05-12-2020
Ti trovi qui: Home » Sport » Giro d’Italia: tappe e squadre in gara

20/10/2020 -

Sport/

Giro d’Italia: tappe e squadre in gara

Il Giro d’Italia è arrivato alla sua centotreesima edizione, che sarà valida come sedicesima prova dell’UCI World Tour 2020. Si correrà fino al 25 ottobre 2020 per un percorso totale di 3.497,9 km, con partenza da Monreale e arrivo a Milano, dove la gara rosa nacque ben 111 anni fa. Gli unici giorni di riposo sono stati il 12 e il 19 ottobre. Dopo Monreale-Palermo, Alcamo-Agrigento, Enna-Etna, Catania-Villafranca, Mileto-Camigliatello Silano, Castrovillari-Matera, Matera-Brindisi, Giovinazzo-Veste e San Salvo-Roccaraso seguiranno le tappe di Lanciano Tortoreto, Porto Sant’Elpidio-Rimini, Cesenatico-Cesenatico, Cervia-Monselice, Conegliano-Valdobiaddene e Base Aerea Rivolto-Piancavallo. Per concludere, Udine-San Daniele del Friuli, Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio, Pinzolo-Laghi di Cancano, Morbegno-Asti, Alba-Sestriere e Cernusco sul Naviglio-Milano.

Al Giro d’Italia del 2020 partecipano 22 squadre costituite da 8 corridori per un totale di 176 ciclisti, le 19 iscritte all’UCI World Tour 2020 e le 3 squadre invitate, quali la Androni Giocattoli-Sidermec, la Bardiani-CSF-Faizanè e la Vini Zabù KTM, tutte di categoria UCI Professional Continental. AG2R La Mondiale, Astana Pro Team, Bahrain-McLaren, Bora-Hansgrohe, CCC Team, Cofidis, Deceuninck-Quick Step, EF Pro Cycling, Groupama-FDJ, Israel Start-Up Nation, Lotto Soudal, Mitchelton-Scott, Movistar Team, NTT Pro Cycling Team, Ineos Grenadiers, Team Jumbo-Visma, Team Sunweb, Trek-Segfaredo e UAE Team Emirates completano l’elenco delle squadre partecipanti a questa edizione.

Tante sono le storie e le curiosità legate alla corsa rosa. Il primo montepremi ammontava a 300 lire, mentre nel 1924 si registrò l’unico caso di una donna che gareggiò con gli uomini: Alfonsina Strada, “La regina della pedivella” che era già stata ammessa al Giro di Lombardia, portandolo a termine, al contrario di altri 20 uomini che non tagliarono il traguardo. Oggi è considerata una tra le pioniere della parità di genere tra sport maschile e femminile e nel 2017 il Comune di Milano le ha anche intitolato una via, nella periferia sud-ovest della città, all’imbocco con la lunga pista ciclabile che costeggia il Naviglio Grande. Insomma, una figura che ha fatto storia. Forse non tutti sanno invece che il colore della maglia nera si deve a un calciatore. Giuseppe Ticozzelli, difensore del Casale, partecipò alla corsa e fu costretto a ritirarsi dopo appena 4 tappe, investito da una moto. La sua presenza, tuttavia, viene ricordata per la divisa nera che indossava in onore del Casale e che in seguito sarebbe stata assegnata all’ultimo classificato.

Coppi è ancora oggi il più giovane ciclista ad aver vinto un Giro: nel 1940 aveva 20 anni, 8 mesi e 25 giorni. Fiorenzo Magni è invece il più anziano: vinse a 34 anni, 5 mesi e 29 giorni. Il più anziano a indossare la maglia rosa è stato invece Andrea Noè, il 23 maggio del 2007 a 38 anni, 4 mesi e 8 giorni dopo la tappa Serravalle Scrivia-Pinerolo. Coppi è stato anche uno dei tre ciclisti capaci di conquistare cinque volte il Giro insieme ad Alfredo Binda e Eddy Merckx. Il record delle vittorie di tappa appartiene a Mario Cipollini. In totale sono 66 i vincitori, di 15 nazionalità diverse: l’Italia è davanti a tutti con 69 successi.

Un evento sportivo tanto importante come il Giro d’Italia non poteva non coinvolgere anche il mondo del betting. Sui siti di betting è possibile piazzare scommesse sul Giro d’Italia, potendo dire la propria anche sulle singole tappe o sui testa a testa tra determinati corridori. Insomma, al giorno d’oggi il Giro si rivela capace di regalare soddisfazioni anche al di là dell’aspetto agonistico.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica