carattere dell’evento teatrale.

Comune di Chiaramonte e Ispettorato forestale insieme a salvaguardia del territorio

Proteggere il patrimonio boschivo e far sì che un’intera area di prestigio naturalistico, possa essere preservata e rivalutata. E’ la finalità della convenzione sottoscritta dal Comune di Chiaramonte Gulfi e dall’Ispettorato alla Forestale di Ragusa. Un intero costone a ridosso del Cimitero, invaso da rovi e sterpaglie, sarà del tutto ripulito per poi ospitare diverse specie arboree autoctone. In questo lavoro sono impegnati ben 30 uomini dell’antincendio. Considerato che a metà ottobre di ogni anno questo servizio non è più operativo, l’Ispettorato, in sintonia con le disposizioni provenienti dall’Assessorato regionale al Territorio ed Ambiente, ha deciso di utilizzare quei lavoratori per altri interventi a tutela del territorio montano. L’ente locale in particolare si occuperà dello smaltimento degli arbusti.

Giornata mondiale dell’infanzia. Iniziativa Kiwanis a Scicli

Domenica 20 novembre, in occasione della “Giornata mondiale per i diritti dell’infanzia”, si svolgerà nella sala Falcone-Borsellino di Palazzo Spadaro a Scicli, con inizio alle 18.00, una conferenza sul tema: “Un percorso nell’affido. Progetto di promozione dell’affidamento familiare”. Interverranno Giuliana Drago, Giovanna Triberio e Lilli Carbone.

Bretella di collegamento con l’autoporto di Vittoria, La Cna a confronto con la Provincia


Due componenti della presidenza della Cna di Vittoria, Giuseppe Biundo e Rosario Oliveri, assistiti dal responsabile territoriale, Giorgio Stracquadanio, hanno incontrato l’assessore provinciale alla Viabilità, Salvatore Minardi, accompagnato da un tecnico del relativo settore dell’ente di viale del Fante. Sul tappeto la questione relativa alla creazione di una bretella di collegamento tra l’autoporto e le strade statali 115 e 514. “L’assessore Minardi ci ha comunicato – precisa Stracquadanio – che il progetto non è ancora stato approvato. Manca parte della documentazione che la Regione deve inviare e senza la quale non è possibile procedere con l’iter procedurale prestabilito. Abbiamo chiesto che i tempi siano accelerati perché sarebbe fondamentale poter contare su tale supporto viabilistico”.

Discariche abusive amianto. Siglato accordo tra Provincia e Comune di Scicli

Protocollo d’intesa tra la Provincia e il Comune di Scicli per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti contenenti amianto abbandonati in discariche abusive lungo il territorio sciclitano. L’accordo prevede che la Provincia provveda nella misura del 25% e del 75% il Comune, a impegnare le somme necessarie alla rimozione dei rifiuti in Eternit.

Giornata universale dell’infanzia. Domenica marcialonga Unicef a Ragusa

Partirà alle 10.00 da piazza Libertà e attraverserà il Ponte Vecchio, piazza S. Giovanni, corso Italia e via Roma, la marcialonga organizzata dal comitato provinciale Unicef, domenica 20 novembre, a Ragusa. L’iniziativa alla quale partecipano gli studenti della città, genitori e docenti si realizza per la Giornata universale dell’infanzia. Al termine, giochi e Gimkana del sorriso.

Ragusa, controlli della Polizia: scattano quaranta multe

Servizio di controllo potenziati da parte di Polizia e Polstrada nel capoluogo. In particolare le pattuglie hanno controllato le vie del centro, Ibla compresa, e la parte alta, tra viale delle Americhe, viale Europa e via Fieramosca. Verificate soprattutto le coperture assicurative. Sono state identificate 161 persone ed elevati 40 verbali per violazioni del codice della strada.

Riprendono gli sfratti all’Istituto autonomo case popolari

L’Istituto autonomo case popolari ha ripreso gli sfratti per abusivi e inquilini morosi. Qualche giorno fa sono stati eseguiti i primi sgomberi, dopo la pausa estiva, a Vittoria, in contrada Fanello. Nel mese di dicembre ne sono previsti altri due ad Acate, in via Nazario Sauro e in via Manzoni. A gennaio sono stati programmati almeno quattro sfratti nel capoluogo. Riguarderanno due alloggi in via Cesare Terranova e due in via Aldo Moro. Si tratta di abusivi che, tra l’altro, non hanno nemmeno mai pagato il canone. Il periodo di crisi ha acuito una situazione già difficile, anche se come spiegano all’Istituto le famiglie che hanno sempre pagato, ed ora hanno difficoltà per via della critica situazione economico-finanziaria, fanno di tutto per saldare le rate, magari rimangono indietro di una o due, ma onorano il loro “debito” anche nell’arco di qualche mese. Il problema è per chi non ha mai pagato: c’è chi deve dieci o quindicimila euro, e in questo caso gli sfratti vengono chiesti al Tribunale. Vi sono, in pendenza, una ottantina di richieste a cui man mano i giudici danno esecuzione. Una volta sfrattate, le famiglie chiedono l’aiuto dei Servizi sociali comunali, che, con sempre maggiore difficoltà, tentano di dare una risposta, specialmente in presenza di nuclei familiari con minori.

Giornata dell’artigianato e della piccola e media impresa

Presenze significative e di qualità. Il modo migliore per sottolineare le caratteristiche dell’artigianato e della piccola e media impresa della provincia di Ragusa. E’ il senso della serata celebrativa in programma sabato 19 novembre alle 18.00 nell’auditorium della Scuola regionale dello Sport, nel capoluogo ibleo. Promossa dalla Cna provinciale, con il contributo della Camcom, della Provincia, della Bapr e del Consorzio Unifidi, la nona edizione della “Giornata dell’artigianato e della piccola e media impresa” si propone di evidenziare l’organicità di un apparato produttivo che, nonostante la crisi globale, riesce ancora a resistere. Sarà presente il presidente nazionale Cna, Ivan Malavasi. In questa occasione si terrà la cerimonia di consegna della seconda edizione del premio “Pippo Tumino”, dedicato alla memoria dell’indimenticato dirigente della confederazione. Nell’ambito della stessa manifestazione, si procederà anche con la cerimonia di consegna del premio “Tesi di laurea”, giunto alla seconda edizione e promosso dal Centro studi artigianato e Pmi della Cna iblea. Un ulteriore premio, in questo contesto, è stato messo a disposizione dalla Fondazione “Cesare e Doris Zipelli”. L’intervento introduttivo è a cura del presidente provinciale della Confederazione Nazionale Artigianato, Giuseppe Massari.

Concluso il corso Confcommercio di arte e disegno floreale

Si è concluso con una superba prova pratica, l’abbellimento e la decorazione del baldacchino dell’altare nel santuario della Madonna di Gulfi a Chiaramonte, il corso professionale promosso dal sindacato provinciale fioristi aderente a Confcommercio. I partecipanti, che hanno assistito alle lezioni di Rosario Alfino, docente dell’accademia nazionale di arte e disegno floreale, nelle aule della sede formativa Ascom di via Sofocle a Ragusa, hanno appreso le tecniche sulle arti e i disegni della composizione floreale per matrimonio. Ai corsisti è stata fornita la possibilità di sviluppare oltre alle capacità tecniche anche di approfondire le basi di formazione teorica e scoprire nuovi materiali. Inoltre, si è proceduto alla visita delle aziende partner dove i corsisti hanno potuto trarre delle idee rispetto allo sviluppo di azioni progettuali.

Scroll To Top
Descargar musica