27-06-2017

Vittoria della San Giorgio Ragusa nel torneo di calcio di Seconda categoria

IMG-20170311-WA0006I ragazzi di Filippo Raciti hanno piegato per  2-1 la Sanconitana. Sicuramemte  il risultato è  bugiardo visto che gli iblei, dopo avere sfiorato il goal in apertura con Licitra e Martorana hanno saputo  rimontare lo svantaggio nato da un rigore  concesso per un fallo di mano di Criscione su un tiro ravvicinato degli etnei. Il pareggio è arrivato al 37′ del primo tempo. Punizione battuta in mezzo da Raciti (appena entrato) e colpo di testa di Marco Criscione che insacca in rete da pochi passi; al 40′ punizione di Raciti, la barriera respinge e davanti la porta Martorana sbaglia un gol facile. A siglare il vantaggioo al 4′ del secondo tempo è  Alessio Martorana con tiro all’incrocio da pochi passi su assist di Licitra. Domenica prossima trasferta  a Santa  Croce. Questa la formazione ragusana: Antonelli, Carnazza, Rosario Baglieri, Criscione, Gurrieri, Canonico, Burgio, Carnemolla, Amenta, Alessio Martorana, Licitra. In campo anche Raciti e Lucenti.

Arrestato pregiudicato di Vittoria per detenzione di armi e munizioni rubate

Ingala giuseppe logoLa Polizia ha tratto in arresto Giuseppe Ingala, 34 anni, per detenzione illegale di armi comuni da sparo e munizioni. Le armi erano state rubate a Vittoria e Ragusa, pochi giorni prima e per questo motivo, Ingala risponderà anche del reato di ricettazione. A seguito delle denunce di furto di armi delle ultime settimane e dei colpi esplosi la scorsa notte ai danni di due veicoli di proprietà di un incensurato vittoriese, la Squadra Mobile ed il Commissariato di Vittoria hanno ascoltato la vittima e diverse persone informate sui fatti al fine di far luce sui due colpi d’arma da fuoco esplosi sul parabrezza e sul cofano di due veicoli. Dopo aver escluso la matrice mafiosa o connessa a fatti di criminalità organizzata, gli investigatori hanno visionato decine di immagini estratte dagli impianti di videoregistrazione così da acquisire informazioni per poter effettuare alcune perquisizioni. Fino a quando, venerdì sono state rinvenute in un’azienda agricola due fucili di provenienza furtiva. I due fucili erano stati occultati in due diverse parti del caseggiato sotto della plastica dismessa, così come le numerose munizioni. Al termine della perquisizione, Ingala e gli altri soci dell’azienda agricola sono stati condotti presso gli uffici della Squadra Mobile. Questi sono stati denunciati in stato di libertà, mentre Ingala, che ha ammesso le proprie responsabilità in ordine alla detenzione illegale, è stato arrestato.

Modica, pagamento buoni libri anno scolastico 2013-2014

modica archivio dio statoIl Sindaco di Modica informa che sono in pagamento i buoni libri delle scuole dell’obbligo relativi all’anno scolastico 2013-2014. Sono più di mille le famiglie modicane che beneficeranno di questo piccolo contributo economico per un totale di circa 200 mila euro. Per ritirare il proprio buono è sufficiente recarsi a partire da martedi 21 marzo, presso uno sportello Unicredit muniti di documento di identità.

CONCERTO JAZZ A COMISO CON HIGHLIGHTS QUARTET

Highlights Quartet (1)Verrà presentato domenica 12 marzo, al Teatro Naselli di Comiso, l’album “Highlights quartet” feat. Il quartetto è composto da Giovanni Digiacomo al sax alto e soprano, Gen Cotena alla chitarra, Attilio Zanchi al contrabbasso e Alfonso Donadio alla batteria. Per l’occasione ci sarà anche Oscar Del Barba al pianoforte. Il repertorio è prevalentemente basato su musiche composte e arrangiate degli stessi musicisti. La natura del loro “sound” è strettamente legata al folklore e alle sonorità europee, dove però resta evidente la tradizione americana, che è la matrice comune di tutti i musicisti della scena jazz internazionale. Il quartetto ha all’attivo la registrazione di un album pubblicato nel Giugno 2016, presentato presso il “Vittoria Jazz Festival 2016”, che vede tra gli ospiti il sassofonista Tino Tracanna e il pianista Oscar Del Barba. In uscita il prossimo giugno un altro cd prodotto anche stavolta dall’etichetta milanese “Sound & Music Village”. Il concerto è ad ingresso libero con posto numerato. Per prenotazioni basta chiamare il numero 338 1266355.

