17-01-2018

Palchi Diversi 2011-2012. Venerdì 4 novembre il 1° appuntamento

Ritorna “Palchi Diversi”, rassegna teatrale della Compagnia Godot di Ragusa giunta alla 7a edizione. Primo appuntamento il 4 e l’11 novembre alle 21.00 al Cine teatro Lumière di Ragusa, in via Archimede 214, col divertentissimo e scoppiettante “Sogni di Beniamino Modestini Contabile”. Regia di Vittorio Bonaccorso. Ingresso 10 euro. Info: 339.3234452-338.4920769 – 0932.682699.

Condannato per un reato commesso da minorenne Torna in Sicilia per i morti, e viene arrestato

Gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato Marco Pollicita, 26 anni, di Vittoria, in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dal Procuratore Capo della Repubblica per i Minorenni di Catania, Agostino Fera. Era rimasto coinvolto in un giro di spaccio di droga quando ancora era minorenne. Quando la sentenza è diventata però definitiva è scattato l’ordine di arresto. E’ arrivato sabato a Vittoria, da dove mancava da diverso tempo. La Polizia lo ha arrestato. Deve scontare quattro anni di reclusione perché ritenuto responsabile del reato di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti in concorso con numerosi altri pregiudicati iblei e cittadini extracomunitari, già tratti in arresto. Pollicita è in carcere a Ragusa.

Asili nido comunali, liste d’attesa lunghissime

I dati sono del 2009, ma il quadro che ne esce non è di certo incoraggiante. A dipingerlo è l’associazione CittadinanzAttiva in un report sugli asili nido comunali di tutta Italia. Oggi le strutture nido contribuiscono a conciliare in modo rilevante la vita familiare e quella lavorativa di moltissime donne. I nido non sono più una soluzione per la custodia e la cura del bambino, ma sono un contributo allo sviluppo e all’integrazione socio economica del piccolo e della sua famiglia. L’importanza di queste strutture di formazione è stata riconosciuta a livello europeo, tant’è che il Consiglio d’Europa ha stabilito con l’Agenda di Lisbona di rimuovere i disincentivi alla partecipazione femminile al mercato del lavoro e lo sforzo di fornire servizi per l’infanzia in misura tale da coprire entro il 2010 il 33% dei bambini sotto i tre anni. Il concetto è stato ribadito dal Consiglio anche nelle linee guida per l’occupazione (2008-2010). Ma in Italia si è ancora lontani dall’obiettivo. I livelli di occupazione sono distanti da quelli stabiliti dal Consiglio di Lisbona del 2000 (che prevedevano per il 2010 un’occupazione totale del 70% e per le donne del 60%). Dal rapporto Doing Better for Family, pubblicato dall’Ocse nel mese di aprile del 2011, l’Italia è caratterizzata da un basso tasso di occupazione femminile, da un basso tasso di natalità e da un alto rischio di povertà infantile. Gli asili nido rientrano nei servizi a domanda individuale resi dal Comune a seguito di specifica richiesta da parte dell’utente. CittadinanzAttiva ha preso come esempio per il proprio dossier una famiglia di tre persone (genitori e figlio con meno di tre anni) con un reddito lordo annuo di 44.200 euro e un Isee di 19.900 euro. Dai dati emerge che in media una famiglia-tipo spende 302 euro al mese per mandare il figlio all’asilo nido comunale, ovvero il 12% della spesa media mensile. A Ragusa nel 2009 il servizio, secondo quanto reso noto dall’associazione, costava 156 euro, ma il capoluogo ibleo rientra fra i 17 capoluoghi di provincia italiani dove il servizio è garantito in modalità ridotta, ovvero per 6 ore in media al giorno. Nel resto d’Italia, sebbene si paghi qualcosa in più, il servizio è garantito per una media di 9 ore al giorno. Cosa significa questo? Vuol dire che, per la restante parte del giorno, o uno dei genitori accudisce il bambino, o lo si affida ai nonni, oppure si deve ricorrere a baby sitter o asili nido privati con ulteriore spesa per le famiglie. Continuando a sfogliare le pagine del dossier, si nota che il 60% dei nidi comunali è concentrato nelle regioni del Nord Italia, il 27% in quelle del Centro e appena il 13% al Sud. In media in Italia la copertura del servizio, che come abbiamo spiegato è essenziale per le famiglie e per le donne, è del 6,2%. Se poi si analizza il dato relativo ai soli capoluoghi di provincia, la percentuale di nidi presenti al Meridione cala al 12%. La forbice fra Nord e Sud anche in questo caso è ampia e testimonia come le due parti del Paese procedano ad una velocità diversa. E Ragusa? Come detto è una delle più economiche città in Italia per quanto riguarda le rette (sebbene il servizio sia limitato a 6 ore in media). Per quanto riguarda la copertura rispetto alla potenziale utenza, i dati non sono incoraggianti: appena il 5,8% dell’utenza era coperta nel 2009, secondo quanto sostiene il dossier di CittadinanzAttiva, con 5 asili nido aperti e 151 posti disponibili. Le liste di attesa nel 2009 erano pari al 64% di coloro che avevano fatto domanda. E il dato della copertura dell’utenza si abbassa al 2,8%, se si considera il dato provinciale con le strutture che calano di 4 unità fra il 2008 e il 2009 (da 13 asili nido si passa a 9). Calo che corrisponde a quello dei posti disponibili (dai 492 del 2008 si passa ai 349 del 2009) e all’aumento della percentuale delle liste d’attesa (si passa dal 51% del 2008 al 55% del 2009). A livello nazionale la città di Ragusa è quarta in Italia per liste di attesa, preceduta solo da Siracusa, Palermo e Treviso. Per uscire dalla crisi c’è bisogno anche di servizi a sostegno delle famiglie. Gli asili nido garantiscono in particolare alle donne di poter lavorare e coniugare facilmente il tempo da dedicare alla famiglia con quello per la propria professione o attività lavorativa. Ciò significa un maggiore introito economico per la coppia che non si vedrebbe costretta a rimandare la decisione di avere figli. Oggi una donna su quattro, fra le nate nel ’65, non ha figli, mentre in Francia per le pari età il rapporto si abbassa ad una su dieci. Bisogna svegliarsi dal letargo e bisogna farlo garantendo maggiori servizi per la famiglia con un’azione amministrativa decisa che valorizzi il welfare e le politiche per la famiglia, che preveda fondi e agevolazioni per le giovani coppie, anche, se non soprattutto, in un momento di tagli ai trasferimenti dallo Stato agli Enti locali. CittadinanzAttiva chiede maggiore attenzione per lo sviluppo delle famiglie, per la formazione dei cittadini di domani, per le donne che lavorano.

