26-09-2017
Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: ingalleria

Archivio per il tag: ingalleria

INPS RAGUSA, NUOVO SISTEMA DI ACCOGLIENZA E GESTIONE UTENZA

1462122493859-jpg-bomba_sulle_pensioni__gli_immigrati_faranno_fallire_l_inps

Dal prossimo 2 ottobre la sede provinciale dell’Inps adotterà, in via sperimentale unitamente alle altre sedi della Sicilia, una nuova modalità di servizio per l’accoglienza e la gestione dell’utenza finalizzato alla riduzione dei tempi di attesa e alla erogazione di un migliore servizio anche in termini qualitativi. Detto sistema prevede la prenotazione e l’identificazione dell’utente tramite la tessera sanitaria. Si invitano, pertanto, tutti gli utenti che accederanno agli uffici Inps, di munirsi di detta tessera sanitaria.

SCICLI, LA SUA GENTE, LA SUA CULTURA, LE SUE TRADIZIONI, NON SONO MAFIOSI

battaglia-e-di-raimondo-e1365442482498-311x300

Riceviamo da Art. 1 Mpd e pubblichiamo: “La rinunzia del Procuratore Generale ad appellare la sentenza di assoluzione dell’ex sindaco di Scicli, dr. Franco Susino, dalla imputazione di concorso esterno nel delitto di associazione mafiosa rende giustizia all’uomo ed all’amministratore per un accusa infamante che ne aveva determinato le dimissioni,  alla scelta coraggiosa  e di civil servant di alcuni consiglieri e della giunta del tempo di continuare l’esperienza di governo della città, al solo fine di scongiurarne il dissesto finanziario,  a quella  parte della stampa e della società civile e politica , che aveva alzato la voce a difesa della comunità e della sua onorabilità, e che come ben si ricorderà era stata  additata come “negazionista”  dal Senatore del Pd Lumia nella chiosa finale di una interrogazione parlamentare in cui  sollecitava il Ministro dell’Interno pro tempore, On. Alfano, a sciogliere il Consiglio Comunale per infiltrazione mafiosa. Ad esito della consolidata verità giudiziaria   si sfarina il  teorema dello scioglimento, pervicacemente  sostenuto  e difeso (con “liturgici”  richiami al rispetto delle istituzioni)  dalle forze politiche del tempo e “strenuamente”  confermato in sede di giurisdizione amministrativa  prima dal Tar e, da ultimo, dal Consiglio di Stato con  un pronunciamento di cui si evidenza la “faticosa” trama motiva per “dequotare” la perentoria formula assolutoria della sentenza penale del Tribunale di Ragusa che aveva stigmatizzato  come l’accusa di concorso esterno, assunto come elemento dirimente dal giudice amministrativo per dichiarare la legittimità dello scioglimento, avesse  potuto superare, stante la  inconsistenza  del suo impianto,  la soglia della udienza preliminare. Oggi sappiamo che, come ha sentenziato in via definitiva un pezzo dello Stato, i fatti per cui il Comune è stato sciolto non erano fatti di mafia. Questa è una verità incontrovertibile da cui partire. Le odierne sagge sollecitazioni a guardare avanti, pertanto, non possono prescindere dalla lettura attenta dei fatti che hanno caratterizzato la storia recente della città per saper fare discernimento e scrivere la storia futura. E tutto ciò non potrà avvenire fino a quando questa triste stagione non verrà raccontata per intero, anche nei suoi retroscena, peraltro, noti, nonostante gli omissis, i silenzi (rotti qua e là da qualche insolenza) variamente motivati e le sopravvenute (in concomitanza di talune proteste della società civile) “rituali” dichiarazioni della politica recitativa. I fatti narrano che aver sottratto alla comunità 18 mesi di autodeterminazione democratica, affidandone le sorti ad una gestione commissariale,  che ha assunto decisioni (gravi) eludendone altre (quali ad esempio il mancato  parere negativo per l’insediamento nel territorio di una mega discarica per rifiuti speciali  coerentemente ai deliberati  dei governi legittimi della città) senza mai “ascoltare” i cittadini,  ha impoverito il tessuto democratico della comunità’, lasciandola senza protezione alcuna rispetto ai tentativi di realizzazione di interessi di parte che non avevano nulla di pubblica rilevanza e di diffusa utilità. E di tutto questo i responsabili della scelta politica, nelle diverse istanze, non ultima quella regionale, di sciogliere il comune devono darne conto alla città ed alla sua gente, senza rimozioni opacizzanti o paludati atteggiamenti istituzionali. Oggi a nessuno è più oltre consentito di fare la “voce narrante”, “latistante”, “neutrale” rispetto agli avvenimenti ed alle correlate responsabilità. I fatti invitano, inoltre, ad avviare una profonda riflessione sulla operatività nella moderna democrazia di una normativa che può determinare la sospensione della dialettica democratica di una comunità e del suo diritto ad autodeterminare il proprio futuro, sulla scorta di giudizi e valutazioni “probabilistiche” di infiltrazioni mafiose e condizionamenti della criminalità organizzata, che sentenze penali, valutando le stesse condotte, giudicano del tutto insussistenti. Ribadire oggi che Scicli, la sua gente, la sua cultura, le sue tradizioni, il suo Genius loci, non sono mafiosi, non vuol ovviamente negare che in città ci siano forze criminali organizzate. Al contrario questo va detto con chiarezza, manifestando alle Istituzioni, alla magistratura ed alle forze di Polizia un altissimo apprezzamento per la preziosa opera a tutela della serenità e della sicurezza della popolazione. MDP-Art 1 esprime, pertanto, piena soddisfazione per la restituita onorabilità al dr. Susino ed alla comunità sciclitana, impegnata in un non agevole itinerario di ricostruzione, brutalmente interrotto dallo scioglimento e che la ritrovata democrazia a seguito della ultima tornata elettorale, ha consentito di riavviare. Da qui in poi MDP-Art 1 è impegnato a spendersi con quanti a Scicli, in Sicilia e nel Paese, pensando ai giovani, alle donne, alle famiglie, all’associazionismo, a tutti i mondi vitali della società, vogliono progettare e realizzare   un futuro di buona politica, che sappia coniugare legalità e sviluppo, democrazia e giustizia, progresso ed eguaglianza”. Firmato COORDINAMENTO PROVINCIALE ART 1 MDP RAGUSA e COORDINAMENTO ART 1   MDP SCICLI

