20-10-2017

COMISO, FURTO DI ENERGIA ELETTRICA: SCATTANO 2 ARRESTI

Comiso (RG) Carabinieri arresti furto energia elettricaLe bollette della luce elettrica non avranno pesato più di tanto sul loro bilancio familiare, visto che quando i Carabinieri della Stazione di Comiso sono andati per effettuare mirati controlli, hanno trovato un allaccio abusivo che collegava le loro abitazioni con la rete elettrica pubblica, mediante un apposito cavo: è scattato così l’arresto per due persone, entrambi italiani, con precedenti penali, C.G., 52enne, e P.C., 19enne. Gli allacci abusivi alla rete elettrica sono, purtroppo, sempre più diffusi. I due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, dott. Riccio, dinanzi al quale dovranno rispondere del reato di furto aggravato di energia elettrica: l’entità del danno arrecato alla società elettrica da parte del 52enne è di circa 18.000 Kw, mentre di circa 17.000 Kw da parte del più giovane, per un ammanco complessivo di oltre 10.000 euro.

PASSALACQUA, DOMENICA C’E’ VIGARANO

squadra (8)Ultime due partite di regular season. Alla fine si guarderà la classifica e si vedrà quale sarà la posizione finale, in vista dei playoff.  Dopo le importanti e rinfrancanti vittorie con Schio e Napoli la Passalacqua Ragusa è attesa dal match casalingo di domenica pomeriggio con Vigarano, per poi chiudere la stagione regolare sul parquet di Battipaglia. Mai c ome in queste due partite sarà necessaria la massima concentrazione e si dovranno mettere in campo tutte le motivazioni possibili. Coach Gianni Recupido, d’altra parte, lo aveva detto subito dopo Napoli: “Dal punto di vista mentale non ho avuto mai preoccupazioni né per la partita con Schio né per la partita con Napoli, ma con Vigarano e non dobbiamo rischiare di entrare in campo scarichi”.Tutte disponibili le biancoverdi in vista di una gara che può essere importante per una post season nella quale la Passalacqua si giocherà tutte le proprie carte per cercare di arrivare più in fondo possibile e per terminare nella maniera migliore la stagione. Palla a due alle 18,00 di domenica 19 marzo, al Palaminardi di Ragusa.

 

ARRESTATO PER BANCAROTTA FRAUDOLENTA IL RAPPRESENTANTE LEGALE DELLA SOCIETA’ CHE GESTIVA IL “MEDITERRANEO PALACE HOTEL” DI RAGUSA. SEQUESTRATI OLTRE 2.600.000 EURO

DSC_0925 (2)La guardia di finanza ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip presso il tribunale di Ragusa, nei confronti di un imprenditore indagato per il reato di bancarotta fraudolenta. Il provvedimento, scaturito da complesse indagini durate oltre un anno sotto la direzione del Procuratore della Repubblica di Ragusa, Dott. Carmelo Petralia, è stato eseguito a Bagnacavallo (Ravenna) nei confronti di G.S., classe ‘63’, rappresentante legale della società che ha avuto in gestione il “Mediterraneo Palace Hotel” di Ragusa. Le indagini, focalizzate su un arco temporale compreso fra il 2011 e il 2016, sono state condotte anche attraverso il minuzioso esame dei movimenti bancari del soggetto indagato e di una serie di società collegate operanti sul territorio della provincia di Ravenna, hanno fatto emergere una rilevante distrazione di utilità e beni societari, per un ammontare complessivo di oltre 2.300.000 euro. Il consistente depauperamento della cassa societaria, finalizzato principalmente a frodare i numerosi creditori della società, sottoposta alla procedura di concordato preventivo, è stato perpetrato attraverso una serie di articolati artifizi contabili e sistematiche fittizie cessioni di quote, da contestuali ed immotivate svalutazioni di partecipazioni societarie, da continui cambi di sede, da ripetute alternanze dei vertici delle imprese coinvolte, nonché dalla falsificazione dei libri e delle scritture contabili al fine di ritardare il più possibile gli effetti del fallimento, ormai inevitabile stante la grave situazione di decozione in cui versava la società. È stato acclarato, inoltre, che le somme distratte sono state utilizzate anche per l’acquisto di due terreni edificabili, ubicati in provincia di Ravenna e poi fittiziamente ceduti ad un’altra società coinvolta nell’illecito piano criminale, avente sede in Roma ma sempre amministrata dall’indagato G.S., in violazione alle norme sul riciclaggio. Il Tribunale di Ragusa ha inoltre emesso apposito decreto di sequestro preventivo dei citati terreni aventi un estensione complessiva di quasi 8000 mq quali provento del reato di bancarotta fraudolenta ed il cui valore stimato ammonta ad oltre 2.000.000 di euro. Le indagini hanno consentito, inoltre, di denunciare alla locale Procura della Repubblica, ulteriori cinque soggetti ritenuti responsabili in concorso con l’arrestato dei reati di bancarotta fraudolenta, riciclaggio e false comunicazioni sociali, alcuni dei quali già gravati da precedenti specifici e tratti in arresto nel mese di luglio 2016, dalla Guardia di Finanza di Ravenna, nell’ambito di un filone investigativo che aveva consentito di sequestrare un noto complesso alberghiero insistente nel ravennate.

