16-01-2018

Ladro di biciclette arrestato a Modica

Allegato_1I Carabinieri hanno arrestato in esecuzione di ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Parma, Orazio Caruso, modicano di 44 anni. L’uomo nel 2010 aveva rubato diverse biciclette lasciate nei parchi della città di Verdi, ed i Carabinieri del posto lo avevano pizzicato. A seguito di condanna, la Procura parmense aveva spiccato l’ordinanza cui l’uomo si sottraeva da diversi mesi. L’impegno dei militari dell’Arma ha condotto a scovare l’uomo mentre sorbiva un caffè al bar. Al termine delle formalità è stato tradotto presso la casa circondariale di Ragusa dove sconterà 1 mese e 10 giorni.

Benedizione dello spadino per Sandra Burgio, la prima donna ragusana all’Accademia militare di Modena

P71225-003735_1Nella notte di Natale  nella chiesa San Giuseppe Artigiano si è celebrata la cerimonia di “benedizione dello spadino” dell’allievo ufficiale dell’Arma dei Carabinieri Sandra Burgio del 199° corso “Osare” dell’accademia militare di Modena. L’allevio Burgio, che ha già iniziato il suo primo anno di vita militare, ha per molto tempo frequentato  la parrocchia della chiesa San Giuseppe Artigiano di Ragusa. La celebrazione eucaristica per la messa di Natale, presieduta dai parroci Padre Salvatore Cannata e da Padre Salvatore Giaquinta, si è quindi conclusa con la benedizione dello “spadino”, simbolo di dignità del cadetto,  che indica l’impegno assunto con il suo nuovo status di vita militare.

Arrestato ragusano venticinquenne maniaco sessuale seriale

firrincieliLa Polizia ha tratto in arresto Sergio Firrincieli per aver compiuto atti sessuali (mastrurbazione) in presenza di minori degli anni 14, con l’aggravante di aver compiuto i fatti in orario notturno ed in luoghi isolati. Le indagini hanno avuto inizio ad agosto a seguito di una denuncia presentata da parte di alcune ragazze (le vittime dei comportamenti del maniaco sono state più di 15). Grazie alle vittime ed al lavoro degli investigatori della Squadra Mobile è stato possibile tracciare un primo identikit elaborato con l’ausilio della Polizia Scientifica. Già dalle prime descrizioni una donna in servizio alla sezione reati contro la persona aveva ipotizzato potesse essere lui in quanto in passato era stato denunciato per atti osceni. Per questi fatti il soggetto era stato colpito dall’avviso orale del Questore di Ragusa. Tra le prescrizioni non doveva commettere ulteriori reati e mantenere una condotta irreprensibile. Nonostante tutto due giorni fa veniva nuovamente denunciato da personale della Squadra Volanti in quanto aveva seguito due donne, in questo caso maggiorenni, al fine sempre di masturbarsi. Una volta individuato il maniaco seriale, è stato possibile far riconoscere il delinquente da oltre una decina di ragazze di ogni età. Il caso più grave è stato commesso ai danni di due minori di anni 14, pertanto la normativa ha permesso l’applicazione di una misura cautelare nei suoi confronti. In quella occasione il maniaco aveva “puntato” le due prede in pieno centro storico a Ragusa. Percorrendo Via Roma dopo una breve sosta in Piazza San Giovanni, Firrincieli ha seguito le due bambine fino a raggiungerle. Non appena si è accorto di essere osservato dalle minori si è messo in posizione tale da farle assistere al proprio atto di autoerotismo. La condotta criminale del Firrincieli è stata messa in atto decine di volte ed il modus operandi era sempre lo stesso: frequentare luoghi di ritrovo di giovanissimi, puntare due o più ragazze molto giovani, seguirle fino a quando le vittime si trovavano in luoghi meno affollati, abbassare i pantaloni e iniziare la masturbazione al fine di fare assistere le vittime. In alcuni casi il Firrincieli, per non far scappare le vittime, le ha costrette con forza all’interno di veicoli a loro in uso, proprio ai danni di tre ragazzine che si erano rifugiate all’interno di una minicar. In un’altra occasione, all’interno di un fast food si sedeva di fronte ad alcune bambine intente a mangiare un panino e si masturbava fissandole. Nonostante la giovane età il Firrincieli ha raggiunto elevati livelli di perversione che potevano mettere in pericoli ancora più gravi le potenziali vittime. Le indagini sono durate alcuni mesi fino a quando sono state raccolte tutte le fonti di prova a carico dell’indagato. Le vittime hanno riconosciuto il pervertito senza alcun ombra di dubbio. Non appena condotto negli uffici della Squadra Mobile l’indagato ha ammesso le proprie responsabilità: “credo di dovermi fare assistere da un medico perché sento di avere qualche problema”. Il soggetto è stato poi fotosegnalato dalla Polizia Scientifica e sottoposto agli arresti domiciliari da parte degli investigatori della Squadra Mobile.

Trattamento rifiuti pericolosi a Scicli

Articolo_Uno_Movimento_Democratico_e_Progressista.svgRiceviamo e pubblichiamo: “Il movimento Articolo Uno Mdp  di Scicli fin dalla sua nascita è impegnato nel contrasto alla realizzazione dell’impianto ACIF per il trattamento di rifiuti pericolosi in contrada Cuturi, anche attraverso la partecipazione di suoi esponenti nel Comitato Salute e Ambiente, di cui condivide le meritorie iniziative a tutela della città. In questo contesto si inquadra l’interrogazione di tre suoi deputati nazionali, tra cui Claudio Fava, che continuerà l’azione, per altri aspetti, all’Assemblea Regionale Siciliana, ove è stato di recente eletto. Riprendendo tematiche più volte sollevate dal Comitato Salute e Ambiente, i tre parlamentari di Art. 1 hanno chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico di verificare la certificazione di conformità urbanistica che la ditta dovrebbe aver presentato per ottenere il finanziamento, stante il fatto che tale conformità era stata negata con ampia motivazione dall’ Ufficio Tecnico Comunale; hanno poi chiesto al Ministero dell’Interno le ragioni delle scelte – o delle non scelte –  della Commissione Straordinaria, che hanno obiettivamente favorito l’approvazione in variante al PRG da parte dell’Assessorato Regionale all’Energia dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) del costruendo impianto per la lavorazione di 200.000 tonnellate annue di rifiuti, di cui 115.000 pericolosi, in una zona che il Comune di Scicli ha dichiarato “di particolare valenza ambientale e paesaggistica”. Si ritiene dunque che il Comune di Scicli sarà interpellato per i dovuti chiarimenti. Ci auguriamo che la risposta sia chiara e completa, senza reticenze e adeguatamente documentata. In tal modo si contribuirà da un lato a fare un po’ di luce sulle oscure vicende che ci hanno colpito; e dall’altro a sostanziare l’azione di contrasto alla realizzazione dell’impianto, che comprometterebbe lo sviluppo economico naturale del nostro territorio e della nostra gente, chiaramente indirizzati verso l’agricoltura di qualità e il turismo, come peraltro sancito dal nostro PRG. Non a caso in tutte le nostre zone agricole sono esplicitamente vietate le attività “riconducibili al D.Legs. 152/2006”, come quelle dell’impianto ACIF. Sia chiaro: le iniziative imprenditoriali, ivi comprese – con le dovute garanzie – quelle relative al trattamento dei rifiuti, sono necessarie e utili. Ma vanno ubicate nelle aree appositamente indicate dagli strumenti urbanistici, aree di solito anche attrezzate dal punto di vista logistico e viario. Altrimenti lasceremmo a singoli privati – e ai loro particolari interessi – la decisione in merito all’uso delle nostre città e del nostro territorio”. Firmato Coordinamento Art Uno Mdp  di Scicli

Ragusa, progetto della metroferrovia

metropolitana superficie ragusaIeri pomeriggio a Roma il sindaco Federico Piccitto, presso la Sala verde di Palazzo Chigi, ha firmato la convenzione dell’atto legato alla realizzazione a Ragusa del progetto della metropolitana di superficie. Tale accordo  sottoscritto con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, rappresentata dal Segretario generale Paolo Aquilanti, regolerà i rapporti  tra le parti per ciò che concerne l’erogazione in favore del Comune del finanziamento di 18 milioni di euro delle risorse previste per il programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane. Il Comune  di Ragusa ha infatti  partecipato al  bando approvato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 maggio 2016 presentando il progetto di realizzazione della metropolitana di superficie che è stato ammesso a finanziamento. Sempre in riferimento al progetto della metroferrovia a Ragusa il primo cittadino nel pomeriggio di oggi a Roma si è incontrato con l’ing. Maurizio Gentile della Rfi, società che è coinvolta nella progettazione e realizzazione dell’opera pubblica per quanto concerne gli interventi sulla linea ferrata.

23 DICEMBRE A RAGUSA “GRAN GALÀ DELL’OPERA”

Gran GalàSabato alle ore 20.30 sette artisti di fama internazionale sul palco del Teatro Don Bosco per una grande serata all’insegna della musica di eccellenza, organizzata dall’Associazione Musicale Melodica, in collaborazione con l’Associazione Culturale Italian Opera Live. Ad esibirsi il soprano ragusano Silvia Di Falco, reduce dal successo riscosso nelle tournée in Macedonia, Kosovo e Usa; Angelo Villari, il tenore dalla ricca carriera internazionale, impegnato nei ruoli principali delle più famose opere liriche presso importanti teatri, come il Teatro dell’Opera di Roma, il Regio di Parma ed il teatro Massimo di Palermo; il soprano Elisabetta Zizzo, protagonista per il secondo anno consecutivo del Festival Pucciniano di Torre del Lago. Ed ancora, i tenori Davide Benigno e Andrea Casablanca e il soprano Veronica Cardullo, protagonisti assoluti della famosa Kermesse musicale “Italian Opera Taormina”. Gli artisti saranno accompagnati al pianoforte dal maestro Antonio Gennaro. In programma arie e duetti tratti da “La Traviata” di Verdi, da “Elisir d’amore” di Donizetti, da “Il barbiere di Siviglia” di Rossini, da “Madama Butterfly”, “La Boheme” e “Tosca” di Giacomo Puccini. Lo spettacolo è un fuori programma della stagione concertistica internazionale “Melodica”. Info e prenotazioni presso Libreria Ubik sita in Via Plebiscito 5 – Ragusa Tel. 0932258423 / 3472313605; Associazione Melodica 3334326158- www.melodicaweb.it; Italian Opera Live 3406426230 –  www.italianoperalive.com

ASPETTANDO IL NATALE

IMG-20171219-WA0007La scuola dell’infanzia Albertine Adrienne Necker, di Via Teocrito a Ragusa, svolgerà un suo presepe vivente il 20, 21 e 22 dicembre. Mercoledì 20 alle ore 10 ci sarà l’inaugurazione alla presenza degli amministratori locali. Il presepe vivente della Necker potrà essere visitato mercoledì 20  venerdì 22 dalle 10 alle 11,30 e giovedì 21 dicembre dalle 16,30 alle 18.

Ragusa, aiutiamo a ritrovare due corso

IMG-20171215-WA0008 (1)In contrada Puntarazzi a Ragusa si sono persi due cani corso, Luna e Artù di 16 mesi. Chi avesse notizie dei due cani è pregato di contattare il dottor Criscione, tel. 338 7501250.

Appicca il fuoco a pompa di benzina vicino l’Ospedale di Vittoria, un video lo incastra

