17-01-2018

Rapina alla Monte Paschi di Siena Condannato il terzo complice

E’ finito con la condanna a sette anni e sei mesi di reclusione il processo col rito ordinario nei confronti del presunto terzo rapinatore della filiale del Monte dei Paschi di Siena di piazza Italia. Si tratta del vittoriese Giuseppe Avila, 27 anni, difeso dall’avvocato Alessandro Agnello. Il Tribunale collegiale di Ragusa, dopo la camera di consiglio, è andato oltre le richieste del pm Marco Rota, ritenendo prevalenti le aggravanti della recidiva. Il rappresentante dell’accusa aveva chiesto la condanna del giovane, arrestato nel dicembre scorso in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il Tribunale Claudio Maggioni su richiesta del pm Monica Monego, alla pena di 4 anni ed 8 mesi di reclusione. Per l’assoluzione si è pronunciato l’avvocato Agnello. Il legale ha già preannunciato che presenterà appello.

Il Consiglio approva un ordine del giorno per l’ambiente

l consiglio comunale di Ragusa il 13 ottobre scorso ha approvato all’unanimità dei presenti (opposizione e maggioranza) l’ordine del giorno presentato dai consiglieri del Pd Antonino Barrera e Giorgio Massari, senza apportare alcuna modifica. Il documento impegna il consiglio ad attivarsi a difesa dell’ambiente, del paesaggio, e delle risorse naturali di Ragusa.

Nuovo presidente al Kiwanis Club di Comiso

Il Kiwanis Club di ha un nuovo presidente. E’ Giovanni Grasso. La cerimonia del “Passaggio della Campana” si è tenuta sabato sera presso i locali di Villa San Bartolo Resort. Presente alla cerimonia Italo Giugno, governatore della divisione Sicilia 5. La serata è stata animata dai musicisti Giovanni Di Martino e Davide Purpura.

Per il Padua l’ostacolo Cus Al Selvaggio di Ragusa il big match della seconda giornata

Domenica a Ragusa, per la seconda giornata del campionato di serie C di rugby, sarà di scena il Cus Catania. Un incontro che si preannuncia, come tutti quelli che vedono protagonisti il Padua e il Cus, combattuto ed equilibrato. In casa iblea c’è euforia per quanto fatto vedere domenica scorsa al Goretti con una netta vittoria, contro il Catania 2009. Peppe Gurrieri, allenatore del Padua Rugby: “Domenica affronteremo una delle candidate alla vittoria del campionato. Noi, com’è nostra abitudine, giocheremo per vincere. Siamo ad inizio campionato e per questo non posso chiedere ai miei uomini la continuità e il volume di gioco che vorrei, ma il modo in cui hanno giocato contro il Catania del professore Trovato mi fa ben sperare per il prosieguo della stagione”.

Conferenza sulla Fisica del karate

La Fisica del Karate è il tema della conferenza promossa dal liceo scientifico di Ragusa “E. Fermi” in collaborazione con il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania nell’ambito della XXI settimana della Cultura scientifica e tecnologica. L’iniziativa si terrà nel capoluogo giovedì 20 ottobre alle ore 17.00, presso l’auditorium della sede centrale del liceo Fermi. La conferenza che verrà trasmessa in tempo reale, tramite webcam, al Dipartimento di Fisica di Catania, ha lo scopo, da un lato, di presentare l’attività di ricerca didattica innovativa che coinvolge alcune scuole della provincia di Ragusa e che ha avuto diversi riconoscimenti nazionali e internazionali, e dall’altro, di divulgare le leggi della fisica che fanno parte della nostra vita quotidiana. Relatore sarà il prof. Gianino, docente di matematica e fisica, coadiuvato dall’istruttore di Karate, Tonino Giannì.

Il Partito Repubblicano per un’intesa con il centrodestra per le provinciali

Il segretaro del Pri Gino Calvo scrive: “Il partito, dopo un confronto a livello provinciale e dopo un’analisi sviluppata in sede centrale a Roma, sta già lavorando ad una serie di ipotesi di lavoro in vista delle amministrative e delle provinciali del 2012. Si parte dalla stesura dei programmi da condividere assieme alle altre forze politiche. Ci sono già due importanti idee in campo. La prima direttrice riguarda la capacità di razionalizzare le spese da parte dei Comuni. Un’ipotesi da percorrere è quella di unificare i servizi e le spese tra differenti Comuni in modo da lavorare assieme e creare economia di scala. L’altro aspetto su cui si deve assolutamente puntare, – scrive Gino Calvo è quello relativo al potenziamento della progettazione per l’uso di fondi europei. Bene ha dunque fatto l’on. Nino Minardo a lanciare la classica pietra nello stagno e a chiamare a raccolta tutti quelli che intendono condividere un progetto e un percorso comune. Noi Repubblicani abbiamo idee ben chiare su come gestire i Comuni, quasi in un’ottica manageriale, e come rilanciare le politiche comunitarie. Troviamo pertanto corretta – scrive Gino Calvo – la necessità di discutere insieme e di attivarsi per il futuro di questa provincia”.

Tassa di soggiorno, Dibennardo: “Lo dice la Finanziaria, in Sicilia non potrà essere applicata”

“Comunque vada, la tassa di soggiorno, in Sicilia, non potrà essere applicata prima del primo luglio 2012. Il bailamme sollevato in queste ultime settimane, dunque, perde di qualsiasi efficacia. Si pensi, piuttosto, a valutare con attenzione quali interventi porre in essere per migliorare la resa turistica del nostro territorio”. Il presidente di Confturismo-Federalberghi Ragusa, Rosario Dibennardo, riporta quanto affermato dall’assessore regionale al Turismo, Daniele Tranchida, in queste ultime ore, dopo che lo stesso esponente dell’esecutivo siciliano ha illustrato una norma contenuta nella Finanziaria. “Qualsiasi applicazione prima di quella data – continua Dibennardo – sarebbe da ritenere illegittima, per cui il no da noi ribadito negli ultimi giorni, a proposito dell’adozione della suddetta tassa, assume ancora maggiore vigore”. Questo tipo di rapporto, infatti, va negoziato, limitatamente alle Regioni a statuto speciale, come la Sicilia, dall’apposito tavolo Stato-Regioni. “Chiediamo, comunque, ai Comuni che hanno intenzione di applicare la tassa in questione – prosegue Dibennardo – di avviare una concertazione con le associazioni di categoria. Noi di Confturismo-Federalberghi, siamo disponibili a spiegare le ragioni della nostra opposizione”.

Santa Croce Camerina Incontro Sel-Pd

Iniziano i contatti ed i movimenti in vista del voto amministrativo. La sinistra cerca di compattarsi e, infatti, l’incontro tra Sel e Partito democratico è stato positivo. Si legge in un comunicato di Sel: “Gli organi direttivi dei due partiti si sono trovati concordi sulla necessità di puntare su un centro-sinistra unito e aperto alla città senza che tale apertura snaturi quelli che sono i valori condivisi della sinistra. Preso atto della comunione di intenti, Sel esce soddisfatta dal primo incontro politico che pone le basi per future alleanze e battaglie politi- che condivise”.

