23-05-2017
Ti trovi qui: Home » Salute (pagina 4)

Archivio della categoria: Salute

GLAUCOMA: IL LADRO SILENZIOSO DELLA VISTA

glaucoma2Il glaucoma è definito “il ladro silenzioso della vista”. Poiché anche quando la pressione oculare sale e distrugge il nervo ottico non ci sono sintomi ed il paziente continua a vedere bene. La diagnosi precoce del glaucoma è estremamente importante in quanto questa malattia può essere trattata con maggiore successo quando diagnosticata precocemente. Pertanto, è molto importante conoscere i fattori di rischio per il glaucoma e sottoporsi periodicamente ad una visita dal medico oculista. Lo ha detto il prof. Teresio Avitabile, ordinario dell’Università di Catania e direttore della divisione di Oftalmologia del policlinico Vittorio Emanuele, partecipando all’iniziativa, promossa ieri sera nella sede dell’Ordine dei medici, a Ragusa, dall’Ammi sezione di Ragusa, dalla Fidapa e dal convegno Maria Cristina di Savoia. L’oculista ragusano Carlo Giummarra che ha presentato il prof. Avitabile. Quest’ultimo ha spiegato i principali fattori di rischio per il glaucoma: vale a dire età superiore a 45 anni; familiarità, soprattutto di primo grado, con soggetti glaucomatosi, razza nera, diabete, miopia elevata, episodi di aumento della pressione oculare, storia di traumi oculari, uso di cortisone. Il glaucoma, è stato chiarito inoltre, è molto più diffuso tra gli anziani. Se si è over 60, si è sei volte più a rischio di ammalarsi. Se si ha il diabete o una pressione sanguigna elevata, il rischio aumenta. Così come aumenta se si deve fare uso di cortisone in qualsiasi forma (per bocca, per iniezione, per spray nasale, per collirio). Inoltre, una ferita o un trauma all’occhio può determinare la comparsa di glaucoma anche molto tempo dopo l’incidente.

GIORNATA MONDIALE DELLA PREMATURITA’

10628fotoA Ragusa sarà la chiesa di San Vincenzo Ferreri ad essere illuminata di viola il 15, 16 e 17 novembre prossimi, dalle 17 alle 24, in occasione della Giornata Mondiale della Prematurità che ricorre il 17 novembre. In contemporanea sarà proiettata sulla facciata della Chiesa della Badia la scritta bianca su fondo viola “L’amministrazione comunale aderisce alla Giornata Mondiale della Prematurità”. La Città di Ragusa partecipa con questa iniziativa alla campagna informativa promossa dall’Associazione Onlus “Nati per Crescere” che ha tra i propri obiettivi la divulgazione dei concetti di globalità ed efficienza nell’assistenza perinatale, la cultura e lo sviluppo di una crescita sana del neonato e del futuro uomo. La nascita dei prematuri è pari al 10% dei nati in un anno nel territorio nazionale e anche nella realtà ragusana. Un banchetto per diffondere materiale divulgativo sarà posto nella giornata di domenica, 16 novembre, davanti alla chiesa di San Vincenzo Ferreri dove alcuni operatori dell’ associazione “Nati per Crescere” illustreranno le problematiche che i neonati prematuri possono presentare nella fase postnatale e nel corso della vita, nonché le ripercussioni su famiglia e società.