SI ai due referendum proposti dalla CGIL. Affollata assemblea a Ragusa

unnamed“Ci siamo resi sempre di più conto che in Italia è saltata l’intermediazione e il Governo non solo ha messo i paletti alla contrattazione ma ha tirato avanti senza tenere conto delle nostre richieste che non hanno trovato terreno di confronto. E’ questa la ragione per la quale la Cgil ha deciso di usare gli strumenti che la nostra Costituzione ci mette a disposizione come quello del referendum. Si è aperta nella Cgil una decisa battaglia per la difesa dei diritti universali per i quali sono state raccolte un milione e trecento mila firme e quel disegno di legge di iniziativa popolare sarà presto discusso in parlamento”. Vincenzo Colla, segretario nazionale della Cgil ha illustrato, con queste parole, all’affollata assemblea provinciale della Cgil di Ragusa, riunitasi ieri a Ragusa nella sala Auditorium del centro Studi “Feliciano Rossitto”, ha aperto la campagna elettorale sui Referendum contro i voucher e  la piena responsabilità solidale negli appalti. Il più grande sindacato italiano ha deciso, per la prima volta, di ricorrere ai referendum di cui ancora non è stata fissata la data di svolgimento. L’appuntamento si è sviluppato attorno ad una regia ben precisa con filmati e testimonianze di lavoratori, precari, studenti, operatori sociali, pensionati a sostegno dei due SI ai quesiti referendari proposti dalla Cgil. Il tema di base è sempre quello del lavoro che non c’è o se c’è è decisamente compresso nel suo diritto fondamentale, ovvero quello legato alla certezza di poterlo mantenere e su questo costruire un futuro, una famiglia e dare una prospettiva ai propri figli. La Cgil è fortemente impegnata nella mobilitazione che deve condurre al successo dei due referendum. L’8 aprile a Roma si terrà una grande manifestazione nazionale. Serve limitare al minimo l’applicazione dei voucher e ridare dignità al lavoro in un Paese sempre più povero con 17 milioni di italiani sostanzialmente senza reddito alcuno e di questi il 41 per cento della popolazione vive nel Mezzogiorno. Ma in Italia è il sistema che è saltato. Vincenzo Colla non ha dubbi. Il modello economico di produzione è l’origine della crisi. Si registra un avvitamento senza sblocchi che sta creando un’enorme platea di diseguaglianze per cui la ricchezza è concentrata nelle mani di poche persone. Il risultato che il lavoratore è sempre più povero e con questo va in sofferenza la stessa democrazia. Il fatto grave, sottolinea Colla, è che la politica non riesce a fermare questa crisi. Il lavoro ormai non è più disciplinato da regole pubbliche ma commerciali perdendo così la sua umanità, la sua dignità e con essa la speranza di una certezza del domani. Anche per questa ragione la Cgil ha deciso questa battaglia referendaria. “C’è un doppio e forte filo rosso che lega il NO al referendum costituzionale del 4 dicembre ai due quesiti referendari, commenta Peppe Scifo, segretario generale della Cgil di Ragusa, perché alla base c’è la pessima condizione del lavoro e l’aumento della povertà. Tant’è che le ragioni del NO sono prevalse in quelle aree dove c’è e insiste ancora una notevole disoccupazione e i redditi delle famiglie sono al minino della sopravvivenza. Abbiamo valutato per primi il fallimento del Jobs Act e le stime ci danno ragione. I voucher utilizzati a milioni sono diventati lo strumento per spacciare come accessori od occasionali attività che accessorie e occasionali non sono. Tant’è che nella sostanza i voucher hanno peggiorato la condizione dei lavoratori creando precariato, favorendo il pagamento in nero ed evitando i controlli. Per la Cgil il lavoro occasionale va normato con uno strumento di natura contrattuale che assicuri pienezza contributiva, previdenziale e assicurativa. Necessario altresì abrogare le norme che limitano la responsabilità solidale negli appalti che significa impedire che ci siano differenze di trattamento tra chi lavora nell’azienda committente e chi in un’azienda appaltatrice o un un’azienda in sub-appalto, riaffermando il principio che chi opera nel sistema degli appalti deve vedersi garantiti gli stessi diritti e le stesse tutele”.

GRILLINI STANCHI, MAGGIORANZA SEMPRE INSUFFICIENTE AL COMUNE DI RAGUSA

Sondaggi-Movimento-5-Stelle“Siamo indignati per quello che sta accadendo. Siamo alla fine della fiera. E forse anche oltre. Inconcepibile che non si presentino neppure in dodici per la riconvocazione il giorno dopo che il Consiglio comunale era già stato sciolto per mancanza del numero legale. E, anche oggi pomeriggio, non è stato possibile confrontarsi, esitare i punti che erano stati predisposti. Insomma, un vero e proprio disastro”. Lo dice il capogruppo del Pd al Consiglio comunale, Mario D’Asta, a proposito della inconcludenza della maggioranza pentastellata. “Siamo alla frutta – continua D’Asta – la maggioranza non ha più alcun interesse a gestire l’ordinarietà e la straordinarietà delle vicende cittadine. A poco più di un anno dalle elezioni, sembra che il millantato fervore dei grillini, quello stesso con cui avevano incantato i cittadini ragusani, sia venuto completamente meno. E tutto questo si ripercuote in negativo sulle esigenze di una città che vuole andare al passo con i tempi e che si trova sempre frenata. Una situazione a dir poco problematica. E insopportabile”.

RAGUSA, SI RIPETE IL CAOS NEGLI UFFICI ANAGRAFE E TRIBUTI

foto gruppo (12)Uffici di stato civile e anagrafe ed ufficio tributi del comune di Ragusa in pieno caos. Lo rimarcano i consiglieri comunali del gruppo Insieme che scrivono:” Organico ridotto ai minimi termini e quindi insufficiente  per dare un servizio accettabile ai cittadini. Oltre ai dipendenti andati in pensione, questa amministrazione anzichè pensare al potenziamento degli uffici, ha messo in atto una strategia di smembramento dei servizi, spostando addirittura a piacimento a richiesta, qualche unità in altri settori. Nel caso dei servizi demografici  addirittura per risolvere la questione, attinge periodicamente nell’unico servizio rimasto alla delegazione di Marina, facendo turnare i due dipendenti  dell’anagrafe e stato civile presso la sede centrale di Ragusa”. Il gruppo Consiliare Insieme aggiunge: “Tutto cio’ ha portato e continua a portare solo problemi e disagi ai cittadini che sono  costretti giornalmente a lunghe ore di attese per poter espletare anche una semplice pratica, con il rischio di dover ritornare il giorno successivo. Inoltre il  personale dipendente è costretto giornalmente a svolgere l’enorme mole di lavoro con notevoli  pressioni psicologiche e di stress. Ci auguriamo e se lo augurano soprattutto i cittadini che qualcuno finalmente  con vero senso di responsabilità  si adoperi urgentemente a mettere fine a questa storia infinita ed indegna per il comune di Ragusa”.

 

 

RAGUSA, LAMENTELA PER UNA MEGA BUCA IN VIA DON CARLO TOMASI

La zona di via don Carlo Tomasi“In via don Carlo Tomasi, in una zona altamente transitata, tra viale Europa e corso Vittorio Veneto, da almeno due settimane insiste una buca molto profonda che crea non poche preoccupazioni agli automobilisti e soprattutto ai motociclisti in transito. Abbiamo raccolto questo allarme sollevato dai ragusani sui social e, sebbene siano già stati interessati i vigili urbani, chiediamo con forza all’Amministrazione comunale di intervenire”. Lo dice il presidente dell’associazione politico-culturale “Ragusa in Movimento”, Mario Chiavola. “Chiediamo al sindaco e all’assessore ai Lavori pubblici – continua Chiavola – di predisporre gli interventi che si rendono necessari perché è quantomeno inopportuno che questa buca, che si sta allargando sempre di più, continui a turbare i sonni degli automobilisti in transito nel tratto di strada in questione tra l’altro molto frequentato per la presenza di supermercati, uffici oltre che di civili abitazioni. Sollecitiamo, dunque, l’Amministrazione comunale ad adoperarsi per attivare la ripavimentazione. Cogliamo l’occasione per mettere in luce lo stato di precarietà in cui si trovano numerose altre arterie stradali del territorio comunale. Forse sarebbe il caso di intervenire ancora una volta visto che le ripavimentazioni già effettuate hanno coperto solo una parte minima della città”.