AGGRESSIONE A MARINA DI RAGUSA DEL 26 AGOSTO, IDENTIFICATO E DENUNCIATO IL RESPONSABILE

Immagine (6)

Conclusa dai Carabinieri della Compagnia di Ragusa l’indagine sull’aggressione avvenuta, la sera di sabato 26 agosto sul lungomare Mediterraneo, quando un sedicenne, forse solo per uno sguardo di troppo, era stato selvaggiamente picchiato da un altro ragazzo che, dopo avergli sferrato un violentissimo calcio in pieno viso, tanto da provocargli una frattura alla mascella, si era dato a precipitosa fuga, lasciando la sua vittima a terra priva di sensi. Da allora sono stati acquisiti i filmati di alcune telecamere di videosorveglianza poste nelle vicinanze del luogo dell’aggressione che, comunque, non si sono rivelate molto utili per individuare il bullo responsabile dell’aggressione, poiché le immagini erano di scarsa qualità. Il passo successivo è stato quello di sentire le decine di testimoni che avevano assistito al fatto, visto che nella serata del fine settimana il lungomare Mediterraneo era ovviamente affollato di persone. Proprio grazie a queste testimonianze e alla descrizione del suo aggressore fornita dalla vittima è stato ricostruito un primo identikit del soggetto, sulla base del quale sono state acquisite le foto di centinaia di soggetti che presentavano caratteristiche somatiche simili. Tali foto, raccolte in un corposo album, sono state sottoposte alla stessa vittima che, senza ombra di dubbio, riconosceva il suo aggressore in A.C., incensurato di anni 20, residente a Santa Croce Camerina, che veniva quindi denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Ragusa per il reato di lesioni personali gravi, aggravate dai futili motivi.