PARTE LA CAMPAGNA VACCINAZIONE DELL’AZIENDA SANITARIA DI RAGUSA

vaccino-antinfluenzaleIl direttore generale, dr. Maurizo Aricò interviene sulla campagna di vaccinazione avviata dall’Asp: ”E’ già partita,  nella provincia di Ragusa,   la consueta campagna stagionale di vaccinazione contro l’influenza. Sono stati già distribuiti  i vaccini  ai Medici di famiglia, i quali successivamente organizzeranno la somministrazione gratuita  nei loro ambulatori. Come ogni anno, l’ Asp di Ragusa offrirà oltre la vaccinazione antinfluenzale anche la vaccinazione  antipneumococcica a tutti i soggetti che, a causa del proprio stato di salute, si trovano in condizioni di maggior rischio”. Si tratta delle persone con più di 65 anni di età, dei soggetti che soffrono di malattie croniche che, in caso di influenza, possono sviluppare gravi complicazioni (malattie dell’apparato respiratorio e cardio-circolatorio, diabete, insufficienza renale cronica, malattie del sangue e tumori, malattie che comportano la riduzione delle difese immunitarie, malattie infiammatorie croniche, importanti interventi chirurgici, malattie neuro-muscolari, epatopatie croniche). Sono considerate a rischio, inoltre, donne al  3° trimestre di gravidanza,  soggetti ricoverati in strutture per lungodegenti e gli addetti a servizi pubblici essenziali: medici e personale sanitario, forze di polizia, vigili del fuoco, personale (veterinari e allevatori) a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione. I Medici di Medicina Generale  e gli Uffici Igiene  dell’Asp  sono pronti a vaccinare tutti i soggetti a rischio. I suddetti uffici  saranno aperti  dal lunedì al venerdì mattino 8,30-12,30;   martedì e giovedì pomeriggio dalle15.00 -17.00. Maggior informazioni possono essere lette sul sito web dell’Azienda: www.asp.rg.it

CONFERENZA SUI DISTURBI DA SOMATIZZAZIONE



imagesInizia questo mercoledì 22  la nuova stagione di attività della sezione di Ragusa dell’Associazione mogli medici italiani. A partire dalle 17, nella sede dell’Ordine dei medici di via Gugliemo Nicastro 50, si terrà l’apertura dell’anno sociale Ammi con una interessante conferenza sul tema: “Quando la mente si serve del corpo: i disturbi da somatizzazione”. A relazionare sarà lo psichiatria Giancarlo Tribastone del Dipartimento salute mentale dell’Asp 7 di Ragusa. L’incontro è aperto a tutti.

Nino Minardo: Il Ministro della Salute agisca in fretta su rischio ebola  

images“In questi giorni ci troviamo di fronte ad una realtà della quale dobbiamo necessariamente prendere atto ed agire. L’allarme Ebola  è un fatto concreto che non dev’essere affrontato con sufficienza  ma con azioni immediate”. Lo sostiene in una nota il deputato del Nuovo Centro Destra Nino Minardo che aggiunge: “La Sicilia ed in particolare la provincia di Ragusa, primo approdo di migliaia di migranti, chiedono concrete iniziative di prevenzione. Non bastano le rassicurazioni a mezzo stampa ma occorre subito attivarsi per l’incolumità pubblica in generale ed in particolare per gli operatori, i primi ad avere contatti per l’assistenza e l’accoglienza. E’ di questi giorni, ad esempio, il grido di preoccupazione delle segreterie nazionali e regionali  del sindacato di polizia Consap che temono per la loro sicurezza e la loro salute; gli agenti hanno accompagnato dei migranti dall’aeroporto di Comiso a quello romano di Fiumicino senza alcuna  attrezzatura di prevenzione e sicurezza, tute protettive ed altro. Ben vengano i vertici europei per affrontare l’emergenza con sistemi di sicurezza negli aeroporti ma chiedo al Ministro Lorenzin di agire immediatamente per scongiurare un’emergenza sanitaria legata al fenomeno dell’immigrazione clandestina”.