 

 

Il sindaco di Scicli incontra i rappresentanti della comunità islamica di Scicli

islamiciUn proficuo e amichevole incontro quello avvenuto tra l’amministrazione comunale di Scicli e i rappresentanti della comunità islamica avvenuto ieri sera a Palazzo di città. Il Sindaco Giannone e il Vicesindaco Riccotti hanno ascoltato le richieste della comunità e hanno manifestato l’intenzione dell’amministrazione di lavorare verso forme di accoglienza ed integrazione che siano quanto più orientate a costruire modelli di società aperti, costruiti su reti di relazioni e scambi reciproci. I rappresentanti della comunità islamica hanno manifestato grande disponibilità a collaborare con l’amministrazione comunale nel realizzare processi di integrazione orientati ai valori della convivenza e del rispetto, mostrando grande apprezzamento per le politiche sociali finora attuate dalla giunta Giannone. L’incontro, svoltosi in un clima molto bello e positivo, si è concluso con la consegna al Sindaco di doni, tra cui una copia del Corano, da parte dei rappresentanti della comunità islamica.

 

 

 

Ragusa, cittadinanza onoraria all’archeologa Paola Pelagatti.  Il 14 marzo la cerimonia

 

Paola-PelagattiAlla presenza delle autorità cittadine, si svolgerà martedì 14 marzo, alle ore 11, presso la chiesa S. Vincenzo Ferreri a Ragusa Ibla, la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria alla prof.ssa  archeologa Paola Pelagatti.  Il sindaco Federico Piccitto consegnerà la pergamena all’illustre ricercatrice, che ha dedicato buona parte della propria vita professionale allo studio, conservazione, fruizione e tutela del notevole patrimonio archeologico della Sicilia sud-orientale. La professoressa Pelagatti, come si legge nel dispositivo dell’atto, “ha dedicato buona parte della propria vita professionale allo studio” volto anche alla conservazione, fruizione e “tutela del notevole patrimonio archeologico della Sicilia sud-orientale”. “La prof.ssa Pelagatti rappresenta una eccellenza assoluta nel campo dell’archeologia”, sottolinea il primo cittadino. “I suoi studi e pubblicazioni che hanno coinvolto il nostro territorio rappresentano la diretta testimonianza di una personalità dalle non comuni doti intellettuali, professionali ed umane. Il conferimento della cittadinanza onoraria alla ricercatrice è il segno tangibile della riconoscenza e dell’affetto  di tutta la comunità ragusana”. La prof.ssa Paola Pelagatti (nata il 24 novembre 1927 a Bologna), dall’aprile del 1961, fa parte dell’Amministrazione delle Antichità e Belle Arti, presso la Sovrintendenza alle Antichità della Sicilia Orientale (Siracusa). Nel 1964 viene nominata Ispettore archeologo presso la stessa Sovrintendenza. Si occupa di ricerche a Siracusa, Naxos, Camarina e in altri siti della giurisdizione. Nel 1972 compie ricerche museografiche all’Ermitage e a Mosca per conto del Ministero della Pubblica Istruzione. Nel febbraio del 1973 assume la reggenza della Sovrintendenza di Siracusa. Alla fine dello stesso anno è nominata Sovrintendente alle Antichità del Piemonte (Torino), incarico che ricopre fino a giugno del 1975 quando chiede e ottiene di ritornare alla Sovrintendenza di Siracusa, che dirigerà fino al 1979. A fine dello stesso anno, dopo la scissione dell’Amministrazione dei Beni Culturali dell’isola, chiede di rimanere nei ruoli dello Stato e viene nominata Sovrintendente  archeologo dell’Etruria Meridionale. A seguito di concorso,  diventa nel 1989 professore ordinario di “Archeologia- metodologia della ricerca archeologica”, prestando  la sua  attività presso l’Università della Calabria (Cosenza)  e l’anno dopo presso l’Università della Tuscia (Viterbo), dove insegnerà fino al 1998. Innumerevoli le pubblicazioni scientifiche ed i riconoscimenti accademici come quello di socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei.