Percorsi creativi giunge al capolinea

 

E’ ripresa l’attività dei laboratori di cortometraggio, fotografia e fumetto del progetto “Percorsi Creativi” che si concluderà nel mese di dicembre. Un percorso ludico-formativo, ideato e promosso dalla cooperativa sociale Educere di Ragusa. I corsi si tengono nei locali dell’ex parrocchia di San Giuseppe Artigiano. “Con grande entusiasmo – ha dichiarato la coordinatrice della coop Educere, Maria Grazia Antoci è ripresa l’attività dei tre laboratori tematici con i nostri oltre quaranta ragazzi iscritti. Adesso ci si avvia verso la chiusura di questo percorso ed anche in questo caso ci sarà certamente un momento aperto alla città e alla conoscenza dell’attività svolta all’interno dei tre laboratori”.

 

Calendario Polizia di Stato 2012

Anche quest’anno il ricavato della vendita dei calendari della Polizia di Stato sarà destinato a diversi progetti di solidarietà e, in particolare, all’Unicef per sostenere il progetto contro la malnutrizione infantile del Camerun. Realizzato in collaborazione con gli studenti del Centro sperimentale di Cinematografia di Roma, il calendario 2012 ha avuto come testimonial alcune eccellenze del mondo dello spettacolo, cultura e sport. E’ possibile prenotare il calendario, a partire da lunedì 31 ottobre sino a venerdì 18 novembre, presso l’Ufficio relazioni con il pubblico della Questura di Ragusa, a cui andrà esibita la ricevuta di versamento sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a “Unicef Comitato italiano”. La causale da indicare è “calendario della Polizia di stato 2012 per il progetto Unicef nel Camerun”. Il costo è di 8 euro per il calendario da parete e di 6 euro per quello da tavolo.