Tumori cavo orale, intervento alla Clinica del Mediterraneo

In occasione del 3° anniversario dalla istituzione della Unità Operativa accreditata di Chirurgia Maxillo-Facciale, presso la Clinica del Mediterraneo di Ragusa verrà organizzata, il 16/10/2014 dalle 14:30 alle 18:00, una sessione di live surgery per un ristretto gruppo di specialisti che potranno assistere, in videoconferenza, ad un intervento chirurgico di microchirurgia ricostruttiva, a cura della Equipe del Prof. Corrado Toro, in un paziente al quale verrà asportato un cancro del cavo orale in stadio avanzato. L’equipe del Prof. Toro (specialista in chirurgia maxillo-facciale e microchirurgia), coadiuvato dall’aiuto Dr. Corrado Nolfo (specialista in chirurgia plastica) e dal team di medici anestesisti e strumentisti che si alterneranno in sala operatoria, eseguirà un complesso intervento chirurgico con asportazione della lingua, contemporaneo svuotamento dei linfonodi del collo, e ricostruzione con un lembo libero rivascolarizzato prelevato dal un arto. Il lembo libero rivascolarizzato (detto anche lembo microvascolare), spiega il Prof. Toro, è un vero e proprio auto-trapianto. Si basa sul prelievo di segmenti corporei “sacrificabili” (composti da cute, muscoli, ossa, nervi e vasi sanguigni) e sul loro successivo trapianto nel sito corporeo sede della mutilazione (oncologica o conseguente a gravi malformazioni o traumi). Il successo di tale procedura risiede nell’immediato collegamento dei vasi sanguigni arteriosi e venosi del lembo al sito ricevente, che il chirurgo esegue al microscopio, con microstrumenti dedicati. Grazie a queste sofisticate tecniche di ricostruzione è possibile programmare asportazioni di tumori molto estesi che, altrimenti, sarebbero inoperabili.

SICUREZZA SANITARIA, INTERROGAZIONE DELLA SENATRICE PADUA

Venera  Padua new 2“L’allarme lanciato nelle ultime ore dalla Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali (Simit) sull’alto rischio di importazione del virus della malattia Ebola che incorrono le regioni italiane costiere che accolgono nei loro porti i clandestini provenienti dai Paesi africani, prime fra tutte la Sicilia, ci preoccupa”. Lo afferma la senatrice del Pd Venera Padua, componente della commissione Sanità, che annuncia su questo aspetto un’interrogazione al ministro della Salute Lorenzin perché siano rafforzate le misure di prevenzione e di controllo già avviate ma che potrebbero non essere sufficienti. “Prendiamo intanto atto – aggiunge la senatrice Padua – dell’attivazione di un piano di contingenza sanitaria che riguarda l’area iblea e che sarà attuato grazie alla sinergia tra Prefettura di Ragusa, la Regione Sicilia e l’azienda sanitaria provinciale. La generosità dimostrata fino ad ora dal popolo siciliano, e ibleo in particolare, nell’accogliere chiunque, sia esso clandestino o rifugiato, che sbarcato sulle coste abbia bisogno di aiuto e di sostegno, non deve essere turbata dalla possibilità di un potenziale contagio della malattia. Quindi la direzione giusta è quello del rafforzamento della sorveglianza e del controllo delle procedure per individuare casi sospetti, garantendo rapide verifiche anche in stretto contatto con i due Centri di riferimento nazionale”.

