26-03-2019
Ti trovi qui: Home » Sport

Archivio della categoria: Sport

LA VIRTUS RAGUSA BATTE IL SAN FILIPPO DEL MELA E MANTIENE LA VETTA DELLA CLASSIFICA

Vittoria della Virtus Ragusa nella penultima giornata di campionato della regular season del campionato di basket di serie C Silver. La partita si chiude con il risultato finale di 74 a 59. “Abbiamo giocato con una squadra – commenta a fine partita coach Di Gregorio –  che è venuta qui con l’intento di portare a casa due punti importanti per la loro salvezza. Il nostro approccio alla partita all’inizio è stato soft e questo non ci ha permesso di entrare subito nel ritmo del match. Ma noi avevamo una rotazione più lunga degli avversari e questo ci ha permesso di aumentare l’intensità e di fare un break importante che ci ha permesso di gestire la partita fino alla fine. Da qui in avanti però dobbiamo essere più incisivi sin da subito perché, come dico sempre, non c’è nessuna partita scontata e non si deve mai sottovalutare nessun avversario”. Questi i tabellini. Ragusa: Nardi 8, Chessari 4, Canzonieri 14, Salafia 10, Dinatale 5, Sorrentino And 16, Carnazza 4, Ferlito 8, Sorrentino Ale 3, Girgenti 2, Bocchieri, Vacirca ne. Allenatore Di Gregorio. Cocuzza: Vozza 11, Porcino, Ettaro 4, Knyza 16, Maida 10, Pesic 15, Cocuzza 3, Pizzurro ne. Allenatore Li Vecchi. Arbitri: Tartamella – Licari.

 

Euro 2020, riparte l’Italia: Mancini punta su Quagliarella e sui talenti emergenti

Teatro dell’esordio nelle qualificazioni ad Euro 2020 sarà Udine, presso il nuovo stadio della Dacia Arena. Una location speciale per gli azzurri, che tornano a disputare una partita ufficiale delle qualificazioni continentali dopo il nefasto appuntamento di novembre 2017, che sancì contro la Svezia l’eliminazione dai successivi Mondiali in Russia. Tante cose sono cambiate da allora, su tutti, il commissario tecnico: al posto di Ventura ecco Mancini, profili differenti, scelte opposte.

La Nazionale convocata e composta dall’ex tecnico dell’Inter mescola sapientemente giovani e vecchi, alcuni di questi a dir poco sorprendenti: su tutti, un nome, quello di Fabio Quagliarella. Il trentaseienne capitano della Sampdoria si è guadagnato questa possibilità dopo oltre un lustro, grazie ala leadership nella classifica cannonieri persino davanti al nuovo arrivato, che quella graduatoria avrebbe dovuto dominarla, Cristiano Ronaldo. E invece il bomber campano ha battuto tutti i record, fra cui il più impensabile: le undici partite consecutive in rete di Batistuta.

Una Nazionale che inevitabilmente riparte dai giovani più esperti, già da tempo nel giro della Nazionale e desiderosi di conferme, o chi vi si affaccia per la prima volta: è il caso di Zaniolo, scartato dall’Inter ed esploso a Roma, con quella doppietta storica in Champions con il Porto, purtroppo inutile ai fini della qualificazione giallorossa al turno successivo. Barella, Romagnoli e Chiesa sono le conferme: insieme a Donnarumma vanno a comporre quelle certezze più giovani da cui Mancini e l’intero movimento calcistico italiano devono necessariamente ripartire. La Nations League ha dato risposte altalenanti sia in termini di gioco che risultati, con buoni sprazzi ed alcune indicazioni interessanti.

Era l’esordio assoluto del Mancio dopo il fallimento mondiale, i segnali sono stati comunque incoraggianti ed ora serve approfittare di un girone eliminatorio piuttosto agevole per qualificarsi al primo Europeo itinerante nella storia, con tappe fra l’altro anche in Italia, a Roma. Il debutto avverrà contro la Finlandia sabato sera, nello stadio dell’Udinese: i precedenti contro gli scandinavi sono decisamente favorevoli.

Su sei precedenti l’Italia ha sempre e solo vinto, tranne in un’occasione dove ci si è fermati sullo 0-0, realizzando in totale 8 reti e addirittura non subendo mai gol. Le quote bwin su Euro2020 vedono ovviamente l’Italia grande favorita nello scontro del weekend, vittoria casalinga data a 1.30 contro quella della Finlandia pagata ben 11 volte la posta: un pareggio invece è dato a 4.75. Le altre componenti del girone sono Armenia, Bosnia, Grecia e Liechenstein: un raggruppamento decisamente favorevole per gli azzurri, costretti non solo a vincerlo, ma a dominarlo giocando un buon calcio.

Questi i convocati di Mister Mancini;

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Juventus), Salvatore Sirigu (Torino);

Difensori: Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Alessandro Florenzi (Roma), Armando Izzo (Torino), Gianluca Mancini (Atalanta), Cristiano Piccini (Valencia), Alessio Romagnoli (Milan), Leonardo Spinazzola (Juventus);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Bryan Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Stefano Sensi (Sassuolo), Marco Verratti (Paris Saint Germain), Nicolò Zaniolo (Roma);

Attaccanti: Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Fiorentina), Stephan El Shaarawy (Roma), Vincenzo Grifo (Friburgo), Ciro Immobile (Lazio), Moise Kean (Juventus), Kevin Lasagna (Udinese), Leonardo Pavoletti (Cagliari), Matteo Politano (Inter), Fabio Quagliarella (Sampdoria).

RAGUSA VINCE LA COPPA ITALIA DI BASKET FEMMINILE

Battendo in finale il Sesto San Giovanni per 77 a 61, la Passalacqua si aggiudica il prestigioso trofeo, che conquista per la seconda volta nella sua storia, dopo il primo successo del 2016. La Coppa per la miglior giocatrice è stata vinta dalla biancoverde Dearica Hamby autrice di una prestazione dominante con 26 punti, 14 rimbalzi, 3 assist e 2 recuperi. Per il Ragusa hanno segnato inoltre Romeo 5 punti, Consolini 13, Cinili 6, Formica 6, Harmon (che ha festeggiato nel migliore dei modi il suo compleanno) 15 punti,  Soli 4.

BASKET, LA VIRTUS RAGUSA BATTE L’ADRANO E MANTIENE LA TESTA DELLA CLASSIFICA

Continua la striscia positiva per la Virtus Ragusa che tra le mura amiche del Pala Padua batte l’Adrano per 88 A 47Ottima prova per i ragazzi di coach di Gregorio che, in questa partita, hanno dimostrato un ottimo controllo di palla e un gioco fluido e ben orchestrato dall’intera squadra. Con questi due punti la Virtus si conferma ancora capolista del campionato di serie C Silver. “Per noi era una partita importante – commenta a caldo coach Di Gregorio – per un discorso soprattutto legato al buon andamento del campionato. Siamo riusciti a gestire bene la partita in tutte le frazioni di gioco”. VIRTUS RAGUSA: Nardi ne, Chessari 14, Vacirca 5, Girgenti 10, Sorrentino Andrea 21, Dinatale ne, Causapruno 5, Carnazza 13, Salafia 8, Ferlito 6 Canzonieri 4, Sorrentino Ale ne. SPORTING CLUB ADRANO: Russo D., Ricceri, Bascetta 8, Alescio 20, La Manna, Amoroso, Sangiorgio, Guzman 14, Pennisi 5; All. Bonanno. Arbitri: Di Bella – D’amore.

Basket femminile Coppa Italia, Ragusa batte Schio e va in finale contro Geas Sesto San Giovanni

Nella prima semifinale delle Final Eight di Coppa Italia A1 “Fila Cup” è un canestro a 7″ dalla fine di Romeo a regalare alla Passalacqua Ragusa la vittoria sul Famila Wuber Schio (70-68) e l’accesso alla finale. Domani, domenica 3 marzo alle ore 18 finale contro Geas. Il tabellino del Ragusa: Romeo 22 (4/5, 3/9), Consolini 7 (2/8, 1/1), Cinili 6 (3/6, 0/1), Gatti NE, Formica, Harmon 10 (5/10 da 2), Gianolla, Soli 6 (2/5, 0/1), Bongiorno NE, Hamby 9 (4/6 da 2), Kuster 10 (2/4, 1/3), Allenatore: Recupido G. Tiri da 2: 22/46 – Tiri da 3: 5/15 – Tiri Liberi: 11/14 – Rimbalzi: 31 6+25 (Hamby 13) – Assist: 11 (Hamby 3).

FINALI COPPA ITALIA DI BASKET FEMMINILE, RAGUSA BATTE VIGARANO

La Passalacqua conquista la semifinale di Coppa Italia. La squadra di coach Gianni Recupido  nei quarti di finale della final eight di San Martino di Lupari ha battuto Vigarano col punteggio di 83-68 e si e’ qualificata al turno successivo che la vedrà domani pomeriggio alle ore 18,00 contro Schio.

Empoli 55 – Passalacqua Ragusa 100

Ragusa raggiunge quota 100 sul parquet di Empoli al termine di una gara nella quale le biancoverdi hanno giocato da “grande”, non lasciando praticamente nulla alle padrone di casa che sono riuscite a resistere soltanto nel primo quarto. Poi la Passalacqua ha preso il largo e ha chiuso con largo anticipo la contesa rispetto alla sirena finale. Ragusa con cinque giocatrici in doppia cifra (25 Romeo, 20 Hamby, 14 Kuster, 13 Harmon e 10 Consolini) mette il punto numero 26 in classifica su 17 partite disputate appaiata con Schio ma con le orange che si sono già fermate e che conservano comunque la migliore differenza canestri nei confronti delle iblee. “Buona prestazione – commenta coach Recupido – primo quarto in equilibrio che ci ha visti molto soft in difesa e loro sono riuscite a segnare ben 24 punti, ma già nel secondo quarto abbiamo praticamente chiuso la partita facendo un bel parziale. Sul resto della partita c’era poco da dire. Abbiamo ruotato tutte, abbiamo risparmiato un po’ di energie, abbiamo dato un po’ di minuti a chi ne aveva di bisogno come Formica e dunque siamo contenti che sia andato tutto bene”. La Passalacqua è attesa dalla seconda trasferta consecutiva che la vedrà domenica prossima sul parquet di Vigarano. Poi sarà tempo di coppa Italia.

Passalacqua Ragusa 69 – San Martino di Lupari 64

Ragusa soffre ma conquista due punti preziosi che consentono alla formazione biancoverde di agganciare temporaneamente in classifica a quota 24 Schio, che ha riposato. Venezia, vincente a Vigarano, è a 26 punti. La partita al Palaminardi è stata sempre in equilibrio con le ragusane che nella prima parte avevano preso un vantaggio consistente, ma nel secondo quarto sono state rimontate fino a -1. “Loro riescono sempre a mettere granelli nei nostri ingranaggi abbastanza fastidiosi – ha commenta il coach Recupido -. Li soffriamo, soffriamo il loro modo di giocare e ogni volta è una battaglia difficilissima. E’ difficile prepararla in settimana ed è difficile affrontarle la domenica e devo dire che siamo stati molto bravi negli ultimi 5 minuti a non perdere la calma e a fare le giocate giuste”. Sette giocatrici biancoverdi sono andate a canestro, ha fatto la differenza la Hamby che ha realizzato 28 punti; Romeo ha messo dentro 10 punti, Harmon e  Kuster 8 a testa, Consolini 7, Soli 5, Gianolla 3. Domenica prossima impegno esterno con Empoli.

VIRTUS RAGUSA 64 – GRAVINA 69

Come fosse una tegola, pesante e dolorosa, arriva una sconfitta casalinga tra le mura amiche del Pala Padua per la Virtus Ragusa ad opera del Gravina. “Gravina ha meritato la vittoria – commenta a caldo coach Di Gregorio – perché dal primo minuto è sempre stata sopra col punteggio e ha giocato una partita con grinta senza mollare mai. Sicuramente la mia squadra non ha fatto una buona partita e su questo dobbiamo riflettere e dobbiamo lavorare ancora di più per migliorare quello che non ha funzionato durante il match. Io non mi stancherò mai di ripetere ai ragazzi che durante il campionato incontri con esito negativo ne capitano ma dobbiamo essere bravi a leggere la partita e a giocare per quello che ci serve. Merito al roster del Gravina, composto da giocatori esperti, che con un gioco dinamico e fluido sono riusciti a batterci”. VIRTUS RAGUSA: Nardi, Carnazza 5, Canzonieri 4, Salafia 6, Dinatale 17, Sorrentino Ale NE, Vacirca, Sorrentino And 16, Chessari 15, Ferlito 1, Girgenti, Causapruno NE. GRAVINA: Ferrara 4, La Mantia G. 12, Barbera 7, La Mantia R., Attanasio NE, Fodale NE, Spina 10, Santonocito 7, Ali 19, Renna, Saccà 10; All. Marchesano.   Arbitri: Puglisi – Massari.

PRIMA PROVA DI COPPA SICILIA XCO DOMENICA A SIRACUSA

Non vedono l’ora di scendere di nuovo in pista, dopo Noto, i corridori dell’Mtb Euromotor Team Ragusa che il 10 febbraio saranno impegnati nella prima prova di Coppa Sicilia Xco Fci Top class che si terrà al Bike park Carancino. Un’occasione particolare per la squadra allenata da Giuseppe Nascondiglio, Alessio Pagano e Sergio Iacono che avranno, tra l’altro, l’opportunità di sperimentare il rendimento dei nuovi innesti nel team. In questa stagione, infatti, è cresciuta la pattuglia del gruppo ragusano. L’Mtb Euromotor Team Ragusa sarà ai nastri di partenza con i seguenti atleti: Giovanni Belluardo (categoria M6), Davide Di Stefano (Junior), Andrea Iurato (Esordienti), Gabriele Bellina Terra (Allievi), Laura Melilli (Elite donne), Salvatore Ansaldi (M1), Riccardo Cannavò (Junior), Federica Occhipinti (Allievi donne), Carmelo Accetta (M4), Giovanni Camillieri (M2), Lorenzo Occhipinti (Allievi), Gabriele Martorana (Junior), Alessandro Gulino (Master elite), Giorgio Distefano (M5), Giorgio Sigona (M3), Giovanni Gennaro (Junior).

ACCADEMIA SCHERMA RAGUSA: ESORDIO POSITIVO PER LE GIOVANI LAME IBLEE

La 2’ Prova del Gran Premio Giovanissimi Under 14 e 1° Trofeo Promozionale Esordienti/Prime Lame  ha visto scendere sulle pedane del Palazzetto dello Sport di Santa Venerina ben 509 schermidori nelle 6 armi . Presente, come sempre, l’Accademia Scherma Ragusa con ben 19 fiorettisti di cui 10 della categoria Under 14 e 9 della categoria Under 10. Giulio Lacarrubba, Alberto Antoci, Lucrezia Fantarella, Leonardo Longo, Nicola Campo, Andrea Mineo, Nicolas Bica, Noemi Vitale e Salvatore Gurrieri, della categoria Esordienti/Prime Lame, hanno fatto il loro esordio assoluto sulle pedane siciliane.  Nella categoria Prime Lame hanno ben figurato, per numero di vittorie, Giulio Lacarrubba e Lucrezia Fantarella mentre nella categoria Esordienti si sono distinti Alberto Antoci, Leonardo Longo e Nicola Campo. Entusiaste le parole del Maestro Federale Roberto Molina per chi per la prima volta si affacciava al mondo della scherma e di incoraggiamento per gli atleti più grandi che non sono riusciti a centrare gli obiettivi prefissati: “ Oggi è stata una giornata memorabile per i nostri giovanissimi atleti che hanno affrontato la loro prima gara con impegno e voglia di divertirsi tirando di scherma. Spero che i nostri giovani allievi perseguano sempre con la stessa passione la strada intrapresa, una strada fatta di piccoli sacrifici ed impegno, non sempre facile da percorrere ma che potrà dar loro la possibilità di raggiungere oltre ai traguardi sportivi anche il giusto modo di crescere come persone. Dispiace per gli atleti più grandi che non sono riusciti nell’intento di raggiungere postazioni di prestigio ma sappiamo che anche i risultati meno positivi servono a migliorare. Io e il mio Staff  Tecnico continueremo a lavorare per migliorare la crescita atletica, tecnica e umana di ogni singolo elemento facendo leva sulle loro potenzialità e su un lavoro di gruppo che da sempre ha contraddistinto la nostra Accademia. Un grazie a tutti; atleti, dirigenza, genitori, sponsor e staff tecnico che, con grandi sacrifici, onorano i colori dell’Accademia e della città di Ragusa contribuendo così ad arricchire il panorama sportivo cittadino”. Prossimo appuntamento per la compagine iblea sarà la 3^ Prova Regionale GPG under 14 di Palermo che si terrà il 23 e 24 marzo.

LUCCA 61 – PASSALACQUA RAGUSA 74

Bella impresa delle ragusane nel massimo campionato di basket femminile che vincono a Lucca e si portano a due punti dalla vetta della classifica, ora in condominio tra Venezia e Schio, corsara nel capoluogo veneto. Un terzo quarto da 4 a 20 ha lanciato la squadra allenata da Gianni Recupido verso la vittoria al PalaTagliate. Per le iblee ottima prova di Romeo, 18 punti con 5/5 dal campo e 4/4 dai liberi. Sono andate a segno anche Hamby (17 punti), Harmon (13), Kuster (11), Cinili (6), Consolini  (5), Formica (2), Soli (2).

CUS CATANIA 63 – VIRTUS RAGUSA 96

Nel campionato serie C Silver di basket maschile, la Virtus Ragusa vince in trasferta e consolida la vetta della classifica. Gli etnei nei primi due quarti hanno provato a contrastare i ragusani ma il tentativo di rimonta non è andato a buon fine. Dinatale, miglior realizzatore ibleo, insieme a Chessari, Alessandro Sorrentino e Salafia guidano la squadra orchestrando un gioco fluido e ben studiato, specie in difesa, tanto da riuscire a stroncare sul nascere molte delle iniziative del Cus.  “È stata una partita non semplice – commenta coach Di Gregorio –  perché il Cus è una squadra con ottimi elementi e che mantiene un buon ritmo di gioco. Noi siamo entrati bene in campo, riuscendo ad avere un vantaggio poi gestito fino alla fine. Sicuramente dobbiamo acquisire più continuità durante tutto l’arco della partita, evitando pause mentali che ci fanno commettere qualche errore di troppo. Il merito va ai ragazzi che in settimana hanno lavorato tanto per affrontare il match nel miglior modo possibile”. Catania: Lo Faro 5, Arena 5, Arcidiacono 2, Cuccia 19, Corselli 12, Di Mauro 8, Leone 1, Cuis 6, Tracina 5, Di Nicola, Pocina, All. Guadalupi. Ragusa: Nardi 13, Carnazza 7, Canzonieri 3, Salafia 10, Dinatale 16, Sorrentino Ale 13, Vacirca, Sorrentino And 6, Ferlito 8, Chessari 14, Causapruno 6.

 Serie A femminile di basket, Passalacqua Ragusa continua a vincere in casa

Le biancoverdi danno 32 punti all’Elcos Broni: il punteggio finale è stato di 82 a 50. Ragusa brucia le pavesi già nel primo quarto, segna con grande continuità e si trova in una ottima condizione di forma. Ben dieci giocatrici vanno a segno a iniziare dalla solita Dearica Marie Hamby che realizza 21 punti, in  doppia cifra anche  Jillian Christina Harmon (15 punti), Jessica Lynne Kuster e Nicole Romeo (11 punti a testa). Nove punti sono stati realizzati dal capitano Chiara Consolini, sei da Angela Gianolla, tre da Sabrina Cinili e due punti a testa per Alessandra Formica, Laura Gatti e Giulia Bongiorno. Ragusa consolida la terza posizione in classifica con 22 punti. Anche Schio, la seconda in classifica,  ha vinto, mentre il Venezia (primo) non ha giocato a Napoli, perchè la squadra partenopea si è ritirata dal campionato. Le ragazze di Gianni Recupito domenica prossima saranno impegnate a Lucca.

VIRTUS RAGUSA BATTE IL GIARRE 105 a 67

In un pala Padua gremito la squadra allenata da coach Di Gregorio travolge gli avversari e sfonda il muro dei 100 punti. “Nei primi due quarti – commenta a caldo coach Di Gregorio – la partita è stata combattuta. Giarre era priva di due giocatori importanti e forse anche per questo che all’ultimo ha mollato la presa. Devo sottolineare come nei primi due quarti come squadra abbiamo concesso troppo in difesa e questo non ce lo possiamo permettere. Lavoreremo in settimana per migliorare ancora di più il nostro approccio e ci concentreremo ancora meglio nel ritmo e nell’intensità di gioco”. Questi i tabelkini delle due squadre. VIRTUS RAGUSA: Nardi 2, Chessari 6, Vacirca 13, Girgenti 7, Sorrentino Andrea 16, Dinatale 22, Causapruno 4, Carnazza 8, Salafia 16, Ferlito 4, Canzonieri 4, Sorrentino Alessandro 3; All. Di Gregorio. BASKET GIARRE: Costanzo, Leonardi A., Vitale 8, Vasta, Leonardi N. 3, Marzo 21, Tomarchio 2, Cantarella 4, Maida 2, Saccone 5, Casiraghi 22; All. D’Urso.

CONTINUA LA MARCIA DELLA CAPOLISTA VIRTUS RAGUSA: BATTUTA IN TRASFERTA LA TRICENTER AMATORI MESSINA 70 a 86

Come un treno in corsa la Virtus Ragusa non si ferma nemmeno al Pala Tracuzzi travolgendo la Tricenter Amatori Messina e mantiene il posto da capolista nella classifica del campionato di serie C Silver. Esordio strabiliante per Andrea Sorrentino, top scorer della partita con 18 punti seguito dal fratello e capitano Alessandro Sorrentino che ha totalizzato 16 punti a referto. “È stata una partita non facile – ha commentato a caldo coach Di Gregorio – per le caratteristiche dei giocatori del Messina. Loro sono una squadra giovane e giocano bene l’uno contro uno e sinceramente all’inizio ci siamo fatti un po’ sorprendere. Abbiamo aggiustato la nostra difesa e poi la partita si è incanalata nei binari giusti”. Il tabellino del Messina: Mondello, Pace 5, Di Dio 20, Santoro, Casablanca, Valitri 4, Unechensky 10, Cordaro 16, Maggio 15, Ronano. Il tabellino del Ragusa: Nardi 14, Carnazza 9, Canzonieri 6, Salafia 8, Dinatale 6, Sorrentino Alessandro 16, Sorrentino Andrea 18, Chessari 9, Ferlito, Causapruno, Vacirca ne.

PASSALACQUA RAGUSA 80 – SCHIO 74

Ragusa si aggiudica il big mach della seria A di pallacanestro femminile battendo in casa Schio con il punteggio di 80 a 74. La miglior realizzatrice per le biancoverdi è stata Jillian Christina Harmon. L’ala pivot statunitense ha realizzato 23 punti e conquistato  11 rimbalzi. Da sottolineare la prestazione di Sabrina Cinili che ha messo dentro il canestro ben 17 punti con un 5 su 5 da tre. 17 punti per Jessica Lynne Kuster e 16 per Dearica Marie Hamby. Ha fatto il suo debutto in casa, il nuovo acquisto, l’australiana di origini calabresi, Nicole Romeo che ha realizzato 5 punti. Nello score finita anche Chiara Consolini, con due punti. La vittoria con Schio porta il Ragusa a 20 punti, meno due dai veneti, e sempre – 6 dal Venezia vittorioso a Torino. Anche le quarte in classifica hanno vinto, Napoli e Broni, e sono a 18 punti. Saranno proprio le pavesi, domenica prossima a far visita alla Passalacqua al Palaminardi.

VIRTUS RAGUSA 83 – ORSA BARCELLONA 55

Prosegue la striscia positiva per la Virtus Ragusa che tra le mura amiche batte senza troppi pensieri l’Orsa Barcellona rimanendo così in solitaria nella vetta della classifica. Durante il match si è svolta l’iniziativa “Teddy Bear Toss” a cui la società ragusana ha aderito raccogliendo tantissimi peluche che verranno donati ad associazioni che si occupano di infanzia nella città di Ragusa. Al primo canestro della partita il parquet si è riempito di pupazzi. Ragusa: Nardi 2, Mercorillo, Vacirca, Girgenti 12, Chessari 5, Dinatale 17, Causapruno 5, Carnazza 3, Salafia 11, Ferlito ne, Canzonieri 22, Sorrentino 6; All. Di Gregorio. Barcellona: Salvatico, Opalevs 17, Brusca 2, Vavoli 8, De Simone 13, Antoniani 4, Floramo 3, Cortina 6, Miranovic 2; All. Manzo.

Serie A basket femminile, Ragusa cade a Venezia

Con il punteggio di 72 a 60 la capolista batte la Passalacqua e mantiene la testa della classifica, seguita a ruota da Schio.  La squadra veneta è devastante nel terzo quarto (19-6 il break). Inutile il tentativo di rientro di Ragusa che fa esordire Romeo (5 punti). Da sottolineare per le siciliane la solita prestazione di Hamby (23 punti e 12 rimbalzi). Le ragazze di Recupito mantengono il terzo posto della classifica, ma Napoli, che ha battuto l’Empoli, rosicchia due punti.

57 a 72, vince la Passalacqua Ragusa a Sesto San Giovanni

In serie A femminile di Basket le ragusane mantengono la terza posizione in classifica con 18 punti, accorciando di due punti il distacco con la capolista Venezia, ferma a 22 e perdente a Pavia (quarta in classifica a 16 punti). Schio, che vince a Battipaglia, è ancora seconda, ma a 20 punti. Vincono anche Napoli e Lucca, appaiate a 14 punti.

Scroll To Top
Descargar musica