IBLA BUSKERS, DOMENICA OMAGGIO A LUCA PIAZZESE

La grande forza e l’incredibile richiamo di un festival che, nonostante le intemperie, continua a fare storia e ad attirare gente. Il pubblico non si fa certo intimidire dalla pioggia che ha bagnato il quartiere barocco, rendendolo forse ancora più suggestivo ed affascinante. Domenica la manifestazione si concluderà con le esibizioni dalle ore 18 in poi e con il Gran Galà in piazza Duomo a partire dalle 21,30. Tutti gli artisti presenteranno i migliori cinque minuti del loro repertorio. Il galà sarà aperto, come ormai consuetudine, da un video che racchiude le varie giornate del festival, con immagini girate e montate a tempo di record. Ma prima Ibla Buskers omaggerà il giovane Luca Piazzese, uno dei giocolieri di Ragusa che aveva iniziato ad avvicinarsi all’arte di strada proprio 17 anni fa, quando la prima edizione di Ibla Buskers spinse alcuni giovani della città ad intraprendere un percorso artistico. Sarà ricordato con un video realizzato da Vincenzo Cascone di Extempora. “Luca era uno di noi – spiegano dall’associazione Edrisi -. Valido collaboratore storico del festival, artista maturo, animatore culturale a pieno titolo in questa terra a volte arida e superficiale, un carissimo amico che da quest’anno non c’è più. Lo ricordiamo con affetto, rimpianto e grande tristezza”.

AFFAIRE SABBIA, NON CI SARANNO PRELIEVI DAI NOSTRI FONDALI


Right-click or ctrl-click this link to downloadLa società Arenaria ha inviato una memoria difensiva alla Procura di Ragusa e alla Finanza rinunciando in via definitiva alla concessione demaniale. L’istanza presentata nel 2010 dalla società emiliana era finalizzata ad ottenere l’autorizzazione ad estrarre sabbia e ghiaia dai fondali iblei su tre aree estese 216 chilometri. La motivazione della richiesta era il ripascimento delle spiagge ragusane afflitte dall’erosione, ma immediatamente le associazioni ambientaliste si erano dette contrarie. Parere negativo era stato espresso anche dall’Arpa, dal Genio civile, dalla Soprintendenza del mare. Il Procuratore di Ragusa, Petralia, aveva aperto una inchiesta e dalle indagini si stava profilando un possibile danno ambientale. Oggi la rinuncia da parte della società.

Sel commenta la nuova Politica Agricola Comunitaria

“La Politica agricola comunitaria rappresenta il 45% del bilancio europeo stanziato per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, eppure per l’Italia nonostante presenti il valore aggiunto per addetto più basso degli altri Paesi europei e denota anche una perdita di competitività, si prefigura una ulteriore sforbiciata di circa il 7% degli aiuti diretti europei”. La notizia viene data da Enzo Cilia, responsabile agricoltura di Sel Sicilia. “In pratica – dice Cilia – verranno meno 287 milioni di euro dai 4,13 miliardi del 2013 ai 3,84 del 2020. L’agricoltura nel nostro Paese non è considerata storicamente come un comparto strategico dell’economia, mentre negli altri Paesi europei il comparto agricolo viene coccolato e difeso. Oltre a diminuire le risorse cambierà anche il parametro valido per tutti i Paesi europei per calcolare gli aiuti alle aziende che verranno dati non più sulla produzione storica ma per ettaro, aiuti che andranno da 150.000 ad un massimo di 300 mila euro – continua Cilia -, praticamente non si terrà più conto della diversità e della qualità della produzione. Per non parlare dell’altra importante novità introdotta nella proposta di Pac, cioè di riservare il 30% degli aiuti solo alle aziende che attuano pratiche ecologiche, il cosiddetto greening sul quale noi siamo assolutamente d’accordo, naturalmente mettendo le aziende – dice ancora il rappresentante di Sinistra Ecologia e Libertà, Cilia – nelle condizioni di avviare una riqualificazione delle loro strutture e delle loro modalità di coltivazione. Fino a quando l’agricoltura non sarà pensata come un settore strategico dal governo nazionale, non ci sarà via di uscita, perché non si metterà mai mano alla riforma della burocrazia, a provvedimenti per aumentare il potere di contrattazione nei confronti della grande distribuzione come la fissazione di prezzi minimi e tempi decenti, alla riduzione degli oneri sociali e fiscali e all’accesso al credito”, conclude Enzo Cilia, responsabile Agricoltura di Sel.