MIGRANTI, PIANO DI CONTINGENZA SANITARIO

DSCF0891Nel salone d’Onore della Prefettura di Ragusa, alla presenza del prefetto. Annunziato Vardè, del direttore generale dell’Asp, Maurizio Aricò, e del responsabile Migrazione dell’assessorato regionale alla Sanità, Francesco Bongiorno, è stato presentato il “Piano di contingenza sanitario regionale migranti 2014”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana. A redigerlo è stata una task-force di cui fanno parte il responsabile Migrazione dell’assessorato, Francesco Bongiorno, insieme a esperti dell’Organizzazione mondiale della Sanità, coordinati dal dottor Santino Severoni. “Il Piano è preposto per tutelare la salute dei migranti, della popolazione residente e degli operativi impegnati nell’accoglienza” ha detto Bongiorno. “Tutto ciò è stato possibile grazie al forte raccordo con il territorio, le strutture sanitarie ed ai centri di accoglienza della nostra regione. Il coordinamento è di competenza all’Assessorato regionale alla Salute; infatti, viene individuato un coordinatore regionale, che avrà, come punti di riferimento sul territorio, i direttori sanitari delle Asp. “Un ruolo peculiare viene affidato alla comunicazione e all’informazione, in modo da evitare facili allarmismi tra la popolazione e la circolazione di notizie infondate sui media. Uno degli aspetti più rilevanti è l’identificazione di due diversi responsabili per l’assistenza in banchina e per i centri di accoglienza”. “I migranti sono persone fragili – è intervenuto il Prefetto – , quindi abbiamo il dovere etico e morale di proteggere, al pari della popolazione residente. Nessun rischio per la salute dei cittadini, è più un problema buona comunicazione per evitare allarmismi infondati”. Aricò ha esaminato alcuni aspetti che sono emersi durante la discussione. “I mediatori culturali: ci stiamo occupando di queste figure, tra l’altro, necessarie per comunicare con i migranti, per garantire loro una buona assistenza sanitaria. Il migrante deve essere considerato un valore aggiunto per la nostra comunità e non un problema. I numeri sono certamente significativi di una realtà che non è più un’emergenza bensì una normalità: abbiamo avuto, secondo le nostre fonti, fino alla data dell’8 ottobre, 19.578 migranti sbarcati nelle nostre coste, un incremento davvero eccezionale, rispetto alle cifre dello scorso anno”.

LA MELA DELL’AISM

AISMlogo_CMYKSabato e domenica torna in piazza l’iniziativa a favore della ricerca contro la sclerosi multipla. Ecco i punti in cui sarà possibile dare il proprio contributo. A Ragusa: Eurospar Dimeglio Via Fieramosca (sabato 11 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30 e domenica 12 dalle 09.30 alle 13.00), Conad Sallemi_(sabato 11 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00), Piazza San Giovanni (sabato 11 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30). A Marina di Ragusa: Eurospar (domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00), Piazza Duca degli Abruzzi (sabato 11 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30). Modica: Piazza Matteotti (sabato 11 e domenica 12 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30). Vittoria:Piazza del Popolo (sabato 11 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30). Santa Croce Camerina: Conad Sallemi (sabato 11 dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.30 e domenica 12 dalle 9.30 alle 13.00). Scicli: Piazza Carmine (sabato 11 dalle 17.00 alle 20.00 e domenica 12 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 18.00 alle 20.00), Chiesa San Salvatore (sabato 11 ore 18.30 e domenica 12 ore 12.30, ore 19.00 e ore 20.30), Chiesa di Donnalucata (sabato 11 ore 18.00 e domenica 12 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00). Comiso: Chiesa Sacro Cuore (sabato 11 e domenica 12 ore 19.30).

“CURE PALLIATIVE: ACCOMPAGNARE NEL SOLLIEVO”

1337074723_ospedale_maggioreVenerdì 3 ottobre alle 8:30,  nella sala convegni dell’ospedale di Modica si terrà, a cura dell’Unità Operativa Hospice dell’Asp, con il patrocinio della  Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori –  il progetto formativo aziendale: “Cure palliative, accompagnare nel sollievo”. Ad aprire i   lavori sarà,  il direttore generale, dr. Maurizio Aricò.  Le cure palliative si stanno affermando sempre più come il nuovo paradigma di cure appropriate per molte malattie inguaribili, oncologiche e croniche degenerative in fase avanzata di malattia, anche in rapporto all’incremento dell’età media della popolazione. Con l’entrata in vigore della legge 38/2010, che sancisce e tutela l’accesso alle Cure Palliative e alla Terapia del dolore, è cresciuta l’attenzione a questo particolare settore che intende sviluppare e diffondere la filosofia delle Cure Palliative, come essenziale attributo di civiltà per la tutela della dignità del malato in fase avanzata di malattia. Inoltre è cresciuta la necessità di formare e aggiornare le innumerevoli figure professionali coinvolte a vario titolo nelle cure di fine vita e nella terapia del dolore. L’evento affronterà il tema della malattia e del dolore parallelamente da un punto di vista clinico e da un punto di vista psicologico ed etico e il tema della morte , che la società tende a considerare come un tabù. Verranno anche affrontati gli aspetti relazionali tra l’équipe, il malato e il nucleo familiare.