Vertenza giudiziaria Fera-Andolina. Sentenza non definitiva

L’ex cancelliere dirigente del Tribunale di Ragusa, Ignazio Andolina che mai, per altro, ha esercitato professione di giornalista, precisa di essere stato ritenuto dal Tribunale di Messina, con sentenza che sarà appellata, responsabile di diffamazione aggravata ai danni del Procuratore Agostino Fera, per aver indotto il giornalista e scrittore Carlo Ruta a pubblicare, di seguito ad un articolo, dal Ruta medesimo firmato, un esposto diretto al Consiglio Superiore della Magistratura contro il magistrato Fera. L’esposto, a firma dello Andolina, riguardava il delitto Tumino del febbraio 1972, le cui indagini, almeno nelle fasi iniziali, furono espletate dall’allora sostituto Fera.

SETTIMANA DEL BARATTO

Ritorna dal 14 al 20 novembre la Settimana del Baratto, la simpatica iniziativa che coinvolge i B&B affiliati al portale internet www. bed-and-breakfast.it che vi aderiranno. Si tratta di uno scambio di beni o servizi con giorni di fruizione delle strutture. In pratica anziché sborsare denari per soggiornare in un B&B sarà possibile offrire in cambio lezioni private, la realizzazione del sito internet della struttura, la manutenzione del giardino o dell’impianto elettrico. Più di trecento strutture hanno messo a disposizione “Camere del Baratto” non solo in occasione della manifestazione, ma anche durante tutto l’anno. Approfittare della Settimana del Baratto è uno dei modi per poter fare le vacanze anche in un periodo di crisi economica e l’occasione per afare nuove amicizie. Informazioni sull’iniziativa disponibili sul sito www.settimanadelbaratto.it o sulla pagina di Facebook dedicata all’evento.


Associazione pensionati ispicesi, inaugurata nuova sede

Inaugurata sabato sera la nuova sede della Associazione pensionati ispicesi. La cerimonia è riuscita sia in termini di partecipazione che per quanto riguarda i contenuti espressi. Il segretario provinciale della Cna Giovanni Brancati ha presentato il progetto pilota che la Cna ha voluto realizzare partendo proprio da Ispica, sulla spinta di una proposta che viene dalla base dei pensionati ispicesi. La Cna si farà sicuramente portavoce nei confronti dell’Amministrazione comunale delle istanze che provengono dalla nuova Associazione pensionati ispicesi. Il progetto prevede la realizzazione di un laboratorio concreto di idee, di valori che dal mondo degli artigiani possano essere trasmessi ai più giovani. Infatti all’Associazione pensionati ispicesi costituita il 26 ottobre possono iscriversi tutte le persone che abbiano compiuto 30 anni.


FABBRICHE APERTE Polimeri Europa aderisce all’iniziativa

Si è svolta a Ragusa l’iniziativa “Fabbriche Aperte”, cui Polimeri Europa, su invito di Federchimica ha ritenuto importante aderire, cogliendo l’opportunità di un confronto, attraverso il coinvolgimento della scuola, per far capire il ruolo determinante della chimica nella vita quotidiana di ogni cittadino, e testimoniando l’impegno delle imprese aderenti a Confindustria per la salute, lo sviluppo e la tutela dell’ambiente. La giornata ha avuto inizio con uno spettacolo a cura dell’organizzazione “Segni d’Infanzia!, intitolato “Magie plastiche” in cui, con un linguaggio semplice e giocoso, sono stati associati i concetti di trasformazione chimica alle ricette di cucina di una nonna cuocascienziata. Nella seconda fase, gli ingegneri della Polimeri Europa, hanno illustrato i cicli produttivi dello stabilimento e i prodotti, dal petrolio ai prodotti di uso quotidiano.

33° CORSO BASE AVO

Il primo appuntamento del 33esimo Corso di formazione base Avo per nuovi volontari e aggiornamento, si tiene giovedì 3 novembre alle 18.00, nella sala riunioni dell’Asp di Ragusa, 1° piano in via Di Vittorio, 51. Il tema è “Organizzazione ospedaliera e Avo” a cura della d.ssa Angela Militello. Interverrà la presidente regionale Avo Lucia Dimartino, la presidente provinciale Rina Tardino e il manager Asp Ettore Gilotta.