Le mille e una città.Teatro sociale a Modica

Sabato 29 e domenica 30 ottobre alle ore 19.00 per le vie e i vicoli del quartiere Catena, a Modica, si svolgerà lo spettacolo itinerante “Le mille e una città”, a cura della Compagnia del Piccolo Teatro. Lo spettacolo, inserito all’interno del Chocobarocco 2011, ha una valenza sociale-culturale, perché frutto di un laboratorio avviato dalla Compagnia con il sostegno della Caritas diocesana e rivolto ai bambini del cantiere educativo “Crisci ranni”. Nel corso del laboratorio i piccoli attori, sotto la guida di Mimmo Spadaro, hanno realizzato la scenografia dello spettacolo e ideato una fiaba. Lo spettacolo ha valenza artistica perché “Le mille e una città” è liberamente ispirato al libro “Le città invisibili” di Calvino. Gli attori alternano brani di prosa e poesia, guidando un immaginario viaggiatore attraverso la memoria dei luoghi.

Sei atleti iblei alla “100 km du Senegal”

Inizia l’avventura. Con una gara a tappe che ricalca nella parte sportiva la collaudata formula utilizzata nella 100 km del Sahara e della 100 km “Of Namib Desert”. E’ la “100 km du Senegal” che vedrà ai nastri di partenza anche una pattuglia di sei atleti iblei sotto le insegne del team “Ragusa Eventi”. Già dallo scorso mese di luglio, il capitano Batù Russo assieme a Carmelo Spata, Livio Intorrella, Rina Brugaletta, Antonio Zisa e Maurizio Digiacomo si allenano con grande intensità per presentarsi al massimo della forma al via di una gara estrema con la partecipazione di sportivi provenienti da ogni parte del mondo. Cento chilometri in quattro prove tra cui la più lunga sarà una maratona di quarantadue chilometri. La prima tappa di 13 km sarà ambientata tra le dune di sabbia di Lompoul compreso il bagnasciuga della spiaggia atlantica.

Lotta al riciclaggio ed all’evasione fiscale

Le segnalazioni per operazioni sospette, il ruolo delle banche nella lotta al riciclaggio e all’evasione fiscale. Questo il tema di una riflessione del colonnello Francesco Fallica, comandante provinciale della Guardia di Finanza secondo cui, in questa direzione, il legislatore ha fornito agli operatori nuovi strumenti giuridici e, soprattutto, la consapevolezza che la lotta all’evasione fiscale è diventata la lotta di tutti e non più solo del ministro dell’Economia, dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza. “Ritengo che lo strumento più forte per la lotta all’evasione fiscale sia rappresentato dalle sinergie con il sistema bancario in generale sostiene il comandante della GdF – e dalle segnalazioni per operazioni sospette (Sos), in particolare. Le segnalazioni devono essere inviate dalle banche e dai professionisti alla Uif – Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia – ogni qualvolta sanno o sospettano o hanno motivi ragionevoli per sospettare che venga compiuta o tentata una operazione di riciclaggio”. La mancata segnalazione comporta una sanzione per la banca inadempiente nonché per il direttore dell’agenzia e del cassiere responsabile con delle pene pecuniarie in relazione al valore dell’operazione. Nel suo ultimo bollettino semestrale l’Uif ha reso noto che le segnalazioni per operazione sospette di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo sono in continuo aumento. “La segnalazione sospetta delle banche – dichiara Fallica -, quindi, è utile, non solo a combattere il riciclaggio e la criminalità organizzata, ma anche a fornire documenti fondamentali per la lotta all’evasione fiscale”. La provincia di Ragusa nell’ultimo semestre (1 gennaio-30 giugno 2011) ha prodotto ben 82 segnalazioni sospette. Il trend di crescita della provincia è significativo: dalle 32 segnalazioni del primo semestre 2010 siamo passati alle 62 del secondo semestre 2010 per approdare, come già detto, alle 82 del primo semestre 2011. In un anno, le segnalazioni per operazioni sospette provenienti dagli intermediari finanziari sono quasi triplicate. Per il colonnello Fallica è innegabile che gli intermediari finanziari della provincia, soprattutto le banche, abbiano prodotto uno sforzo non indifferente.