Arresti per voto di scambio a Vittoria, interviene il segretario Cgil Scifo

Il segr gen Cgil Ragusa Scifo alla manifestazione di Roma

Riceviamo e pubblichiamo: “Quanto emerge dalla operazione Exit poll delinea un quadro generale della città sempre di più allarmante e inquietante.  Secondo quanto emerge dalle indagini si sarebbero consumati reati di voto di scambio tra esponenti politici e ambienti criminali della città. Sarà certamente la giustizia  a stabilire la colpevolezza o l’innocenza delle persone destinatarie delle indagini, non spetta a noi  certamente emettere sentenze. Tuttavia alcuni elementi risultano  dalle indagini. In occasione delle ultime elezioni amministrative, e non solo, elementi di spicco della “Stidda” locale avrebbero influenzato le elezioni in diverse occasioni, determinando di fatto una totale agibilità della mafia nelle Istituzioni. Da anni ormai, grazie alle operazioni di contrasto portate avanti dalla magistratura e dalle forze dell’ordine, emerge  a Vittoria una situazione dove la criminalità organizzata ha compiuto il salto di qualità inserendosi a pieno titolo nel tessuto economico della città, sopratutto nella filiera agroalimentare motore produttivo di questo territorio. Il controllo di segmenti di filiera legati alla logistica, all’autotrasporto, agli imballaggi, ai servizi di lavorazione e confezionamento dei prodotti e alla commercializzazione, fanno emergere un intreccio di attività economiche che influenzano fortemente l’attività produttiva nel comparto, la condizione del lavoro  e  la società in generale. La presenza delle organizzazioni criminali nel nostro tessuto economico oltre ad essere confermata dalle attività condotte dalla Magistratura e dalla Forze dell’Ordine, la si vive quasi giornalmente attraverso i diversi attentati incendiari ai danni di imprese operanti nella filiera. Quello che è emerso con quest’ultima operazione è l’ulteriore salto di qualità da parte delle  organizzazioni criminali a Vittoria che ormai  in grado di condizionare la politica e le istituzioni. Occorre alzare al massimo la guardia e riappropriarsi della Città, e in primis delle Istituzioni. Questo compito spetta in questo momento allo Stato, ma anche alla  parte sana del mondo imprenditoriale, della politica, delle parti sociali e di tutta la società. Se la mafia è arrivata al punto di influenzare ed inquinare le Istituzioni è anche per colpa di chi si pone con indifferenza nella così detta zona grigia o terra di mezzo. Questo non può più continuare, e vale per tutti;la politica, le parti sociali, i soggetti economici e i professionisti. Serve segnare con nettezza uno spartiacque tra la mafia, in tutte le sue forme, e la parte per bene della società. Il popolo vittoriese deve riprendere, come nella storia, a segnare il proprio futuro attraverso la partecipazione democratica alla vita politica e sociale della città. Infine, quanto accaduto in queste ultime ore indica ancora una volta la presenza dello Stato, per questo, al di là del corso delle indagini e dell’intero iter giudiziario, facciamo plauso alla Magistratura e alle forze dell’Ordine per tutto l’operato”. Firmato Giuseppe Scifo Segretario generale Cgil di Ragusa

Ragusa, in pagamento ad ottobre i rimborsi libro dell’anno scolastico 2014/2015

immagine_2

Il Settore Servizi sociali, politiche per la famiglia, pubblica istruzione del Comune di Ragusa  rende noto che è stato disposto il pagamento  dei rimborsi libro previsto dalla legge 448/98 per gli alunni frequentanti, nell’anno scolastico 2014/2015, le diverse classi delle scuole primarie di primo grado e  per gli alunni delle classi di ogni ordine delle scuole secondarie di secondo grado. Detto pagamento verrà effettuato presso la sede centrale della Banca Agricola Popolare di Ragusa sita in Via Matteotti,  nelle giornate e secondo un apposito ordine alfabetico di seguito indicato: A –  E     9 ottobre 2017; F –  L    10 ottobre 2017; M – Q   11 ottobre 2017; R – Z    12 ottobre 2017.

Il bambino ragusano Alessandro Gibilisco parteciperà alla prossima edizione dello “Zecchino d’Oro”

9.Alessandro Gibilisco_di Ragusa

La 60° edizione dello “Zecchino d’Oro”  vedrà tra i concorrenti in gara Alessandro Gibilisco di dieci anni che si esibirà con la canzone “Mediterraneamente”. Alunno della quinta classe della Scuola elementare “Mariele Ventre”, Alessandro, gioca a basket ed è anche un bravo batterista. Lo “Zecchino d’Oro” verrà mandato in  onda  dall’Antoniano di Bologna tutte le domeniche dal 19 novembre al 10 dicembre. Prevista anche un’edizione speciale in programma l’8 dicembre prossimo.  L’Amministrazione comunale di Ragusa ha appreso con grande gioia la notizia ed il Capo della civica amministrazione Federico Piccitto a tal proposito dichiara: ”La nostra città è diventata un’autentica fucina di artisti di ogni età che riescono in diverse occasioni, partecipando a competizioni nazionali ed internazionali,  a mettersi in evidenza dimostrando le proprie capacità nei diversi settori del mondo dello spettacolo. Auguro al piccolo Alessandro di  riuscire a conquistare la simpatie del pubblico e di far ben figurare Ragusa che rappresenterà degnamente”.