INCONTRARSI, CONDIVIDERE, GUARIRSI

Padre Arnaldo Pangrazzi“Quando si fa l’esperienza della scomparsa di una persona cara è come se qualcosa si fosse rotto dentro di noi. Per risanare la ferita occorre molta disponibilità umana e spirituale al fine di elaborare positivamente il cordoglio. Un ruolo molto importante occupa in questo la comunità. La perdita di una persona cara, presto o tardi, tocca la vita di ognuno e nessuno è vaccinato umanamente e spiritualmente contro la sofferenza. Il dolore che si prova dinanzi alla morte di una persona cara è il prezzo che si paga per il proprio amore. Amare qualcuno significa accettare che, lentamente o improvvisamente, giungerà il momento del distacco”. A sottolinearlo è don Giorgio Occhipinti, direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa che introduce in questi termini un significativo appuntamento denominato “Incontrarsi, condividere, guarirsi. Insieme per chi soffre il dolore della perdita di un figlio” in programma domenica 19 marzo per tutta la giornata nei locali parrocchiali della chiesa San Pio X di viale Europa a Ragusa. Si registrerà, per l’occasione, l’eccezionale presenza di padre Arnaldo Pangrazzi, professore di Teologia pastorale sanitaria e supervisore del Clinical pastoral training al “Camillianum” di Roma. Per nove anni, padrea Pangrazzi ha ricoperto l’incarico di presidente dell’Aipas e per tre anni del Movimento europeo di “Pastoral care and counselling”. E’, inoltre, autore di diversi libri su tematiche riguardanti la pastorale della salute, l’accompagnamento dei morenti e l’elaborazione del lutto. Domenica, dalle 9,30 alle 11, padre Pangrazzi parlerà, innanzitutto, di “Mappe di dolore, percorsi di guarigione”. Dalle 11 alle 13 ci sarà la condivisione in gruppi. Dopo il pranzo, dalle 13 alle 14,30, padre Pangrazzi chiarirà come “Il dolore non è per sempre” e come “Ricostruire la speranza”. Quindi, dalle 16 alle 17,45 nuova condivisione in gruppi mentre alle 18 ci sarà la celebrazione della santa messa. Lo staff organizzativo dell’iniziativa, oltre che da don Giorgio Occhipinti, è formato da don Gianni Mezzasalma, assistente spirituale, Agata Pisana, assistente psicologico, Giuseppe e Giusy Leggio (coppia-guida), Franco e Silvia Trigona (coppia-guida) e Paolo e Rosa Maria Criscione (coppia-guida).

Cimitero Ragusa, lavori per la realizzazione del sacrario militare

 

prima-guerra-mondiale-trinceaE’ stata la ditta Marraro  Vincenzo (Rg) ad aggiudicarsi  la realizzazione del sacrario militare, presso il Cimitero di  Ragusa Centro,  tra le 17  ditte  ammesse alla procedura negoziata. Si interverrà sull’area di circa 230 mq, che raccoglie già le spoglie di circa 40 militari  oltre  a un monumentino a ricordo dei caduti in guerra. L’intervento prevede la realizzazione di un mausoleo-sacrario, capace di accogliere 70 cellette ossario e 8 loculi per tumulazione, e la sistemazione di tutta l’area tramite la realizzazione di un vialetto e di una scivola nella zona iniziale per rendere più agevole l’accesso al monumento. “Con questo intervento daremo un assetto dignitoso al “Campo dei Caduti” – sottolinea l’assessore competente Gianluca Leggio – Il progetto, risalente agli anni ’90, che  abbiamo ripreso e rivisto per ottenere il parere favorevole del Ministero della Difesa – Commissariato Generale Onoranze Caduti in Guerra, rende il giusto onore ai soldati che sono già sepolti ed eventualmente ad altre spoglie  che potrebbero rientrare nella città di Ragusa” .

 

 Restauro e illuminazione percorsi storici di Ragusa Ibla

iblaE’ stata dichiarata aggiudicataria dei lavori di restauro e illuminazione dei percorsi storici a Ragusa Ibla  l’impresa Minardo Michele (Modica)  per l’importo di 32.994,644 euro. Si  interverrà su Discesa dei Miracoli  con  opere di pulitura del percorso, ripavimentazione, sistemazione e consolidamento dei muri a secco, rifacimento della condotta delle acque bianche e predisposizione della pubblica illuminazione.  L’impresa dovrà ultimare l’intervento  in 120 giorni dalla consegna dei lavori. “La riqualificazione di Discesa dei Miracoli  rientra  nel progetto  di recupero dei percorsi storici di Ragusa Ibla in buona parte già attuato con il primo stralcio –  sottolinea l’assessore ai Centri Storici, Massimo Iannucci – Il percorso, che da via Ottaviano conduce a via Torrenuova,  sarà presto agevolmente praticabile e godibile dai tanti visitatori che vogliono scoprire le piccole e grandi suggestioni del nostro centro storico”.

 

 

“LIB(E)RI A RAGUSA”, LA MANIFESTAZIONE CHE PROMUOVE L’EDITORIA LOCALE. VENERDI’ SETTE APPUNTAMENTI NEL CENTRO STORICO

liberi 19 marzoE’ la rassegna dedicata agli autori e agli editori locali che hanno così la possibilità di mostrare le proprie opere letterarie più recenti che si occupano dell’approfondimento della storia, dell’attualità ma anche degli aspetti sociali del territorio. Sarà un fine settimana davvero intenso che impegnerà il pubblico ormai appassionato con vari incontri. Questo venerdì 17 marzo, sette i libri che saranno presentati. Si inizia alle 17.00 alla Sala Borsa della CamCom in via Natalelli, con l’incontro presentato da Gaetano Cascone, dedicato al testo “Le contrade di Santa Croce Camerina”, opera della Società Santacrocese di Storia Patria, che analizza sotto diversi aspetti le 92 contrade del territorio del comune ibleo, al fine di preservare la memoria dei toponimi e trasmetterla alle generazioni future. Alle 17.30 alla Libreria Paolino invece Pippo Gurrieri presenterà il libro “Un nome difficile” di Carmelo Ferrera, edito da Ed. Periferie, che narra le vicende di un banchiere pendolare tra Ragusa e Catania che scoprirà di essere “un uomo alla deriva su una zattera da cui erano via via scivolati a sogni e illusioni”. Si continua alle 18.00 alla Libreria Flaccavento con l’ incontro dedicato al libro “Federico II e il suo tempo”, scritto da Maurici, Raffaele, Ruta e Sardella, Ed. di Storia e Studi Sociali, che approfondirà la figura complessa e affascinante del sovrano. Condurrà l’incontro Rossana Barcellona. Alle 18.30 Carlo Blangiforti presenterà alla Libreria Paolino il libro “Quattro racconti” di Vito Campo, ed Operaincerta, che abbina con talento e leggerezza l’arte letteraria all’arte fotografica. “Indios senza re”, ed. La Fiaccola, è invece il titolo del libro che sarà protagonista dell’incontro delle 19.00 alla Sala Borsa della Camcom. L’autrice, Orsetta Bellani, in compagnia di Natale Musarra racconterà lo zapatismo attraverso immagini cariche di pathos. Alle 19.30 la Libreria Flaccavento ospiterà la presentazione, a cura di Mario Barresi, del libro di Gianni Papa, “Una bella storia”, ed. LuoghInteriori, che farà immergere i lettori nella saga-epopea del treno più bello del mondo, l’Orient Express. Ultimo incontro della giornata sarà alle 20.00 all’Auditorium della Camera di Commercio, in piazza Libertà, con l’opera “Procedings of the 4° International Symposium on Karst in the South Mediterranean Area” di Rosario Ruggieri, che raccoglie i contributi presentati dai relatori al 4° Simposio Internazionale sul Carsismo  nell’area Sud-Mediterranea, organizzato dal Cirs Ragusa a Favignana nel 2014, in occasione del 40° anniversario della nascita del centro.  Seguirà la proiezione del video-documentario “Viaggio lungo i sentieri dell’acqua: dai canyon iblei alle zubbie dei Monti di Trapani”. Per conoscere il programma completo è possibile seguire la pagina social o collegarsi al sito web www.liberiaragusa.it .

 

 

 

 

Vittoria, rapina ad un corriere: due arresti

GRASSO Angelo 19-2-93 rgTOMMASI Giombattista, 3-10-94 VittoriaLa Polizia di Stato ha tratto in arresto Giombattista Tommasi nato a Vittoria nel 1994 e Angelo Grasso nato a Ragusa nel 1993, entrambi pregiudicati residenti a Vittoria. Erano le 12 di mercoledì quando è stata segnalata una rapina nei pressi delle case popolari di c.da Fanello. La segnalazione era di una certa gravità considerato che veniva descritta una violenta aggressione dei rapinatori ai danni di un corriere. In pochi istanti, considerata la vicinanza dal Commissariato, giungevano sul posto gli uomini della Squadra Mobile che bloccavano un rapinatore mentre l’altro si dava alla fuga. Interrotta la violenza e tratto in salvo il corriere che si stava difendendo, veniva rincorso anche l’altro rapinatore che si nascondeva all’interno del condominio di case popolari. Gli stessi abitanti della zona davano indicazioni ai poliziotti permettendo una rapida individuazione e portando conforto all’uomo che poco prima era stato aggredito. In pochi minuti i due rapinatori sono stati neutralizzati e condotti in Commissariato dove hanno ammesso le proprie responsabilità. Il corriere ha raccontato che durante la consegna  aveva lasciato il furgone aperto e quando ha fatto ritorno per continuare il proprio lavoro, si è accorto della presenza all’interno di due ragazzi. L’uomo li ha subito affrontati intimandogli di lasciare tutto e andare via perché avrebbe pure perso il lavoro. Nonostante le implorazioni, i due rapinatori si sono scagliati sul corriere. I due hanno usato violenza per fuggire e lo hanno minacciato di morte qualora non li avesse fatti andare via. Solo il tempestivo intervento della Polizia di Stato ha permesso al corriere di sottrarsi alla violenza e recuperare i plichi destinati a diversi cittadini di Vittoria dei quali i rapinatori si erano impossessati. I due sono ora in  carcere a Ragusa.                                                     

COMISO: IN MACCHINA CON MEZZO ETTO DI COCAINA, CARABINIERI ARRESTANO DUE PERSONE

TECARU Oana Catalina cl. 90LILLO Omar cl. 84Due persone tratte in arresto, Lillo Omar, 32enne, e Tecaru Oana Catalina, 26enne, sorpresi con oltre 50 grammi di cocaina. In particolare, tra Vittoria e Comiso, i Carabinieri hanno passato al setaccio numerose abitazioni, controllando anche i mezzi che transitavano in contrada Sperlinga: una Lancia Y, che transitava a forte velocità, è stata fermata da una pattuglia. I militari, insospettiti dall’atteggiamento del guidatore, hanno sottoposto a perquisizione personale il conducente e il passeggero e hanno esteso l’ispezione anche a tutta l’autovettura. All’interno i Carabinieri hanno rinvenuto un sacchetto in plastica termosigillato contenente oltre 50 grammi di cocaina in pietra, quindi allo stato puro: la droga è stata sottoposta a sequestro penale. I due sono stati successivamente condotti presso la caserma di via Garibaldi dove, al termine delle formalità di rito, sono stati ristretto rispettivamente presso la Casa Circondariale di Ragusa e di Catania Piazza Lanza, a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale ibleo, dott. Francesco Riccio, dinanzi alla quale dovranno rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio. La droga, allo stato puro, una volta tagliata avrebbe fruttato oltre 10.000 euro.

FINALMENTE IL PADUA TORNA IN CAMPO

padua50anniDopo più di un mese il Padua torna a giocare. Domenica arriva al “della Costituzione” di Ragusa  l’Amatori Palermo per la finale di andata della seconda fase del campionato di serie C1. Tre in tre mesi. Sono queste le partite che il Padua ha disputato in questo scorcio di stagione. Tra festività natalizie, pause e rinunce si è giocato veramente poco e forse è arrivato il momento di ripensare alla formula del prossimo campionato, altrimenti si rischia di perdere per strada i giocatori e di far disamorare gli appassionati. Sarà una partita che varrà come finale di andata della seconda fase del campionato di serie C1. Fondamentale vincere, con il maggior margine possibile, per presentarsi, dopo due settimane, al Malvagno, senza troppi patemi d’animo. Vincere la doppia sfida è importante per affrontare la squadra peggio piazzata nei due gironi di C2. «Palermo è probabilmente la squadra più in forma del momento, sia mentalmente che fisicamente», ha dichiarato il team manager biancazzurro, Ciccio Schininà. «Hanno ritrovato Di Trapani, autentico lusso per questa categoria, e una buona condizione fisica. Se riescono a mantenere per tutti gli 80 minuti il ritmo che hanno tenuto qui a Ragusa nel primo tempo sarà durissima vincere». L’appuntamento per il penultimo impegno casalingo del Padua è fissato alle ore 14:30. Ad aprire la giornata rugbystica, alle 11:00, saranno invece le rappresentative Under14 di Audax e Padua nell’ennesimo derby cittadino di categoria.

 

 

L’Archeologo Di Stefano a Tunisi per Cartagine

Ricerca a Cartagine Missione Italiana 2L’Archeologo ragusano Giovanni Di Stefano, Prof. di Archeologia dell’Università della Calabria, parlerà il 17 marzo all’ambasciata italiana a Tunisi, sugli scavi da lui eseguiti a Cartagine. L’equipe italiana del Prof. Di Stefano è stata presente a Cartagine nel 2000 è stata la prima equipe internazionale a riprendere le ricerche sul terreno dopo la primavera araba. “Le attività di ricerca italiana a Cartagine – ha dichiarato Di Stefano – si svolgono nell’ambito di una Collaborazione Internazionale e sta vedendo protagonisti dell’antica Cartagine la missione italiana e quella tedesca”. Le ricerche di Di Stefano a Cartagine hanno portato alla luce una porta urbana, una fontana con mosaici e ora una parte dell’impianto urbano vicino all’anfiteatro.

RAGUSA, CONTINUA LA FESTA DEL PATRIARCA SAN GIUSEPPE

Saint_Joseph_with_the_Infant_Jesus_by_Guido_Reni,_c_1635La festa di San Giuseppe a Ragusa, i cui riti religiosi sono in fase di svolgimento nella chiesa del Santissimo Salvatore, nel centro storico superiore, sta vivendo i momenti più significativi. Continuano, intanto, ad alternarsi le varie comunità parrocchiali durante le messe pomeridiane. Questo venerdì, con inizio sempre alle 18, sarà il sacerdote Giovanni Nobile a presiedere la santa messa che verrà animata dalle confraternite di Ragusa. Dopo la celebrazione eucaristica, seguirà la Via Crucis. Sabato 18 marzo, ore 18, la santa messa sarà celebrata dal sacerdote frate Pietro Giarracca e animata dalla parrocchia Sacra Famiglia di Ragusa. Sono invitati a partecipare gli sposi che celebreranno gli anniversari del loro matrimonio. Riceveranno una benedizione particolare. Domenica 19 marzo, sarà celebrata la festa esterna del patriarca San Giuseppe. Le sante messe sono in programma alle 9, alle 10, alle 11 e alle 17,30. In particolare la funzione religiosa delle 9 sarà celebrata dal parroco, sacerdote Giovanni Mandarà, quella delle 10 da padre Paolo La Terra, cancelliere della Curia vescovile di Ragusa. Quindi, alle 11, ancora una celebrazione che sarà tenuta dal parroco e animata dalla corale parrocchiale. Per l’occasione, ci sarà l’omaggio floreale da parte dei fanciulli della parrocchia al Patriarca. Quindi alle 16,45 la recita del Rosario e la Coroncina mentre alle 17,30 la santa messa sarà celebrata dal canonico sacerdote Giuseppe Ramondazzo e animata dalla corale parrocchiale. A seguire si terrà la processione con il venerato simulacro di San Giuseppe. A fine processione lo  spettacolo pirotecnico sul sagrato della chiesa. Tra le manifestazioni culturali e folkloristiche, da segnalare sabato 18 marzo alle 15,30 la prima camminata di San Giuseppe, aperta a tutti, con partenza e arrivo in piazza Santissimo Salvatore, in collaborazione con l’Asd Amunì. Domenica 19 marzo, alle 9,30, ci sarà poi l’apertura della fiera del dolce e della fiera del salato nei locali di via Garibaldi 139 mentre alle 18 è in programma la prima degustazione della “Mitilugghia” in piazza Santissimo Salvatore curata dal gruppo “Salvador Regni” della parrocchia.

 

 

FEDERICO PICCITTO E QUEL PIZZICO DI GALATEO MANCANTE

6309_35-krater-camarina-museum-sicilyLa Signora Paola Pelagatti – una degli intellettuali italiani con il maggior numero di riconoscimenti e titoli accademici per le sue ricerche e gli studi scientifici in ambito archeologico – è da ieri cittadina ragusana. Finalmente il Comune – se ne parlava da anni – ha simbolicamente accolto nella nostra comunità una  donna che ci ha restituito la civiltà di Camarina avendo dedicato decenni di impegno negli scavi, nella ricostruzione, nell’opera divulgativa di quel luogo fantastico che è  il museo e l’area circostante su cui ancora si appassionano studiosi di tutto il mondo. Bravo Piccitto! peccato però che la cerimonia è stata di una rozzezza degna della prassi cinquestelle. E’ accaduto che a Palazzo si son dimenticati di invitare una persona che è da considerarsi il “primo discepolo” della Pelagatti, Giovanni Di Stefano, che non solo ha ereditato un amore e una competenza unica per Camarina, ma che è stato, dagli anni 80 in poi, l’archeologo che in armonia e in collaborazione con la visione della sua maestra ha dato vigore e vita a Camarina facendola penetrare nel cuore dei ragusani riuscendo ad elaborare un rapporto strutturato di possesso e appartenenza fra il capoluogo e questo spazio non più lontano, non più distaccato, non più privo di cornice contemporanea. Incorporare Camarina è stata la missione di Di Stefano, ed infatti la Pelagatti, conscia e orgogliosa di questo obiettivo raggiunto, si è rivolta al nostro sindaco dicendogli; Lei è il sindaco non solo di Ragusa, ma di Camarina! Giovanni Di stefano era comunque presente alla cerimonia e c’è chi ha sentito il suo vocione mentre dibatteva con il dirigente Toti Scifo che tentava di giustificare l’offesa arrampicandosi sugli specchi. La Signora Pelagatti – che ha quasi 90 anni – ha capito quel che era avvenuto addolorandosi parecchio per l’accaduto (nonostante il suo carissimo Di Stefano in alcun modo l’ha coinvolta nello spiacevolissimo colloquio con il servitore dello Stato piegandosi ad un’amabile bugia e riferendo che si  trattava di stupidaggini),  ma  si è vista una scena che ci deve far riflettere: il sindaco è passato liscio, ha fatto finta di non capire…una tecnica ormai consolidata nella quotidianità cinquestelle. Manca la cultura della relazione, ci si sente sempre compiuti, quadrati, e tutti gli angoli vengono curati e appuntiti in casa cinquestelle.  Non ci risulta che Federico Piccitto sia mai stato da sindaco a Camarina per osservarla con l’amore che un primo cittadino deve nutrire per il suo territorio. Passi la figuraccia con l’archeologo Di Stefano, passi l’ignoranza per il galateo, ma si ascoltino le parole della Pelagatti: sindaco di Camarina, sindaco quindi del presente e anche delle forme e delle vite che non muoiono mai.