Ragusa, condannato tunisino che aveva tentato di rubare in un appartamento

Condannato ad un anno e sei mesi di reclusione il tunisino finito in cella nel maggio scorso con l’accusa di concorso in tentato furto pluriaggravato in abitazione e di ciclomotore, nonché di resistenza a pubblico ufficiale per avere lanciato pietre contro gli agenti di polizia. Si tratta di Hamadi Hamil, 20 anni. Dopo la convalida il gup del Tribunale, Andrea Reale, ha disposto la scarcerazione del tunisino a cui ha imposto solo l’obbligo di firma alla Polizia giudiziaria a Santa Croce dove vive. Nel corso dell’istruttoria, è stato sentito il giovane che aveva allertato le Volanti della Polizia, M.G., di 34 anni. Il teste ha confermato di avere visto due malviventi, presumibilmente cittadini extracomunitari, mentre tentavano di introdursi nell’abitazione di sua nonna. Vistisi scoperti, si erano dati alla fuga. Gli agenti della volante individuavano i due stranieri davanti la stazione ferroviaria. Uno si dileguava, mentre l’altro, il tunisino finito sotto processo, allo scopo di sottrarsi all’arresto, prelevava delle pietre dai binari e le lanciava in direzione degli agenti che poco dopo lo hanno fermato.

La Cna attiva il centro d’accesso telematico per le imprese

Un centro d’accesso telematico. L’unico con queste caratteristiche, finanziato dalla Regione, in provincia di Ragusa. E’ attivo nella sede Cna di via Psaumida, nel capoluogo ibleo, dove, già da lunedì scorso, imprenditori e loro dipendenti stanno partecipando ad una sessione di addestramento condotta da istruttori regionali. I cinque moduli formativi da quattro ore vedono impegnate, complessivamente, un centinaio di persone. Il centro di accesso Capsda, una specie di palestra di educazione telematica, resterà sempre a disposizione degli associati i quali avranno l’opportunità di usufruire di strumenti di supporto e di collegamenti telematici veloci. Il centro è dotato di un’area attrezzata nella quale sono collegate in rete, e connesse a internet mediante collegamento a banda larga, dieci postazioni di lavoro ed un armadio rack nel quale è alloggiato, oltre agli apparati di rete e sicurezza, un server funzionale alla gestione ordinaria del centro stesso. Il centro, inoltre, è dotato di periferiche di rete. La finalità che si intende perseguire è lo sviluppo di una cultura dell’informazione, rivolta in questo caso alle imprese, che consenta di innalzare il grado complessivo di alfabetizzazione informatica degli operatori imprenditoriali della provincia di Ragusa, contribuendo ad appianare le differenze tra chi possiede le competenze necessarie per il proficuo utilizzo delle tecnologie e chi, invece, ne è sprovvisto. Non a caso gli istruttori stanno illustrando l’utilizzo di tecniche specifiche dei vari sistemi operativi per innalzare il grado di competenza di ciascun operatore che ha aderito ai corsi. Punti periferici d’accesso sono altresì presenti nelle sedi Cna di Modica, Vittoria, Comiso, Scicli, Ispica e Pozzallo.