Ragusa, Fiera Agrolimentare Mediterranea alla 43.ma edizione

Visual prop 2 bis

Nonostante la macchina organizzativa, dall’esperienza ormai consolidata negli anni,  venga avviata mesi prima dell’evento, quella presentata ieri mattina alla stampa, formalmente è la prima edizione dopo l’accorpamento delle tre Camere di Ragusa, Catania e Siracusa. In oltre 25.000 metri quadrati di spazio saranno ospitate 55 aziende della meccanizzazione, con 6.500 metri quadrati di esposizione in spazio aperto, 56 aziende agroalimentari, 8  dell’utensileria, 10 florovivaistiche, 20 le aziende per il settore delle attività al servizio dell’agricoltura e della zootecnia. Poi il punto forte dell’evento, costituito, come sempre, dalla presenza delle aziende zootecniche con i loro capi di bestiame, quelli presenti quest’anno al Foro Boario di c.da Nunziata a Ragusa saranno circa 270 appartenenti alle razze bovine Modicana, Frisona, Cherolaise, Limousine, Pezzata Rossa, e poi ancora equini ed asini. I dettagli della 43a edizione della FAM sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa alla quale era presente anche Pietro Agen, nuovo Presidente della Camera di Commercio del Sud Est che nel suo intervento ha evidenziato come ciascun territorio abbia una vocazione e come sia assolutamente naturale che questa Fiera si svolga a Ragusa. L’intento è quello di unire e non di dividere e di contribuire alla ulteriore crescita di questa realtà portando nuovi operatori, nuovi servizi e nuove strutture. Agen è convinto che questo lembo di Sicilia sia unico per le sue caratteristiche e peculiarità, dobbiamo solo imparare a “venderlo” e la FAM è la vetrina ideale. L’ex Presidente Giuseppe Giannone ha puntato l’attenzione sul periodo travagliato della FAM che nel 2014 aveva addirittura rischiato di saltare, ma che invece, fortemente voluta dai protagonisti e cioè dagli imprenditori, non si è mai fermata a dispetto dei tagli alle risorse e ai fondi comunitari. La Fiera ormai è intesa come fiera del Sud-Est e quindi deve proiettarsi nella crescita. Il dirigente Vito D’Antona da parte sua ha evidenziato come l’evento rappresenti la più efficace vetrina delle eccellenze del territorio ibleo, una realtà che ogni anno si arricchisce, dando segni tangibili di avanzamento. D’Antona ha sottolineato la grande attenzione rivolta anche quest’anno al settore avicolo ed in particolare ad una azienda che l’anno scorso è stata vittima di un gravissimo incendio. Nel suo articolato intervento Giovanna Licitra, dirigente camerale della Promozione  e anima organizzatrice della Fiera, ha voluto anzitutto ringraziare i suoi collaboratori chiamati ad affrontare una mole non indifferente di lavoro ed ha, dopo avere illustrato tutti i numeri di quest’anno, presentato il calendario di eventi ed attività collaterali che arricchiranno l’evento. Attività convegnistiche e seminariali, attività formative rivolte agli studenti da sei a tredici anni, mostre, concorsi, degustazioni. Tante iniziative che hanno determinato una crescita del 30%  in termini di presenze di espositori e altrettanto incremento ci si aspetta per i visitatori e gli operatori interessati. Anche quest’anno tutti gli eventi principali della fiera verranno trasmessi in diretta in streaming e l’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Ragusa Sebastiana Disca ha annunciato due novità: un maggiore investimento dal punto di vista sanitario e soprattutto l’istituzione di bus navetta che partendo dal parcheggio della “Ipercoop” condurranno direttamente in Fiera evitando il problema parcheggi. Il taglio del nastro fissato alle ore 10.30 del 29 settembre prossimo.

Arrestato l’ex sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia

400x300-giuseppe_nicosia

La Guardia di Finanza ha eseguito alcuni arresti per scambio politico-mafioso con riferimento alle elezioni amministrative del 2016. Sono finiti ai domiciliari gli esponenti del Pd Giuseppe e Fabio Nicosia. Arrestati anche Venerando Lauretta e Giombattista Puccio.

Cinema Lumière Ragusa

http _media.cineblog.it_5_54f_venezia-2017-il-colore-nascosto-delle-cose-trailer-foto-e-poster-del-film-di-silvio-soldini-22

Dopo la sosta estiva riapre il cinema Lumière con la proiezione settimanale dell’ultimo film di Silvio Soldini “Il colore nascosto delle cose” con Valeria Golino e Adriano Giannini.  Il film sarà proiettato dal 21 al 27 Settembre alle 18:30 e alle 21:30. Lunedì 25 chiuso. Il film aacconta la storia di Emma (Valeria Golino) che ha perso la vista a sedici anni, ma non si è lasciata inghiottire dall’oscurità: segue i suoi passi corti e incerti lungo le strade accidentate della città, guidata dal bastone bianco che non l’abbandona mai, come la consapevolezza che ogni giorno è una battaglia con qualche inaspettata sorpresa nel mezzo. L’incontro con lo sfuggente Teo (Adriano Giannini) è una delle sorprese che la vita le riserva nel finale, come risarcimento di un divorzio recente più che di un handicap assimilato. Teo è sicuro, avvenente, egoista, concentrato soltanto sulla carriera di “creativo”, salta da un letto all’altro scivolando fuori alle prime luci dell’alba. Teo avvicina l’osteopata per gioco e per scommessa, incuriosito da quella donna originale che coglie le sfumature delle cose senza riuscire a tracciarne i contorni. Una ventata di leggerezza li sorprende, ma quel galleggiare in allegria bruscamente finisce. Ognuno torna alla propria vita, anche se niente sarà più come prima.

NUMERI DA RECORD ALL’AVIS DI RAGUSA, FICARRA RINGRAZIA I DONATORI CON UNA LETTERA

avis2Il dr. Giovanni Garozzo, direttore dell’U.O.C. Trasfusionale dell’Asp di Ragusa,   ha reso pubblici i dati relativi alle donazioni effettuate, che l’Avis di Ragusa ha registrato nel periodo estivo, momento critico per le emergenze, 7753 – a fronte delle 7373 del 2016 –  nel breve arco di tempo  che va dal 1° luglio al 15 settembre. Un risultato straordinario che non fa altro che confermare l’eccellenza di questa Associazione che rappresenta un orgoglio per tutta la provincia iblea. «Volevo ringraziare – ha dichiarato il dr. Garozzo – il personale sanitario e amministrativo dell’Avis per la perfetta organizzazione della convocazione dei Donatori e per la raccolta e il personale del Servizio Trasfusionale per l’altrettanto eccellente lavoro di lavorazione e validazione di tutte le unità pervenute: perfetto esempio di sinergica integrazione tra strutture pubbliche e private”. Alle parole di ringraziamento si è unito anche il Commissario dell’Asp, il dr. Salvatore Lucio Ficarra, che ha voluto scrivere ai donatori AVIS della provincia di Ragusa: “Ancora una volta il Vostro impegno si è dimostrato un sicuro e saldo punto di riferimento per la nostra Azienda e per i pazienti che, con una frase fatta e tuttavia verissima, non vanno in ferie”. Grazie alla grande generosità dei Donatori e alla organizzazione impeccabile dell’Avis  si è  sopperito con successo alle esigenze trasfusionali dei malati e riuscendo anche a supportare alcune criticità espresse da altri sedi, ivi compresa quella presente nella Regione Lazio alla quale sono state inviate  tutte le unità di sangue programmate dal piano delle maxi emergenze, piano che vede nel Servizio Trasfusionale di Ragusa uno dei due Servizi siciliani direttamente coinvolti.