10Poteva avere conseguenze inimmaginabili e gravissime l’atto incendiario di un vittoriese di 40 anni con svariati pregiudizi di Polizia che la notte scorsa, per futili motivi, ha appiccato le fiamme alla colonnina di un distributore di carburanti sito nell’immediata periferia cittadina. L’allarme è stato dato al Commissariato di Polizia di Vittoria dai Vigili del Fuoco intervenuti presso una grande stazione di servizio sita in via Cavalieri di Vittorio Veneto, all’uscita della città per Comiso, in linea d’aria a 50 metri dall’ala nuova dell’Ospedale Guzzardi. Le pattuglie di Polizia si sono recate immediatamente sul posto e con l’ausilio del personale della “scientifica” hanno estrapolato e visionato le immagini registrate dall’impianto interno di videosorveglianza. Raccapriccianti le scene registrate all’una circa della notte. Un uomo proveniente dalla campagna scavalca il muro di recinzione, si avvicina all’accettatore di banconote per il funzionamento automatico delle pompe di benzina, introduce una banconota, seleziona la pompa da utilizzare, si avvia verso di essa, estrae la pistola ed “irrora” l’area circostante con la benzina, poi si allontana ed estrae un accendino dalla tasca ed appicca il fuoco. Il lampo è violentissimo e tutto brucia, lui si allontana di corsa. Le fiamme consumano il combustibile sparso a terra, si vedono alcuni ragazzi che si avvicinano ed evidentemente chiamano i Vigili del Fuoco che arrivano poco dopo e domano l’incendio. Si è andati molto vicini alla tragedia, i cinque piani dell’Ospedale nuovo sono lì a poche decine di metri, di fronte insiste una zona residenziale ad altissima densità abitativa e gli ettolitri di carburanti nelle cisterne sotterranee sono tantissimi. La Polizia avvia le indagini. La qualità delle immagini è scadente ma alcuni particolari non sfuggono agli Agenti, quelli che la sera prima erano stati chiamati ad intervenire proprio in quell’area di servizio a richiesta del gestore che continuava ad avere problemi con un cliente. L’uomo che appicca le fiamme è proprio quello della discussione della sera prima. I poliziotti riescono ad individuarlo, identificarlo e rintracciarlo. Lo trovano a casa dove ad aprire è la moglie, lui è a letto ancora annebbiato dai fumi dell’alcool. Gli Agenti perquisiscono la casa e trovano nella lavatrice gli indumenti corrispondenti a quelli indossati dal piromane nelle immagini viste poco prime, puzzano di benzina, e fuori casa, in un locale di servizio rinvengono anche il giubbotto. L’uomo appare collaborativo, dice di volere raccontare la storia, si assume le proprie responsabilità, dice di essersi pentito. La sera prima era andato alla stazione di servizio per reclamare col gestore la circostanza che il giorno prima aveva cercato di rifornirsi al distributore di sigarette attiguo al bar; aveva inserito la somma di 4,30 euro ma non aveva ricevuto il prodotto. Il gestore mostrandogli lo scontrino che gli era stato emesso per la mancata erogazione, che segnava la somma di 2,30 euro si mostrava disposto a restituirgli quella minore somma, sostenendo che la macchinetta non si sbaglia. L’incendiario non voleva sentire ragioni e pretendeva 4,30 euro. Per quel motivo erano giunti alle mani ed era stato richiesto l’intervento della Volante per sedare gli animi, cosa che sembrava essere riuscita. Invece l’uomo, per due euro di differenza, ha raccontato di avere serbato un profondo rancore, di essere tornato a casa ad ingollarsi di alcolici ed in preda ai fumi dell’alcol, in piena notte di essere uscito per compiere il misfatto. Dopo avere introdotto una banconota da 20 euro alla macchinetta ha iniziato a versare il carburante, anche se è “sicuro di non avere consumato tutti i 20 euro” e dopo ha appiccato il fuoco, rischiando di rimanere bruciato dato che le fiamme gli avevano lambito un piede. Poi il rapido ritorno a casa ed il tentativo di cancellare le prove inserendo in lavatrice gli indumenti e gettando prima dell’arrivo a casa il giaccone. G. A. è stato fotosegnalato dalla polizia Scientifica e denunciato all’Autorità Giudiziaria del capoluogo per incendio aggravato poiché applicato ad un deposito di materiale infiammabile o esplodente.

Trovata a Modica la grotta della droga

Allegato_1I Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato nel pomeriggio di ieri un modicano di 53 anni, Francesco Puma, gravato da precedenti, per coltivazione di stupefacenti. L’operazione dei militari dell’Arma nel quartiere Catena di Modica era volta ad approfondire uno strano movimento legato all’uomo. Ed il blitz ha condotto i Carabinieri a scoprire, vicino  all’abitazione dell’uomo, una grotta dove erano coltivate circa 30 piante di canapa indiana arrivate già all’altezza di oltre un metro e mezzo. Inoltre erano già presenti infiorescenze. I militari hanno estirpato e sequestrato la droga e posto in sequestro l’aggrottato che l’uomo aveva attrezzato con veli di carta riflettente e concimato con prodotti specifici per far germogliare lo stupefacente destinato al mercato modicano. L’uomo è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