I Buskers incantano il barocco di Ibla

La festa è iniziata, gli artisti di strada sono tornati a Ibla per animare la splendida città barocca incantandone il pubblico. E’ partito Ibla Buskers 2011, l’atteso festival meticcio dal cuore siciliano che vedrà fino a domenica prossima, 16 ottobre, il susseguirsi delle esibizioni di straordinari artisti. Acrobati, giocolieri, musicisti, giullari, compagnie teatrali provenienti da più parti del mondo stanno già colorando con la loro presenza le strade, i vicoli, le piazze, le scalinate di Ragusa Ibla. La diciassettesima edizione porta con sé tante novità e sorprese per i visitatori. Tra queste la riscoperta della “città di mezzo”, il quartiere che unisce Ragusa Superiore a Ragusa Ibla. Da qui parte il viaggio tra lo spettacolo, la musica, la voglia di divertirsi. Scenario mozzafiato per quanti sono scesi a Ibla a piedi, partendo dalla chiesa di Santa Maria delle Scale. Grande festa in piazza Duomo dove si sono susseguiti il giocoliere Cristiano Nocera, il fachiro Nirname e, poi, ritmi esplosivi con la band spagnola La Pegatina che ha fatto ballare il pubblico tra mille sonorità. Spettacoli interessanti anche a piazza Pola con le irresistibili contorsioni di Peter Weyel, la musica della Banda Panika e gli acrobati Los Caneca. Tutti con il naso all’insù, in piazza Chiaramonte, per gli artisti del Cirque Branc e le evoluzioni aeree ai trapezi. Fittissimo anche il programma per sabato 15 ottobre con gli artisti che gireranno lungo le vie di Ibla facendo scoprire angoli suggestivi. Il consiglio per assistere al festival è quello di scendere a piedi. Ma per chi vuole, c’è anche il bus navetta che parte da piazza Libertà. Spettacoli a partire dalle 21 a Santa Maria delle Scale, Discesa Scale, Largo Cancelleria, Piazza Repubblica, Salita Mercato, Piazza Duomo, Piazza Pola, Piazza Chiaramonte.

Modica, bambino aggredito dal cane di famiglia

I morsi di cane al bambino di sette anni aggredito e ferito alla schiena in via Loreto a Modica Alta non sono di un randagio ma, bensì, del cane di famiglia. Il piccolo, oltre alle ferite, ha subìto un forte choc. E’ quanto accertato dalla Polizia Municipale che ha avviato gli accertamenti anche per un altro caso: l’aggressione di un cane su una donna finita al pronto soccorso.

Il comisano Stefano Scribano campione italiano amatori su Kit Tcr 70cc

Domenica 9 ottobre si è tenuta a Pomposa di Ferrara la prova conclusiva del trofeo Polini Italian Cup 2011 classe amatori su Kit Tcr 70cc. Si trattava del sesto appuntamento stagionale che ha concluso il campionato 2011. Il comisano Stefano Scribano del Team Cristofolini, a soli sedici anni, con due primi posti, si è laureato campione italiano con largo vantaggio sul secondo classificato. Scribano, alla sua prima esperienza, si è aggiudicato nella stagione 4 prove che, insieme a una serie impressionante di podi, gli hanno consentito di raggiungere quota 202 punti, dominando la graduatoria finale in una categoria estremamente combattuta.

L’Osservatorio delle infrastrutture scrive all’on. Nino Minardo

L’Osservatorio infrastrutture venerdì ha inviato un telegramma urgente all’unico deputato nazionale della provincia di Ragusa, l’on. Nino Minardo. La lettera lancia un appello al parlamentare affinchè “attivi il monitoraggio, con grande attenzione, di eventuali conseguenze di decisioni in merito alle nostre infrastrutture e si comporti di conseguenza nell’espressione del voto a cui oggi è chiamato. Le notizie arrivate in queste ultime ore di tagli da mannaia a carico dei Ministeri, oltre 7 miliardi ma, soprattutto, del “braccio di ferro” sui 6 miliardi di euro di risorse da sottrarre alla realizzazione di alcune grandi infrastrutture – scrive l’Osservatorio del Sud Est – ci induce a fare un urgente appello alla nostra deputazione nazionale in questa giornata cruciale per il governo”.

Scroll To Top
Descargar musica