 

 

 

 

ASSEMBLEA PROVINCIALE AVIS RAGUSA

images-21Domenica 12  marzo 2017, presso Il Poggio del Sole Resort, in C.da Magazzinazzi di Ragusa, con inizio alle 9,00 si terrà la 39^ Assemblea Provinciale degli Associati Avis di Ragusa. All’ordine del giorno l’esposizione e la conseguente approvazione della relazione del Consiglio Direttivo, tenuta dal Presidente dott. Salvatore Poidomani; del bilancio consuntivo del 2016  e del preventivo finanziario 2017; la relazione del Direttore Sanitario  dott. Salvatore Calabrese ed altre previsioni statutarie, nonchè il rinnovo delle cariche sociali. Saranno presenti 143 delegati  in rappresentanza dei soci e delle 13 Avis della Provincia di Ragusa.  L’Avis iblea, ancora una volta,  si conferma una grossa, positiva realtà  e sono proprio i numeri e le iniziative  ad evidenziarlo.  Infatti le unità di sangue donate dai 24.537 soci hanno raggiunto la quota  di 37.130 registrando così un ennesimo avanzamento nella performance. Molte  ed interessanti  sono state le iniziative  sviluppate nel  corso del 2016, soprattutto nella scuola e nella formazione come strategico e indispensabile supporto, sia per la promozione, sia per la necessaria qualificazione ad operare nelle strutture di raccolta delle unità di sangue. Un grande sforzo teso a  proiettare l’associazione verso un  ulteriore rafforzamento promozionale e strutturale grazie anche alla comunicazione e alla rimodulazione della rete della raccolta che oggi si articola con una Unità di raccolta (Ragusa) e 12 Articolazioni Operative (strutture di tutte le altre Avis). L’Assemblea dovrà valutare gli aspetti che riguardano il  percorso di consolidamento delle innovazioni introdotte nel sistema trasfusionale nazionale e regionale con il recepimento di stringenti normative europee di carattere tecnico-sanitario (autorizzazioni, accreditamenti e centralizzazione della raccolta) e considerare i cambiamenti che potrebbero venire dalla riforma del Terzo settore.

Arresto ex dirigente del Comune di Vittoria, il sindaco: “Rescisso il contratto del professionista subito dopo il nostro insediamento”

vittoriaIl sindaco Giovanni Moscato è intervenuto a seguito della notizia dell’arresto dell’ingegnere Giuseppe Chiofalo, ex dirigente dell’Ufficio Urbanistica del Comune di Vittoria, con le accuse di abuso d’ufficio e concussione,.”Come sottolineato già dalla Polizia di Stato – ha spiegato il primo cittadino – la nostra amministrazione appena accortasi dei comportamenti irregolari del professionista ha provveduto all’immediato licenziamento. Chiaramente l’ex dirigente potrà dimostrare la sua innocenza nel corso di un eventuale procedimento ma siamo intervenuti con tempestività a tutela dell’Ente e di tutti i cittadini per estirpare eventuali condotte irregolari. Lo scorso 20 luglio, a meno di un mese dal nostro insediamento, abbiamo rescisso il contratto dell’ingegnere sollevando oltre venti contestazioni che si ritrovano anche tra i reati contestati. In meno di un mese ci siamo resi conto della condotta del professionista, assunto dalla precedente amministrazione nel mese di aprile, e abbiamo ritenuto necessario concludere il rapporto lavorativo poiché non poteva esserci alcun legame fiduciario vista la condotta tenuta. Abbiamo collaborato attivamente con le forze dell’ordine durante la fase delle indagini e ringrazio la Polizia di Stato per il lavoro svolto. In caso di rinvio a giudizio del professionista il Comune di Vittoria si costituirà parte civile. Deve essere chiaro a tutti che la nostra amministrazione non tollera e non tollererà condotte illecite o scorciatoie illegali. Continueremo a colpire e denunciare questi comportamenti come dimostra questo caso”.