Incidente autonomo sulla Modica Mare. Conducente guidava senza patente

incidente

Incidente stradale ieri sera sulla Via Sorda Sampieri. Un furgone Ford Transit, dopo avere sbattuto prima contro un muro e poi controllo il guard rail che delimita la carreggiata, si è capovolto. I due occupanti, entrambi marocchini, sono riusciti a tirarsi fuori attraverso i finestrini. A parte qualche piccola contusione, sono rimasti illesi. Sul posto è arrivata la polizia che ha disciplinato la circolazione veicolare, i vigili del fuoco, per rimettere su strada il veicolo carico di merce, e la polizia locale per i rilievi. Il conducente, all’arrivo delle forze di polizia non era presente. C’era, però,  un   giovane marocchino che sosteneva di essere il passeggero e che, l’autista si era allontanato per chiamare il carro attrezzi. Dopo circa un’ora si è presentato un extracomunitario la cui versione non convinceva gli agenti del Nucleo di Pronto Intervento della polizia locale che interrogavano l’interessato e che a sua volta si contraddiceva nel descrivere la dinamica. In breve arrivano suoi luoghi altri connazionali e questo alimentava ancora di più le perplessità degli operatori. Dopo oltre un’ora, messo alle strette, uno di questi ammetteva di essere il conducente e di essersi allontanato perchè  sprovvisto di patente di guida. Da ulteriori accertamenti è risultato che l’uomo non aveva mai conseguito il documento. Si tratta di F.B., 37 anni, marocchino, residente a Modica, venditore ambulante. Allo stesso è stata comminata una sanzione, come previsto dall’art. 116 comma 15, di 5000 euro oltre al fermo amministrativo di tre mesi del veicolo.

Al via stasera a Marina di Ragusa la nuova edizione della festa di “Addio all’Estate”

 

iannucci 3

Tutto pronto per dare il via stasera a Marina di Ragusa alla nuova edizione della festa di “Addio all’Estate” organizzata dall’associazione Rusina con il contributo ed il patrocinio del Comune. Si comincerà dunque oggi, venerdì 15 settembre, alle ore 19, in Piazza Duca degli Abruzzi, luogo in cui verrà allestito uno stand per la degustazione di prodotti tipici locali. Più ampio ed articolato invece il programma di domani sabato 16 settembre, giornata clou dell’evento. Alle ore 19, sempre nella piazza centrale della ridente frazione balneare, ci sarà una seconda degustazione di prodotti tipici locali che verranno proposti da due distinti stand. Alle 21 seguiranno una serie di spettacoli con l’esibizione sul palco, appositamente montato per l’occasione, di scuole di danza, del coro di bambini della associazione “Armida”,  della band  locale “I Diamanti” ed alle 23,15, il cabaret  con l’artista  Sasà Salvaggio. La serata di concluderà, come di consueto, con il tanto atteso Festival di fuochi d’artificio in programma, alle ore 0,30, presso il Porto turistico. “L’appuntamento con la festa di  “Addio all’estate” che l’Amministrazione comunale ha voluto promuovere a Marina di Ragusa – dichiara il vice sindaco con delega agli spettacoli  Massimo Iannucci – richiamerà ancora una  volta non solo tantissimi nostri concittadini ma anche molti turisti che ancora numerosi affollano in questo periodo le spiagge della fascia costiera del territorio comunale”.

Ex province: Ragusa, dipendenti sul tetto sede centrale – Consegna certificati elettorali al prefetto per tagli Regione

20170915_103728

Una trentina di dipendenti è sul tetto del Palazzo della Provincia per protestare contro la decisione della Giunta regionale che nel riparto dei 21,5 milioni di euro non ha assegnato i necessari finanziamenti al Libero Consorzio Comunale di Ragusa per evitare il dissesto dell’Ente che comporterà il blocco degli stipendi dei dipendenti e dei servizi. Il riparto della Giunta ha privilegiato solo l’ex provincia di Siracusa per la quale sono stati stanziati 8,3 milioni di euro penalizzando soprattutto Ragusa che ha avuto appena un milione di euro, a fronte di un’esigenza di 7 milioni di euro. I dipendenti riuniti in assemblea spontanea stamani hanno deciso di consegnare i certificati elettorali al prefetto di Ragusa proprio per rimarcare l’ingiusta ripartizione decisa dal Governo regionale che penalizza “un ente virtuoso che ha fatto spending review e che si trova in dissesto strutturale anche per il prelievo forzoso dello Stato che quest’anno è stato di 18,5 milioni di euro”.

OPERAZIONE ANTIMAFIA A VITTORIA, SGOMINATO CLAN “VENTURA”

DSC_0031 (Copy) (2)

Dalle prime ore della mattinata odierna, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Catania, i Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa e la Squadra Mobile di Ragusa, stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Catania nei confronti di pregiudicati di Vittoria, accusati di associazione mafiosa, estorsioni e fittizia intestazione di beni aggravate dalle modalità mafiose. Gli arrestati sono considerati appartenenti al clan “Ventura”, appartenente all’associazione di stampo mafioso denominata “Stidda”. Le indagini hanno permesso di ricostruire l’organigramma del clan, capeggiato dai componenti della famiglia Ventura, accertando che era dedito alle estorsioni in danno di commercianti e imprenditori, i cui proventi venivano reinvestiti in attività economiche lecite.

SVELATI I PRIMI OSPITI DELLA 23ESIMA EDIZIONE DI IBLA BUSKERS, IN PROGRAMMA DAL 5 ALL’8 OTTOBRE PROSSIMO

Hostress

Dal 5 all’8 ottobre a Ragusa Ibla equilibristi, giocolieri, cabarettisti ed acrobati provenienti da tutto il mondo saranno i protagonisti di Ibla Buskers, la festa degli artisti di strada. A Ibla Buskers 2017 il Circo Zoè porterà lo spettacolo “Naufragata”. La magia classica rivivrà in chiave moderna con Julio Opazo, ginnasta, maga e giocolerie che ha girato tutto il mondo prima con il gruppo di ballerini R&B e funk LOS FALCOS che ha conquistato il Cile e poi con il duo Los Chatos, con cui ha entusiasmato il Sud America prima, l’Europa poi per arrivare fino in Corea. A Ragusa Ibla si presenterà con lo spettacolo Play. Saranno invece due clown della compagnia Alta Gama, a bordo di una bicicletta acrobatica, i protagonisti di uno show, uno spettacolo con musica dal vivo ed  acrobazie. Novità di quest’anno poi la presenza di Beatrice Niero, Sara Righetto e Anna Marcato le “Hostress” della 23^ edizione : la loro missione sarà rendere il viaggio dentro il festival piacevole e soprattutto musicale, grazie ad una colonna sonora per ogni occasione per spiccare il volo sulle note di Bach, Bobby McFerrin, Trenet, Beach Boys e Pharrell Williams.

Grazie all’annuncio di Tele Nova, Lucky è stato ritrovato

IMG-20170913-WA0000

La pubblicazione di ieri sera di Tele Nova dello smarrimento di un cane in zona Pianetti a Ragusa ha dato i frutti sperati. Lucky è stato riconsegnato alla sua famiglia. Il commento “E adesso siamo a casa, tutti contenti”!!!

A Ragusa si è perso Lucky

IMG-20170912-WA0003

Un cane di 15 anni si è perso nella zona PIanetti. E’ sordo e si fa prendere. Chi lo dovesse trovare è pregato di contattare il numero 3398614601.

A Ragusa Ibla la presentazione del libro dedicato al sacerdote ucciso dalla mafia il 15 settembre del 1993

 

Pino_Puglisi

Venerdì 15 settembre, alle ore 18.30, presso l’auditorium Santa Teresa in piazza Chiaramonte, si terrà la presentazione del libro “Il primo martire di mafia. L’eredità di padre Pino Puglisi” (edito da EDB, 2016), promossa dall’associazione GLS Giovani Legalità Sport in partnership con Generazione Zero, la FUCI di Ragusa e di Vittoria. Un incontro incentrato sulla figura del sacerdote palermitano che dedicò la sua vita ai giovani, affinché avessero l’opportunità di scappare dall’ambiente criminale in cui erano confinati. Durante l’incontro, preceduto dal salutodi Mons. Carmelo Cuttitta, vescovo di Ragusa, Salvo Ognibene, autore del libro insieme a Rosaria Cascio, discuterà con i cittadini di Ragusa del lavoro e degli insegnamenti di don Puglisi, ma anche dello stato attuale in cui verte il rapporto tra Chiesa e società civile in relazione alla lotta a tutte le mafie. Un appuntamento dedicato al grande esempio di don Puglisi e alla sua preziosa eredità come uomo di fede ed educatore. Il lavoro di don Puglisi, proclamato beato il 25 maggio del 2013, fece sì che decine di ragazzi e bambini trovassero una via di fuga dalla malavita, attraverso attività e giochi. L’impegno profuso, considerato troppo scomodo da Cosa nostra, quando divenne parroco nel quartiere Brancaccio di Palermo, gli costò la vita il giorno del suo cinquantaseiesimo compleanno.

Ragusa, investe una donna di 87 anni sulle strisce pedonali e scappa: rintracciata dalla Polizia pirata della strada

DSC_0005RID STAMPA (1)

Venerdì pomeriggio in Corso Italia una donna trentenne alla guida di una utilitaria ha investito una anziana che transitava sulle strisce pedonali e, senza fermarsi a prestare soccorso, si è data alla fuga. In pochi minuti gli uomini della Squadra Volanti, grazie a un testimone e alle telecamere di videosorveglianza, hanno individuato l’autovettura a Ragusa Ibla e incastrato il pirata della strada. La donna ha detto di non essersi resa conto di quanto fosse accaduto: è stata accompagnata presso gli uffici della Questura di Ragusa, dove al termine degli ulteriori accertamenti è stata deferita all’autorità giudiziaria con l’accusa di fuga in caso di incidente con danno alle persone, reato che comporta una la pena della reclusione fino a 3 anni. Alla donna è stata ritirata ala patente di guida ai fini della sospensione, come sanzione accessoria. La trentenne, della provincia di Ragusa, è risultata negativa agli accertamenti sull’assunzione di sostanze alcoliche ed era alla guida di una utilitaria che presentava regolare copertura assicurativa.

RAGUSA, 23′ STAGIONE CONCERTISTICA INTERNAZIONALE “MELODICA” DEDICATA AL COMPIANTO TOTO’ OTTAVIANO

Foto di repertorio

Il prossimo 21 ottobre, nella consueta location del Teatro Don Bosco, con uno spettacolo dedicato al tango argentino, torna la Stagione Concertistica Internazionale “Melodica. Ben sedici i concerti in programma che da ottobre e fino a maggio accompagneranno le serate iblee. E la campagna abbonamenti è già avviata: da oggi infatti è possibile assicurarsi un posto in platea per tutta la stagione ad un prezzo assolutamente conveniente. Quest’anno la rassegna sarà dedicata al compianto Totò Ottaviano, ex assessore della Giunta Chessari, che 23 anni fa credette nel progetto dell’associazione musicale Melodica. Alla guida della stagione c’è come sempre la direttrice artistica Diana Laura Nocchiero, pianista di fama internazionale che cura il cartellone, proponendo sempre serate e concerti di prestigio, riuscendo a portare sul palco del Teatro Don Bosco artisti di fama mondiale. Da oggi è aperta la campagna abbonamenti che possono essere acquistati presso la Libreria Ubik di Ragusa (dalle ore 10:00 alle 13:00) o dalle ore 19:00 dello stesso giorno del concerto presso il botteghino del teatro. L’abbonamento permette di scegliere il posto in platea e di assistere a tutte le serate della stagione al prezzo assolutamente conveniente di 60 euro se ci si abbona entro il 20 ottobre o di 70 euro se lo si fa successivamente. Inoltre gli abbonati avranno diritto ad uno sconto sul biglietto di ingresso al “Gran Galà della Lirica“, un fuori programma che si terrà sabato 23 dicembre, organizzato in collaborazione con l’Associazione culturale “Italian Opera Live” e che vedrà protagonisti dieci artisti di fama internazionale. “Ci avviciniamo all’inizio della 23^ edizione – commenta la direttrice artistica Nocchiero – e come sempre non vediamo l’ora di incontrare di nuovo il nostro amato pubblico che ci segue con tanto affetto e calore, a cui ogni anno si aggiungono sempre nuovi spettatori, a dimostrazione di quanto desiderio e amore ci sia per la cultura in generale, e per la musica in particolare. Per questo ogni anno ci sentiamo sempre più stimolati ad offrire un programma di altissimo livello e di grande varietà”. Si inizia quindi il 21 ottobre con lo spettacolo “Tango e…dintorni” con i musicisti Gennaro Minichiello al violino, Giovanna D’Amato al violoncello e Fabio Gemmiti alla fisarmonica. Ad accompagnarli la danza passionale dei ballerini Malena Veltri e Luis Delgado. L’ingresso ai singoli concerti è invece di 10 euro (biglietto intero), 5 euro per studenti (i bambini al di sotto degli 8 anni non pagano). Sicuramente un’occasione allettante per i tanti appassionati che non vogliono perdere neanche uno dei sedici straordinari appuntamenti, approfittando di un prezzo assolutamente conveniente. Tutti i concerti in programma avranno inizio alle ore 20.30, ingresso in sala dalle ore 20.00. Per il pubblico di “Melodica” è possibile posteggiare nel piazzale all’interno dell’Istituto Salesiano di Ragusa. Contatti:  Libreria Ubik 0932 258423 / 347 2313605 oppure associazione Melodica 333 4326158 -www.melodicaweb.it – [email protected].

Scroll To Top
Descargar musica