MODICA, DENUNCIATO PER FURTO IL CUSTODE DI UNA VILLA

sedieLa Polizia ha scoperto l’identità dell’autore di un furto, perpetrato alcuni giorni fa in una villa situata nella periferia di Modica. Si tratta di un modicano di 60 anni,  già noto alle Forze dell’Ordine per i suoi pregiudizi di polizia  per reati contro il patrimonio e la persona, da qualche tempo ospite presso una casa famiglia a causa del suo stato di indigenza. L’uomo, che era riuscito a carpire  la fiducia di  una anziana vedova proprietaria di una villetta ubicata nella periferia di Modica, si era proposto di accudirle la casa ed il giardino nei periodi in cui la stessa si assentava per  i controlli medici, che di frequente effettuava nel nord Italia a causa della sua malattia. Pochi giorni fa, al rientro dal suo ultimo viaggio, l’anziana si accorgeva che dal garage della propria abitazione mancavano due sedie e due poltroncine da giardino in ferro battuto, oltre ad attrezzi di giardinaggio ed un mezzo busto in pietra calcarea modicana, a cui l’anziana era particolarmente legata in quanto raffigurante il volto del proprio nipote. L’attività d’indagine svolta dagli uomini del Commissariato, a poche ore dalla denuncia di furto sporta dall’anziana, consentiva di individuare il ladro ed il soggetto che aveva acquistato per 110 euro gli oggetti rubati e di cui ne sconosceva la provenienza furtiva.

Sorpreso a Ragusa in flagranza mentre spacciava a minore

 

SPINA GABRIELEI Carabinieri ieri sera hanno arrestato Gabriele Spina, 18 anni, con diversi precedenti specifici per spaccio di droga. Il giovane aveva appena ceduto ad un minorenne 2 grammi di marijuana. Spina è stato posto agli arresti domiciliari.

OPENING DAY GRUPPO CONSULTING A RAGUSA

gruppo consultingDomenica 17 dicembre si festeggia l’inaugurazione della nuova sede del Gruppo Consulting in via Monsignor Iacono n. 20 a Ragusa. Alle ore 10,30 è previsto un laboratorio con dimostrazioni pratiche “Grani antichi e panbrioches”: il Maestro Panettiere Gianni Distefano guiderà il pubblico tra le farine di grani antichi e svelerà i segreti del panbrioche. Alle ore 16,00 laboratorio con dimostrazioni pratiche “La fabbrica del cioccolato”: il Maestro Pasticcere Emanuele Massari spiegherà come realizzare da soli a casa, in pochi semplicissimi passi, gustosi cioccolatini. Alle ore 18,00 inaugurazione e gran festa. Gli eventi sono a partecipazione gratuita e chi è interessato ad uno o ad entrambi i laboratori può prenotare il posto in sala telefonando al numero 334.8947709.

CONVEGNO AVIS A RAGUSA

avisL’Avis Provinciale di Ragusa continua nella promozione di iniziative di informazione  e di formazione fondate sul significato e sul valore del dono, del volontariato, della gratuità, della responsabilità e dell’anonimato. In questo senso, con il supporto dell’U.S.T.di Rg e di Avis Regionale Sicilia, organizza un Convegno su “I decreti legislativi attuativi della L. 107/2017 e le opportunità per AVIS”. Il Convegno si svolgerà a Ragusa presso l’Audutorium del Liceo Scientifico E. Fermi, in Viale Europa  sabato 16 dicembre 2017, dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Il programma, con la conduzione del Prof. Carmelo Massari, responsabile dell’Area Scuola di Avis Prov. Rg,  si articolerà con le relazioni della Dott.ssa Giovanna Criscione, già Dirigente dell’UST di Ragusa e Siracusa, del Prof. Piero Cattaneo, Docente Pedagogia sperimentale, Università Cattolica Milano e Piacenza e della Prof.ssa Lina Vacante, Pres. Avis Comiso.

AL CINEMA LUMIERE DI RAGUSA

WONDER WHEELDa giovedì 14 a domenica 17 dicembre “Wonder Wheel – La ruota delle meraviglie”, regia di Woody Allen, con Jim Belushi, Juno Temple, Justin Timberlake, Kate Winslet. Orari: 18:30 e 21:30. Lunedì 18 dicembre “Loving Vincent”, primo lungometraggio interamente dipinto su tela che racconta le opere e la vita di Vincent van Gogh. Orari: 18:30 e 21:30.  Martedì 19 e Mercoledì 20 dicembre XXI Costaiblea Film Festival con ospite premiato Daniele Ciprì. Inizio spettacoli ore 18:00.