 

 

La Polizia arresta per concussione e abuso d’ufficio, un ingegnere del Comune di Vittoria

Chiofalo Giuseppe nato a Messina il 14.03.1963 logoLa Polizia di Vittoria  ha arrestato Giuseppe Chiofalo, nato a Messina nel 1963, già dirigente dell’Ufficio Urbanistica del Comune di Vittoria. L’ingegnere su disposizione del GIP del Tribunale di Ragusa, giusta richiesta della Procura della Repubblica iblea, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la sua residenza a Messina. L’indagine è nata mesi orsono quando al Commissariato di Vittoria era giunta notizia che qualcuno all’ufficio tecnico del comune faceva intendere, a chi presentava istanze a vario titolo, che fosse opportuno rivolgersi solo ad alcuni professionisti collegati a Chiofalo. Le indagini hanno permesso di appurare, grazie ad intercettazioni telefoniche ed ambientali con microspie posizionate all’interno dell’ufficio tecnico del Comune di Vittoria, che l’Ingegnere Chiofalo in almeno un’occasione aveva indotto una donna a revocare l’incarico ad un professionista di Vittoria per assegnarlo ad una donna ingegnere di Catania dove Chiofalo era il titolare dello studio di professionisti. La giovane ingegnere stranamente otteneva la protocollazione dell’istanza proprio da Chiofalo che il giorno dopo la presentazione la sottoponeva alla conferenza deputata a decidere sull’istanza.  Alla ragazza, appena laureatasi, una piccola somma di denaro mentre a Chiofalo una consistente cifra per un lavoro da lui non svolto, ma da lui organizzato mediante l’induzione della cittadina che aveva solo bisogno di una concessione. La condotta di Chiofalo è stata ampiamente documentata da intercettazioni ambientali dentro l’ufficio comunale, da telefonate che la stessa giovane ingegnere, preoccupata per il comportamento del titolare dello studio, faceva al fidanzato e per le testimonianze raccolte nel corso dei mesi d’indagine. La condotta criminosa è stata interrotta quando Chiofalo compiva un ulteriore reato, quello dell’abuso d’ufficio. In una giornata estiva Chiofalo riceveva una telefonata con richiesta di un favore da un professionista vittoriese che aveva bisogno di un’autobotte di acqua. Chiofalo per favorire l’amico ordinava a degli operai del comune di Vittoria di consegnare l’acqua al suo amico senza però rispettare la lista di priorità. Chiofalo per ottenere favori e privilegi andava in giro con l’auto intestata al proprio studio ingegneristico mostrando un distintivo di segnalazione manuale, ossia paletta ed un lampeggiante. Fino al giorno prima dell’arresto, quando Chiofalo è stato monitorato per individuare l’abitazione di residenza, ha usato la c.d. paletta per non pagare il parcheggio in aeroporto. Per questi fatti era già stato denunciato e nell’occasione si era presentato come il segretario particolare di un onorevole nazionale con il quale, effettivamente, in passato aveva collaborato. Risponderà anche dei reati di falsa attestazione, utilizzo di stemmi identificativi di un corpo di Polizia, millantato credito e usurpazione di titoli. Nel contempo sono state acquisite pratiche presso il Comune di Vittoria e lo studio professionale.                                                                                                        

                                                                                                           

AL CINEMA PER CAPIRE LA REALTA’ DEI SENZA TETTO

download (1)La Caritas di Ragusa e l’Associazione “I Tetti Colorati” organizzano un evento che si terrà lunedì 13 marzo alle ore 19 presso il Cineteatro Lumiere, dove verrà proiettato il film di Richard Gere “Gli invisibili“.  L’appuntamento si inserisce nella campagna #HomelessZero promossa dalla Federazione Italiana degli Organismi per le persone senza dimora,  all’interno della settimana di sensibilizzazione lanciata a livello nazionale dal 13 al 19 marzo, che prevede iniziative e proiezioni in oltre 20 città italiane. L’obiettivo è quello di far luce su un argomento troppo spesso dimenticato, quello della grave emarginazione e della povertà multidimensionale, condizioni in cui vivono migliaia di persone senza dimora in Italia, alle quali vengono costantemente negati i diritti fondamentali relativi alla casa, alla salute, al reddito, al lavoro, alle relazioni, all’identità, all’autonomia, all’autodeterminazione. La proiezione è gratuita ma è necessario prenotarsi scrivendo agli indirizzi: [email protected] – [email protected]

INTEGRAZIONE DISABILI

downloadIl Piano di Zona del Distretto socio-sanitario 44 approvato dalla Regione Siciliana prevede la realizzazione del servizio Centro socio ricreativo per disabili nei comuni del Distretto  stesso mediante l’utilizzo del Fondo Nazionale Politiche Sociali. Il Centro si occuperà  di accogliere i soggetti disabili favorendone l’integrazione attraverso attività socio-educative, di fare sperimentare situazioni di normalità ed integrazione attraverso il supporto di operatori competenti, di stimolare le capacità fisiche e cognitive  dei soggetti inseriti, di assicurare l’organizzazione di attività ludico, ricreative e di supportare le famiglie coinvolgendole, laddove possibile, nell’opera socio educativa. Il servizio verrà svolto presso due centri, uno per i comuni della zona montana, presso il Comune di Monterosso Almo e potrà accogliere 18 disabili  ed un  secondo nel comune di Santa Croce Camerina che accoglierà n 10 disabili. E’ stato approvato il capitolato speciale per procedere all’appalto con il sistema della procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. L’appalto avrà la durata di 24 mesi ed è stata prevista  una spesa di €180,135,68 oltre IVA.

Si intitola il porto di Donnalucata

dde9df7b-a081-4feb-9b06-31d4efc09419_dsc9785MediumSi terrà domenica 12 marzo alle 10 la cerimonia di intitolazione del porto di Donnalucata e della via adiacente alla memoria del nocchiero Francesco Nigito, medaglia d’argento al valor militare. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale di Scicli con l’associazione Anmi, l’associazione marinai d’Italia, sezione di Scicli. Sarà presente l’Ammiraglio Marittimo per la Sicilia Nicola De Felice. Il programma prevede alle 10 il raduno presso il lungomare, in viale della Repubblica, dei gruppi dell’assocazione Marinai d’Italia. Alle 10,30 il corteo muoverà per la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti, accompagnato dal corpo bandistico Busacca Borrometi. Alle 11,30 l’arrivo del corteo sul luogo dello schieramento e assunzione della posizione. Alle 12 l’inizio della cerimonia con la scopertura e la benedizione delle targhe. Interverranno le autorità. Saranno presenti nella veste di madrine della cerimonia le nipoti di Francesco Nigito, Carmela e Maria Concetta Miceli.

PRENDE IL VIA A RAGUSA LA FESTA DI SAN GIUSEPPE

Benedizione animali 2016 la cerimoniaLa festa del patriarca San Giuseppe, che prenderà il via questo venerdì 10 marzo, nella chiesa del Santissimo Salvatore, nel centro storico di Ragusa superiore, intende caratterizzarsi, ancora più che negli anni scorsi, per gli speciali momenti di aggregazione che saranno promossi. E’ una delle peculiarità che il parroco, il sacerdote Giovanni Mandarà, e i componenti del comitato hanno inteso imprimere all’edizione 2017. Ecco perché  alle 17,30, ci sarà l’apertura della cosiddetta “pesca” nei locali di via Garibaldi 139 ma, soprattutto, domenica 12 marzo, sul sagrato della chiesa, alle 10,30, si terrà la benedizione degli animali domestici, un appuntamento che ogni anno richiama un numero sempre più elevato di persone. Sempre domenica, inoltre, alle 19,30, la compagnia “U filu Vespri” porterà in scena la commedia in due atti dal titolo “Emiliano el tanguero siciliano” di Giovanna Piranio. L’appuntamento si terrà nel salone di via Garibaldi 134. Per quanto riguarda il programma religioso, ogni giorno si alterneranno varie comunità parrocchiali. Si comincia venerdì alle 18, con la santa messa che sarà celebrata dal sacerdote Maurizio Di Maria, vice cancelliere della Curia diocesana di Ragusa. Dopo la funzione, seguirà la Via Crucis. Sabato 11 marzo, alle 18, la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal sacerdote Mauro Nicosia e animata dalla parrocchia San Paolo apostolo di Ragusa. Quindi, domenica, le sante messe saranno celebrate alle 9,30, alle 11 e alle 18. In quest’ultimo caso, a presiedere sarà il sacerdote Giovanni Bruno Battaglia mentre ad occuparsi dell’animazione della funzione sarà la parrocchia del Santissimo Ecce Homo. Lunedì 13 marzo, alle 18, la santa messa sarà celebrata dal sacerdote Giuseppe Russelli e animata dalla parrocchia Preziosissimo Sangue.

                                                                                                 

SABATO SCONTRO AL VERTICE PER L’ANDREA LICITRA PALLAMANO RAGUSA. ARRIVA IL GIOVINETTO MARSALA

 

Un'azione dell'Andrea Licitra Pallamano RagusaE’ la sfida che potrebbe decidere, in maniera definitiva, l’andamento della stagione nel campionato di Serie A2. Sabato, alle 19, l’Andrea Licitra Pallamano Ragusa, attuale prima della classe, ospiterà l’ex capolista Il Giovinetto Marsala. Per una volta, l’infermeria del sette allenato da Salvatore Russo è quasi vuota. Da segnalare, infatti, solo l’infortunio del centrale Ballaera che ancora deve recuperare lo strappo al bicipite femorale. Rientra, invece, il portiere argentino Javier Anzaldo, sebbene ci sia il dubbio se impiegarlo o meno. A prima vista, sembra avere recuperato dall’infortunio. Le ultime valutazioni saranno fatto nel corso dell’allenamento conclusivo della settimana. La vittoria aprirebbe le porte della tanto attesa promozione. E’ molto cauto l’allenatore Russo. “Sarà – spiega – una partita molto importante e delicata. I ragazzi non dimenticano la sconfitta subita in casa del Marsala. E se avranno voglia di rivalsa, proprio come contro il Mascalucia domenica scorsa, ci sarà la possibilità di assistere ad una contesa sportiva entusiasmante. L’organico sarà più completo del solito. Quindi avremo l’opportunità di fare girare meglio le varie pedine del gruppo”.

 

 

 

Il parco del castello di Donnafugata chiuso al pubblico per lavori di manutenzione  straordinaria

 

Castello-Donnafugata-670x363Da giorno 10 marzo, e per circa dieci giorni, il parco del Castello di Donnafugata  rimarrà chiuso al pubblico per lavori di manutenzione straordinaria. Le avverse condizioni atmosferiche dei giorni scorsi caratterizzate da forte vento hanno  reso necessario predisporre  alcuni  interventi   per  mettere in sicurezza  arbusti  ed essenze arboree presenti nel parco, a tutela della incolumità pubblica. Per il periodo di chiusura del parco al pubblico,  il costo del biglietto unico per visitare  il Castello di Donnafugata  con l’annesso parco  sarà  ridotto da 8 a 6 euro.

 

CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO, UN AIUTO DALLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA

debiti_cancellare-i-debiti1La Giunta della Camera di Commercio di Ragusa ha deliberato di costituire l’Organismo di composizione della crisi da sovra indebitamento, come previsto da una legge del 2012. La disposizione di legge consente ai soggetti che in caso di sovraindebitamento, dovuto a momentanee difficoltà finanziarie e a crisi di liquidità e che non possono fruire delle procedure concorsuali e fallimentari, di ricorrere all’organismo di sovraindebitamento. L’organismo accompagna il debitore in una procedura che gli dà la possibilità di proporre ai creditori un accordo di ristrutturazione del debito e di soddisfare i propri creditori, mediante un piano che prevede scadenze e modalità di pagamento del debito complessivo.  I consumatori e i piccoli imprenditori, di fronte ad una situazione di sovraindebitamento possono ricorrere all’organismo che, appena costituito, metterà a disposizione il personale adeguato che aiuterà a costruire una proposta di accordo con i creditori o un piano di ristrutturazione dei debiti.  “In un momento di crisi economica che colpisce sempre più piccole imprese e famiglie, commenta il Presidente Giannone, mettiamo a disposizione uno strumento che possa aiutare e fare superare momenti difficili e che spesso sembrano insuperabili. La Camera, in questo senso, amplia la propria attività con la disponibilità di un servizio, che in questo campo si aggiunge a quello, già consolidato, della mediazione, il quale negli ultimi tre anni ha visto un costante incremento, passando da cinquanta procedimenti gestiti nel 2014 a centoventisei nel 2016. In una fase nella quale le Camere sono al centro dell’attenzione del dibattito politico ed economico e che subiscono, per legge, una riduzione del cinquanta per cento delle loro entrate, è intendimento della Presidenza e della Giunta rilanciare nel territorio il ruolo che spetta ad un ente che vuole essere sempre più vicino alle imprese e ai consumatori.”

Scroll To Top
Descargar musica