CHIUSURA 118 A COMISO E SCICLI L’on. Digiacomo diffida la Regione, l’Asp e la Sues 118

L’on. Pippo Digiacomo interviene a seguito della notizia della chiusura del 118 a Comiso e Scicli e dà notizia di una diffida inoltrata alla direzione generale della Sues 118, all’assessore regionale alla Sanità Massimo Russo e al direttore generale dell’Asp di Ragusa Ettore Gilotta. “In merito alla circolare 118 di Catania con la quale si dispone alle postazioni territoriali del 118 di dirottare le ambulanze presso gli ospedali di Vittoria, Ragusa e Modica, evitando Comiso e Scicli, si omette di fare riferimento alle linee guida 2010 del 118. Tali linee, alla pagina 7 capoverso “Ospedale di destinazione”, indicano le varie tipologie di mezzi di soccorso e, in base alla costituzione del loro equipaggio, l’ospedale di destinazione. Il punto in questione – scrive l’on. Digiacomo è molto chiaro: l’ambulanza Msb con soccorritori deve andare nell’ospedale più vicino che è Comiso. Inoltre, le due note del direttore generale 118, la prima delle quali indirizzata anche all’assessorato alla Salute, ribadiscono che l’ospedale di Comiso è impossibilitato a garantire i requisiti minimi di assistenza ai pazienti in emergenza urgenza. Questa circolare è pregiudizievole per la salute dei cittadini che verranno portati a Vittoria – scrive Digiacomo – qualunque sia il codice di intervento con il rischio che, se si tratta di un codice urgente, a Vittoria non arrivi vivo o che le sue condizioni si aggravino durante il trasporto non potendo i soccorritori intervenire. Ovviamente stessa situazione deve immaginarsi per Scicli. Per queste e altre ragioni diffido sin da ora qualsiasi applicazione meccanica della citata circolare – conclude il deputato del Pd – essendo questa sommaria, superficiale e in netto contrasto con il bene supremo della salute dei cittadini”.

Nova Virtus Ragusa 69 Nuova Marsala 80

Una micidiale “imbarcata” rimediata a fine terzo tempo, dopo aver raggiunto il massimo vantaggio, costa l’ennesima sconfitta all’imberbe Nova Virtus. Con l’eccezione dell’irrefrenabile Carmelo Iurato, la squadra iblea strada facendo è scomparsa letteralmente di scena. E il Marsala, con in campo, le seconde file magistralmente orchestrate da capitan Giacalone (Sisto e Baggioli in panca), ha portato a casa la seconda vittoria nel torneo, scacciando la crisi (poker di sconfitte, dopo l’esordio casalingo vincente). La prossima della Nova Virtus a Gela, nell’ultimo turno imprevedibilmente bastonato in campo esterno dall’Amatori Messina. Questo il tabellino degli iblei allenati da Gianni Recupido: Cassì 5, Distefano M. 4, Iurato 24, Pellegrino, Mammana 11, Emmolo 4, Giarrusso, Salafia, Distefano E., Canzonieri 21.

La Passalacqua centra la cinquina contro il Fotoamatore Firenze

Una Passalacqua Spedizioni a sprazzi coglie il suo quinto successo consecutivo a spese di un Fotoamatore Firenze bravo a tenere per ampi tratti viva la partita. Per coach Marco Savini le notizie liete arrivano soprattutto da Silvia Sarni e Lia Valerio che hanno dimostrato di aver smaltito i problemi delle ultime settimane. La squadra iblea è in testa alla classifica insieme con la TermoCarispe.


Rugby, il Padua trionfa

Il Padua Rugby Ragusa con 6 mete ha superato l’ostacolo Misterbianco. La partita giocata in trasferta è stata vinta dai ragusani per 36 a 0. In evidenza Antonio Modica che ha sbloccato il risultato al 12′ con una meta ed una realizzazione. Altra meta al 25′ con Damiano Ortolano. Al 35′ è Gabriele Calamaro a schiacciare in meta. Al 56′ tocca a Peppe Iacono inanellare la quarta meta che vale il bonus. E infine, al 61′, giochi chiusi con Giovanni Tumino e al 63′ con Giovanni Gurrieri. Negli spogliatoi soddisfazione per il Padua Rugby. “Abbiamo vinto e questo era fondamentale – ha dichiarato coach Gurrieri -, ma non abbiamo brillato. Per fortuna quest’anno riusciamo a concretizzare le occasioni che ci capitano. Anche questo è comunque un segno di crescita”. Domenica prossima derby ragusano all’Aldo Campo di Ragusa fra il Padua e l’Audax.