DENTAL BABY DAY

aeroporto-aerostazioneAnche in provincia di Ragusa si terrà la ‘Giornata della prevenzione odontoiatrica del bambino’ rivolta non solo ai ragazzi ma a tutti gli adulti che si relazionano con i bambini. L’appuntamento è per mercoledì 17 settembre alle ore 11 presso l’aeroporto di Comiso con la prima edizione del ‘Dental Baby Day”, promossa dalla Sioi la Società Italiana di Odontoiatria Infantile, con l’autorevole patrocinio del Ministero della Salute.

RIPRENDIAMOCI IL…CUORE”

Giuseppe Occhipinti, don Giorgio Occhipinti, Alessandro Blundo e Mario ChiavolaDa mercoledì scorso e per tutto il mese di settembre, l’associazione “Ragusa in movimento”, con il nucleo provinciale Cives e l’ufficio diocesano per la Pastorale della salute, parteciperà al progetto “Riprendiamoci il…cuore”, con il patrocinio del collegio provinciale Ipasvi. Nello specifico, anticipando “Viva”, la settimana per la rianimazione cardiopolmonare, prevista a ottobre, grazie alla sensibilità di Alessandro Blundo è stata allestita la vetrina del centralissimo Caffè del viale, in viale Tenente Lena, con manifesti e brochure mirati alla sensibilizzazione sull’arresto cardiaco. In uno spazio di oltre quattro metri, inoltre, saranno proiettati video sulla delicata tematica.

 

Alimentazione senza glutine  

marina-di-ragusaGiovedì 22 agosto, dalle 19 alle 20,30, nei locali dello stabilimento balneare “Laola beach” situato sul lungomare pedonale Mediterraneo, a Marina di Ragusa, i volontari dell’Aic Sicilia onlus terranno un incontro informativo sull’alimentazione senza glutine, al fine di sensibilizzare gli utenti sulle tematiche e problematiche della celiachia. L’incontro sarà gratuito ed aperto a tutti e coinvolgerà celiaci e non, al fine di aprire un dialogo e uno scambio di opinioni sulla tutela della propria salute e sulla gestione di dinamiche sociali inerenti l’alimentazione fuori casa. Si prevede un brindisi di benvenuto ed un’accoglienza particolare e gioiosa rivolta ai bambini presenti. L’incontro si realizzerà grazie alla proposta dell’assessore ai Servizi sociali del Comune di Ragusa Gianflavio Brafa che ha inoltre coordinato le iniziative promosse dalle associazioni in rete “I petali del cuore”.

L’Asp rassicura: “A Scoglitti mare pulito”

foto sabbia Scoglitti 2Nessun problema per il mare di Scoglitti, da un punto di vista microbiologico, questo è quello che emerge dai controlli effettuati dal laboratorio di Sanità pubblica dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, unica struttura accredita per legge a certificare la balneabilità del mare. “Si sottolinea e si ribadisce – spiegano all’Azienda sanitaria – che le competenze di tipo microbiologico e sulla balneazione del mare è di esclusiva competenza dell’Asp per il tramite il Laboratorio di Sanità Pubblica. Inoltre, si precisa che il Laboratorio di Sanità Pubblica svolge il suo compito di monitoraggio per tutta la stagione, che va da aprile ad ottobre, con ben 62 punti di prelievo su tutta la costa del territorio, Scoglitti compresa, trasmettendo tali dati ai Comuni, all’Assessorato Regionale competente e al Ministero per la Salute”. Con questa precisazione è intervenuto il dott. Giuseppe Lavima, direttore del Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Asp.

 

 

 

 

SCREENING PER PREVENIRE IL TUMORE NEL COLON RETTO

vito fornaroIl Comune di Chiaramonte Gulfi, in collaborazione con l’Asp 7 di Ragusa, ha intrapreso un percorso mirato al benessere e alla salute dei propri cittadini. Il primo passo è stato rappresentato da un convegno svoltosi nella sala “Leonardo Sciascia”, mirato a divulgare l’importanza dello screening preventivo nel tumore del colon retto. Oltre al sindaco, Vito Fornaro, e agli assessori ai Servizi sociali, Salvatore Vargetto, e alla Pubblica istruzione e Attività culturali, Laura Turcis, era presente anche la senatrice Venerina Padua nella qualità di componente della XII Commissione Sanità, che ha rimarcato come la comunicazione e la consapevolezza siano armi che rivestono un’importanza fondamentale per la promozione della salute di tutti i cittadini e come i professionisti della sanità e il volontariato dimostrano quotidianamente che tutti insieme, facendo squadra, si possano ottenere grandi risultati dando risposte ai bisogni della gente. Numerosi gli interventi da parte degli specialisti. “Un momento importante – afferma il sindaco Fornaro – con cui abbiamo voluto promuovere la campagna di prevenzione rivolta ai cittadini di età compresa tra i 50 e i 69 anni”.

 

CARTA DEI DIRITTI PER I CITTADINI CON Sclerosi MULTIPLA

aismSarà, sottoscritta dall’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ragusa, Flavio Brafa, la Carta dei Diritti, delle persone con Sclerosi Multipla sabato prossimo, 7 giugno, alle ore 11, presso l’aula consiliare, su Iniziativa dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Diritto alla Salute, alla Ricerca, all’Autodeterminazione, all’Inclusione, al Lavoro, all’Informazione, alla Partecipazione Attiva sono i punti cardine elencati Nella Carta dei Diritti, con l’Obiettivo di possibilità creare una rete di Sostegno e di impegno per migliorare la qualità della vita delle persone con Sclerosi Multipla e tradurre questi diritti in leggi, politiche, prassi e comportamenti concreti. Presenzieranno il Commissario della sezione di Ragusa, Angelo La Via, ed il vicesindaco Massimo Iannucci.