RAGUSA ATTENZIONATA DALLA STAMPA NAZIONALE, MA L’ASSENZA DELL’AMMINISTRAZIONE AD UNA CONFERENZA STAMPA A MILANO VIENE CRITICATA DA MAURIZIO TUMINO

maurizio-tumino“Oggi a Milano, il settimanale Panorama ha presentato il loro tour annuale Panorama d’Italia, che interesserà l’intera penisola per la promozione delle bellezze italiane. Dal 22 al 25 novembre, Ragusa sarà la tappa finale di questo tour, al centro dell’attenzione mediatica nazionale ed internazionale grazie alla iniziativa della famosa rivista. Insieme a Torino, Bologna, Milano e Bari solo per citare alcune località del nostro paese, Ragusa diventerà città del mondo. Una serie di eventi pubblici e privati saranno organizzati proprio per dare impulso alla nostra comunità. Per tre giorni la nostra città sarà certamente interessata da diverse iniziative, eventi e manifestazioni dirette alla promozione del territorio stesso. I monumenti patrimonio dell’Unesco, le nostre vallate, la nostra fascia costiera con il porto turistico insieme all’eccellenza della nostra  enogastronomia finalmente saranno oggetto delle giuste attenzioni”. Sin qui tutto ok, ma poi il consigliere comunale Maurizio Tumino lancia la bordata al governo cinquestelle di Ragusa: ” Questa bella notizia non ha mancato, ancora una volta, di evidenziare l’inadeguatezza dell’amministrazione Piccitto, che reiteratamente risulta assente agli appuntamenti importanti. Né  sindaco né alcun rappresentante del Comune, nonostante ripetutamente invitati, si sono degnati di presenziare all’evento snobbando di fatto tutte le altre rappresentanze istituzionali presenti e facendo venire meno, evidentemente, l’interesse del nostro territorio alla iniziativa stessa. Mentre erano presenti tutte le istituzioni delle altre città ospitanti ed erano presenti i Governatori  di Lombardia, Puglia ed Umbria. La nostra città purtroppo al di là della propaganda si è assopita, diventa ogni giorno più arida, senza anima e noi non possiamo permetterci di perdere le poche occasioni che ci vengono offerte per svegliarla dal torpore. Sindaco Piccitto svegliati, Ragusa ha bisogno di essere governata!”.

DA VITTORIA UN APPELLO CONTRO LE AGROMAFIE

downloadUn convegno sui Mercati, la Filiera Agroalimentare e le Agromafie è  quello che si è tenuto nella sede Avis dell’Emaia a Vittoria. A concludere il convegno è stato il Senatore Francesco Campanella di Sinistra italiana. Qualche giorno prima il Tavolo Verde Sicilia aveva presentato e consegnato  al Prefetto di Ragusa  la richiesta di accesso al mercato ortofrutticolo. Scrive Ciccio Aiello: “Accesso  non vuol dire condanna sommaria, accesso significa invece  accertare in quale misura le nostre denunce trovino conferme per poi, eventualmente,  commissariare la struttura mercatale. Il Prefetto  ha assicurato la trasmissione del nostro documento al Ministro dell’Interno, Minniti. L’intera filiera agroalimentare va riformata, e la riforma parte dal Sud, dai Mercati, per interessare l’intero sistema agroalimentare” .Ha aperto i lavori il Senatore Concetto Scivoletto, Coordinatore Regionale di Tavolo Verde Sicilia,   con una ampia realazione del valore e del significato della battaglia intrapresa al servizio dei produttori e dei consumatori , contro le mafie presenti nella filiera e nel territorio, e dei consumatori, costretti all’acquisto di prodotti a prezzi decuplicati e taroccati. Giovanni Traina, Presidente dell’Associazione per le criticità bancarie,  ha chiarito, come e quanto influiscano negativamente le condizioni che le banche applicano ma non specificano e la chiusura totale del credito nei confronti dei privati, delle piccole e medie imprese e delle aziende agricole. Altri interventi sono stati quelli di Gianfranco Motta e Peppe Fiorellini, entrambi concordanti  nel dire che lo Stato  deve intervenire in maniera risolutiva per liberare la filiera da mafie e parassitismi. Il senatore campanella che già in Senato era intervenuto per denunciare gli ultimi episodi registrati, ha concluso manifestando la sua disponibilità a seguire questo cammino assieme ai territori e al mondo del lavoro e delle imprese che lottano per fare pulizia nel vasto mondo dell’agroalimentare.

RAGUSA, UNA MOSTRA DEDICATA AD UNO DEI MOMENTI STORICI PIU’ IMPORTANTI PER L’ITALIA: IL PRIMO VOTO DELLE DONNE

mostra voto 2Ripercorrere un momento storico per il nostro Paese attraverso gli scatti di una mostra di grande valenza culturale che vede riunite le raccolte iconografiche e documentarie di numerosi enti provinciali.  Venerdì 17 marzo, alle ore 17.30, alla Fondazione Grimaldi a Modica, sarà inaugurata la mostra documentaria “Cittadine al voto”, curata da Alessia Facineroso. Un ricco album storico dall’inestimabile valore civile che raccoglierà momenti di intenso fermento politico, sociale e culturale in Italia attraverso gli scatti delle 21 madri costituenti e delle parlamentari della prima legislatura repubblicana; le proposte di legge sul suffragio femminile; le petizioni avanzate dai Gruppi di Difesa della Donna all’Associazione Donne Elettrici; le pagine dei giornali e i manifesti di propaganda. La mostra era stata già presentata a Ragusa lo scorso dicembre, nell’ambito delle manifestazioni celebrative del 70° anniversario del primo voto delle donne, e in queste settimane è allestita alla “Società di Storia Patria per la Sicilia Orientale” a Palazzo Tezzano a Catania, dove sta riscuotendo grande apprezzamento. Dal prossimo 17 marzo sarà invece custodita a Palazzo Grimaldi a Modica dove resterà allestita fino al 3 aprile. L’iniziativa, fortemente voluta dal prefetto di Ragusa, Maria Carmela Librizzi, che si è subito messa in contatto con il presidente della Fondazione Grimaldi Uccio Barone, in qualità di coordinatore scientifico, rappresenta un vero omaggio a quell’epoca ed una prova dell’interesse collettivo e del senso di coesione nazionale che ancora oggi permeano la comunità. “La storia e la cultura riescono ancora una volta, e nonostante la crisi dilagante della politica e delle istituzioni rappresentative – commenta la curatrice della mostra, Alessia Facineroso – a colmare il divario fra identità e appartenenze, a ricucire le anime del Paese, a riscoprirne radici e processi fondativi, celebrandoli senza retorica e senza sterili revisionismi, ma solo attraverso la ricerca e la divulgazione scientifica”. La mostra sarà visitabile (ingresso libero) tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 20.00.

 

 

CONCORSO “RACCONTA IL TUO VIAGGIO”, UNO SPAGNOLO ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI DI MONTALBANO

Jordi Canal SolerE’ il travel blogger Jordi Canal Soler il vincitore del I° concorso “Racconta il tuo viaggio”, indetto dall’associazione di promozione turistica Sud Tourism, in collaborazione con la rivista spagnola “Magellan” e la scuola di letteratura di Barcellona. Per lui un primo premio davvero speciale: “Un viaggio alla scoperta dei luoghi del Commissario Montalbano” che, dal 17 al 19 marzo, accompagnato dallo staff dall’associazione Sud Tourism, compirà scoprendo gli scenari più belli della Vigata televisiva e della provincia iblea. Jordi Canal Soler è stato tra i tanti appassionati lettori della rivista e amanti dei viaggi a partecipare al concorso, inviando un racconto in merito ad un’esperienza maturata durante l’ultimo viaggio svolto. Il blogger spagnolo ha raccontato della sua ultima avventura al Polo Nord, conquistando la giuria. L’esperienza è diventata anche un documentario, dal titolo “Viaggio al Polo Nord”, che sarà presentato venerdì, 17 marzo, alle ore 18.00, all’Auditorium Santa Teresa di Ragusa Ibla, durante un incontro dedicato agli studenti ma aperto a tutti. Il fine settimana sarà dedicato poi alla visita dei luoghi più noti della provincia, alle sue bellezze artistiche e paesaggistiche: non solo Ragusa, ma anche Scicli, Modica, città “Patrimonio dell’Umanità”, Sampieri e Punta Secca, scenari della fiction del Commissario Montalbano, il bellissimo Castello di Donnafugata e tutti i monumenti più importanti della provincia. Al termine dei tre giorni, il giovane spagnolo realizzerà un articolo sui luoghi visitati e sulle esperienze vissute nel territorio ibleo che sarà pubblicato dalla rivista di viaggi “Magellan”.