Audax Clan Rugby: un’altra vittoria dopo il derby

Non conosce ostacoli la marcia del Rugby Audax Clan nel campionato federale Under 14 di Rugby. I ragusani dopo la netta vittoria del derby, Padua battuto 48 a 0, hanno espugnato anche il campo di Caltanissetta, battendo la locale formazione della Nissa Rugby con il punteggio finale di 73 a 7. Alla fine saranno ben 11 le mete segnate dal Clan.

ALL’ADIM DI AUGUSTA LA SIR E’ PROTAGONISTA

Gli atleti della Sir Ragusa protagonisti alla Adim di Augusta. Giorgia Fichera su Isabella si è classificata prima nella cat. B60, mentre Emanuele Belfiore su Fientje van de Klimop ha vinto la cat. B80. Gaetano Belfiore su Kinder si è classificato V nella cat. BP110, mentre Luisa Malfitano su M Latina ha vinto la cat. B100. Giovanni Fisichella è arrivato II nella cat. C130 in sella a Zagaziz. Nelle prove di domenica Gaetano Belfiore si è classificato III nella BP110, Luisa Malfitano prima nella categoria B110, Federica Fichera terza in sella a Lombardo nelle cat. C115 a tempo, con prova su percorso netto portata splendidamente a termine.

Incidente stradale sulla statale 115

Prognosi riservata per il conducente di una Suzuki R600, B.A., 21 anni di Santa Croce Camerina. Il giovane, per motivi ancora da accertare da parte della Polstrada di Ragusa, stava procedendo da Ragusa verso Modica, lungo la statale 115, quando, al kilometro 326+300 è rimasto coinvolto nel sinistro.

SANITA’ A SCICLI E COMISO: AMMATUNA CONTRO RUSSO

“Stiamo assistendo al tentativo chiaro di trasformare i nosocomi di Scicli e Comiso in strutture adibite soltanto alla lungodegenza, senza reparti per acuti”. L’on. Roberto Ammatuna del Pd in una nota inviata alla stampa lamenta quanto sta accadendo nella sanità sciclitana e comisana. “L’ordine di servizio del 118, sollecitato dal direttore generale dell’Asp 7 di Ragusa Ettore Gilotta, secondo il quale le ambulanze del 118 dirigeranno verso gli ospedali di Modica, Ragusa e Vittoria le emergenze di Scicli e Comiso è la prova provata della volontà di declassare questi ultimi nosocomi”. Ammatuna ci va giù duro con il governo regionale e con l’assessore Russo in particolare. “Questi sono i risultati di una politica sanitaria che sopravvive mettendo in atto singoli interventi, senza avere nessuna visione di assieme del problema. Sono i risultati decisi dall’Assessore regionale alla Salute Massimo Russo e messi in pratica dai suoi fedeli esecutori: il direttore del servizio Seus 118 e il direttore generale dell’Asp Ettore Gilotta”. L’on. Ammatuna rende chiara la sua idea in proposito: “avevo avanzato una dettagliata proposta di razionalizzazione del sistema delle emergenze/urgenze in provincia di Ragusa alla quale non è stato dato seguito. Anzi, si continua a procedere in controtendenza, in spregio ai suggerimenti provenienti dal territorio ed a quelli che promanano dal semplice buon senso. Che senso ha mantenere operativi i due pronto soccorso di Scicli e Modica quando anche le emergenze semplici saranno ricondotte a Ragusa, Modica e Vittoria?”, conclude l’on. Roberto Ammatuna del Partito Democratico.

INCIDENTE STRADALE SULLA PROVINCIALE 17

Incidente stradale al kilometro 0+700 della sp 17. Una Bmw X5 per motivi da accertare da parte della Polstrada alle 2,40 di domenica mentre viaggiava da Scoglitti a Vittoria ha danneggiato un palo di sostegno dei fili dell’energia elettrica. Nessun giorno di prognosi per il conducente.

ACATE, INCENDIO IN UN MAGAZZINO

Sabato alle 18.13 la squadra operativa del distaccamento Vigilfuoco di Vittoria è intervenuta ad Acate per un incendio che interessava un deposito di attrezzi agricoli in c.da. Piano Torre. All’interno del deposito vi erano masserizie di vario genere, ma anche alcune bombole di Gpl, una delle quali è esplosa. Personale Vigilfuoco ha avviato le operazioni di spegnimento, dell’incendio concludendo le operazioni alle 20.30. Sul posto anche i Carabinieri.

Scroll To Top
Descargar musica