Ladri all’ospedale di Vittoria, denunciati due fratelli vittoriesi

foto refurtiva VittoriaIndividuati e identificati dalla Polizia del Commissariato di P.S. di Vittoria, due fratelli confessano di essere loro gli autori del furto avvenuto la notte tra il 18 ed il 19 novembre scorso dalle cucine dell’Ospedale Guzzardi. Alle 6 del mattino, allertata dai responsabili del servizio cucine dell’ospedale di Vittoria la Volante di Polizia era intervenuta ed aveva accertato che degli ignoti ladri, accedendo da un cortile secondario e dopo avere forzato una porta, erano entrati nei locali dove si preparano i pasti per i degenti ed avevano razziato attrezzature varie tra cui un imponente tritacarne ed alimenti, arrecando all’Asp, un danno vivo di circa 3.000 euro, oltre ai disagi per la prosecuzione regolare delle attività di ristorazione. La raccolta di tracce ed indizi e la visione dei filmati generati dai circuiti di videosorveglianza interna ha consentito di individuare gli autori del furto che sono stati rintracciati dagli investigatori. I due, M. C. di 34 anni ed M. G. di 44, entrambi con svariate segnalazioni per reati contro il patrimonio, hanno ammesso le loro responsabilità. La confessione è stata avvalorata dal rinvenimento, nel corso delle perquisizioni domiciliari che sono seguite, di buona parte della refurtiva. Per tali motivi i due fratelli sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria del capoluogo quali responsabili del reato di furto pluriaggravato.

GRAN DUO CONCERTANTE IL 16 DICEMBRE SUL PALCO DEL TEATRO DON BOSCO DI RAGUSA

Il Gran Duo ConcertanteUn volo sulle ali di stupende melodie dalla Germania alla Francia, guidati dal clarinetto di Maurizio Morganti e dal pianoforte di Alessandro Gagliardi. Con il “Gran Duo Concertante” continua il successo della 23° Stagione Concertistica Internazionale “Melodica”, diretta dalla pianista Diana Nocchiero. Sabato prossimo alle ore 20.30 (ingresso in sala ore 20.00), il Teatro Don Bosco di Ragusa ospiterà i due artisti. Il prezzo del singolo biglietto è di 10 euro ridotto a 5 per studenti fino ai 25 anni di età (bambini al di sotto degli 8 anni entrano gratuitamente). Per info e prenotazioni Libreria Ubik 0932 258423 / 347 2313605; Associazione Melodica 333 4326158 www.melodicaweb.it

A Ragusa la scrittrice Simonetta Agnello Hornby

Agnello Hornby (1)L’associazione culturale Genius, la libreria Flaccavento e il Centro Studi Feliciano Rossitto organizzano un incontro con Simonetta Agnello Hornby per parlare del suo ultimo romanzo
Nessuno puo’ volare- Feltrinelli editore, un libro che racconta la disabilità oggi attraverso la storia, l’arte e la cultura. L’appuntamento è per venerdì 15 Dicembre alle ore 16,00 presso il Centro Studi Feliciano Rossitto di Via Ettore Majorana n. 5.

Arrestato a Comiso marito violento, la moglie in ospedale per gravi lesioni al volto, i bambini affidati ad una parente

mobile sala conferenze

La Polizia ha tratto in arresto per lesioni gravi N. G. vittoriese di anni 29. Gli uomini della Squadra Mobile di Ragusa due giorni erano stati avvisati dal personale sanitario del pronto soccorso di aver accolto durante la notte una donna con evidenti segni di violenza al volto ed in altre parti del corpo. Inviato personale femminile specializzato in reati contro la persona, la donna ha raccontato di essere stata massacrata di botte dal marito davanti ai due figli minori. Giunti nell’abitazione i poliziotti hanno trovato l’uomo e i due bambini in lacrime. Condotto presso gli uffici della Squadra Mobile di Ragusa, “l’uomo” riferiva di non essere pentito e che anzi la donna era stata fortunata perché “poche gliene aveva date”. Considerata la spiccata violenza esercitata ai danni della donna e di aver commesso il fatto davanti ai figli minori, il soggetto è stato arrestato.

Scroll To Top
Descargar musica