SUPEREROI DI CARTAPESTA

GIOVANIChe i giovani stanno male lo sanno tutti ma nessuno interviene fino a quando questo malessere sfonda le porta di casa e diventa manifesto con la portata di un  terremoto. Fiumi senza argini, questo ho sempre ritenuto che siano molti giovani, che non ricongiungeranno mai la loro acqua al mare perché, non essendo arginati, straripano ed allagano tutto e tutti. Vedere tanti ragazzini tutti belli, pimpanti ed imbronciati accuditi e riveriti come fossero dei piccoli budda da genitori disarmati ed alcune volte evaporati, mi sembra un quadro preoccupante e scoraggiante che è la diretta testimonianza del fallimento di un approccio educativo basato sulla paura di chissà cosa può accadere a questi figli che  consideriamo, sbagliando, deboli ed incapaci. Vi siete mai chiesti perché non c’è più un ragazzino che ha le ginocchia sbucciate e pieni di croste tipiche di quell’età che è l’inizio dell’età dell’autonomia sociale? Nessuno più porta i segni del coraggio di rischiare, di andare oltre il consentito, di allontanarsi da genitori chioccia ed apprensivi; i cuozzuli, come anticamente si chiamavano le croste alle ginocchia, rappresentavano tutto questo e i luoghi dove venivano consumate questi riti, le piazza, i crocicchi, le vie della città,  erano i luoghi della crescita  e della verifica della propria autonomia, della stima in se stessi, della consapevolezza del proprio valore. Tutti  temi che oggi sono profondamente messi in discussione nelle dipendenze che sono le “malattie” del nuovo millennio. Nessun ragazzino avrà più questi luoghi, ma non essendo un nostalgico, non credo sia necessario e neanche possibile ritornarci, ma esercitarsi come adulti, affinché i ragazzi di oggi possono essere “visti” da noi prima che sia troppo tardi, prima di diventare dei fantasmi, degli alieni che si aggirano alla ricerca disperata di un desiderio, è diventato ormai un obbligo educativo nuovo e difficile. Il desiderio che essendo già stato soddisfatto, prima che esso stesso si manifesti nella testa di un ragazzino, viene ricercato nel consumo di qualsiasi cosa, ancora meglio se questa cosa è pericolosa e trasgressiva. Non dobbiamo chiederci perché i giovani di oggi consumano di tutto; dovremmo chiederci perché non dovrebbero farlo; chi dovrebbe fermarli dal farlo se gli stessi adulti sono spesso i loro carnefici. I giovani sono agnelli al sacrificio, come i giovanetti degli antichi altari portati in sacrificio agli DEI, ma almeno li si immolavano per il bene della collettività, per accattivarsi il volere degli dei. Oggi sono scarto della sovraproduzione. Qualcuno dobbiamo immolarlo ogni tanto, così possiamo andare avanti, lavarci qualche senso di colpa, batterci il petto quando qualcuno muore e ritornare ai nostri affari da adulti. Il futuro? Poi vediamo. Abbiamo tutti contribuito ad uccidere il padre padrone e la sua legge di castrazione, ma non siamo riusciti a trovare un padre buono, un’alternativa nuova e possibile, anzi il padre quando i figli gridano nel buio della disperazione, si gira dall’altra parte e sulla disperazione dei giovani, spesso fa affari e speculazioni. Nella nostra Provincia, ma è altrettanto in tante altre provincie, si consuma di tutto e di più: dall’alcol a fiumi, che rappresenta la porta d’ingresso al mondo del consumo di droghe, ai cannabinoidi, alla cocaina, agli allucinogeni, al gioco d’azzardo, al sesso perverso e trasgressivo, dai rapporti offensivi al bullismo fino alle invettive violente e allo stalking verso le persone che non sono d’accordo e dicono di NO , al controllo ossessivo e disperato verso il proprio corpo ed il cibo (l’anoressia e la bulimia sono malattie terribili e disperanti sia per chi ne soffre che per le famiglie che le devono affrontare). Ogni tanto qualcuno viene arrestato, sempre di più giovanissimi spacciatori e consumatori, alcune volte di buona famiglia che annoiandosi e considerando lo spaccio un modo per procurarsi un ebrezza e qualche spicciolo, incappano in qualche effetto collaterale che va da 3 a 6 anni di carcere.Il tentativo educativo per tentare di far fronte a tutto questo deve essere imperniato sul binomio educazione-punizione, sull’esempio coerente e soprattutto sulle regole; non esiste libertà senza regole certe, magari condivise, ma sempre regole sono. Non ci sono viti( nel senso della pianta dell’uva) diritte e non possiamo sognarci di raddrizzarle, ma come fa il buon vignaiolo di accompagnarle e di proteggerle con la consapevolezza  che solo così faranno buoni frutti, accettandoli per quelli che sono e non snaturandoli nella loro essenza. L’insegnante, il padre, l’adulto, lo stato può essere che non piacciano, che non sono come vorremmo, ma le loro regole sono sacrosante; si può lavorare per metterle in discussione, ci si può scommettere una vita per cambiarle, ma fin quando ci sono si devono rispettare e fare di tutto affinché chi non le rispetti non diventi un eroe, ma venga punito, anche quando si tratta di un ragazzo di buona famiglia che ha sbagliato per la prima volta. Altrimenti il rischio è che questi ragazzi diventino dei supereroi di cartapesta e noi vogliamo che siano solo umani.