 

A RAGUSA DOPPIO FINE SETTIMANA DEDICATO AL GRANDE DRAMMATURGO SAMUEL BECKETT

finale di partita 1 (1)Omaggio all’opera teatrale e cinematografica del grande drammaturgo irlandese Samuel Beckett in un doppio appuntamento con la Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa. Si inizia venerdì 17 marzo, alle ore 20.00, al Teatro Ideal del capoluogo, con il seminario interattivo, ad ingresso gratuito, dal titolo “Beckett, il teatro e il cinema”, svolto con la collaborazione del prof. Danilo Amione. E a Beckett è dedicato anche il prossimo fine settimana con lo spettacolo “Finale di Partita” che dopo il suo debutto, torna in replica in doppia data, sabato 25 marzo, alla ore 21.00, e domenica 26 marzo, alle ore 18.00, sempre al Teatro Ideal di Ragusa. E’ uno degli spettacoli che la compagnia teatrale, guidata da Vittorio Bonaccorso e Federica Bisegna, ripropone con grande entusiasmo. Un’opera in un solo atto, pietra miliare del teatro dell’assurdo, con una straordinaria regia di Vittorio Bonaccorso che ha deciso di evidenziare l’interpretazione di questo capolavoro teatrale, ponendo l’accento sulla visione post-atomica o post-umanità anche se dai contorni indefiniti, come negli intenti dell’autore, in una ripetizione ossessiva dei giorni, uno uguale all’altro, che rendono insignificanti il senso della vita stessa. Vittorio Bonaccorso, nel ruolo di Hamm, è sul palco insieme al giovanissimo Giuseppe Arezzi, nel ruolo di Clov ed ancora Federica Bisegna e Giancarlo Iacono, rispettivamente Nell e Nagg, con la collaborazione di Lorenzo Pluchino, luci e fonica di Andrea Iozzia Ma gli impegni della Compagnia G.o.D.o.T. non si fermano qui: sabato pomeriggio 18 marzo alle 20,30  gli allievi saranno impegnati nella terza lezione-spettacolo per l’anno in corso, ad ingresso gratuito, che sarà dedicata all’improvvisazione nel cinema e nel teatro. Sia il seminario di venerdì 17 che la lezione spettacolo di sabato 18 sono ad ingresso gratuito, mentre per “Finale di partita” i biglietti sono acquistabili su prevendita, al prezzo di €.10  (ridotto€.5), presso Beddamatri (Via M. Coffa, 12 – Ragusa). Info e prenotazioni: 339.3234452 – 338.4920769.

PANORAMA D’ITALIA FA TAPPA A RAGUSA

IMG-20170315-WA0015Presentato a Milano, alla presenza di tre governatori regionali di -Lombardia Maroni, Puglia Emiliano ed Umbria Catiuscia Marini,- il programma della quarta edizione di Panorama d’Italia, la kermesse itinerante ideata dal settimanale Panorama edito da Mondadori, per promuovere e celebrare le eccellenze dell’Italia più bella.  Il prestigioso evento prevede la sua tappa finale a Ragusa, tra il 22 e il 25 novembre prossimo: grandi ospiti prenderanno parte alle giornate di incontri e, a conclusione dell’evento, avranno luogo nel capoluogo ibleo le premiazioni dei concorsi indetti da Panorama a livello nazionale, indirizzato alla scuola e alla valorizzazione dell’ autoimprenditorialità giovanile. Panorama offrirà anche l’opportunità di fare un soggiorno formativo a New York, presso l’Italian Business & Investment Initiative, in occasione della tappa newyorkese dell’evento di Mondadori. Si tratta di un’occasione per tutti quei giovani che hanno un progetto nel cassetto e per dare una spinta produttiva a quel settore del turismo e della fruizione dei beni culturali che in tutta la Sicilia stenta a crescere e che ha causato non poche polemiche anche in tempi recenti.

Istituti doganali e nuovi strumenti  a disposizione del Commercio e delle Imprese

Foto Presidente Ing. TAVERNITI EnzoLa globalizzazione richiede, per i sistemi produttivi, elevate capacità di internazionalizzazione e conoscenze adeguate riguardo alle norme e alle procedure inerenti gli istituti doganali e ai nuovi strumenti a disposizione per il commercio e le imprese. A tal fine, Sicindustria Ragusa, Ordine Dottori Commercialisti, Ufficio delle Dogane di Siracusa, Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali  e Mondial Granit Spa organizzano un convegno sul tema “Dogane”, che si svolgerà Sabato 18 Marzo p.v., dalle 9.30 alle 13.00 presso l’Associazione degli Industriali di Ragusa (Zona Industriale, I Fase, Viale 7 civico 4). I quattro argomenti che saranno approfonditi durante il convegno riguardano: la sostenibilità del Commercio Estero tra “Fare Impresa” e adempimenti doganali; i regimi doganali secondo il nuovo Codice Unionale; gli strumenti doganali per gli operatori; la riforma portuale e i controlli. Il convegno si avvale della competenza di relatori qualificati ed esperti di livello. Per la partecipazione all’evento verranno riconosciuti 3 crediti formativi dall’Ordine dei Dottori Commercialisti. Le adesioni dovranno pervenire, entro Venerdì 17 alle ore 13.00, tramite info@confindustriarg.it ovvero tramite fax 0932/667479. Per info: 0932/666506.

Scroll To Top
Descargar musica