19-08-2018
Ti trovi qui: Home » Televisione

Archivio della categoria: Televisione

Autostrada Rosolini – Modica: rischia di tramontare definitivamente un sogno

Siracusa_gela2Ennesimo grido di allarme e appello alla mobilitazione lanciato dalle tre Organizzazioni Confederali Cgil-Cisl-Uil e dalle tre Organizzazioni di Categoria edile Feneal-Filca-Fillea per scongiurare il concreto rischio di vedere definitivamente tramontato il sogno della realizzazione dell’arteria autostradale che colleghi Rosolini a Modica. “La situazione attuale, – di legge in un Documento Cgil, Cisl e Uil – allo stato dei fatti, è che tutto è fermo; né s’intravede la possibile e auspicata ripresa dei lavori. I pochi lavoratori ancora rimasti in cantiere non ricevono la paga da due mesi (dicembre e gennaio) e la stessa situazione si prospetta per il mese di febbraio”. I sindacati dichiarano inoltrer : “Ai soliti e consueti “intoppi”, già ben conosciuti e più volte denunciati dalle OO.SS, se ne aggiungono di nuovi e di natura che rischia davvero di compromettere definitivamente la realizzazione dell’opera. Non più tardi di circa un mese fa il neo Assessore alle infrastrutture, Marco Falcone, visitando Ragusa, rilasciò delle rassicuranti dichiarazioni alla stampa con le quali informava che nel corso di un apposito incontro tenuto in sede regionale tra Regione siciliana, Cas, Anas e Imprese esecutrici si era raggiunta una intesa che consentiva di riprendere a breve l’iter dei lavori. L’intesa raggiunta riguardava: a) la chiusura del contenzioso pendente con l’impresa esecutrice sulla base di una cifra complessiva di 22 milioni di euro, dieci dei quali sarebbero stati erogati direttamente ai fornitori e alle imprese locali che rischiavano e rischiano il fallimento, b) la definizione di un nuovo cronoprogramma dei lavori, c) l’impegno a consegnare il primo lotto esecutivo (Rosolini – Ispica) entro il mese di febbraio 2019. Le dichiarazioni rilasciate dall’Assessore Marco Falcone non sono state mai tradotte in un vero e proprio Accordo sottoscritto dalle parti; anzi, nel giro di pochi giorni, lo scenario disegnato dalle dichiarazioni precedenti è stato completamente stravolto, riemergendo lo spauracchio del definitivo blocco dei lavori. Le Organizzazioni sindacali si sono immediatamente attivate chiedendo un incontro urgente con l’Assessore Falcone e con i vertici del Cas. L’incontro si è tenuto a Palermo nel corso del quale con sgomento abbiamo appreso che uniche possibilità rimaste in campo prevedevano o l’ipotesi della rescissione del contratto o la prosecuzione dei lavori sulla base di una ridefinizione dell’accordo consortile (tra Condotte e Cosedil) che aveva dato vita a CO.SI.GE. L’Assessorato e il Cas si stavano adoperando per sollecitare una soluzione “indolore” che consentisse la ripresa dei lavori nel giro di alcuni mesi. Nel corso di quello stesso incontro l’Assessore si dimostrava cautamente ottimista sull’esito positivo della vicenda e che comunque da parte sua c’era un costante impegno per seguire la vicenda attivandosi su tutti i tavoli (locali, regionali e nazionali). Da parte del Cas si sarebbe operato per dare corso quanto meno al pagamento dei creditori più deboli e più esposti. Il corso degli eventi successivi, che ha visto le OO.SS. impegnate quotidianamente in incontri con i lavoratori, le imprese, i fornitori e con costanti contatti con il Cas, non ha chiarito minimamente il quadro delle varie problematiche che sembrano ingarbugliarsi ogni giorno di più.Il cantiere è sostanzialmente è fermo, le maestranze non vengono pagate, i fornitori ancora attendono di essere saldati, la realizzazione e il completamento dell’importante infrastruttura sembra ormai definitivamente sfumata. Il territorio rischia di restare sfregiato da lavori che l’hanno solo devastato compromettendone l’equilibrio ambientale e idrogeologico, i lavoratori andranno ad incrementare la già ampia schiera dei disoccupati, molte imprese saranno costrette a chiudere i battenti e a licenziare a loro volta i propri dipendenti. Un’intera provincia letteralmente beffata. Nessuna responsabilità sociale stanno dimostrando le due imprese aggiudicatarie dei lavori che agiscono unicamente sulla base di un cinico calcolo di vantaggio e di “rapina” del territorio; la committenza e la Regione, a loro volta,  dimostrano di avere scarsa capacità di governare e orientare gli eventi coerentemente agli impegni assunti. Non possiamo accettare supinamente che tutto ciò porti all’esito nefasto da noi tutti paventato; non possiamo consentire ciò non solo per la perdita di posti di lavoro e di reddito che abbiamo già sofferto e che si prepara, a breve, a diventare ancora più consistente, non possiamo consentire che ciò accada perché un intero territorio e un’intera economia subirebbe un torto e una ferita che stenteremmo a sopportare oltre. E’ per queste ragioni che lanciamo un appello alla mobilitazione a tutte le istituzioni locali; alla nostra deputazione regionale e nazionale, alle forze sociali e politiche, al mondo dell’economia e delle imprese affinché arrivi forte e determinata la nostra richiesta perché l’opera non si blocchi e si possa concludere nei tempi prefissati”. Firmato Cgil-Cisl-Uil.

I segretari generali confederali  di Cgil (Peppe Scifo), di Cisl (Paolo Sanzaro) e Uil (Giorgio Bandiera) promuovono un pubblico incontro, per affrontare le problematiche relative al cantiere dei lotti autostradali Rosolini – Modica dove persiste lo stato di fermo dei lavori, per domani, mercoledì 28 febbraio alle ore 17.00 nei locali dello Spazio Cultura Meno Assenza a Pozzallo – via Vittorio Veneto 341. Sono stati invitati a presenziare i Sindaci interessati alla realizzazione del lotto autostradale, la deputazione del territorio, le organizzazioni produttive e di categoria.

SU TELE NOVA REPLICA BEDI TIEMPI

Settima bedi tiempi

L’ottava puntata di Bi cuntu… bi cantu… e vi raccuntu, la popolare trasmissione del gruppo poetico-narrativo-teatrale Bedi Tiempi, con Mario Tumino, Ciccio Schembari, Marinella Tumino, Enzo Trigili e Pippo Cerruto,   verrà replicata domenica 23 luglio alle 21 e alle 24 e lunedì alle 8, 14:30 e 18.

Si replica Bedi Tiempi

ciccio schembari a bedi tiempi

Domenica 16 luglio alle ore 21 e alle 24 e lunedì 17 alle 8, alle 14,40 e alle 18 va in onda su Tele Nova la replica della settima puntata della trasmissione Bi cuntu… bi cantu… e vi raccuntu con il gruppo poetico-narrativo-teatrale Bedi Tiempi con Mario Tumino, Ciccio Schembari, Marinella Tumino, Enzo Trigili e Pippo Cerruto.

A GRANDE RICHIESTA SU TELE NOVA LE REPLICHE DI BEDI TIEMPI

bedi sesta

La sesta puntata di Bi cuntu… bi cantu… e vi raccuntu, la popolare trasmissione del gruppo poetico-narrativo-teatrale Bedi Tiempi, con Mario Tumino, Ciccio Schembari, Marinella Tumino, Enzo Trigili e Pippo Cerruto,   verrà replicata domenica 9 luglio alle 21 e alle 24 e lunedì alle 8, 14:30 e 18.

Replica quinta puntata Bedi Tiempi

bedi p

Domenica 2 luglio alle ore 21 e alle 24 e lunedì 3 alle 8, alle 14,40 e alle 18 va in onda su Tele Nova la replica della quinta puntata della trasmissione Bi cuntu… bi cantu… e vi raccuntu con il gruppo poetico-narrativo-teatrale Bedi Tiempi.

Il presidente nazionale della Cna, Daniele Vaccarino, a Ragusa: Giuseppe Santocono rieletto per acclamazione presidente della Cna territoriale

Il presidente nazionale Daniele Vaccarino oggi a Ragusa

“E’ una sfida che dobbiamo vincere. Tutti assieme. Consapevoli, però, che la crescita sarà sostanzialmente differente rispetto alla stagione precrisi. Oggi le piccole e medie imprese devono sapere cogliere tutti i segnali del cambiamento. E adattarvisi traendone il massimo”. E’ il messaggio lanciato dal presidente nazionale della Cna, Daniele Vaccarino, sabato mattina ospite di primo piano nell’ambito della XV assemblea elettiva territoriale sul tema “Connessi al cambiamento” promossa dalla Cna Ragusa nel corso della quale è stato rieletto il presidente uscente Giuseppe Santocono, imprenditore di Vittoria. Vaccarino ha concluso gli interventi della parte pubblica dell’assemblea mettendo in luce le difficoltà con cui il Paese continua a confrontarsi, dalla burocrazia alla tassazione, tutti elementi che impediscono alle Pmi di spiccare il volo. “I lievi segnali della ripresa, in realtà – ha detto – sono sentiti in maniera più forte in alcune parti d’Italia, meno in altre zone. E, dobbiamo dire, non sentiti affatto in taluni settori come quello delle costruzioni e dei trasporti”. Il presidente Vaccarino, poi, si è soffermato sulla necessità di potere contare su un’Europa più unita. “I centri decisionali – ha sottolineato – sono distanti, dai cittadini ma anche dalle imprese con la promulgazione di leggi assolutamente inadeguate e penalizzanti. E però sappiamo che c’è bisogno di Europa per contare nel mondo e che il confronto tra economie è tra i grandi continenti”. Ad aprire i lavori, in mattinata, era stato il presidente uscente della Cna territoriale, Giuseppe Santocono, il quale aveva sintetizzato i quattro anni di attività. “Il prossimo mandato – ha sottolineato – si annuncia ancora più stimolante perché dovremo cercare di dare consistenza, di raccogliere i frutti, in sintesi, riferiti ai semi gettati nel corso di questi ultimi anni”. E a proposito di frutti, di sicuro interesse il protocollo definito oggi tra la Grtu-Malta Chamber of Smes, rappresentata dal presidente Paul Abela, e la Cna territoriale di Ragusa per uno scambio di rapporti imprenditoriali tra le due realtà, protocollo che, nei fatti, è stato “benedetto” dal presidente Vaccarino (il momento, propiziato dai rapporti avviati da Maurizio Scalone, vicepresidente provinciale Cna territoriale di Ragusa, è stato contrassegnato anche da uno scambio di doni tra le varie rappresentanze dell’isola dei Cavalieri e della Cna nazionale e territoriale). Durante la mattinata, poi, è stata data la parola alle imprese. In particolare, tre imprenditori hanno raccontato la loro esperienza, sottolineando i momenti positivi e quelli meno facili. Ad illustrare il proprio percorso sono stati Giuseppe Fernandez di Vittoria, Gianna Occhipinti di Ragusa e Veronica Falla di Scicli. Anche il presidente regionale di Cna Sicilia, Giuseppe Cascone, nel proprio intervento, ha messo in rilievo le difficoltà con cui le piccole e medie imprese isolane sono costrette a fare i conti a causa di una tassazione e di una burocrazia sempre più asfissiante. “E’ indispensabile – ha detto Cascone – cambiare immediatamente registro. O perderemo ancora altri punti di riferimento imprenditoriale sul nostro territorio che non riusciranno a superare questa fase della crisi che, purtroppo, nella nostra isola continua ad essere presente in maniera estesa”.

Si replica Bedi Tiempi

trigili

Domenica 18 giugno alle ore 21 e alle 24 e lunedì 19 alle 8, alle 14,40 e alle 18 va in onda su Tele Nova la replica della terza puntata della trasmissione Bi cuntu… bi cantu… e vi raccuntu con il gruppo poetico-narrativo-teatrale Bedi Tiempi.

A GRANDE RICHIESTA SU TELE NOVA LE REPLICHE DI BEDI TIEMPI

bedi tiempi prima

Bi cuntu… bi cantu… e vi raccuntu, la popolare trasmissione del gruppo poetico-narrativo-teatrale Bedi Tiempi, verrà replicata a partire da domenica 4 giugno con la prima delle dieci puntate realizzate, alle 21 e alle 24 e lunedì alle 8, 14:30 e 18.

L’importanza del voto e della scelta del sistema elettorale: questo sarà il tema della 1° puntata della rubrica “Diritto e Società” in onda su Tele Nova

diritto sec.Immagine021

Venerdì giorno 2 Giugno alle ore 21.00 andrà in onda la 1° puntata della Rubrica “Diritto e Società”, ideata dal giornalista Matteo Burgio e dai due giovani professionisti del settore giuridico, l’avv. Giambattista Iudice e l’avv. Marco Antoci,  targata Rotonova,  dove il tema sviluppato sarà quello relativo alle problematiche del nostro sistema elettorale e della prossima legge che proprio in questi giorni si sta cercando di concretizzare, per poter permettere a noi cittadini di andare al voto. Si parlerà anche del fenomeno dell’ astensionismo, delle sue negative conseguenze e di quanto sia fondamentale andare a votare per mantenere un sistema di tipo democratico. Ed ancora si ci soffermerà sui sistemi regionali ( in particolare quello siciliano), su quelli locali e sui prossimi possibili scenari elettorali che vedranno protagonisti i consorzi provinciali. La trasmissione andrà in replica alle ore 24,00 e giorno 3 giugno alle ore 8, 14,30 e alle 18,00.

DOCUMENTARIO DI ARMANDO SPARACINO SU TELE NOVA

sparacino

Venerdì due giugno alle ore 13, alle ore 16:30, alle ore 19:30, alle ore 23 e sabato tre alle ore 7 andrà in onda su Tele Nova “Percorsi d’Arte”, il secondo documentario del Maestro Armando Sparacino sulla pittura moderna.

JAMES BROWN A RAGUSA

james

Il 10 ottobre 1994 uno straordinario concerto si svolse presso l’area del mercato di Contrada Selvaggio. A Ragusa arrivò il re del soul James Joseph Brown nato  a Barnwell il  3 maggio 1933 e morto ad Atlanta, il 25 dicembre 2006. L’intero concerto, ripreso da Tele Nova, sarà trasmesso nella puntata n. 1159 di Come Eravamo in onda giovedì 25 maggio alle ore 14:30, alle 18, alle 21 e alle 24 e venerdì 26 alle 8.

“Sciogliamo i nodi”. Tre giornate di eventi a Ragusa contro l’omofobia

IMG-20170509-WA0106

In occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia, le associazioni ragusane di Agedo, Amensty International, Arcana, Arcigay, Try Changing e UAAR, organizzano alcuni eventi a partire da mercoledì 17 maggio. “Sciogliamo i nodi”, è il filo conduttore delle iniziative. «Per cambiare un sistema a tratti così ottuso e immobile occorre mettersi in moto, essere in prima linea. Per questo, noi non stiamo fermi a guardare il lento deteriorarsi di una società nel suo processo di continuo regresso» – spiegano le associazioni promotrici degli eventi. Primo appuntamento il 17 maggio con la fiaccolata in memoria della vittime di Omo-bi-transfobia. Il raduno sarà alle 19 in piazza del Popolo (piazza Stazione). La fiaccolata inizierà alle 19,30. Nella giornata del 17 maggio la bandiera coi colori dell’arcobaleno sventolerà sulla facciata di Palazzo dell’Aquila, sede del Comune. Giovedì 18 maggio, al Centro servizi culturali di via Diaz 56, verrà proiettato il film di Roland Emmerich “Stonewall”. Al termine seguirà un dibattito sul film e sulle tematiche da esso affrontate. Il 21 maggio “Sciogliamo i nodi. Working day”: un intero pomeriggio di laboratori interattivi a Ibla per grandi e piccoli. A partire dalle 16, in piazza Duomo, i laboratori saranno su vari temi: prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, produzione di manifesti artistico-propagandistici, storia del movimento Lgbti. «È questo il nostro intento: vedere il cambiamento, a cui tanto aspiriamo, riflesso sullo specchio ogni singola mattina. Vogliamo sensibilizzare la cittadinanza tutta – si legge nel documento politico redatto dalle sei associazioni – su certi valori, ancora distanti dalla realtà ragusana. Uno tra tutti: le diversità. Diversità intesa in chiave positiva. Che si tratti del colore della pelle, di credenze religiose o di orientamento sessuale, l’educazione alle diversità rappresenta il cemento per fondamenta solide. Qualcosa si sta muovendo, non lo neghiamo: un risultato evidente è stato conseguito dall’Assemblea Regionale Siciliana, con l’approvazione delle leggi contro l’omofobia e la transfobia. Tale evento non simboleggia, tuttavia, un punto d’arrivo. È semmai un punto di partenza, l’inizio di una “rivoluzione del pensiero” contro gli standard che la società ci impone». Gli standard dell’eteronormatività, o “eterosessualità obbligatoria”, «secondo la quale per essere definito “normale” bisogna omologarsi all’orientamento sessuale dominante, non riconoscendo le altre identità, gli altri modi di vivere il proprio corpo, il desiderio, i sentimenti. O come dimenticarsi del patriarcato, un sistema sociopolitico nel quale il maschio e l’eterosessualità hanno supremazia sugli altri generi e orientamenti sessuali, ritenuti subalterni o non idonei. Intendiamo abbattere tabù e preconcetti che sono stati costruiti nel tempo, che riguardano le persone Lgbti. Alcuni esempi? I gay maschi non sono necessariamente “effemminati” e le lesbiche non vanno ridotte a “ragazzacce mascoline”, senza trucco e con i capelli rasati. Questo può essere vero ed è giusto che chi si percepisce in questo modo viva se stesso/a nel modo più autentico e nel pieno rispetto dell’idea che ha di sé. Ma questa non è una rappresentazione che deve essere imposta a chiunque non rientri nei parametri della “normalità”. Certe idee ci sono state inculcate fin dalla più tenera età. Non ci è mai stato detto, però, che l’arcobaleno affascina proprio per tutte quelle sfumature di colore che vi ritroviamo dentro. La diversità fa parte di ciascun individuo, e in ognuno in modo peculiare. Vogliamo creare le condizioni adatte per la libertà individuale, per l’autodeterminazione, per essere fieri/e della nostra natura, di fare coming-out senza temere i giudizi esterni e di dichiarare pubblicamente le nostre diversità senza alcun riscontro negativo. Con orgoglio».

 

Bedi Tiempi su Tele Nova l’ultima puntata della prima serie

bediSi conclude con la decima puntata la prima fase dell’esperienza del gruppo poetico-narrativo-teatrale Bedi Tiempi su Tele Nova con il programma Bi cuntu… bi cantu… bi raccuntu…, incontro in dialetto siciliano con poesie e racconti delle nostre tradizioni popolari con Mario Tumino, Ciccio Schembari, Marinella Tumino, Enzo Trigili e Pippo Cerruto. L’ultima puntata, prima della pausa estiva, andrà in onda giovedì 4 maggio alle 21 e alle 24 e venerdì 5 alle 8, 14:30 e 18.

Elezioni amministrative giugno 2017 – Messaggi autogestiti gratuiti

cropped-cropped-103_0771.png

Tele Nova e Tele Nova 2 intendono trasmettere messaggi elettorali gratuiti. I soggetti politici possono visionare presso la sede di Tele Nova, in Viale Ten. Lena n. 79 a Ragusa, tel. 0932 244718, contattando Roberto Voi, il documento concernente la trasmissione dei messaggi, il numero massimo dei contenitori predisposti, la collocazione nel palinsesto, gli standard tecnici richiesti ed il termine di consegna per la trasmissione del materiale autoprodotto.

Elezioni amministrative Giugno 2017

TELENOVA

Tele Nova intende trasmettere messaggi politici autogestiti a pagamento. Presso la sede di Tele Nova, in Viale Ten. Lena 79 a Ragusa, tel. 0932 244718, fax 0932 653640, è depositato un documento, consultabile da chiunque ne abbia interesse, concernente le condizioni temporali di prenotazione degli spazi per i suddetti messaggi, le tariffe ed ogni eventuale circostanza od elemento tecnico rilevante per la fruizione degli spazi.

ACATE, LOTTA ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA: CARABINIERI DENUNCIANO 27 GENITORI CHE NON MANDAVANO I FIGLI A SCUOLA

89795105_2103412_675160Troppe assenze, davvero molte in un anno scolastico. Un fenomeno notato dapprima dalla scuola e poi, considerato che proseguiva nel tempo, ha messo in allarme i Carabinieri della Stazione di Acate, già da tempo impegnata ad arginare anche il drammatico problema della dispersione scolastica. Indagati 27 adulti, di nazionalità italiana, rumena e tunisina, padri e madri di minori di età compresa tra i 7 e i 15 anni che, dall’inizio dell’anno scolastico, solo sporadicamente si sarebbero visti seduti tra i banchi, per poi gradualmente assentarsi costantemente. In un primo momento la cosa è passata in sordina, ma quando le assenze sono diventate davvero troppe, sono entrati in azione i militari dell’Arma i quali, al termine di una prima fase dell’attività investigativa, hanno denunciato i genitori all’Autorità Giudiziaria per inosservanza dell’obbligo di garantire l’istruzione ai figlioletti minori. Un obbligo in molti casi disatteso, soprattutto per la superficialità con cui viene ancora considerata la formazione scolastica. Le indagini,  vanno avanti e, per i prossimi giorni non si escludono ulteriori sviluppi. Si sta, in particolare, cercando di fare luce anche sulle motivazioni che hanno indotto questi giovanissimi studenti a non frequentare più la scuola.

Bedi Tiempi su Tele Nova alla nona puntata

ciccio schembaroIl gruppo poetico-narrativo-teatrale Bedi Tiempi propone questa  settimana la nona e penultima puntata della prima serie del programma Bi cuntu… bi cantu… bi raccuntu…, incontro in dialetto siciliano con poesie e racconti delle nostre tradizioni popolari con Mario Tumino, Ciccio Schembari, Marinella Tumino, Enzo Trigili e Pippo Cerruto. Il programma andrà in onda giovedì 27 aprile alle 21 e alle 24 e venerdì 28 alle 8, 14:30 e 18.

Scroll To Top
Descargar musica