PIPPO MUSTILE  DIRETTORE SERT

 

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue

avis sedeAl fine di valorizzare la creatività nei giovani e di  promuovere il valore della solidarietà l’AVIS Provinciale di Ragusa in collaborazione con l’AVIS Comunale ed il Comune di Pozzallo organizza la III^ Rassegna musicale  La musica  nel sangue – “Cori per la Solidarietà”  che si terrà a Pozzallo presso il Cineteatro Giardino il  5 giugno 2014. Alla Rassegna che vede come testimonial di AVIS il Maestro Giorgio Cannizzaro ed il tenore Giuseppe Ranzani che si esibiranno nel corso della serata, partecipano i Cori dell’Ist. Compr. “Rogasi“ di Pozzallo; dell’Ist. Compr. “A. Amore” di Pozzallo ; dell’Ist. Compr. “Scicli Centrale” di Scicli; dell’Ist. Compr “Poidomani” di Modica  e il Coro di voci bianche “ Voci Iblee”. L’evento è dedicato alla Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, istituita nel 2004 dall’OMS e  che viene celebrato in tutto il mondo. Per questa edizione il claim scelto è  “Sangue sicuro per salvare le madri”, un tema che mette l’accento sull’importanza di garantire sempre e ovunque l’accesso al sangue e ai suoi componenti per prevenire i decessi materni. La situazione è particolarmente grave nell’Africa sub-sahariana (50% dei casi) e nel Sud-est asiatico (1/3 dei decessi). Numerose sono le manifestazioni che le Avis terranno nella nostra Provincia tra le quali segnaliamo, oltre l’evento di Pozzallo, l’iniziativa dell’Avis di Vittoria che si svolgerà il 14 giugno p.v.  presso la sede (ex campo di concentramento) e che vedrà la partecipazione di Luca Sallemi ed I Picciotti di Vasco. L’Avis Comunale di Ragusa organizzerà nello stesso giorno una seduta di donazione con soci di varie nazionalità che testimonieranno la propria esperienza in un’apposita conferenza stampa. L’Avis di Modica, nel corso della mattinata, sempre il 14 giugno p.v. presso l’Ospedale Maggiore organizza la cerimonia  per la collocazione di una targa in mosaico che riproduce il logo dell’Associazione, opera dell’artista Piero Puglisi.

 

Giornata mondiale Senza Tabacco

Il prossimo 31 maggio la Sezione Lilt di Ragusa indice una serie dililt eventi per sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro il fumo. Con il supporto della Dirigente Scolastica dell’istituto Fabio Besta sarà allestita una postazione Lilt all’interno della scuola dove i volontari, nell’ambito della promozione di corretti stili di vita, distribuiranno materiale informativo sul tabacco, magliette e un’inedita colazione di pane ed olio, in sostituzione di quella meno salutare costituita da pizza o panino. Contestualmente, gli studenti verranno invitati a partecipare alla passeggiata pomeridiana organizzata insieme all’associazione ragusana Amunì che sostiene la pratica virtuosa del camminare rispetto all’uso, spesso non necessario, dell’automobile. Il percorso pomeridiano, che prevede la partenza dal Circolo del Tennis di via Spadola, sarà di circa 10 km e si concluderà con il conferimento, a tutti gli intervenuti, di attestati di partecipazione, funzionali all’ottenimento di crediti formativi. Sempre l’associazione Amunì ospiterà, alle ore 10.00, presso l’Auditorium della scuola Palazzello in via Monte Cervino n.3, una delegazione della Lilt per discutere, insieme agli alunni, il problema del vizio del fumo.

Alla ricerca del benessere psicologico

Domenica 25 in via Stazione 17 a Modica tavola rotonda sul tema “I differenti modi di comunicare in famiglia” con Sergio Messina, neuropsichiatra, Maria Giovanna Guastella, pedagogista, Rita Tedesco, psicologa.

Scroll To Top
Descargar musica