24-04-2017
Ti trovi qui: Home » Artigianato » La Cna sui siti cimiteriali a Ragusa – La Giunta municipale ha rispettato gli impegni, per imprese e cittadini prime opportunità

25/01/2015 -

Artigianato/

La Cna sui siti cimiteriali a Ragusa – La Giunta municipale ha rispettato gli impegni, per imprese e cittadini prime opportunità

Giorgio Biazzo e Antonella CaldareraSui lavori per la realizzazione di colombari e cellette nei vari cimiteri di Ragusa, l’Amministrazione comunale ha chiarito alla Cna di Ragusa che, entro il mese di febbraio, essendo già state espletate le gare, saranno stipulati i contratti con le ditte aggiudicatarie finalizzati all’avvio delle opere. Altro nodo oggetto di confronto, la revoca della proprietà a chi non utilizza più le tombe che risultano essere da tempo abbandonate. “In questa direzione – dice Biazzo della Cna – il Comune ci ha spiegato di essere a buon punto. Nel senso che è stata effettuata una mappatura del fenomeno. Le prime tre tombe sono già state oggetto di attenzione da questo punto di vista e, addirittura, è già stato attivato l’annuncio on line per invitare i cittadini a manifestare il proprio interesse. Le tombe sono state messe all’asta e lo stesso accadrà, in tempi brevi, con altre 27 ormai abbandonate tra il cimitero di Ragusa centro e quello di Ibla”. E a proposito di revoca della proprietà, stesso percorso il Comune sta portando avanti anche con i lotti di terreno a suo tempo assegnati per la realizzazione dei mausolei. “Entro il 2015 – chiarisce Caldarera della Cna – ci è stato detto che saranno revocati una settantina di lotti per cui si provvederà, subito dopo, a riassegnarli a chi ne aveva fatto richiesta ed è inserito in posizione utile in graduatoria. Insomma, la vicenda sembra destinata a sbloccarsi una volta tanto, anche in questo caso nei due siti cimiteriali di Ragusa centro e Ibla”. Infine riguardo l’ampliamento della struttura di Ibla, il Comune ha già stipulato un compromesso con il proprietario dell’area su cui il cimitero dovrebbe estendersi. Nel giro dei prossimi mesi, compiute le rilevazioni geologiche e gli altri rilievi del caso, sarà predisposto il progetto e avviato l’intervento. Nel frattempo sarà perfezionato l’atto di acquisto del terreno. “La Cna territoriale di Ragusa – dicono Biazzo e Caldarera – intende, in questo modo, garantire delle risposte non solo alle imprese ma anche ai cittadini che su questo fronte avanzano richieste pressanti all’Amministrazione comunale che però, almeno finora, non sono state soddisfatte. Per quanto riguarda le Piccole e medie imprerse ci sarà una interessante boccata d’ossigeno e dall’ottobre 2014, da quando cioè questo percorso è stato avviato, gli impegni assunti dall’Amministrazione comunale sono stati rispettati. Cogliamo l’occasione, anzi, per ringraziare il vicesindaco Iannucci che si è speso perché potesse essere dato il via a questo confronto, rivelatosi finora produttivo. E’ grazie al suo intervento se ci è stata fornita la disponibilità di una interlocuzione con il dirigente e i funzionari competenti”.

 

Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica